SOS GRECIA! E’ davvero emergenza? LIVE

SosGreciaBlog

 

Cosa sta succedendo in Grecia?

Voci sempre più insistenti parlano di un Paese sprofondato nel baratro, volutamente dimenticato, silenziato perché la sua tragedia non interferisca con le elezioni in Germania e in Italia. E’ vero?

Ne abbiamo parlato in una diretta fuori programma con Monia Benini, esperta conoscitrice della Grecia e a diretto contatto con i cittadini di Atene, e con Sergio Di Cori Modigliani, autore dell’articolo che ha lanciato l’allarme in rete, che è intervenuto nel corso del live.

Nel video in testa al post, la registrazione completa dell’evento live.

 

61 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Queste notizie, come sottolinea l’articolo di SERGIO DI CORI MODIGLIANI, non passano attraverso il filtro di censura usato dai nostri Media di Regime, come vuole la Casta. Ci si potrà rendere conto di quello che ci potrebbe aspettare, se seguissimo, così come vorrebbero Monti (che del resto ha anche detto: ” La Grecia è l’esempio del buon funzionamento dell’euro”) o gli altri Partiti, subito disponibili ad un suo nuovo incarico “tecnico” o a seguire le sue indicazioni, che sono poi quelle della BCE e della Finanza Internazionale.
    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11461

  • ho parenti in Grecia e vi posso garantire che la situazione è persino peggiore di quanto arriva dalle poche fonti indipendenti. ci sono epidemie infettive, malattie da malnutrizione e inquinamento. la ribellione c’è ma è ancora troppo disorganizzata. io, oltre alla BCE, al FMI e alla UE, accuso la GERMANIA per l’ennesimo GENOCIDIO perpetrato ai danni di innocenti.

    • accusa tua sorella sanguinario da due lire ma chi ti paga Goldman Sachs e gli omini che ce l’hanno con la Germania perché non vuole che la BCE insieme di banche private si trasformi in FED reserve, sempre un insieme di banche private PER STAMPARE SOLDI PER LORO STESSE?

      SI  ARRICCHISCONO LE BANCHE, TUTTE E DI CHI E’ LA COLPA???

      DEI TEDESCHI. La spiegazione per allocchi.

      Areva inquina le acque del Piemonte con gli impianti vicino al confine.

      Che faccio dichiaro guerra ai francesi?

       

      E siamo logici e pigliamoci le nostre responsabilità-

      CHI FIRMO’ IL TRATTATO DI MAACHSTRICHT?

      HAI PRESENTE COSA C’è SCRITTO E QUALI VINCOLI FISSAVA????????

      FU LA GERMANIA CON LA PISTOLA ALLA TEMPIA A OBBLIGARE TUTTE LE NAZIONI A SOTTOSCRIVERE QUEI VINCOLI????

       

  • Io ho parenti in Grecia. Sinceramente, parlando poco fa al tel mi hanno detto che non e’ cambiato niente rispetto a qualche giorno fa. Non che stiamo proprio bene pero’ quello che si legge oggi in internet sembra una grande bufala.Saluti

  • O.T.

     

    Scusate l’O.T, ma volevo segnalare la vergogna del politometro pubblicato su repubblica.it. Ho provato a rispondere secondo coscienza e il risultato mi ha collocato come elettore PD. Incuriosito l’ho fatto altre 3 volte: prima rispondendo a caso, poi scegliendo sempre la prima risposta e successivamente scegliendo sempre l’ultima risposta, ma l’esito e’ sempre lo stesso.

    Questo e’ il link:

    http://www.repubblica.it/elezioni/2013/interattivi/politometro/

     

    • Confermo. Risulto simpatizzante del PD. Strano. Lo detesto profondamente. Ma se non sei del PD, chi diavolo te lo fa fare di leggere quello straccio di carta igienica di Repubblica ?

    • Confermo che anche io risulto vicino al PD, ma le mie risposte non erano orientate verso il “non programma” del PD, logicamente il sito web è programmato per dare sempre la vicinanza al PD con qualsiasi risposta data…ma Repubblica non sa più’ cosa inventare per arraffare elettori e mandarli verso gargamella…scandaloso…

    • Confermo anch’io. Il test lascia pochissima libertà di scelta perchè le risposte sono tutte molto piddinocentriche e quindi da lì non si scappa. Ho cercato di dare risposte il più lontano possibile da quello che dice gargamella ma è impossibile e difatti alla fine sono risultato vicino a lui lo stesso. Scandalosa la faziosità di repubblica, giuro che mi fanno vomitare, loro e il pd (o meglio, loro e il Partito Unico dell’Euro). E questa sarebbe la nostra sinistra? Che schifo.

    • scientificamnte l’ho provato.

      tutte le rispsoste del politometro sono un copia e incolla dei programmi o delle dichiarazioni dei leader politici.

      in prima istanza ho risposto su posizioni tra il pdl e monti e ho ottenuto una posizione tra (ascolatte e tremate) bersani e grillo, più vicino a grillo.

      MA LA PARTE PIù INQUIETANTE è STATA LA SECONDA PROVA SCIENTIFICAMENTE CONTROLLATA. HO SELEZIONATO SOLO LE FRASI (CONTROLLANDO RISPOSTA PER RISPOSTA) DELL’ADORABILE OMININO MONTI. EBBENE, CARI TUTTI, HO CENTRATO BERSANI IN PIENO!!!

      TIRARNE LE SOMME…. 

  • Penso,sia ormai chiaro,da dove provviene Monti e il buon Mario 2 Draghi,Bilderberg,ecco la provenienza!Il consiglio dei 30 riuniti sul Britannia,messo a disposizione dall’Inghilterra,su quella nave è stato sancita,la fine delle economie e di alcuni Paesi europei!Negare ciò è negare l’evidenza di un ordine mondiale ! Compreso questo,compreso tutto!Ogni considerazione in più diviene superflua!Potere massone totale!!! Draghi,presidente di Goldman e Sachs, quali altre prove si hanno bisogno,per confermare questi fatti? NESSUNA!!! Buona vita agli onesti !Paolo buon. 

  • I miei due più’ grandi miti viventi, Monia Bernini e Sergio di Cori Modigliani, riuniti insieme a parlare della Grecia? Forse domani riesco a vederli, speriamo…Ma in rete sono gli unici che hanno il coraggio di parlare della situazione Greca?la cara Monia ne parlo’ circa 15 GG. fa a una conferenza a Bergamo a cui ho avuto il piacere di partecipare e parlo’ di pensionati greci con 40 anni di contributi che dovevano pagarsi di tasca propria i raggi in ospedale o di famiglie accampate nei parchi perche’ le banche avevano espropriato loro la casa o genitori che erano costretti a portare i figli piccoli negli orfanotrofi perche’ non erano in grado di mantenerli…notizie da brivido…Questi due signori meritano il rispetto ASSOLUTO e la stima di tutti noi, magari avessimo gente cosi’ al governo!

    • Questo qui non sa neppure cos’è Eurogendfor ed a che cosa serve………..

      Ma andate a scrivere su Repubblica e l’Unità (se esiste ancora) !!!!!!!!!!!!

    • Massì, hai ragione, mica è informato come te, perdonalo, avrà fonti attendibili come queste:

      http://www.youtube.com/watch?v=428pVDcPqWE

      http://it.wikipedia.org/wiki/Forza_di_gendarmeria_europea:

      I suoi possibili utilizzi comprendono:

      1. condurre missioni di sicurezza e ordine pubblico;
      2. monitorare, svolgere consulenza, guidare e supervisionare le forze di polizia locali nello svolgimento delle loro ordinarie mansioni, ivi compresa l’attività d’indagine penale;
      3. assolvere a compiti di sorveglianza pubblica, gestione del traffico, controllo delle frontiere e attivita’ generale d’intelligence;
      4. svolgere attivita’ investigativa in campo penale, individuare i reati, rintracciare i colpevoli e tradurli davanti alle autorita’ giudiziarie competenti;
      5. proteggere le persone e i beni e mantenere l’ordine in caso di disordini pubblici;
      6. formare gli operatori di polizia secondo gli standard internazionali;
      7. formare gli istruttori, in particolare attraverso programmi di cooperazione.
  • Io credo che non bisognerebbe uscire e neanche restare nell’euro; la scelta intelligente è nel mezzo, e cioè stare nell’euro ma introducendo nel mercato interno del Paese una nuova moneta, per lo più in forma elettronica. Un esempio è la Lettonia, che ha la sua moneta (il Lats) ma che “di fatto” utilizza già l’euro nelle banche, ove è possibile aprire conti in euro. E, guarda caso, La Lettonia è una delle economie più sane d’Europa

    La moneta interna dovrebbe essere mantenuta sino al momento in cui BCE, euro e fisco europeo, non saranno rivisti sul modello degli Usa (ovvio, i pregi di quel sistema e non i difetti).

    • Mamma mia che esempio: un paese spianato dalla troika.

      Ti riporto solo questi dati, fonte IMF:

       

      Country Subject Descriptor Units Scale Country/Series-specific Notes 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012
      Latvia Gross domestic product, constant prices National currency Billions Source: National Statistical Office Latest actual data: 2011 National accounts manual used: ESA 1995 GDP valuation: Market prices Start/end months of reporting year: January/December Base year: 2000 Chain-weighted: Yes, from 1995 Primary domestic currency: Latvian lats Data last updated: 09/2012 5.841 6.358 7.002 7.783 8.530 8.251 6.788 6.765 7.135 7.453
      Latvia Unemployment rate Percent of total labor force   Source: National Statistical Office Latest actual data: 2011 Notes: Labor statistics are based on Labor Force Survey data, which were revised in 2011 in compliance with Population and Housing Census 2011 results; data before 2011 have not been revised yet. Employment type: Harmonized ILO definition Primary domestic currency: Latvian lats Data last updated: 09/2012 10.586 10.437 9.017 6.844 6.053 7.534 16.902 18.678 16.203 15.301
      Latvia Population Persons Millions Source: National Statistical Office Latest actual data: 2011 Primary domestic currency: Latvian lats Data last updated: 09/2012 2.331 2.319 2.306 2.295 2.281 2.271 2.261 2.248 2.075 2.042

       

       

      I)n pratica il paese si sta spopolando.

    • Non credo la Lettonia entrerà nell’euro nel 2014, penso ci rimarrà come lo è attualmente; si ai conti bancari in euro ma circola la propria moneta interna. La crisi, da cui comunque il Paese ne è uscito, è stata causata anche dal sistema bancario che non voleva, e non ha, svalutare la moneta. E’ anche vero che molti sono gli immigrati e che la popolazione è poco superiore ai due milioni di abitanti; comunque la Lettonia non ha grandi industrie (e nemmeno piccola e media impresa) paragonabili a quelle italiane.

  • La situazione è sicuramente seria e sul piano umanitario richiederebbe un piano straordinario da parte delle istituzioni mondiali (ONU, EU, FMI,…) ma parrebbe che stiano girando bufale on line (vedere articolo sotto e relativi commenti di persone che sono state la personalmente)…

    http://www.valigiablu.it/ci-dispiace-internet-la-grecia-non-e-crollata-definitivamente/

    Ovviamente io credo che la Grecia vada aiutata e non strozzata con ultriore austerity, ma l’intero impianto dello stato andrà ripensato… non è possibile che un paese che importa soltanto e non ha più un apparato manifatturiero, possa pensare di continuare a vivere di servizi pubblici e di debito che nessuno vorrà più finanziare

     

     

    • La bufala colossale è proprio http://www.valigiablu.it.

      La Grecia in questo momento somiglia molto ad Auschwiz. Gli aguzzini odierni dell’EuroNazismo l’hanno isolata e soffocata di debiti, che sarebbero poi le moderne camere a gas. Non è chiaro a cosa abbiano pensato questi criminali per smaltire “i cadaveri” (oggi: miserabili) prodotti da questo moderno genocidio, che all’uopo è finanziario. La mentalità, comunque, è sempre quella: se non ti posso infliggere la morte, ti infliggo la sofferenza! Devi soffrire tu piccolo ed inutile essere umano, perché noi, quelli della razza eletta, ti siamo superiori, e ci serviremo di te per la nostra insaziabile ingordigia. Hitler voleva fare l’impero dei mille anni e non durò neanche undici anni. Questi (chissà perché ci sono sempre tedeschi in mezzo), vogliono fare l’Unione Europea (che non è L’Europa) per altrettanti anni, ma chissà se il destino gli riserva la sessa fine degli undici anni. Comunque vada, non sarà una seconda Auschwiz, in quanto in pieno mondo dell’informazione sarà molto difficile nascondere tutta questa porcheria.

  • Euroleso ha scritto :
    Ciao, ti rispondo io. Monia Benini ha ribadito quello che ha già scritto in questo articolo.

    grazie, vado a leggere

  • Ma porca zozza, io non capisco. Abbiamo campato 2000 anni senza euro, ora c’è tutta ‘sta necessità?

    Si, mi si dirà, in 2000 anni però ci sono state guerre pesti e violenze varie. D’accordo, ma vi sembra giusta adesso, questa guerra invisibile che ci sta affamando ed uccidendo senza spapare un colpo? Senza sapere da che parte arrivano i proiettili?

    Bene, se così deve essere allora sono più contento di crepare ma con a fianco la lira.

    • E infatti si sta mostrando il volto della IIIa Guerra Mondiale che è già in atto, ove non si muore più di pallottola, bensì di fame e in piena sudditanza economica; è una guerra assai più subdola e sottile poichè, non contrapponendo più in modo diretto e palese gli stati e i cittadini che ne fanno parte, nè facendo ricorso a metodi cruenti, risulta molto più difficile da percepire, al punto d’apparire inesistente. Questa guerra uccide come un gas inodore.

  • Il popolo Italiano non ha ancora capito la gravita’ della situazione EURO , pensando di risolvere la crisi creata a tavolino, votando la dx o la sx ..o addirittura Monti che fa parte  del progetto SMANTELLAMENTO SOVRANITA’ DELLE NAZIONI 

  • Barbaranotav ha scritto :
    accusa tua sorella sanguinario da due lire ma chi ti paga Goldman Sachs e gli omini che ce l’hanno con la Germania perché non vuole che la BCE insieme di banche private si trasformi in FED reserve, sempre un insieme di banche private PER STAMPARE SOLDI PER LORO STESSE? SI  ARRICCHISCONO LE BANCHE, TUTTE E DI CHI E’ LA COLPA??? DEI TEDESCHI. La spiegazione per allocchi. Areva inquina le acque del Piemonte con gli impianti vicino al confine. Che faccio dichiaro guerra ai francesi?   E siamo logici e pigliamoci le nostre responsabilità- CHI FIRMO’ IL TRATTATO DI MAACHSTRICHT? HAI PRESENTE COSA C’è SCRITTO E QUALI VINCOLI FISSAVA???????? FU LA GERMANIA CON LA PISTOLA ALLA TEMPIA A OBBLIGARE TUTTE LE NAZIONI A SOTTOSCRIVERE QUEI VINCOLI????  

    Già Maastricht, cosa ci sarebbe scritto? E quali vincoli fissa? E quali Paesi riescono a rispettarli? E quali per primi l’hanno violato? E quali sanzioni hanno pagato?

    Nessuno parla di sole responsabilità tedesche nella questione greca ma di co-responsabilità, o correità sarebbe meglio dire.

    Ricordiamoci che la Germania non rifiuta di farsi carico dei debiti altrui, ma cerca di recuperare i propri crediti.

    E chi difende questa posizione non vede l’usura come un reato.

  • …vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole…

    …e più non dimandare…

    Ecco,credo fermamente che il ” colà ” sia stato confuso dall’abitudine degenerata in pigrizia nella sua corretta focalizzazione…si continua imperterriti a giocare correttamente contro un avversario apertamente scorretto,si continua nella velleità di estorcere una confessione,un’ammissione di colpevolezza a tutti i costi ad un avversario che dimostra cotidie negli atti e nelle dichiarazioni la prova lampante dei propri delitti e dei propri disegni…la verità relativa è che non si riesce a fare a meno del proprio carnefice,disabituati da decenni alla responsabilità sociale,alla vigilanza sul proprio futuro,al controllo della res publica dal basso – posto che ci sia mai stato un basso ed un alto -…perchè tutti questi giullari di corte che adesso porgono il cappello della carità tra balletti ed acrobazie,davvero rappresentano oramai l’hostis publicus da perseguire…gettata la maschera del patriottismo e delle legalità lasciano intravedere chiaramente il loro aspetto…………….. con le votazioni non si farà altro che prolungare sofferenze e delitti,vite e generazioni bruciate,distrutte,immolate su di un altare spurio distante anni luce dalla nostra reale volontà,dai nostri reali bisogni,dalle nostre reali urgenze…e perchè no?persino dai nostri legittimi sogni ed aspirazioni…nessuno dei questuanti candidati è in grado di rappresentarci…non più…mai più…partiamo dunque dalla consapevolezza,bisogna prendere coscienza e abbandonare la paura…perchè ha ragione il ” Belino populista ” questa è una guerra che inevitabilmente lascerà i suoi morti sul campo…occorre pertanto decidere che cosa e quanto si è disposti a sacrificare…ma soprattutto per che cosa!

  • Clauidio mi accodo per l’ennesima volta alle migliaia di persone che ti fanno i complimenti per la grandissima opera di informazione che svolgi. Il video è toccante e fa riflettere, ma mi chiedo, alla fine? in pratica che si fa? che coloro che dovrebbero cercare di risolvere la situazione sono coloro che l’hanno creata e la stanno peggiorando, cosa aspettiamo, a che santo ci dobbiamo votare? davvero bisogna aspettare e auspicare che il popolo sia così stremato da insorgere e provocare una rivoluzione? e anche se così fosse, chi pagherebbe maggiormente dazio sarebbe sempre e solo il popolo stesso. Possibile non ci sia altra soluzione? eppure in rete le “menti eusiscettiche” siete tante ma finchè si rimane divisi si fa ben poco…ci sediamo sulla riva del fiume e aspettiamo l’evolvere degli eventi?

  • mettjus ha scritto :
    Nel video, dal minuto 47 (http://youtu.be/xq5ZYX2EkF8?t=47m3s), dite che i salari italiani sono stati svalutati come quelli tedeschi (adattati al ribasso). Ma dal video che hai pubblicato qualche settimana fa (http://www.youtube.com/watch?v=EY0iQ46MCFQ) sembra che i salari degli operai tedeschi non siano poi così male. Cosa mi sono perso?

    La germania li ha precarizzati molto prima di noi e poi creando disoccupazione ha permesso alle aziende di assumere tante persone e cosìcche il pil è aumentato, ma oggi hanno detto che il loro pil è all0 -0.7

    • la risposta è nello stesso post che citi, con il video di Lambrenedetto. Il post contiene un invito a valutare quanto sostenuto dal soggetto che parla e, in base alla conoscenze acquisite su questo blog, ad effettuare una critica ragionata (il video era già stato visto un milione di volte prima della sua pubblicazione su byoblu, che è servita solo a dare modo ai lettori del blog, bene informati, di confutarlo). Quindi, ti basterà leggere i commenti a quel post per trovare la tua risposta.

  • Euroleso ha scritto :
    La Grecia stà raschiando il fondo del secchio. Adesso, se l’aumento delle rapine è salito del 600% o del 400%, la logica vuole che in una popolazione ridotta alla fame, anche il più moralista degli esseri umani impara a prendere ciò che trova sotto tiro, e cioè rubare. Per quanto riguarda la guerra civile, se non la stanno facendo ci manca poco. La guerriglia urbana e l’assedio dei palazzi istituzionali, invece, è cosa giornaliera da oltre un anno, e si sono degnati persino i nostri vendutissimi organi di stampa a farcelo sapere saltuariamente. Poi guarda cosa succede da settembre 2012, e prova a pensare a 120.000 famiglie senza energia elettrica come si devono arrangiare. http://www.gazzettadelsud.it/news/22952/Corrente-elettrica—ogni-mese.html Se sei in buona fede, fatti quattro conti e medita su come stanno andando le cose.

    Cominciamo a ragionare allora, intanto abbiamo appurato che come dicevo le informazioni in entrata dalla Grecia non sono attendibili.
    Bisognerebbe essere li per sapere la verità.
    Io posso anche pensare a 120000 famiglie senza energia, ma più di questo non posso fare e nemmeno tu.
    Fare una crociata contro chi dice che ci siano bufale in arrivo a che pro? Vivaddio che ci siano anche opinioni discordanti, o no? Perchè dovrei essere in cattiva fede a sostenere che non è tutto vero quello che è scritto in certi articoli “casalinghi”? Cosa me ne viene? E a te nel difenderli? Sei in buona fede tu? Io penso di si, ma te la prendi troppo a mio parere.
    Ora, anche se mi faccio quattro conti e ci medito sopra…. non mi è cambiato nulla. Non comando nulla io, ne tutti noi messi insieme e votare questo o quello non cambierà nulla e questo è un dato di fatto provato dall’esperienza.

  • in questo articolo si denuncia l’allarme catastrofe greca come bufala.

    Ma non l’avrei postato se non avessi avuto conferma da qualcuno in Grecia.

  • [22.58.36] Mistero Ufo: mi chiamo marck, collaboro con un sito che si occupa di mettere news di natura sociale, nel nostro sito abbiamo inserito questa news: LA GRECIA E’ CROLLATA… 
    La Grecia è crollata, definitivamente. Stanno assaltando i supermercati! http://ansu.altervista.org/index.php?mod=read&id=1360686662 ma secondo alcune nostre ricerche un blog greco avrebbe contestato questa news affermando che le cose non stanno proprio così. questo è il link del blog greco che contesta quello che viene descritto

    [22.58.36] Mistero Ufo: mi chiamo marck, collaboro con un sito che si occupa di mettere news di natura sociale, nel nostro sito abbiamo inserito questa news: LA GRECIA E’ CROLLATA… La Grecia è crollata, definitivamente. Stanno assaltando i supermercati! http://ansu.altervista.org/index.php?mod=read&id=1360686662 ma secondo alcune nostre ricerche un blog greco avrebbe contestato questa news affermando che le cose non stanno proprio così. questo è il link del blog greco che contesta quello che viene descritto[22.58.42] Mistero Ufo: http://www.protothema.gr/world/article/?aid=256880

    avete maggiore informazioni da fornirci?

  • Caro Claudio, guarda cosa scrivono questi cialtroni oggi sul sito del Sole 24 ore…

    Circola in rete da giorni un articolo, con notizie allarmanti sulla crisi greca. Si descrivono storie di pastori che distribuiscono gratis lo yogurt prodotto invece che consegnarlo a una fantomatica multinazionale ovviamente tedesca, di rapinatori di supermarket che dividono il bottino con la povera gente in strada, di commessi che guardano altrove quando i poveracci svaligiano i negozi. Addirittura si è letto su un sito francese che nel paese è di Vittorio Da Rold – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/VbIgL

  • […] http://www.byoblu.com/post/2013/02/12… Il live di Byoblu.com con Sergio Di Cori Modigliani, autore di un post allarmante secondo il quale la Grecia è ormai prossima alla guerra civile, e Monia Benini, scrittrice esperta di Grecia e delle problematiche di natura economico finanziarie implicate nel processo di integrazione europea. […]

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi