Cara Barbara D’Urso, quel giorno potrebbe piacerti.

BarbaraDursoEDeVita

Cara Barbara D’Urso,

hai invitato a parlare a nome di otto milioni e mezzo di persone che hanno votato il MoVimento Cinque Stelle un signore che si è iscritto a un MeetUp il 24 febbraio scorso, il giorno prima delle elezioni. Iscriversi a un MeetUp, nel caso la tua redazione non lo sapesse, non è sinonimo di “attivista del Movimento Cinque Stelle”. MeetUp è una piattaforma generale, dove ci si riunisce per molti scopi diversi. Gli attivisti del Movimento Cinque Stelle (la base) sono quelli certificati e iscritti al portale del Movimento: http://www.movimentocinquestelle.it/.

 

E gira in rete anche un commento, a nome di Matteo De Vita, comparso su sangiovannirotondonet.it appena cinque giorni fa, il 2 marzo, nel quale si capisce che il commentatore non appartiene agli attivisti del MoVimento. Che sia lui?

MatteoDeVita-SGiovanniRotondo

Come che sia, io capisco che voi facciate un mestiere e dobbiate portare a casa ogni giorno qualcosa per tenere alto lo share, ma credo anche che, visto che siete giornalisti (voi sì, mica come noi qui in rete), dovreste ricordarvi tutta la storia della verifica delle fonti, magari studiare un po’ quello che non conoscete, risalire a un minimo di storia personale di quelli che fate parlare, specialmente se non parlano a nome di se stessi ma a nome del primo “movimento politico” alla Camera. Se no, capite bene che poi la gente ci rimane male e vi fate inutilmente dei nemici.

Ti sei lamentata, Barbara, perché gli attivisti o gli eletti del MoVimento non partecipano ai dibattiti televisivi. Anche qui, mi rendo conto che stiamo parlando del tuo mestiere, e questa decisione a cinque stelle non ti aiuta a chiudere le puntate. Però dovresti fare un minimo di autocritica e ammettere – perché sono sicuro che lo sai – che la televisione si è trasformata ormai da decenni in un pollaio di oche e tacchini starnazzanti dove esprimere un concetto dignitoso è diventato più difficile che pattinare sulla lama di un rasoio appoggiati sulla punta del …naso.

Ecco perché il Movimento Cinque Stelle non si presta a questo mercato del pesce. Se i dibattiti fossero più civili, come quelli cui si può assistere in quella Europa che per altri versi tutti inseguono, allora sarebbe diverso. Se non ci fossero tanti giornalisti schierati a priori, che credono che il loro mestiere consista nel cercare di mettere in ridicolo quello che non capiscono o quello che non conviene al loro editore, allora se ne potrebbe parlare. Ma stanti così le cose, essendo questa la televisione italiana, per cercare di riportare un minimo di senso ove non ce n’è più (e lo si può leggere bene nella piega di disgusto che appare sul volto del telespettatore italiano da sempre, ormai quasi impercettibilmente), il Movimento Cinque Stelle sceglie di parlare dove si è conquistato lo spazio, il tempo, e la dignità di farlo: nel Parlamento italiano.

In quel luogo si confronterà con il Paese. In quel luogo, sia in aula che nelle commissioni, prenderà le posizioni che riterrà di voler assumere. Gli italiani potranno leggere le trascrizioni degli interventi, pubblicate nei siti istituzionali, o guardare la diretta streaming e informarsi direttamente alla fonte, senza essere costretti a districarsi in una foresta di interlocuzioni non-sense, di contraddizioni trash, di concetti terra a terra che già all’asilo che frequenta mio figlio sarebbero considerati acquisiti e poco formativi.

Lo ritieni un approccio bacchettone, eccessivamente rigido? Mi rendo conto anche di questo. La televisione, inseguendo la logica del divide et impera, ci ha abitutati alla consacrazione del nulla, elevato a feticcio da adorare, per sopperire alla decadenza di valori, principi, idee superiori che possano elevare lo spirito anziché abruttirlo. Nel tentativo di inseguire costantemente il peggio, avete trasformato talk show politici in luoghi dove fotografi poi condannati si spaccavano le mani sulle scenografie, senza per questo essere cacciati, mentre cittadini per bene, rispettosi, educati e con idee civili da scambiare, venivano abbandonati a sprofondare su un divano, con un telecomando in mano, trattati come polli di allevamento a consumare il vostro mangime preconfezionato, prodotto in serie, tanto che lo chiamate “format”.

Quindi mi rendo conto che tu non capisca, altrimenti non avresti partecipato a questo circo per tutti questi anni senza manifestare un solo moto di repulsa interiore. Per questo stesso motivo non ti chiedo di chiedere scusa per avere perlomeno “sbagliato”, giornalisticamente parlando, a presentare il tuo ospite come rappresentante di quello che non rappresentava affatto.

Però mi piacerebbe che tu non cadessi dal pero, almeno quello, quando presto assisterai alla fine di un mondo e all’inizio di qualcosa di nuovo, di una nuova dimensione della conoscenza e, perché no, anche dell’entertainment. Qualcosa che finalmente possa restituire a tutti il piacere della conversazione, del senso delle cose, la sensazione di appartenere finalmente a una comunità di interessi e non a un’accozzaglia di tanti piccoli e grandi ego in perenne e rumoroso conflitto fra di loro.

Quel giorno, sappilo, potrebbe addirittura piacerti, e potresti finire per ringraziare tutto quello che oggi ancora non comprendi fino in fondo (se no saresti già scesa dalla giostra).

55 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Portare la Democrazia diretta anche in TV

    La TV non è altro che un elettrodomestico, ciò che la rende becera è chi decide cosa farci vedere quando l’accendiamo. 
    Non credo che agli Italiani possa piacere la spazzatura che ogni giorno ci propinano in TV con programmi idioti, talk show con ospiti appartenenti non più a partiti ma a lobby del male. Credo dunque sia giunta l’ora di applicare la Democrazia Diretta anche alla TV dando la possibilità ai cittadini tramite votazione online di scegliere gli ospiti nei talk show, i giornalisti che dovranno fare informazione, scegliere quali programmi mandare in onda. Questa proposta è a mio parere da inserire nel forum del M5S, sono giorni che tento di inserirla ma non riesco più a farlo forse per un mal funzionamento del forum o del mio pc. Se qualcuno ritiene che questa idea sia valida la faccia sua e la proponga.

  • Sottoscrivo in pieno. D’altronde come si può non farlo? Disapprovo la D’urso completamente, sin dal suo tutto sommato recente esordio da presentatrici. Questa donna praticamente onnipresente ha concorso ad alimentare una banalizzazione del sentimento imperante fondata sulla speculazione ed il no-sense. Un accanimento parossistico spinge questa gente a spolpare e spettacolarizzare ogni sorta di disgrazia umana non importa che si parli di malattia, omicidio, violenza sessuale. Credo che questa persona incarni il Male…forse ad alcuni potrà sembrare esagerato…ma la disinformazione e l’ignoranza, promossi appunto da questa forma di televisione mietono molte più vittime di quante si possa immaginare. 

  • barbara d’urso giornalista??? dai claudio, siamo seri.

     

    c’è solo una cosa peggio della prostituzione del corpo: la prostituzione intellettuale e lo spettacolo di ieri è stata l’ennesimo servigio al satrapo di arcore teso allo screditamento del m5s in omaggio a quei beoti che guardano tali programmi tanto meschini.

    poveracci, mi fate veramente pena oltre che destare il mio più profondo disgusto.

    pur di accontentare il padrone e portare a casa la pognotta siete disposti a vendervi la dignità (ammesso e non concesso che ne abbiano mai avuta una).

    una risata vi seppellirà

     

  • Che dire spero vivamente che l’opinione pubblica riesca a cogliere quello che tu hai scritto bravo claudio concordo al 100% non come convinto elettore m5s ma come cittadino!

  • Complimenti, scritto più che condivisibile, anche se penso che perder tempo con tali “capre”, con tutto il rispetto dell’agile animale, sia proprio tempo sprecato. Ma l’hai vista quella trasmissione una volta, io non ce la faccio proprio e quindi tutte le ca…te che dice la stessa vanno solo a chi non ha certo votato M5S, anche se penso che presto finirà, perchè sempre meno persone seguono quelle str…te e la crisi sta togliendo le fette di salame dagli occhi della gente. Con stima, Claudio CONTINUUUUAAAAAA!!!

  • Credo che la D’urso sia troppo impegnata a pensare al fine mese e questo non dovrebbe essere una vergogna, ma c’è modo e modo di fare televisione e soprattutto qualunque sia il lavoro che stiamo svolgendo, dovremmo sempre ricordarci di essere onesti, con noi stessi e con gli altri. Il non apprezzare Grillo è una cosa lecita, per carità, dipende dai gusti, ma la malafede messa in tutto questo è troppa e imperdonabile.

  • Il commento su sangiovannirotondonet.it non è suo. È un'altra persona, purtroppo omonima, attivista a livello politico e sociale in quanto portavoce del Comitato Accoglienza Migranti.
  • Condivisibile,

    cose così possono addiritura finire per essere controproducenti per chi le organizza, anche se magari fanno un grosso danno nell’immediato.

    Claudio,

    consentimi però di rilevare che qualche imbarazzante intervista è stata rilasciata ahimè purtroppo anche da qualche neo eletto, vedasi il senatore Pepe alla Zanzara.

    Capisco Grillo quando si vuole affidare ai portavoce (il che non vuol dire proibire agli altri di parlare, come subito “ben” interpretato da media, ma consigliare MOLTA prudenza).

    Purtroppo l’anticipo delle elezioni e il meccanismo sin troppo democratico delle “parlamentarie” ha mandato in parlamento anche qualcuno che probabilmente non è all’altezza.

    Se Pepe è un senatore io sono il Dalai Lama.

    Lo dico con rammarico, ma questa è al momento la realtà.

     

    • Siamo daccordo che Pepe non è il Dalai Lama.

      Fino a prova contraria preferisco, comunque, affidare a lui la carica di senatore rispetto ai “Dalai Lama” della vecchia politica.

      questo perche al momento servono piu persone oneste che colte.

      Se avra’ la forza di rimanere onesto sono sicuro che colemera’ le sue lacune

  • qualsiasi persona di media intelligenza, riesce a comprendere quanto sia manipolata l’informazione delle reti Mediaset (ok, anche il PD non scherza, ma il nano ha 3tv di sua proprietà + Rai1 e Rai2 ai suoi ordini e quindi c’è un’enorme differenza). Il problema è che evidentemente ce ne sono tanti che invece non riescono a capire questo, o anche se lo capiscono, votano comunque il nano (evasori fiscali? gente che spera nel condono?). Ma Barbara D’Urso è perfettamente cosciente di ciò, è una rotellina dell’ingranaggio del nano, quindi per me era + che consapevole di quanto fosse falso questo qua che ha partecipato alla trasmissione. Perchè sa bene che se un certo messaggio arriva non solo tramite i canali “normali” dell’informazione (e quindi tg e trasmissioni politiche) ma anche con quelli alternativi (la persona media che guarda quei programmi è un anziano/a che guarda la tv perchè gli fa un po’ di compagnia), ecco che il messaggio che il M5S ha degli attivisti “sgradevoli”, arriva anche a determinate fasce sociali. 

  • brava la Signora d’Urso, come il bravo Debenedetti che sguinzaglia i suoi pennivendoli a caccia di scoop anti M5S, difendono i miliardari che li fanno vivere in mille agi.

    Fingono le lacrimucce davanti alle tragedie umane e con l’altra mano tengono il coltello per pugnalare alle spalle L’UNICA SPERANZA PER UN FUTURO EQUO E GIUSTO per disoccupati, lavoratori, pensionati, imprenditori.

    Quando si sta con il fondoschiena al caldo, si dovranno pur fare marchette per guadagnarselo.

    Intanto il Pd procede a smacchiare i propri reati

    http://nelmatrix.blogspot.it/2013/03/litalia-giusta-smacchia-i-reati.html


  • Non c’entra nulla col post, ma io vorrei un tuo commento sul “suicidio” di David Rossi dell’MPS.

    Troppe cose non tornano.

    Non era indagato.

    Non era pazzo.

    Il bigliettino trovato nel cestino che sarebbe la prova del suicidio.

    Certo, chiunque di noi si voglia suicidare scriverebbe “Ho fatto una cavolata” su un bigliettino, lo buterebbe nel cestino e poi via, giù dalla finestra…

    • beh ricomincera’ la sfilza dei suicidi come durante “mani pulite”. Il povero Gardini, notoriamente persona molto educata, dopo essersi sparato in bocca ha rimesso la pistola sul comodino!

    • L’unica cavolata che ha fatto è stata quella di non aver parlato prima che venisse… “ucciso”? tutte le colpe verranno addossate a lui, non può piu’ parlare. Che significa “ho fatto una cavolata” il problema del monte dei paschi non si può certo ridurre a una cavolata che vede coinvolta solo una persona. Ma così la faranno passare- Vittima Sacificale.

    • Ho appena letto alcuni commenti di giornalisti (?) che dicono che, da una prima ricostruzione, il “suicidio” sarebbe avvenuto gettandosi di spalle.Un suicidio alla Fousbury insomma.Ma possibile he NESSUN giornale sia perlomeno dubbioso, da cosa ciumbia deriva questa assoluta certezza che si tratti di un suicidio?

  • intanto continua il seppellimento sotto stradi di merda mediatica anche da parte dei giornali: dal Giornale -eccezionalmente in Boundling con L’ESPRESSO!!!

    http://www.ilgiornale.it/news/interni/grillo-lautista-cognata-e-13-societ-costa-rica-893388.html? utm_source=Facebook&utm_medium=Link&utm_content=Grillo%2C%2Bl%27autista%2C%2Bla%2Bcognata%2Be%2Ble%2B13%2Bsociet%C3%A0%2Bin%2BCosta%2BRica%2B-%2BIlGiornale.it&utm_campaign=Facebook+Page

    Avere dei soldi e investirli all’estero in affari che rendono non è fino a prova contraria un reato fino a che ciò non sia comprovato. Segnalo semplicemente che anche la costruzione di un resort extralusso può fare crescere l’economia italiana che può piazzare in tali ville molta tecnologia e prodotti di stile. Mentre quest’estate qui da noi venivano ipertassati i proprietari di Yacht che fuggivano verso altri lidi senza lasciare la cagnotta sperata nelle tasche di Monti, si distruggeva il lavoro delle ditte collegate al turismo portuale. Fa specie vedere che non avete ancora capito nulla del M5S e che lo vedete ora di sinistra e ora di destra. Visioni miopi e ottuse. una vago cicalare per intorpidire le menti nello stridore del disastro a cui si accinge la nazione.

    • Ma fate attenzione a che sistemi usano! Ad esempio l’apertura :  ”Tredici società aperte dall’autista di Grillo in Costa Rica e dalla cognata del leader di M5S

      Grillo e Cosata Rica affiancati in grassetto subito,di prep.La percezione che ha il lettore meno attento è l’associazione di partenza ben evidenziata.Metodi da vecchia Gestalt.

      Che poi l’articolo si basi su dei forse e tende ad inculcare dubbi è una tecnica ben rodata.Stile Gestapo tanto per intenderci.Lo scopo è quello di fomentare incertezza per un’occasione,eventuale o già nel cassetto,di sputtanare a mozzichi il “leader” e a seguire,per associazione,tutto il movimento.

      La realtà è che non hanno in mano nulla di importante su Grillo e family.Sembra di essere in campagna elettorale…e forse lo siamo.Ma poi questo giornalismo d’accatto mi fa schifo.ieri mi hanno censurato perchè ho scritto su un post riguardante i cardinali che fra i papabili c’è anche chi ha commesso il genocidio delle scuole indiane residenziali in Canada (con tanto di link a youtube).

      Mi fanno vomitare.

  • Clausius ha scritto :
    Ma la macchina del fango continua: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/07/lespresso-tredici-societa-dellautista-e-della-cognata-di-grillo-in-costa-rica/523343/ Questa è pesantina davvero.Una mezza notizia sufficiente a sparare a raffica per altri giorni sia in tv che sui giornali.Vedremo l’evoluzione o l’involuzione.Ma per il Fatto c’è già un colpevole:Grillo.

     

    Un altro fatto che fa comprendere l’inutilità dei giornali … guarda te il pluralismo che esiste! fanno un “servizio” per una testata e se lo rivendono copia incolla su quante più altre possibile… Ma i giornalisti come dice Claudio non dovrebbero verificare le fonti, andare sul posto a controlalre e via dicendo? Ormai la maggior parte dei giornalisti crede che per fare il giornalista basti stare seduti al computer e navigare in internet. Guardate cari giornalisti che  quello lo facciamo già noi senza essere iscritti all’albo e per niente. Anche Claudio alza il culo dalla seggiola e va a fare le interviste  per far si che il suo Blog sia quotato. Giornalismo da strapazzo e di second’ordine!

    • stai guardando il dito e non la luna..come membro del M5S forse prima di lamentarti del giornalismo dovresti esigere chiarezza sul episodio , non trovi ?

    • luca.manzoni ha scritto il  7 marzo 2013  alle  19.33 

       

      stai guardando il dito e non la luna..come membro del M5S forse prima di lamentarti del giornalismo dovresti esigere chiarezza sul episodio , non trovi ?

       

      Hai pienamente ragione .

      Spero tu sia anche tra coloro che alle elezioni sia rimasto a casa perchè altrimenti non sei ne coerente ne dovresti scrivere questi commenti.

      Poi sai porsi qualche domanda un pò piu approfondita in un paese al 61esimo posto per liberta d’informazione mi sembra il minimo.

  • Barbara ! Pensa che io , che seguo Claudio , fino ad oggi non sapevo nemmeno chi tu fossi perchè la tv io non l’ho mai avuta! Pensi che mi sia perso qualcosa ?

  • E’ sempre un piacere leggere i tuoi editoriali. Questo articolo bisogna stamparlo e incorniciarlo. Sei un grande, non potevi esprimere meglio il concetto della televisione spazzatura. Graffiante e incisivo come al solito. Bravo

  • Non ho mai visto la trasmissione della D’Urso ma se trasmettono programmi spazzatura vuol dire che qualcuno le guarda. Non diamo quindi tutte le colpe alla Barbarella (furbacchiella) che vende un prodotto consumato da tanti telespettatori.  e contemporaneamente non possiamo pretendere di educare la gente ad utilizzare la testa se tanta gente la testa non ce l’ha. Oltretutto credo che stupidi del tutto gli autori non lo siano: sanno benissimo di sollevare il vespaio nel momento in cui imbastiscono trasmissioni farlocche con un attivista del M5S che, sicuramente non appartiene al Movimento ma che probabilmente sarà stato lautamente pagato per avere interpretato il ruolo. Quindi cerchiamo di non dare eccessivo peso a queste minchiate.

  • Io un suggerimento ai signori giornalisti lo vorrei dare: Grillo e Casaleggio ormai li avete passati al setaccio. Non v’è riuscito di trovare nulla.

    I figli li avete indagati per bene, una figlia consuma coca.

    Adesso tocca a collaboratori e parenti acquisiti.

    Mi pare però che vi siate dimenticati le zie e gli amici…

    E che cavolo!

    Ma che aspettiamo!

    Che giornalismo d’inchiesta è mai questo?

    Come mai non si sa nulla delle zie di Grillo?

    E degli amici d’infanzia?

    Avrà ben avuto qualche amico che si faceva le canne o che ha rubato in un supermercato?

    Voglio saperlo prima che sia troppo tardi!

  • Ho scritto in altro tema che quella persona nello show della d’urso era uno gran imbecille, ora scopro i retroscena di questo pupazzo della avariata politica, una politica ormai scaduta, come i prodotti alimentari. Partiti della I II repubblica, siete FINITI, state agitando la coda prima di morire come i coccodrili. Ragazzi, ringraziamo Messora che ci fa conoscere le cose nascoste, come questo ologramma  nello show della d’urso

  • Be’….è da un pezzo che io boicotto le televisioni di BerluSchettino! Fra un po’ lo faranno tutti, del resto c’è un limite a tutto,…. e allora apriti cielo che piagnistei quando caleranno i soldini della pubblicità!….Ahhhh la mamma dei Tafazi è sempre incinta!

  • Scusate, ma la d’urso da quando è una giornalista? E io che pensavo fosse una ***** da reparto geriatrico… In ogni caso questo sputtanamento mediatico ce lo aspettavamo e dobbiamo restare uniti, combattere e sconfiggere la p2 "non è un pranzo di gala".

  • Grande Claudio come sempre. Credo che certi fatti giovino al movimento; grazie a gente come te e alla rete queste prese in giro durano quanto un gatto sull’Aurelia. Negli ultimi giorni sembra che abbiamo acquistato un 3-4%. Alla via così. Boia dé!

  • Continua senza sosta il tentativo di oscurare la vittoria dei cittadini, manipolando il consenso (come sempre) attraverso la loro arma primaria, la TV.

    Cercano di screditare il M5S in tutti i modi, attaccano Beppe, attaccano i parlamentari, e più continua questo modo di fare e più fomentano l’animo di chi come noi vuole il cambiamento.Sono loro che istigano le persone all’odio.

     

    Quindi se prima v’era un avversione verso certi giornalisti, ora sorge la necessità di sbugiardarli e dimostrare che non sono giornalisti ma squallidi personaggi asserviti al potere. Ormai provo un tale disgusto che li insulterei se li vedessi passare per strada, sono dei poveri mentecatti, ma cosi rischio solo di offendere i mentecatti.

  • PungolAnimeBlog ha scritto :
    barbara d’urso giornalista??? dai claudio, siamo seri.   c’è solo una cosa peggio della prostituzione del corpo: la prostituzione intellettuale e lo spettacolo di ieri è stata l’ennesimo servigio al satrapo di arcore teso allo screditamento del m5s in omaggio a quei beoti che guardano tali programmi tanto meschini. poveracci, mi fate veramente pena oltre che destare il mio più profondo disgusto. pur di accontentare il padrone e portare a casa la pognotta siete disposti a vendervi la dignità (ammesso e non concesso che ne abbiano mai avuta una). una risata vi seppellirà  

    parole sante….

  • Non vorrei essere precipitoso nella mia affermazione che sto per fare,ma posso dire di esserne molto sicuro,anni fa ho lavorato per una azienda che collaborava con la redazione di domenica5 par riprese esterna e io quel Matteo De Vita lo conosco,e sono sicuro al 100% che è nei libri paga di quella stessa redazione,anche perchè faceva l’inviato proprio per la signora Barbara D’urso….
    a voi larga sentenza…………….

  • Mjollnir ha scritto :
    beh ricomincera’ la sfilza dei suicidi come durante “mani pulite”. Il povero Gardini, notoriamente persona molto educata, dopo essersi sparato in bocca ha rimesso la pistola sul comodino!

    Condivido il tuo pensiero, la storia è sempre la stessa basta scrivere si è suicidato e tutto finisce…

  • La Sig.ra D’Urso era quella che ha fatto l’ intervista azzerbinata al “delinquente naturale”?!?!Ho un profondo rispetto verso chi vende il proprio corpo mentre nutro un notevole disgusto verso chi vende la propria anima, almeno chi vende il proprio corpo mantiene la propria dignità.

  • La D’Urso fa pressing questo è palese, provocazione,gioco di nervi è un po’ il giochino per tenere la “palla” Grillo al centro. Concordo 100% con la tesi Becchi,concordo 100% pure con Cacciari. la cosa importante è muovere la macchina.

  • Ho visto un pezzo di “servizio pubblico”, in cui la giornalista straniera che ha intervistato Grillo alcuni giorni fa, prima che l’ineffabiile santoro le togliesse la parola, ha detto tre cose interessanti:1) In un paese normale, un giornale che avesse stravolto e riportato falsità sulla sua intervista (prima ancora che uscisse), come è accaduto, avrebbe perso ogni credibilità con i suoi lettori2) Che il M5S le ricorda i verdi in Germania 30 anni fa, verdi che entrarono in parlamento e cambiarono la politica e la società tedesca.3) Che le sembrerebbe il minimo che i media italiani mostrassero solo un po’ di rispetto verso un movimento politico nuovo.Che dire altro,sarà stipendiata da Casaleggio.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi