Grillo è cattivo (parola di Boldi)

Berlusconi-GrilloECattivo-Blog

Cosa puoi dire di uno, quando c’è poco da dire? Cosa dice un bambino quando non riesce mai a vincere? Dice: “non gioco più, siete cattivi”. Berlusconi dedica a Grillo la più lunga invettiva della sua arringa di Milano. Più dello spazio dedicato a Fini e Casini. Più dello spazio dedicato a Monti. E dopo aver ripetuto punto per punto il programma di Grillo, dal dimezzamento degli stipendi dei parlamentari, alla restituzione dei rimborsi elettorali, all’impignorabilità della prima casa da parte del fisco, al massimo di due mandati, passando addirittura per il “Patto firmato dai parlamentari” (anche questa una proposta di Grillo, che solo per il fatto di essere stata comparsa sul suo blog fu immediatamente tacciata di essere incostituzionale) non gli resta che rifiutarsi di restituire la palla agli altri bambini e buttarsi in una catartica ipnosi regressiva di gruppo, fino alla liberatoria apoteosi del nonsense, di fronte a una platea che non ha nulla da obiettare sull’imbarazzante spessore delle argomentazioni: “Grillo è cattivo!”.

 

Grillo è cattivo! Avete capito bene! Lo sa di per certo perché gliel’ha detto Boldi (non sto facendo ironia: è proprio la motivazione che ha usato). E non va in televisione perché in televisione se ne accorgerebbero tutti, che è cattivo (come se 60 milioni di italiani si fossero mai accorti di quante palle ha raccontato lui, lo psiconano, negli ultimi 25 anni). E come se ancora non bastasse: avete presente la battaglia del Movimento Cinque Stelle contro la politica di professione? Avete cioè presente l’esaltazione della politica come servizio reso a fronte di un’autentico amore per il bene comune? Bene: Silvio non si fa mancare neanche quello. A commettere le disgustose porcherie che hanno fatto disaffezionare i cittadini alla politica non sono stati mica loro, né? No: sono stati quelli che fanno la politica per soldi, per interesse. I vari Fiorito (ma di che partito era?). Loro, invece, l’hanno fatta solo e soltanto per passione, ed è per autentica e inarrestabile passione che continuano a farla. Solo per quella (dai, dimenticate per un attimo la storia delle televisioni da salvare, di Rete4 da non far finire sul satellite, di Europa7 di Francesco Di Stefano da bloccare, dei processi da evitare, delle aziende da rilanciare, della Sardegna da cementificare e tanto altro cui, si sa, la passione spesso conduce, come cantava De Andrè). Non ci credete? Cliccate, cliccate sui video…

Ecco, qui sotto, il documento con lo snocciolamento del programma di Grillo, spacciato per i punti del Popolo delle Libertà (la non pignorabilità della prima casa lo dice in un’altro spezzone).

BerlusconiFotocopiaGrillo-Blog

 E, per darvi il colpo di grazia, ecco il Berlusconi & Berluscones Show: saltellano giulivi al ritmo festoso di “Chi non salta è un comunista èh.. èh.. “.

BerlusconiCHINONSALTACOMUNISTAE-Blog

 

42 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Se qualcun’altro mi dice che è un grande comunicatore gli sputo in un occhio… lui è solo una macchietta… perchè prende tanti voti? Semplice.
    Perchè molti italiani sono macchiette… a molti italiani basta sentirsi dire da uno vestito bene che parla bene che uno è cattivo per non votarlo.
    Non ce l’ho con berlu… ce l’ho con chi lo vota

    • Dimentichi che …viene e verrà votato…dalla schiera di cortigiane e concubine che a lui devono tutto, oltre che una rendita mensile che ricevono pure ora, ancora.. dipendenti cui ha regalato poltrone a destra e a manca. Se contiamo le persone che ruotano intorno a lui, un certo numero di votanti viene pur raggiunto!!

    • Quelli e quelle, insieme agli altri irriducibi ultras, li faccio rientrare nel suo zoccolo duro del 15%… sono quelli del “meno male che silvio c’è”.
      Con quelli e quelle, c’è poco da fare.
      Per gli altri? la maggior parte disinformazione, una minor parte voto ideologico ( io mi ritengo di destra, a destra c’è lui e mi tocca votare lui perchè non vinca la sinistra ).

  • Pensare che proprio per via di queste pagliacciate e’ ancora lui che temo prenda un sacco di voti…. Ma noi siamo in tanti sto giro, davvero tanti…

  • Stanno arrivando le confidenze al berlusca di Renato Pozzetto,Lino Banfi e Paolo Villaggio(e qui saranno cazzi)…..su rete 4 “le comiche” ….in studio(meno gli imprenditori in difficolta’)….Gianni e Pinotto e gli applausi a comando.per la serie “grillo vuole solo i monologhi”P.s. forse ha ragione Ferrara,chi vota Grillo e’ un coglione

  • Capiamoli. Sono tesi. Parecchio tesi. Si sentono il fiato sul collo ma… non c’è trippa per gatti!

    A sto giro vada come deve andare… ma al prossimo si fa l’en plein, ovvia!

    Senedevonoandare!

     

  • berlusconi si è bevuto il cervello non sa più a cosa attaccarsi è ridicolo da parecchi anni e purtroppo ci sono dei decerebrati che lo votano ho sentito parecchie volte i milanisti dire se compra questo lo voto e cosi è stato (per quei cerebrolesi che conosco) sono milanista ma il nano malefico deve sparire dalla politica ha mandato a puttane tutta italia sveglia per chi lo diffende ancora! volete il suo governo?? pagate le tasse per tutti quelli che non lo vogliono allora preferisco andare a p.ut.t.ane coi miei soldi piuttosto che pagare le p.utt.ane per qualcun altro fate i conti cmq da parte mia W M5S la vera alternativa

  • Mi chiedo come fanno le persone presenti in platea a decidere di alzarsi la mattina per andare a vedere sto nano rifatto… e applaudono pure alle czzate che dice!!! 

    Sarei curioso di conoscerle per chiedergli la loro “opinione”

    Se qualcuno di loro è in ascolto… FATEVI AVANTI, ditemi solo il PERCHE’!!!!

    gente strana

    • Se riesci a mettere insieme e organizzare dei pullmans di: piccoli e grandi evasori fiscali, costruttori di prime, seconde e terze case abusive, gestori di casini, puttane e magnaccia di qualsiasi livello, truffatori, rapinatori, scippatori, mafiosi, ‘nranghetisti e camorristi di ogni ordine e grado; puttanelle e puttanone di primo secondo e terzo livello e anche di primo pelo (le più richieste), disposte a qualsisi cosa pur di far carriera e magari aspirare a diventar ministro o sottosegretario. gente poco informata che crede ancora che gli asini volano, allora capisci perchè ancora siano in tanti a seguire il vecchio idiota che ha fatto tanti soldi solo perchè molto furbo. 

  • Io e mia figlia abbiamo votato il movimento

    aspettiamo e speriamo che le cose cambino 

    e di potere ritornara in Patria. 

    Ciao a tutti.

  • Quello che vorrei sapere e’ cosa ve ne viene in tasca a voi fascisti (ah è vero credete di aver votato m5s, scusate, voi siete quelli che ancora credono alle etichette) ? ma non vi siete ancora accorti che lo prenderete ancora e sempre in quel posto fino a quando darete fiducia agli uomini che non si responsabilizzano. Fate firmare a grillo e ai suoi servi (scusate voi li chiamati candidati) un contratto in cui se non seguono il programma ci rimettono casa e denaro. Vedrete che non lo faranno! Altrimenti, oh si che le cose cambierebbero, davvero!

  • Ciao a tutti,

    ho una curiosità che volevo condividere con voi: è la prima volta che commento una notizia sul blog, anche se leggo con interesse molti degli articoli di Claudio Messora così come di altri blogger, e, da simpatizzante dell’universo grillino, volevo chiedere a Byoblu e a chi legge: ma chi è il candidato premier del Mov. 5 stelle? grazie a chi vorrà rispondere.

    • non è prevista una vittoria dell’m5s da parte dellm5s quindi non credo ci abbiano pensato, e fra parentesi non credo nemmeno che lo sperino.Un governo di neofiti sarebbe un bel salto nel vuoto.Il problema secondo me è che rischiano veramente di avere la maggioranza, e la prova sono gli attacchi di tutti i politici nessuno escluso.In qesto do ragione ala salsi, secondo me un pò paura di vincere ce l’hanno. Io voterò cmq loro, a me i salti nel vuoto piacciono.p.s. anche se sono a favore dei no global e dei no tav io ho sempre votato a dx.

  • Vuol dire che sa benissimo che questa volta, a parte i suoi sodali e complici, non lo voteranno. Penso che in molte regioni la sua coalizione non passera’ al Senato, altro che “mettiamo la freccia”….

  • Scusate l’OT , qualcuno sa spiegarmi perchè se provo a inserire un commento a un video su youtube inerente a Mario Monti se uso parole tipo:  goldman sachs , trilaterale , Papademos , etc. il commento non viene inserito e va in errore ?

     

  • Il vero problema del momento è questo: http://www.altrainformazione.it/wp/2013/02/18/2013-debacle-della-grecia-dei-poveri-e-delle-tasse/. Che è poi la condizione dove Monti, Napolitano, Prodi, Bersani Casini e Fini ci vorrebbero portare affinché l’Italia cedesse sovranità all’Euroschifo e si riducesse definitivamente ad una fogna a cielo aperto, come è attualmente la povera Grecia. Forse, non avremo neanche il tempo di occuparci di chi viene eletto al parlamento italiano, prima di venire travolti da una Grecia collassata, che va in rivolta sanguinaria, e fa cadere l’Europarlamento con tutti i suoi orpelli. Comunque sia, in una situazione come quella in cui ci si trova in Italia in questo momento, pur di uscire dal cappio dove ci hanno appesi, la gente voterà (è mia personale opinione) contro chi è stato fino ad ora al governo, e lo ha appoggiato. E’ quindi scontato, che anche Berlusconi & Co., nonostante i suoi (finti) starnazzamenti antieuropeisti, e le sue ridicole buffonate, avranno percentuali alquanto risicate. A quelli del M5S non frega un bel niente di chi sarà il prossimo presidente del consiglio dei ministri. Qualcuno (e anche importante, come dice Grillo) si troverà. Chi frequenta questo blog da tempo, può immaginare anche a chi si può pensare. Certamente non mancano economisti né costituzionalisti simpatizzanti del Movimento. A giudicare poi dalle piazze stracolme (Piazza Castello a Torino, ha terrorizzato “Corriere della Sera”, “Repubblica” e “La Stampa” che sono praticamente le grancasse mediatiche del regime montiano (chiamato da Travaglio “Stato Montificio”) giudicherei molto alta la probabilità che M5S raggiunga il traguardo con relativo premio di maggioranza. E sarà rivoluzione.

  • Ieri sera a quinta colonna ha snocciolato tutte cose condivisibili,anzi le ha messe come le prime cose da fare (impignorabilità della prima casa e degli strumenti di lavoro delle imprese eccetera): gli altri le stesse cose le mettono tra le prime da fare oppure,come spesso è successo, si tratta di cose da vedere se si possono fare? Vediamo se chi andrà al governo darà priorità a certi temi oppure dovrà ancora parlare di riforma della giustizia come se questa dia posti di lavoro o fermi i pignoramenti e le vendite all’asta o i suicidi.

  • Senti senti cosa dice oggi “La Stampa” di regime.

    http://www.lastampa.it/2013/02/19/italia/speciali/elezioni-politiche-2013/operazione-sicilia-per-il-premio-al-senato-VWkTafdqV65S6FrJE0jWIM/pagina.html

    Nessuno ride più, dunque, di fronte al comico Grillo; e i timori di una «sorpresona elettorale» crescono ogni giorno di più. C’è poco di cui rammaricarsi, però: il Movimento Cinque Stelle, in fondo, è nient’altro che la cartina di tornasole degli errori e delle difficoltà di una intera classe politica. Un anno a promettere riforme – mentre Monti fronteggiava l’emergenza economica – e non una riforma (a partire da quella elettorale) realmente varata; la grancassa dell’«aboliremo le Province» e poi invece ecco le Province ancora tutte lì; ripuliremo le liste e i partiti, e intanto le liste e i partiti (non tutti, certo) sono affollati di candidati opachi, inquisiti, in alcuni casi condannati…

    «Promettono di fare domani quel che non hanno fatto ieri», continua a tuonare Grillo. Che domenica sera si è fregato le mani osservando il ritorno in campo di Romano Prodi: «Se questo è il nuovo che avanza, vinciamo a mani basse…», ha confidato Grillo ai suoi. E sembrava più una previsione che la solita «sparata»…  

    A buon intenditor poche parole.

  • Ancora “La Stampa” di regime.

    http://www.lastampa.it/2013/02/19/italia/speciali/elezioni-politiche-2013/in-piazza-san-giovanni-lancio-l-opa-sulla-politica-7tcqmy8iLTqCdzYuE3BAXL/pagina.html

    Se stasera da Mentana alle 21 andranno in onda, separate, le interviste a Bersani, Berlusconi e Monti, nel movimento esultano perché loro saranno a Monza, dove Milano è già Brianza, a consolidare questa dinamica da io-contro-tutti. Grillo – che questi due giorni era abbastanza arrabbiato – dinanzi all’ennesima piazza veramente piena all’inverosimile, a Cremona, insiste molto sul linguaggio, e sono i passaggi improvvisati, rivelatori: «Noi cambieremo le parole, la mentalità. I giornalisti mi chiedono sempre le stesse cose, con le stesse formule, se andate al governo chi indicherete premier, con chi farete alleanza, non è che il vostro gruppo parlamentare si dividerà?, capite? Chiedono cose così, non ce la fanno. Mostreremo che ragioniamo diversamente». Come sempre semplifica cose in realtà complesse. «Ma devo farlo, altrimenti dovrei parlare tre ore».

    La loro tv ce l’hanno: è Ustream di Salvo Mandarà, un ingegnere elettronico originario di Ragusa e trapiantato ad Abbiategrasso. Non prende soldi, s’è messo in aspettativa. A ogni tappa del tour, oltre a quelli in piazza, collega almeno altri diecimila utenti (è la media). Gli spin doctor non ci sono, ma Grillo ha con sé – o qui o in chat – dei ragazzi, in particolare quelli della Casaleggio, che definire svegli è poco. Se l’account twitter di Bersani fa l’errore di postare la foto della manifestazione di Pisapia, loro lo individuano subito.

    Lancio da qui un saluto a Salvo Mandarà e lo ringrazio per il suo incredibile lavoro.

  • Salve Claudio, seguo il tuo blog dai tempi del terremoto dell’Aquila, scrivi bene e mi sembri una persona di un certto spessore etico, e soprattutto mi è sembrato di vedere in te, quella che io considero la caratteristica che distingue un Giornalista da uno scribacchino, e cioè il fatto che prima di informarmi, si informa. Ultimamente però, mi sono vista costretta a compiere una selezione piuttosto drastica dei tuoi post (dopo anni di frequentazione della rete, in cerca di informazioni, sono diventata molto esigente).

    Mi sembra di cogliere nel tuo blog una deriva “ultimoparolista”.

    Se da un lato capisco e approvo che tu colga l’occasione di una trasmissione Rai per aumentare la tua visibilità, dall’altra ritengo che dovresti mantenere un pò di più le distanze dallo spirito di questo programma.

    Ritengo che Gianluigi Paragone corrisponda molto a quei personaggi che “in tempo di sole basso, fanno l’ombra da giganti”.

    Grazie e Buon lavoro

     

     

     

     

     

  • Mi sembra piuttosto evidente che il Berlusca tema Grillo molto piu’ che il PD. Lo dico soprattutto a chi votera’ PD per votare contro B…

     

    Io dalla Norvegia ho gia’ votato….

  • Qualche tempo fa è uscito un sondaggio sulle intenzioni di voto per fasce di età; mi ha colpito che nella fascia tra 18 e 24 anni il PDL prenderebbe il 5-6% di voti, guarda caso proprio la % dei bocciati nelle scuole superiori. Mi sono chiesto se c’è un legame tra questi dati ed i tagli dei governi di centro-destra alla scuola pubblica. Più gente ignorante più elettori? ….Mah.

  • Caro Claudio, ho letto alcuni dei commenti a questo argomento, non tutti.

    Per quei pochi che ho letto, “una decina”, mi sono chiesto tra me questo:

    Invece di andare a vedere/leggere o sentire questi prezzolati politici, e dato che tutte queste persone hanno internet, ma andare direttamente al nocciolo del problema no?

    Ovvero, andare a vedere cosa hanno scritto “nero su bianco” nei loro programmi politici.

    Se uno si accontenta di ascoltare che i politici e crede in quello che dicono, mi viene in mente una punizione inflitta ad uno dei miei figli, corrispondente in una ripetizione 50 volte, dello scritto in latino “STOLTO E’ COLUI CHE CREDE”.

    Saluti.

    Astraaaaaaaaaaaaaaa

  • berlusconi è disposto ad affermare e a fare QUALUNQUE cosa pure di raggiungere lo scopo che si prefigge, questo è noto da sempre.

    Etica, morale, onestà, non sono parole che appartengono al suo vocabolario.

    Quello che è preoccupante è che gli Italiani lo abbiano ritenuto in grado di guidare il paese per oltre 3300 giorni, due anni in più di andreotti!!

    Cari concittadini,

    adesso però BASTA.

    BASTA davvero.

     

  • Ahahah ! Meno male che abbiamo ancora un po’ di sano umorismo.Quì non si capisce se la tragedia si trasforma in farsa o la farsa si trasforma in tragedia.In questi ultimi giorni ho visto cose che voi….dalle terre di vadarviaiciapp,al canto dell’usignolo stonato,oltre la tonza di pa e della galssia di Ruby non avreste mai potuto vedere.

    Poche balle!!  Menem era un pivello in confronto a sta maschera!

     

    Grazie Claudio per questa perla di un pirla che parla.

  • Atris ha scritto :
    Quelli e quelle, insieme agli altri irriducibi ultras, li faccio rientrare nel suo zoccolo duro del 15%… sono quelli del “meno male che silvio c’è”.Con quelli e quelle, c’è poco da fare.Per gli altri? la maggior parte disinformazione, una minor parte voto ideologico ( io mi ritengo di destra, a destra c’è lui e mi tocca votare lui perchè non vinca la sinistra ).

     

    Piano, piano @Atris! Hai ben descritto il fenomeno Berlusconi e seguaci, ma ti dirò una cosa:

    Alle prossime votazioni PDL-LEGA insieme arriveranno al max al 6-8% e dovranno scannarsi per le poltroncine rimaste in “giuoco” e lo psico andrà ad occuparsi del Milan (che è meglio).

    Hanno finito!!!

  • SE… se non truccano le elezioni Grillo ha buone probabilità di diventare

    il secondo o il terzo partito.

    Tenete però presente che in Italia le riforme si fanno solo col cannone.

    E cosa c’è scritto sull’asso di spade? “Non ti fidar di me se il cuor ti manca”.  

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi