Monti: l'invadenza della politica nell'economia

Certo, non stupisce il fatto che lo pensi, ma il fatto che lo dica, forse, ancora sì. Da Seul, dove si trova insieme ad altri 50 capi di stato e di governo e dove discute di investimenti, di bilancia commerciale e via dicendo, Monti dice che tutti “hanno il palpabile desiderio di capire se, come e quanto intensificare i loro investimenti in Italia”, timorosi del ritorno di “vecchi vizi, come l’invadenza della politica nell’economia“. [Corriere di oggi, p.2]
Non solo non è dunque l’economia, nella fattispecie quella deviata, ad essere entrata a gamba tesa nella politica, che altro non è se non la buona amministrazione che i popoli si danno e che tutto dovrebbe governare e ricomprendere all’interno di sé, ma addirittura è il contrario: la politica sarebbe una seccatura, un vizio, un intralcio per l’economia. Niente male.
Del resto, da un rappresentante delle lobby americane, uno che nella Commissione Trilaterale ha sempre avuto il compito di costruire l’Europa Unita “per il vantaggio materiale delle grandi aziende americane” [guarda il video], ci si può aspettare questo ed altro. Quello che stupisce è come una frase del genere (al netto di tutti i sofismi accademici che si possono tirare in ballo per argomentarla, ma che non scalfiscono il teorema di fondo che non può essere accettabile) possa non essere oggetto di discussione accesa in uno stato che ancora ritiene di essere democratico.

15 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Qualcuno ha visto l’Infedele ieri sera? C’era Paolo Mieli che diceva che era inutile lamentarsi del fatto che il Parlamento fosse stato esautorato dei suoi poteri, che il Parlamento non poteva pretendere di intervenire sull’ultima riforma del mercato del lavoro varata dal governo, perché nel momento in cui chiami dei tecnici per risolvere i problemi che i governi politici non hanno mai affrontato, e maggioranza e opposizione insieme gli votano la fiducia, quello sostanzialmente significa che il Parlamento ha dato carta bianca al governo e deve quindi fare un passo indietro e smetterla di interferire con l’attività del governo.

    Io stavo facendo i piatti mentre ascoltavo distrattamente questi discorsi surreali sulla sospensione della democrazia in Italia. Non sono sicuro di aver capito bene. Qualcuno me lo può confermare? No perché questi cominciano a essere anche spudorati, ci stanno dicendo in diretta televisiva nazionale che abbiamo sospeso la democrazia, e lo dicono così, candidamente, come se fosse la cosa più normale del mondo. Io non ho parole.

    • anch’io l’ho seguito e ho pensato lo stesso, ma prima ancora, quando al TG ho sentito la notizia, ho detto a mio marito: “ormai è ufficiale, il parlamento totalmente esautorato e un governo al top dell’autoritarismo, tu come lo definisci?”. Il professore dice “o così o me ne vado”. A questo punto chi è l’irresponsabile?

  • Che i giornalisti dei media mainstream non parlino di certe cose non lo giustifico ma lo posso capire.

    Quello che invece non capisco è il fatto che un giornalista libero come dovrebbe essere Santoro non disquisisca su certi argomenti.

    Mi dispiace per quei 100mila che, in buona fede, l’hanno finanziato ma a me sembra chiaro che il suo silenzio dimostri inequivocabilmente che fa parte anche lui dello stesso club di Monti.

    L’ultima puntata poi era identica a quelle che fa Minoli su RAI Storia…

  • rastrano ha scritto :
    Hai capito benissimo. E’ proprio cosi e non fanno altro che ripeterlo per sondare, sino a che punto, gli Italiani possono chinare la testa senza resistere (l’obbiettivo, anche quello ampiamente dichiarato, è quello di competere con la Cina, e ti ricordo che competere con la cina vuol dire questo: (http://cogitoergo.it/?p=11536 http://it.paperblog.com/foxconn-e-le-reti-antisuicidi-314762/ )Ti sei scandalizzato? Sono sorpreso! E’ raro trovare un italiano che abbia ancora la lucidità e l’autostima per farlo (per sentirsi autorizzato a pensare, cosa che anche tu leggermente stai perdendo dato che chiedi conferme a noi: Si, è proprio come hai sentito!!! Nulla è incomprensibile, la tua mente è valida quanto e più quella del prof. Monti…ci rendono tutto complicato per costringerci a mollare…) Ora se credi nella democrazia è tuo dovere far scandalizzare alla gente che ti sta intorno, ancora troppo distratta a sbeffeggiare la sconfitta della squadra dell’amico..

    In pratica questo ripetere continuamente che la democrazia è sospesa serve per andare a Seul o affini e dire agli investitori: vedete? ‘je sta bene tutto! faremo quello che c…. ci pare!

  • Sentito che belle cose ci dicono? Un altro esempio?

    Ora attenti, vediamo chi mi sa dire….

    Che legame c’è tra napolitano che dice che non si ricandiderà e si augura che il suo successore sia una donna e il nome che sta girando come possibile canditata (emma bonino)?   🙂 Perchè lei? E’ un caso oppure..

    Vediamo che è stato attento in classe. 🙂

    • La so, Emma Bonino è stata una frequentatrice del club Bilderberg…e ho detto tutto (alla Peppino De Filippo in Malafemmina).

    • Bravo e sicuramente avrai notato chi ha accolto monti in parlamento il primo giorno con un caloroso abbraccio…casuale.. 🙂

    •  Ancora lei? Questa mi è sfuggita.

      Comunque sono “tutto intorno a noi”!

      Attenti ai simboli massonici, visto che quella gente ne è ossessionata.

      Solo tre piccoli esempi:

      1. Coppie di colori nero-bianco e nero-rosso: presenti entrambi nei sottopancia di Rai News e nello sfondo di Servizio Pubblico (in prevalenza nero-rosso);

      2. Occhio onniveggente con piramide spezzata: presente nel logo di Agorà;

      3. Angoli di 60 e 90 gradi: presenti nel logotipo de La7.

      Lo so, sembra assurdo associare La7 alla massoneria montiana e finanziaria ma vi siete mai chiesti il vero motivo per cui tutti i programmi di satira vera siano stati confinati tutti lì?

      Guardate i dati degli ascolti, un numero così esiguo di telespettatori non potrà mai dare fastidio a livello elettorale.

      …e ho detto tutto…

       

    • Si, sempre lei.. 🙂

      Visto che mi parli di segnali ascolta le parole della sigle di striscia, quel maestro col grembiulino è alquanto sospetto.. 🙂  Basta sennò siamo off topic. 🙂

  • Si La7 molto ambigua ma è la tv più decente attuamente (a volte fa tg seri, a volte servili).

    Ad ogni modo questa satira mi è piaciuta molto: LA BANCA DELLA MAGLIANA (e meno male che qualche attore famoso si mette a disposizione per queste cose!)

    http://www.youtube.com/watch?v=Q__ZZdsxEx4 — LA BANCA DELLA MAGLIANA – Parte 1
    http://www.youtube.com/watch?v=ofT-j0BlHWw  — LA BANCA DELLA MAGLIANA -Parte 2

    Un barlume di speranza che qualcuno abbia interesse a svegliare i giovani?

    rg3 ha scritto :
    ”  Ancora lei? Questa mi è sfuggita. Comunque sono “tutto intorno a noi”! Attenti ai simboli massonici, visto che quella gente ne è ossessionata. Solo tre piccoli esempi: 1. Coppie di colori nero-bianco e nero-rosso: presenti entrambi nei sottopancia di Rai News e nello sfondo di Servizio Pubblico (in prevalenza nero-rosso); 2. Occhio onniveggente con piramide spezzata: presente nel logo di Agorà; 3. Angoli di 60 e 90 gradi: presenti nel logotipo de La7. Lo so, sembra assurdo associare La7 alla massoneria montiana e finanziaria ma vi siete mai chiesti il vero motivo per cui tutti i programmi di satira vera siano stati confinati tutti lì? Guardate i dati degli ascolti, un numero così esiguo di telespettatori non potrà mai dare fastidio a livello elettorale. …e ho detto tutto…   

  • Ufficialmente no… ma avrà fatto una scelta editoriale dato che lo abbina a skytg24.

    Ufficiosamente secondo me lo paga eccome, anche nel solo senso che gli consente di avere grandi sponsor….

    rg3 ha scritto :
    Almeno ufficialmente non credo che sia Sky a produrre Servizio Pubblico, loro lo mandano solo in onda come fanno anche altre televisioni locali. Se così non fosse allora dovrebbe almeno restituire i soldi ai 100mila che lo hanno finanziato oppure dovrebbe beccarsi una bella denuncia per appropriazione indebita. 

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi