Fuori l’elenco dei mutui del PD con Monte dei Paschi

DateciLaListaDeiMutuiMPS-Blog

Quando l’anno scorso il Parlamento azzerò le commissioni bancarie, come risultato di un mezza frase infilata in un emendamento che evidentemente la maggioranza aveva votato senza leggerlo bene, Federico Ghizzoni (AD di Unicredito) parlò di “incidente che non si doveva più ripetere” e Mussari, dopo avere finto le dimissioni da presidente Abi, si fece il giro di tutte le segreterie di partito per chiedere l’immediata cancellazione di una norma che prevedeva (pensate) anche i conti correnti gratuiti ai pensionati con una pensione inferiore ai 1500€.

 

Gianfranco Polillo disse che le misure sui conti correnti gratis per i soggetti titolari di trattamenti pensionistici fino a 1.500 euro “comportano un notevole danno per le banche” e l’azzeramento delle commissioni “si risolve in una riduzione dei ricavi per le banche con effetti indiretti anche sul gettito fiscale“, per cui “il Governo si riserva di intervenire“. La Finocchiaro disse che il PD era favorevole all’eliminazione della norma. Ma anche Alfano disse che il PDL era favorevole all’eliminazione della norma. Il Governo (quello delle banche) disse che per quanto lo riguardava, chiaramente, vedeva con favore l’eliminazione della norma.Tutti a 90 gradi, cittadini compresi che non ci capivano niente, perché la faccenda era ingarbugliata come il cavetto degli auricolari di un telefonino. L’unico che urlava ero io.

Cominciò immediatamente la corsa contro il tempo per accontentare Mussari e ripristinare le commissioni bancarie. Se fosse entrata in vigore, avrebbe scatenato l’inferno. Secondo l’Abi: 10 miliardi di perdite per le banche. Non fa niente che le banche ci costano e ci sono costate molto di più. I tempi tecnici erano strettissimi. Mentirono. Anche in quel caso, mi risposero che non era vero che avrebbero obbedito alle banche. Paola De Micheli (PD), a L’Ultima Parola, mi disse testualmentenon è che domani mattina quella norma viene cancellata“. Infatti l’indomani mattina esatta, il 24 marzo 2012, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, “ritenuta la straordinaria necessita` ed urgenza di modificare talune disposizioni […] concernenti la nullità di clausole nei contratti bancari”, su proposta nientedimeno che del presidente del Consiglio Mario Monti – quello che si gonfiava il petto con lo stesso emendamento che non era neppure suo -, emana il Decreto-legge 24 marzo 2012, n. 29, il quale all’articolo 1 annulla gli effetti dell’emendamento della discordia, quello che avrebbe stralciato tout court le commissioni bancarie. E per non far sembrare che emanano un decreto legge ad Mussari, ci aggiungono anche la creazione di un Osservatorio sull’erogazione del credito da parte delle banche alle imprese. Leggete bene quello che successe e quello che dissi e scrissi io. E a proposito, qualcuno sa che fine ha fatto l’Osservatorio?

Per tagliarsi gli stipendi non è bastata l’istituzione di una commissione apposita e non sono bastati mesi di necessarie, esiziali indagini transnazionali, al termine delle quali il presidente Istat si dimise perchè l’incarico era troppo difficile. Per ripristinare le commissioni bancarie, invece, ci sono voluti solo pochi giorni e la collaborazione istantanea e assoluta di tutti, specialmente del presidente del Consiglio e a quello della Repubblica.

Ora, dopo quasi un anno, guardando agli intrecci che emergono tra il Partito Democratico e Monte dei Paschi di Siena, alla longa manus delle Fondazioni Bancarie sulle nomine negli istituti di credito, al 30% che, addirittura per regolamento (articolo 28), i nominati avrebbero dovuto versare nelle casse del partito dal loro stipendio, alle donazioni ingenti di Mussari (quasi 700mila euro), si capisce forse meglio il perché di quella corsa frenetica ad azzerare il provvedimento che annullava le commissioni bancarie (le più alte in assoluto in tutta Europa) per i cittadini italiani.

Ora, se il PD vuole almeno provare ad avere titolo per rivendicare un po’ di credibilità, deve fornire l’elenco di tutti i mutui a tasso agevolato, di tutti i finanziamenti e i prestiti in sofferenza ottenuti da nominati, dirigenti ed eletti, unitamente all’elenco di tutte le contribuzioni di nominati e dirigenti del Monte dei Paschi di Siena, insieme alle donazioni degli stessi, spontanee o meno. In fondo, tutto questo ci è costato 4 miliardi di euro almeno: abbiamo il diritto di sapere e il diritto di mandarli tutti a casa.

 

 

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • caro claudio ,ho seguito ieri sera la puntata con paragone;

    paragone ti fa parlare sempre poco,poi i politici sono abilissimi a non farti parlare di cose a loro sconvenienti e a sovrapposi alle tue parole…i lupi perdono il pelo ma non …..

    ma quello che volevo chiederti è se tu non riesci a collegarti,o se non li hai gia’,collegamenti con altri movimenti europei che la pensano alla stessa maniera su questa europa ,su questo euro e sulle ingiustizie che queste lobby provocano ai cittadini e ai popoli;

    non sarebbe opportuno provare a riunirci e a verificare il sentiment di questo malcontento europeo?


  • Come si può pensare che le fondazioni possano rinunciare alle commissioni sui conti correnti? Come potrebbero arricchirsi, altrimenti?

  • Aggiungo, Gargamella che afferma di essere contrario ai condoni, ha chiesto prima il permesso a quelli del PD che, con la loro assenza, permisero lo scudo fiscale?

  • Grazie Claudio

    Ciò che mi dispiace maggiormente, consiste nel fatto che vivendo in un paese incivile, non riesco a contribuire fattivamente, al tuo immenso lavoro che svolgi per la collettività.

    Grazie ancora.

  • Hai perfettamente ragione Claudio, ma leggendo un post di Gianni Lannes sul trattato di Lisbona, su questa dittatura europea, sulle possibili difficoltà a re-agire, a poter proporre qualcosa di diverso, mi rendo conto che combatterò, insieme a tanti, una battaglia o meglio una guerra che può essere già persa in partenza. Già il fatto che nei talk show ti stoppano, ti impediscono di parlare,o come capitò a Barnard ti ridono in faccia, la dice lunga sul fatto che oggi fanno così, ma domani ti /ci verrà vietato anche protestare e a suon di eurogendfor.I contentini promessi e forse elargiti dai politici, suonano come spiccioli dati ai mendicanti, perchè tanti di noi tali sono: senza lavoro, senza prospettive. Concludo dicendo che anche sapere i nomi di chi ha usufruito dei mutui, della banca Monte Paschi, alla fine può risultare un contentino, perchè per tanti non cambierà niente: oltretutto ci saranno diversi gradi di giudizio e il dimenticatoio che, guarda caso, non vale per i protestati e i falliti e i cattivi pagatori (ricordo per chi non lo sapesse che le banche e le finanziarie conservano i dati sensibili nel “cartaceo”: ma non possono!sì, ma lo fanno lo stesso). Quindi ok, sputino fuori i nomi, ma cosa cambia per chi oggi soffre? Mi chiedo se qualcuno dei candidati ha mai guardato o guarda negli occhi le persone con cui parla  e a cui chiede i voti.

  • Bravo Messora anche se il tuo diritto e quello degli italiani di sapere qualcosa sulle merdate tra banche e partiti equivale a zero. Vai a votare se ti pare altrimenti va bene lo stesso e non rompere le scatole con queste richieste assurde di voler sapere.

    • Non lo sapevi?

      Ci sono altri filmati in youtube, che spiegano altrettanto bene come vengono fabbricati i soldi. Il sistema è quello di trasformare aria fritta in beni reali, i nostri. (Case, aziende, ogni cosa che ha un valore reale.) QUESTA è SCHIAVITU’ DEL SECOLO.

      I SOLDI NON SONO NOSTRI, SONO DI POCHE PERSONE, E LI RITORNANO.

    • Sapevo che i soldi in questo sistema malato non appartengono agli stati, ma finora non avevo mai sentito spiegare in modo così chiaro e semplice il ruolo del signoraggio bancario, che crea un debito inestinguibile perchè non viene creata sufficiente moneta per poterlo materialmente estinguere, e quindi si trasforma in schiavitù. Secondo me bisognerebbe parlante di più, perché è il vero nodo attorno al quale le élite finanziarie mondiali hanno ancorato il loro potere. Sciolto quello il resto viene di conseguenza. Mi piacerebbe vedere questo video pubblicato su Byoblu: potreste cortesemente votare questo commento o riproporre il link di cui sopra finchè Claudio non lo vede: che valuti lui se vuole pubblicarlo o no, ma almeno vorrei essere sicuro che lo abbia visto.

  • Claudio sei un grande! sei l’unico che riesce a sbattere in faccia queste verità palesi  ai questi parassiti. Continua così!

    Sapresti darmi qualche informazione in più sui rapporti di lavoro tra dell’ Ultri Putin e B.

    Ci sono sempre più insistenti voci che il ritorno in campo di questo personaggio è dovuto a grosse pressioni dall’ est, gente molto pericolosa,  per gli inciuci sull’energia e gas, stipulati precedentemente. 

    Lui se ne voleva stare tranquillo in Africa ma è stato richiamato per le orecchie dal suo caro amico Dell’Utri.

  • Bravo Claudio hai fatto del tuo meglio anche se questa volta la legge dei turni e sopratutto del parlar arrogantemente sopra il prossimo da parte del politicante con parlantina di turno (es. Rovetto) non ti ha permesso (immagino) di esprimere completamente e pienamente i concetti che avevi annotato nei tuo tablet. 😉

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi