Ferrara: Grillo può governare solo con un golpe!


In Francia Le Pen. in Grecia Syriza (15,8%), Sinistra democratica (6%), i Comunisti (9%), i Greci Indipendenti (10%) e Alba d’oro (7%). In Olanda presto le elezioni dopo la caduta del governo sulle misure di austerity. In Irlanda il referendum sul fiscal compact e in Spagna, sullo stesso tema, un ripensamento netto e una ratifica che si allontana. Il piano di Monti (perché Sarkozy ha dichiarato che il governo economico europeo che ha partorito il pareggio di bilancio era voluto dal professore, non dalla Merkel) sembra perdere consensi un po’ ovunque. Tranne in Italia.
Ma quando a decidere le regole del gioco sono le élite, allora si chiama democrazia. Quando invece sono i popoli, che della democrazia dovrebbero essere i legittimi proprietari, allora si chiama demagogia e populismo. Non azzardatevi a sancire un’orientamento difforme rispetto alla volontà dei pochi tecnocrati che governano il mondo, o vi si scatenerà contro l’orda dell’intellighenzia di regime che teme il disfacimento del suo ruolo storico di cane da guardia del potere: nel senso che il potere lo difende, beninteso!
Al lungo elenco delle sirene di allame spiegate al vento non poteva mancare Giuliano Ferrara. Dopo avere sostenuto per decenni l’uomo più populista e demagogo che la seconda repubblica abbia conosciuto, quel Silvio Berlusconi che dava del comunista a chiunque e governava a suon di gnocca e calcio (senza contare i suoi alleati secessionisti brucia bandiere), ora mette in guardia dal rischio populismo in Italia. Proprio lui, l’uomo sandwich che indiceva manifestazioni di piazza per ridere di Sarkozy, dopo l’onta dei risolini francesi con la Merkel. Ebbene: siamo o non siamo in democrazia? E allora i populisti, d’ora in poi, ce li scegliamo da soli, grazie.

Giornalista di SkyTg24: “I populisti, è vero che non possono governare perché la protesta non è un programma di governo (e questo vale anche per noi)?”
 Ferrara: “Sì. In Grecia, mi sembra che sia più vicino un regime dei colonnelli – colonnelli finanziari naturalmente – che un governo dei populisti. Sono spaccati, sono entrati in questo partito squadrista che ha preso tra il 6 e l’8%. Insomma: i riti e i miti della politica radicaloide possono naturalmente divampare, possono incendiare un paese, possono costringere in una condizione di minoranza – cosa che non è lontanissima dal poter accadere anche in Italia – le forze politiche di tradizione, quelle che riflettono, quelle che esprimono degli interessi costituiti reali. Però, insomma, o si fa il colpo di stato, o si fa la rivoluzione, oppure gli estremisti e i radicaloidi sono assolutamente condannati a rifluire. Non è facile, però – lo vedremo a partire dalle borse di domani, dopo le elezioni greche – che l’estremismo resti senza conseguenze”.
Sia chiaro: quando si parla di populismo in Italia si parla di Grillo. What else? Dunque stiamo accostando i termini “radicaloidi estremisti squadristi“, gli “incendi che divampano” (immagini che evocano il terrore della morte e della distruzione) al Movimento Cinque Stelle. Del resto, sarebbero il PD e il PDL, secondo Ferrara, a “riflettere”, addirittura a “esprimerere interessi costituiti reali”, dunque tutti gli altri esprimerebbero interessi irreali, dunque illegittimi. Tanto da essere “condannati a rifluire”, come una risacca, come la melma che fuoriesce dalla fogna in condizioni di emergenza. I cosiddetti “populisti” possono governare “solo con una rivoluzione o con un colpo di stato”, giammai possono sognarsi di essere eletti. Forse perché non sono cittadini come tutti gli altri: sono golpisti, sovversivi, incendiari, pericolosi estremisti che causano il fallimento economico di uno Stato (le borse che dopo le elezioni crollano).
C’è una parte elitaria del paese che crede di esserne proprietaria, per cui chiunque osi sfidarla è un usurpatore. Questa è la percezione reale che della democrazia hanno figuri siffatti. O adesso, o mai più!

21 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Bè se dovesse avvenire un cambiamento in italia,spero in meglio,non vorrei che coloro che hanno governato e si sono macchiati di gravi crimini,mentre in tv dicono che è colpa della crisi,insomma spero che non se la cavino come sempre

  • Il problema non è Ferrara ma chi gli dà la possibilità di blaterare in tv.

    Forse ve la siete persa ma Murdoch si è esplicitamente espresso in favore di Monti…e poi ci vogliono convincere che non esista una regia centrale…

  • FERRAR. SEI SOLO CHE UN CONTEINER DI MERDA!!!


    FORZA MOVIMENTO 5 STELLE!!! SPAZZEREMO VIA LA M… CHE C’E’ IN PARLAMENTO E NELLE TV E NEI GIORNALI!

  • Ma se Ferrara divulga il “suo” pensiero da come è grosso…poveri noi!!!
    Continua a “sparar cavolate”…e poi lo mettono in prima serata su raiuno…forse sperano che faccia “colpo” di ascolti…si, fa colpo solo se cade a terra!!!!!!!!!!!

  • La cosa che mi fa più vomitare è che parte del canone RAI che pago va a finire in tasca a personaggi come questo Ferrara

  • La cosa pazzesca è che questo figuro, servo del potere, venga pagato con del denaro estorto agli italiani (me compreso), e poi usato per tenere in piedi un carrozzone, quello RAI, al servizio esclusivo dei principali partiti.

    Ora abbiamo il digitale terrestre, esatto?

    Si potrebbe far diventare la RAI una pay-per-view, tipo Mediaset Premium. Quindi chi “desidera” farsi fare il lavaggio del cervello, paga (e ottiene la card da inserire nel decoder), mentre chi non ne abbisogna può “tranquillamente” farne a meno.

    Senza rischiare di vedersi recapitare una cartella di Iniquitalia.

    E guadagnandone sicuramente in salute ed aspettativa di vita, visto che a me non va proprio giù che i *miei* soldi finiscano nelle tasche di persone che non fanno il mio e quindi l’interesse del proprio paese, ma solo quello della mano che li nutre. 😐

     

  • CURRICULUM VITAE

        Giuliano Ferrara

             nato xxxxxxxxxxxxxx

             xxxxxxxxxxxxxxxxxx

               ……………………

     esperienze lavorative:    xxxx -> 2013: giornalista in proprio presso Il   Foglio          (cessata attività   causa legge abolizione contributi all ‘editoria).

          ….

         mi piacciono le guerre, i p2isti, i p3isti, i governi salva camorristi in generale, e scalzare i programmi televisivi scomodi mettendone uno mio nella tv pagata con il canone.

    ….

    autorizzo al trattamento dei dati

     

  • E dai a spararla sempre piú grossa per poi sperare che qualcuno reagisca; la veritá è che Ferrara ha rotto il cazzo anche ai cani e quello che dice non interessa a nessuno. Vedremo quanro tempo durerá “Il Foglio” senza i contributi pubblici. Rimarra solo un obeso, urlatore e patetico.   

  • Stupisce la faccia tosta, lo troviamo pompiere, incendiario, ci convince che il silvio frequenti nipoti di Moubarak, polemizza con Benigni tirando le uova al suo televisore (..), pare negli anni 70 fosse sempre in piazza a fare il facinoroso, ma si capisce alla fine che lavora per la gente che gli garantisce i finanziamenti del Foglio e le inutili comparse in rai.  Chi è abbonato al Foglio? mi ricorda il lavitola che campa con i fondi di un giornale inesistente (pur sempre fondato da Mussolini) che qualche nostagico a roma promuove con i soldi nostri.

    Si dibatte perchè sa che sarebbe uno dei primi a saltare.

    Domanda: E’ vero che la madre del Giuliano in questione era nella costituente?

     Forse è lui che ha il terrore di un golpe violento, perchè sa che nella repubblica sono radicate almeno 3 generazioni di questi esseri, madi figli parenti, nani e ballerine, ha ragione Grillo, tutta questa gentaglia non deve temere, gli italiani sono buoni, e se sgombrano in maniera ordinata, forse se la cavano con un po’ di ignominia.  

  • be, visto la stazza mi sa che le sue parole sono pagate un tanto al chilo : prima ci pensava la cia , ora l’editore del chiamiamolo giornale il foglio e chi oltre? poteri forti?

    ecco perche’ non bisogna dare soldi pubblici ai giornali : persone cosi coltivano solo odio contro chi non la pensa come lui e come i suoi padroni.

    fa leggermente schifo…

  • Ogni previsione del “povero” Ferrara si è sempre rivelata decisamente fallimentare quindi anche questa volta non possiamo che rallegrarci delle sue parole. Mio “caro” Ferrara rassegnati e le prime notizie dalle urne lo consigliano…

  • Esa gente como ferarara son el pasado ni lo fosiles van a quedar de ellos,tiene rajon el buno beppe ya no exisisten, el futuro pertenece al pueblo y solamente a el la volundad de decidir.Fuera da la bolas todos esto politico parsito y fuera su lame culo porque todos ya huelen a mierda.

     

    “LA TIERRA ES PARA QUIEN LA TRABAJA”

    EMILIANO ZAPATA SALAZAR

    MORELOS MEXICO

     

    YA BASTA CORRUPCION

  • non so come si possa dare ascolto ad un voltagabana come “ferrara”,

    lo segue solo chi non conosce tutti i suoi trascorsi, adesso che il suo padrino 

    sta cadendo piano piano senza il supporto dei “benpensanti”,media,accoliti e lecchini,

    a chi  attacchera’ il suo carretto.?

     

     

  • La coerenza è il suo forte, va solo dove sente odore di soldi!

    Il suo pensiero flaccido si è trasformato contemporaneamente al suo aspetto: più ingrassa, più quello diventa viscido e gelatinoso.

    Sul canone RAI, il presidente Garimberti lamenta un’evasione di quasi 600 milioni di euro e chiede aiuto al governo, però non si chiede del perchè di questo calo. Certamente la crisi generale, si sta facendo sentire anche su questo versante, ma penso che molti staranno approfittando del momento per rifiutarsi di pagare questo balzello.

  • La cosa incredibile e’ che questo servo dei servi, senza offesa per i servi e’ che dopo essere stato segretario del pci in piemonte(invitando alla delazione sempre) e’ passatao a craxi,poi zerbino di berlusconi(ben retribuito intendiamoci) non che a soldo della CIA, e’ che ancora parla.Allora io ti dico caro giuliano ferrara: io vorrei solo un desiderio,incontrarti da solo nei vicoli di ROMA perche’ ti piscerei in bocca a nome mio e di tutte le brave e oneste persone che hanno dato e danno la vita per un mondo migliore. Come e quando ti Pare infame frcaico. (fammi pure a veni a beve, lordo schifoso)

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi