Spiegate all'Antitrust cosa sono la Trilaterale e il Bilderberg


L’antitrust, ovvero l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ha stabilito che non c’è incompatibilità tra la funzione di Mario Monti nel suo esecutivo e le sue presidenze nella Commissione Trilaterale e nel Gruppo Bilderberg. Ovvero possiamo stare tranquilli perchè, come si legge a pagina 18 della relazione semestrale sul conflitto di interessi, “sono state considerate compatibili per assenza di rilievo imprenditoriale, tra le altre, alcune cariche ricoperte all’interno del Gruppo Bildeberg, della Commissione Trilaterale e del think tank Bruegel”, così come “le cariche di membro del Comitato esecutivo e di Consiglio Generale di Aspen Institute” e di “membro del Comitato di indirizzo della Fondazione Italianieuropei”.
Chetatevi dunque, che non c’è motivo di allarmarsi. Parola di quell’antitrust che già fu di Giuliano Amato e che conta almeno uno dei suoi ministri nel ristretto collegio di tre membri, oltre al presidente Pitruzzella. Le autorità sono emanazioni della politica, e come tali fa sorridere che possano in qualche modo esprimersi contro. Basti pensare che il predecessore di Pitruzzella, Antonio Catricalà, si è dimesso proprio perchè nominato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del Governo Monti. Con una tale osmosi di cariche, dopo “Autorità Garante” potremmo tranquillamente aggiungere “per i soliti noti”, senza che questo ne pregiudichi il senso.
La motivazione addotta a scagionare Mario Monti, del resto, taglia la testa al toro: “assenza di rilievo imprenditoriale”. Ora attenzione: la Commissione Trilaterale è essenzialmente la più potente lobby delle imprese americane. Le quali, come ammetteva lo stesso Monti, “sono state sempre tra i fattori di spinta dell’integrazione europea, per il loro vantaggio materiale”. Lui, il professore, ne è stato fino al 24 gennaio forse la più alta carica, un po’ quello che era la Marcegaglia per Confindustria. Potrebbe il presidente di Confindustria non avere rilievo imprenditoriale? Ovviamente no. Eppure abbiamo messo un rappresentante delle imprese americane a determinare le fortune di quelle italiane. Come dire che tra Pacciani e due che fanno l’amore in macchina non cè conflitto di interessi.
Ma per l’antitrust non c’è incompatibilità. Forse ci vorrebbe un’Autorità Garante per le Democrazie e i Mercati, oppure un’Autorità Garante per le Autorità di Garanzia. O forse, meglio ancora, bisognerebbe solo mandarli a casa tutti.

21 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • inaccettabile che i poteri forti si comportino in questo modo byo devi fare qualcosa nazzionalizziamo le banche soprattutto goldman sachs che cosi ci facciamo i soldi e poi la rivendiamo che gioia speriamo di riuscire cosi il popolo sara finalmente libero dallo strapotere della finanza anglosassone che gioia veramente non vedo lora che giungera il sol dell avvenire grazie grazie grazie a byo e a tutti voi per aver letto quest mio umile post ciao

  • … di fronte a simili “notizie” verrebbe solo voglia di prendere un bazooka e fare piazza pulita… non serve alcun discorso, non serve alcun ragionamento…

     

  • Infatti occorrerebbe spiegare agli italiani ,a quelli che ancora non lo sanno, che cosa sono Trilateral e Bildeberg o che cosa è una banca come Goldman Sachs (far capire che non è come banca Sella). In maniera semplice , pacata, convincente. Allora forse nel seggio elettorale,se e quando sarà, avverrà il primo cambiamento visibile: la sconfitta di chi ha messo e permesso che ci sia il governo Monti (che sono gli stessi che hanno permesso il governo di Silvio). Ho trovato più anziani, vecchietti, ferrati sull’11 settembre, che cioè non credevano alla versione ufficiale, piuttosto che convinti che Monti vada cacciato via.

  • Com’è possibile che in Italia non esista un giornalista capace di divulgare queste notizie; com’è possibile che siano tutti una manica di conigli.

    Anche quello che si propone per la direzione della RAI non dice alcunché…altro che Servizio Pubblico. Bravo Santoro e bravi quei poveracci che gli hanno dato anche dei soldi.

    Solo Messora nell’universo?!?

  • sei un grande. il tuo blog è una delle mie principali fonti di informazione.

     

    perchè neanche un giornale tutto sommato decente come il fattoquotidiano parla di questo conflitto d’interesse immenso (a mio giudizio persino maggiore di quello di silvio e ho detto tutto.).

  • Vorrei sapere dal signor Messora quali provvedimenti (specifici) fin qui adottati dal Governo Monti a suo parere hanno subito l’influenza preponderante di Goldman Sachs, Gruppo Bildeberg e Trilaterale. Grazie in anticipo

    Roberto

    • Ciao Roberto, non voglio sfuggire alla domanda, ma il discorso è molto ampio e ci sono mesi di spunti, riflessioni, documenti e altro pubblicati sul blog. In ogni caso, cominciando dall’azzeramento del provvedimento che annullava le commissioni bancarie (che era Pd e non del governo) in sole 36 ore, passando per i versamenti di miliardi di euro a Morgan Stanley (a proposito, il figlio del professore dove lavora?) a gennaio, mentre il paese chiedeva sacrifici immensi ai poveracci, innalzandosi a dare uno sguardo al MES, che sta per essere ratificato, come il pareggio di bilancio (voluto da Monti e non dalla Merkel, come ammesso da Sarkozy), e tralasciando decine di altri spunti, te la faccio io una domanda: mentre i cittadini saranno costretti a pagare l’IMU sulla casa anche se saranno costretti a lasciarla vuota perché non più autosufficienti e per questo condannati all’ospizio (e la pagheranno come seconda casa), mentre i pensionati forse non vedranno più la pensione a lungo, mentre ogni pieno di benzina ormai supera abbondantemente i 100€ anche sulle utilitarie, tu sai dirmi un solo provvedimento preso da Monti che non fosse in direzione della spremitura dei cittadini ma contro i poteri forti (banche, assicurazioni etc)? Uno solo, che sia efficace. Perché anche le manovre lacrime e ssangue a senso unico, agevolando i meccanismi che conferiscono miliardi di euro al MES che servirà poi per riconferirli nuovamente alle banche (lo sai che pagheremo 128 miliardi di cui 5 all’anno per tre anni di anticipo?), mentre invece si spremono i cittadini fino al midollo, mi sembra una prova evidente. Non trovi? In ogni caso, qualche lettore informato sarà lieto di condurti, come Virgilio, tra le pagine del blog alla ricerca di tutte le riflessioni che ti possano essere utili.

  • Ma dai è tutto coerente,in un’intervista su la 7,il canale che ritengo delle mezze verità,il professorone bocconiano monti diceva di non capire perchè venisse attribuito alla massoneria sulla rete,di non sapere che cosa sia infine,per la giornalista andava bene come spiegazione io invece stavo diventando l’ennesima vittima dalle risate,non era preparato per una scusa più furba o è proprio così il professorone?C’è anche da chiedere allora,ma cosa diavolo produce sta bocconi?

  • caro sig. Stradlater, si legga ”il più grande crimine” di Paolo Barnard reperibile in rete o se è pigro si lo ascolti per intero  su youtube

    magari riesce ada avere da solo  la risposta che chiede

  • Che pena che mi fa l’antitrust.
    Io che sono un semplice ragazzo di giovane età, ne so più di questo “organo di controllo” sul Bilderberg e sulla Commissione Trilaterale.
    Ma che cavolo serve l’antitrust se non sa una mazza su questi tizzi??
    Per certo io so che in Canada, nel 2006, non erano felici di venire a conoscenza che il Bilderberg si riuniva proprio da loro.
    Un certo Alex Jones (giornalista), ha sollevato la questione nel 2006 dell’incontro
    di questi soggettoni.
    L’incontro si è tenuto ad Ottawa, la capitale federale del Canada, e lui si chiedeva come mai questa gente riccona da tutto il mondo si riuniva segretamente.
    Questo accadeva nel 2006, potete trovare i video su youtube di ciò che dico.
    E lui protestava fuori dall’hotel, con un gruppetto di gente, dicendo a questi “signori” di smetterla con la loro agenda, e di lasciar liberi i cittadini del mondo.
    Questi signori, come dice Beppe Grillo, possono segliere se una nazione deve esistere oppure no, se deve fallire oppure se deve sovrastare le altre.
    A regazzi e damoci una svegliata.

  • Non sapevo nemmeno che ci fossi anche tu in trasmissione…

    Ti chiedevo un’opinione perchè sapevo che seguivi l’argomento Bildeberg.

     

  • Byoblu scrive:

    “Forse ci vorrebbe un’Autorità Garante per le Democrazie e i Mercati, oppure un’Autorità Garante per le Autorità di Garanzia. O forse, meglio ancora, bisognerebbe solo mandarli a casa tutti.”

     

    L’autorità garante per le democrazie è IL POPOLO!!!

     

    SVEGLIAMOCI!!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi