Il piano di Monti nelle parole di Nietzsche


La necessità della dissoluzione delle sovranità nazionali e della costruzione (o meglio: costrizione) di una sola, grande unica volontà, attuata anche mediante una politica di marionette (la scemenza parlamentare), è stata teorizzata almeno nel 1886. Ecco le parole che sembrano bene descrivere le aspirazioni e la strategia degli europeisti di oggi.
 

 di Friedrich Nietzsche


La nostra Europa di oggi, il teatro di un’insensato esperimento di mescolanza radicale di classi sociali e di conseguenza di razze, è quindi scettica a tutti i livelli di profondità e di altitudine […].
In Europa la malattia della volontà è diffusa in modo non uniforme: si manifesta maggiormente e più variegata laddove la cultura è di casa da più tempo; sparisce nella misura in cui ‘il barbaro’ fa valere ancora, o di nuovo, il proprio diritto sotto le vesti cascanti della cultura occidentale. […] Le cose stanno così nella Francia odierna, ove la volontà è più gravemente malata; […] La forza di volere, e cioè di volere a lungo una volontà, è già un po’ più forte in Germania del Nord che non in quella centrale, sensibilmente più forte in Inghilterra, Spagna e Corsica, là legata alla flemma, qui alla durezza di cervice (per non parlare dell’Italia, che è troppo giovane per poter sapere ciò che vuole e che deve prima dimostrare di saper volere), ma è più forte e stupefacente in quell’infinito impero intermedio nel quale l’Europa rifluisce in Asia, e cioè in Russia. Là la forza di volere è da lungo tempo messa da parte e accumulata, là la volontà attende (non si sa se come volontà di negazione o di affermazione) in modo minaccioso, di venire liberata per farsi prestare dai fisici di oggi la loro parola d’ordine.
Affinché l’Europa venga liberata dal suo massimo pericolo non dovrebbero essere necessarie solo guerre indiane e complicazioni asiatiche, ma crolli interni, lo smembramento dell’impero in piccoli corpi e soprattutto l’introduzione della scemenza parlamentare, compreso l’obbligo per ciascuno di leggere il giornale a colazione. Non lo dico augurandolo: a me sarebbe più gradito il contrario! Intendo un aumento tale della pericolosità della Russia da indurre l’Europa a decidersi a diventare altrettanto pericolosa, e cioè ad avere una volontà, tramite una nuova casta regnante sull’Europa, una lunga terribile volontà propria in grado di proporsi mete al di là dei millenni, in modo che finalmente la commedia a lungo protrattasi dei suoi piccoli Stati, come pure la sua dinastica quanto democratica molteplicità di volontà, arrivasse a una conclusione. E’ finito il tempo della piccola politica; già il secolo prossimo porterà la lotta per il dominio sulla terra, la costrizione alla grande politica.

[iframe]<div id=’firma-non-derubate-i-morti-w468-black’></div>
<script type=’text/javascript’ src=’http://www.firmiamo.it/petition/jsxhr?slug=non-derubate-i-morti&size=468&color=black’></script>[/iframe]

9 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • MONTI  E’ SOLO UN UOMO IN PREDA A  CRISI DI SENILITA’  ,DOVREBBE ANDARE E STARE  ALL’OSPIZIO   CON LA FORNERO CHE GLI FA DA SPALLA COME AIUTO INFERMIERA ,MA A NOI ITALIANI MALATI DI GERIATRIA AMIAMO AVERE VECCHI RINCOGLIONITI AL POTERE …CHE CI VOGLIAMO FARE  SIAMO FATTI COSI’……………………………..

  • se all’operaio, al piccolo artigiano, al commerciante e allo studente aumenti l’iva, la benzina e le bollette, crei un boomerang dannoso per l’economia; ma allora, perchè lo fanno? Con la macchina un operaio, un commerciante ed un artigiano ci vanno al lavoro, non ad Arcore alla sagra della gnocca o a Posillipo a fare due vasche; ma allora perchè lo hanno fatto? Aumentando i costi del carburante e dei generi di prima necessitá in pratica gli “abbassi lo stipendio” il potere di acquisto e/o gli aumenti i costi di produzione; ma allora perchè lo rifanno? La gente comune, che assaggia per prima e piú a fondo gli aumenti di questi ultimi, cercherà di risparmiare, lo studente dovrá anch’esso risparmiare per non dover lasciare gli studi ed i piccoli commercianti con gli artigiani saranno costretti ad aumentare i prezzi, sapendo che comunque vada, diminuiranno le richieste. Le grandi multinazionali (ad esempio Fiat) non venderanno piú abbastanza bidoni con le ruote agli operai che si sono visti aumentare benzina, gas, elettricità, tiket sanitario eccetera, così per mantenere “alti”i dividendi azionari, dovranno abbassare i costi lasciando a casa quelli che (poi) dovranno raschiare il fondo per campare e che sono poi sempre i cittadini di cui sopra. La Cina che produce a bassi costi si dovrà mettersi su per il retto parecchia tecnologia da quattro soldi, perchè il cittadino medio dell’occidente deve far fronte alle manovre dei banchieri, ma allora perchè non alzano un dito? La Germania che galoppa sul ciglio del baratro comincerà ad inciamparsi di tanto in tanto, a chi vende tecnologia indistruttibile e spartana se non ai piccoli e volenterosi artigiani e commercianti? Ma perchè allora non cerca di allentare questo rigore fanatico verso Italia, Spagna e Grecia? Il cosidetto Terzo mondo che già prima della globalizzazione arrancava, ora si troverà in buona compagnia. Per farla corta, anche se tardi, è inutile pensare che ci lasceranno cambiare il mondo con nuove idee e col voto democratico, nelle loro teste anziane e perverse sanno giá perfettamente dove ci porteranno in che modo e a quale fine, come i teschi che facevano marciare verso le camere a gas innocenti.Ci pisciano in testa e dicono che piove!

  • Ti  hanno messo li abusivamente….per guardare gli interessi di banche ,assicurazioni,e lobbie di potere…..per noi cittadini sei una persona spregevole,volutamente incapace per continuare a sperperare denaro pubblico per tutti i vostri sporchi previlegi……le cose da fare sono: eliminazione delle pensioni d’oro,mettere un tetto alle pensioni a 2,500,00 euro, eliminazione di finanziamenti pubblici ai partiti e giornali,favorire l’energia alternativa pulita……eccc eccc

  • Il Governo , storia insegna,si è mosso solamente quando la pancia brontolava. Brontolare nel web non basta, anche se blog come questi sono manna dal cielo per le persone che vogliono vederci chiaro.

    Passiamo al secondo step. Contiamoci e troviamo il coraggio di manifestare, troviamo un sistema per far sentire il nostro mal di pancia. Siamo un gruppo di persone vasto ed eterogeneo (x fortuna) ma purtroppo la nostra eterogeneità si manifesta causando più danni a noi stessi e la cosa fa gongolare chi è al potere che si sente in condizione di agire senza disturbi.

    Abbiamo un grande potenziale, sfruttiamolo e massimizziamolo.

  • Aveva ben capito Nietzsche, quello che sta accadendo in Italia e in occidente da decenni fa parte di una strategia messa in atto da potenti al disopra dei governi per arrivare passo dopo passo al controllo globale del pianeta e sei suoi abitanti. Questa mia convinzione scaturisce dalla rilettura della storia di J. & R. F. KENNEDY. Oggi più che mai appare chiaro il movente della loro morte e chi furono i mandanti. In breve, il 04-06-1963 JFK con l’ordine esecutivo 11110 impediva alla Federal Reserve (banca privata) di prestare soldi al governo USA e contestualmente autorizzava il governo ad emettere valuta in proprio senza interessi. Inoltre in un famoso discorso metteva in guardia la nazione chiedendogli aiuto contro il disegno destabilizzante dei potenti finanzieri che si ponevano al di sopra dei suoi stesi poteri. Il 22-11-1963 dopo cinque mesi JFK veniva ucciso. Stessa sorte toccò al fratello Robert e i conseguenti processi furono una farsa. Facile capire che ancora oggi la “grande democrazia USA” è sotto tutela di una ristretta élite di banchieri e che quel disegno di controllo dei popoli é ancora in atto. Per quanto ci riguarda basta associare il curriculum vitae di M. Monti, di cui non si è mai pentito, chi lo appoggia in campo internazionale e l’operato del governo per comprendere che quest’uomo non è altro che una pedina controllata da detta élite finanziaria. Se il disegno dei Kennedy fosse andato in porto oggi non avremmo ne il debito pubblico, ne le agenzie di rating e probabilmente i nostri figli avrebbero la speranza di un futuro.Bisognerebbe divulgare questa storia affinché la gente capisca chi é Monti e dove ci sta portando e si opponga a questa follia. Il potere di battere moneta senza interessi e senza debito deve ritornare nelle mani del popolo sovrano come hanno sempre sostenuto i grandi uomini a partire da LINCON.

  • Albertoluigi ha scritto :
    Aveva ben capito Nietzsche, quello che sta accadendo in Italia e in occidente da decenni fa parte di una strategia messa in atto da potenti al disopra dei governi per arrivare passo dopo passo al controllo globale del pianeta e sei suoi abitanti. Questa mia convinzione scaturisce dalla rilettura della storia di J. & R. F. KENNEDY. Oggi più che mai appare chiaro il movente della loro morte e chi furono i mandanti. In breve, il 04-06-1963 JFK con l’ordine esecutivo 11110 impediva alla Federal Reserve (banca privata) di prestare soldi al governo USA e contestualmente autorizzava il governo ad emettere valuta in proprio senza interessi. Inoltre in un famoso discorso metteva in guardia la nazione chiedendogli aiuto contro il disegno destabilizzante dei potenti finanzieri che si ponevano al di sopra dei suoi stesi poteri. Il 22-11-1963 dopo cinque mesi JFK veniva ucciso. Stessa sorte toccò al fratello Robert e i conseguenti processi furono una farsa.  Facile capire che ancora oggi la “grande democrazia USA” è sotto tutela di una ristretta élite di banchieri e che quel disegno di controllo dei popoli é ancora in atto. Per quanto ci riguarda basta associare il curriculum vitae di M. Monti, di cui non si è mai pentito, chi lo appoggia in campo internazionale e l’operato del governo per comprendere che quest’uomo non è altro che una pedina controllata da detta élite finanziaria. Se il disegno dei Kennedy fosse andato in porto oggi non avremmo ne il debito pubblico, ne le agenzie di rating e probabilmente i nostri figli avrebbero la speranza di un futuro. Bisognerebbe divulgare questa storia affinché la gente capisca chi é Monti e dove ci sta portando e si opponga a questa follia. Il potere di battere moneta senza interessi e senza debito deve ritornare nelle mani del popolo sovrano come hanno sempre sostenuto i grandi uomini a partire da LINCON.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi