SIAMO ANCORA NEL XXI SECOLO?

Chiudete gli occhi. Immaginate un vecchio borgo medioevale, durante la calata dei barbari. Le famiglie si barricano in casa, insieme ad amici e parenti. A un certo punto un drappello di Visigoti, di Unni o di Scilipoti bussa veementemente alla porta. E poiché tardate ad aprire, la sfonda, fa irruzione nella vostra dimora e, schiamazzando e inveendo scompostamente, raduna tutti al centro della stanza dove vi trovate. Avete paura. Vostra nonna grida. Non sapete cosa aspettarvi e temete il peggio.
Adesso guardate bene le immagini qui sopra e ditemi che siamo nel XXI secolo e che viviamo in una grande democrazia liberale.

17 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • http://www.youreporter.it/video_Bar_sfondato_da_polizia_il_racconto_della_barista

    Qui la barista dice che quella non era la porta di ingresso, ma che i poliziotti non lo sapevano(avranno pensato che si fosse barricata!). Questo la dice lunga sul livello di tensione raggiunto nella zona, ma mi pare più un equivoco che altro: alla fine i poliziotti hanno solo controllato dei documenti(anche se nel panico generale). La donna ha, comunque, tutto il diritto al risarcimento dei danni! Mi ha fatto una buona impressione la signora: mi è sembrata una donna piena di buon senso e di dignità aun primo sguardo!

    Giudizio sui poliziotti: CIALTRONI!

     

  • Serve sempre tenere presente che il ruolo di agenti della polizia dello stato è di meri esecutori di ordini autorizzati da un magistrato, le modalità di esecuzione sono disciplinate da regolamenti rigidi e da protocolli studiati per ottenere situazioni controllate in piena sicurezza sia per la salute pubblica che per quella degli agenti.

    L’abuso di autorità, maltrattamenti e lesioni, sono all’ordine del giorno, ne vediamo e ne sentiamo le testimonianze ogni giorno. Alcuni poliziotti si comportano come fossero adolescenti carichi di ormoni e di violenza da sfogare sui primi malcapitati, che per timore di rivalse non presentano querela e siccome detti reati non sono procedibili d’ufficio, si prescrivono, lasciando incolumi questi rappresentanti della forza pubblica, attivando un sentimento di onnipotenza ed impunità in tutti quei già provati e sensibili soggetti che a causa di disoccupazione e raccomandazioni si trovano a rivestire ruoli di ordine pubblico senza una effettiva capacità di autocontrollo… In particolare nel filmato, si odono le urla partenopee di un agente che inveisce contro chiunque gli capiti a tiro ed incolpa la titolare alludendo ad una resitenza alla collaborazione del tutto campata in aria.

    Noi popolo chiamati ad assumere la difficile qualità della disciplina, della correttezza, dell’onestà in tempi veramente bui, dovremmo ricevere esempi di forza, corretteza e giustizia da questi soggetti che hanno più paura di noi.

    Molti di loro ottengono il nostro silenzio attraverso la violenza e la minaccia.

    Ho conosciuto molti agenti e molti carabinieri in vita mia e da quasi tutti ho potuto ascoltare assurdità al limite del rispetto dei diritti dell’uomo, e sempre, in ogni caso, si giustificavano perchè erano stati provocati, magari da qualcun altro in chissà quale occasione.

    Per ogni agente corrotto, disonesto, violento e megalomane ne esiste uno giusto, onesto e che darebbe la vita per noi, ma non è sufficiente, io il mio lavoro, cerco di farlo sempre al massimo delle mie capacità professionali e di migliorarmi in ogni occasione, non sempre ci riesco, ma non mi sono mai sognato di rubare, truffare, abusare nessun mio cliente o conoscente in virtù di un malumore o di problemi personali e soprattutto ne risponderei personalmente.

    Non è ora che si modifichino anche i reati dei pubblici ufficiali? e chi si inaspriscano le pene? non basta una nota di deplorazione servono i licenziamenti.

    Noi questa gente la paghiamo.

  • Nessuna riflessione da fare sul gesto, hanno abusato del loro potere, punto. La situazione era tale da giustificare un’irruzione? C’erano prove che all’interno dell’edifizio fossero riuniti terroristi o malfattori? No vero? Ok. Te in casa mia non entri senza mandato. Ma vi rendete conto che i finanzieri non sono potuti entrare al senato a palazzo madama per un semplice controllo e questi arrivano, sfondano, offendono e se ne vanno? Sono due giorni che ci martorizzano i maroni con le provocazioni del no tav al carabiniere eroe e questi si comportano così? Diamo una medaglia pure a quello che ha tirato il calcio? Se la violenza non è giustificata per i manifestanti non lo dev’essere nemmeno per le forze dell’ordine, almeno in queste proteste non violente. Bersani stasera a servizio pubblico era più che in difficoltà a rispondere alle ragioni dei no tav. Per chi è un pò sveglio era lampante l’arrampicata sugli specchi nel tentativo di giustificare un’opera inutile e indifendibile se non chiamando in ballo il “progresso”. Se bersani vuole il progresso in italia, per prima cosa che si levi dalle balle lui (e tutti i suoi colleghi di ogni schieramento), vedrai che balzo in avanti nel futuro facciamo. Da un sondaggio che hanno fatto in diretta il 53% (se ricordo bene) delle persone che hanno risposto giustifica l’uso della forza da parte dei manifestanti, vogliamo veramente che alla fine ci scappino i morti? Occupano terreni abusivamente, usano gas vietati e pericolosi, bastonano quando gli pare, sfondano vetrate e malmenano i giornalisti un pò troppo curiosi, direi che COME MINIMO devono stare zitti se qualcuno li chiama “pecorelle”. Dico male?

    Auguroni a tutti noi..

  • Art. 14.della costituzione italiana:

    Il domicilio è inviolabile.

    Non vi si possono eseguire ispezioni o perquisizioni o sequestri, se non nei casi e modi stabiliti dalla legge secondo le garanzie prescritte per la tutela della libertà personale.

    Gli accertamenti e le ispezioni per motivi di sanità e di incolumità pubblica o a fini economici e fiscali sono regolati da leggi speciali.

    Qualcuno dirà che potevano perchè forse la signora non ha il domicilio nel ristorante? 🙂

  • Secondo me, il XXI secolo come lo si vuole intendere, quindi come espressione di progresso è civiltà, ancora deve arrivare. Poi qui in Italia non ne parliamo proprio!

    No, non è il solito attacco alla nostra povera “italietta” e nemmeno sto dicendo che i reparti della celere degli altri paesi sono dei santi.

    Ma qui avete sentito quei buzzurri? Cioè ragazzi, quella è gente che entra nella celere per sfogare la rabbia che ha dentro e perchè molto probabilmente nel posto in cui sono nati, o fai il bandito o la guardia, altrimenti spiegatemi perchè tutta la celere è composta da campani, molisani e lucani.

    Intendiamoci, i compiti e le situazioni che quei reparti sostengono sono tutt’altro che facili e richiedono fermezza e forza, ma quello era un contesto totalmente diverso.

    Il discorso è: perchè usare il reparto celere come discarica, reclutando gente disperata la cui unica ambizione è spaccare la faccia degli altri, altrimenti si ritrova a dover delinquere per vivere?

    Secondo me quel reparto è sottovalutato dal sistema, ci dovrebbe essere molta più selezione psicoattitudinale e un addestramento vero! non solo a menare il manganello.

    • la vocazione della maggior parte degli agenti non è di spaccare la testa alla gente, ma di tenersi fuori dai guai, poichè la paura è una costante nel loro lavoro.

      Avresti paura di un bambino di 3 anni che ti minaccia con una matita? non credo

      Avresti paura di un adulto che ti minaccia con una matita? credo di sì.

      Ecco, questo è il punto, se fossi addestrato, come dovrebbero esserlo loro, non temerei un adulto con la matita, perchè saprei difendermi e mi sentirei sicuro e lucido, ma se non avessi ricevuto un’adeguata formazione aggredirei in modo disordinato e preventivo l’aggressore in modo da essere il primo e sventare un colpo improvviso.

      Il punto è questo… perchè aggrediscono preventivamente? perche hanno paura! Voi non l’avreste? non certo per delle calme disarmate persone in un Bar. Ma nessuno li colpevolizza, perchè ormai è chiaro che queste persone, questi agenti di polizia, ricevono lo stesso addestramento che riceviamo noi, ovvero NESSUNO! una volta finito il corso, non hanno alcuna intenzione di faticare ulteriormente, è così per la maggior parte di loro, ricordiamoci che sono dipendenti pubblici anche loro e che hanno gli stessi problemi di coerenza che hanno gli altri ministeriali.

      Se la forza pubblica sostiene a propria difesa, che loro sono sempre a contatto con la violenza e che quindi per noi è difficile comprendere la delicata psiche di chi si vede sputare in faccia senza motivo, prendere a calci da ragazzini zingari e doversi difendere da lanci di sampietrini, di contro noi, che non siamo organizzati per queste eventualità, saremo sempre doppiamente vittime, da una parte la criminalità e dall’altra le forze dell’ordine, che se spaventate potrebbero prima aggredirci e poi chiedere i documenti, sempre che non se ne vadano prima.

      Tra i delinquenti e i poliziotti ci sono tante di quelle similitudini che servirebbe un trattato di psicologia per discuterle tutte.

      Se non cambia qualcosa nei prossimi giorni in val di susa lo scenario assumerà tinte ematiche, anche se c’è da chiedersi: che fine hanno fatto le rivolte dei forconi? se si accendessero focolai di riottosi contemporaneamente in tutta italia, nessuno saprebbe sedarli perchè non ci sarebbero le sufficienti risorse umane e allora cosa potrebbe succedere? invierebbero l’esercito contro donne, vecchi e bambini? fate attenzione se vi trovate da quelle parti, non vorremmo mai dover raccontare anche la vostra storia. 

       

       

    • Sono d’accordo con te, penso che è una questione di rispetto e valori che noi, in Italia, non abbiamo in questo momento. Guardo le notizie negli ultimi giorni e mi rendo conto che questo purtroppo non è un fatto isolato. Gli insulti, i tradimenti e il menefreghismo sono attualità.

      Se una società come la nostra non ricupera i valori e le priorità non arriveremo mai al secolo XXII.

    • @Tanatx

      Esatto, la paura. Ma in quel caso si trattava di un bar con all’interno (visibili dalle vetrate) una donna, quattro/cinque signori di mezza età e tre ragazzi!

      Quando dico che il reparto celere è sottovalutato intendo proprio questo, cioè al momento del reclutamento bisognerebbe accertarsi che i futuri agenti abbiano nervi più che saldi e sappiano prendere la decisione giusta anche in contesti difficili! Invece, e fidati che so quel che dico, arruolano tutti indiscriminatamente, e gli insegnano a picchiare, punto e basta, tralasciando il fatto che l’agente della celere, per il servizio che svolge, si trova spesso in situazioni mooolto delicate.

      Perchè in una manifestazione ci sono civili di tutti i tipi: dalla vecchietta al ragazzino, dal ragazzo dall’aspetto minaccioso che però non c’entra nulla al bar pieno di gente che consuma tranquillamente, dallo zingarello che ti sputa in faccia al ragazzetto apparentemente per bene che invece ha un coltello. Non si può menare tutti allo stesso modo.

      Le selezioni, le graduatorie e gli addestramenti completi vengono riservati solo ai corpi scelti, quelli così detti d’élite ed è sbagliato. Questo intendevo quando ho detto che il reparto celere viene usato come “discarica”. So che la paura gioca brutti scherzi, ma d’altronde il mestiere del cellerino quello è!

       

  • NON SONO MERI ESECUTORI: QUANDO UN POLIZIOTTO RISPONDE AD UN GIORNALISTA SULL’ AFFERMAZIONE “C’ E’ IL DIRITTO DI CRONACA” E QUELLO “PER IL MOMENTO NO, CHIAMATE CHI VOLETE”, ALLORA NON SONO DEI MERI ESECUTORI! ANCHE SU CASELLI VORREI DIRE UNA COSA: INSEGUIRE I NOTAV VIOLENTI E’ UTILE, MA LASCIARE MANO LIBERA AI POLIZIOTTI CHE VIOLANO APERTAMENTE I PIU’ SEMPLICI DIRITTI E’ DELETERIO!! QUANTI DI QUESTI POLIZIOTTI VERRANNO INCRIMINATI O SOLAMENTE INDAGATI? NESSUNO!! E ALLORA LA RABBIA MONTERA’, PERCHE’ SARA’ CHIARO CHE NON TUTTI SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE! NON SERVIRA’ CITARE BERLUSCONI PER CAPIRLO!

  • Secondo me se sfondi una porta cosi’ perche non ti sei accorto che ci fosse una seconda entrata sei : Stanco , arrabbiato e pericoloso , ma soprattutto stai esercitando un potere “Aprite polizia” …di quale reato si sono macchiati i manifestanti che venivano ricercati ????

    perche se cosi non fosse …l’ utilita’ di quel gesto eclatante e’ nulla ….

    Spero tanto anche io che almeno ripaghino i danni alla propietaria .

  • Beh sì, qui hanno decisamente esagerato e degenerato! E tra l’altro la porta (aperta) del bar mi pare fosse 5 metri più in là…..

    Ma non penso che siano tutti così, in generale. L’esaltato lo si trova in ogni categoria. Certo è che in un corpo di Polizia non dovrebbero essercene di esaltati…..ma è un po’ come sperare che in Parlamento non ci siano ladri&delinquenti!!!!!

    • Ipotizzando che il problema sia questo occorre precisare che l’esaltato non si trova in ogni categoria di lavoro.

      Mi spiego meglio, avete mai sentito un addetto alle pulizie che dice che lavare è il lavoro più bello che c’è e che se si deve fare lo si deve fare come dice lui?

      oppure avete mai sentito un macellaio dire che vi dovete comprare la carne che decide lui anche se non la volete?

      oppure l’avvocato che decide che dovete fare causa a qualcuno perchè lui ha bisogno di lavorare?

      e ancora, il conducente dell’autobus o del treno che vi porta da un’altra parte anche se il percorso è quello scritto sulle tabelle informative

      quello che fanno questi poliziotti e quelli che li autorizzano non è esaltazione, ma coercizione, ricatto, oppressione, repressione della pubblica opinione, abuso di autorità, procurato allarme e un’altra dozzina di illeciti penali.

      L’esaltazione è il conseguente sentimento che cova dentro certi soggetti capaci di convincersi che qualsiasi cosa per loro è possibile, nel caso di specie, perchè non verranno mai puniti.

      Il XXI secolo, è cominciato con l’ascesa della finanza mondiale al potere, può chiamarsi ancora repubblica popolare la nostra?

      I lavori per la tav si faranno anche se non esistessero i sospetti sull’inquinamento mafioso delle gare d’appalto, ci sarebbe il rischio di perdere la faccia di fronte all’europa.

      Per chi sa come funziona l’ambiente della finanza privata, sarà semplice comprendere che la speculazione passa soprattutto per l’immagine e, dare prova di coerenza continuando il proprio programma con le buone o con le cattive, fa realizzare un risultato di apprezzamento sui mercati …

  • Di certo nessuno dall’alto aveva dato ordine di assaltare il bar.
    Io credo che la polizia dovrebbe essere autodisciplinata, da quancuno in centrale che
    gli deve dare gli ordini.
    Non è possibile che un gruppo di poliziotti prenda delle decisioni di sfondare una vetrata, senza un’ordine dall’alto.

    • Non essere certo che non abbiano ricevuto l’autorizzazione.

      La polizia comunica con la centrale costantemente, poi il questore o il vicario o chi ne fa le veci, autorizza l’operazione senza che nessun prefetto o magistrato abbia autorizzato nulla perchè non è necessario in effetti. Questo avviene ormai da quando ci fu la riforma della Polizia di stato, con lo sgaciamento del subordine del questore nei confronti del Prefetto.

      Tuttavia, va considerato che, gli agenti descrivono uno scenario via radio e chi ascolta potrebbe interpretare diversamente la reale situazione di sicurezza e dare ordine di intervento immediato.

      Comunque, oggi, chi scrive senza documentarsi, avendo a disposizione una rete quasi infinita di informazioni, dovrebbe valutare bene prima di replicare quando le proprie opinioni vengono confutate.

       

  • Ti dirò una cosa: questi poliziotti o carabinieri parlavano in dialetto meridionale…Li hanno fatti venire da lontano: ma voi pensate veramente che se avessero dovuto entrare in un bar a CASAL DI PRINCIPE, sarebbero entrati così? E SONO PIU’ PERICOLOSI PER QUESTO: FINALMENTE HANNO LA POSSIBILITA’ DI ROMPERE QUALCHE TESTA SENZA INCORRERE NEI RISCHI CHE CORREREBBERO DALLE PARTI LORO!! E COSI’ FACENDO SOLLEVANO UN DUBBIO: CHE SIA IL CASO DI FIDARSI DELLE FORZE DELL’ ORDINE IN GENERALE? DAL G8 DI GENOVA, NON E’ STATO FATTO UN SOLO PASSO AVANTI PER EVITARE QUESTE COSE…DEPRIMENTE!

  • Questi “figli del sud”: o con la camorra, ‘ndrangheta e mafia o in polizia/carabinieri. Ma io comincio a non notare più molta differenza….

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi