Grillo? E Matteoli fa tilt.

 

La politica si può fare senza i due miliardi di rimborsi elettorali. Tutto ciò che serve è uno stipendio dignitoso per gli eletti. Il resto è utile solo ai partiti, alle Rosy Mauro, ai Belsito, ai Lusi per fare quello che fanno. Il resto è solo grasso e serve a oliare gli ingranaggi arruginiti delle baronie, dei clientelismi, dei familismi, dei nepotismi e delle collusioni criminali che ci hanno portato al punto in cui siamo. Un punto di non ritorno.
Altero Matteoli fa politica da quando aveva le braghe corte. Non concepisce nulla di diverso dal mondo che lo ha allevato, custodito in seno ogni volta che la giustizia chiedeva un’autorizzazione a procedere nei suoi confronti e la giunta per le autorizzazioni la negava. Altero Matteoli non sa, non può comprendere che oggi le campagne elettorali si possono fare in rete. Una politica che non spreca, che non dilapida, che non unge, che non mantiene apparati mastodontici succhia risorse, piazza parenti, prosciuga fondi pubblici lui non la può neppure lontanamente comprendere. Nessuno di loro, a dire il vero. E non possiamo aspettarci che siano loro a cambiare: dobbiamo essere noi a mandarli via. Se continueranno a infestare le aule parlamentari la colpa sarà solo nostra, perché nostra è la mano che regge la matita copiativa in quella maledetta cabina elettorale. Cambiare si può: basta volerlo.
Quando gli chiedono “E se vince Grillo, alle amministrative?” Matteoli attraversa interminabili secondi di sconcerto. E’ una eventualità che la sua mente non sa decodificare, un’ipotesi che non saprebbe neppure formulare: è il corto circuito del pensiero politico vecchia maniera. Dopo avere cambiato quattro o cinque espressioni diverse, alla fine risponde: “Non credo che l’Italia sia ridotta a questo punto”.
L’Italia è ridotta molto peggio. Questo è davvero “il punto”.

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • io ci ho pure scommesso: fiorentina verace contro lasagne fatte in casa senza un solo ingrediente “pronto” (oh! una bella faticata, eh!) Ma tanto sono certa che mi sbaferò la fiorentina e masticando penserò alle palle di chi ci ha ridotto così… nota O.T.: no, non saranno a mandorla quelle degli italiani. Quanto ci scommetti, byo? 

  • tutte le persone dovrebbero partecipare alla vita sociale e politica del paese, attivamente sul proprio territorio, invece di limitarsi a mettere una crocetta ai seggi ogni tanto e fregandosene o limitantosi a lamentarsi, pensando poi di non avere un’alternativa a quello che si sta vivendo. Chiamatelo movimento 5stelle o chiamatelo come vi pare l’importante è essere presenti, comunicare, condividere idee, crescere e far crescere il proprio paese…i danni della politica sono fin troppo facili da evidenziare,ma i danni del nostro individualismo purtroppo ci sfuggono continuamente

  • Non vedo perchè l’M5S non debba fare un grosso balzo in avanti in queste amministrative: hanno un programma serio, gente nuova e non infognata in un delle tante porcherie in cui sguazza la nostra classe politica, rappresentano una vera alternativa democratica, favoriscono il pieno coinvolgimento della società civile. Se a questi pseudo-partiti (ormai sono tutti delle associazioni a delinquere) non va giù, peggio per loro: è giusto che scompaiano.

  • E’ il momento di riprendersi la nazione. Il mv5so altre liste simili  devono canalizzare e convogliare i voti degli indecisi che rispetto ai sondaggi si dice siano il 49%.

    Bisogna mandare via queste facce da XXXX che non hanno nemmeno la minima idea di cosa significhi amministrare un nazione se non per interessi personali.

    La faccia di Matteoli con il suo cervello che va in buffer Overflow alla domanda del giornalista è eloquente.

  • Io penso che la vera campagna elettorale sarà ottenere che tutti gli aventi diritto vadano a votare. Anche quelli che per delusione hanno cestinato la tessera elettorale. Il concetto fondamentale è che per cacciare questa classe politica ormai completamente fuori dal concetto di “bene comune”, l’unica soluzione pacifica è sostituirla con una nuova rappresentanza che possa veramente rappresentare il popolo. M5S ha dimostrato che si può ridurre stipendio e privilegi dei consiglieri regionali nonchè rinunciare ai rimborsi elettorali destinando le somme a progetti meritevoli.  http://www.youtube.com/watch?v=rdkecMOT1ko

  • Nonostante abbia usato i soldi del partito per mettersi due dita di cerone per prendere un caffè, lo sbiancamento è stato visibilissimo, penso che abbia avuto anche un leggero prolasso rettale, sente ancora i brividi sulla schiena, stiamo arrivandooooooooo!

  • Ma cosa volete che gli importa a la elite di noi sono e sempre saranno i nostri parassiti se non svegliamo nle nostre coscienze.Loro sono stati la maggiore causa delle sofferenze del genere umano piu di qualsiasi epidemia o catastrofe naturale ci sia mai capitata,fate memoria e rileggetivi il passato.

    Meglio date una occhiata al film documental di Alex Jones:

    And Games

    http://www.youtube.com/watch?v=qkB7JePiQ50&feature=related

  • Ricordiamo a questi pezzi “Beeeppp”!
    Che I partiti “a dimostrato Appunto Grillo non prendendo
    assolutamente soldi, per far conoscere un Ideale come il Cinque stelle”.
    I Partiti dicevo, non hanno bisogno di soldi per farsi conoscere.
    Che facessero loro spettacoli di raccolta fondi o chiedessero direttamente 
    al popolo di finanziarli, Vediamo che succederebbe!

    Ricordiamo a questi pezzi “Beeeppp”!Che I partiti “a dimostrato Appunto Grillo non prendendoassolutamente soldi, per far conoscere un Ideale come il Cinque stelle”.I Partiti dicevo, non hanno bisogno di soldi per farsi conoscere.Che facessero loro spettacoli di raccolta fondi o chiedessero direttamente al popolo di finanziarli, Vediamo che succederebbe!

    http://www.youtube.com/watch?v=hsQyRZnrEnc

  • Io metterei fuorilegge i manifesti elettorali, gli adesivi ai pali dei semafori, i santini, le partecipazioni alle radio e alle televisioni.

    Chi vuole si informa in rete. Chi non ha la rete si organizzi con amici e parenti.

    Solo eliminando i potenziali elettori che non prenderebbero mai la patente elettorale a punti possiamo sperare di avere dei rappresentanti migliori. I politici sanno che gli italiani non sono intelligenti (in larga parte). Sono troppo impegnati a parlare al bar dello SPORTCALCIO.

  • Dalla mia piccola esperienza di militanza in M5S posso dire che negare qualsiasi finanziamento pubblico è una posizione ideologica che tronca sul nascere anche le più pure delle iniziative popolari.

    Un pochino di soldi deve esserci altrimenti con l’autotassazione vai solo a penalizzare l’operaio, lo studente, il precario od il padre di famiglia che pure vuole impegnarsi in una Politica con la P maiuscola.

    Senza eccessi, almeno poter coprire le spese minime, tipo quelle di copisterìa, per acquistare una chiavetta/SIM per connettersi ad Internet, per avere un PC in cui archiviare i documenti e/o i contenuti multimediali autoprodotti, per l’affitto di una stanza in cui potersi riunire per discutere ed accogliere la gente che ancora ripone fiducia nella gente pulita.

    Per queste cose un minimo di sostegno ci vuole, secondo il modesto parere.

    Il PDL cittadino alle amministrative 2010, nonostante le porcherie del sistema dei rimborsi, ha disposto di cifre poco sotto i 200.000€ (secondo i più informati) e, guarda caso, ha vinto con quasi il 50% dei voti (con tutto il corollario dei voti di scambio, delle promesse, degli accordi sottobanco….).

    Difendersi contro questi giganti di cartapesta ma pur sempre giganti richiede energie e soldi che putroppo non è possibile e non è giusto chiedere a gente che è già in difficoltà, seppure animata da buoni, che dico, ottimi, propositi…

  • Ma del Pareggio Di Bilancio che stanno inserendo nella Carta Costituzionale, non ne parla più nessuno. come mai ?

    Una decisione così importante viene taciuta alla popolazione, altro che rimborso elettorale sarà la fine della sovranità popolare, decisa da 630+315 arruffoni (tranne qualcuno…. forse).

  • Tra pochi giorni probabilmente approveranno il Fiscal Compact. E mi preoccupa molto di più delle panzanate che dice Matteolli.

  • Byoblu :

    Altero Matteoli non sa, non può comprendere che oggi le campagne elettorali si possono fare in rete. Una politica che non spreca, che non dilapida, che non unge, che non mantiene apparati mastodontici succhia risorse, piazza parenti, prosciuga fondi pubblici lui non la può neppure lontanamente comprendere. Nessuno di loro, a dire il vero

     

    Stai tranquillo che lo sanno ma non vogliono che succeda e fanno di tutto per evitare il taglio al “finanziamento”. Ma pure voi Italiani, popolo lo sapete, ma siete così decisi come loro? cosa farete per togliergli il SENO ? Il vostro latte ?

  • io penso che siamo arrivati al capolinea, bisogna mettersi in testa che bisogna rifondare tutto, chi fa politica ed eletto dai cittadini deve rappresentare quei cittadini che l’hanno votato, deve guadagnare il giusto e portare avanti idee costruttive scritte su programmi  condivisi prima di essere votato .

    Il finanziamento pubblico deve sparire cosi’ come tante altre porcherie . E’ giusto credere alla moneta unica ma non deve essere un cappio al collo, va bene aiutare chi sta peggio di noi, ma prima di tutto dobbiamo stare bene noi.

    In questo momento è tutto fuori controllo,  se non si crea ricchezza con il lavoro investendo su tecnologia e personale ,che a sua volta avrà uno stipendio giusto e stabile e alzerà i consumi ,  chi ci guadagnerà saranno solo le banche che ristagnano il denaro non loro, e stringono sempre di più le aziende motore dell’italia , usando il denaro per fare solo speculazione di borsa.

    Quindi la cosa da fare e fermare tutto rifondare su regole forti e puntare su quello che l’italia è capace a fare meglio il nostro made in Italy è ancora vivo.

  • altero matteoli fa parte di questo sistema mafioso, corrotto, clientelare, e criminale, devono andarsene, dovrebbero pagare per tutto quello che hanno combinato, tanto per iniziare ,restituendo tutti i denari che hanno dilapidato, e risanando il debito publico, per non lasciare alla futura generazione un futuro da schiavi, delle multinazionali,della banca mondiale.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi