Ilaria D’Amico inchioda Berlusconi sui rimborsi elettorali

BERLUSCONIDAMICO-Blog

Chapeau per Ilaria D’Amico. Mette Berlusconi all’angolo sulla restituzione dei rimborsi elettorali. Lui si arrampica sugli specchi, dapprima cercando di sostenere che non li prenderanno perché non stanno spendendo un centesimo. Lei gli fa notare che non importa quanto spenderanno: li prenderanno lo stesso, che è scandaloso, gli fa l’esempio del Movimento Cinque Stelle che in Sicilia sta restituendo oltre centomila euro di soldi pubblici al mese, senza bisogno di alcuna regolamentazione. Lui dice che se verrà eletto, nel primo mese promette di fare una legge elettorale per eliminare i rimborsi pubblici. Lei conclude che dunque non li restituirà. Sul finire, lo lascia senza parole proprio quando lui credeva di avere segnato un punto contro i sondaggi di Sky. Sarà la sensibilità naturale del Cavaliere verso le belle donne, sarà il piglio sicuro e la morsa stretta della D’Amico, che non molla la presa fino all’ultimo, ma il match questa volta non viene assegnato ad Arcore.

 

E per la serie “il Movimento Cinque Stelle non fa paura e non ha più il consenso”, Berlusconi tira fuori un foglietto dove elenca i punti del suo Governo. Indovinate quali? Un massimo di due legislature, il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari, l’azzeramento dei rimborsi elettorali, l’impegno a non tradire il mandato passando da un gruppo parlamentare all’altro (ma non era incostituzionale, se lo stesso impegno lo pretendeva Grillo?) e tanto altro, compresa l’attenzione a sottolineare che stanno facendo una campagna elettorale a costo zero. Manca solo un bel Vaffa-Day e poi c’è davvero tutto.

Evidentemente, se il Cavaliere (che di sondaggi se ne intende) si rifa ai cavalli di battaglia del Movimento Cinque Stelle, il consenso degli italiani verso le idee “grilline” non dev’essere poi così basso.

 

48 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Signora D’Amico, lei è fantastica: tutto quello che fa lo fa meravigliosamente e con grande professionalità.

      Speriamo che i suoi colleghi maschi riflettano sulla lezione di grinta che lei ha impartito loro.

      Spero solo che le verrà concessa ancor piu’ visibilità e che lei continui ad esigere risposte precise a domande precise.

      (Che bella!)

  • Mancava solo che la regia metesse in sottofondo “Parole Parole” di Mina Mi fa pena il nanetto quando si riduce alle bigie. Pensate che c’è gente che ci crede e lo vota ancora … Mahhhhh !!!

  • "Le screenshot di Anonymous? «Sono false» Ma gli orari smentiscono Foti, Loda e Marsili".

     

    In questo articolo, Leandro Perrotta (l’articolo intero lo trovate qui: http://bit.ly/TVpOuU) avanza seri dubbi sul fatto che gli screenshots pubblicati da Claudio Messora siano dei falsi e spiega perché:

    "«Ci sono giornalisti che continuano a chiamare e chiedere foto. Alberto Bucci e Alberto CustoderoNicolò SapellaniLeandro Perrotta». Sono le ore 7.48  di sabato 12 gennaio quando Foti informa su Facebook Loda dei primi giornalisti che sono riusciti a contattarlo. Tra questi il sottoscritto che (senza esito) aveva tentato di chiamare al cellulare il catanese Foti già la sera di giorno 11.(…)

    Ma la risposta di Andrea Massimiliano Foti al telefono avviene solo alle ore 11 e 6 minuti. «Signor Perrotta, per quanto riguarda la vicenda, deve parlare con Massimiliano Loda, lui le saprà spiegare tutto, io sono troppo impengato per parlare al momento», e fornisce anche il numero di cellulare.

    «Ti sta per chiamare Perrotta», scrive prontamente Foti su Facebook, alle 11 e 11 minuti, per avvertire Loda. A quanto risulta dalle screenshot, sarebbe bastato attendere pochi minuti, le 11 e 16 minuti, per sentirsi ripetere dal singor Foti la versione dei fatti presente nel «mantra» scritto sul La Voce d’Italia. La stessa versione apparsa su La Sicilia web e molti altri quotidiani da lì a pochi minuti."

     

    Ho inviato il post come commento dell’articolo della Collevecchio aggiungendo queste righe:

     

    "Allora, come la mettiamo Sig.a Collevecchio, il collega Perrotta mente?

    Se gli Anonymous si fossero inventati di sana pianta gli screenshots inviati a Messora come sostengono gli altri Anon, come facevano a conoscere il nome di Leantro Perrotta il quale aveva effettivamente chiamato ripetutamente Foti per un’intervista?"

  • Avvisate Santoro e Travaglio.E’ semplice. Basta ascoltare quando parla B. e replicare la domanda che e’ stata evasa.Forse ce la fanno anche loroJohn

  • Il teatrino Santoro Travaglio Berlusconi e’ stato penibile. Il primo che finge una crisi di collera per fare ascolti, il secondo che ha bisogno di leggere il compitino con il signor B. in studio e quest’ultimo che parla a ruota libera per cercare consensi senza che nessuno lo riporti alla réaltà.

    Contenuti sotto lo zero.

    Puramente corollaria la coppia Costamagna-Innocenzi.

    Poi se un’ imprenditrice espone la filiazione Trilaterale, Bilderberg, Aspen Institute di Mario Monti l’ipotesi e’ leggittima ma se un Claudio Messora qualunque porta in studio le stesse tesi sara’ liquidato con un gesto della mano come ‘complottista’.

     

    Claudio hai forse peccato di anticipazione sui tempi televisivi del signor Santoro?

  • Quel che dà fastidio è che la maggioranza dei giornalisti non abbia lo stesso atteggiamento ostile anche verso i “sinistri” che sono anche più venduti al sistema di Berlusconi, visto che tacciono…la D’Amico sarà anche competente, ma è faziosa e lo fa pure vedere con ostentazione…si sente talmente sicura di se’ da manifestare una certa arroganza, che farà certamente piacere ai suoi datori di lavoro…ma al pubblico tale atteggiamento può anche infastidire, stancare…e far sentire simpatia verso l’intervistato, sinceramente!

    Trovo più professionale l’atteggiamento di un Paragone, rispetto a quello tenuto da una D’amico, se non altro come giornalista lui è capace di mantenere una certa cortesia ed equilibrio anche con chi non gli è simpatico…e non fa trasparire il suo “retro-pensiero” (la D’Amico sì!), un giornalista come Paragone è molto più “umano” ed “empatico”…mentre la D’amico pare “cibernetica”…e “distante”!!!

  • Ciao Claudio,

    vorrei iniziare innanzitutto ringraziarti per tutto il grandissimo ed eccellente lavoro che stai facendo; in un Paese normale te e pochi altri pochi ottimi VERI informatori, avreste dei riconoscimenti anche da parte delle istituzioni, continua così.

    Scrivo anche per domandare a te e gli altri visitatori del blog cosa intende Berlusconi quando nell’intervista con Ilaria D’amico qualche secondo dopo il minuto 1:03 -dice: “che noi dimetteremo” – riferendosi ai ragazzi del M5S eletti nel governo regionale della Sicilia.

    Grazie in anticipo a te Claudio e a chiunque possa aiutarmi a capire.

  • Mi sono emozionato, quasi mi viene voglia di mettere sky,

     …

     frenerò l’impulso però.. meglio la rete a gratisse.

     Distinti Saluti.

    Possa un meteorite porre fine alle nostre sofferenze.

  • La politica ha un costo (se non vogliamo che vengano eletti solo milionari). Naturalmente gli sprechi sono inaccettabili e i partiti DEVONO assolutamente mettersi in testa di risparmiare anche sulla carta da fotocopie. Non parliamo poi di cene e regalie varie. Grillo da un lato restituisce (non tutto) e dall’altro è alla diasperata ricerca di soldi per mandare avanti la sua pur “piccola” macchina elettorale. In molti paesi i partiti hanno contributi pubblici (ben controllati e non esagerati come da noi) mentre in altri vivono con donazioni da ditte, privati o multinazionali (per un paese “sporco di mafia” come l’Italia non so quanto sia sano). Magari una combinazione delle due cose.Prima di andar dietro a certe cretinate di grillo (ora anche di Berlusconi) sarebbe il caso di approfondire le cose con la propria testa.Il fatto è che gli italiani reagiscono agli sprechi solo quando anche il loro portafoglio è vuoto. Inoltre resta sempre il fatto che i sistenitori di B. sono sempre più di quelli di Grillo e Ingroia messi assieme.

  • giornalista significa fare domande, non attendere risposta e continuare a parlae sopra l’intervistato? addirittura questo sarebbe buon giornalismo?

    a me sembra di vedere 2 persone arroganti, ne vincitori ne vinti…

    anzi ad essere sconfitto e’ il giornalismo e il dialogo civile.

  • D’Amico meglio di Santoro-Travaglio! Brava! Lei si che l’ha fatto tacere!!

    Ma dove??? Ma qualcuno di quelli che ha scritto così ha visto Servizio Pubblico o ha solo riportato le cose sentite al bar???

    Con tutto il rispetto per la D’Amico (bravissima) non cadiamo nel ridicolo.

    • Strano come dal mio punto di vista siamo molto più bravi a difendere l’indifendibile.

      Ma la cosa più grave è continuare a credere che ci sia bisogno di un uomo da eleggere a fini dittatoriali. Una dittatura cercata da molti, quasi come se su 60 milioni di cittadini ve ne fosse uno ed uno solo in grado di migliorare il torturato paese.

      Ed ironia della sorte, per rimettere a posto le cose, bisogna dare potere incondizionato ad un imprenditore, che ha Governato per quasi 15 anni! Deve esserci un germe che impedisce in molti al cervello di guardare avanti.

       

      Il germe del tifo partitico!

  • Mio Caro Giornalista sono costretta a rinnovarTi  i miei più sinceri ringraziamenti, GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE ALL’INFINITO!

    Ho deciso che non seguirò nessun teatrino di corte per queste elezioni, ne ho le palle piene, BASTA ho detto BASTA… leggerò, navigherò o farò altro, ma non guarderò la tv.

     

    Guarderò solo Beppe Grillo, se deciderà di tornare in tv

    Ci vediamo in Parlamento.

     

  • Da troppo si vede questo schifo,berlusca e altri del vecchio governo ormai da quando ci sono gli agnellini innocenti,sono diventate pedine sacrificabili,indovinate chi sono gli agnellini innocenti?

  • Credo che la bravura sia data anche dalla capacità di non fermarsi alle interruzioni di Berlusconi, oltre l’incalzare di domande che non vengono dimenticate, ma ribadite fino ad una evidente risposta evasiva di B che non è riuscito a smarcarsi.

    Ho apprezato molto il confronto e si nota come rispetto al passato B non ha la stessa forza mediatica di mettere a zerbino tutti perchè suoi dipendenti, soprattutto perchè per recuperare consensi ha dovuto cedere e presentarsi nelle trasmissioni a lui poco gradite.

     

  • Claudio ha scritto:

     "Evidentemente, se il Cavaliere (che di sondaggi se ne intende) si rifa ai cavalli di battaglia del Movimento Cinque Stelle, il consenso degli italiani verso le idee "grilline" non dev’essere poi così basso".

    No, evidentemente il consenso degli italiani verso le idee "grilline" rimane abbastanza alto, ma inutile.

    L’obiettivo di Grillo doveva (parlo al passato perchè penso che non modificherà nulla) essere quello di erodere voti agli altri tre schieramenti e convincere quel 40% di indecisi o di astenuti a preferire il M5S.

    Ma in realtà, tutti ci siamo accorti che mentre gli altri schieramenti (in particolare PDL e Lista di centro) hanno applicato coraggiose strategie, buttandosi come arieti nella tenzone, Grillo ha continuato pacatamente il suo onesto refrain basato sul mandare a casa i politici risparmiando sui rimborsi elettorali grazie alla democrazia diretta dei suoi elettori qualunque. Punto.

    Non che sia poco, anzi è moltissimo, ma ci aspettavamo tutti in questa fase un salto di qualità, un attacco al cuore di quel problema che tu Claudio, non hai mancato più volte di sottolineare…i motivi della nostra crisi.

    Invece se ne uscito con delle banalità sullo spread che anche le "mezze frasi" di Berlusconi sono sembrate Vangelo al loro confronto.

    Invece, come avevo proposto in un altro post, pensavo che era giunto il momento di fare outing, di tirare fuori l’asso nella manica. Grillo poteva organizzare una conferenza stampa, invitando tutti i media possibili, coadiuvato da un economista disponibile come Bagnai, Borghi, Tringali, Undiemi, Galloni (o più di uno), da un avvocato come la Musu e da altre personalità come il prof. Becchi e spiegare come stanno veramente le cose…

    Io sicuramente, come penso la maggior parte dei forumisti di byoblu, voterò M5S, perchè sarà comunque importante avere un centinaio di sentinelle in Parlamento, pronte anche per una futura prossima crisi di governo, qualora la gente, una volta "assaporato" il Monti/bis, aprisse definitivamente gli occhi.

    Però temo che a quel punto sarà piuttosto tardi, perchè potrebbero ricorrere al fondo salva-stati ed infognarci ancora di più nella m…., mentre l’economia continuerà a colare a picco e le imprese a chiudere le loro partite iva.

     

  • Puzzano tutti,chi governerà domani?

    La paura si diffonde in tutto il gregge,sarà il Dio dei cristiani con il “fai quello che dico ma non fare quello che faccio”o la improbabile forza dei nuovi,ma teniamoci il vecchio pastore che con le pecore ci sa fare e da sempre dice “armiamoci e andate”

    Ma quanti volt di scossa ci vogliono per svegliare le pecore con sembianze umane?

  • Il 25° commento (postato da Grigio!) è molto-mooolto significativo e dice il vero…

    Grillo avrebbe potuto avvalersi della collaborazione di tutti quelli che coraggiosamente si sono esposti con competenza per avvertire gli italiani di ciò che è stato architettato per piegare l’Italia finanziariamente…ed invece, Grillo li ignora ed addirittura sul più bello Grillo, che ti fa? Ti pubblica un articolo sul signor “spread” da far venire i brividi da quanto riflette il pensiero di Monti e Bersani!…A questo punto trovo più interessante quel che dicono Berlusconi e Tremonti, dato che con coraggio alla faccia di Bruxelles (ed Oltre!) Berlusconi si espone mostrando contrarietà alle direttive estere, anche perché lui è molto più motivato a cambiare i trattati con l’Europa pur di non farsi distruggere le aziende tramite i giochetti esteri…mentre Grillo cosa avrebbe da perdere? Dico questo con tutto il rispetto per Grillo: sono tra coloro che hanno messo la firma pur di farlo partecipare alle elezioni, ma poco dopo aver firmato per M5S, Grillo ha pubblicato quell’articolo in cui sostiene che lo “spread” è causato dal “debito pubblico” (errore…anzi, Orrore!!!) ed allora quasi-quasi mi son pure pentita di aver firmato, sinceramente! Più che in Grillo…forse c’è da sperare nei Grillini, chissà!

  • Ilaria D’Amico dimostra che oltre ad essere bellissima e’ una conduttrice impeccabile e preparata che puo’ spaziare dal calcio alla politicA SENZA MAI ESSERE BANALE E SERVILE COI POTENTI BRAVISSIMA!!!!!

  • Ciao Claudio…Il video ripostato sul tuo canale Youtbe ha già 1.343.243 in due giorni!!! Na roba da share televisivo! speriamo porti bene bene per il 2013! In bocca al lupo!

  • A me è piaciuta molto Ilaria D’amico per la sua capacità di completare le domande senza lasciarsi interrompere, visto che con B è facile il contrario. Ma anche la capacità di affondare il colpo fino a dimostrare la volontà di B di non rispondere, tant’è che poi ha dimostrato l’impotenza di B su un tema, quello dei rimborsi. Soldi che sono il collante che tiene assieme i partiti di chi fa politica per interesse personale, che lottano per vitalizio, casa aggratis, stipendi da manager, proti a fare qualsiasi porcata di chi li ha messi assieme.

     

    Ma mi spaventa davvero tanto, di quanti ancora adesso prendono le difese di B. E’ il sintomo di una superficialità politica, di una visione contrapposta per tifoserie, neri contro rossi. Sono tantissimmi! Davvero terribile! Inconcepibile sentire sondaggi, che per quanto gonfiati, rappresentano uno stato di cose da mentecatti più che cittadini consapevoli.

  • Grande Silvio….. Più vai in TV tu e gli altri politicanti del C e più la gente capisce che personaggi siete e dove deve veramente votare…..

  • Ma questo era un comizio della D’Amico! Che si voglia candidare anche lei?

    Certo, fare le domande e dare anche le risposte ti aiuta a non sforare con

    i tempi.

    In questo paese troppa gente nella sua vita non ha fatto altro che parlare

    e di solito parla tanto chi non ha niente da dire.

  • Bravissima  la D’AMICO ma  serve  a  poco o  a nulla  !  Questa  categoria (quella dei politici )  da  sinistra  a  destra  e passando per  il  centro sono  fatti con  lo stampino .-  Hanno  tutti una   sfacciataggine     bastarda .  Non se  ne  salva  uno  viceversa   non  andrebbero in politica -. Sono sempre  piu’  convinto  del voto   al  M5S  .- PEGGIO DI COME  STA’  ANDANDO  NON  POTRA’  MAI ANDARE-. Grillo   rappresenta   la  parte  inorridita  dei cittadini  da  questa  classe  parassita  nulla facente e  succhia soldi -.  In tutti i  talk show  accettano  la  riduzione  degli stipendi ,del nro dei parlamentari , l abolizione  del finanziamento ai partiti ( salvo Bersani che lo difende a  spada  tratta)  ma poi …….????

  • d’amico persona arrogantissima!!!! con qualsiasi persona si parlasse bisognerebbe farlo sempre con umilta’ e modo.VERGOGNA!!

  • Godo tremendamente e provo anche un pò di pena a vedere che vi è rimasta solo Ilaria D’Amico a combattere il Grande Berlusca. Siete ridotti alla canna del gas. 

  • Grigio ha scritto :
    " Claudio ha scritto:  "Evidentemente, se il Cavaliere (che di sondaggi se ne intende) si rifa ai cavalli di battaglia del Movimento Cinque Stelle, il consenso degli italiani verso le idee "grilline" non dev’essere poi così basso". 

    Invece, come avevo proposto in un altro post, pensavo che era giunto il momento di fare outing, di tirare fuori l’asso nella manica. Grillo poteva organizzare una conferenza stampa, invitando tutti i media possibili, coadiuvato da un economista disponibile come Bagnai, Borghi, Tringali, Undiemi, Galloni (o più di uno), da un avvocato come la Musu e da altre personalità come il prof. Becchi e spiegare come stanno veramente le cose…

    Molto condivisibile questo ecumenismo della rete. Bisognerebbe divulgare tutti i temi esclusi dal dibattito pubblico in conferenze del genere.

    Ipotesi1: In materia economica ritengo i ragazzi del M5S sensibili alle teorie alternative come d’altronde lo sono i suoi simpatizzanti.

    Ipotesi2: l’équipe di Grillo che si manifesta via i posts/discorsi avra’ bisogno di un tempo per metabolizzare le nuove correnti di pensiero, ma credo che nei prossimi mesi di campagna elettorale (tsunamica) le risorse siano concentarte altrove.

    La contiguità del blog di Claudio con quello di Grillo rappresentano una circolazione di idee non trascurabile.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi