I misteri della democrazia


Anche in Serbia ci sono le elezioni. Qualcuno ve lo racconta anche. Per esempio, vi dicono che al ballottaggio del 20 maggio per le presidenziali sono arrivati il filo-europeista Boris Tadic, che è dato in vantaggio, e Tomislav Nikolic, che pure non è contrario all’integrazione europea di Belgrado. Quello che però non vi raccontano è che in Serbia sono così democratici che votano tutti, ma proprio tutti: uomini, donne, bambini, anziani, magari anche qualche bisnonno passato a miglior vita.
Per l’esattezza, il numero degli elettori certificati è di oltre 7 milioni: neppure centomila persone in meno rispetto alla popolazione totale della Serbia. Non male, per un paese che dalle ultime elezioni, secondo il censimento ufficiale, ha perso 300mila cittadini, conoscendo però una crescita di ben 200mila elettori. Tanto per darvi un’idea, alle politiche del 2008, in Italia c’erano circa 47 milioni di aventi diritto al voto: il 78,3% della popolazione totale. Com’è possibile che in Serbia, su 7.120.666 persone (fonte Wikipedia), che ne siano ben 7.026.579 che hanno l’imprimatur per recarsi alle urne, ovvero ben il 98,6%?
Sono i misteri della democrazia.

9 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Un altro mistero!

    Com’è possibile che i risultati di un’elezione in Francia si sappiano 2 minuti dopo la chiusura delle urne e in Italia dopo qualche ora, se non di più? 

  • Ok, la cosa un po’ puzza, ma non è impossibile, specie se si pensano ai serbi all’estero come ha detto Marantz. Il problema non è il numero degli aventi diritto, ma dei votanti. Se vota il 98%, o anche l’80%, allora sì, si tratterà di brogli.

     

  • Bisogna vedere. In effetti puzza un po’. Per questo sono poco convinto dell’entrata in Europa di un Paese pieno di nazionalisti che quando ero piccolo massacravano le altre genti dei balcani. Lasciamo passare almeno una o due generazioni. Quando i colpevoli di quei massacri saranno settantenni se ne potrà parlare. E poi diciamocelo: voi vi fidate delle finanze serbe?

  • Gentile Claudio,

    credo (e mi auguro sia così altrimenti la cosa è grave) che quando hai parlato di Serbia tu abbia escluso il Kosovo, mentre tra coloro che sono chiamati alle urne ci sono anche Kosovari (su questo sito ufficiale del governo Serbo, sperando che non sia di parte pure lui, si parla anche di Kosovo: http://www.srbija.gov.rs/vesti/vest.php?id=85645)

    La popolazione della Serbia (escluso il Kosovo) ammonta a 7.310.555 persone (fonte: http://www.indexmundi.com/it/serbia/popolazione.html) , la popolazione del Kosovo ammonta a 1.825.632 persone (fonte: http://www.indexmundi.com/g/g.aspx?v=21&c=kv&l=it).

    Serbia + Kosovo = 9.136.187

    Se rapportiamo questo dato, alla cifra delle persone chiamate alle urne pari a: 7.026.579, si ottiene un rapporto pari al: 76,909% (poco più basso del dato Italiano).
    Concluderei dicendo che bisogna verificare se hanno votato anche in Kosovo e secondo i dati del governo serbo, anche loro avrebbero votato.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi