Grillo: è vero che la base è spaccata?

M5S-MAQUALEBASESPACCATA-Blog

Qualche giorno fa vi ho chiesto se a vostro parere fosse vero che la base del Movimento Cinque Stelle è divisa, come titolano i giornali. Come è ormai usuale, avete partecipato in tanti, segno che la questione è per voi di assoluta rilevanza. Ho chiuso il sondaggio alla mezzanotte di ieri sera, dopo 6352 risposte. I risultati, anche questa volta, parlano chiaro.

 

  1.  Il campione.
  2.  Siete con Grillo o contro Grillo?
  3.  Voterete comunque per il Movimento Cinque Stelle?
  4.  Conclusioni.

  1 – il campione

La prima domanda era volta a suddividere le risposte in base al rapporto che avete con il Movimento Cinque Stelle. Vi ho dunque chiesto se siete simpatizzanti, attivisti, eletti, o se invece non siete simpatizzanti né sostenitori. Ecco come vi siete dichiarati:

Sondaggio - byoblu - Che rapporto hai con il Movimento Cinque Stelle

Dunque il 63,7%, ovvero 4049 partecipanti, si dichiarano sostenitori o simpatizzanti. Il 24,5% (1559 partecipanti) sostiene di essere un iscritto, e dunque è rappresentativo della cosiddetta “base”, mentre l’11% (697 partecipanti) si dichiara non simpatizzante. Ci sono poi 47 utenti, lo 0,7%, che sostengono di essere eletti del Movimento.

 2 – Siete con Grillo o contro Grillo?

La seconda domanda recitava così: “Che opinione ti sei fatto circa il video in cui Beppe Grillo annuncia l’allontanamento dei cosiddetti “dissidenti”, e il conseguente ritiro dell’autorizzazione dell’uso del simbolo a Giovanni Favia e a Federica Salsi?“. In sostanza, fuor di metafora, si chiedeva se quel “fuori dalle palle” fosse nel caso specifico condivisibile e liberatorio, oppure se fosse un pericoloso segnale contro la democrazia.
Ecco come hanno risposto coloro che non si dichiarano simpatizzanti del Movimento Cinque Stelle:

Sondaggio - byoblu - Sei d'accordo con Grillo sull'espulsione di Favia e Salsi?

Il 43,8% dei non simpatizzanti (305 partecipanti) non è d’accordo con Grillo. Il 35,4% (247 partecipanti) è invece d’accordo, mentre il 20,8% (145 partecipanti) vede ragioni e sbagli equamente distribuiti tra Grillo e i cosiddetti “dissidenti“. Le ragioni dei “non simpatizzanti”, che sono state raccolte con il modulo aperto contenuto nella terza domanda, sono disponibili in questo pdf.
Come hanno risposto, invece, i simpatizzanti o sostenitori del Movimento Cinque Stelle? Ecco il grafico:

Sondaggio - byoblu - Sei d'accordo con le espulsioni di Beppe Grillo?

Coloro che si dichiarano simpatizzanti del Movimento Cinque Stelle sono con Grillo al 71,7% (2903 partecipanti). Tra loro, solo il 17,2% (695 partecipanti) vede ragioni e sbagli da ambo le parti, mentre l’11,1% (451 partecipanti) disapprova. Ecco il pdf con le loro motivazioni.
Ora veniamo a quella che possiamo considerare la “base“, ovvero a coloro che si sono dichiarati attivisti iscritti ufficialmente e certificati. Hanno risposto così:

Sondaggio - byoblu - La base p d'accordo con Grillo sulle espulsioni di Favia e Salsi?

Si può dire che la “base” sia con Grillo al 75,5% (1177 partecipanti). Il 13,4% (209 partecipanti) non prende una posizione netta, mentre l’11,1% (173 partecipanti) disapprova. Rispetto ai semplici sostenitori, la “base” approva con una percentuale lievemente superiore, ha la stessa quota di dissenso ma una parte più consistente di indecisi. Le motivazioni espresse da chi si dichiara iscritto ufficialmente al Movimento Cinque Stelle sono raccolte in questo pdf.
I 47 partecipanti che si dichiarano eletti, invece, si sono espressi così:

Sondaggio - Byoblu - Gli eletti del Movimento Cinque Stelle sono d'accordo con Grillo sulle espulsioni a Favia e Salsi?

Il 59,6% è d’accordo con Grillo. Il 19,1% è indeciso e il 21,3% disapprova. Le loro dichiarazioni sono contenute in questo pdf.
Nel complesso, il totale degli intervistati ha risposto così:

Sondaggio - byoblu - Sei d'accordo con Grillo sul caso Salsi e Favia?

Il 68,6% del totale degli intervistati (4355 partecipanti) si dichiara comunque a favore alla posizione di Grillo nella questione dei cosiddetti “dissidenti”. Il 16,7% (1058 partecipanti) vede ragione e torto equamente distribuite, mentre il 14,8% (939 partecipanti) disapprova l’approccio di Grillo alla questione.

3 – Voterete comunque per il Movimento Cinque Stelle?

L’ultima domanda, la quarta nell’ordine (la terza era volta unicamente a raccogliere le motivazioni individuali, con un campo di testo libero), chiedeva: “Voterai per il Movimento Cinque Stelle alle prossime elezioni?“.
Ecco come hanno risposto coloro che si sono dichiarati non simpatizzanti:

Sondaggio - blog - I non simpatizzanti voteranno per Grillo?

Il 42,5% dei non simpatizzanti (294 partecipanti) dichiara che non voterà per il Movimento Cinque Stelle alle prossime elezioni politiche. Il 34,2% è ancora indeciso, mentre il 23,3% voterà per il Movimento Cinque Stelle. Chi, tra loro, alla prima domanda non era d’accordo con Grillo, sostanzialmente non voterà neppure per il Movimento Cinque Stelle, mentre di quel 35,4% che era d’accordo, solo il 23,3% tuttavia voterà per il Movimento Cinque Stelle: una parte di quel consenso migra verso gli indecisi, che totalizzano il 34,2% delle risposte.
Veniamo ora a coloro che si dichiarano sostenitori/simpatizzanti. Ecco come hanno risposto circa le loro intenzioni di voto.

Sondaggio - blog - i simpatizzanto di Grillo per chi voteranno?

Ben l’86,5% dei simpatizzanti dichiara che voterà per il Movimento Cinque Stelle alle prossime elezioni (3490 partecipanti). Dunque quel 17,2% di indecisi, che non sapevano scegliere se Grillo avesse fatto bene o male con la sua decisione circa i “dissidenti“, sostanzialmente nella prospettiva delle urne sceglie comunque di votare per il Movimento Cinque Stelle, e si aggiunge al 71,7% di chi già era convinto. Buona parte (era l’11,1%) di chi riteneva che Grillo avesse fatto male, si dichiara tuttavia indeciso circa il voto (l’11,3%), e solo il 2,2% (90 partecipanti) dichiara che non voterà per il Movimento Cinque Stelle.
Come dichiara di votare, invece, la cosiddetta “base“? Ecco i risultati:

 Sondaggio - Blog - La base del Movimento Cinque Stelle voterà in maniera concorde?

La “base” dichiara che voterà per il Movimento Cinque stelle in maniera compatta: il 93,3% (1451 partecipanti). E’ indeciso solo il 4,7% dei partecipanti al sondaggio che si dichiarano iscritti ufficialmente tra gli attivisti, mentre il 2,1% dichiara che non voterà per il Movimento Cinque Stelle alle prossime politiche. Anche in questo caso, rispetto alle valutazioni fatte sulle scelte di Grillo in merito ai cosiddetti “dissidenti”, quella parte di indecisi della “base” si unisce alla parte di coloro che sono favorevoli a Grillo per quanto riguarda le intenzioni di voto.
Invece, coloro che si dichiarano eletti del Movimento Cinque Stelle dichiarano di votare secondo queste percentuali:

Sondaggio - Blog - Per chi voteranno gli eletti del Movimento Cinque Stelle alle politiche 2013?

L’89,4% degli eletti voterà per il Movimento Cinque Stelle. Significa che tutti quelli che erano indecisi circa la presa di posizione di Grillo si sono aggiunti a coloro che erano invece favorevoli, insieme a parte di coloro che erano sfavorevoli. La restante parte si riposizione tra gli indecisi (2,1%) e coloro che dichiarano che non voteranno per il Movimento Cinque Stelle (8,5%).
Nel complesso, questa è la posizione espressa da tutti i partecipanti al sondaggio, circa le intenzioni di voto:

Sondaggio - byoblu - Voterai per il Movimento Cinque Stelle, alle prossime elezioni?

L’81,3% dei partecipanti complessivi (5144 voti) dichiara che alle prossime elezioni politiche voterà comunque Movimento Cinque Stelle, indipendentemente dalle posizioni assunte da Beppe Grillo circa il caso dei cosiddetti “dissidenti”. Il 12,1% (765 partecipanti) si dichiara indeciso, mentre il 6,6% (420 partecipanti) dichiara che non voterà per il Movimento Cinque Stelle.

4 – CONCLUSIONI

Il campione sono i lettori del blog, in parte rappresentati da attivisti e simpatizzanti del Movimento Cinque Stelle, in parte da cittadini con un altro orientamento. I risultati non descrivono un universo diviso a metà, come spesso viene prospettato dai media, che parlano ripetutamente di “base spaccata”. Prendendo in considerazione una combinazione di coloro che si dichiarano “attivisti” o “eletti”, il 75% è d’accordo con l’impostazione di Grillo circa i cosiddetti “dissidenti”, e il 93,1% di loro voterà per il Movimento Cinque Stelle alle prossime elezioni politiche. Anche prendendo in considerazione il totale degli intervistati, comprendendo dunque i non sostenitori di Grillo, la percentuale di consenso verso le sue scelte è comunque del 68,6%, mentre ben l’81,3% dichiara un intenzione di voto favorevole al Movimento Cinque Stelle. Convincendo anche gli indecisi, c’è comunque il potenziale per raggiungere il 93,4% dei consensi misti e il 97,7% dei consensi tra la “base” e gli eletti.
Non sono dati che si possano definire preoccupanti. Considerato poi che Bersani, dopo le scorse primarie, governa il PD con il 60% dei consensi, è molto più spaccato il Partito Democratico del Movimento Cinque Stelle. Ditelo ai giornalisti.

73 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Dobbiamo dirlo alle urne. Il pericolo è nella disinformazione alla Ballarò o in chi attacca le persone e non discute delle idee e sulle proposte: o peggio ironizza su ciò che gli altri affermano e sostengono. L’effetto voluto e ottenuto è che, ridicolizzando e senza contraddittorio, passano quei messaggi negativi (vedi gli attacchi a Grillo o a Berlusconi o alla Lega) e anche quelli positivi (vedi le sviolinate per Monti e il suo governo). Se avessimo un’indicazione di quante persone voteranno, divise per età e per numero di minuti/ore passati davanti alla tv e ai tg in particolare, di certo il quadro in nostro possesso potrebbe dirci dove dobbiamo agire e,se avessimo anche delle persone competenti in “elezioni politiche”, come . Diversamente, e non per fare la Cassandra di turno, si è già perso in partenza: certo che si perde anche se si pensa di avere già perso, ma con la carica emotiva giusta invece di guardare una partita in tv, si va in giro a fare propaganda di casa in casa. Certo occorre essere convinti, avere un programma di pochi punti (quelle cose che servono e che se si va al governo si possono, davvero , fare) da poter aver il tempo di illustrare (e parlo da venditore che sa che ha pochi minuti per far apprezzare un prodotto o pochi prodotti e non un intero catalogo di 500 pagine). C’è e ci sarà chi pensa che è tempo sprecato e che sto vaneggiando.

    • Inutile andare in televisione perchè:

      -Le tv sono ‘predisposte’  a sottostare ai partiti dominanti, alle mode come ad esempio l’abuso della parola ‘populista’ appiccicandola al M5S senza neanche spiegare cosa vuol dire e perchè lo fa.

      -Il lavoro del politico è ‘parlare’, dire quello che la gente vuole sentire, controbattere prontamente, evitare le domande scomode.. tutto sempre ‘parlando’. Il lavoro dell’eletto al M5S è LAVORARE e non parlare. In un confronto tv tra questi due, prevale ovviamente il politico che predica bene e spezzo razzola ovunque c’è da razzolare.

      Per questo è meglio lasciare parlare la tv nel bene o nel male del M5S (come si dice parlane bene o male l’importante è che se ne parli) e lasciare che quelli che hanno una testa pensante e sono meno predisposti ad essere plagiati dai media si facciano un’idea ragionsta di cosa è giusto e cosa è sbagliato informandosi in internet.

      Quelli che non hanno voglia di capire e si accontentano di farsi dire dalla tv cosa è giusto e sbagliato non cambieranno idea se nei takl show ci vanno quelli del M5S per i due punti sopracitati.

       

       

    • si dobbiamo dirlo alle urne, ma posso farvi una proiezione sui prossimi risultati elettorali? senza percentuali. vincera’ il PD sono i piu’ presenti in tv e sanno “parlare” bene sono addestrati  all’oratoria, da sempre la sinistra si è alternata alla destra e poi tutti hanno la tv davanti alla poltrona o guardi la partita o il talk show politicalchic pochi si informano sulla rete. Qualche gruppetto prenderà una manciata di voti si formeranno le solite inutili coalizioni con le stesse facce. Il PDL frammentato -neanche la promessa di abolire l’IMU lo portera’ lontano, nessuno ci crede piu’- sentira’ il suo tonfo. L’M5S starà all’opposizione -forse- con nessuna possibilita’ di contare qualcosa, amministrare un Comune e’ diverso che amministrare uno stato, ma il problema è che chi vuole il cambiamento non lo dice in maniera chiara con parole semplici quindi non vengono capiti dai più. Chi dice “io mi propongo per: uscire dall’euro, rivoglio la sovranita’ nazionale, voglio la riforma della giustizia, rispetto della Costituzione cosi’ come e’ stata scritta dai nostri Padri ecc..Chi lo dice? NESSUNO! infatti tutto resterà come sempre, immutato. Sbraitate gente sbraitate che niente sarà cambiato. Ma io posso cambiare la mia vita andando via da questa desolante decrepita Italia. Auguri a tutti

    • Ma INFATTI!! RAGAZZI, MA QUALCUNO TRA VOI LI Ha LETTI STI COMMENTI AL SONDAGGIO? per esempio, pag 3 commento 14 del PDF degli eletti: “sono un coglione” CIT. RAGAZZi, ma vi rendete conto????? Questo sondaggio non ha alcun valore perché è stato fatto su internet senza alcun controllo e sono pronto a scommettere che più della metà delle risposte vengono da gente come quella che ho citato precedentemente!!! CLAUDIO, ma almeno tu potevi leggere le risposte e eliminare quelle che sono palesemente inaccettabili!!!!!!!! NON ME L’ASPETTAVO DA TE NON LEGGERO PIÙ QUESTO BLOG PERCHÉ È DAVVERO TROPPO AMATORIALE

    • Non mi trovi del tutto d’accordo.

      Premesso che chi è nel M5S al 99% possiede o utilizza una connessione ad internet, che segue certamente il Blog di Beppe e con molta probabilità altri Blog, è facile che questo sia un punto di riferimento. Se a questo aggiungiamo che gli eletti ad oggi, se non mi sbaglio, sono 49, significa che 3 erano impegnati a fare altro.

  •  

    @Illupodeicieli:

    Oddio ora anche i Grillini alle porte come i venditori di folletto e i testimoni di Geova!

    gli uni li elimino con in casa amo la polvere, gli altri li elimino dicendo menomale che viene la fine del mondo così non devo più aprirvi la porta. 

    E per i grillini cosa mi invento? Trovato … prendo un piccolo grillo ammaestrato (insetto) e aprendo la porta posso dire: “fuggite via o schiaccio il grilletto!”

      ragazzi un po di ironia… ahahahah

    • In qualche maniera occorre riuscire a far conoscere la propria opinione. Gli altri hanno i talk show dalla mattina alla sera, cui sommare i vari tg e i programmi ,si fa per dire, di approfondimento. Non scordiamoci ,poi, la Chiesa ,almeno quella cattolica che, secondo alcuni è pro Monti: eppure ,avevo letto di un sacerdote o un parroco forse, che si era espresso contro la politica dell’attuale governo. Una notizia poi finita nel dimenticatoio. Per cui chiunque, compresi i grillini, dovesse e volesse farsi conoscere come dovrebbe fare? Silvio aveva dei media già in suo possesso e che lo hanno, almeno in numerose occasioni, non solo difeso ma amplificato le sue "uscite" e promoso la sua "discesa" in campo. Chi non ha questi mezzi, chi non dispone di amici compiacenti nei media, cosa può fare? A me è venuto in mente di fare quello che ,oggi come oggi, per contrastare la GDO, suggerisco ai miei rivenditori di mobili: fatevi vedere, parlate con le persone, cercate di far sapere a più persone possibili che cosa fate per vivere. Andate in giro e non, fissi, dentro il negozio. Oppure, se il metodo folletto o testimoni non piace, fate un mix in stile mormoni: in giro, a piedi e non con auto dotate di megafono (donne! è arrivato l’arrotino…oppure:ripariamo la vostra cucina a gas…) e un tavolino d’appoggio con due sedie. Tutto questo, e altre idee, se si è convinti che il web da solo non basta, se si pensa che ciò che poteva dare, in termini di diffusione e confronto di idee, lo abbia già dato.

  • Signori hanno paura. 

    La campagna elettorale è iniziata e noi non saremo in TV, ci offenderanno, ci diffameranno, cercheranno in tutti i modi di farci perdere i consensi; ma noi saremo nelle piazze, con i cittadini. Alla fine ne usciremo più forti che mai, il parlamento si dovrà preparare ad una delle più grandi opposizioni che abbia mai visto. 

     

    Ci vediamo in Parlamento. 

  • Dopo aver visto il video di grillo che dice che chi non e’ d’accordo con lui va’ fuori dalle balle, aver riflettuto su casaleggio e il suo legame con i rothschilds e aver appurato che il movimento 5stelle non ha come punto principale la sovranita’ monetaria e la nazionalizzazione di Bankitalia non voterò per loro perché sono convinto che questo movimento serve ad indirizzare quelli che sono contrari al sistema dove il sistema vuole. Voterò per Paola Musu e il suo movimento si siamo Italia che mette nero su bianco il programma elettorale e sicuramente non ha connessioni con i massoni banchieri. Lo,so che sono in pochi, ma forse in futuro saremo di più. Lei innanzi tutto invece di sbraitare per il popolino ha denunciato tutti per tradimento ed ha cominciato praticamente a fare qualche cosa. Io non ho bisogno di un leader come i grillini, so prendermi le mie responsabilità come un uomo e non un pollo seguace

  • Bell’articolo !!

    Io semplicemente dico agli indecisi,

    e a quelli che non voteranno m5s,

    di astenersi o di votare i partiti attuali.

    Poi non venite a recriminare che non è cambiato niente,

    siete ugualmente colpevoli,di chi ci ha rovinato.

    Buona vita a tutti.

  • se prendiamo i sondaggi come punto di riferimento, pensiamo alla Sicilia, lì si parlava del 5% ed è saltato fuori il 15%. Se al M5S danno il 18% vuol dire che il 54% è assicurato

  • Meraviglioso assolutamente meraviglioso… Claudio rinnovo i miei ringraziamenti per il lavoro da te svolto, come giornalista…

    al resto dei giornalisti italiani voglio dire:

    “Più che la base spaccata il M5S, ha, alla BASE LE PALLE SPACCATE, DA TANTA DISINFORMAZIONE, CORRUZIONE,.. etc etc

    Ci vediamo in Parlamento. Fuori o Dentro. Sarà un piacere.

  • Non posso che farti i complimenti e ringraziarti, Byoblu, per il fantastico lavoro svolto.

    Ci vorrebbero piu’ persona come te in tv, nei giornali e nella vita. Ciao

  • che cosa c’entra? confondi mele per pere? è in televisione che non esiste il contraddittorio, in rete esiste eccome, quale è il tuo problema? che adesso che pd e pdl hanno sguinzagliato gli astrotufer tu non hai più tanta visibilità e ti perdi in simili domande? ho visto fare di meglio, per esempio attaccando grillo sul discorso che ha fatto ad udine mi pare, quando ha detto che forse ha sbagliato a parlare in quel modo a flavia e salsi, dai impegnati di piu

    jimmy_ver2.0 ha scritto :
    “ridicolizzano senza contraddittorio”   voi 5stellati siete fantastici.. ma è proprio il vostro capo a dirvi di non andare in tv!! poi vi lamentate che non c’è il contraddittorio?

  • se il tuo capo avesse le palle sparirebbe dalla tv, in rete vi distruggono per la mancanza di idee, perfino Einstein venne bloccato dall’arte retorica, lui scenziato e pensatore, perfino garibaldi venne fermato dalla pura arte retorica, perfino galileo, perfino mille altri furono fermati dal basso pensiero del vecchio che non accetta la fine promette morte a tutti se non va come dice, è tempo di morire jimmy, non esistete più, vi siete ridotti a pagare 2 euro per votare gente decisa da altri, citando Einstein, non puoi far parte di un candido gregge se prima non diventi pecora, ora belami contro

    jimmy_ver2.0 ha scritto :
    se il vostro capo avesse le palle, vi manderebbe in tv. Se poi in tv vi distruggessero, sarebbe unicamente per mancanza di idee. Una persona intelligente e con idee giuste non può essere distrutta dall pura “arte della retorica”.

  • lol, magari ingenua e grossolana, ma a me è piaciuta, è vero siamo sempre musoni, incazzati e sul chi vive noi “grillini”, adoro vauro per come ci descrive, hanno ragione molti quando dicono che con noi non si può ragionare, ma dipende molto dall’interlocutore, con jimmy invece è divertente lo ammetto, poverino.. ma in fondo vogliamo le stesse cose che volete voi, solo che noi vogliamo che le cose vengano fatte da mani pulite, voi dite che se un politico ha rubato, deve andare a casa, no, noi diciamo che deve andare in galera e restituire TUTTO, sono sottigliezze insomma 🙂
    massi3860 ha scritto :
      @Illupodeicieli: Oddio ora anche i Grillini alle porte come i venditori di folletto e i testimoni di Geova! gli uni li elimino con in casa amo la polvere, gli altri li elimino dicendo menomale che viene la fine del mondo così non devo più aprirvi la porta.  E per i grillini cosa mi invento? Trovato … prendo un piccolo grillo ammaestrato (insetto) e aprendo la porta posso dire: “fuggite via o schiaccio il grilletto!”   ragazzi un po di ironia… ahahahah

  • in ITALIA SI DORME ,LA GENTE NON VUOLE IL CAMBIAMENTO IL MOVIMENTO SIAMO NOI COMPRESO GRILLO. BASTA RICORDARE, IL GATTOPARDO NON MOLLA LA PREDA TANTO FACILMENTE.BISOGNA PARLARNE CON TUTTI CONOSCENTI E SPIEGARE COSE’ MOVIMENTO E CAMBIAMENTO,VEDRETE  FUNZIONA CONTRO CONTRO TUTTE LE TV ,RADIO,STAMPA

  • Capisco anche che secoli di fregature ormai ci hanno resi più sospettosi di una  moffola, capisco che  la nostra atavica caratteristica di parlarci addosso senza mai concludere nulla, ha il suo importante peso.

    Ma allora ribadisco, che s’ha da  fa?

    Gli unici voti utili aldifuori del M5S sono Bersani oppure il terribile listone di Monti/Casini/Montezemolo (tanto lo fanno).

    Volete scegliere una di queste due deleterie alternative oppure disperdere il vostro voto in una delle tante entità larvali rimaste?

    Ho appena letto l’ultimo post di Barnard, che ha dato, come spesso gli  succede, di matto, e dopo aver mandato un ramoscello d’ulivo a Grillo, ora lo manda a  cagare alludendo al Casaleggio sfruttatore dei grillini volontari.

    Io stimo moltissimo Barnard, ma così dove vuole andare?

    Con queste teorie cospirazioniste su Casaleggio (ci deve motivare qualӏ il suo progetto nascosto), non si rende onore neanche alle sue teorie.

    Se si è “schifignosi”, è meglio turarsi il naso e votare il M5S, piuttosto che cadere direttamente in una vasca piena di m…

    • Barnard è rimasto solo. L’hanno mandato a quel paese tutti, compresi i suoi fedelissimi, proprio per l’inconsistenza del personaggio. Voleva rifarsi un nuovo gruppo di adepti ma gli sta andando male. Già scrivere un post in cui si chiede di lavorare insieme, e poi dopo pochissimi giorni scriverne un altro in cui si insulta tutti è chiaramente indicativo del livello del personaggio: per lavorare a un progetto occorrono settimane di inseminazione, anche mesi. Chi continua a stimare Paolo Barnard, cade ormai in contraddizione e finge di non vedere. Da manuale anche lo sclero contro Messora e L’Ultima Parola (tirando dentro anche la giornalista Cazzaniga) rei di avere dato la parola in trasmissione a Alberto Bagnai. Barnard parla di democrazia e poi è un feroce dittatore, molto più sanguinario di chi contesta.

      Per favore, non parlate più di Barnard e addensiamoci intorno a personalità ragionevoli, che possano aggregare e non che abbiano l’unico obiettivo di sparare sui piccioni.

    • E se invece di continuare italianamente a piagnucolare e cercare il fazzoletto per turarvi il naso vi metteste tutti all’opera per ricostruire civicamente questo paese?

      Solo Grillo o morte? Non capisco. Esistono molteplici realtà fortemente democratiche e civiche, nate ben prima delle liste del mono-copyright, senza interessi di parte e slegate totalmente dal marciume partitico che ci ha gettati nell’immondizia, su tutti i fronti: sovranità, salute, ambiente, economia, benessere reale, cultura… Esistono, discutono di sovranità, salute, ambiente, economia, benessere reale, cultura… Si nutrono dei pensieri e lavori dei migliori esperti indipendenti sui temi che affrontano e, soprattutto, applicano vera e sana democrazia.

      Perché, cari amici del "popolo della rete", nativi digitali, non siete lì a cercarle sul web queste formazioni, ad organizzarvi, a partecipare con loro per creare pienamente un reale "reset" della politica? Perché molto comodamente -e secondo me compiendo un errore madornale- state scegliendo tra metà del vecchio e metà del "nuovo", in questo decisivo momento storico?

      Eppure i numeri li abbiamo: siamo il 99%!

      Io sogno un rinnovato parlamento, dove può sedere Grillo -e vorrei vederlo a confrontarsi in quelle assemblee, lui che è così pratico di confronti aperti!-, ma non solo Grillo.

      (Sulla casta, su chi è stato allo sporco gioco, non si discute nemmeno.)

      Qualcuno è disposto a sacrificare sollazzi e tempi persi a naufragare nel marciume mediatico per agire concretamente, mobilitandosi in prima persona? Lo zapping da tastiera dei "mi piace" non serve a un cazzo signori.

      Non è affidandoci solo a qualcuno che ne usciremo, non è mai successo. Peggio, ogni volta che i cittadini hanno consegnato le chiavi di casa solo a qualcuno è andata finire malissimo!

      E’ richiesto sacrificio, non quello che invocano ogni giorno i nostri padroni, che se lo prendono unicamente dalle nostre tasche, ma quello fatto di azione, partecipazione, ciascuno il suo.

      W LA DEMOCRAZIA

    • se non ti piace la politica degli ultimi 20 anni, non per questo deve piacerti Grillo.

      Di Grillo condivido le battaglie, ma la proposta dov’è? secondo te un governo 5 stelle potrebbe davvero governare?

      Berlusconi ha messo in parlamento papponi e mignotte, ma all’economia c’era Tremonti, non un novellino.

      Chi metterebbe il M5S all’economia?

      Barnard sarà irascibile, idealista, ma è un’altra cosa.. non confondiamo per favore.

  • ho risposto anche io al sondaggio, che sono un simpatizzante fortemente intenzionato a votare per il M5S, ma non ancora deciso.

    però nello spazio per la risposta libera, le ho suonate a Beppe perché, sebbene io non conosca a pieno le ragioni che lo hanno spinto ad agire contro Favia e Salsi, certe cose non mi sono piaciute. In particolare, l’aggressione alla Federica Salsi è parsa gratuita e poco urbana.

    purtroppo, sebbene Beppe Grillo sia una persona affascinante, che ha meritato il proprio successo politico, e che lo sta gestendo in modo ammirevole, la posizione asimmetrica che gioca nel movimento produce un problema innegabile di opportunità che non è possibile ignorare.

  • M5stelle unica vera alternativa ,non solo , ma è l’unica ed ultima possibilità di contrastare la svendita di un intero popolo ,non parlo di nazione o stato ma di popolo inteso come persone!

     

  • dovrete scusarmi non ho letto il resto dei commenti

    inanzitutto dico che secondo la mia opinione il movimento 5 stelle è il primo partito in italia e questo non piace sia detto pubblico, quello che mi ha fatto credere proprio che sia il primo sono queste semplici notizie:

    i politici di tutta fretta fanno cadere il governo per andare alle alezioni prima possibile.

    (perchè? perchè hanno visto che MS5 prende punti tutti i giorni?)

    i politici di tutta fretta vogliono far passare la legge che di fatto metterebbe i bastoni tra le ruote alle elzioni del MS5 (la fanno questa legge? oppure il gioco non vale la candela perchè il tempo è poco?)

    la gente è stanca, sono stanchi tutti anche quelli che non si informano, ti fermano e ti dicono, ” meglio dei professori chiunque…proprio chiunque…”

    (questo vuol dire che tra una sicurezza di avere una altra aristocrazia e un forse,  si preferisce un forse, perchè ancora non sappiamo se l’MS5 sarà in effetti qualcosa di nuovo…, e quindi i consensi lievitano in modo esponenziale)

    ora mi chiedo:

    alle prossime elezioni saranno trasparenti i conteggi dei voti?

    (lo dico già se è SI! non prendono troppi voti ne PD ne PDL, i voti vanno agli estermismi e al MS5)

     

    a dimenticavo, io sono uno di quelli che non ha più fiducia in nessuno manco nel’MS5 tuttavia, preferisco he cambi tutta la classe dirigente , anche se alla fine sarà tutto uguale, ( poichè anche nel’ MS5 non ho visto dei gran candidati senza titoli di studio,cosa per me fondamentale per potere amministare uno stato , non voglio andare OT ne dilungarmi troppo grazie)

  • Premesso che io ho sempre sostenuto Grillo, almeno fino a poco tempo fa, la mia domanda è: letta la parte finale dell’articolo 4 del NON STATUTO (che segue…), non vi sembra che le decisioni prese da Grillo siano in contrasto??????

    ARTICOLO 4 :

    …..Il Movimento 5 Stelle non è un partito ne si intende che lo diventi in futuro. Esso vuole essere testimone della possibilità di realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la direzione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità degli utenti della rete il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi.

    Visti gli ultimi avvenimenti, non mi sembra che le cose siano andate esattamente secondo quanto sopra citato dal NON STATUTO!!!!!!!

    Aspettavo comunque qualche risposta riguardo i miei dubbi sull’episodio del DOTTOR STEFANO MONTANARI ed il MICROSCOPIO prima “donato” e poi sottratto, forse nessuno ha letto questa mia richiesta……..

    • Non ho mai apprezzato chi si nasconde dietro un dito.

      La causa in corso non è contro Beppe Grillo che è solo un poveraccio il quale, senza che nessuno si prendesse la briga nemmeno d’informarlo, tanto che continua a dire ténere fesserie sul tema, ha prestato la sua faccia a una bassezza che dovrebbe far rabbrividire chiunque abbia un briciolo di onestà e di coscienza. La causa è contro la Onlus Carlo Bortolani e il primo risultato che ne è uscito è il volere del giudice che il microscopio sottratto possa essere utilizzato da noi (a Pesaro dove ozia) “almeno una volta la settimana” come stabilito dal curioso “atto di donazione” con cui la Onlus “regalò” il nostro microscopio all’Università di Urbino. Microscopio poi sbolognato all’ARPAM di Pesaro perché Urbino non era in grado di usarlo. Per ventitré mesi quel microscopio restò inutilizzato e questo non solo in barba al sunnominato “atto di donazione” ma a tutte le menzogne sparate da Grillo, dal preside della Facoltà di Scienze di Urbino, dal rettore, da sedicenti giornalisti e, manco a dirlo, dai grillini in coro, sempre pronti ad accogliere qualunque sudiciume per infondato che sia. Questo è fatto assodato davanti al giudice di Reggio Emilia. Non occorrono fondi per rendere pubblica una notizia che ormai risale a un anno fa.

      Così, dal 16 dicembre 2011 noi andiamo una volta la settimana a Pesaro  a usare il nostro microscopio e, ovviamente, con poche ore a disposizione, la ricerca diventa difficilissima. Tuttavia riusciamo ancora a fare non poco, tanto che a giugno mia moglie, infinitamente più brava di me, è stata inserita dai suoi colleghi di tutto il mondo tra i 32 scienziati al massimo livello planetario in quello che si chiama College of Fellows ed è visiting professor del Dipartimento di Stato americano a Washington.

      Nel frattempo, aspettiamo la “verità processuale” che, come certo non ignori, impiegherà molti anni ad essere partorita, trovandoci noi a vivere in Italia. Quando uscirà la sentenza della Cassazione, qualunque quella sentenza sia, Grillo avrà stravinto. Avrà stravinto perché per tutti gli anni in cui noi non abbiamo fatto la ricerca che tanto lo imbarazza lui avrà ottenuto il suo scopo. Se tra dieci anni riavremo quel microscopio, pensi davvero che recupereremo il tempo perso da quel 22 gennaio 2010 quando il camion si portò via l’apparecchio per sistemarlo in uno scantinato dimenticato da tutti?

      Tu dici che su di me sono state dette tante cose. Vero. Potresti elencarmi quelle sorrette da uno straccio di documento? Vedi, caro Claudio, se io mi alzassi una mattina e decidessi di scrivere che tu un giorno hai mangiato un bambino, sono certo che, se mandassi la notizia a qualche blog mirato, non passerebbe una settimana che tu saresti un noto cannibale sulla cui predilezione per la carne infantile non ci sarebbero dubbi. Tu non sapresti come dimostrare che la cosa è falsa e io non avrei bisogno di allegare prove: nel mondo virtuale di Internet, nel mondo dei grillini, nel mondo dei giornalisti senza cultura e senza deontologia, nel mondo di chi eccita il suo grillesco punto G massacrando chi ha avuto la sventura di capitare nel circo, nessuno ti chiede prove. E nessuno le ha mai mostrate per quanto mi riguarda. Ora che le cose stanno diventando talmente palesi che girarsi altrove diventa grottescamente imbarazzante, i protagonisti del lancio di fango si solo dileguati, dalla Rossi alla Toni, dalla Bortolani ai tanti grillini senza volto. Resta, però, e resta indelebile, tutta la montagna di menzogne, di diffamazioni e di calunnie che costoro hanno prodotto e che nessuno cancellerà mai, lasciandola a disposizione di chiunque abbia voglia di attingervi.

      Quanto si trova all’indirizzo http://www.stefanomontanari.net/sito/images/pdf/grillo_microscopio.pdf è pubblico e chiunque può smentirlo se ne ha i documenti. Una chiamata in giudizio su ciò che ho scritto, inoltre, sarebbe più che benvenuta da parte mia. Ad oggi nessuno l’ha fatto e, magari, qualcuno potrebbe anche chiedersi il perché. Chiunque, poi, potrebbe chiedersi come mai Beppe Grillo, persona tutt’altro che oberata da impegni, in quattro anni e mezzo non abbia trovato il tempo per un faccia a faccia con me, con me che sono disposto ad andare dovunque per incontrarlo sia in pubblico sia in privato. La fin troppo ovvia verità è che Grillo non ha il coraggio di affrontarmi se non altro perché, lasciando da un canto la naturale “timidezza” che gli si palesa quando non è circondato da un numero sufficiente di lacchè, non saprebbe che cosa dire per giustificare non un atto ma una serie di atti che indurrebbero alla vergogna chiunque abbia un briciolo di morale.

      Infine, caro Claudio, augurandoti di non vivere mai l’esperienza che ho vissuto e che vivo io, non apprezzo la tua suscettibilità, un atteggiamento che fa troppo prima donna e che, per questo, esce dall’obiettività. Io non fingo affatto d’ignorare alcunché: io mi limito ad osservare come un blog in cui si fa denuncia sociale seria come è il tuo nasconda tacendola, per di più aggrappandosi a scuse di carta velina, una verità che sarà imbarazzante finché vuoi ma che, come tutte le verità, non può essere taciuta se si ha rispetto per se stessi. Comunque sia, se preferisci cancellare ogni differenza di opinione, se la critica non ti aggrada come, alla stregua di qualunque preludio di dittatura, sta diventando di moda, non hai che da informarmi e io me ne farò “serenamente” una ragione. Dopotutto, ho subito molto di peggio. Sappi che, se avrai voglia di fare un salto in quel che resta del mio laboratorio, ti farò toccare con mano un po’ di casi legati nella carne a persone cui, a causa di ciò per cui “aspettiamo le decisione della magistratura”, non si può dare aiuto. Ti assicuro che non si tratta di “casi” ma di esseri umani che se la passano tutt’altro che bene.

  • Stimatissimo Messora

    I dati del sondaggio sono indiscutibili e sicuramente esplicativi dell’orientamento dei frequentatori del blog di Grillo, e quindi della base del Movimento 5 Stelle. Sarebbe però interessante sondare in altro modo anche il serbatoio potenziale degli elettori, certamente composto da non abituali frequentatori del Blog, molto più ampio e comprendente, credo, molti delusi dalla sinistra, come me. Non so cosa ne risulterebbe, ma a giudicare dai pareri dei sei elettori su otto del cosiddetto “pdmenoelle” e Sel da me sentiti, che si dicevano intenzionati, fino a prima dell’editto anti Favia-Salsi, a dirottare il proprio voto sul Movimento, direi che lì le ultime mosse di Grillo non abbiano mietuto grandi consensi.

    Sarà che, come cantava Andrea Mingardi:”Nessuno siam perfetti/ ciascuno abbiamo i suoi difetti”./

    Ci vediamo comunque ai banchetti!/ Sarà un piacere!/ Soprattutto parlare con persone in carne ed ossa: quelle Vere./

  • jimmy_ver2.0 ha scritto :
    “ridicolizzano senza contraddittorio”   voi 5stellati siete fantastici.. ma è proprio il vostro capo a dirvi di non andare in tv!! poi vi lamentate che non c’è il contraddittorio?

     

    Jimmi ritieni che serva il contraddittorio? Non credo che una conversazione salottiera (talk show) ove gli umori sono pre-orientati equivalga ad un tribunale (dove c’è chi interroga in contraddittorio), neppure indulgente?

    Capo: Grillo non lo è. Persino la stampa è arrivata a concludere che si tratta di un erpice.

  • NeroLucente ha scritto :
    Quella del contraditttorio è una discussione abbastanza ricorrente, sulla quale valgono le tante dichiarazioni di Marco Travaglio oltre che quelle di Grillo. E personalmente credo che in un pollaio, dove tutti strillano difficilmente un disinformato riuscirà a ricavarne informazioni, mentre è facile che a prevalere sia il più chiassoso o i professionisti del talk show. Il vero contradditorio, quello all’americana, non mi sembra di averlo visto se non in rarissime occasioni. Senza mai dimenticare i mentitori di professione, quelli che mentono con una credibilità pari ai migliori attori del mondo. E per finire mai dimenticare che la stampa e le TV nazionali sono in mano ai partiti e ad un noto ex Presidente del Consiglio. Ne può venire qualcosa di buono? Non credo, soprattutto perchè con il M5S la stampa rischia di perdere i famigerati finanziamenti e le reti nazionali perdere il controllo diretto dei partiti.

    D’accordo.

  • massi3860 ha scritto :
      @Illupodeicieli: Oddio ora anche i Grillini alle porte come i venditori di folletto e i testimoni di Geova! gli uni li elimino con in casa amo la polvere, gli altri li elimino dicendo menomale che viene la fine del mondo così non devo più aprirvi la porta.  E per i grillini cosa mi invento? Trovato … prendo un piccolo grillo ammaestrato (insetto) e aprendo la porta posso dire: “fuggite via o schiaccio il grilletto!”   ragazzi un po di ironia… ahahahah

    Una opinione è sempre rispettabile in quanto tale, specie se esposta con spirito.

    Suggerisco una riflessione sull’argomento.

  • Non so se posso definirmi un simpatizzante ma ho votato per il movimento 5 stelle alle ultime elezioni amministrative. Non so se voterò per M5stelle alle prossime politiche. Ma se vado a votare per Bersani???  è solo perchè ritengo che da queste elezioni deve necessariamente venire fuori una maggioranza di governo. In ogni caso mi auguro che il M5S riesca a portare tanti deputati in Parlamento. Mi auguro un Parlamento ben diverso da quello che abbiamo. Riguardo alle questioni interne al movimento non entro; come osservatore esterno posso solo dire che quando un movimento diventa  grande vengono fuori delle contraddizioni dovute alla stessa crescita. auguri per le feste e per le elezioni

  • caro claudio GRAZIE. Ti leggo e riconosco quel che vedo. Poi leggo i commenti (qui e altrove) e mi viene una gran voglia di piangere e un gran mal di stomaco: e mi chiedo? Ma dove vivono questi?

    Io vivo in Italia e sul bordo del disastro: non dell’Italia, il mio. Mio marito, piccolo professionista, lotta con la sparizione del suo lavoro, i mancati pagamenti della pubblica amministrazione, montagne di cavilli burocratici, difficoltà di credito con la banca  e sta lavorando come mai nella sua vita senza guadagnare. Io insegnante, cioè dipendente pubblica, devo pagarmi la progressione di carriera (vedere ultimi documenti firmati dai sindacati tranne CGIL), leggo che continuano a chiudere centinaia di aziende (le cui tasse mi pagano lo stipendio), e ringrazio ogni mese quando vedo che il mio stipendio è uguale al mese /anno prima e non ridotto (come in grecia). Stanno distruggendo la scuola pubblica a favore di quella privata, leggo che non stanno meglio gli altri settori ad esempio la sanità. E mi fermo senza parlare dei miei genitori pensionati.

    Leggo che la ricchezza c’è, che i ricchi sono sempre più ricchi. Vedo che i politici che ci hanno portato qua ,vogliono risolvere la situazione. Ecc. Ecc.Ecc.

    E dovrei essere interessata alla democrazia interna, a Favia, a Salsi, a Grillo……

    IO VOGLIO LA DEMOCRAZIA IN ITALIA. Voglio votare (ed eleggere spero) persone (spero) oneste che devono rappresentarmi e in parlamento affermare CHE IO NON SONO D’ACCORDO. Voglio sapere dove sono i soldi, chi li intasca (e li ha intascati)… VOGLIO ESSERCI.

    Scusa lo sfogo. Ora mi sento meglio (e smetto di leggere i commenti)

     

  • Ma xché un politico x fare politica deve andare in tv?Non dovrebbe andare in parlamento?In 20 anni ho spesso visto berlusconi a ballarò…..fitto e da santoro…..Bersani invece è andato una volta da santoro, e poi s’é guardato bene dal ritornarci, facevano troppe domande, e senza una scorta a proteggerlo c’erano perfino i cittadini a 3 metri. Iiiiiih che orrore l’elettore vicino…sarà contagioso avrà pensato il bersanin.Ieri invece l’ottimo renzi quasi ne busca dagli studenti.Però in tv sono bravi e fotoigenici tutti eh, come la cartaigienica quando la devi usare.

  • E’ funzionale ad un approccio puramente teorico del concetto di democrazia, fare le pulci al M5S, cercare di capirne i meccanismi, indagare su chi lavora nell’ombra, se Grillo è in buonafede, se Casaleggio è un gran paraculo ecc.

    Però c’è un problema reale…fra due mesi ci sono le elezioni.

    Qualcuno dice di attivarsi, creare movimenti, farsi sentire…e poi?

    Le decisioni vengono prese in Parlamento, se non sei li, puoi protestare e fare la fine del popolo greco e spagnolo, oppresso e mazziato.

    Se perdiamo questo treno, se ne riparla fra anni, qualora ci siano ancora le elezioni e qualora il nostro paese non sia caduto così in basso da non potersi più rialzare.

    L’unico strumento che abbiamo pronto, con i suoi difetti, ma anche con i suoi tanti pregi è il M5S, mettiamoli alla prova, mettiamoci alla prova.

    Se poi a bocce ferme rinnegheranno il rifiuto al finanziamento ai partiti, la rottamazione dell’attuale classe politica, il parere della gente sulla sovranità monetaria, la regola dei due mandati elettorali, il principio della fedina penale immacolata, le politiche ambientali e  sociali, se rinnegheranno tutto questo, allora, ma solo a quel punto, potremo riconescere di esserci sbagliati e pensare a qualcosa di diverso.

    Ma se fino ad allora, continuiamo a farci le s…mentali ed a disperdere le energie, invece di convogliarle in un opera di propaganda territoriale, cercando di provarci in tutti i modi ad afferrare a quest’ultimo disperato treno, sperando che  Monti non sia veramente al soldo dei poteri forti, sperando che Bersani faccia  veramente il bene del popolo subalterno o sperando che Berlusconi non stia facendo tutto questo teatrino solo per fini personali e di partito…allora potremo dire di meritarci quello che ci sta capitando.

  • 21.12.12 ha scritto :
    Ma io posso cambiare la mia vita andando via da questa desolante decrepita Italia. Auguri a tutti

     

    Auguri. Non andare in germania che è peggio 🙂

  • Francamente, se si volesse fare un contraddittorio SERIO a certe trasmissioni televisive, citando i fatti, citando fonti, riferimenti e documenti, basterebbe costruire un breve video, pubblicarlo su youtube e linkarlo da qualche blog o social network.

    Spesso sarebbe sufficiente fare un video con un collage delle dichiarazioni del politico di turno, in ordine cronologico. E’ sufficiente a dimostrarne la coerenza.

    Bersani, Berlusconi, ecc. spesso non hanno bisogno di smentite, fanno già tutto da soli, purtroppo però gli italiani hanno la memoria corta.

    Si continua a ragionare in termini di TV, come se ancora fosse il media più potente.

    Oggi la TV è il media ancora più seguito, ma quello che offre maggiori possibilità, qual è se non il WEB?

    Quante persone si raggiungono con un video pubblicato oggi, e condiviso con effetto valanga attraverso i social network?

    • No, solo quelli che contrastano con le politiche di commento che non ti sei letto. Il signoraggio qui non c’entra niente. E’ inutile che lo tiri fuori sotto ogni post, agitandoti come se non parlarne significhi essere servi o comunque significhi occuparsi di cose inutili. Anche questo tuo commento qui sopra non c’entra niente, ma lo preservo per poter mettere in chiaro la faccenda.

  • Godot_74 ha scritto :
    @lalla: la fregatura l’hai presa tu che non colleghi il cervello e ti abbeveri a fonti smentite e strasmentite da anni.  http://www.youtube.com/watch?v=kT7ePm0As0U http://www.youtube.com/watch?v=C4c1vgH1OZw E già segnalato, ma figurarsi se ti sei presa la briga di leggerlo:http://www.stefanomontanari.net/sito/images/pdf/grillo_microscopio.pdf  La vera fregatura, però, l’hanno presa tutte le persone che un tempo potevano essere aiutate da quella ricerca, oggi non più grazie alle meritorie gesta di Beppe Grillo e chi da dietro/sopra/destra/sinistra quelle gesta gliele ha fatte compiere: ma a voi, che state bene in salute, cosa potrà mai fregarvene di chi sta male? Ma voi, che avete finalmente trovato un capopopolo in grado di condurvi da pecorelle smarrite quale siete, cosa potrà mai importare di chiedere e pretendere risposte? Di farvi dire il perché di questa porcata da chi la porcata l’ha fatta?

     

    ma.. hai letto l’articolo? perchè io il tuo l’ho letto e a parte una citazione vaga sulla ex moglie di grillo, la storia delle analisi sul figlio di Grillo disabile non viene spiegata.

    Quindi, leggendo la situazione narrata da Sonia e, immaginando che mettere in mezzo la storia del figlio (di cui fino ad allora , non avevo neanche conoscenza della sua esistenza, quindi lo proteggono) sono portata a credere alla madre.

    Scusa.

    • Cara Lalla mi sembra di aver visto, e correggimi se sbaglio, che la storia sulle analisi del figlio le abbia tirate fuori sua madre, il dottor Montanari nella sua “denuncia” non ha mai menzionato questo episodio. Detto questo non intendo dar ragione a priori al Dr Montanari, però, se io accuso chicchessia di una malefatta, poi non ho nessun problema ad argomentare agli altri i motivi della mia accusa, magari anche con un dibattito pubblico che permetta di confrontarmi con l’accusato, così da mostrare agli altri che le mie accuse non sono infondate. Grillo non l’ha fatto. Ed allora mi è venuto un dubbio, che già (anche questo) avevo esposto, per condividerlo con voi: non è che per caso, la Casaleggio Associati ha ricevuto qualche pressione dai suoi clienti per evitare di portare a nostra conoscenza cosa sono, che effetti provocano e quali rischi comportano le nano-tecnologie??? Perchè a quanto pare, adesso vengono usate anche nella produzione di parecchi beni di consumo che tutti noi usiamo. E cosa dire poi del MORBO DI MORGELLONS??? A quanto pare ogni giorno negli USA si registrano 1000 nuovi casi. Io spero vivamente che queste cose siano solo delle fandonie, però se non lo fossero….. Ed è per questo motivo che scrivo, perchè tutti insieme magari, anzi sicuramente, potremmo riuscire a capire meglio ciò che effettivamente stà avvenendo attorno a noi ed, eventualmente, cercare una soluzione ai nostri problemi. Ma per farlo dobbiamo collaborare tra di noi, interagire come fanno le cellule di ogni creatura vivente, tutte coinvolte positivamente nel perseguimento del processo vitale dell’essere vivente.

      Ed è anche per questo che chiedo a lei, caro Dr Montanari, di cercar di placare la sua rabbia. La verità verrà a galla ed io penso proprio che Claudio non avrà nessuna remore a divulgarla in questo blog, qualunque essa sia 😀

    • Continua a non essere chiara la cosa. La mia rabbia non è “personale”, ma solo “indiretta” per chi viene giornalmente massacrato dal “trasloco” del microscopio.

      Quanti alla barzelletta del figlio di Grillo, io sono accusato di aver fatto analisi gratis, analisi di cui non ho mai rivelato i risultati per ovvi motivi.

      Dunque, di che cdosa mi si accusa?

  • m5stelle e paola musu sono entrambi di grande interesse, ma ve ne è un terzo altrettanto valido: io amo l’italia, di magdi cristiano allam. il programma di questi mi pare più radicale e chiaro di quello del m5s.

    il dogma del non andare in tv ha le sue motivazioni, nemmeno del tutto contestabili, ma un pò troppo da ideologo. è ottimo che vi sia lo sforzo di iniettare qualcosa di nuovo nel decrepito sistema italiano, ma ciò che serve non è negare la presenza tv, puttosto una forte moderazione ben coordinata: una cosa rapida, del tipo si si no no, basterebbe questo per distinguersi. Contesto invece chi afferma che la retorica non ha la capacità di schiacciare la verità, è un dato di fatto il contrario: il punto è stabilire se chi ascolta ha la capacità di cogliere la sostanza dal “parolame” da solotto televisivo. personalmente mi imbestialisco quando la gente non arriva al punto prima di aver raccontato “la rava e la fava”.

    i complottismi esistono qualche volta, ma non mi perderei in questi nel stabilire se qualcosa di vero ci sia tra i legami di casaleggio e grillo con chissà quale organizzazione massonica bancaria. per me è qualcosa privo di senso, è come discutere se gli alieni sono tra noi…ne tanto meno il m5s sembra un insider della politica, anzi. se andranno al governo, i fatti confermeranno o meno questa ipotesi fantapolitica.

  • jimmy_ver2.0 ha scritto :
    " se il vostro capo avesse le palle, vi manderebbe in tv. Se poi in tv vi distruggessero, sarebbe unicamente per mancanza di idee. Una persona intelligente e con idee giuste non può essere distrutta dall pura "arte della retorica". "

     

    Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza. (Arthur Bloch)

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi