Quanti sono gli uomini della scorta di Monti?

QUANTISONOGLIUOMINIDELLASCORTADIMONT-BLOG

Milano. 19 gennaio 2012. Alle 17.55 scendo dal Freccia Rossa proveniente da Roma. Mi avvio verso la fine dei binari, camminando parallelamente al convoglio fermo. Con una mano mi tiro dietro il trolley con le valigie. Sento qualcuno che mi tocca. Mi giro, è un poliziotto. Non sembra interessato a me. Sta guardando qualcos’altro, poco più indietro. Lì per lì non capisco, mi volto e continuo a camminare. Dopo pochi secondi volgo lo sguardo alla mia sinistra. C’è un uomo che mi cammina affianco. Lo guardo bene. E’ a mezzo metro da me. Io sono alla sua destra e il treno è alla sua sinistra. Ha una valigetta in mano. Guarda avanti, dritto davanti a sé. Nei lunghi, interminabili istanti in cui procediamo affiancati, inizia ad affiorare alla mia coscienza la consapevolezza che lo sconosciuto che mi cammina accanto, quasi che fosse un vecchio amico, o un semplice viaggiatore appena sceso dal treno, possa essere lui, il presidente del Consiglio. Lo guardo bene. E non c’è più alcun dubbio: è Mario Monti.

 

Se lui è Mario Monti io però sono io. E in rete sono uno dei suoi peggiori nemici. Ho raccontato fin dal primo giorno della Trilaterale, del Bilderberg. Ho radiografato le sue frasi, ogni sua dichiarazione. Quelle rilasciate a Roma come quelle rilasciate a Bruxelles. Quelle rilasciate a Washington come quelle provenienti dalla Cina. Ho smontato pezzo per pezzo i trattati europei che ha contribuito a scrivere e poi a ratificare, dal Mes al Fiscal Compact. Ho denunciato il suo progetto di costruzione degli Stati Uniti d’Europa, usando la crisi come arma di ricatto. Ho raccontato uno ad uno i suoi legami con le banche e le leggi con le quali l’ha favorite. E’ stato l’oggetto delle mie attenzioni continue per oltre un anno. E adesso è lì, a meno di mezzo metro. Potrei toccarlo semplicemente alzando un braccio. Forse anche muovendo una mano. Cammina al mio fianco, e si fa strada in me la sensazione che sia una specie di occasione. Non so bene quale.

Pochi istanti per razionalizzare. Pensieri veloci. Valutazioni e controvalutazioni da portare a termine nel brevissimo tempo che ci si mette a percorrere la lunghezza di un locomotore. Potrei approfittare della situazione. Dovrei forse dirgli qualcosa, qualsiasi cosa, con la speranza quasi perversa che, alzando lo sguardo per capire chi lo sta apostrofando, incrociando i miei occhi lui possa in qualche modo avere un guizzo, un lampo, riconoscermi, e dare così un senso a tutto questo mio urlare alla luna. “Golia sa dell’esistenza di Davide“.

Ma sono solo. Non c’è nessuno che possa riprendere, magari da lontano o anche solo in bella vista, a garanzia e tutela dei fatti di cronaca. Dovrei tirare fuori il telefonino. E questo richiede tempo, anche perché sono pieno di valigie. E anche riuscendoci in un tempo accettabile, il probabile risultato sarebbe essere malmenati e la rottura dello smartphone, o la sua requisizione. Un conto è un giornalista con un cameramen alle spalle: ci sono dei testimoni, riprendono tutto. Monti non avrebbe risposto comunque, come fa sempre, ma nessuno avrebbe osato fare il prepotente davanti agli obiettivi di una televisione. Un conto, invece, è un anonimo passante, così pericolosamente vicino al capo del Governo da poterlo toccare in qualsiasi momento, che inizia ad armeggiare con le tasche e manifesta intenzioni non meglio identificate. Ma, certamente, se avessi avuto una statuina del Duomo di Milano in tasca, per non dire di peggio, e se fossi stato un Tartaglia qualsiasi, avrei avuto lunghi, interminabili secondi per attentare alla vita del presidente del Consiglio. E questo, permettetemi, non mi sembra il massimo della sicurezza.

In ogni caso, dopo avere così valutato ho rallentato, ho estratto lo smatphone e li ho seguiti. Volevo che li vedeste anche voi. Volevo contare insieme a voi il numero di agenti di scorta che Mario Monti si porta appresso, probabilmente occupando tutta una carrozza del Freccia Rossa Roma-Milano. Non so se sia giusto o sbagliato: forse è necessario. Ma certamente non è economico. Una carrozza Business ha una cinquantina di posti a 116€ l’uno. Circa 6000€. Se c’è la prima carrozza denominata Executive, i costi sono forse anche superiori. A questo vanno aggiunti i costi della scorta. Un viaggio può arrivare a costare facilmente cifre a cinque zeri. Dieci, venti, trentamila euro? Chi può dirlo! Tenetelo a mente, quando vi raccontano che sono parsimoniosi e “viaggiano in treno”. Anche perché Monti stava andando a Bergamo, ad aprire la sua campagna elettorale. Un’attività non certamente istituzionale. Pagheremo noi anche quella?

E, dunque, quanti sono gli uomini della scorta di Monti? Contateli anche voi: guardate il video (alcuni probabilmente sono agenti della polizia ferroviaria solo temporaneamente assegnati a scortarlo dal treno alla limousine).

 

 

34 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ..COME CAPO DEL GOVERNO 12.000 €

    COME SENATORE A VITA 25.000 €

    PENSIONE 35.000 €

    per un totale di 72 mila al mese

    ..i diciassette dell’Ave Maria? ero convinto fossero fans

  • E dopo il prefetto di Bergamo dice ” e meglio che le donne non vadano in giro la sera da sole”. perforza! tutte le forze dell’ordine sono impegnate a scortare gli Imperatori dello stato Italico!

    Due domande al volo:

    !) chi divalo a votato questo pallone gonfiato?

    2) che cavolo rappresenta visto che era e resta un signor nessuno?

  • … io nel conto ci metterei almeno 4 o 5 uomini in borghese della DIGOS!

    Sai, quei simpatici personaggi che escono fuori come funghi quando meno te lo aspetti!

  • Ma come si fa a non capire?

    L’euro e la sua quantità non sono un problema per loro,solo per noi,volete capirlo o no?

    A noi fanno di tutto per darcelo col contagoccie(e poi ce lo levano)perchè dobbiamo restare nella convinzione che siano limitati e appartenenti alle banche,se tutti fossimo ricchi non ci sarebbe più la loro supremazia,non potrebbero approfittare delle servitù,non potrebbero umiliarci e sarebbero costretti a diventare persone comuni come noi,senza padroni e schiavi,hanno bisogno di noi ma sotto controllo e allevati da schiavi,per dare valore alla loro moneta di totò(nella banda degli onesti),tutto qui,il tutto confezionato con un futuro fatto di insensata sopravvivenza con ideali come la famiglia,l’amore e la morte,loro non hanno questi ideali,sanno da dove provengono,non sono tenuti a crederci,come la religione e i suoi comandamenti del resto,sanno che sono regole per allevare pecore,quindi lasciate perdere quanti euro si sprecano e quante regole e leggi esistono,le hanno create loro

  • Questi criminali vogliono il voto delle persone durante le elezioni, ma durante il resto dell’anno hanno la scorta perchè hanno paura della gente.Chi ha paura della gente è evidentemente in malafede (perchè sa cosa ha fatto) e chi è in malafede dovrebbe avere il buon gusto di non candidarsi. Monti, quel viscido banchiere massone con tutte le porcherie che ha fatto in favore delle banche, ha affamato ancora di più questa nazione e non è diverso dai cialtroni che abbiamo sopportato in questi vent’anni. Io voterò il movimento 5 stelle per provare a ridare credibilità a questa barzelletta mondiale che è diventata il nostro paese. Con la presente, porgo Distinti saluti a Lei Sig. Messora e la esorto nel continuare nella Sua ottima opera di informazione.

  • Immagina se oltre a te avessi avuto assieme Barnard, Becchi, la Undiemi, la Musu, Fergnani, Bagnai e Borghi e qualche manciata di persone armate di telecamera… Sai che festa ne sarebbe uscita fuori? 😉

  • Hai ragione, quando dicono che si spostano col treno non è che risparmiano. La scorta per del presidente del consiglio è una cosa necessaria, si può discutere, si può valutare il numero degli agente magari è eccessivo sopratutto quando è in SUA campagna elettorale. Ma quallo che non mi va giù, quallo che non si può discutere e nemmeno valutare è la scorta di ALFANO, BERLUSCONI persino BERTINOTTIIIIIIIIIIIIIIII !!! Qua siamo al deliro e la gente si chiede come mai lievita la spesa pubblica ? Quella gente fa investimenti per andare in parlamento e lo fa mentre è in parlamento e se li gode dopo a spesa nostra ! Quando si RISVEGLIA questo popolo????

  • Eh si! Quando uno si sente amato dalla gente… come Passera quando prese l’elicottero per salutare i suoi sostenitori. Chissà Claudio magari sono suoi sostenitori… Alfieri, portabandiera e testimoni

  • ….e non c’è mai uno di quei poliziotti che sbrocca e lo prende a calci nel sedere !!

    Secondo me non hai visto che sei finito dentro alla scena del prossimo film su “Dracula”.

    Per chi non l’avesse letta ecco la sintesi di microsatira: Monti si è iscritto a Facebook. Applicata l’Imu alle fattorie di Farmville.

    La sintesi è perfetta.

    Preferisco le immagini di Grillo attorniato da cittadini incuriositi,incazzati e curiosi.

    Certo che dev’essere stata dura resistere alla tentazioni di lanciargli un Trolley!

    Mi si rivolta lo stomaco se penso che si beccherà anche i rimborsi elettorali.(se ci mettesse lo zampino la natura !! Che so…una piccola trombosi che lo metta KO).

     

  • Claudio, io gli avrei chiesto semplicemente, come pensano con la politica austera recessiva fatta di più tasse e meno servizi a dare un futuro all’economia e alla popolazione di questo paese?

    Ma come hai scritto già tu, sicuramente lui non avrebbe risposto!

  • Che si chiami Mario Monti o Silvio Berlusconi, il presidente del Consiglio italiano cosi come quello di qualsiasi paese civile, merita adeguata protezione e non credo sia il caso di discutere, se non per curiosità personale, il costo che questa comporta.

    Sappiamo bene che questi costi sono davvero infinitesimali se paragonati a ciò che comportano scelte poilticamente sbagliate, soprattutto in termini macroeconomici. E’ un pò come per i costi dei parlamentari, provocano grande fastidio nell’opinione pubblica, ma non sono certo quelli che cambiano la situazione economica.

    Ma è ovvio che come cittadino mi aspetto il rispetto dovuto se mi si chiede di fare sacrifici, voglio che i miei sacrifici siano supportati da buoni esempi da parte di chi li richiede.

    L’importante è non commettere l’errore di molti, che sono convinti che il solo taglio dei costi della politica sia sufficiente a far stare tutti meglio. Insomma la nostra sete di equità non deve essere in alcun modo dirottata verso cause apperenti, che non sono correlate con la crisi, perchè c’è il rischio di dare la caccia alle streghe.

  • Monti NON è più presidente del consiglio e non dovrebbere essere neppure senatore a vita.
    Niente scorta quindi.
    Aboliamo i senatori a vita, aboliamo i vitalizi, prosciughiamo il fiume di NOSTRI soldi che alimenta questi parassiti, che altro lavoro non hanno mai fatto nè sanno sanno fare, se non quello dei politicanti.
    E monti se ne torni alla goldman sachs, chè nessuno di noi l’ha mai eletto nè votato.

  • Avete capito perchè poi manca la polizia per strada? Si dovrebbero vergognare questi parassiti, affamatori del popolo. Dite la verità: quanto sarebbe bello poteli mandare tutti a lavorare (ma sul serio) e togliere loro tutto ciò che hanno rubato al popolo italiano?

  • Siamo uno stato borbonico da “ancient regime” in cui i re (lui, Napolitano, Berlusconi e altri politicanti) sembrano creature deificate cui tutto e’ dovuto e permesso. Siamo schiavi dentro e non perdiamo occasione di dimostrarlo. Purtroppo qualche remoto precedente ha dato l’alibi a questi squallidi potentati di argomentare le spese faraoniche per la loro esagerata tutela. inutile dire che queste misure non servono a niente se non a far apparire (apparire) intoccabile un cittadino qualsiasi che ha (fa) i nostri stessi bisogni.

  • Anas E. ha scritto :
    Sono tutti in borghese !

    Quelli della digos?! si certo, lo so! E magari ce ne sara’ di certo uno che legge questi commenti… QUINDI come fai a non mandarlo dove merita??? ^__^ cosi’, sulla fiducia!

     

  • ma lui è senatore a vita . . . je spetta

    tutti in bici (per lui che è anzianotto magari a pedalta assistita)

    dovrebbero andare !!!!!!

    altro che scorte. Le scorte ce l’hanno i mafiosi o quelli che le combattono le mafie 

    chi fà gli interessi della cittadinanza tutta non ha bisogno delle scorte.

  • Mi auguro che capiti un momento in cui:

    La scorta non ci sia o è distratta,

    e una persona qualsiasi abbia voglia di rivalsa su un personaggio cosi ignobile.

    Il resto viene da sè !!

    MAGARI !!

  • Oltre ai 17 della scorta, aggiungi quelli che han portato le due auto ad attenderlo, più il paio di poliziotti che si intravedono nel filmato mentre stai per imboccare l’uscita.. E poi si sa, in mezzo alla gente son presenti altri ancora, i cosiddetti “invisibili”. Direi che in tutto fanno almeno una trentina di agenti.

    Ed a proposito di Mario Monti, qui ho rammentato qualcosa che in molti avevamo dimenticato: Monti consulente di Pomicino Comit e Fiat, in cosa consistevano le sue consulenze?

  • Due cose, la prima è che Claudio ti devi comprare una ActionCam da infilare nel cappello…..Cosi’ nessuno te la puo’ vedere e le immagini non ballano….. se apri una donazione online disponibile al contributo…..

    La seconda è che ho capito perchè Monti dice sempre di avere il terrore che gli stipendi degli statali non vengano pagati….eh certo altrimenti la scorta di 15 persone se la deve pagare lui….vuoi mettere invece disporre di quante forze dell’ordine si vuole…anche per motivi non istituzionali?

     

  • Mi sa che molti si sono dimenticati che: può anche non piacere, ma Monti è il Capo del Governo. 15/16 guardie sono anche poche se si pensa al odio che leggo in alcuni msg.

  • ..una bella vergogna, ma soprattutto una bella faccia tosta nel sostenere che poi ci sono gli evasori se poi i soldi pubblici vengono spesi per interessi privati da parte dei signori della politica.
  • ma avete contato quelli che si porta appresso berlusconi anche ora che non ha nessun incarico? (per fortuna!) o quando si sposta in elicottero?

    se si cercasse di essere obiettivi, non sarebbe male. per tutti.

  • Dato che questo è un regime, è vero, mi chiedevo come hai fatto a riprendere tutto senza nessun avviso da parte di questi poliziotti. Scusa non per farmi i fatti tuoi ma se ti beccano che li segui non credo che siano contenti??

    Sei stato molto coraggioso!!!

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi