Sparare sulla Croce Rossa

Non mi piace sparare sulla Croce Rossa. Rispetto gli anziani. Riconosco i diritti politici a chiunque, anche di chi ha condotto una battaglia faziosa, contro ogni buon senso, per vent’anni, rendendosi in qualche modo corresponsabile della situazione odierna, e adesso ha perso. Non ce l’ho con nessuno, non mi interessa mettere il dito nella piaga, non mi piace torturare gli sconfitti, perché nulla di ciò che questi oggi sono è ontologicamente ricollegabile a quello che sono stati ieri: il tempo che scorre non ci cambia, ma sostituisce per intero noi stessi con nuove persone senza passato e senza memoria. per cui prendersela oggi con qualcuno, per le sue colpe di ieri, sarebbe come accanirsi contro un ologramma proveniente da una dimensione parallela.
 
Fede oggi è un grazioso vecchino che cerca – mi auguro infruttuosamente – di farsi un nido al Senato per trascorrere serenamente gli ultimi anni della sua vita, che gli auguro essere ancora lunga, e che dice di commuoversi quando un poliziotto abbraccia un manifestante e per gli indigenti in coda per un piatto di minestra alla mensa dei poveri. Non mi interessa ricordargli che con tutti i soldi che si è bruciato con il gioco d’azzardo avrebbe potuto sfamare intere città di poveri per tutto il ventennio, né quando al TG4, sui giovani studenti che manifestavano, la pensava molto diversamente. Sarebbe una dimostrazione di meschinità: un popolo che non rispetta gli anziani non è un popolo civile.
L’unica cosa che gli chiedo, almeno questo, è di non accreditarsi come il nuovo. Per il resto, non l’ho maltrattato ieri sera e non lo farò adesso. E non fatelo neanche voi…
 

48 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Magnifico. Ho visto l’intervento, pacato e serio, hai mantenuto un autocontrollo incredibile e hai dato una lezione di comportamento a tutti.

    un popolo che non rispetta gli anziani non è un popolo civile”.

    Questa frase la diceva sempre mio padre che purtroppo è morto nell’82. Da allora l’ho sentita sempre meno e sentirla dire da una persona come te mi fa immensamente piacere. E’ questo il mondo in cui voglio vivere: il mondo dove la Classe Dirigente è  Claudio  Messora, Lidia Undiemi, Monia Benini… non voglio il mondo di Monti e Van Rumpuy, ne’ quello di Alfano/Bersani/Casini.

    Caro Claudio, quelli come te sono in prima linea: voi combattete, rischiate, aiutate tutti a capire meglio.

    Molti altri vorrebbero essere al vostro fianco, ma forse per mancanza di coraggio, o per mille altri motivi, sono nelle retrovie.

    Tu dirai: io sono un padre di famiglia, eppure rischio. E hai ragione.

    Ma anche chi è nelle retrovie non è inutile. Per ognuno di voi ce ne sono moltissimi che forse faranno meno, ma costituiscono il Popolo che va a votare, che convince il fratello, l’amico, la madre, a fare quel piccolo passo verso la libertà che può essere anche solo costituito da un voto, da una crocetta in cabina elettorale.

    Non sentitevi soli: siamo in molti, negli uffici, nei call center, nelle scuole, negli ospedali, nelle chiese, nei bar, nelle case, in qualche poca fabbrica rimasta… siamo in molti a sostenervi.

    Come moderni carbonari, basta una battuta, un gesto, il consiglio di un sito da visitare, per capirci.

    Tieni, tenete duro, siamo con voi.



  • E io che pensavo che finalmente fosse giunto il momento storico in cui non avrei più visto  la faccia di Fede (certo, una magra consolazione, dato lo squallore del momento storico) …

     

    … e tu ce lo fai vedere qua sopra … hahaha, ma allora ci vuoi del male..eh!!

  • Siccome dire la verità non è maltrattare ma è dire la verità! Ma quale grazioso vecchino? Uno che fino a l’altro ieri palpeggiava il culo delle ragazzine (avrà smesso?) secondo certe testimonianze e prometteva posti di meteorine in cambio di certi favori! Non dimentichiamoci certe cose… come non dimentichiamoci dei preti pedofili! E che diammine… uno ricco sfondato che ha approfittato della sua posizione per fare informazione falsa e raccontare baggianate, uno che ha trattato male i suoi dipendenti di fronte a tutta l’Italia.. insomma dovremmo far finta di niente? E neanche ha chiesto scusa per quello che ha fatto! Io un calcio in quel posto non glielo darei per raggiunti limiti di età… ma neanche mi di mentico di che uomo meschino è!

  • L’eta in questo caso non conta perche il soggetto in questione è sempre stato un mesquino.

    Quindi questo buonismo con l’anziano mi sembra inopportuno. Galera, altro che senato

  • Anche io rispetto gli anziani, ma quelli che vanno al parco a dar da mangiare ai piccioni, poi vanno a prendere i nipotini a scuola ed infine vanno alla bocciofila ad aspettare il vespro.

    Insomma, quelli che accettano con dignità il loro status, mettono a disposizione la propria esperienza e non cercano a tutti i costi di fare da tappo alle generazioni successive.

    Non quelli che, non contenti di essere stati parassiti della società per una vita intera, dopo aver difeso ben oltre i confini del ridicolo i loro padroni, dopo aver fatto ogni nefandezza possibile, inclusa il casting di signorine alla ricerca di scorciatoie, (una volta si chiamavano papponi) vogliono ancora cercare una strada per garantirsi soldi, potere e prebende.

    Ma poi, perché dovrei rispettare da vecchio uno che da giovane è stato un bastardo universalmente riconosciuto da chiunque abbia collaborato con lui?

    Perché dovrei rispettare chi,nonostante non ne avesse alcun bisogno, “fa la cresta” sul prestito di un terzo nei confronti di un amico in difficoltà, e non conta che gli altri due personaggio in questione fossero Lele Mora e Berlusconi, due dei pochi esseri viventi più squallidi di lui?

    Ma soprattutto, perché ti accusano di essere un megafono del M5S?

     

  • tale persona non merita compassione, il ruolo di divulgatore dell’informazione l’ha avuto per anni ed è perciò responsabile, insieme a molti altri, dell’impoverimento culturale degli italiani

  • In uno Stato di diritto,nei Poteri che lo contraddistinguono,ogni peso ha il suo contrappeso;nell’informazione,molti come Fede hanno rappresentato sia il peso che il contrappeso,e il risultato è degradante.

  • sessant’anni di televisione:

    “quando si parla in tre o in quattro non si capisce niente e la gente cambia canale”.

    chiamalo vecchietto stupido…

    poi si critica grillo perche’ non vuole che quelli del movimento vadano in televisione…se si e’ trovato a disagio persino il navigato Claudio…

     

  • Ciao Claudio, quello che vuole ottenere Fede l’ha già fatto Luca Barbareschi. E guarda che nella lista di quelli che vogliono campare per sempre con i soldi dei contribuenti, oltre a Fede ci si potrebbe inserire anche Sgarbi e Giannino

     

    saluti

    Fortunato Martino

  • prima briatore ora fede… ma dobbiamo commentare le MUMMIE??? dobbiamo reagire a quello che dicono o che fanno??? INDIFFERENZA e PROPOSTE per agire, basta reagire alle provocazioni utili solo a far passre tempo… non c’è più tempobisogna agire.

    PROPOSTA (unico a raccoglierla è stato felix)

    brevi messaggi esplicativi della situazione da scrivere sulle banconote, quale miglior volantino, quale miglior simbolo???

    • con i fogliettini di carta fai solo spazzatura, se appoggi la proposta saremmo in tre ma sarebbe più utile che a raccoglierla fosse Claudio… CLAUDIO che ne pensi??? se hai voglia o tempo per rispondere, facci sapere.

      il punto è che Claudio, di suo, fa un lavoro enorme e sicuramente anche qualcuno che commenta sul blog lavora singolarmente per la “causa”, perché non fare un gruppo tra tutti quelli che seguono il blog, che ragiona su proposte utili alla “causa” e che possibilmente le mette in pratica nella vita “reale”???

    • felix proponeva: “Più Europa?!?!” + un link o un codice qr a un sito con testi e/o video esplicativi

      la mia: “questa banconota ti è stata gentilmente prestata dalla BCE, prima o poi dovrai restituirla con gli interessi”

      FORZA si accettano proposte… definiamo tre o cinque messaggi e li facciamo circolare… se la provocazione prende piede il massimo sarebbe che una di queste banconote andasse a finire proprio nelle mani di MareeMonti o di Draghetto…

    • non deve essere una frase ironica, ma una frase che invita a vedere i video fatti da Claudio e forse “Più Europa?!?!” come indizio potrebbe incuriosire

    • EUROGABBIA

      5 EUROGABBIA

      10 EURGABBIA

      20 EUROGABBIA

      50 EUROGABBIA

      100 EUROGABBIA

      500 EUROGABBIA… pero’ con tanti di questi mi sentirei molto piu’ libero…

    • riepilogando…

      felix: “Più Europa !?!?” quotata da “che.caspita”

      roby67: “5 EUROGABBIA, 10 EUROGABBIA…

      puccini: “PROPRIETA’ PRIVATA”

      forza con le proposte…

  • Claudio non so se lo hai capito ma Grillo non vuole che si partecipi a talk show televisivi,anche se di livello alto come questo!!……Ah scusa è vero che non fai parte del M5S…ma gli altri lo sanno ????  Povero Emilio mi fà un pò di tenerezza e poi alla fine oltre che a fare comunella ha pure detto una grande verità….CAMBIO CANALE!!

  • Salve,

    piu’ vedo questi spezzoni, piu’ sono a favore della posizione di Grillo sui talk show (indipendentemente dai discutibilissimi metodi usati).

    Claudio e’ stato bravissimo a tenere testa alle provocazioni di Emilio Fede.

    Tuttavia, l’abissale differenza di spessore tra i due personaggi risulta secondo me molto ridimensionata da un confronto tv di questo genere…

     

     

    GP

  • Salve,

    piu’ vedo questi spezzoni, piu’ sono a favore della posizione di Grillo sui talk show (indipendentemente dai discutibilissimi metodi usati).

    Claudio e’ stato bravissimo a tenere testa alle provocazioni di Emilio Fede.

    Tuttavia, l’abissale differenza di spessore tra i due personaggi risulta secondo me molto ridimensionata da un confronto tv di questo genere…

     

     

    GP

  • Salve,

    piu’ vedo questi spezzoni, piu’ sono a favore della posizione di Grillo sui talk show (indipendentemente dai discutibilissimi metodi usati).

    Claudio e’ stato bravissimo a tenere testa alle provocazioni di Emilio Fede.

    Tuttavia, l’abissale differenza di spessore tra i due personaggi risulta secondo me molto ridimensionata da un confronto tv di questo genere…

     

     

    GP

  • Apprezzo la calma, la superiorità e il rispetto che hai avuto nei confronti del vecchio agitato ma un popolo civile non dovrebbe neanche aver visto questi vecchi che hanno rovinato il presente e il futuro di un paio di generazioni senza il minimo rispetto per i giovani, questa è la vera meschinità. E poi questi vecchi che hanno distrutto il paese e parlo in generale si pongono con arroganza, disprezzo e supponenza. Io non li perdonerei!

  • Claudio, faccio fatica a capire il perchè tu sia finito dentro a quella giostra mediatica insieme a Fede. Quale utilità puo’ avere una tua presenza all’interno di quei Format televisivi?? Fare informazione??? Impossibile e lo sappiamo bene.

    Con stima

  • Io rispetto gli anziani, ma non questo vecchio stronzo! Pensiamo ai giovani che sono stati e verranno manganellati sfruttati e maltrattati dal mondo del lavoro e da un futuro senza le prospettive che ha avuto lui, e senza avere le colpe che ha lui. Nessuna pieta per chi e’stato servo e corresponsabile del declino andandosene a mignotte e leccando i piedi di chi ha distrutto intere generazioni di figli di “nessuno”. Emilio Fede, fai pena altro che nuovo… sei solo un vecchio stronzo!

  • Io rispetto gli anziani, ma non questo vecchio stronzo! Pensiamo ai giovani che sono stati e verranno manganellati sfruttati e maltrattati dal mondo del lavoro e da un futuro senza le prospettive che ha avuto lui, e senza avere le colpe che ha lui. Nessuna pieta per chi e’stato servo e corresponsabile del declino andandosene a mignotte e leccando i piedi di chi ha distrutto intere generazioni di figli di “nessuno”. Emilio Fede, fai pena altro che nuovo… sei solo un vecchio stronzo!

  • Io rispetto gli anziani, ma non questo vecchio stronzo! Pensiamo ai giovani che sono stati e verranno manganellati sfruttati e maltrattati dal mondo del lavoro e da un futuro senza le prospettive che ha avuto lui, e senza avere le colpe che ha lui. Nessuna pieta per chi e’stato servo e corresponsabile del declino andandosene a mignotte e leccando i piedi di chi ha distrutto intere generazioni di figli di “nessuno”. Emilio Fede, fai pena altro che nuovo… sei solo un vecchio stronzo!

  • Oroargento ha scritto :
    Apprezzo la calma, la superiorità e il rispetto che hai avuto nei confronti del vecchio agitato ma un popolo civile non dovrebbe neanche aver visto questi vecchi che hanno rovinato il presente e il futuro di un paio di generazioni senza il minimo rispetto per i giovani, questa è la vera meschinità. E poi questi vecchi che hanno distrutto il paese e parlo in generale si pongono con arroganza, disprezzo e supponenza. Io non li perdonerei!

  • Bravo Claudio! Il tuo spessore giornalistico e la tua personalità ti permettono di affrontare il tritacarne. Hai fatto la figura del “gigante buono”, sovrastando tutti i presenti per preparazione, civiltà ed educazione.

    Piuttosto che vedere Fede appeso a piazzale Loreto, preferirei vederlo fare ammenda, magari dando qualche notizia vera! Potrebbe fare molto per questo paese, se solo lo volesse: potrebbe dire la verità, potrebbe far capire come stanno veramente le cose a milioni di italiani.  Lui è un gran bugiardo, a lui crederebbero!!

  • Il RISPETTO lo si deve a tutti, indipendentemente dall’ età. MAGGIOR RISPETTO lo si deve ai “deboli”e a chi non è autosufficiente : mi riferisco ai bambini, ai portatori di handicap e ai vecchi che hanno una pensione insufficiente per vivere dignitosamente.

    Nel caso specifico Emilio Fede potrebbe, ad esempio, fare il “nonno-vigile” o qualunque altra forma di volontariato…. Ma ritrovarselo ancora in TV o in politica….MERITA SOLO DI ESSERE PRESO A CALCI IN CULO.

    (Comunque penso che, Claudio, questo post l’ abbia scritto in senso ironico !!)

  • glgsd ha scritto :
    Claudio, faccio fatica a capire il perchè tu sia finito dentro a quella giostra mediatica insieme a Fede. Quale utilità puo’ avere una tua presenza all’interno di quei Format televisivi?? Fare informazione??? Impossibile e lo sappiamo bene.Con stima

     

    Mi pare che Claudio faccia di mestiere il giornalista…è il suo lavoro,  se va in tv forse viene pagato non credi…Deve pur mantenersi da vivere!!

     

    L’importante e che non si “conformi” alla falsa informazione, continuando (come ha sempre fatto fino ad ora) a esprimere il suo parere in modo onesto…

     

    Questo conta veramente…Spero IN QUESTA CONTINUITA’ E GRANDE PERSONALITA’!

    ConsideranDo che il 99% di chi va in tv si è venduto…SEI UNA FORZA CLAUDIO!

  • claudio,


    se la scriviamo un popolo che non rispetta gli anziani SAGGI non è un popolo civile

    sono d’accordo.Altrimenti parte una sequanza di biiiippp da paura. E non mi riferisco all’anziano Emilio Fede  ma a tutti quegli anziani che hanno fatto terra bruciata e pensanto solo a loro in gioventù.

    Quindi su questo non transigo. Stronzi ed egoisti erano da giovani e non vedo perchè cambaire ideaa solo per buonismo


  • il signor Fede è un grande, vabbuò. ma è anche il frutto perfetto di un ventennio di cosiddetto "berlusconismo".

    mia figlia ha 20 anni e voterà l’anno prossimo, ma sa cosa votare? ha mai visto l’italia pre-silvio? la poverina e la sua generazione sono nati sotto l’ala dello zio silvio e non sanno che esisteva un’italia anche senza i valori nazi della lega, anche senza i culi e la volgarità delle donne del pdl, anche senza le pettinature spruzzate del fu premier.

    io provo grande pena per questa generazione di giovanissimi votanti che discutono tra loro di stranieri sì, stranieri no, scuola sì, scuola no, ma non hanno valori al di sotto. devo pensare che il berlusconismo impiegherà cinquant’anni a svanire?

  • A prescindere dall’anzianità, Fede è stato ed è tuttora una delle figure più macchiettistiche e caricaturali di questo paese: era impossibile prenderlo sul serio prima, impossibile a farsi ora poiché, di fatto, non è per nulla cambiato (peraltro è un suo diritto il non cambiare): tuttavia spesso prendiamo come cambiamenti coscienti quelli che la vita ci impone forzosamente, ma v’è una bella differenza tra le due cose…

    Detto questo, il principio enunciato da Messora in merito al rispetto è ineccepibile. Non confondiamo il rispetto con l’assenza di giudizio, ma non facciamolo diventare nemmeno una persecuzione o una piaggeria, a seconda dei casi. E non è questione di buonismo asettico o di principio di legalità: è questione di civiltà nel senso più profondo del termine, cosicché se metto anche in galera una persona, non dimentico totalmente ch’è pur sempre un essere umano. Che invece può cambiare, proprio seguendo coerentemente quel continuum di filo cosciente che dimostra quanto ogni azione produca altrettante conseguenze, per cui l’assenza di passato e memoria sono la peggior maledizione dell’uomo: colui che dimentica il passato è destinato a commettere gli stessi errori.

  • E A COSA DOVREI tributare il rispetto e la pietà? Ad una persona che vita natural durante non ha fatto che vivere il falso, difendere l’indifendibile, strisciare nelle più infime profondità in cerca delle briciole lasciate indietro dai suoi padroni? Certo non sono necessario io a dimostrare quanto sia basso il valore della persona Emilio Fede, ciò è manifesto a tutto il pubblico grazie ai suoi numerosi spettacoli e alle sue scelte che rivelano tanto dell’intimo essere suo, figurarsi conoscerlo nel privato. 

    Non merita rispetto una persona che non rispetta se stessa. Emilio Fede è un uomo che ha ripetutamente e sistematicamente calpestato e sporcato la propria dignità umana, valore massimamente sacro, la propria integrità intellettuale e morale.

    E’ la figurazione perfetta di un particolare sistema marcio che si è sviluppato in una determinata “nicchia ecologica” in Italia, è un vettore genetico esemplare della sua specie. 

    Perciò io dico che non è tempo di buonismi né di formalismi ed eccessivi scrupoli: a volte bisogna ricordare agli animi cosa è giusto e cosa è sbagliato, cosa è ammirevole e cosa riprovevole, per ravvivare la distinzione tra le cose. E l’uomo Fede, così come ha scelto di rappresentare come esemplare la sua specie, così deve essere punito in maniera esemplare: non ortaggi, non insulti, non pietre, ma umiliazione, dichiarazione oggettiva di tutto il marcio di cui è responsabile e partecipe, incolpamento ed esposizione.
    Così funziona il sistema.
    🙂

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi