Quei gruppi dove si discute di nascosto


La lista dei partecipanti ai forum mondiali a porte chiuse è impressionante. Pensate a un nome di spicco, dai primi ministri ai ministri dell’economia, dai presidenti delle più grandi banche d’affari ai presidenti dei grandi gruppi industriali, passando per i direttori dei più importanti gruppi editoriali e dei quotidiani. L’avete pensato? C’è anche lui. Vogliono sentirsi liberi di esprimersi, senza l’impiccio di dover rivelare verità scomode o semplicemente la loro vera visione delle cose, il lato B, quello che non si dice. Lavorano per trovare soluzioni globali, poi si salutano e, con i loro memorandum di intesa sotto braccio, tornano alle loro cariche, ricominciando a frequentare le loro assemblee, ascoltando distrattamente, impeccabilmente sicuri di sé, apparentemente come se non se ne fossero mai andati. Ma sanno cosa devono fare. Sanno qual è il loro compito.
 
Una regola come la Chatham House Rule, per gli eletti di una istituzione democratica, non è ammissibile. Un Presidente del Consiglio non può avere cose da dire sconvenienti in pubblico ma lecite – sempre nell’ambito del suo ruolo istituzionale – nel privato di un consesso extra-parlamentare, e non può discutere soluzioni senza che le motivazioni, gli scenari, i reali ispiratori e destinatari non siano chiari, resi trasparenti dal pubblico dibattito. Una democrazia non è una società privata: o si basa su un’informazione completa, a 360 gradi, oppure si chiama in un altro modo.
Credete che questi signori si ritrovino di nascosto, al riparo dai microfoni e dalle telecamere, solo per prendere il te e i pasticcini? Guardate l’elenco delle tematiche affrontate dal Gruppo Bilderberg, per esempio: si va dal futuro della democrazia alla crisi dell’Unione Europea, passando per la politica monetaria, per quella energetica, per il ruolo dei media, delineando gli scenari attuali e futuri, e tracciando la rotta da seguire. E del resto, come è scritto sul sito ufficiale, “It is hard to think of any major issue in either Europe or North America whose unilateral solution would not have repercussions for the other“, ovvero: “è difficile pensare a uno qualunque tra i più grandi problemi in Europa come in Nord America le cui soluzioni unilaterali non avrebbero ripercussioni per tutti gli altri“. Dunque sono lì per cercare soluzioni comuni, tutti insieme, a problemi che riguardano le persone che rappresentano – i cittadini dei singoli paesi -, i cui termini devono essere noti solo a loro, perseguendo strategie ed obiettivi che non è dato sapere. Sarebbe un po’ come dire che siete proprietari di una fabbrica, assumete un gruppo di manager per dirigerla, e questi si prendono lo stipendio ma fanno riunioni a porte chiuse e se tenti di entrare ti spaccano anche la faccia (come è accaduto a Borghezio).
Ho detto queste cose, per il poco tempo che ho avuto a disposizione, ieri sera a L’Ultima Parola. Il direttore di Tv Talk, Max Bernardini, ha detto che sono un blogger estremista. Difendere i principi più basilari di una democrazia, da sempre evasi ma non per questo meno veri, è estremista. Difendere il diritto di pochi a prendere decisioni per molti – con i risultati che si vedono – all’interno dell’equivalente globale delle sette segrete, mentre prendono il nostro stipendio per non dire la verità in pubblico ma solo in privato – sostanzialmente, la Chathan House Rule è nata per permettere proprio questo – invece sarebbe democratico. Io vi confesso che vengo da un altro pianeta. Mi scuso se non sono come voi.

42 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Claudio sei troppo buono. Al tuo posto avrei preso a schiaffi il tizio della “Bocconi” in diretta TV. Non si può ascoltare uno che si crede la sapienza fatta persona. E finiamola con questa storia dei “populisti”. Dicono così quando non sanno rispondere alle domande.

    • Concordo. Ma il fatto che non ho potuto parlare per quasi tutta la puntata (di solito il primo intervento lo chiama il conduttore, non è che entri così) mi ha messo nelle condizioni di dover affrettare tutto. E poi sapevo che ormai era tardi e non sarei più intervenuto. E infatti così è stato.

    • Cambiano il significato alle parole. Cosa vuol dire populismo ed estremismo? Da un po’ di tempo significa: Osare mettere in discussione ciò che non gli fa comodo. E’ un po’ come il celeberrimo “comunista di Berlusconi.

      Ci faranno anche una riunione per arginare la deriva scettica=tappare la bocca a chi dissente.

      Sarà scetticismo, ma l’europeismo oggi come oggi è una religione. Sfortunatamente, per loro, io sono ateo…

  • Stai calmo Claudio non accettare le provocazioni dei fighetti della Bocconi, che poi ti fanno fare in TV la fine del fascista populista, di tutto quello che tu dici la massa pecorona ignorante capisce solo il 20%, per il resto i loro cervelli atrofici registrano solo i toni della discussione, perciò figura che tu "brutale" di scagli contro "un povero ragazzino" e ti fanno fare la figura del cattivo.

    E’ normale che loro difendano a spada tratta le tesi dei loro capi, ma non sai quanti soldi hanno dovuto sborsare i loro genitori per farli entrare in quella cosca?

    Devi imparare ad essere calmo impassibili alla Marco Travaglio, solo così vedrai scomparire le risatine dai loro volti e sbianare lo loro facce di …. D’altro canto però poi fioccheranno le telefonate della polizia postale & C.

    Ciao e sempre più complimenti per il tuo lavoro, ricordati sempre che quello che facciamo in vita rieccheggia nell’eternità!

  • E’ lecita la tua inquietudine, anch’io la provo, ma penso che se qualcuno riuscisse ad intruffolarsi a quelle riunioni semi-segrete, riuscisse a filmare con una telecamera nascosta ed a divulgare il video in rete, scoppierebbe il panico e le persone comuni non potrebbero fare tesoro di quelle informazioni. Ci danno in pasto solo la propaganda, non si fidano di noi ed hanno ragione. Potrebbero riunirsi in vero segreto senza far conoscere la sede, la data e i partecipanti a tali convegni ed invece ce lo fanno sapere, ma non ci fanno sapere cosa si dicono; è un po’ come se qualcuno ci dicesse “io sò delle cose importanti su di te e sul tuo futuro e prenderò delle decisioni che influenzeranno la tua vita, ma non sono tenuto a dirtele”; alché potremmo rompere il muso al tale oppure dirgli: “avresti fatto meglio a non dirmi niente, adesso che l’hai fatto mi devi dire il resto altrimenti devo pensare che mi vuoi fottere”. Oppure il tale potrebbe avere l’intenzione di aiutarci e, non fidandosi della nostra immaturità ed istintività, preferirebbe tenerci allo scuro e lavorare indisturbato. 

    Se si rimettessero le decisioni sulle problematiche mondiali alla democrazia pura sarebbe meglio? Se fosse il popolo a decidere che soluzioni adotterebbe? avrebbe a cuore il benessere collettivo o quello individuale? Vorrebbe più sviluppo economico, raggiungere la piena occupazione lavorativa, la fruizione di ogni genere di bene di lusso per tutti, la possibilità di frequentare le migliori universita per TUTTi i propri figli? O vorrebbe preservare le risorse di questo pianeta, calmierando il consumismo e quindi frenando la produttività e lo sviluppo economico e diffondendo raccomandazione sul fare meno figli e di rinunciare se necessario a formare una famiglia?

  • Ottimo intervento Claudio…

     

    Volevo sottolineare una cosa…

     

    All’inizio del servizio…Le domande lecite dell’iviato, definite “populiste!!!

    Mha!

  • Salve a tutti,

           non capisco perché vi invitano in televisione e non vi fanno parlare. Ho aspettato più di 1 ora per sentire il prof. Paolo Becchi a Piazza Pulita su La7. Ho aspettato la fine de L’ultima parola per sentire appena appena un commento di Claudio Messora. Volevo chiedere una cosa: è possibile conoscere in anticipo la presenza nei vari programmi televisivi, di Messora, di Becchi, di Barnard e di tutti gli altri? Il resto è solo fuffa a disposizione del regime dato in pasto ai cittadini …

    Riccardo

  • Saranno populiste, ma lui è sicuramente negazionista per non voler ammettere la verità lampante!

    Sino a qualche giorno fa il termine non girava in internet… da dopo che un co****ne di politicante l’ha usato, ecco che tutti ora ne fanno fregio… rallegrati: è tutta gente che non sa quel che dice, ed emette aria con suoni strani cercando di imitare le parole sensate. Definizione: pappagalli!!!

    Il pappagallo è quell’uccello che stante su un trespolo, smerdacchia in giro ripetendo suoni a lui facili da rifare, ma a lui incomprensibili…!

    Giorni fa si leggevq su alcuni quotidiani: "Monti applaudito dalla popolazione..: studenti della Bocconi applaudono…" MA si è tutti studenti alla bocconi in Italia? L’Italia è fatta solo di bocconiani?

    Tira la catenella e divertiti a vederli andare al mare..!

  • insisto: l’ultima parola finisce veramente troppo tardi e di conseguenza solo i giovani e forti riescono a seguire il programma fino a che parla claudio…certo, si puo’ rivedere la puntata il sabato sul sito della trasmissione, ma comunque il bacino di utenza e’ limitato. Sono rimasto piacevolmente sorpreso nel vedere che Claudio e’ stato promosso ad ospite di primo piano mentre l’anno scorso parlava dalle tribune. dai, un piccolo passo avanti, ora il nostro amico paragone deve farti parlare di piu’ e ci siamo. Stendo un velo pietoso su Bernardini, anche se non e’ la prima volta che lo sento espimersi in maniera negativa verso chi non e’ allineato e coperto al pensiero unico filogovernativo:bocciato.

  • Sai quel’è il bello Claudio. Che prima venite/veniamo sfottuti e ci danno dei complottisti. E poi sento dire che Casaleggio e Sasoon fanno parte di quel circolo. E la gente rincoglionita ci crede anche. è troppo difficile aprire internet cercare http://www.bilderbergmeetings.org/index.php e  vedere che guardacaso il capo di la7 ovvero di Telecom Bernabè e la Grueber fanno parte del gruppo. 

    Io mi incazzo come una bestia. Te lo giuro sarei voluto andare da Formigli e aprigli il culo quando a fine puntata fa:” noi non siamo ne grillini ne antigrillini, noi siamo giornalisti” 

    MA GIORNALISTI DEL CAZZO DIREI IO 

    Ormai non so più che fare. Ti faccio un esempio

    Oggi post di Grillo sul Bildeberg, commento di uno su FB : “si ma perchè non dite che Casaleggio e Sasoon non ne fanno parte siete solo degli ipocriti gne gne ecc.” 

    Al che prendo gli scrivo un pm e gli dico guarda che non ne fanno parte gli linko il sito con la pagine dei membri. Ricevo questa risposta: 

    Giancarlo Giaffreda

    • Io giudico i Governi leggendo le leggi che approvano o fanno approvare, lo stesso dicasi per le persone, per me valgono solo le azioni. Si critica Bilderberg, ma ci dimentichiamo che la massoneria l’abbiamo inventata ed esportata noi italiani. Queste stronzate complottiste andate a raccontarle a chi crede che gli aerei schiantatisi sulle Torri Gemelle fossero ologrammi, magari quella gente vi credera’…

      • e mi blocca.
      • MA CHE CAZZO DI RISPOSTA è????
      • A questo punto sto per arrendermi, sto seriamente pensando che ci meritiamo tutto questo se siamo così stupidi come popolo e razza e questo punto l’unica scelta è quella di abbandonare paese. Ormai le persone sono state indottrinate a puntino grazie alla tv. è come combattere contro i mulini a vento.
    • Lasciali perdere, sono una massa di deficienti questi che rispondono a questo modo.
      Poi ti ha pure bloccato, perchè sa che la risposta lo mette in errore ed è lui il cretino.

  • La parola populismo di cui molti si riempiono la bocca non ha nessun significato, viene spesso usata dai sapientoni perchè non hanno niente da dire, il NIENTE assoluto.Il tizio della bocconi anche lui adesso si mette a dettare legge? anche lui il NIENTE

  • Salve Claudio,io spero tanto di poterti dire una cosa da amico: Io al posto tuo considerato chi e cosa sono,il trattamento,e lo spazio riservatomi,mi sarei alzato e sarei andato via,magari anche in silenzio con signorilità.

    Scusate eh!

    Giuseppe Della Canfora

  • Caro Claudio, sono pienamente daccordo con te, ormai sono stati tutti sputtanati, la gente del blog è informatissimo di cosa ci stanno facendo. Vai avanti sempre cosi con l’informazione.

    Gerry

  • Claudio, sei stato veramente esemplare anche quando ti sei scaldato con quel coglioncello figlio di papà, ma Paragone lo sa chi ha invitato? Ha fatto un discorso degno dei più beceri politicanti di questa casta di pagliacci senza dire assolutamente nulla, oltre ad offenderti e a offendere gli italiani che coglioncelli come lui non sono.

    Grazie

  • La mia speranza è che questi interventi in TV possano portare un pò persone a seguire questo Blog piuttosto che le solite trasmissioni piene di ospiti luogocomunisti.

    E’ necessario che sempre più gente apra gli occhi. Ci sono troppi argomenti ignorati, se non addirittura volutamente evitati o deformati.

     

  • anche io vengo da un altro pianeta e su questo ci sto’ molto scomodo.. Il problema e’ che non so come far capire alla gente , che dobbiamo tutti insieme, prendere il timone della nave e farla schiantare contro gli scogli …una manovra alla schettino, ma la nave in questione deve essere lo stato italiano!! … Tu hai consigli da darmi? … Comunque tranquillo che non sei da solo.. Hai tanti seguaci incazzati neri come me!!

    • Se c’è uno che ha fatto la figura del pirla, sei tu con il tuo commento. Da che pulpito giudichi, borioso maleducato che non sei altro, e pure codardo visto che non hai avuto nemmeno il coraggio di firmare con il tuo nome  e cognome.

  • blogger estremista è solo un’etichetta come complottista, cercano di denigrare e mettere in ridicolo chi gli da fastidio, è una specie di mobbing

  • Ciao Claudio,
    E ciao a tutti voi utenti del blog.
    Nel vedere la puntata, che è risultata un pò sgradevole da guardare, mi è dispiaciuto vedere un solo intervento di Claudio.
    Avete ragione voi tutti utenti del blog, si rifarà sicuramente in un’altra puntata del programma.
    Per quanto riguarda la storia del Populismo, che ha rotto veramente i maroni, sono totalmente stufo di sentir tirata in ballo sempre la solita manfrina:
    “Siete populisti, domanda populista, altra domanda populista… etc. etc.”
    Ma questi soggettoni hanno davvero un vocabolario così ristretto, da usare sempre e continuamente questa parola?
    Eppure hanno studiato alla Bocconi alcuni di essi, e che cavolo cambiate vocabolo o vocabolario per diana.
    Se si cerca su Wikipedia la parola “Populismo”, si potrà notare che viene usata impopriamente, il suo significato è diverso dal contesto in cui viene di solito usato in questo periodo dai politici e compagnia bella.
    Da Wikipedia:

    Il largo uso che i politici e i media fanno del termine “populismo” ha contribuito a diffonderne un’accezione fondamentalmente priva di significato.”
    (Aria fritta)

  • Fend70 Ma quel bamboccio Bocconiano che ciumbia poteva mai dire, se non portare acqua al proprio mulino?
    Lo hanno indottrinato in quel modo, e lui nella sua vita vedrà le cose sempre alla stessa maniera non gli verrà mai il dubbio: “Sto facendo bene? Moralmente la cosa si deve fare oppure no? Questa cosa è giusta o sbagliata?”
    In poche parole sarà sicuro è certo al 100% che le cose stanno bene così come stanno, e si deve lasciar fare a chi se ne intende di economia.
    Bah io dico che se ci sono tipi come quelli in giro l’Italia è spacciata.
    AHUhaauAHUhuahhahua

    Fend70 ha scritto :
    sai dire solo questo? complimenti. Se non vuoi fare lo sforzo di commentare, almeno non insultare! credo che Claudio si sia accorto da solo di aver lasciato il suo animo, sopraffare la sua voglia di informare incalzando un “povero” studente…Ma avete visto come stava seduto??? potete criticare le sue parole? no certo perché non ha detto niente che nessuno possa smentire, i mercati e la finanza ci sono ed è giusto che sia così. Gli equilibri economici sono in piedi da anni e non vede alcun problema, ne l’esigenza di risolvere disequilibri…. Bene. oltre a questo collega le sue parole “al vento” quasi in politichese al discorso di Claudio, che non c’entrava niente!! spieghiamo al ragazzotto che i temi sono molto più profondi. La speculazione ha rovinato tutto, gente che si arricchisce senza avere soldi, senza correre rischi senza investire!! e lo fanno con i nostri soldi! Questo è il marcio. Se tu vuoi investire, sei bravo e diventi ricco, sei bravo e nessuno ti può criticare… la proporzione tra gli stipendi dei manager, privati e soprattutto pubblici, il totale sbilanciamento tra chi è ricco perché “costruisce” alimenta il mercato e da posti di lavoro, e chi non ha nessun rischio, prende soldi e non si assume alcuna responsabilità di ciò che sbaglia è il MARCIO. Imprese guidate da top manager che prendono 1.000 volte di più di coloro che stanno al gradino più basso è assurdo! E il loro rischio qual è?? Se l’azienda va male loro continuano a prendere soldi, delocalizzano, sfruttano i marcati di paesi dove lo stipendio medio è di 200€/mese e restano sempre li… e le loro responsabilità dove sono finite? Chi ci rimette? Quelli che lavorano e che sono l’azienda. Non sto parlando solo di operai o della fiat, sto parlando anche di aziende come Nokia Siemens o industrie di alto livello innovativo. Chi rimane senza lavoro ha investito studiando, hanno lauree in ingegneria e non in lettere e filosofia, e sono a casa senza lavoro… i manager che creano questo sono forse usciti dalla bocconi, magari anche poco capaci e meno meritevoli e prendono in mano le sorti “finanziarie” ed economiche delle aziende distruggendole!!! E poi quando non c’è più nulla da fare se ne lavano le mani e si ricollocano in ruoli analoghi in altre aziende…con le tasche piene di soldi “non meritati” tutto il contrario di quello che il ragazzotto sta vivendo, i suoi genitori si aspettano che riesca a crearsi un futuro con la conoscenza, ma loro investono su di lui, soldi tempo la loro vita!!! allora che insegnamenti sono questi. Gente indottrinata dal “dio soldo” senza scrupoli, dignità, etica professionale e morale e che non sa più quali sono i valori a cui val la pena dedicare la vita, ma anche solo il pensiero… ci sono economisti che spiegano con conoscenza specifica che questi modelli stanno fallendo tutti, abbiamo professori al governo, che nessuno ha eletto, che ci stanno distruggendo senza che non possiamo decidere del nostro futuro!! E un politico, della Vedova”  che sostiene il governo che ci racconta che, visto che le decisioni sono impopolari e quindi un politico che è stato eletto alle urne rischierebbe troppo il suo consenso, allora lasciamo che le prendano loro e poi si vedrà! Cosa??? UN POLITICO VERO si deve prendere queste responsabilità davanti ai suoi elettori e davanti al popolo, e se il suo progetto è concreto lo porta avanti. È come dire, faccio tante belle promesse, posti di lavoro per tutti, soldi, benessere, welfare a gogo, e poi quando vengo eletto faccio altro, mi godo la poltrona e se va male a qualcuno darò la colpa, ma che razza di gente siete!! Se non siete capaci di governare e di prendere decisioni impopolari, allora la politica non è il vostro mestiere!!! Se falllite il vostro progetto politico va nel cestino e voi a casa, e si cambia! È possibile che in questi giorni, come nelle campagne elettorali, rispuntano i Dalema (dalema!!!!!! Ma cosa fai nella vita? il parassita, ecco cosa fai) veltroni un altro fallito… e altri ma statevene a casa, TUTTI! Abbiate il coraggio di non farvi più vedere… quante parole, sono stufo!

  • Da parte mia solo complimenti. Non mi interessa se hai risposto in maniera emotiva, o incalzante. Mi interessa aver visto un UOMO che si è preso la briga di metterci la faccia e presentarsi nello studio di un programma istituzionale, comandato e diretto a bacchetta da direttori, conduttori ed editori collusi con chi sta portando il Paese allo scempio più totale, e dire le cose come stanno pur avendo pochissimo tempo a disposizione e i fucili puntati contro. Per quanto conti hai tutta la mia stima e il mio appoggio. BRAVO CLAUDIO.

  • invece a me sei piaciuto Claudio! quanto mi stava sulle balle lo sbruffoncello che poi in fin dei conti non ha accocchiato esattamente niente…ripeteva le stesse tesi del suo unico padrone: l’automa Monti. A me da casa mi dava sui nervi, figurati a te che stavi in studio. Volevo fare solo una riflessione: perchè intervistano Brunetta? ma cos’è quella risposta: “questa è una domanda populista”…..che pena…adesso tutti a dire populista e demagogia. Claudio si sa in anticipo se parteciperai in studio seduto e non nel pubblico (a cui lasciano veramente poco spazio) la prossima puntata?

  • Perfettamente d’accordo con te, Claudio! Tra l’altro ho seguito con interesse la puntata di L’Ultima parola. Grazie per il tuo lavoro costante di libera informazione, in difesa dei sani principi della democrazia, ormai sempre più calpestati dai potenti e dall’informazione di regime.

  • Mbè?

    Da quando in qua “blogger estremista” è un insulto? Io quasi ci faccio la spilletta da appuntare al bavero, “blogger estremista” è la tradizionale versione sintetica di “persona che fa buon giornalismo su Internet cercando di informare e di diffondere verità da tutti taciute”.

    Secondo me quel tizio voleva farti un complimento.

  • Immaginate un mondo in cui i ricchi tengono i soldi sotto il materasso.Dove non comprano btp.La soluzione è semplice: autarchia, gold standard o baratto e scordatevi l’ultrabook, il tablet etc etc.Perché ci vuole coerenza. Io studio economia dell’asia orientale, in particolare il Giappone, con un debitp su pil del 200% il piú alto al mondo.Spiegare come sarebbe impossibile, se volete vi consiglio la lettura ” R.Dore capitalismo di borsa capitalismo di welfare” un confronto fra modello anglo americano vs tedescogiapponese.Non diciamo fesserie, io un mondo senza finanza lo vedo alla codice genesi, meglio introdurre regole mondiali come tobin tax, norme anti takeover, anti trust seri, il resto è oclocrazia platonica.Studentessa di Ca’Foscari, venezia.

  • Ma buongiorno Claudio! Ci si rivede eh? Ne è passato di tempo da quando parlavi di indipendenza e cercavi di raccogliere qualche euro di donazione, perchè se uno è un buon blogger riesce a farcela con questo sistema, giusto?

    Adesso, dopo aver fatto il filo agli utenti complottomani del web, ti sei messo a 90° in favore di… un partito politico! (Ha pure uno statuto fatto di nascosto da Grillo, quindi chiamiamolo col suo nome, altro che “non-statuto”). Sei ancora indipendente? O il rischio di perdere lo stipendio di 2500 euro al mese è forte?

    Ti vogliamo vedere pubblicare video per prendere per le orecchie un movimento che è una contraddizione vivente, l’ennesimo “one man party” sulla scena, senza uno straccio di rispetto per il 75% dei votanti che non la pensa come loro e quindi per la democrazia. E la democrazia diretta? E le riunioni in streaming? Dai, sveglia Claudio, sei una delusione infinita, se lo fai per la pagnotta dillo, almeno nessuno ti accuserà di essere l’incoerenza fatta persona.

    Ti sei messo a lavorare per gente che “la rete sì, ma quando e come va bene a noi” e per un leader che usa il blog come fosse una rete televisiva.

    Dimostra adesso la tua indipendenza e la tua onestà intellettuale, se ancora te ne è rimasta.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi