Perché chiuderete, senza rimpianti

SenatriceM5S

Mi invitano a guardare un video. La notizia è scandalosa: una prossima senatrice del Movimento Cinque Stelle non saprebbe il numero esatto dei componenti della camera alta. Una notizia da prima pagina del Corriere Online. Sono poco incline, lo confesso, a perdere tempo dietro a questo genere di scoop, ma non posso esimermi perché mi fanno pressione. Così guardo. Ebben sì. E’ assolutamente vergognoso: la prossima senatrice “grillina” non sa il numero esatto dei senatori. Abbordata dalle facezie e dallo spessore giornalistico del duo di “Un giorno da Pecora“, alla fine la poveretta capitola: saranno 5/600 alla Camera e sui 300 al Senato. Il video si interrompe subito dopo. Cosa avrà aggiunto, ancora, la malcapitata? Non è dato saperlo. Tanto ormai la frittata è fatta, la tesi è dimostrata: il Movimento Cinque Stelle è fatto di ignoranti.

 

Confesso di non saperlo con esattezza neppure io. E’ importante? Per queste minchiate c’è la rete e c’è Wikipedia. Non è più l’era di mandare a memoria le poesie a scuola: anche quel metodo pedagogico è stato abbandonato. Per di più, alla Camera ci sono 630 deputati e al Senato 315. La malcapitata ha detto perfino bene! Ma non ha azzeccato la virgola: questa è una notiza bomba. Il Corriere non poteva esimersi dallo sputtanarla. Stiamo scherzando?

Peccato che, per una futura senatrice che non si ricorda quanti senatori esattamente siedano a Palazzo Madama, ci sono parlamentari eletti e rieletti or ora dal PDL che non sanno neppure parlare l’italiano, come Antonio Razzi (ascoltare per credere). Ma, peggio ancora, sarebbe bastato seguire un qualsiasi servizio delle Iene, o uno dei mille reportage di Monica Raucci a L’Ultima Parola, per rendersi conto che quelli che purtroppo non sono ancora andati a casa tutti, in massima parte non sapevano neppure cosa avevano votato dieci minuti prima, come tutti i “premitori di tasti” che hanno ratificato il Trattato di Lisbona e più recentemente il fondo salva stati, che ci ha impiccati mani e piedi indebitandoci per centinaia di miliardi, ma che – a domanda risponda –  non sapevano neppure cosa fosse! E potrei continuare per ore, descrivendo i comportamenti criminali che i burattini delle lobby, interessati solo alla poltrona e alla pensione, hanno posto in essere nel tempio della democrazia, giocando con le nostre vite e trascinandoci nel letame.

Il Corriere della Sera non ha trovato neppure lo spazio di una breve per porre all’attenzione dell’opinione pubblica uno che urlava alla luna raccontando per mesi, urbi et orbi, cosa fosse il MES e perché non dovevamo firmare. Neppure per dire: “guardate cosa racconta questo scemo”. E quello scemo raccontava cose che perfino la Corte Costituzionale tedesca, in seguito, ha sottolineato con fermezza. Però, in quella serie interminabile di video-banalità che infilano nella loro striscia verticale, direttamente sulla home page del primo quotidiano nazionale, una super redazione di geni da premio Pulitzer non ha trovato di meglio che buttarsi a pesce su una non-notizia come quella della futura senatrice che non ricorda il numero esatto di senatori.

Ecco perché, mi dispiace, ma se fosse per me se ne dovrebbero andare a casa tutti. Anche loro. Domani mattina. Ecco perché ce li manderà il mercato: perché non hanno la spina dorsale per alzarsi, sbattere i pugni su una scrivania e dire: “Eh no, basta cazzo! Non ho studiato giornalismo per pubblicare questa merda” (ed ecco perché bisogna stare alla larga da questa gente).

Mi scuso per il linguaggio, ma non me ne viene un altro.

140 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Claudio, mi scuso anch’io anticipatamente, ma non mi posso trattenere.

    Per tutta questa feccia ci vuole uno speciale del Vaffanculo day!

    • Per Ga.Ser: torno a imbrattarmi a distanza, prendendo contatto con lei, solo per sincerarmi che lei stia monitorando da presso i suoi eletti: sono certo che i corsi si sono tenuti e che l’esame obbligatorio pure, perche’ altrimenti una personcina come lei sicuramente avrebbe fatto il diavolo a quattro, attento come e’ alla forma. Le spiace dirmi quando si sono tenuti i corsi e come e’ andato l’esame? Ne’ l’uno ne’ l’altro? Non mi dica. Si e’ dimenticato di monitorare? Quale nuovo cavillo mi inventa ora? Saluti, ignorante e accidioso (e in malafede, aggiungo, visto che, sono pronto a scommetterci, lei non sta facendo nulla per pretendere dai suoi eletti quanto da loro promesso).

  • Non solo non hanno detto cosa fosse il Mes, ma non hanno spiegato cosa ha determinato, per noi, la firma del Trattato di Velsen e la creazione dell’Eurogendfor; non ci documentano cosa sta succedendo in Grecia” salvata”( come ha detto il Genio Monti) dalla UE e neppure fanno vedere che la Spagna sta seguendo a ruota con 1 bambino su 3 denutrito. Se puoi fai avere questo commento al Corriere te ne sono grata. Grazie per tutto quello che stai facendo!

  • Claudio, una parte della base M5S di probabile proveniemza piddina sta facendo fuoco e fiamme per un accordo M5S-PD. Tale elettorato non ha mai brillato nè per lucidità nè per lungimiranza figurarsi per intelligenza ed ha una certa tendenza a “rigirare la frittata”. Penso sarebbe un grave colpo alla credibilità del movimento che ho votato dare credito a questi “elettori”. Grillo mi pare abbia risposto a modo ma sembra che ci siano persone che proprio non possono fare ameno di pensare a qualche “valore aggiunto” rispetto a quello di base del Movimento. Comincio a preoccuparmi. Non voglio ritrovarmi piddino adesso dopo avere passato gli ultimo venti anni ad osteggiarli. Bisogna stare alla larga anche da questi (dopo averli scovati).

    Ciao.

    • Allora qui non si tratta di allearsi col PD ma di dare la fiducia per far partire un governo con l’appoggio del PD.. Sarà il Movimento a tenere per le “palle” il Pd e non viceversa.. Un pò come ha fatto la lega con berlusconi..
      In ogni caso Grillo si è sempre dichiarato “portavoce” del movimento e che a decidere sarebbero stati gli elettori.. Quindi per una sorta di coerenza dovrebbe indire un sondaggio per vedere se la maggioranza la pensa come lui o no.. 
      Chiedo a Claudio Messora se dal sito di Byoblu può fare un sondaggio (come ne ha già fatti in passato) per sapere come la pensa la cosiddetta “base” del Movimento 5 stelle.

       

      Grazie,

      Spero che lo leggerai.

       

    • Beh, ma la fiducia sarebbe solo nominale, eh. E’ una formalità stupida ma a quanto pare sembra fondamentale, io fino a ieri lo conoscevo, come meccanismo, ma non pensavo fosse fondamentale. Ci si attacca a questo per non fare come si è fatto in Sicilia, non è che effettivamente si starebbe dando la fiducia a Bersani, servirebbe giusto per votare come in Sicilia, provvedimento per provvedimento, ma non lo si fa certo per mantenere il Pd dentro, inoltre è il caso di metterlo in testo, è l’unico che potrebbe votare certi provvedimenti lì dentro, prima non l’ha fatto in preda a vergognosi strategismi D’alemiani e scellerate alleanze con Mastella. Ma ora è diverso, ogni forza, ma il PD in testa, se si votasse la fiducia al governo, si troverebbe davanti all’assunzione di responsabilità di votare o non votare riduzione stipendi, conflitto d’interessi (vedi video vergogna con violante nel 2003 “Berluscò ricordati dej ammici”), miglioramento sanità, scuola, giustizia.

      Se invece si fa il muro contro muro non si sbugiarda nessuno. Qui bisogna ridurre le cose all’essenziale, partendo chiaramente per il bene dell’Italia alle più probabilmente condivisibili  di buon senso, un provvedimento e chi lo vota e chi ci sta. Per arrivare a cose come il lavoro e poi la Tav e vedere l’asino che casca.

  • Ormai sono con l’acqua alla gola. Giornalisti che han dovuto sopportare questa visione impressionante dei risultati elettorali che vedevano il movimento 5 stelle…avanzare contro ogni teoria e, soprattutto abitudine italiana. Movimento che urla ai 4 venti da tempo, che bisogna chiudere i rubinetti dei finanziamenti ai giornali, ai partiti…ridurre ridurre ridurre le spese inutili; un incubo fatto persona. Ed allora attacca la ragazza che ne sa più della media di chi dentro quelle quattro mura bivacca da una vita, e ne fa un baluardo dell’ignoranza dei grillini. Come dargli torto? han vissuto da pecore per anni, decenni (magari masticando amaro all’inizio), per potersi ritagliare una fetta di mercato in quella torta avvelenata della stampa italiana. Avranno presto modo di capire bene di cosa si tratta. Intanto in via solferino, soffrono centinaia di lavoratori che una direzione assurda ha costretto sull’orlo del baratro…..dovrebbe, se esiste un dio dei tipografi, toccare alle alte sfere (salvando la solita sfruttata manovalanza)….e spero che questo accada. Forza M5S…….si comincia, e son certo che la volontà e l’onestà, daranno risultati presto, molto presto.

  • Grande Claudio

    Faranno di tutto per cercare di screditare e gettar fango ai 5 Stelle, per cercare di salvare la poltrona e tutto il sistema che la sorregge.Ma così, si tireranno la zappa sui piedi e firmeranno la loro definitiva condanna a dover rinunciare ai loro vergognosi privilegi perchè fra poco dovranno cambiare mestiere e forse per alcuni, anche il paese.

    Stanno diventando sempre piu insopportabili.

    Ma non si rendono ancora conto di essere patetici oltre che …(gli altri aggettivi non li elenco e li lascio alla fantasia di chi li vuole immaginare scritti in questo rigo)

    Hai fatto bene a scrivere questo post.

    L’unica mossa che hanno da giocare alternativa a quello che per loro sembra impossibile, è l’arma del discredito.

    La useranno a sproposito, decontestualizzando parti di frasi dette e ne faranno dei vergognosi collage , con i quali caricheranno i loro fucili mediatici e spareranno al primo che si muove in senso contrario ai loro loschi interessi.

    Ma non ci riusciranno!

    Sono al picciolo della frutta!

     

    Cordiali saluti

    Giancarlo

  • La macchina del fango è già partita, prepariamoci. basta vedere come dopo il post di grillo su Bersani TUTTI i media si siano velocemente mobilitati nel voler creare un problema che secondo me non dovrebbe nemmeno porsi. “la rivolta della base” , in “grillini si ribellano” . Centinaia di commenti – troll piddini- aggiungerei io – contro il movimento. Ma quale elettore del movimento che del resto è nato per un reale cambiamento totale del sistema partitico italiano, dovrebbe snaturarsi e autodistruggersi venendo a patti proprio con un partito?è solo l’inizio..

  • Ecco, ancora prima che arrivassi in fondo al post mi era venuta in mente la trasmessione Le Iene, dove spesso i politici hanno fatto figuracce mostrando ignoranza su cose elementari.. Non mi scandalizzo più di tanto, purtroppo il livello culturale questo eh..

  • Caro Claudio LA RETE LI SEPPELLIRA’…   cominciamo a far alzare il numero di visualizzazioni dei video delle “Iene” come quello che hai inserito tu, oppure come quest’altro   http://www.youtube.com/watch?v=Akdlee_GuvQ    degli svariati milioni di elettori del M5S credo che la quasi totalità abbia un’alfabetizzazione informatica superiore alla media degli italiani, così anche chi capiterà “per caso” su youtube troverà i video di certi CAMPIONI di moralità, rettitudine e cultura.

    i’ll stay tuned.

    Marco -Garou-

  • Brezzarossa ha scritto :
    Claudio, una parte della base M5S di probabile proveniemza piddina sta facendo fuoco e fiamme per un accordo M5S-PD. Tale elettorato non ha mai brillato nè per lucidità nè per lungimiranza figurarsi per intelligenza ed ha una certa tendenza a “rigirare la frittata”. Penso sarebbe un grave colpo alla credibilità del movimento che ho votato dare credito a questi “elettori”. Grillo mi pare abbia risposto a modo ma sembra che ci siano persone che proprio non possono fare ameno di pensare a qualche “valore aggiunto” rispetto a quello di base del Movimento. Comincio a preoccuparmi. Non voglio ritrovarmi piddino adesso dopo avere passato gli ultimo venti anni ad osteggiarli. Bisogna stare alla larga anche da questi (dopo averli scovati).Ciao.

    Sono daccordo.

    Qui non si deve assolutamente abboccare .

    Preferibile morire in piedi. Ai tempi Bossi ha tentato di non scendere a compromessi ma sappiamo poi come è andata a finire.

    Un po preoccupato sono anche io .

    Spero che eventuali incertezze siano colmate in tempo , altrimenti il paese andrà verso una pericolosa deriva .

    Per il bene di tutti, non facciamo cazzate  ed evitiamo di cadere nella trappola mortale dell’inciucio anche se inteso in buona fede.

    Non dobbiamo abboccare, senza se e senza ma!

    Sono LORO inaffidabili e sono LORO a dover cedere il loro orgoglio marcio, per il bene di tutti noi.

    Ma stiamo scherzando?

    Sempre allerta e “un orecchio sulla rotaia e l’altro in paradiso!”

    Cordiali Saluti

    Giancarlo

  • sono d’accordo… ma a metà: Lei (ahimè) sicuro non è l’unica a non conoscere queste nozioni; ma trovo questa cosa, al pari dell’intervento di Razzi e di tutti gli altri orrori grammaticali e / o culturali commessi da altri politici, parimenti vergognosa. Suppongo che la Senatrice debba ancora superare l’esame sulla Costituzione proposto per i rappresentanti pubblici dal suo Partito..

  • Euroleso ha scritto :
    Io invece quello che trovo vergognoso sei tu. Tornatene al partito e digli che ti hanno mandato a fanculo.

    Bei modi democratici di rispondere! Comunque io non sono di nessun partito: non mi è stata data possibilità di votare, purtroppo… Non sono un marò, non sono un Professore Universitario all’estero, non sono un militare. Sono una studentessa universitaria ( di giurisprudenza) momentaneamente all’estero che non si riconosce nell’attuale politica italiana. Ma soprattutto nelle persone come te, poco obiettive ( maleducate ) e che non rispettano i pareri altrui. Perché bisogna davvero avere i paraocchi guardando solo il proprio corso e le proprie ragioni per ritenere normale che una futura senatrice non conosca il numero dei senatori al Parlamento. Ammettere gli errori, essere obiettivi ( e civili ) è il primo passo per migliorare l’Italia ( e gli italiani ).

  • Euroleso ha scritto :
    Io invece quello che trovo vergognoso sei tu. Tornatene al partito e digli che ti hanno mandato a fanculo.

    Bei modi democratici di rispondere! Comunque io non sono di nessun partito: non mi è stata data possibilità di votare, purtroppo… Non sono un marò, non sono un Professore Universitario all’estero, non sono un militare. Sono una studentessa universitaria ( di giurisprudenza) momentaneamente all’estero che non si riconosce nell’attuale politica italiana. Ma soprattutto nelle persone come te, poco obiettive ( maleducate ) e che non rispettano i pareri altrui. Perché bisogna davvero avere i paraocchi guardando solo il proprio corso e le proprie ragioni per ritenere normale che una futura senatrice non conosca il numero dei senatori al Parlamento. Ammettere gli errori, essere obiettivi ( e civili ) è il primo passo per migliorare l’Italia ( e gli italiani ).

  • Euroleso ha scritto :
    Io invece quello che trovo vergognoso sei tu. Tornatene al partito e digli che ti hanno mandato a fanculo.

    Bei modi democratici di rispondere! Comunque io non sono di nessun partito: non mi è stata data possibilità di votare, purtroppo… Non sono un marò, non sono un Professore Universitario all’estero, non sono un militare. Sono una studentessa universitaria ( di giurisprudenza) momentaneamente all’estero che non si riconosce nell’attuale politica italiana. Ma soprattutto nelle persone come te, poco obiettive ( maleducate ) e che non rispettano i pareri altrui. Perché bisogna davvero avere i paraocchi guardando solo il proprio corso e le proprie ragioni per ritenere normale che una futura senatrice non conosca il numero dei senatori al Parlamento. Ammettere gli errori, essere obiettivi ( e civili ) è il primo passo per migliorare l’Italia ( e gli italiani ).

    • e quindi secondo te sarebbe una cosa cosi grave nn sapere il num di chi ci ha portato allo sfacelo…ti dò ragione sul tipo che è stato alquanto maleducato ma nn mi sembra una cosa che potrebbe rovinare il popolo Italiano…magari avrà altre cose da pensare …poi fai tu…

    • Io trovo che il fatto che la senatrice non conosca ancora il numero dei parlamentari deponga a suo favore. Lo saprà‘ presto negando la fiducia in senato. La studentessa qui sopra forse impara i testi di giurisprudenza a memoria ma poi non riesce a farci alcun ragionamento sopra.

  • Provo ad immaginare questa miriade di persone (qualcuno li chiama giornalisti) che si dedicano a questa sottospecie di notizie. Ne vien fuori una personalità che mira in maniera evidente a screditare in tutti  i modi possibili la credibilità di un nuovo modo di concepire la politica, ce l’hanno a morte con Beppe Grillo e insultano i cittadini elettori del M5S.

    E’ spaventoso.

    Lo si percepisce da quello che dicono, scrivono e dalle foto che mettono sulel copertine. Beppe è una specie di mostro spaventoso. Un fascista, un approfittatore, un populista demagogo. Su di lui, che non ha mai messo piede in parlamento, nè fatto leggi per se, nè preso soldi pubblici, si sprecano gli articoli, le inchieste, le menzogne, un trattamento che nemmeno Berlusconi ha mai ricevuto.

    Mirano chiaramente a dimostrare che non si può cambiare,

    Eppure l’idea di staccarsi dalla dipendenza del petrolio, avere un paese energeticamente autosufficiente e superefficeinte, un ambiente sano, sono le idee di chi vede lontano, un SOGNO VERO, per un futuro miglioreo e eco-sostenibile, un piano nazionale incompreso e per molti una minaccia, perchè incapaci di capire cosa sia la LUNGIMIRANZA.

  • il Corriere è famoso per gli articoli il cui succo è una minchiata come l’articolo in cui il “Re Napoletano” a Napoli entrava in un famoso bar e rifiutava un caffe’ al ginseng o parlava in napoletano alla gente! complimenti per l’ennesima figura ma da questi giornalisti di sistema non si puo’ pretendere di piu’…

  • Caro Claudio, il fatto che in parlamento ci siano stati e ci siano ancora analfabeti e ignoranti, non è una giustificazione. Senza sapere nulla di questo fatto, circa un’ora fa ho scritto un commento a un tuo post precedente, in cui consigliavo i ragazzi che scrivevano, di ripassare gli argomenti di diritto pubblico che riguardano l’organizzazione e il funzionamento dello Stato.

    Posso pensare che quella ragazza fosse frastornata e confusa per l’esperienza straordinaria che sta vivendo in questi giorni.

    Ti assicuro, però, che l’gnoranza che regna rispetto a questo argomento, è abissale.

    Il fatto, poi, che si metta in moto la macchina del fango, non deve stupire.

    Il mondo della pseudo informazione è pieno di pseudo giornalisti che, non avendo niente di cui parlare, sparlano.

     

  • Caro Claudio,

    hai fatto bene a scrivere il post sull’argomento dello svarione della nuova “cittadina-onorevole” del Movimento 5 Stelle.

    Cosa ci si poteva mai attendere da una trasmissione schierata e di parte come quella alla quale la cittadina ha voluto partecipare?

    Una ulteriore controprova che è meglio astenersi dal partecipare a situazioni di diffusione di mass-media che sono ancora, purtroppo, schierate contro il nuovo movimento.

    Avanti tutta. Corri Forrest corri e non fermarti fino al capolinea.


  • queste sono le analisi che vorrei sentire  da chi ci deve garantire la sana informazione  perche’ viene pagato lautamente con le nostre tasse,ma purtroppo non e’ cosi’!

    vengo spesso e con piacere su questo blog,e’ uno dei miei preferiti,e se ogni tanto non leggessi di persone come Claudio Messora morirei di crisi di panico,perche’ non ne posso piu’ di tutti gli schizofrenici che si propongono in radio,tv,rete,ovunque,mi sembra di impazzire,perche’non mi riconosco nella logica di questi mentecatti dell’informazione,e quando li ascolto ho come la senzazione di essere io l’anormale,ecco perche’ simpatizzo per Grillo e leggo Messora.

    continua cosi’ Claudio! 

  • Marcolino ha scritto :
    " Caro Claudio,hai fatto bene a scrivere il post sull’argomento dello svarione della nuova "cittadina-onorevole" del Movimento 5 Stelle.Cosa ci si poteva mai attendere da una trasmissione schierata e di parte come quella alla quale la cittadina ha voluto partecipare? Una ulteriore controprova che è meglio astenersi dal partecipare a situazioni di diffusione di mass-media che sono ancora, purtroppo, schierate contro il nuovo movimento. Avanti tutta. Corri Forrest corri e non fermarti fino al capolinea. "

    corriamo corriamo!

    – Legge sul conflitto di interesse.
    – Riduzione stipendi dei parlamentari.
    – Eliminazione retroattiva rimborsi elettorali.

  • A ME QUESTA COSA PIACE MOLTO, DIMOSTRA CHE LA SENATRICE NON HA MAI AVUTO A CHE FARE CON IL SISTEMA POLITICA, ED E’ PROPRIO CIO’ CHE NOI DEL M5S VOLEVAMO, CIO’ CHE CONTA E’ CHE RIBALTEREMO QUESTO SISTEMA CHE DA IMPORTANZA A QUESTE PICCOLEZZE INVECE DI STANARE CHI HA DEPREDATO L’ITALIA

  • CARO CLAUDIO,

    Con il movimento 5 stelle anche un calzolaio o un facchino possono essere eletti come deputati o senatori, e’ imbarazzante sentire certi svarioni ma anche fisiologico per un movimento che 3 anni fa semplicemente non esisteva, adesso vanno istruiti a360 gradi, anche contro queste trappole mediatiche, perche l onore di rappresentarci costa l onere di farlo nel migliore dei modi. La rivoluzione di Grillo e’ in fondo anche culturale ed e’ appena agli inizi e tu lo coaudivi nella tua divulgazione di notizie e dinamiche “oscure”, svelando retroscena e notizie che altrimenti, molti di noi, non sapremmo mai. Colgo l occasione per ringraziarvi entrambi!

  • Non vedevamo l’ora che qualcuno venisse a dirci di prenderci le nostre responsabilità per i bene dell’Italia e dei nostri figli. In questi ultimi venti anni ce ne siamo prese in abbondanza di responsabilità verso di loro. In questi ultimi vent’anni hanno frequentato l’asilo nido, la scuola materna, le elementari e le medie, qualcuno ha fatto le superiori e magari anche l’università.

    Ora ci chiedono quello che vogliamo fare. Lo chiedono a noi che siamo appena arrivati cercando di addossarci la responsabilità di un fallimento nella formazione di un governo.

    Com’è che si forma un governo? Tutti stanno dandoci lezioni su questo tema. Come se nessuno di noi non lo sappia. Sappiamo benissimo che sarà il Presidente della Repubblica, dopo aver sentito tutti i capigruppo parlamentari, ad incaricare un soggetto politico al fine di verificare la possibilità della creazione di una maggioranza che possa avere la fiducia nelle due aule parlamentari.

    E secondo voi, chi dovrebbe essere incaricato dal Presidente della Repubblica per l’esplorazione?

    Diciamo Bersani in quanto capo della coalizione uscita vincente dalle elezioni politiche, anche se per poco.

    Bersani comincia a farsi il suoi giretti con i responsabili degli altri partiti e movimenti. Chi sentirà per primo? Io suppongo M5S la cui risposta è già scritta sul blog di Beppe Grillo. Poi andrà da Monti e li già si sa che una mediazione si potrà trovare. A seguire il PDL che darà la sua disponibilità a condizione che gli inciuci proseguano.

    Cosa farà il povero Bersani? Accetterà le condizioni del PDL? Se lo farà si troverà tutti i suoi elettori sotto casa a prenderlo a calci.

    No. Tornerà dal PdR e rimetterà il mandato.

    A questo punto il PdR avrà la possibilità di incaricare qualcun’altro. Chi potrà essere? Monti? Potrebbe essere ma per gli stessi motivi, in parte capovolti, di cui sopra otterrebbe lo stesso risultato di Bersani.

    Potrebbe a questo punto avere la malsana idea di affidare l’incarico allo pseudo segretario del PDL, ma sarebbe il colmo, anche a causa del fallimento di Bersani.

    Oddio! E adesso chi resta?  E si, resta il primo movimento in parlamento con il più alto numero di voti alle elezioni, quello che faceva rumore così piano che dal Palazzo non si sentiva.

    Il cui rappresentante andrà da tutti gli altri e dirà: questo è il programma del M5S. C’è qualcuno di voi che lo vota? Si? Bene votiamolo. No? Bene votiamo.

    E poi voglio vedere di chi è la responsabilità.

    Saluti stellati.

  • non concordo con l’articolo. Non metto in dubbio che i giornalisti del corrierone volessero gettare fango sul M5S e utilizzino qualsiasi mezzo pur di mantenere lo status quo di PDL e PDmenoelle. Però no nsapere il numero di senatori e deputati non è accettabile per nessun politico, men che meno per un candidato alla camera o senato. Ma siamo fuori? Una così incompetente deve solo vergognarsi, non si è certo preparata per svolgere il proprio compito, è la prima a prendere per il culo i propri elettori-concittadini. Ripeto, il fatto che i giornalisti cerchino di tirare merda sul M5S non la rende meno ignorante, bisogna essere obiettivi e critici anche verso il movimento, altrimenti diventiamo incapaci e incompetenti anche noi.

    • guarda spero proprio che tolgano in fretta tutti i contributi statali ai giornali, cosi’ per vendere dovranno scrivere vere notizie e veri scoop, altro che ste stupidate da rivista scandalistica.

       

      ma se vende piu’ CHI che LA REPUBBLICA ci sarà un motivo no?

  • ..è proccupante come la ragazza si sia fatta coinvolgere proprio da quella emittente radio,è gia partita la macchina del fango PDina,spero che nessun altro si faccia coinvolgere da quei servi di partito.

    Come si fa ad essere così ingenui,si sa che lei non ha detto niente di male,o meglio che la risposta non conta una benemerita s….,ma al popolino basta dargli da mangiare qualsiasi schifezza,in tv beninteso.

    A me mi fa girare i marroni la sola pigrizia di andare sul web ed informarsi,ora non ci sono scuse,lo sappiamo tutti dove poter informarci,e la televisione è il mezzo più sbagliato,a parte qualche canale,ma l’80% dell’informazione viene data da quel monitor obscuro.

    e chi fa col cervello degli altri il suo se lo frogge,magari dice che è anche buono.

    La morale:più web meno tv(informazione),diffondiamo.

  • L’Italia è una repubblica fondata sulle caste. I politici e i giornalisti sono due di queste e molte volte vanno a braccetto. Non mi sorprende questo attacco ai “grillini” da parte della casta dei giornalisti. Hanno paura di perdere i fondi all’editoria.

  • Grandissimo Claudio! Ti stimo! Era una cosa che avevo sentito pure io, ma non immaginavo andasse sul Corriere… Secondo me la realtà dei fatti è che SI STANNO CAGANDO in mano (scusa il linguaggio volgare)…

    Ti leggo sempre, complimenti per il blog!

  • Non è cambiato nulla, sempre denigrazione e falsità sul Movimento.

    La ferma decisione di non dare la fiducia al PD, tra l’altro esplicitamente dichiarata da sempre da tutti gli attivisti, nasconde la previsione che a breve PD e PDL si alleino illudendosi di poter galleggiare ancora nelle istituzioni e in TV, nasce il governissimo che ovviamente muore quasi subito.

    Ma nel frattempo entrambi i partiti dimezzano il proprio elettorato, proprio per la scelta di incucio precedente.

    Indovinate l’attuale quarto di italiani che vota 5stelle quanto può diventare..

    Così però si perde tempo e il paese ha bisogno di risposte ora.

  • Nessun patto! Nessun accordo! Adesso che stiamo sentendo lo scricchiolio del Sistema manteniamo la calma e la lucidità di chi sa con certezza che tutto deve crollare per SEMPRE!

    Bravo Claudio e vai Beppe.

     

     

     

  • confesso! non lo sapevo neppure io. Alcuni giornalisti dovrebbero leggere Kant, critica della ragion pura, e forse si renderebbero conto di aver piu` culo che testa.

  • jessica55 ha scritto :
    sono d’accordo… ma a metà: Lei (ahimè) sicuro non è l’unica a non conoscere queste nozioni; ma trovo questa cosa, al pari dell’intervento di Razzi e di tutti gli altri orrori grammaticali e / o culturali commessi da altri politici, parimenti vergognosa. Suppongo che la Senatrice debba ancora superare l’esame sulla Costituzione proposto per i rappresentanti pubblici dal suo Partito..
    Forse non si ricordava il numero dei senatori perchè è un numero troppo alto.

    Battuta a parte però, usi almeno l’onestà intellettuale che credo non le manchi di certo, per non nascondere una risposta dietro a queste inezie. Le vergogne vere non sono certo lacune nozionistiche . Se uno va ad una riunione a cui partecipano  centinaia di persone , non interessa da subito sapere prima il loro numero. Poi il numero dei senatori è un numero virtuale che non trova quasi mai un riscontro di verità (vedi le assenze ad ogni seduta). Quindi di cosa stiamo parlando?

    Cordialmente Giancarlo

    • Lei ha di nuovo ragione a metà, a mio modesto avviso: ha ragione sul fatto ( che traspare anche nel suo articolo ) che non sono queste le cose più importanti, che i giornali devono sempre infangare, che si preoccupassero di cose più serie..
      Ma, per riportarLe un esempio sul mio punto di vista ( che è leggermente diverso dal suo): io conosco gli art. della Costituzione – non a memoria, certo! – ma so i princìpi in essa riportati. Per riallacciarmi al Suo esempio della riunione, gliene propongo un altro: io gli articoli della Costituzione li conosco, anche se non vengono ( purtroppo ) tutti rispettati. Ipotizzando di partecipare alle riunioni, se i miei colleghi sono pagati ( magari – anche – da me ) mi interessa sapere quanti di essi sono presenti.. Se voglio che si lavori in Parlamento e si faccia qualcosa di concreto, mi interessa sapere quante persone devono esserci perchè voglio, pretendo, che ci siano tutte. Perchè tutte vengono pagate ( dai cittadini ).

      Ripeto: non è certo una questione infangante. Ma da un partito che punta tra le altre cose sulla conoscenza della Costituzione, mi sarei aspettata qualcosa di diverso. Fermo restando, come ho già detto, che il giudizio personale sul lavoro svolto dalla Senatrice non sarà influenzato, per quanto mi riguarda, da questa sua “mancanza di nozioni”.

      Ma comunque vedo che abbiamo un diverso punto di vista.. Potremmo continuare a lungo a “discutere”. Il mondo è bello proprio perché è vario!
      Rispettando il suo diverso, ma rispettabile ( e mi perdoni il gioco di parole) punto di vista, La saluto anche io cordialmente.

  • è bello consolarsi

    ora che la grillina non sa quanti sono i senatori puoi dormire tranquillo che alle prossime elezioni il m5s sparirà perchè gli elettori di bersani aumenteranno a dismisura e i seguaci del nano, dopo avere incassato l’imu riceveranno un vitalizio di 10.000€ alla settimana ….di tasca sua

    ………………certo che la comicità non è un’esclusiva

  • maxncm77 ha scritto :
    e quindi secondo te sarebbe una cosa cosi grave nn sapere il num di chi ci ha portato allo sfacelo…ti dò ragione sul tipo che è stato alquanto maleducato ma nn mi sembra una cosa che potrebbe rovinare il popolo Italiano…magari avrà altre cose da pensare …poi fai tu…

    ho semplicemente detto che non è meno grave di tutte le altre dichiarazioni dei politici ( vd Razzi, tutti i servizi delle Iene sulle domande ai politici, ecc). E ho aggiunto che il programma elettorale del M5S prevede un esame della Costituzione per chi è Rappresentante pubblico, ergo reputa importante conoscerla. Per questo la sua ignoranza ( = non conoscenza ) su questa cosa mi ha reso perplessa.
    Per il resto mi auguro di trovare un’Italia migliore al mio ritorno.. E se ci riuscirà M5S tanto di cappello! Non sarà di certo la non conoscenza del numero dei suoi colleghi a infangare il nome della Senatrice. Se farà onestamente il suo lavoro, motivo per cui milioni di italiani hanno votato il suo partito, sarà sicuramente una donna degna di stima. Compresa la mia!

  • chi da del ignorante a un altro senza nemmeno conoscerlo lo à a sua volta. Ricordo a questo grande giornalista che non e importante sapere tutto a memoria, ma qeuello di non smettere mai di imparare, per il resto quello che non ti ricordi lo puoi andare a leggere ogni volta che ti e neccessaria.

  • Mjollnir ha scritto :
    Io trovo che il fatto che la senatrice non conosca ancora il numero dei parlamentari deponga a suo favore. Lo saprà’ presto negando la fiducia in senato. La studentessa qui sopra forse impara i testi di giurisprudenza a memoria ma poi non riesce a farci alcun ragionamento sopra.

    se avessi detto che era normale che una senatrice non conoscesse il numero dei senatori avresti detto il contrario, immagino… Pur non conoscendomi…

    Io sono ancora giovane.. Ma è da tempo che ragiono con la mia testa!
    E credimi: se  studiassi i libri a memoria, come tu credi ( e insinui ) sarei un’altra pecora del gregge… E io ( per fortuna ) non lo sono!

  • Scusate l’OT.

    Claudio niente da dire che all’indomani delle elezioni Napolitano sia voltato a berlino dalla Merkel e Monti sia volato a Bruxelles da Barroso.

    Sono andati a prendere ordini dai padroni? O semplicemente a chiedere scusa per aver perso la battaglia elettorale?

  • Non ci ricordiamo di Brunetta che scappa per non farsi intervistare? Della Bindi che non vuole rispondere ai giornalisti di Report, servizio della Rai, quindi tv di stato pagata dai contribuenti? Dei vari onorevoli incontrati a Roma che non sapevano cos’era la tobin tax peró la votavano? . TUTTI A CASA!!!!!!!!!!

  • Hanno paura del M5S! perchè se va in porto l’iniziativa di togliere i finanziamenti ai giornali… l’unico giornale che vedrete in edicola sarà la Gazzetta dello sport.

  • xXx ha scritto :
    Allora qui non si tratta di allearsi col PD ma di dare la fiducia per far partire un governo con l’appoggio del PD.. Sarà il Movimento a tenere per le “palle” il Pd e non viceversa.. Un pò come ha fatto la lega con berlusconi..In ogni caso Grillo si è sempre dichiarato “portavoce” del movimento e che a decidere sarebbero stati gli elettori.. Quindi per una sorta di coerenza dovrebbe indire un sondaggio per vedere se la maggioranza la pensa come lui o no.. Chiedo a Claudio Messora se dal sito di Byoblu può fare un sondaggio (come ne ha già fatti in passato) per sapere come la pensa la cosiddetta “base” del Movimento 5 stelle.   Grazie, Spero che lo leggerai.  

     

    scusami ,ma il movimento 5 stelle e’ da quando e’ nato  che dichiara (sia per bocca di Grillo,che degli attivisti) che non sono possibili alleanze con i vecchi partiti..”mandiamoli a casa tutti” e’ stato uno  slogan ripetuto migliaia di volte in questi mesi..per cui non ha alcun bisogno di interpellare la “base” visto che non ha fatto altro che ribadire un concetto piu’ volte espresso e che un elettore del m5s dovrebbe avere ben chiaro in testa .. se poi uno ha votato il m5s tanto per vedere l’effetto che fa’ e dopo 2 giorni e’ gia  pronto ad allearsi con il pd,vuol che  non ha  capito’ nulla del  movimento ed  a questo punto faceva prima a votare direttamente il pd.

    Nel caso poi si dovesse fare una votazione questa sarebbe (come le parlamentarie) solamente tra gli iscritti al movimento e non certo aperta al primo che passa per il web …

    • Ragazzi qui ci vuole un po’ di realismo. Il Movimento ha preso il 25% e non crederete mica che siano tutti voti di attivisti convinti? C’e’ gente che potrebbe togliere il voto al Movimento domani stesso. Attenzione che la politica e’ molto insidiosa e “agevolare” un governissimo in questo momento potrebbe essere un grave errore, perche’ la colpa dei disastri che potrebbe fare (anzi, che sicuramente farebbe) potrebbe ricadere sul Movimento, che sarebbe colpevole di non essersi assunto la responsabilita’. Non sto dicendo che bisogna appoggiare “organicamente” un governo, ma dobbiamo sapere che volenti o nolenti un governo si dovra’ fare e sara’ espressione del parlamento, dove adesso c’e’ anche il Movimento. Io sono convinto che l’invito di Bersani sa anche di “trappola”, per cui Grillo fa bene a fare un po’ di tattica, ma non puo’ cadere ingenuamente nella trappola inversa di autoescludersi. Ho l’impressione che Grillo non voleva questo risultato al senato, tanto e’ vero che mi e’ giunta voce che tra i grillini, il sabato precedente alle elezioni, sono girate voci che invitavano a votare M5S alla camera, dove il PD veniva dato per vincente, e a votare PD al senato, per agevolare la governabilita’. Grillo auspicava una presenza importante in parlamento, ma non tanto da essere determinante per la governabilita’. Le cose sono andate diversamente e adesso bisogna gestire la situazione con ponderatezza.

  • Mjollnir ha scritto :
    beh certo, il fatto he tu valuti una persona sulle base delle sue nozioni e non sulla sua capacita’ di ragionamento mi fa credere o insinuare che tu dia piu valore alle prime che alla seconda. Visto che studi giurisprdenza leggiti con attenzione, parola per paola, la nostra costituzione e vedi quante volte i nostri politici la hanno violata negli ultimi 30 anni e poi dimmi se è piu importante questo o sapere a memoria il numero dei  senatori (io non avrei saputo rispondere a memoria, ma avrei saputo come trovare la risposta).

    Ti ripeterei che sono entrambi importanti. E queste nozioni lo sono, mi dispiace contraddirti, anche per il M5S ( ho “imparato a memoria” anche il programma M5S, proprio per imparare a ragionare con la mia testa, seppur sapendo di non poter votare questa volta )..
    Inoltre: il discorso della Costituzione me lo potresti fare se io fossi stato un politico, o se tu avessi le prove che io l’abbia qualche volta violata. Se tutti sono ignoranti, la mia ignoranza non è giustificata! Se tutti sono ladri, non vuol dire che anche io lo debba essere. Se i politici non conoscono la Costituzione, o, peggio, non la rispettano, non vuol dire che sono tutti legittimati a non rispettarla e /o conoscerla.

    • Ho la sensazione che tu non abbia colto il senso della mia risposta.

      Al fine di discernere bene le problematiche importanti dalle altre, ti suggerisco di informarti (se non l’hai gia fatto) ascoltando le interviste e leggendo libri dei seguenti personaggi: Alberto Bagnai, Claudio Borghi, Lidia Undiemi, Nino Galloni, Marco Della Luna, Paolo Barnard.

      Riparleremo piu avanti se, di fronte ai problemi esposti dai personaggi qui sopra, sia veramente importante che la giovane intervistata del M5S abbia risposto correttamente alla domanda sul numero dei senatori.

  • Bastava guardare oggi Barbara D’Urso per capire che la macchina del fango da parte di Berlusconi è iniziata. Parlando del Sindaco Pizzarotti che non ha fatto nulla per Parma ( giù il pubbblico ad applaudire) e che a Parma sono delusi di lui. Nessuno dice che però a Parma il movimento 5 stelle ha preso il 27% alla faccia della delusione o che in Sicilia il movimento il 30% aumentando esponenzialmente i voti rispetto alle regionali. Adesso è l’ora di rimboccarsi le mani e tenere duro e Grazie Claudio per il lavoro che svolgi, non mollare ora perchè è solo l’inizio. Loro non si arrenderanno mai, neanche noi.

  • Mjollnir ha scritto :
    Ricordo che la tessera numero 1 del PD appartiene a Carlo de Benedetti. Amato e Prodi fanno parte del PD. Bersani ha governato per + di un anno con Monti e Berlusconi. Ma quale fiducia!?

     

    Ciao, sono d’accordo con te!, come penso la stragrande maggioranza del movimento, come si fa a dare la fiducia a partiti responsabili di 40 anni di sfascio, ruberie, malgoverno italiano???

    Dobbiamo solo stare a guardare, non riusciranno a governare, e a breve torneremo a votare.

    Sperando che alla fine molti altri elettori si sveglino e mandino a casa gli ultimi rimasugli di partiti allo sbando totale! Non mischiamo la seta con gli stracci! A casa tutti, …e prima passino dalla cassa a lasciare quanto hanno rubato agli italiani!.

  • È facile pretendere: grillo deve fare questo, grillo deve fare quest’altro… Non dimentichiamo che lui è il GARANTE POLITICO del movimento, il suo compito di mantenere unito il movimento dagli sciachialli e dagli arrivisti dell’ultim’ora (compresi i troll che scrivono commenti e fanno petizioni, io non ho mai visto più di 2500 commenti ad alcun post del blog di Beppe grillo e questo insospettirebbe chiunque). Come si può pretendere che accetti la fiducia di un governo del PD? È una follia il movimento di annienterebbe, sarebbe una scelta davvero “democratica”! La soluzione c’è e l’ha già espressa. Deve essere m5s a proporre il nuovo governo e al PD la scelta di dargli la fiducia. Sono convinto che non ci sara’ interesse nazionale che tenga da parte del PD e che questo rispedira’ la fiducia al mittente. E allora li si lascerà coalizzarsi con il PDL. Non sono i miseri tatticismi a rendere miope lo stratega. E a coloro che dicono “se fai cosi non ti voto più” risponderei di (ri)leggersi la lettera agli italiani. Altro che democrazia interna, qui è coi nervi saldi del suo fondatore che il movimento si salverà dai nemici che vogliono distruggerlo e frantumarlo.SalutiFilippo Gurgoglione

  • Buonasera, 
    Premetto che ho votato il movimento in estremis quindi non conosco bene le idee di base, ma sto approfondendo e lo trovo molto interessante. 
    Volevo permettermi di esprimere in quanto vostra sostenitrice la mia opinione, credo che questo movimento abbia una potenza rivoluzionaria incredibile altrettanto incredibile e che siate riusciti ad arrivare così lontani senza scorciatoie e compromessi, insomma complimenti, perchè cadere nell’enantiodromia e rovinare tutto con una atteggiamento rosicone un pò berlusconiano, io credo che il movimento risulterebbe più intelligente credibile coerente e maturo se dicesse oh cazzo che figura di merda che ha fatto la ns senatrice, non solo che iene che sono stati i giornalisti, farei un “comunicato stampa” sui vostri blog, dove chiederei scusa della gaffe da parte del movimento (essere senatrice e non sapere il numero di senatori è abbastanza grave lasciatevelo dire è una cosa che si studia alle medie) e mostrerei superiorità dicendo che il movimento essendo una lista di liberi cittadini non può prestare attenzione a tutti gli iscritti in maniera così minuziosa e deve anche fidarsi dei propri candidati, ragion per cui sarete più attenti in futuro. Questo significa dare il buon esempio a mio parere.
    Con un pizzico in più di razionalismo e autocritica sareste praticamenti PERFETTI! 😉 

  • Incredibile…..l’unica cosa che hanno ottenuto è dimostrare che la ragazzina è molto tenera e pulita e anche inesperta,ma si farà !! Poi altro punto è che se il M5S stava pensando alla TV o radio ora è decisamente molto restio alla TV e alla radio….un uomo di provata esperienza come il Dott.Monti avrebbe risposto e surgelato i due conduttori con due parole……Ma è importante?? La ragazzina imparerà e domani saprà cosa dire sulle cose veramente importanti e saprà far tacere i molestatori. Comunque è normale non stupisce questo, stupirebbe invece una intervista intelligente e fatta come Dio comanda. Anche questo è Italia !!!!

  • Attenzione! Si segnalano anche in questo blog Troll e Debunker Nazionali/UE

    In questo articolo: http://crisis.blogosfere.it/2013/02/europa-1-milione-di-euro-per-addestrare-i-funzionari-a-fare-i-troll.html, i dettagli con cui l’UE spende un milione di euro per addestrare troll.

    L’ondata di troll inviata dal Partito (anti) Democratico, non si esaurirà con le dichiarazioni di Beppe Grillo, in quanto essendo ormai alla canna del gas si dimeneranno come bestie morenti. Stessa cosa dicasi per i criminali dell’UE, che potrebbero raddoppiare i finanziamenti. Sono solo specchi per le allodole, non accettate provocazioni e lasciateli perdere, tra non molto smetteranno di respirare.

    La strada è già tracciata viva M5S!

    •  

      Si si tu cerca i troll poi quando ti giri non trovi più il 25% e ti sentirai meglio.

      Atteggiamenti da anni ’70:. Ammesso che non sia tu un troll

  • Primo:

    Grillo e Casaleggio dovrebbero permettere di postare sul blog solo agli utenti certificati, cosi’ cominciamo a sfoltire l’orda di troll ed ex-PD, che ancora non hanno capito cosa sia il M5S, e non diamo fianco agi giornaai per scrivere puttanate.

    Secondo:

    una piattaforma di votazione per gli iscritti M5S diventa ogni giorno di piu’ urgente ed indispensabile. Se non si fara’ al piu’ presto, come e’ stato detto in passato dallo stesso Grillo, la credibilita’ scende e di molto.
    Per lo meno Grilo dovrebbe spiegare come mai non c’e’ ancora questa famosa piattaforma online(l’ultima votla che ne ha parlato mi pare dicesse che a fine gennaio ci sarebbe stata, siamo a fine febbraio).
    Magari ci sono anche giustificazioni ragionevoli per taleritardo ma se non vengono esposte le illazioni cresceranno sempre di piu’ e saranno sempre piu’ negative (con ragione aggiungo io).

     

    Comunque non si deve dare fiducia nessun governo che non sia M5S.

    • L’unica garanzia per una piattaforma on-line è che gli iscritti al M5S siano regolarmente registrati ai meetup, dove si presentano come persone fisiche, e poi abbiano credenziali di accesso al sistema elettronico. Viceversa si avrebbero degli infiltrati che non solo voterebbero tranquillamente da casa, ma che inquinerebbero sistematicamente il sistema. Quindi non si può far altro che aspettare.

      Oh! non siamo mica qua a smacchiare la pelle al giaguaro …

      Qui https://pdfzen.com/35fe5f il progetto di parlamento elettronico.

  • Questi ormai non sanno fare altro che terrorismo mediatico ancora sono convinti che la loro partita si faccia sul campo della comunicazione editoriale o televisiva, ma possibile che non capiscano che ormai SONO FUORI DALLA STORIA, ORMAI SONO IL PASSATO..Noi parliamo di rinnovamento energetico, di migliorare la vita di ognuno di noi, di come eliminare gli sprechi, di far tornare la politica in mezzo alla gente tramite la rete e non segregata dentro i salotti con persone mediocri, squallide,insomma di farci proprio il nostro Paese e ritornare a parlare di Belpaese! 

    Il Corriere della sera come gli altri giornali stanno vendendo cara la pelle per se stessi neanche più verso i lettori di “parte”, ormai non ci capiscono più niente perchè si trovano a dover dialogare su un terreno a loro sconosciuto quindi imprevedibile. E sarà proprio questa incapacita di dialogo, la mancanza di rinnovamento a decretare definitivamente la loro morte.

  • Ciao Claudio….sempre razionale….

    Ma come ho gia’ letto in qualche POST, e come del resto Grillo di ce sempre : “Non andate a questi cazzo (mi scuso) di talk show !!!!! “

    Io se fossi stata in lei, avrei risposto 1 alla camera e 1 al senato !…

    Pero’ capisco la buona fede….questa ragazza , come del resto quasi tutti i nuovi parlamentari sono “genuini” non sono …come si suol dire “esperti” di queste cose…

    Come ha gia’ scritto qualcuno….non abbiamo ancora visto nulla !

    E inizio a rendermi conto del perche’ siamo finiti in questo cazzo (e mi ri-scuso) di situazione …..e c’e’ gente che ancora vota i partiti !…

  • Guardate che Beppe non è un pirla:

    quando diceva di astenersi dal catapultarsi negli studi televisivi si riferiva proprio a questo. Questa signora magari lo sapeva anche quanti fossero i senatori o i parlamentari, ma quando una persona all’improvviso si trova in uno studio ri registrazione o su un banco di regia o in uno studio televisivo la tecnologia, le telecamere ecc ti fanno perdere il senno della ragione se non hai le palle piu’ che quadrate. Questi sono i risultati ai quali puntano tutti i media: farti perdere la faccia e mettere il movimento nella luce degli ignoranti.

    Suggerimento per tutti gli eletti del M5S: astenersi dall’andare in trasmissioni sopraqttutto in  diretta. Non siete all’altezza. Queste sono situazioni che apprenderete piano piano col tempo. Per adesso dovete solo lavorare e non apparire.

  • Il mio pensiero non può che correre verso quei collaboratori di partito ( da una parte e dall’altra) che, dalla sera di Lunedi 25 febbraio, stanno lavorando indefessamente su quei 162 nuovi nomi, per analizzare, scavare trovare qualche appiglio, qualche bolletta non pagata, qualche divieto di sosta, qualche festa non santificata, qualche nota presa sul diario a scuola …. Non si fermeranno sino a quando la lucettina rossa posta sulle loro coscienze da 1 lira non inizierà a lampeggiare. Poi, tronfi del loro lavoro, non esiteranno a vomitarcene il risultato. 

  • Anas E. ha scritto :
    Ci ricordiamo tutti le calse turchesi di Mesiano, E’ NORMALE sono frustrati fanno partire la macchina del fango a tutto regime, l’hanno fatto pure a Travaglio una settimana fa l’hanno pedinato e si sono inventati incidente stradale. La gente non deve farsi prendere da queste sciocchezze !!!http://www.leggo.it/news/cronaca/botta_e_risposta_corriere_travaglio_per_lincidente_con_litigio_a_roma_foto_/notizie/215460.shtml 

    Fino a quando il giornalismo sarà formato un manipolo di gentaglia che tradisce la deontologia del proprio dovere, che invece di informare e/o  far cronaca persevera ad inseguire in maniera parassitaria questo sistema tenuto in piedi da oligarchie di partito, vi saranno sempre cittadini in buona fede che li appoggiano e che credono loro gli unici detentori della verità. Vi faccio una piccola confidenza personale: Mi ritengo una persona di mente aperta e senza pregiudizi.

    Ebbene anche io ho scelto di dare il consenso a Berlusconi e il suo partito , la prima volta quando scese in campo. Ho rischiato , ma ho tentato , ero curioso e facevo parte di moltissimi che in buona fede hanno scelto diversamente.

    Da quando si è ripresentato in poi, non ho più votato per nessuno fino a pochi giorni fa. Oggi conosco molta brava gente che vota ancora per lo stesso simbolo e non ha mai cambiato. Si tratta per lo piu di pensionati che hanno svolto un lavoro impeccabile , gente umile e ignorante ma brave persone. Oramai questi che ritengo siano milioni di persone, non posseggono sufficiente senso critico per comprendere quello che l’informazione di sistema, al quale sono legati purtroppo da sempre, non chiariranno loro mai in maniera onesta.

    Questo elettorato sarà per LORO a vita, finchè morte non sopraggiungerà.

    LORO lo sanno benissimo e ci marciano, per Dio! Se anche dovessimo per assurdo cambiare la costituzione , elevando l’asticella dell’analfabetismo fino al punto di rendere possibile andare a votare solo coloro che dimostrino un minimo di infarinatura culturale sufficiente a comprendere anche in maniera macroscopica, qualche nozione di Diritto civile, ia votare ci andranno il 30% (e sono stato largo) degli aventi diritto odierni.

    Beh non sarebbe poi cosi sbagliato a mio avviso.

    E’ prevista la patente per guidare un veicolo su suolo pubblico, perchè non farne una per dare il consenso di guidare l’intero paese?

    Non lo vedo scandaloso anzi!

    LORO “naturalmente” erigerebbero barricate all’unisono , pur di conservare i loro loschi e vergognosi privilegi.

    Dobbiamo smetterla di credere ancora alla partitocrazia!

    Non sto parlando di persone ma di un sistema che va assolutamente debellato! Chi si ostina a seguirlo, non merita consenso di nessuno!La vogliamo capire o no!

    Saluti zetetici

  • SVOLTA

    I grillini in parlamento terrorizzano la Casta

    A Montecitorio stop agli ascensori riservati. Niente più scorciatoie per le file. E buvette pronta al restyling.

    Il parlamento si accinge a fare i conti con il terremoto scatenato dall’ingresso nei palazzi dell’esercito dei grillini.
    È la Casta a temere più di tutti l’onda d’urto provcocata dai 163 neoeletti del Movimento 5 stelle, 108 alla Camera, 54 a Palazzo Madama, più uno proveniente dall’estero.
    VIA LE TARGHETTE. A Montecitorio sono state già staccate dagli ascensori tutte le targhette con su scritto «riservato agli onorevoli parlamentari» ed è stata rimossa quella che nell’ufficio postale garantiva la precedenza ai deputati in caso di fila.
    Anche la buvette sarebbe al centro di un vero e proprio progetto di restyling: si mormora che possano essere fatte fuori le scaffalature che ora mettono in bella mostra scatole di cioccolatini, fiori e qualche scultura.
    SAUNE A RISCHIO CHIUSURA. Rischiano di restare definitivamente chiusi i celebri ‘bagni’, locali con sauna e cyclette, già dismessi un paio di mesi fa in seguito a un filmato-denuncia di un parlamentare che ne rendeva pubblica l’esistenza.
    C’è curiosità, poi, intorno alla disposizione dei nuovi spazi da destinare agli uffici del Movimento 5 stelle.
    È probabile che il nuovo gruppo possa, alla fine, insediarsi nei locali che ospitavano l’Italia dei valori, rimasta fuori dal parlamento.
    AL CENTRO DELL’EMICICLO. Per quanto riguarda il loro posto in Aula, si starebbe pensando di collocarli nello spicchio centrale dell’emiciclo, ma questo lo si deciderà con certezza soltanto una volta eletti i questori. La scelta di come occupare gli scranni è, infatti, compito loro, d’intesa con l’ufficio di presidenza.
    TIMORE PER LA PRESIDENZA DEL COPASIR. La vera preoccupazione del Partito democratico e del Popolo della libertà riguarda, tuttavia, la presidenza degli organismi cosiddetti di garanzia, (cioè le giunte per le Autorizzazioni e delle Elezioni alla Camera; quella delle Elezioni/Immunità al Senato; la Vigilanza Rai; il Copasir) che, per prassi o per legge, dal 1996, è stata affidata all’opposizione.
    Quello per cui si teme di più è il Copasir, il Comitato di controllo sui Servizi segreti. Dal 2007 al vertice dell’organismo parlamentare siede per legge (e non più solo per prassi) un rappresentante dell’opposizione. E l’idea di affidare al M5S il controllo dei ‘segreti’ della Repubblica non sembra far dormire sogni tranquilli ai più.

    Mercoledì, 27 Febbraio 2013

    Fonte: http://www.lettera43.it/politica/i-grillini-in-parlamento-terrorizzano-la-casta_4367585676.htm

    Signori Troll dopo aver letto questo, potete tranquillamente andarvi a sparare nel bunker di Berlino, assieme alla Merkel, Monti, Bersani, Berlusconi … & Co. Qualora, per conclamata codardia, vi servisse qualcuno che vi dia una mano d’aiuto nel toglervi dall’impiccio, non esitate a rivolgervi al più vicino meetup del M5S. Saranno con voi molto gentili, e bruceranno i cadaveri. Distinti saluti.

    • L’ho letto anch’io ed anche commentato : fa veramente pena e volevo scrivere direttamente alla redazione per dirglielo ma non c’è la e-mail , almeno io non l’ho vista.Una volta sopra alla testata si poteva cliccare su : “contatti” ma ora è sparito.

  • Claudio sei un maraviglioso giornalista. Se  ti ho offeso dandoti del giornalista accomunandoti a loro non era mia intenzione, sostituisci tu a giornalista la parola che ritieni più oportuna.

    Continua così. Ciao

  • Concordo assolutamente, ma se ti candidi al Senato secondo me devi avere un minimo di conoscenza. Ci si vuole distinguere e invece ci si mostra ignoranti. Il numero dei deputati e dei senatori a me l’avevano insegnato alle elementari, davanti alla foto di Pertini appesa sopra la lavagna… bei tempi.

  • buongiorno,stamani voglio fare l’avvocato del diavolo,quindi non me ne vogliate,come remota possibilità,

    se fosse stata pagata?io nel mio lavoro sono abituato a nondare per scontato niente,altrimenti il problema persiste,lo so che è una cosa cattiva,ma ci sono due parametri che non mi tornano,:1-il fatto di essersi esposta

    a quei due coglioni di radio due in un programma che si chiama “un giorno da pecora “condotto da due capre

    2-mi sembra strano che sia così sprovveduta una persona così vicina alla politica in questo momento.

     

    Ma che non si sia mai chiesta come è formato il parlamento,a me mi viene da domandarmelo solo per curiosità,in questo casino.

    E se poi il mio teorema è sbagliato,farebbero bene a radiarla.

    lo so che sono sciocchezze,ma non ci possiamo permettere di dire cavolate,quelli attaccano,comunque bastava non prestarsi a radio 2

    ciao

    • Fidati, e’ sprovveduta! Piu’ di quanto possiate immaginare. Speriamo che abbia imparato la lezione e non si presti ad altre interviste-trappola. Me l’aspettavo che l’avrebbero “sgamata” subito.

  • ragazzi è iniziata la persecuzione…tenete duro e facciamo vedere a questa gente i nostri sani principi…tanto nn si può accontentare tutti….e se si appigliano a queste cazzate ben per loro…almeno si rendono ancora più ridicoli…tenete duro…voi da dentro noi da fuori,insieme sconfiggeremo o paralizzeremo questo cancro italiano…

  • Claudio, sei fortissimo come sempre.Questo articolo dovresti mandarlo come commento all’ articolo del Fatto Quotidiano ! Ci sono molti che commentano in questo senso per fortuna , ma il tuo articolo merita la prima pagina ( ehmm ?prima pagina ? ma di quale giornale ? Del fatto se fosse veramente libero, ma lo sarà ? )

  • E’ gravissimo che la neo senatrice m5s non sappia il numero di deputati e senatori. E non perche’ sarebbe auspicabile che soprattutto chi va in parlamento sapesse certe cose (secondo me dovrebbero saperle tutti, ma non e’ questo il punto). Il punto e’ che il m5s ha scritto nel proprio programma (titolo 1, punto 5): “Insegnamento della Costituzione ed esame obbligatorio per ogni rappresentante pubblico”. Questo lo avete scritto voi, non io. E la stessa senatrice all’inizio di quell’intervista dice: se volete fare qualcosa con noi, c’e’ il nostro programma, sta scritto. Orbene, si da’ il caso che il numero di deputati e di senatori sia scritto proprio in quella Costituzione che voi (non io) dite debba essere conosciuta a menadito da “ogni rappresentante pubblico” (parole vostre, non mie). Non vi dico in quale articolo della costituzione, lascio a voi il piacere della ricerca, cosi’ magari una volta nella vita la sfogliate. Francamente, l’impressione di aver a che fare con parolai che scrivono una cosa in programma e poi ne praticano (e ne giustificano: “sara’ mica importante un numero?” si’, e’ importante e lo dite voi, nientemento che nel vostro Programma) e’ una sensazione insopprimibile. A me va bene sia dire che sapere quel numero e’ inutile sia che e’ essenziale e va sottoposto a esame obbligatorio: ma non mi va bene affatto dire tutte le due le cose assieme, a seconda del momento e della convenienza. Altrimenti si e’ solo dei buffoni. Una domandina: quali altri punti del programma, scritti la’ con gran fanfara, sono irrilevanti e passibili di essere accantonati, quando fa comodo? Cosi’, giusto per regolarsi. 

  • Mr Age ha scritto :
    Dare la fiducia al PD vuol dire rompere l’accerchiamento e fare combutta con l’avversario politico, è proprio quello che vogliono loro per dimostrare che il M5S è come tutti gli altri!Credete davvero che una volta data la fiducia ci faranno governare?Una volta entrati nel sistema massacreranno il movimento e lo ridurranno a zero! Sun Tzu (Noto stragega cinese)”Chi è prudente e aspetta con pazienza chi non lo è, sarà vittorioso”Non abbiate furia di governare, presto arrivera il momento è solo questione di tempo!

    Si ,penso che tu abbia ragione “E’ solo questione di tempo” La pazienza è una delle virtù più grandi.Il nemico non occorre ammazzarlo si ammazza da se.

  • Mjollnir ha scritto :
    Io trovo che il fatto che la senatrice non conosca ancora il numero dei parlamentari deponga a suo favore. Lo saprà’ presto negando la fiducia in senato. La studentessa qui sopra forse impara i testi di giurisprudenza a memoria ma poi non riesce a farci alcun ragionamento sopra.

    Si , è proprio così : mi fanno venire  in mente cose del tipo : ” l’hai imparata a memoria la poesiola ? Ma che bravo bambino !!!

  • Non ho mai visto insabbiamenti e una campagna di disinformazione di queste proporzioni… Sono tutti perplessi, preoccupati? Di cosa de marcio che verrà a galla? ah sono d’accordo con loro.

  • Non bastera’  un video  come  questo a  far  cambiare  opinione  a  chi  come   me  ha votato   m5s .- Ci vuole  altro !  Io  sono un ragazzino di  68  anni e francamente  ignoro totalmente  il  nro esatto  di  quanti  sono in parlamento ed in senato… ha senso  o  importanza  saperlo ? Da questo  blog   ho  imparato  che  abbiamo  630/315 camera / senato !  PresTo lo dimentichero’  e  mi sforzero’ di farlo   perche’ se  penso al nro di  incoscienti o coscienti che deliberatamente DELINQUONO a nostre  spese , perdero’  il  sonno-. Pero’  sappiamo  tutti  quanto  e  qual’e’  il costo  relativo  ”  del  piu’  grande  circo   del  mondo ”   Spero sia arrivato  il  momento  della vendetta  che  attendavamo  da  tanti – molti – lunghissimi anni – Mi aveva  illuso la  Lega.  ADESSO…non si puo’ sbagliare-.

    AVANTI TUTTA   BEPPE, SONO CIRCONDATI , DEVONO ARRENDERSI

     

  • Bell’articolo.

    La disinformazione è veramente schifosa, il giornalismo in Italia è defunto. O forse il vero giornalismo ora è su internet. Quello vero, che va alla ricerca della verità ad ogni costo. Non lasciamolo morire!

  • Ripeto le mie domande:

    (1) Se adesso nell’articolo qui sopra queste cose vengono elegantemente definite minchiate, perché le avete messe nel programma? (voi, non io, non l’establishment cattivo cattivo, pussa via, sciò; la conoscenza del numero di deputati e senatori sta nel vostro programma, titolo 1, punto 5)

    (2) Già mi immagino la risposta: ma ci sono cose essenziali e altre meno, ma che approccio legalistico. Va bene. Allora, giusto per potermi regolare, qualcuno mi dice quali altre parti del vostro programma sono lì tanto per dire, pronte a essere definite minchiate quando vi farà comodo?

     

  • Vedo che qui sopra è tutto un fiorire di invettive alla “disinformazione schifosa”. Niente da dire, l’informazione italiana fa questo effetto anche a me. La vostra non fa, ohimé eccezione, anzi è peggiore di tutte le altre, in quanto prende in giro gli sprovveduti. Un esempio. Voi avete messo nel programma il referendum per l’euro. Peccato che non si possa fare, punto. La costituzione (quella stessa che voi dite che va saputa a menadito dai vostri rappresentanti; vostro programma, titolo 1, punto 5) vieta espressamente referendum su trattati internazionali (vi lascio di nuovo il piacere della ricerca, cosi’ una sbirciatina alla costituzione almeno una volta nella vita vi capiterà di darla). Quindi, prima dovreste cambiare la costituzione, cosa per la quale servono anni, con voti ripetuti a distanza di tempo, in entrambe le camere, maggioranze qualificate (che non mi paiono alla vostra portata) o referendum. Ma di questa intenzione di cambiare quell’articolo della costituzione non vi è traccia nel vostro programma. Quindi, sostenere che volete fare un referendum sull’euro quando tale referendum non si può semplicemente fare, punto, è prendere in giro gli allocchi e gli sprovveduti, è sfruttare l’ignoranza, è disinformazione non schifosa, schifosissima. Io non prendo in giro nessuno e pretendo di non essere preso in giro: se una cosa non si può fare e si sostiene di volerla fare, se lo si sostiene sapendo che non si può fare, se lo si sostiene solo, evidentemente, per attirare voti di pura protesta di alcuni sprovveduti, si è francamente disonesti a un punto al di là del tollerabile.

  • La signora saprà senz’altro quanto costa 1 kg di pane e 1 litro di latte. E ora abbiamo bisogno di gente così.

  • Il problema per M5S non è ndi facile soluzione.Essendo un simpatizzante e per quello che posso attuatore dei credi del M5S vi è da dire che da diverso tempo il M5S ha raccolto infiltrati del PD, dei verdi, idv, e rifondazione comunista; in sostanza molti (non tutti) dei trombati si sono buttati a capofitto dentro M5S. E inoltre è da diverso tempo che ho segnalato che è vero il principio uno vale uno ma non è vero l’assioma che tutti possono fare tutto. Questo per dire che è vero che anche una massaia può diventare senatrice quando sa almeno le cose basilari. Scusatemi ma è uno sfogo che mi prendo dopo 30 anni di studio. Chi non sa. Se ne deve andare.

  • E dopo che ho visto il video dio ce ne scampi. Lei è diventata senatrice?

    Se il Movimento 5S verrà spazzato via questo non sarà colpa di Bersani o giochi politici sotterranei……di altri,

    sarà lo stesso M5S che si autospazzerà via.

  • E’ incredibile a cosa si attaccano! Ormai non sanno più come fare per gettare discredito su chi gli toglieràà i finanziamenti pubblici! Però forse ognuna di queste critiche senza sostanza sarà un futuro voto in meno per lor signori…

  • Se uno ignora il significato di determinate parole, non comprende il costrutto di una frase e, nonostante ciò, si cimenta a trarre conclusioni e a sputare sentenze avulse dall’enunciato, non si può risentire se poi ciò viene evidenziato.
    Torniamo alla questione: il punto 5 del paragrafo relativo a Stato e Cittadini del Programma M5S.

    Lo riporto testualmente: “Insegnamento della Costituzione ed esame obbligatorio per ogni rappresentante pubblico”.

    La prima domanda che dobbiamo porci è: «chi può essere considerato “rappresentante pubblico”?». Attenzione: tale non è una figura legalmente delineata. Abbiamo la definizione di “rappresentante”, generico, così come prevista dal Codice Civile. Abbiamo la definizione di “rappresentate politico” così definito dalla legge. Sfugge la figura di “rappresentante pubblico”. Possiamo solo presumerne il significato. È forse la persona che abbia incarichi pubblici e che rappresenti i cittadini nelle sedi delle istituzioni? Ma questi è già il “rappresentante politico”. O allora forse chi abbia incarichi pubblici e rappresenti lo Stato verso il cittadino? Ma questi è già il pubblico ufficiale. O forse tutt’e due le mansioni soggiaciono alla definizione? Può dunque un neo-eletto al Senato già essere considerato “rappresentante pubblico” e solo per gli effetti della nomina? O forse lo diviene dopo che si ci sia la prima seduta del Senato e dopo che si sia nominata la presidenza, quindi quando si può anche legiferare?

     

    Ma c’è di più.

     

    Anche ammesso che si diventi “rappresentanti pubblici” solo per il fatto di essere nominati Senatori, il programma prevede comunque che a questi rappresentanti debba essere dapprima impartito l’insegnamento della Costituzione e in seguito ci sia un  esame obbligatorio.

    Ci dovremmo porre altre domande:
    – Quando dovrà essere tenuto l’insegnamento?

    – Quanto dura il corso d’insegnamento?

    – Chi deve occuparsi dell’ìnsegnamento? Beppe Grillo, Casaleggio, un avvocato, un deputato, un senatore, un giurista, un magistrato, un costituzionalista?

    – Dopo quanto tempo vengono fissati gli esami?

    – Chi procederà alla supervisione degli esami?

    – Cosa accade se uno non passa l’esame?

     

    L’idea dell’insegnamento della Costituzione è propria del Programma 5S e solo i rappresentanti del 5S possono rispondere.

     

    Non c’è infatti una legge che regola tale insegnamento.

     

    Nonostante ciò, c’è chi invece ha “capito tutto” e chiosa sul già visto punto 5 del Programma sentenziando il non rispetto del programma stesso e gridando allo scandalo.

    Un po’ come se, in un’Italia quasi analfabeta e senza obbligo d’istruzione, ci fosse un programma che prevedesse:
    ”Insegnamento dell’italiano ed esame obbligatorio per tutti quelli oltre i sei anni” e si condannasse il bambino appena sessenne, ancora davanti alla torta di compleanno, che non sappia già elencare le desinenze verbali.

    Diamine! L’insegnamento? L’esame? Lasciamolo imparare!

     

    Comunque il detrattore, tronfio di aver scovato una così macroscopica distorsione, si azzarda pure a fare, classicamente, di tutta un’erba un fascio. “Visto che avete ignorato una parte del programma, quante altre ne calpesterete?”

    Collega quindi due sue valutazioni. La supposta trasgressione di un punto del programma a una futura e certa trasgressione di altre punti. La seconda supposizione è però subordinata alla prima. Se non avessimo la prima parte, non avremmo per conseguenza la seconda.

     

    Quando gli si fa notare che la prima parte non è stata stravolta per il semplice fatto che non sappiamo neanche chi sia o quando si divenga “rappresentante pubblico”, lo stolido non riesce ad assorbire il concetto. Gli rimane impressa solo l’immagine che la senatrice M5S non conosce appieno la Costituzione, requisito del programma 5S.
    I concetti di “rappresentante pubblico”, “insegnamento” ed “esame obbligatorio” si ritrovano disciolti nella sua mente come neve al sole.

     

    Ma è ormai partito con lancia in resta, così dannatamente e superbamente ubriaco per l’euforia di aver colto il fallo i “grillini”! Solo lui, nessun altro ha tirato fuori un simile commento. Nessun altro ha avuto tanta arguzia, tanta sagacia nel cogliere un aspetto così celato e così determinante! Ah, se tutti gli Italiani fossero la metà di come fosse lui, mai e poi mai quel Grillo maledetto avrebbe cantato!

     

    “L’assunto è sbagliato: non c’è nessun contrasto”. Gli si fa notare.

     

    “Ah, e allora quanti altri ne sbaglierete?”. Risponde.

     

    “No. Ignora le cose. Se le vada a rivedere.” Lo si liquida.

     

    “Ecco, lei insulta. Mi dica invece quante cose ancora sbaglieranno”. Insiste.

     

    “Non insulto. Sta facendo tutto da solo. Ripeto: non hanno sbagliato ancora. Il primo assunto è errato, quindi non sbaglieranno dopo”. Si precisa.

     

    “Ecco, impostore e arrogante, non mi vuol dire quanti ne volete sbagliare ancora!”

    Sbraita e giù una valanga di sproloqui.

     

    Mi ricorda la scenetta al gelataio:
    «Mi dà un cono fragola e limone?»
    «Mi spiace, è finita la fragola.»

    «Ah. Allora prendo fragola e crema.»

    «No, guardi. La fragola non c’è. È finita.»

    «Uffa. Fragola e nocciola?»

    «Le ho detto che la fragola non c’è. È finita. È terminata. Niente fragola.»

    «Va bene, va bene, ho capito. Mica c’è bisogno di urlare.»

    «Allora, cosa le do?»

    «Mah, faccia fragola e melone!»

     

    Ma quella era una barzelletta.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi