La farsa delle elezioni

LA FARSA DELLE ELEZIONI-BLOG

La storia della Repubblica italiana è fatta di ingerenze esterne. La prima Repubblica nasce sulle ceneri di una guerra e sotto l’egida dei vincitori. La seconda arriva per mano delle procure. La terza inizia con l’invasione della politica da parte della grande finanza internazionale.
 
E’ Deutsche Bank che apre le danze. Nel 2011 presenta al Governo tedesco un lungo documento dal titolo “Guadagni, concorrenza e crescita”, in cui chiede la privatizzazione del nostro welfare e dei nostri beni pubblici. Così, la grande banca tedesca si libera di 7 miliardi di titoli del nostro debito. Lo spread schizza alle stelle e la Merkel può telefonare a Napolitano per chiedere la testa di Berlusconi. Subito dopo, la Troika sbarca in Parlamento e passa in rassegna i parlamentari, uno ad uno: “Se non sostenete il Governo Monti non compriamo i vostri titoli di stato, e voi andate in default!” Ma come, ma non c’era il libero mercato? Sì, ma le emissioni sono in mano ai grossi specialisti autorizzati dal tesoro, tra cui Deutsche Bank.
Una pistola alla tempia. In 48 ore le borse aggrediscono i titoli Mediaset, Berlusconi lascia, Napolitano nomina un burocrate europeo emissario delle grandi banche internazionali e delle agenzie di rating, che in seguito ci declasseranno ad arte, sempre con lodevole tempismo. Si apre la stagione lacrime e sangue. A scrivere le leggi è il Fondo Monetario Internazionale, che detta tutto, dall’innalzamento dell’Iva fino alle ultime dichiarazioni di Monti sulla necessità di privatizzare la sanità pubblica. Il parlamento vota fiducie su fiducie. L’esigua opposizione viene distrutta dalle inchieste giudiziarie e giornalistiche. Decine di miliardi iniziano a prendere il volo e finiscono nei fondi Salva-stati, che li investono nelle economie dell’Europa centrale . Sono i deboli che salvano i forti. Il nostro debito supera i 2mila miliardi. I fondi salva-stati, creati coi nostri sodi, diventano salva-banche. Non solo: Draghi immette mille miliardi di liquidità: le banche italiane li usano per ricapitalizzarsi, ma lo fanno speculando sugli interessi elevati dei nostri titoli di stato. Alla fine, anche in questo caso, a pagare è sempre Pantalone, che intanto perde il lavoro perché le aziende chiudono.
I premi nobel dell’economia , gli analisti finanziari del Financial Times, del New York Times e del Daily Telegraph dicono che Monti ha portato l’Italia in recessione e che il suo lavoro va smantellato. Le elezioni si avvicinano. A una giornalista che lo ferma, Bersani dichiara che è tranquillo, perché i mercati lo conoscono. I mercati, non gli italiani! Ma gli italiani possono finalmente scegliere? Macchè! Prima di lasciare, Monti scrive un memorandum, cui il Governo successivo dovrà attenersi. Del resto la troika è lui: è sempre stata lui! Berlusconi scende in campo, ma la reazione dell’Europa non si fa aspettare. Il presidente del PPE lo chiama a Bruxelles. Lui è costretto a fare retromarcia, e candida Monti. La Merkel dice che non vuole interferire, ma che vuole continuare a lavorare con Monti. Hollande dice che non vuole interferire, ma che preferirebbe continuare a lavorare con Monti. E figuriamoci se volessero interferire… Ma non c’è niente da fare: è un diluvio. Da Barroso, al premier finlandese, fino al Fondo Monetario Internazionale. E il Corriere scrive perfino che dietro l’Unione Europea si scorge la sagoma della Casa Bianca.
Insomma, tutti decidono in anticipo il risultato delle prossime elezioni italiane. Tutti tranne noi, gli italiani. E se poi ogni tanto ci chiediamo cosa andiamo a votare a fare, per favore, cercate di capirci.
 
 

49 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • …bisognerebbe raccogliere i video di Claudio e farne un lungometraggio da distribuire gratis su internet…
    Claudio, mi autorizzi a raccogliere le info e i video dal tuo sito?

    un abbraccio…

    Marco.

  • Andrò contro corrente ma ritengo giusto l’atteggiamento dei politici di altri paesi preoccupati di un ritorno al Governo di Berlusconi. In questi anni abbiamo dimostrato di non essere capaci di esprimere una vera democrazia. Non possiamo prendercela con chi, per interessi personali, si candida al governo del paese. La responsabilità in primo luogo è da attribuire a quei cittadini che danno fiducia a questi personaggi. La storia un giorno ci dirà di dover essere grati a questi governanti che si opposero alla dittatura non avendo noi italiani dimestichezza con la democrazia. Se loro intervengono in vece nostra è perchè conoscono le nostra capacità di portare al potere personaggi discutibili capaci di fare i propri interessi a discapito degli interessi generali e con qualche prurito fascistoide. 

    •  “… giusto l’atteggiamento dei politici di altri paesi preoccupati di un ritorno al Governo di Berlusconi.” 

      Peccato che  il coro unanime è per il partito dell’euro sia a destra che a sinistra e per proseguire in questa Comunità Europea della Finanza e non quella dei Popoli.

      “…In questi anni abbiamo dimostrato di non essere capaci di esprimere una vera democrazia.”

      Per colpa di una classe politica inetta e parassita che fa i suoi interessi – qualsiasi sia il suo ruolo (maggioranza e opposizione) e che non sa altro che coalizzarsi per essere contro il popolo e non per fare qualcosa di proficuo per il paese?

      “Non possiamo prendercela con chi, per interessi personali, si candida al governo del paese. La responsabilità in primo luogo è da attribuire a quei cittadini che danno fiducia a questi personaggi.”

      Dimmi qualcuno che non abbia interessi personali e che abbia un po di sale in zucca? L’elettore dovrebbe poter controllare tramite l’opposizione  che chi è al governo non intaschi fuori misura  prebende (almeno) ma peccato che esiste una spartizione partitocratica dell’economia e delal politica e delle vecchie forze non ce ne è una che si salvi. Certo c’è chi vota PD e crede di aver votato bene ma non si accorge che sono dei calbraghe e non hanno una visione  reale dei problemi e non li sanno risolvere. Chi voterà Monti vota per  impoverire ulteriormente il nostro paese… Chi vota per Berlusconi o gli esuli.. vabbè no comment! Chi Vota M5S forse non vota per Grillo ma per le persone … Chi vota lega… anche li non capisco  può solo votar per alcune persone ma ormai sono veramente  in un gorgo.

      “La storia un giorno ci dirà di dover essere grati a questi governanti che si opposero alla dittatura non avendo noi italiani dimestichezza con la democrazia.”

      Chi? Merkel Holland/Sarcosi e contorno di Monti? – siamo messi bene… loro stanno facendo gliinteressi del nord Europa non di un’Europa dei popoli.

      “Se loro intervengono in vece nostra è perchè conoscono le nostra capacità di portare al potere personaggi discutibili capaci di fare i propri interessi a discapito degli interessi generali e con qualche prurito fascistoide.

      Ah bhe! se per evitare un fascistorde ci ciamo in pasto alal repubblica di Weimar … la cura mi pare peggio della malattia! Secondo me succede fra due anni con Monti al governo che il tuo pronostico sarà miseramente  vero… Merkel e Co invaderanno economicamente l’italia e  diventeremo i loro schiavi…. e  il tutto solo con una guerra commerciale… Ma questo te lo lascio a te …io me ne sarò giàandato di qua!

  • Ma cosa scrivi, Campisi? Mai letto un cumulo di baggianate più insulse e stupide! Quindi se con regolari elezioni vimce qualcuno che a te non piace, sia esso Berlusconi o chiunque altro, bisogna chiamare gli stranieri affinchè ci commissarino? Se invece gli italiani votano coerentemente con le stronzate che girano nella tua povera capoccia, allora va tutto bene. Mi dispiace usare il turpiloquio, ma con quelli come te l’unica e mandarvi immediatamente a cagare! Vacci subito, non perdere tempo. Che stronzate che si devono leggere!

    • scusa umberto ma come ti permetti di insultare cosi chi esprime una posizione diversa dalla tua? ma quando discuti faccia a faccia con la gente parli cosi? non credo a meno che ogni volta tu non vada via con un’occhio nero…

      nel merito di quanto detto credo che sia sacrosanto dire che gli italiani si fanno abbindolare da decenni quando sono alle urne. non è colpa solo loro ma una buona dose di ignoranza, furbetteria e presunzione di saperla sempre più lunga del vicino hanno portato all’elezione ad esempio di berlusconi per 3 volte e sono convinto che oggi si presentasse monti lo voterebbero in massa , cosa che sappiamo fare meglio come un greggge di pecore ammaestrate dai media. inoltre e non ultima questa totale mancanza di rispetto per le opinioni altrui ci portano a essere un paese diviso e livoroso attraversato dda curve di tifosi che si afrontano per aver ragione senza possibilità di appello.

  • a parte le prossime, ho sempre avuto la sensazione che siano una farsa, sempre.

    possibile che in tutte le “”democrazie occidentali”” le masse, i popoli siano sempre spaccati a metà??? di solito le coalizioni vincono sempre con 2-3 punti di vantaggio e solitamente si alternano.

    possibile che i dati raccolti nelle province siano comunicati al ministero dell’interno dai vari prefetti PER TELEFONO???

    possibile che nei vari televoti, raccolte fondi, elezioni, l’aspetto più importante, cioè tutta la macchina operativa che svolge la funzione di raccolta fondi o dati, sia anche la più trascurata e meno raccontata dai media???

    FORTISSIMI DUBBI anche perché se tutto, come abbiamo visto, è farsa, basta approfondire un po’ le questioni qer rendersene conto, perché uno degli aspetti più importanti del sistema non dovrebbe esserlo???

    mi auguro di no ma i dubbi ce li ho…

  • Se il M5S vince le elezioni nazionali, questi personaggi per restare al potere ci dovranno mandare i carri armati. Per Napolitano non c’è problema, c’è abituato ad applaudire operazioni “democratiche” militari (vedasi fatti ungheresi).

  • ….Ma alla fine andò andò storta anche questa.Un carico di aragoste provenienti dal Cile atterrò a Francoforte.Fu il caos.L’epidemia si sparse velocemente:impossibile riconoscere il virus.

    Fu tanto letale che i morti lasciati in ogni dove dalle ambulanza ancora attive si accatastavano come sacchi di spazzatura.Sui marciapiedi,nei centri commerciali,negli  uffici,dappertutto.

    In pochi giorni il virus H7F14 detto anche Peste degli Incas,raggiunse ogni angolo d’Europa.

    L’epilogo di queste grandi e gloriose civiltà fu totale.

    Eccezzionalmente il grande immunologo americano Farak Omamma trovò il vaccino.Riuscirono a tamponare l’epidemia prima che distruggesse l’intera umanità.

    La data di imbarco delle aragoste riportata sulle casse era il 21-12-2012.

    E come i Maya,sterminati da un virus sconosciuto anche loro e che contaminò tutto il mais del nuovo continente,anche i popoli europei dovettero lasciare il posto della Storia.

    Che sempre,ma proprio sempre,si ripete.

     

    (P.S. Con molta modestia ho voluto terminare quel che sembra un racconto incompiuto di fantapolitica.Anche se purtroppo è la realtà.Grazie Claudio).

    Ed ora tutti a firmare per una democrazia migliore.Senza Borgia,messaline e macchiavellisti infami,Monti e i 1000 ladroni.

  • Meglio che gli italiani non votino, se no poi ci rimettono Berlusconi alla guida del paese. A sto punto meglio che scelga l’Europa e la Merkel visto il panorama di elementi da galera che siedono in parlamento, e visto che gli italiani non distinguono un delinquente manco a pagarli

  • Volevo segnalarvi questo interessante documento dal quale ho tratto questo stralcio.

    “The truth is that the Community Treaties – originally
    signed to promote Trade Law in a small part of the world – have been repealed
    April 15, 1994, when Nations from each part of the world convened in Marrakech
    and decided to promote Trade law over the entire planet (say: GLOBALIZATION) and
    gave this mandate to the World Trade Organization (today: 157 Members). Governments

    of Italy, Germany and France, as full members of International organizations, should
    simply continue to exercise (as done
    when they signed the WTO Treaty) every day their rights and duties, as they’ve
    just made last 29 november voting about Palestine: if they don’t do so, they’ve
    to know that, however, nobody else has the capacity to represent their peoples”.

    http://http://www.dariociccarelli.org/
  • CAMPISI sei tu che non capisci niente di quello che leggi! L articolo diClaudio ma basterebbe l esperianza diretta di 60 anni di falsa democrazia, testimonia ilf atto che non si abbiamo alternative di fondo. Il problema non e’ berlusconi si o berlusconi no, ma la mancanza di scelte reali e alternative a lui, visto che sia destra che sinistra si ritrovano appiattite  sui diktat degli sfruttatori internazionali che noi chiamiamo EUROPA. Non fare lo SCHIAVO, non difendere i tuoi aguzzini, al contrario tira fuori le palle e inizia a combattere per i tuoi diritti, perche il tuo popolo,e la tua gente, che tu critichi di incapacita e’ la migliore e la piu civile dell europa e del mondo intero, gente per la quale la pena di combattere vale eccome! 

  • Abbiamo scelta? L’unico movimento che potrebbe di arrivare al governo è l’M5S e nonostante la loro evidente pericolosità (vedi gli accadimenti di questi ultimi giorni, non sono per me una sorpresa), li voterò. Quand’anche fossero una distruzione totale, ci aspetta qualcosa di meglio nel futuro con la ricetta Monti?

    Inoltre il fatto che altri all’estero pretendano anche solo influenzare il nostro voto.. diciamo elegantemente, che mi fa un po’ irritare.

  • ciao Claudio , volevo fare una domanda , si parla spesso di rinegoziazione dei parametri di Maastricht, è possibile farlo ? quali sono questi parametri da cambiare ? riguardano sempre la sovranità nazionale o si va nello specifico tecnico finanziario ?

    grazie a prescindere

  • Ottima e semplice spiegazione di quello che stà avenendo, BRAVO CLAUDIO

    Viso il perdurarsi della crisi, nelle sfere alte dell’EU hanno pensato semplicemente di salvare le economie del nord europa, canibalizzando le economie del sud europa, inventando scuse generiche, sulla gestione politico – finanziaria sui PIIG, che sono deboli e poco rappresentati nel mondo delle lobby europee, e quindi questi ultimi sono diventati terra di conquista da parte delle rapaci lobby internazionali che visto il complice andamento dei tassi di costo del denaro BASSISSIMI e la crisi che distrugge ogni sorta di certezza, incentivano alla depredazione di quello che ha o avrà un valore nel dopo crisi a prezzi di saldo.

    Se solo questo fondamentale concetto fosse compreso almeno dal 10% degli elettori Italiani!!!!!

    Ma avete visto quanti esponenti della vecchia poitica in questo ultimo mese si stanno prodigando per leccare il C. al nuovo potente, parlano di cambiamento e invece è solo per conservarsi la tanto agoniata poltrona!

    Sono arrivati al punto di disconoscese il Silvio, il podrone degli ultimi 20, nel senso che in Italia non si muoveva foglia che Silvio non voglia!

    Se solo Grillo fosse in grado di regolare il suo naturale atteggiamento, e non rivolgersi alla gente cose se si fosse sempre il un teatro, dove danno un suo spettacolo, a parlare ad un suo pubblico pagante e selezionato, ma riuscisse ad entrare anche nella considerazione dei tanto ricercati “MODERATI” utilizzando un atteggiamento e un linguaggio appropiato.

    Quanti patimenti in meno per il nostro popolo, che cerca solo un sistema SOSTENIBILE per poter continuare a VIVERE in una terra meravigliosa piena di fascino e bellezze (nonostante l’operato di pochi) che tutto il mondo ci invidia!

    L’unica speranza è davvero cercare INFORMANDO il consenso alle prossime elezioni, perchè il passo in atto adesso da parte della troica è proprio quello di toglierci la rappresentazione della sovranità popolare imponendoci la loro linea politica.

  • Ma la realtà è ancor più triste, perchè quando gli italiani potranno esprimersi finiranno ancora una volta per scegliere la famigerata alternanza a cui non hanno mai saputo dare una radicale svolta.

    Sembra che siamo destinati al peggio.

    Che sia per una volontà imposta o che per una libera scelta, ci attende il sogno europeo che ha tutta l’aria di volersi trasformare in incubo. Sebbene nel secondo caso possiamo dire di essere noi gli artefici del nostro destino, rimane l’amaro in bocca perchè per noi che abbiamo approfondito il tema economico, senza il filtro dei grandi media, c’è la forte sensazione che tanti italiani se sapessero non sceglierebbero il PD, il partito che più di tutti è compatto verso l’Europa Unita, anche se l’unione è ottenuta con lo sputo.

  • Mi sembra che la fantapolitica ci stia prendendo la mano…Tremonti ha sempre saputo ciò che ora sostiene da Santoro. il quale mi sembra ancorato alla vecchia politica ed ai vecchi politici…tra l’altro molto commovente l’intervento di quel poveretto che aveva solo 9 appartamenti ed aveva problemi con l’IMU…

    Detto questo nel calderone ormai c’è di tutto,verità ed balle spaziali ed un Berlusca da santificare subito!

    …ma per favore…

  • Per chiudere il cerchio riguardo questo bellissimo articolo di Claudio, occorre ricordare una cosa molto importante che, secondo me dobbiamo sempre tenere a mente perr la eventuale risoluzioe del problema…”perchè lo fanno”.

    Perchè tutti i tecnocrati, da Monti a Draghi, Von Rompuy, Barroso, Hollande ecc. vogliono sempre più Europa, dicendo che tutto va bene, che le “riforme” sono quelle giuste ed occorre continuare su questa strada?

    Perchè il nostro Presidente Napolitano si sta invecchiando precocemente nello sforzo di imporci questo economicidio in nome dell’Europa?

    Forse perchè una legge fondamentale dell’economia recita che “dietro ad una grande ricchezza si cela sempre una grande povertà”

    Con lo sviluppo della civilità c’è stato un proporzionale incremento del benessere delle popolazioni mondiali, e questo chiaramente ha fatto suonare, già da molti anni il lampeggiante delle elites economiche.

    L’Unione Europea è stato concepito come un grande progetto ideologico ma che non poteva privare logicamente i singoli stati, così diversi fra loro, della sovranità monetaria.

    Ce lo disse lo stesso Jacques Attali: “l’Euro non è stato pensato per la plebaglia europea”.

    Si vuole ricreare un solco profondo fra i potentissimi illuminati, i loro asserviti di secondo grado ed il resto della popolazione.

    Io, anche per estrazione politica, non sono contrario al fatto che esistano, in un mercato liberista come quello odierno, persone che riescano ad accumulare ricchezze enormi…ma è chiaro che la loro attività economica non può far regredire secoli di conquiste in termini di benessere e welfare, non possiamo essere noi le leve su cui possono incrementare il loro potere.

    La società precedente, quella dei consumi sfrenati, degli sperperi, del degrado ambientale deve essere comunque superata, ma non si deve usare questa motivazione come capro espiatorio per schiavizzare un popolo come il nostro e come quello dei nostri vicini mediterranei (almeno per ora).

  • Il 21.12.2012 crollerà il Sistema bancario occidentale, ma ce ne accorgeremo solo il 24, perché sabato e domenica le borse sono chiuse.

    Avvalorano la previsione  le notizie di nuove stragi a Las Vegas e in Alabama, della caduta della Clinton – quella che voleva ad ogni costo che Assad scappasse dalla Siria – con conseguente commozione cerebrale, della fornitura da parte della Russia di armi sofisticatissime all’esercito siriano, dell’intervento in favore della Siria di una brigata di 15.000 iraniani, della debacle completa dei contractors pagati da Obama, della rinuncia di Hollande a fornire nuove armi ai criminali che si spacciano per ribelli e dell’aumento dei Paesi che si sono dichiarati amici di Assad.

    Tra pochi giorni il mondo sarà capovolto di 180 gradi.

  • è incredibile che ci troviamo in questo stato di cose e domattina i commenti del 80% dei miei colleghi saranno sulla domenica sportiva, qualcuno parlerà della solita trasmissione su radio 2, e i più intelligenti staranno zitti. il nostro problema è il silenzio della mente, non è possibile cambiare l’Italia, è solo possibile crearne un altra. Non mi fido neanche più del M5S, sono certificato e ho seguito il moviemento dalla nascita, ma adesso sono triste e il futuro è per me oscuro e cupo. il solo fatto di dedicare il mio tempo a scrivere su un blog altrui piuttosto che protestare per la mia condizione di sub-umano mi rattrista più di ogni altra cosa…

    Nè io nè voi abbiamo futuro, rendiamocene conto e prepariamoci a soccombere, risparmiamo il fiato almeno, ancora non siamo inseguiti dai celerini, ma manca poco.

    Un Quaquaraquà

  • @ByoBLu-CM,

    1) In realtà alla fine della seconda gyerra mondiale i giochi erano molto più aperti perché venivamo da una catastrofe planetaria che aveva messo in discussione molte cose e a Est c’era il pericolo rosso che costringeva il capitale a venre a patti con il lavoro. La prova più significativa è il testo della Costituzione che, ancora oggi, è un capolavoro di civiltà democratica.

    2) Occhio ai giudizi dei vari premi nobel e dei corrispondenti di giornali come il Financial Times, il WSJ o l’Economist!: trattasi dei tamburini dell’ideologia mainstream, il pensiero unico neoliberista che ci ha portato sino a qui. E poi, in realtà, nel complesso anche loro mi sembra che suonino la grancassa a favore del Bocconiano.

  • Faccio un complimento a Claudio che nel corso dell’ultimo anno ha fatto nettamente un progresso nella ricerca delle vere cause di avvenimenti importanti come la crisi economica mondiale.

    Stai scalando i gradini della vera informazione,ragionando con la TUA testa.

    Già da tempo chi denunciava i veri poteri veniva definito “complottista”.

    Mai definizione fu più errata. Complottista è chi i complotti li fa,non chi li subisce e tende a smascherarli.

    FMI,BCE,Unione Europea,Federal Reserve,Goldman Sacs,Società di Rating,Bilderberg,ecc.. sono solo la parte “economica”.

    Poi c’è la parte  piu occulta: le società segrete di tipo massonico-satanico.

    Se non lo hai già compreso,arriverai a capire ben presto che il cosidetto NUOVO ORDINE MONDIALE è il centro della questione.

    Mentre alcuni si soffermano solo su alcuni gruppi (esempio:Sionisti) si dovrebbe capire che è l’intero SISTEMA fatto di molte organizzazioni (Banche,Multinazionali,Società Segrete,Organizzazioni statali e internazionali,gruppi politici,grandi Religioni,ecc..) che è colluso e corrotto.

    Potrebbe sembrare un assurdità,una cosa troppo grande…ma ogni giorno gli avvenimenti mi confermano che è così: stiamo andando verso un Nuovo Ordine Mondiale,e credo di non esagerare nel dire che sarà sempre più cosparso da vittime innocenti e ingiustizie.

    Sarà,ma penso che il fulcro del potere siano società elitarie di tipo satanico,che influenzano tutto il resto del sistema.

    Non ce n’è una sola. Sono diverse. Basta fare ricerche e i nomi delle più potenti,si trovano anche sul Web. Sono persino presenti nei palazzi dell’ONU.

    E inizio a pensare che quelli che fanno parte di queste ristrette cerchie occulte,abbiano realmente contatti con esseri invisibili che ne determinano il potere.

    Staremo a vedere.

    Tu continua la tua ricerca,forse giungerai alle mie stesse conclusioni.

     

  • Apertura di Barnard al M5S:

    http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=523

    Beh, quelli che su questo blog invocano l’unione delle forze tra Grillo e Barnard possono essere contenti, in fondo e’ una possibilita’. Tuttavia a me continuano a non piacere i toni di Barnard, il quale invita i ragazzi del M5S a smarcarsi da Grillo e Casaleggio, ma a condizione che si affidino a lui, ovviamente. Barnard invita i ragazzi a “ragionare” di testa propria, ma non mi sembra che la sua sia un’offerta molto “libera”: provate ad avanzare un seppur minima domanda critica nei confronti della MMT e vedete se ve la potete permettere con Barnard!

    Io invito gli attivisti di M5S ad accettare la proposta di Barnard, ma con la preghiera di saper essere critici/dialettici anche nei suoi confronti e a tenervi pronti a smarcarvi anche da lui, se necessario: in fondo vi ha invitati a pensare con la vostra testa, non con la sua!

     

  • Caro Claudio, io ti ammiro tantissimo per il lavoro che stai facendo, ma non riesco a capire il tuo sfrenato amore per il M5S. Anche io fino a pochi giorni fa probabilmente avrei votato per Grillo, ma solo perchè non c’era alternativa. Oggi però un’ulteriore alternativa esiste, almeno credo, ed è “LISTA SI” o anche chiamati “QUELLI CHE SIAMO ITALIA” che ha per candidato premier, come ben sai, PAOLA MUSU. Non credi che possa essere un’alternativa più credibile e soprattutto più democratica del M5S? Spero che vorrai dedicare qualche tuo bel servizio alla nascita di quest nuovo movimento. Ciao e buon lavoro.

    • James62, il realismo ci vuole eccome, sono d’accordo con la tua analisi. Il voto va dato a chi ha un potenziale per far qualcosa ma se questo “chi” non accetta certe condizioni e opportunità (l’invito di Barnard), allora la cosa è diversa.

      Se il M5S dimostrerà indipendenza e coglioni da andare su una strada che non sia necessariamente quella dettata da Grillo e quindi da Casaleggio (la strada giusta, che indicano Barnard e la Musu), allora avrà il mio voto; altrimenti, sarò costretto a non votare, come al solito…

      Mi piacerebbe sentire l’opinione di Claudio sull’invito di Barnard e l’amore “represso” che c’è tra lui e il M5S…

    • bentornato bgaluppi, il movimento m5s non può farcela da solo e’ neccessario un avvicinamento da parte di Barnard,  Musu con la collaborazione di(mi ripeto) Nino Galloni Zecchi Bagnai Borghi Undiemi unire idee valide per spazzare via il vecchio a questo punto non c e’ soluzione, il rischio e’ veramente alto e l’occasione unica, e’ necessario trovare un punto d’incontro-mente e braccio devono muoversi nella stessa direzione- 

  • @attlio: il problema è lo sbarramento: SI Italia ce la fa a superarlo???? Non credo. a quel punto il voto va disperso, mentre 5 stelle è certo di entrare…

  • Entro anche io nel merito della questione Barnard/ME-MMT.

    Premetto che ammiro molto Barnard, per il suo coraggio e per cio’ che propone, tant’è che mi sono anche lasciato convincere (cosa rarissima) ad effettuare un piccolissimo contributo per la famosa pagina pubblicata sul Corriere della Sera.

    Detto questo e dopo aver provato a leggere i teoremi della ME-MMT, la speranza che ancoro nutro per questa salvifica teoria, ogni tanto viene offuscata da qualche nuvolotto dei paradigmi sul debito che ci hanno sistematicamente inculcato e che faticano a scomparire.

    Inoltre, qualche dubbio me lo crea l’atteggiamento di una persona che stimo quasi alla stessa maniera di Barnard, cioè Alberto Bagnai.

    Ho vissuto con rincrescimento le famose diatribe fra i due…allora mi è venuta un idea.

    Se Bagnai non intende confrontarsi con il profano Barnard, allora lo faccia con Mosler, si organizzi un bel tavolo di confronto fra i due, magari provando anche ad inserirci Parguez e Borghi e vediamo che ne esce fuori.

    Forse sono troppo ottimista e sottovaluto il potere dell’ego delle persone, figuriamoci quando poi queste sono dei professori stimati e conosciuti, però così almeno ci togliamo qualche dubbio noi e qualcuno forse anche loro.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi