Verranno a prenderci con la forza

di Valerio Valentini
Mercoledì la Commissione Europea ha pubblicato un lungo rapporto in cui ha dichiarato il totale fallimento delle politiche economiche comunitarie: l’Europa non è stata in grado di reagire con coerenza alla crisi, ha lasciato che banche e finanza facessero i loro comodi ed ha permesso che alcuni Paesi guadagnassero sulla pelle di altri Paesi.
 
Perché mai la Commissione Europea si è lanciata in quest’accorata ammissione di colpa? La motivazione appare subito chiara, sfogliando il rapporto: l’incapacità di reagire alla crisi viene imputata alla “mancanza di organismi direttivi al livello europeo” che possano agire indipendentemente dalle “decisioni prese a livello nazionale” e “sulla base di interessi esclusivamente nazionali”. Se siamo alla canna del gas, insomma, è perché l’Europa è ancora eccessivamente debole rispetto ai vari governi nazionali, che costituiscono un ostacoloall’attuazione delle politiche di Bruxelles. L’unica soluzione, dunque, è che a prendere le decisioni in tema di economia e bilanci non siano più i parlamenti, ma direttamente loro. Quelli che hanno appena ammesso di avere fallito.
Nel documento di 51 pagine, poi, si legge: “la mancanza di forti istituzioni a livello europeo ha innescato un contraccolpo sui processi di integrazione e ha causato danni per imprese e famiglie semplicemente sulla base della loro appartenenza ad una o all’altra area dell’eurozona”. E così, mercati nazionali “con condizioni quasi identiche” si sono ritrovati su due emisferi economici opposti: quelli che si trovavano “anche solo per pochi Km” dalla parte sbagliata del confine “non sono più stati in grado di finanziare investimenti” alle stesse condizioni di altri mercati nazionali che erano invece sulla sponda giusta dell’Europa. “Da una parte del confine gli investimenti non potevano che paralizzarsi e la disoccupazione cresceva […]; dall’altra parte, gli investimenti erano vantaggiosi a la disoccupazione poteva così scendere”. Dunque questa è l’ammissione definitiva: non c’è mai stata nessuna crisi. Non nei termini in cui siamo perlomeno abituati a pensarla. Avevamo economie “quasi identiche”, ma qualcuno ha deciso che dovevamo essere fottuti.
Sfogliando il resto del lungo rapporto, si scopre però che tutta questa lunga premessa è funzionale a ribadire la necessità di rafforzare il centralismo di Bruxelles. La Commissione Europea intende infatti creare una cassa comune, un unico “tesoro europeo”, costituendo un primo piccolo budget per tutta l’eurozona. E intende farlo entro i prossimi 18 mesi. Tuttavia, per accedere a quei fondi – come è prevedibile – gli Stati in difficoltà devono sottoscrivere un contratto con gli altri Stati membri che li obblighi a rispettare alcuni parametri.
Ma ora arriva la vera fregatura: a quanto pare di capire, la richiesta di questi aiuti non sarebbe facoltativa, come avviene per l’attuale fondo salva Stati (e infatti la Spagna sta cercando in ogni modo di evitare di ricorrervi, per non vedersi commissariata dalla Troika). D’ora in poi tutti gli Stati che violano gli standard economici arbitrariamente fissati dall’Unione Europea saranno costretti a chiedere gli aiuti, indipendentemente dal loro effettivo rischio di fallimento. Così Bruxelles potrebbe vedere istituzionalizzata una sua prerogativa che, di fatto, già esercita in maniera indiretta: intervenire nell’elaborazione delle manovre finanziarie dei singoli Stati, correggerle o addirittura bocciarle.
Ci hanno raccontato che il problema era il debito pubblico, ma eravamo solo dalla parte sbagliata del confine. E ora, nonostante l’abbiano riconosciuto, vogliono comprarci a prezzo di saldo. In svendita.
Ma la stagione dei saldi non è ancora iniziata…
 

68 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Praticamente sono l’embrione delle “tasse europee”. Prima o poi ci arriviamo: paghiamo direttamente a loro e facciamo quel che ci dicono per far si che ci ritorni qualcosa da investire o per sopravvivere. Naturalmente i fantomatici parametri saranno progettati in modo che sia impossibile rispettarli. Bella mossa.

    • Piuttosto che criticare dovresti studiare! La MMT e la salvezza dell’Italia a duecentosessanta gradi!!! Lunga vita a barnard e a byo (di più a barnard però perché lui è direttamente inserito nella storia globale come inventore della mmt

    • 1. chi ha dato una stella al commento di miccr???

      2. chi ha dato 2 voti da 5 stelle a BeppeSimone???

      3. cosa si intende per 260 gradi???

      4. più lunga vita a barnard… quanti anni in più, precisamente???

      5. dove li vendono i libri sulla storia globale dove inseriranno la foto di barnard???

      6. chi è BeppeSimone??? un genio o un deficente

      c’è una sottililissima e quasi impercettibile linea di confine tra il genio e la deficenza… a prposito di confini, da quale lato si troverà BeppeSimone… (quasi tutte le risposte sono su “fascisti su marte”)

    • Ma Che cosa intendi con queste parole? Non si capisce assolutamente nulla di quello che dici, scusami. Penso che bisogni che la democrazia sia vissuta da tutti e rispettata. CLAUDIO, fai qualcosa contro questi istigatori della dittatura contro la repubblica che non accettano la libertà! Chi ha votato 5 e saggio, come ti permetti di criticare non comprendi nulla della storia come dimostrano i tuoi commenti su barnard, che ha non solo inventato la più grande corrente economica della storia ma ha anche portato essa in tutta la sua forza qui da noi.

  • Post allarmante che conferma quanto ho affermato in altre circostanze.

    Abbiamo poco tempo perchè ci stanno stringendo il cappio intorno al collo.

    Da una parte le manovre depressive di Monti che mirano ad indebolire il Paese, costringendolo ad abbandonare lungo la strada diritti dei lavoratori e servizi pubblici per spianare la strada allo shopping delle privatizzazioni e di fatto mettendolo in condizione di dover accettare a breve il famigerato fondo salva stati (mai parola ha riassunto una beffa più assurda). Dall’altra, con questo post ci viene spiegato che gli euroburocrati hanno fretta e stanno accellerando per obbligarci a chiedere gli aiuti, così da dover sottostare al loro controllo in maniera ancora più totalitaria, cedendo altri pezzi di sovranità.

    Cosa fare?

    Già in Italia c’è un fermento di iniziative riguardanti seminari, riunioni, incontri pubblici organizzati da un gruppo sempre più nutrito di coraggiosi economisti, dove viene illustrato il grande inganno che stiamo subendo.

    Ci sono degli avvocati impagabili come la Musu che stanno portando avanti iniziative legali in tal senso.

    In rete è esploso un continuo dibattito su questi temi, e sempre più blogger stanno supportando il grande Claudio in quest’opera di controinformazione, visto che nei media tradizionali è quasi un dogma inarrivabile.

    Occorre continuare a spargere a macchia d’olio, con parenti, amici, conoscenti le verità nascoste.

    Anche la MMT, se presa con le dovute cautele è uno strumento molto forte.

    Infine, occorre cercare e pubblicizzare, spiegando i contesti, esempi positivi nel mondo di applicazione delle teorie Keynesiane contrapposti alle politiche neo-liberiste.

    In tal senso, chiederei a Claudio di provare a studiare un approfondimento sul caso Argentina, anche alla luce degli ultimi sviluppi, tenuti particolarmente nascosti dai media tradizionali.

  • Come avevo detto qualche settimana fa, non c’è un forse sull’Unione Europea…

    E’ già stato deciso che si farà e verrà fatta!

    Ritorno a dire, che se fosse fatta nell’interesse dei popoli sarebbe OTTIMO, ma credo che verrà fatta solo per salvare una parte della popolazione.

    Tutte le misure di controllo che sono state attuate (conti correnti bancari/postali) e quelle che verranno, sono nella stessa direzione.

    Alla fine, ci sarà qualcuno a livello centrale che deciderà chi saranno i cittadini di serie A e quelli di serie B.

    Quelli di serie A avranno le risorse, quelli di serie B non avranno niente.

  • Non si può tirare la corda all’infinito, prima o poi si spezza.

    La resistenza della corda è data da quegli italiani che credono ancora nelle forze politiche tradizionali, da quelli che si disinteressano della politica o l’affrontano superficialmente, da quelli che ignorano i perchè di tante manovre repressive e che non sanno come reagire.

    Quando la conoscenza farà breccia o quando questi non riusciranno più a sopportare gli strattoni che continuiamo a subire, allora staremo a vedere come tutto crolla e chissà cosa nascerà poi.

  • Si sapeva dal 1992, bastava avere mezzo neurone e fare delle proiezioni a breve o medio termine…

    mmaaaaaa vvvvaaaffffff…

  • I cittadini italiani produttivi del privato…non avrebbero nessuna crisi, sarebbero …sono…sufficientemente competitivi anche in una situazione di crisi mondiale come questa MA…

    Infiniti politici stracostosi
    infiniti dirigenti statali strapagati

    Infinite trasferte diarie missioni…rimborsi…

    Infinite tangenti
    infiniti enti stipendifici strainutili comunità montane consorzi
    infiniti superstipendi RAI Ambasciate ICE…..

    Infiniti nepotismi/clientelismi/imbroglismi
    infinite opere inutili mai ultimate abbandonate 
    infinite Salerno-Reggio
    infinite pensioni d’oro
    infiniti pluristipendi nello Stato

    infinite consulenze inutili e costosissime
    infinite autoblu …blindate 
    infinite scorte

    infinite ricette false

    infiniti costi sanitari oltre ogni minima spudoratezza
    cacciabombardieri TAV
    infiniti assistenzialismi 

    infiniti Albi professionali che non ti permettono di lavorare

    sindacati che difendono i più beceri privilegi ed improduttività
    campi nomadi ………..
    infinite sovvenzioni…editoria società sportive…associazioni…Caritas…
    infinite sopportazioni di pirati stradali, scippi, rapine, furti, violenze e tutte perpetrate da PLURIPREGIUDICATI….una parola che dovrebbe essere tolta dal vocabolario

    infiniti costi dei carcerati…….e della “giustizia”
    infiniti privilegi e costi della Chiesa 
    e infinite APROGETTUALITA’ dei governanti…..

    e infinite altre immense vergogne…che mancano a questa infinitamente minima lista…

    tutti questi ladrocinii…li hanno resi e continuano a renderli poveri e indebitati…

    Qualsiasi Stato con queste zavorre si troverebbe sempre dalla parte sbagliata del confine…

    Euro ed Europa hanno permesso finalmente di avere controlli sulle ns. amministrazioni ed hanno sottratto poteri alle corruzioni dei ns governanti…Mi auguro che M5S sappia bene relazionare con tutti gli Stati Europei e benissimo collaborare con loro ad una sempre migliore stesura di accordi volti ad una perfetta integrazione europea di pace e prosperità…

    Qualsiasi territorio che non si renderà perfettamente produttivo avrà davanti a sè solo un inarrestabile declino…

    • ma allora e’ vero che la MAFIA e’ stata sconfitta, e’ sparita dall’agenda…a parte il buon Valerio non ne parla piu’ nessuno e sembra che non sia un problema, che storia…

    • No! la mafia è tutto quello che è stato elencato, D’Iseppi ha scordato i soldi che l’italia versa alla comunità europea? quindi tutti insieme appassionatamente? vogliamo più europa? per versare di piu’? per interagire con gli altri stati avremo un governo di pochi non eletti unico per tutti? eurogendfor per star tranquilli? quando gli italiani saranno ridotti a brandelli naturalmente non sara’ colpa loro (gia lo dicono). Allora se il problema sono i nostri politici-marionetta- mandiamoli a casa una volta per tutte, quale schieramento ha le p***e di dire apertamente “fuori dall’europa e fuori dall’euro”? l’m5s? queste discussioni vengono fatte solo in rete dove la maggior parte degli italiani non ha accesso o non vuole averlo. risultato? pochissimi sanno anche qui, scusa Claudio, a commentare son sempre i soliti-ma va bene- tanti altri leggeranno ma siamo veramente pochi

  • la madre del ex primo ministro greco Papademus è stata trovata dentro la lista degli evasori greci fornita a suo tempo dalla signora(per modo di dire) Lagarde

    bene in quel conto sono stati trovati 550 milioni di euro, RIPETO

    550 milioni di euro

    cosa dira’ adesso l’ex primo ministro Papademus, uomo della Goldman Sacs? che sono i sacrifici di una vita fatta di risparmi

    il sangue degli innoccenti grida vendetta

  • L’unica soluzione è fare una azione legale ampiamente condivisa e vedere se si può agire a livello costituzionale. Fino a prova contraria, abbiamo ancora una Costituzione che sancisce la sovranità del popolo italiano, non di quello europeo. C’è anche la European Court of Human Rights da prendere in considerazione. Dobbiamo lottare fino a minacciare uno sciopero fiscale, se necessario. Se la sente la Musu di guidare una azione popolare o ha fatto quello che ha fatto solo per pubblicità? Se la sente Barnard di scendere finalmente in campo con la gente, dopo il bel lavoro con la MMT? Ragazzi, non stiamo ad aspettare che ci pensi Grillo a risolvere i problemi, perché ci fregano. Ma muoviamoci una volta per tutte!

    • oh, finalmente una buona notizia da seguire, se conoscete l’indirizzo dei due coniugi fatemelo sapere gli mando un panettone per natale in segno di ringraziamento.

      bravo bgaluppi…

  • Al solito la UE e una scatola vuota, dove dei poteri non eletti decidono, su dei parlamenti eletti. Il Deficit democratico del Mercato Comune Europeo è palese. I mercati vogliono bypassare la DEMOCRAZIA . La storia insegna: gli scontri sono stati tra Monarchia/Democrazia , Nazifascismo/Democrazia, Comunismo/Democrazia. Ora viviamo Capitalismo/Democrazia. Giovanni XXIII suggeri, il CAPITALISMO NON e LA RISPOSTA GIUSTA ED ESCLUSIVA ALLE LEGITTEME RICHIESTE DEL POPOLO . Bersani P. si ispira al Papa, vorrei sapere cosa ne pensa il nuovo capo del governo. Ovviamente se il nuovo presidente della Repubblica (Monti M.) gli dara facoltà di parlare…

  • A me piacerebbe che ci fosse un europa centrale che influisse sulle finanziarie del governo.

    Mi piacerebbe che magari abrogasse i patti lateranenzi e l’8 x mille illegalmente sfruttati dalla Chiesa.

    Mi piacerebbe un europa forte e centrale si, se però venisse eletta democraticamente dai vari popoli in maniera seria e trasparente.  Mentre ora abbiamo il governo delle banche nazionale e quello europeo…  Il problema per me non è da dove vengono le decisioni.. ma che decisioni sono. Se non sono quelle che fanno bene al popolo c’è un problema che non è ne europeo ne nazionale, è un problema di democrazia, è un problema degli Italiani e degli altri popoli in europa

     

  • X Roberto d’iseppi

     

    Tutto giusto l’elenco delle storture che hai elencato, ma ti chiedo:

    l’Euro e l’europa, per mano del loro vassallo Mario Monti, quali problemi ci ha risolto di quelli che te hai elencato?

    A  me sembrano tutti li…

    • Bravo Giorgio….quoto in pieno….io non spero che il M5S sappia relazionar si con l Europa e gli stati europei, spero che ci facciano uscire da questo incubo!!È vorrei ricordare una frase del professor becchi:È MEGLIO UN FORTE SPAVENTO, O UNO SPAVENTO SENZA FINE??

    • Mi dispiace molto che non siate d’accordo…L’Europa, gli stati virtuosi del nordeuropa hanno dato indicazioni di rientrare in corretti parametri di Bilancio, non hanno detto a Monti di salvare i privilegi e le spese parassitarie delle Caste italiane e di disintegrare i cittadini impoverendoli oltre ogni sostenibilità…e di operare affinchè altre imprese continuino a delocalizzare…Monti è il peggio del peggio delle peggiori Caste italiane ed è molto sbagliato ritenere che possa agire a favore dei cittadini…Ma le cose da fare sono molto semplici…ridurre o azzerare privilegi e spese parassitarie e malespese in genere ed abbassare tasse su carburanti ed imprese e lavoratori…Euro ed Europa non hanno colpe delle ns improduttività…E se tornassimo alla sovranità monetaria sarebbe malissimo gestita e permetterebbe solo stampe di monete e sforamenti di Bilancio solo per continui privilegi e spese parassitarie a favore sempre delle varie Caste ed a favore del loro perpetuarsi…Dobbiamo rendere ogni minima cosa del suolo italiano correttamente produttiva e competitiva…tutto il resto sono solo sogni…Stampare moneta e sforare di Bilancio crea solo inflazione che è una tassa immonda sempre solo sulla povera gente…La ricchezza si crea producendo di più e di meglio e non spendendo di più e di peggio…

    • rdiseppi,

      Mi domando se hai veramente capito con quale sistema  l’Italia si approvvigiona di Euro e delle conseguenze che tale sistema matematicamente causa: debito sempre crescente + spostamento delle ricchezze verso i paesi del nord.

      Stampare denaro non causa, di per se, inflazione, ma causa svalutazione.

      Sono d’accordo co nte sulle tasse, le caste e la spesa improduttiva ma si deve però tener presente che la produttività ad esempio delle aziende Italiane è già incredibilmente alta (se ovviamente si tolgono i vari fardelli che su essa gravano: costo energia, costo del lavoro, tasse, ostacoli burocratici).

      L’Euro ci ha reso poveri con gli interessi sulla moneta e con l’import, costringendoci quindi ad alzare le tasse. Per questo l’Euro si puo reputare una grande concausa della nostra “bassa produttività”.

      Avere una moneta sovrana ci consentirebbe di fermare la crescita del debito dovuto agli interessi e lo spostamento delle ricchezza dall’Italia causato all’import.

      Tutto questo più la scomparsa dei vincoli di bilancio imposti dall’Europa renderebbe possibile abbassare le tasse in particolar modo le accise sull’energia come giustamente evidenzi nel tuo post.

      Uscire dall’Euro è una condizione necessaria in questo momento per risolvere una buona parte dei problemi che abbiamo, anche se non è sufficiente a mettertici al riparo dai problemi della nostra politica e della burocrazia.

    • Scusa mio ononimo, ma non hai mai pensato che tutti gli sprechi scandalosi che hai citato servono in qualche misura a far girare l’economia?

      mi spiego meglio, dove vanno i soldi degli sprechi? vengono bruciati? assolutamente no, vengono dati ad imprese (private) dato che per giustificare la spesa devi emettere regolare fattura. quindi lo stato si riprende una parte di soldi grazie all’iva, in piu’ le imprese guadagnano, assumono personale, pagano i fornitori e si crea circolo. discorso diverso per i soldi illegali portati all’estero, dove c’e’ una doppia fregatura per i contribuenti.

      il problema dei problemi in europa e’ la disoccupazione.

      ne creiamo ancor piu’ lasciando a casa gli statali “improduttivi”?

      e’ così che pensiamo di combatterla?

      ovviamente da’ fastidio a tutti noi pagare gli stipendi degli infiniti forestali calabresi, oppure degli “onorevoli” siciliani, pero’ IN QUESTO MOMENTO e’ il male minore.

      il male maggiore e’ lo spread.

      preferisci pagare le banche e non le persone?

      preferisci pagare la spesa per interessi e non la spesa primaria dello stato?

      ovviamente prima usciamo dall’eurogabbia e POI ci dobbiamo dare una regolata per creare una sorta di equita’ e di giustizia che nel tempo si sono perse.

      Auguri

  • bgaluppi ha scritto :
    L’unica soluzione è fare una azione legale ampiamente condivisa e vedere se si può agire a livello costituzionale. Fino a prova contraria, abbiamo ancora una Costituzione che sancisce la sovranità del popolo italiano, non di quello europeo. C’è anche la European Court of Human Rights da prendere in considerazione. Dobbiamo lottare fino a minacciare uno sciopero fiscale, se necessario. Se la sente la Musu di guidare una azione popolare o ha fatto quello che ha fatto solo per pubblicità? Se la sente Barnard di scendere finalmente in campo con la gente, dopo il bel lavoro con la MMT? Ragazzi, non stiamo ad aspettare che ci pensi Grillo a risolvere i problemi, perché ci fregano. Ma muoviamoci una volta per tutte!

    quoto totalmente, bisogna fare un’azione legale unitaria al più presto!!!

  • Ora ci vuole ancora più Europa. Di troppa Europa si muore. Non è l’esuberanza degli stati ma l’inchino fatti da alcuni (Grecia, Italia) ad altri (Germania). Bisogna avere il coraggio di dire basta quando ci si rende conto di avere fatto un errore. Tutti i dati ci dicono che seguire i dettami europei sta distruggendo la nostra economia. Da un lato bloccano i finanziamenti e dall’altro aumentano le tasse. E’ la fine economica e sociale. Presto, quando altri milioni di persone perderanno il lavoro, lo perderanno anche i simpatizzanti di Monti, sarà anche la fine civile. Quando ci sarà una massa critica di disoccupati questi faranno sentire il loro ruggito ed allora povero a chi si troverà sulla loro strada. Spero a quel punto di non essere più in Italia, non perchè non voglio lottare ma perchè sono stanco, molto stanco. Sento che la politica ci ha tradito tutti. Vedo pensionati morire di fame, non farcela. Piangere per ogni lettera che gli arriva. Pensionati a 480 € che pagano 400 € di affito senza aiuti da nessuno, senza poter nemmeno comprare da mangiare. Vergognandosi di essere ancora vivi e dannandosi per trovare presso qualche parente un piatto di minestra. Imprenditori che tremano per ogni raccomandata dell’Inps o di Equitalia. L’imu impossibile da pagare per quasi tutti, ora arrivano le tredicesime ed i soldi delle aziende sono bloccati in cause decennali di clienti insolventi ma che sfrecciano con macchine di ultimo grido impignorabili perchè in noleggio da società di comodo. Questa è l’Italia dei cialtroni e dei delinquenti che distrugge quella degli onesti e dei lavoratori. Il redditrometro colpirà solo chi agisce con onesta tutti gli altri già sanno come non cadere nelle grinfie della finanza, si fanno finanziare anche le vacanze pur avendo i soldi. Non si fanno beccare e poveri voi che vorranno passare un pomeriggio fuori porta e che non hanno studiato come imbrogliare, poveri voi conservate fatture e scontrini per i prossimi 10 anni oerchè vi verranno a prendere.

  • la politica, e quindi le iniziative, della commissione europea viene decisa a berlino, ma se non si comprende che il modo di produrre capitalistico è arrivato al dunque, e quindi la crisi è irreversibile e definitiva, non si potrà mai mettere in campo una strategia adeguata. Pare che in italia ancora nessuno l’abbia capito. in questo senso si discute solo in germania e stati uniti. il POTERE tedesco ha capito da sempre che solo pochi stati possono ottenere con la loro produzione i profitti che il capitale si attende ed è per questo che ha scatenato una guerra economica, non può scatenare più guerre militari, però sempre guerra è, vedere carl von clausewitz, contro il resto d’europa, la sua concorrenza, appunto. se non vogliamo diventare bangladesh dobbiamo uscire dall’euro, prima possibile, e costruire un’alternariva che vada al di là della ricerca capitalistica del profitto. il resto: parole, parole, parole…
    franco valdes

  • Claudio dal titolo del post mi aspettavo di sentirti finalmente parlare di eurogendfor, la gendarmeria europea con licenza di uccidere… tra l’altro mi pare di ricordare che a breve dovremmo iniziare a vedere delle pattuglie nelle piazze italiane. È ancora abbastanza sconosciuta ai più, non pensi sia il caso di scriverci due righe?

  • Signori!

    Anche se il numero di persone che hanno compreso il processo di schiavizzazione e di distruzione attuato nei confronti dei popoli dalle elìte finanziarie e dalle società possedenti i grandi capitali cresce costantemente, la stragrande maggioranza delle popolazioni é tuttora soggiogata dalla disinformazione galoppante e scaltra.

    Pensiamo agli anziani  e pensionati italiani che ancora oggi recepiscono come l’unico “profeta” in Patria la Televisione. Gli operaiche credono ai giornali e pensano se votare Renzi…E gli anziani costituiscono un terzo della popolazione italiana.

    Gli anni di MASOCHISMO mediatico inculcato agli italiani ha funzionato alla perfezione. Tutti i giorni si sente: “AABBIAMO IL DEBITO,-DOBBIAMO PAGARLO”

    Come facciamo ad attuare qualsiasi iniziativa per liberarci dal macigno criminale Europeo in totale mancanza di una qualsiasi rappresentanza poiltica che non  sia venduta ai poteri bancari? Le manifestazioni pacifiche fanno ridere ai governi, e quelle non pacifiche ci porterebbero all’estaurazione immediata di un Regime.

    L’attività di divulgazione e di diffusione della verità é assolutamente utile e lodevole, ma richiede comunque molto tempo per arrivare alle menti intorpidite della maggioranza dei cittadini. E nel frattempo ci aspettano le Elezioni in funzione della scelta tra la falsità di Bersani e l’incognita di Grillo…

    Noi stiamo affondando e LA NAVE VA…la nave dell’indecenza degli INGORDI!

     

  • E’ vero che molti ancora non si rendono conto del lavaggio di cervello che fanno i media , ma sono sicura che una volta che avremo dei parlamentari del M5S le cose cambieranno . Tanto prima quanti più ne riusciamo ad eleggere.

     

    • Non ci arriveremo. Le elezioni sono già studiate per mantenere il potere nelle mani di Monti o di un suo leccapiedi (Bersani). Non sono così fessi. L’unico modo è fare come ho scritto nel mio primo post (leggi anche quello immediatamente successivo).

  • Anche se ancora non ho ben capito quali siano le vere cause di questa crisi, che dicono essere la conseguenza di un attacco speculativo senza precedenti che colpisce i paesi più indebitati, ma che indubbiamente danneggia tutti, anche paesi economicamente forti quali gli Stati Uniti, la Francia e la stessa Germania, mi chiedo perchè mai non si riesca a bloccare questa peste sociale con norme a livello globale? Forse che vi sono degli interessi a livello politico che impediscono di neutralizzare coloro che affamano intere popolazioni? Sarà perchè questi poteri forti tengono in pugno i governanti i quali non sono altro che marionette nelle loro mani? O più semplicemente chi ci governa non sa neanche da che parte cominciare per spuntare le armi di questi moderni rapinatori globali? Mah!

  • BeppeSimone ha scritto :
    vita a barnard e a byo (di più a barnard però perché lui è direttamente inserito nella storia g

     

     

    ahahahah,      Barnard nella storia come inventoire della MMT     ….    ahahahahaha   

    comicità allo stato puro !!!!

  • x Campisi

    I politici che enfatizzano l’operato dell’attuale Governo possono essere di due tipi, consapevoli e inconsapevoli (ma questi ultimi piuttosto rari).

    I consapevoli chiaramente non sono direttamente coinvolti nell’architettura dell’Eurotruffa, ma ne godono i benefici, cioè a loro fa gioco allargare la forbice fra il popolo e gli “eletti”, perchè tanto, grazie ai benefici che si sono assegnati (retribuzioni, vitalizi, benefit ecc.) ed alla protezione ricevuta dai potentati economici in cambio del loro “silenzio”, avranno sempre i “piedi al caldo”.

    x FrancescoBs

    devo dire che la teoria MMT, come tutte le teorie va anche parametrata alla situazione economica in cui la applichi. Però oltre all’ironia, ancora devo sentire qualcuno che mi riesca a motivare tecnicamente lo scetticismo intorno alla teoria che ricordo, non è il parto di un giornalista economico come Paolo Barnard, ma di un guru dell’economia mondiale, nonchè premio nobel Warren Mosler.

  • Scusa la pignoleria, ma Barnard non dice che l’ha inventa lui, ci mancherebbe altro.

    L’ha semplicemente fatta conoscere al grande pubblico in Italia.

    Anzi per precisare la paternità, ha voluto anteporre alla sigla MMT (modern Money theory) un altra sigla ME (Mosler economics).

    • E’ vero Barnard no,  ma BeppeSimone si,   vedi il primo commento.   Io quello criticavo.

      Per essere piu’ chiaro io NON critico Mossler o la Kelton, (che conosco) ma chi in Italia si e’ riciclato giornalista economico,  facendo una confusione tale sull’argomento che fa solo il gioco dei suoi avversari. La situazione e’ troppo seria per lasciare spazio ad operazioni che sanno di marketing.

      Chi desidera avere informazioni puo’ tranquillamente attingerne da fonti piu’ che autorevoli come Bagnai, Borghi, Badiale, Zezza, Fantacci, Undiemi…   Insomma  gente che nel CV  qualche pubblicazione ce l’ha…

       

    • Non capisco sinceramente questo tipo di critica a Barnard.

      Non che stimi particolarmente lui o i suoi metodi, ma ha contribuito a far conoscere una teroria economica che altrimenti non sarebbe stata diffusa.

      Ha portato in Italia i professori che sostengono questa teroia contribuendo a diffondere certi concetti.

      Ha cercato di capire e tradurre i testi per chi non aveva la possibilita’ di capirli nella lingua orignale.

      Mi sembra che questi mertiti gli vadano riconosciuti.

      Lui propone il tutto con un approccio di marketing tipico del mercato anglosassone, ma che a noi Italiani non piace perche’ ci sembra un po il racconto di una novella (all’americana appunto).

      In realtà a parer mio ci sono dei contenuti interessanti in quello che dice, contenuti che non ho trovato necessariamente espressi dalle altre persone che citi con tanto di pubblicaioni nel loro CV.

  • Scusate ma:

    Mi sembra di vedere una sorta di bacheca nella quale si gareggia per dimostrare al mondo le proprie conoscenze scientifiche di cui la gente come me francamente se ne infischia.

  • OT

    Ma che fine ha fatto claudio??? è da un po’ che non commenta con i suoi riquadri gialli…

    non è che ce l’hanno rapito??? non è che gl istanno facendo l’ emmekappa-ultra??? non è che ha capito prima di tutti come andrà a finire e se ne è scappato in brasile o su un’isola greca???

    Claudioooooooo…

    p.s. anch’io voglio il riquadro giallo ai miei commenti.

  • Comunque la pensiate questo post è sicuramente illuminante e molto verosimile, anchio sono convito che presto (2013) ci obbligheranno a rinunciare alla nostra sovranità politica e a seguire ciecamente tutte le direttive che dalla troica arriveranno per “Il nostro bene”…….

  • Mjollnir ha scritto :
    Non capisco sinceramente questo tipo di critica a Barnard. Non che stimi particolarmente lui o i suoi metodi, ma ha contribuito a far conoscere una teroria economica che altrimenti non sarebbe stata diffusa. Ha portato in Italia i professori che sostengono questa teroia contribuendo a diffondere certi concetti. Ha cercato di capire e tradurre i testi per chi non aveva la possibilita’ di capirli nella lingua orignale. Mi sembra che questi mertiti gli vadano riconosciuti. Lui propone il tutto con un approccio di marketing tipico del mercato anglosassone, ma che a noi Italiani non piace perche’ ci sembra un po il racconto di una novella (all’americana appunto). In realtà a parer mio ci sono dei contenuti interessanti in quello che dice, contenuti che non ho trovato necessariamente espressi dalle altre persone che citi con tanto di pubblicaioni nel loro CV.

     

    Al congresso di Rimini  ho sentito ben pochi concetti, sinceramente…. e lei?  In cambio della conoscenza promessa, mi sono trovata difronte ad un messaggio propagandistico… e la favoletta. Ancora devo superare lo spavento e non scherzo. Gli interventi di Parquez il mio subconscio me li ha associati a Davide Icke.

    Insomma  Bagnai spiega il tramonto dell’euro …. in modo chiaro, semplice, LOGICO, tranquillo, senza grinze.  Non ci sono curricula che tengano difronte ad una esposizione RAZIONALE: tesi+prova; per contro abbiamo la favoletta, almeno quella propinata al congresso di Rimini. Poi se l’ideatore della MMT è stato travisato e non presentate le sue idee in modo compiuto, questo non lo so, ma, se riflette, poco importa, se il metodo di indottrinamento è questo.

  • sinceramente non capisco come non fanno a capire gli italiani le fregatura che ci sta facendo l’europa. almeno dalle parti mie (basso molise) e non so da voi, la gente parla ancora della destra e della sinistra, della forza del partito, che il partito è l’unica soluzione, ecc…parlano del fatto che se non eravamo in europa eravamo di gia fottuti, che monti ha salvato e sta salvando l’italia dagli evasori e quasi quasi preferiscono lui al governo ai partiti tipo pd o pdl…io ascolto quieto pensando al fatto che loro vedono e sentono(quindi non osservano e ascoltano) solo ed esclusivamente la tv…e in tv queste fregature di sottrazione di sovranità da parte di organismi sovranazionali non eletti da nessuno non ne parla proprio nessuno…confido il qualche tg di domani che parli del fatto che non serve più votare nessuno perchè non ha più potere il nostro caro amato parlamento. Ci spero.

    • tuttogalante05, hai perfettamente ragione. La propaganda è così forte, come lo è la fiducia degli italiani negli organi democtarici (partiti, politici, giornali, tg), che gli uomini non riescono più a fare un pensiero compiuto senza che questo venga influenzato dall’esterno. Non gli viene data la possibilità di farlo, perché nessuno gli dice “prova ad informarti qui, guarda questi dati, ascolta le parole di tizio o caio”. Il responsabile di tutto è Berlusconi, lui ci ha ridotti così, adesso conta solo Bersani, le speranze sono riposte su di lui. C’era uno che diceva che la speranza se la sono inventata per gli imbecilli (Monicelli).

  • Tuttogalante05 e bgaluppi:

     

    sono perfettamente d’accordo con voi…la propaganda che questo governo sta attuando è veramente squallida.

    Ci dicono che abbiamo sperperato, che siamo corrotti, evasori, che ognuno pensa al suo orticello e nel frattempo ci mette il cetriolo e ci distrugge il Paese.

    Ieri sera sono quasi dovuto ricorrere al Maalox quando tutti, dico tutti i tg della televisione hannno incensato la sbrodolata che Monti si è autoconcesso riguardo allo spread attuale.

    Ma ci fosse un giornalista che avesse il coraggio di chiedergli:

    “scusi Presidente, ma quel livello di spread ce lo avevamo anche agli inizi del 2011 con Berlusconi, ma nel frattempo lei ci ha disastrato l’Italia, ci ha massacrato di tasse creando disoccupazione e disperazione e, fra l’altro, il debito pubblico ed il  suo rapporto con il PIL (che sembravano essere la causa del suo “avvento”) sono nettamente peggiorati, come lo spiega a questi babbei degli italiani”?

  • LEGGETE QUI!!!!

    mentre i media italiani (che non si smentiscono mai) parlano del nulla, di bersanirenziberlusconi, al grido di “più europa”, l’europa risponde:

    http://online.wsj.com/article/SB10001424127887323401904578157252402022718.html?mod=europe_home

    ieri sera la svolta definitiva: le banche spagnole riceveranno poco meno di 40 miliardi di euro e anche cipro riverà “aiuti”non ancora quantificati.

    http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1467437&utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+wallstreetitalia+%28Wall+Street+Italia%29

    mamma europa e papà mercato ci vogliono bene

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi