Senatori che non mollano l'osso

doppi_incarichi_01

di Andrea Montefiori
Senatore e consigliere regionale, Senatore e assessore, Senatore e sindaco. E le combinazioni possono essere anche più fantasiose ancora. Si può arrivare perfino a tre incarichi istituzionali svolti in contemporanea (da far invidia a Padre Pio, in quanto a dono dell’ubiquità). In un momento storico in cui il tema dei “tagli ai costi della politica” è una priorità (reale o solo di facciata), ci sono parlamentari che percepiscono stipendi, indennità, gettoni di presenza e vitalizi mentre siedono comodamente su due o più poltrone. Senza contare i rimborsi per le spese per alloggio, per il vitto, per lo staff. E se proprio dovesse capitare di dover pagare, non mancano diffuse scontistiche o, talvolta, con ti gratis offerti dai ristoratori compiacenti.
 
I parlamentari, senatori o deputati che siano, non possono presiedere più di un seggio istituzionale. Lo dice il 122mo articolo della Costituzione. lo ribadiscono gli articoli 1 e 2 della legge 60/1953 (almeno nel loro senso generale), l’articolo 62 del decreto legislativo 267/2000 e lo afferma a più riprese anche la Corte Costituzionale. Eppure, ci risulta che siano più di trenta (almeno! perché magari ce ne sono altri) i Senatori che non si accontentano di una sola “cadrega“. Senatori “incostituzionali“, per così dire:

COGNOME NOME PARTITO INCARICHI
Aiello Pietro PDL Senatore; Assessore regionale (Calabria)
Albertini Gabriele Con Monti per l’Italia Senatore; Parlamentare europeo
Arrigoni Paolo Lega Nord Senatore; Sindaco Calolziocorte (LC); Consigliere della Provincia di Lecco
Bellot Raffaela Lega Nord Senatore; Consigliere comunale a Pedavena (BL)
Bilardi Giovanni Grande Sud Senatore; Consigliere regionale in Calabria
Bisinelli Patrizia Lega Nord Senatore; Consigliere comunale a Castelfranco Veneto (TV)
Bitonci Massimo Lega Nord Senatore; Consigliere comunale a Cittadella (PD)
Briglia Claudio PD Senatore; Sindaco di Crevalcore (BO)
Candiani Stefano Lega Nord Senatore; Consigliere Comunale a Tradate (VA)
Cardinali Valerdia PD Senatore; Assessore comunale a Perugia
Cardini Antonio PDL Senatore; Assessore regionale in Calabria
Cassano Massimo PDL Senatore; Assessore regionale in Puglia
Centinaio Gianmarco PDL Senatore; Assessore comunale a Pavia
Cirrinnà Monica PDL Senatore; Consigliere comunale a Roma
Compagnone Giuseppe PDL Senatore; Sindaco di Grammichele (CT)
Consiglio Nunziante Lega Nord Senatore; Assessore comunale di Cazzano Sant’Andrea (BG)
D’Adda Erica PD Senatore; Consigliere comunale di Busto Arsizio (VA)
D’Anna Vincenco PDL Senatore; Consigliere comunale di Santa Maria a Vico (CE)
De Monte Isabella PD Senatore; Sindaco di Pontebba (UD)
Garavaglia Massimo Lega Nord Senatore; Consigliere comunale di Marcallo con Casone
Mantovani Mario PDL Senatore; Sindaco comunale di Arconate (MI)
Bruni Francesco PDL Senatore; Consigliere della Provincia di Lecce, Consigliere comunale a Otranto
Chiavaroli Federica PDL Senatore; Consigliere comunale a Pescara
Cucca Giuseppe Luigi Salvatore PD Senatore; Consigliere regionale in Sardegna
Dalla Tor Mario PDL Senatore; Vicepresidente della Provincia di Venezia
Faviero Nicoletta PD Senatore; Consigliere comunale a Biella
Ferrara Elena PD Senatore; Consigliere comunale a Oleggio
Fornaro Federico PD Senatore; Sindaco di Castelletto D’Orba; Consigliere della Provincia ad Alessandria
Fravezzi Vittorio Aut (SVP,UV,PATT,UPT) PSI Senatore, Sindaco di Dro, Componente del Consiglio delle Autonomie della Provincia Autonoma di Trento
Iurlaro Pietro PDL Senatore; Consigliere comunale di Francavilla Fontana; Consigliere regionale in Puglia
Langella Pietro PDL Senatore, Assessore nella Provincia di Napoli
Laniece Albert Aut (SVP,UV,PATT,UPT) PSI Senatore, Assessore regionale in Valle D’Aosta
Manassero Patrizia PD Senatore, Consigliere comunale a Cuneo
Munearo Emanuela Lega Nord Senato, Consigliere comunale Ledinara
Manarin Marco PDL Senato; Consigliere comunale di Padova
Panizza Franco Aut (SVP,UV,PATT,UPT) PSI Senato; Assessore Provincia autonoma di Trento
Piccoli Giovanni PDL Senato; Sindaco di Sedico
Spilabotte Maria PD Senato; Consigliere comunale a Frosinone
Stefàno Dario Sinistra Ecologia e Libertà Senato; Assessore regionale in Puglia
Susta Gianluca Scelta civica per l’Italia Senato; Deputato europeo
Uras Luciano Sinistra Ecologia e Libertà Senato; Consigliere regionale in Sardegna
Zizza Vittorio PDL Senato; Sindaco di Carovigno

Che facciamo? Cambiamo la Costituzione o cambiamo i Senatori?
 
 

79 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • La gente e’ stanca e non ne’ puo’ piu’ di codesti ladri.

      IL M5S E’ LA NOSTRA UNICA SPERANZA.(purtroppo andiamo avanti con la speranza anziche’ certezze).


  • des siano domenico mister quattro poltrone.

    consigliere comunale lacco ameno (ischia)

    consigliere regione campania PDL

    consigliere provincia napoli PDL

    SENATORE DELLA REPUBBLICA PDL

    FOSRSE E STATO DIMENTICATO O ERA TROPPO ANCHE PER VOI?

     

     

     

     

     

  • PArassiti e sanguisughe illegittimi e illegali. Devono dimettersi da tutto perchè fuorilegge  e restituire il maltolto con gli arretrati.

  • Cambiamo la costituzione o i senatori?

    Bella domanda!

    Io farei entrare in vigore la divina commedia: gli avari di danaro sono nel 4° girone dell’inferno in due schieramenti contrapposti e spingono col petto enormi e pesantissimi massi di pietra. Quando gli schieramenti si raggiungono gli enormi sassi cozzano fra loro producendo enorme rumore e i dannati si rinfacciano urlando i loro opposti peccati. Poi fanno inversione e procedono nella direzione opposta fino a scontrarsi di nuovo.

    Ecco questo sarebbe un bel provvedimento per loro.

  • @Grigio, Novecento e Mr. AgeA proposito del post di Piga non mi sono spiegato.Il punto chiave NON erano le soluzioni proposte dal prof. né tanto meno l’invito a formare subito un governo, ma il fatto IMPORTANTISSIMO che un signore di scuola liberale come Piga arrivava a dire che la produttività non é il primo problema perché siamo in una crisi di domanda ossia LA GENTE NON HA PIU’ SOLDI.È un appello drammatico detto fra l’altro da un signore sostanzialmente di destra (illuminata, va detto) che va immediatamente ripreso dal M5S (il discorso sulla produttività che non è il problema chiave, intendo).Sì, in qualche modo bisogna uscire dall’euro anche se secondo me sarebbe ausoicabile non farlo da soli ma sapete bene che le cose vanno prima suggerite per gradi e soprattutto offrendo delle nuove prospettive di rapporti sociali e lavorativi finalmente non basati unicamente sull’utile immediato (di chi poi? Lì sta il trucco…).Il Movimento parli di questo fatto che oggi in tempi di recessione prima viene l’occupazione e solo dopo la produttività.Ritengo con convinzione che il M5S deve parlarne adesso e non fra qualche mese quando, non esagero, ci sarà un tale pandemonio che nessuno sarà più in grado di ascoltare delle voci ragionevoli.Siamo seduti su un vulcano discettando allegramente dei massimi sistemi, vorrei che fosse ben chiaro questo concetto.

    • Si Qeequeg, la tua analisi non fa una grinza.

      Pero’ da sempre il M5S evidenzia che non ci sono  soldi fisicamente banconote perchè non abbiamo piu’ una banca che li stampa. Dipendiamo direttamente dalla BCE (17 banche private) che stampano moneta e la danno all’1% ad altre banche private, che a loro volta finanziano i governi a debito al 5-6-7%. Quando lo stato decide di comprare una stampante deve bussare alla porta della banca e la stampante la compera a pieno prezzo + gli interessi imposti dalla banca.

      Se vai tu a chiedere i soldi non te li danno perche si a rischio per loro e cioè ogni tuo progetto non lo finanziano. Del resto se uno mi da il 7% di interessi non passo piu’ dal lavoro guadagno prendendo forzosamente soldi dallo stato e cioè dai cittadini.

      Quando parliamo di trilaterale, di bildelberg, è questo il riferimento. Cio’ avviene perche questi poteri occulti manomettono il corso della storia attraverso l’alta finanza che è composta da banche, agenzie di reading, multinazionali. Questa è gente che possiede il 60% del pil mondiale. Non possiamo competere con questi nazisti. L’unica cosa da fare lo ribadisco è uscire dall’euro e pagare il prezzo per farlo. Cosi’ facendo sappiamo piu’ o meno quando potrà finire questo strazio, altrimenti rimanendo non vedremo mai la fine.

      Guarda il MES l’italia deve mettere li 130 miliardi se tutto va bene, altrimenti potrebbero essere il doppio il triplo, chi lo sa loro possono decidere di stravolgere ogni cosa, aumentare la quota come e a loro piacimento, non puoi controllare quello che fanno, non sono punibili per quello che fanno.

      Ogni singolo euro che lo stato depone in quel fondo è richiesto dallo stato alle banche con un interesse del 6%. Una volta raggiunta la quota stabilita (nel frattempo saremo tutti morti) l’italia potrebbe chiedere aiuto al fondo monetario ma i soldi li prenderebbe a prestito altri 6-7%. Quando l’italia (e prima o poi sarà costretta a fare il passo della grecia) chiederà aiuto sarà come in grecia: hanno chiesto 140 miliardi (mi pare) ma allo stato cioè ai cittadini  ne sono arrivati solo 5 gli altri 135 sono andati alle banche o sono tornati indietro  titolo di interessi bancari. Per questo aiuto la grecia è in debito di una cifra che è piu’ del doppio di quella richiesta ed è inpeganta per la restituzione per piu’ di vent’anni.

      FUORI-FUORI-FUORI SUBITO

       

    • @NovecentoSolo che prima di dire FUORI c’è il piccolo dettaglio e cioè che si deve farlo capire alla gente che oggi, e sarà peggio domani vedrai, è accecata dalla voglia di “giustizia” stile taglione ma di economia non ha caoito un tubo.Allora tu dici che stiamo giocando a un tavolo da poker insieme a dei tizi che abbiamo scoperto essere dei bari per di più in un locale molto mal frequentato.Che pensi di fare? Ci alziamo dicendogli che sono dei bari di m…. e ce ne andiamo? Forse sarebbe meglio capire di chi ti puoi fidare nel locale e prepararsi un minimo di tattica, non credi?Ragazzi, quando parlate di “poteri occulti” o “poteri forti” o più semplicemente di “loro” bisogna rendersi conto che è gente con in mano un potere quasi assoluto il cui unico antagonista valido è un popolo unito e consapevole.Spero che non si arriverà allo scenario peggiore ma è necessario fin da adesso diffondere la “consapevolezza” tra i cittadini ed è anche necessario che lo stesso M5S dimostri chiaramente che di economia ci caoisce eccome, che sa costruire e non solo criticare.Giuste tutte le denunce della politica ma quelli sono solo i cortigiani venduti ed è facile avere la meglio con loro.La rabbia sacrosanta è solo l’innesco, poi ci vuole la consapevolezza diffusa altrimenti fra non molto succederà di tutto, qui e nel mondo.

    • Si amico, è un po’ come dici tu seduti in un saloon malfamato a giocare a pocher con dei bari. Il problema è che cerchi di trovare qualcuno normale per cercare una strategia che possa portarti fuori dai giochi truccati e ti accorgi che tutti i presenti al bar sono amici dei bari che prendono anch’essi i soldi che ti stanno rubando.

      Diventa difficile uscirne fuori illesi, anche se adoperi la forza e tu sei consapevole di essere forte, ne esci comunque con qualche livido in faccia.

  • alla camera c’è anche roberto rampi PD Vicesindaco di Vimercate. Il sindaco non ha accettato le sue dimissioni perchè “tanto la legislatura sarà breve”

  • Continuo a chiedermi perchè 20.000.000 di italiani hanno votato questa gente e questi partiti.

    Speriamo che chi non ha votato si unisca al M5S, dobbiamo mandarli tutti a casa per sempre e ripartire.

  • Claudioooooo ti sei traditoooooooo da solooooooo

    hai omesso le avvertenze del tuo blog: non sono consentiti messaggi con contenuto sessista.

    Hai riportato:

    Cucca (vagina)

    Zizza (seno)

    Chiavaroli (Ovvio)

     

    GRAZIE DI ESISTERE

    • Ma certo capitano, è firmato da me novecento, è evidente che si tratta di una espressione di euforia….. i nomi che riposto sono quelli segnalati nella lista letti in chiave appunto euforica.

  • nicky vendola dove lo lasciamo? a quanto mi risulta ora è a Roma con qualche carica ed è ancora presidente della Puglia

    penso che oltre a quelli ce ne siano ancora tantissimi altri

  • .. è finita, finalmente e non si torna più indietro..

    è giusto che sia così, va cambiata la carota che è ormai secca con una fresca..

    così avremo delle ragioni per tornare a correre..

  • novecento ha scritto :
    Si Qeequeg, la tua analisi non fa una grinza.

     

    No ti prego, ma ti rendi conto di quante stupidaggini hai scritto tutte insieme in una sola volta? Hai provato almeno a studiare le cose di cui parli?

    Le agenzie di reading? Di lettura? Cosa sono, biblioteche? 

    Forse ti conviene seguire Zichichi, sta cercando i raggi cosmici, può aiutarti a trovare la luce. 

    Guarda, fare un’insalata dei problemi non aiuta a capirli, men che meno a criticarli, ancora meno a cercare di risolverli. Ci vuole umiltà. Altrimenti meglio leggere i fumetti.

    • Comunque la tua critica sembra la cozzaglia tipica del giornalismo attuale, fai un bel minestrone delle ultime idiozie lette in questi giorni – Zichichi, raggi cosmici – poi una battutina su una parola sbagliata -rating- e finisci parlando di umiltà e di studiare.


      Aggiungici anche “responsabilità e pragmatismo” così facciamo il pieno.


      Spiegaci realmente il tuo punto di vista su questi argomenti.


      Ciao

  • se è la notizia del giorno penso che devi fare di meglio,è una vita che ci sono e nn penso che a breve cambia qualcosa! visto che una possibilità cera è stata buttata via! ora chi è causa del suo mal pianga se stesso! affila bene le punte delle 5 stelle e sbattile l’ha,dove nn batte mai il sole nemmeno la domenica.

  • Comunque la tua critica sembra la cozzaglia tipica del giornalismo attuale, fai un bel minestrone delle ultime idiozie lette in questi giorni – Zichichi, raggi cosmici – poi una battutina su una parola sbagliata -rating- e finisci parlando di umiltà e di studiare.

    Aggiungici anche “responsabilità e pragmatismo” così facciamo il pieno.

    Spiegaci realmente il tuo punto di vista su questi argomenti.

    Ciao

    1. Vediamo se qui passa .

      *

      Prima delle elezioni 2001 nella trasmissione ” Raggio Verde ” di Michele Santoro , Maurizio Belpietro ( detto scucchione ) riportò le accuse di Beppe Grillo rivolte al Presidente della Rai Zaccaria di aver assoldato e mobilitato la tv pubblica contro Berlusconi . Subito dopo questa trasmissione ( uno – due giorni prima delle elezioni ) Beppe Grillo telefonò a Maurizio Belpietro complimentandosi con lui per aver ricordato quell ‘ episodio .

      Dalla trasmissione “In onda ” del 12 / 6 / 2011

      http://www.youtube.com/watch?v=jtSakeS7hpg

      dal minuto 45 ,14 fino al min 47

      Maurizio Belpietro ricorda :

      ” La Rai , come svelò Beppe Grilllo , era stata ingaggiata , mobilitata tutta quanta da Zaccaria – l’ allora presidente della Rai – per schierarsi contro il centrodestra , e questo lo disse Beppe Grillo che si ribellò a questa strategia . […] Grillo mi telefonò dopo la trasmissione e mi disse – ” Hai fatto bene a ricordare questa cosa , Zaccaria mi chiamò voleva che io scendessi in campo per fare campagna politica contro Berlusconi , voleva organizzare tutta la Rai contro Berlusconi ” – ” […]

      B. M …..y ( né d – né m ) 19 *03*13 ore 15- 43|

      Tralasciando volutamente varie cosette , tra queste il fatto che gli esponenti di destra avevano in Rai lo stesso spazio e che Berlusconi si rifiutò di partecipare a ” Raggio Verde ” definendola trasmissione trappola ( vi ricorda qualcuno ? ) ; Grillo però ” dimenticò ” la macchina da guerra messa in azione dai ( omissis ) media berlusconiani , televisioni in primis , una macchina fatta di menzogne , intimidazioni continue , mistificazioni ecc ecc. Tra quelli che furono accusati di aver fatto campagna politica contro Berlusconi , troviamo Luttazzi , l ‘ allora sconosciuto Travaglio , Dario Fò , Roberto Benigni , Indro Montanelli , Enzo Biagi e tanti altri. Specularmente adesso la Grillo e Casaleggio & Mediashopping rinfaccia il conflitto d ‘ interessi non fatto e , sempre specularmente ripropongono il video di Violante del 2003 . Grillo però prima delle elezioni del 2001 , difendeva Berlusconi e la sua coalizione di destra dalla presunta mobilitazione Rai ” bolscevica” tutta tesa a perorare la terribile coalizione di ” sinistra ” ( ? ) guidata dal noto bolscevico Rutelli . Questo , giusto per la precisione . Che ve devo dì .

      H….!

      Commento di B. Mahoney ( né de – né m) — 29 Marzo 2013 

     

  • nel vedere vendolino impegnato alla campagna elettorale delle primarie per il cs (da sett. fino a dic2012) pensai… ma non dovrebbe fare il governatore delle puglie… ?

    poi vedendolo impegnato nella campagna elettorale per le elezioni come uno dei maggiori esponenti della coalizione CS e segretario di partito, SEL, quindi impegnatissimo (da dic2012 fino a febbr2013) pensai… ma non dovrebbe fare il governatore delle puglie… ?

    un po’ perché l’aveva fatto il renzino dopo le primarie, tornando a fare il sindaco , e un po’, anzi tanto, perché mi ricordo che qualche anno fa (più o meno all’altezza del periodo veltroniano) il cs si vantava dappertutto, stigmatizzando il malcostume di molti (nemmeno a dirlo, e tè pareva) del cd, di avere come regola di comportamento quella di non poter assumere due cariche istituzionali contemporaneaamente (es. fassininino eletto sindaco abbandonò il palazzo) facendolo passare come una regola tipo “lo famo aggratis perché siamo bboni” e allora memore(migi) di quel periodo pensai… oh! adesso che è stato eletto, che la campagna elettorale è finita ecc. ecc.  il vendolino rinuncerà all’incarico e tornerà a fare il governatore delle puglie…?

    ora, grazie al prezioso lavoro di claudio messora, vengo a sapere che assumere due incarichi è addirittura anticostituzionale e fuorilegge… ma, non se n’era accorto mai nessuno? visto il clamore che nei prossimi giorni susciterà la notizia (grazie ai nuovi e potenti mezzi di cui dispone claudio) il vendolino spero finalmente si deciderà, se non altro perché costretto, a tornare a fare sto benedtto governatore delle Puglie???
    • errata corrige

      eliminare i tre punti interrogativi finali “???” e sostituirli con “… aaahhh…”

      sbagliai…

  • ma non si possono denunciare? E riavere il maltolto con interessi? Non è anche da codice di procedura penale? Sono parlamentari e non rispettano la costituzione!

  • Candiani Stefano lega nord se non sbaglio ha già fatto il sindaco di Tradate (va) per 10 anni e ora che è stato eletto come senatore non molla nemmeno la cadreghina da consigliere comunale.Scandalosi!!!

  • Caro Claudio,

    mi spieghi come fanno questi omuncoli presiedere più seggi istituzionali se c’è una legge della costituzione che lo vieta,vari decreti leg.e lo ribadisce anche la corte costituzionale?

    Com’è possibile che queste teste di c…o non vengano perseguite dalla legge?

    Bisogna denunciarli?Qualcuno mi risponda!!!

  • Il post di Montefiori è ovviamente condivisibile, ma non rappresenta le urgenze su cui il M5S deve focalizzarsi ora.

    Per fare pulci e zecche ai parlamentari ci sarà empo più tardi.

    Adesso dobbiamo concentrarci (e PUBBLICIZZARE il FATTO) sull’ECONOMIA.

    Quello che dice la Udiemi è sacrosanto.

    Io mi concentrerei anche sul caso Cipro, che sta passando sotto (quasi) silenzio, in rapporto all’inaudita gravità della situazione.

    La rapina cipriota potrebbe accadere (e secondo me accadrà) anche da noi, e questa impressione è confermata dalle deboli e pietose smentite di Abi e banca d’italia.

    I nostri soldi nelle banche, che siano su conti correnti, obbligazioni, cassette di sicurezza, sono a rischio rapina.

    E’ bene che lo sappiamo.

    I signori dell’eurogruppo non esiteranno a richiederne l’appropriazione indebita, se (e lo sarà) necessario.

    Questo furto, in sè stesso gravissimo, lo è ancor di più se consideriamo cinque fatti.

    1) Il debito delle banche, che va a coprire, non è stato generato da quelli che lo devono ripagare, ma in larga parte da operazioni finanziarie spregiudicate, che come tali hanno prodotto perdite, ma anche guadagni (per pochi). Quando una banca dichiara milairdi di euro di deficit, non significa che quei miliardi siano scomparsi. Non sono stati bruciati in un bidone sulla pubblica piazza. Per ogni miliardo che qualcuno ha perso, qualcun altro ha “guadagnato” (diciamo così) lo stesso miliardo.

    2) Nessun CONTROLLO è stato esercitato da coloro che erano preposti a controllare (Caso MPS: Consob e Banca D’Italia). Se ne deduce l’imcompetenza o (assai più probabile) la MALAFEDE di codesti signori.

    3) Nessun atto formale (o  indagini che  non hanno portato a nulla) è mai stato intrapreso verso coloro che hanno provocato le perdite, e neppure verso coloro (perchè ci sono, eccome se ci sono) che hanno intascato i corrispondenti guadagni. Nessun processo, nessuna indagine, nessun colpevole.

    4) Nessun atto formale è mai stato intrapreso per RECUPERARE questi soldi, apparentemente “svaniti” nel nulla.

    5) PUNTO FOCALE: Nessun atto formale è mai stato intrapreso per far sì che queste situazioni NON POSSANO RIPETERSI in futuro. Gli strumenti finanziari “tossici” (quali i derivati) non solo non sono stati vietati, ma continuano ad essere utlizzati a piene mani dalle banche, pure quelle oggetto di salvataggi (con i soldi dei contribuenti). E’ un punto NODALE il non permettere che una banca utilizzi i soldi dei suoi correntisti per scommettere su tali strumenti finanziari. I soldi dei conti correnti NON DEVONO essere utilizzati per attività che comportino rischio. PUNTO.

    Il comportamento fino ad ora tenuto dall’eurogruppo non solo non scongiura il futuro ripetersi di situazioni come quella di Cipro, ma anzi le legittima.

    Pensate che favola: io banchiere uso i soldi dei correntisti per le peggiori porcate finanziarie, e non solo NON ripagherò le eventuali perdite , NON solo non subirò alcuna conseguenza, ma le eventuali perdite verranno PAGATE da chi NON le ha prodotte.

    SUBLIME.

    • Concordo con tuo post

      L’ etica nella politica è sicuramente importante (personalmete credo che lo stipendio di un parlamentare dovrebbe essere pari a quello di un buon libero professionista,come 15000 al mese, ma senza privilegi rispetto al comune cittadino). Tuttavia i soldi risparmiati dagli eccessi o dall’ inefficenza rimangono briciole che non risolleveranno l’ Italia dalla crisi (se non rivediamo il rapporto con la BCE andranno via tutti in interessi verso banche private).

      Insomma urgono economisti di alto livello e conferenze SERIE sull’ economia in modo da informare i cittadini (invitare Barnard e Boldrin a matrix e farli parlare una mezzoretta a testa confonde solo le idee).

      Il problema è…chi lo fa ?

    • Il debito delle banche, che va a coprire, non è stato generato da quelli che lo devono ripagare, ma in larga parte da operazioni finanziarie spregiudicate, che come tali hanno prodotto perdite, ma anche guadagni (per pochi)

      La cosa divertente (tragica) è che qualcosa di simile era già successo in America nel 1929:

      Finita la prima guerra mondiale le banche USA cominciarono a prestare soldi agli ex stati belligeranti (distrutti economicamente dalle spese militari), i quali iniziarono a comprare merci…le loro ? Macchè quelle statunitensi, visto che la maggior parte delle industrie europee erano state convertite alla produzione militare e ri-convertirle necessitava tempo e denaro. Di conseguenza gli USA ebbero il loro bel periodo di crescita economica, dovuto all’ export verso l’ europa finchè…certi banchieri si accorsero che era più conveniente investire denaro nelle speculazioni finanziarie, invece di darlo a nazioni ridotte alla fame che non offrivano garanzie. Conseguenze: l’ europa cade nella crisi economica che favorirà la nascita di regimi totalitari e soprattutto smette di comprare merce oltreoceano, scatenando negli USA il problema della sovrapproduzione, una delle cause storicamente riconosciute della crisi del ’29.

      Ma quando c’è da riempirsi le tasche ci si scorda anche delle lezioni del professore di storia delle medie.

  • Ne ho lette di cazzate su internet… ma questa forse riesce a superarle tutte!!!

    A parte che le indennità NON SONO CUMULABILIT , chissà se chi ha scritto il post e chi l’ha rilanciato sul suo BLOG ne abbia contezza… 

    e poi vorrei capire dove sarebbe l’incompatibilità (non nella legge, per chi si degnasse di leggerla) nell’essere palrlamentare e semplcie consigliere comunale (a gratis) magari del proprio paese di poche migliaia di anime (al massimo 10 sedute serali all’anno)… anzi, è un bene sentire l’esigenza di rimanere in qualche modo collegati al proprio territorio…

    moriremo di ignoranza…

    • Secondo me il parlamentare è un impegno a tempo pieno.

      Tu dici:“vorrei capire dove sarebbe l’incompatibilità (non nella legge, per chi si degnasse di leggerla) nell’essere palrlamentare e semplcie consigliere comunale (a gratis) magari del proprio paese di poche migliaia di anime (al massimo 10 sedute serali all’anno)… anzi, è un bene sentire l’esigenza di rimanere in qualche modo collegati al proprio territorio…”.

       

      Mi pare di vedere che nella lista ci sono anche sindaci.

      Anche per questi bastano “al massimo 10 sedute serali all’anno?”.

      E inoltre, non mi risulta che un consigliere abbia 10 sedute all’anno in consiglio.

      Il risultato è quello o di fare male il proprio lavoro di deputato o quello di consigliere/sindaco/assessore etc…

      Vogliamo parlare poi di quelli che continuano ad esercitare la loro professione (vedi ad es. gli avvocati alla Ghedini?).

      Anche per loro bastano una decina di sedute in tribunale serali?

      Ah già, bisogna rimanere collegati al proprio territorio… bella scusa.

      Facciamo così: mi faccio eleggere sindaco, ma non mi dimetto dal mio attuale impiego e ogni tanto mi assento dal lavoro per andare in Comune.

      Chissà se la mia azienda lo capirebbe,  che devo rimanere collegato al mio territorio.

      Io dico che mi licenzierebbero.

      E magari neppure i cittadini sarebbero contenti di non vedermi mai al lavoro.

      Invece i per i signori parlamentari la musica è (SEMPRE) diversa, e una scusa si trova sempre.

      Ma se ci piace così…

    • Ti rispondo volentieri, visto che dalle tue parole traspare sincera non conoscenza dell’argomento, quindi ne deduco la buona fede.
      Il Sindaco e l’Assessore, in Comuni medio/piccoli, sotto i 10.000, non è attività a tempo pieno, che tutti svolgono (spesso con sacrificio) accanto alla propria attività professionali. Assessori e Sindaci in molti casi non superano indennità di 1000€, spesso azzerate dalla mannaia fiscale dovuta al cumulo di redditi, provare per credere. Quindi l’attività di Parlamentare si può benissimo svolgere, certo lavorando di più di uno che fa solo il Parlamentare, con la differenza che non si percepisce nessuna indennità per la carica di Assessore/Sindaco.
      Ricordo comunque che da circa 2 anni sono diventate incompatibile le cariche di Sindaco e Parlamentari per Comuni sopra i 5.000.
      (il pezzo in questione tra l’atro prende un grosso abbaglio, visto che cita l’articolo della costituzione, che parla però solo di Consiglieri e Assessori regionali)
      Vengo alla tua provocazione/proposta. E’ proprio così, semmai decidessi di fare il Sindaco, e ne avessi la fortuna, la tua azienda dovrà concederti dei permessi retributi, per svolgere l’attività di Sindaco (molti Sindaci evitano però di farlo, perché vanno a salassare le casse del Comune, e quindi sacrificano il loro tempo libero), dovresti recarti in Comune rincasato dal lavoro, alla sera, e al Sabato d incontrare i cittadini, COME FANNO MIGLIAIA DI SINDACI E ASSESSORI.
      Non so se la tua azienda ti licenzierebbe, di sicuro sacrificheresti anche parte della tua crescita professionale, d’altra parte avrai avuto la possibilità di fare una bella esperienza che ti può togliere anche molte soddisfazioni, non economiche certo.
      Aggiungo anche, per tua info, che se sei lavoratore dipendente, l’indennità di carica mensile ti verrà dimezzata.
      Forse dopo aver capito come funziona non vorrai più fare il Sindaco/Assessore, meglio sputare merda dietro una tastiera… posso capirlo!
      ciao 🙂

    • Non conosco la situazione generale, ma tempo fa ho letto un articolo sulla situazoine dei comuni montani della Lombardia, con tanto di interviste ai sindaci…

      Beh da quel che ho capito per quanto riguarda i piccoli comuni

      1- Essere sindaco significa avere delle belle gatte da pelare, soprattutto per quanto riguarda i bilanci del paese.

      2- Ricco non rischi di diventarlo 🙂

      Per le città immagino sia diverso.

    • Risiko78,

      grazie per la risposta.

      Rimane inalterato il fatto che non si può conciliare il fare il sindaco a  Calolziocorte o a Tradate e il parlamentare a ROMA.

      A meno che la carica di parlamentare includa il teletrasporto.

      E se (giustamente) fare il sindaco di un piccolo paese comporta sacrifici e nessuna soddisfazione economica e pertanto richiede di mantenere un altra fonte di reddito,  qui si tratta di svolgere il parlamentare a tempo pieno.

      E questo è incompatibile con qualsiasi altra carica o lavoro e mi pare che gli emolumenti siano bastevoli.

      Inoltre vedo fior di CONSIGLIERI regionali, e le sedute del consiglio mi risultano settimanli e non notturne.

      Insomma non si tratta di spargere merda dietro una tastiera, si tratta di stabilire che la carica da parlamentare non può essere cumulata con altre e neppure con altre professioni, data la sua cruciale importanza.

      E si tratta anche di porre una regola all’assenteismo dei parlamentari.

      Cose di normale buon senso.

       

    • Vedo che non sono stato abbastaza esaustivo…

       

      ripeto:

      I Consiglieri Regionali hanno 60gg per optare, dopodichè decadranno da una delle due cariche, quindi NON E’ POSSIBILE CUMULARE!

      Così come i Sindaci sopra i 5000 abitanti, come gli esempi citati, Calolziocorte e Tradate, quindi dovranno scegliere se rimanere Sindaci o Parlamentsri. La polemica del doppio incarico per questio non esiste, perchè non possono cumulare le due cariche, devono optare e in queti giorni siamo nella finestra in cui si ha tempo per esprimere la scelta.

      Per ulteriore precisione, segnalo che il Sindaco di Calolziocorte, eletto Senatore, decade tra poco, visto che il mandato scade con le elezioni del 27 Maggio e invee il Sindaco di Tradate non mi risulta essere stato eletto Parlamentare.

       

      Quindi… di che parliamo alla fine?

       

       

    • Parliamo del cumuo delle cariche e delle professioni.

      E pure dell’assentesimo (spesso collegati).

       

      Argomento che vorrei afrrontare più in là , dato che adesso ci sono cose più urgenti, rivediamoci fra 60 giorni, quando questa famosa scelta sarà stata fatta.

      Allora, tabella delle presenze in aula alla mano, potremo fare un ragionamento più compiuto.

    • Daccordo con il capitano. Aggiungerei che i piedi in 4 scarpe alla fine se vai a vedere corrispondono a figure di controllore e controllato

  • …Vi aggiungo qualcun’altro alla lista:

    Adriano Palozzi Sindaco di Marino (RM), Presidente Co.Tral. (servizi di trasporti Laziali), Consigliere Regionale eletto alle ultime elezioni con la Lista Storace, Direttore di Imago rivista Ploitica finanziata con i soldi pubblici…avete capito!!! considerate che dopo un anno che è diventato sindaco si è comprato una super-mega villa con piscina annessa ovviamente…ma è ovvio li la Guardia di Finanza nn và ad indagare e a capire come ha fatto…in fondo è un onesto cittadino che paga le tasse, meglio andare dal piccolo fruttivendolo che nn ha emesso lo scontrino per 1 euro!!

  • Mo’ se ricomincia da capo co’ Renzi che fa le primarie co’ Rosi Bindi. Poi Berlusconi recupera e tra sei mesi ristamo tutti qua.

     

     

     

  • Ce vorrebbe un bel governo Amato, allora sì che stamo bene. La prima legge che farà, pe’r bene der paese, prevedrà che le guardie possano sparà a vista contro i clienti de le mignotte.

     

  • Facciamo chiarezza:

    1. la lista riporta 42 politici

    2. il porcellum che paga di piu sono pdl e lega

    3. ma la vogliamo smettere di parlare di tre forze politiche, tre allinieamenti, tre divisioni che si contendono la camera e il senato? ma che cosa si blatera ovunque? c’e’ il M5S e poi c’e’ il Porcellum raggruppo o “coalizioni” di ruffiani, papponi e troie. Basta.

    Partito Politici Porcellum totale
    PD 10  
    Sinistra Ecologia e Libertà 2  venduti 12
    PDL 16  
    Lega Nord 8  
    Grande Sud 1  venduti 25
    Con Monti per l’Italia 2  in vendita 2
    Aut (SVP,UV,PATT,UPT) PSI 3  in vendita 3
    Totale Politici 42 42
  • novecento ha scritto :
    Caro Conte Castellani Mazzamanti Vien dal Mare, la tua loquela ti fa manifesto (…)  e pieno di merda.

     

    Sì, e quindi? Non penserai che mi sia offeso o impressionato? Alle elementari si faceva a gara di insulti, ma vedo che tu la fai ancora. Mi impressionerebbe molto di più uno che sapesse argomentare le cose che dice. Altrimenti a ripetere slogan son capaci tutti.

    L’ignoranza non è scusabile, mai. Soprattutto in chi vorrebbe, e con ragioni da vendere, cambiare le cose. Anche perchè se non sai le cose, la prima volta che qualcuno (potrebbe anche succedere) ti offre la possibilità di agire, ti schianti.

    Ah, per quello là sopra, si dice accozzaglia, non cozzaglia (cos’è, un piatto di cozze?).

  • streaming fra PD e M5s https://www.youtube.com/watch?v=V2b5bT7JTUA

    “Certo, se il senatore Vito Crimi avesse detto una certa frase (sarebbe bastata un’unica frase) la borsa sarebbe crollata almeno dell’8% oppure sarebbe salita del 10%, lo spread sarebbe salito in due orette almeno a 500 punti base oppure sarebbe sceso a 220, non è dato saperlo, senz’altro una delle due. Ma una cosa è certa, avrebbe avuto risonanza nell’intero continente europeo. Io l’ho sperato. Ma forse non ci sono ancora le condizioni. Arriveranno, basta avere pazienza, manca poco. La frase che avrebbe potuto rappresentare secondo me, una rivoluzione propositiva, avrebbe potuto essere la seguente: “Nel nome della responsabilità collettiva dinanzi alla nazione, tenendo in considerazione la situazione davvero drammatica che stiamo vivendo e che voi avete prodotto, noi facciamo la seguente proposta: siamo anche disposti a dare la fiducia e consentire dunque la formazione di un governo che duri l’intera legislatura, purchè ci venga garantito formalmente, adesso, qui, davanti a tutti, che non appena insediato il governo varerà al massimo entro 90 giorni le seguenti disposizioni:

    1) Immediato discorso alla nazione in relazione ai depositi bancari dei correntisti italiani, in cui viene garantita la salvaguardia dei risparmi e dei depositi fino ad una determinata cifra, di cui il presidente della repubblica si farà garante, con l’annuncio che le quattro più importanti banche italiane vengono nazionalizzate subito, la prossima settimana, abolendo in toto le fondazioni bancarie. Tali banche finiscono per essere gestite da una commissione mista presieduta dal Tesoro la cui attività viene monitorata e controllata dal parlamento. Tali banche provvederanno ad assumersi in proprio il compito di iniziare dal 1 giugno 2013 il pagamento dei 70 miliardi di crediti che le imprese vantano dalla pubblica amministrazione. I soldi vengono chiesti al tasso dell’1% alla BCE ma invece di essere trasferiti alle banche vengono trasferiti direttamente alle imprese creditrici per riannodare subito il volano dell’economia produttiva.

    2) Immediata comunicazione al Consiglio d’Europa, alla BCE, e alle apposite commissioni di Bruxelles, che l’Italia chiede formalmente l’apertura immediata, in data non posteriore al 2 aprile 2013, di un tavolo di rinegoziazione del fiscal compact dichiarando pubblicamente che la nazione non è in grado di far fronte al rispetto del pareggio di bilancio, pena l’uscita dall’euro immediata, per salvaguardare la tenuta della spina dorsale industriale della nazione.

    3) Una legge elettorale nuova entro 90 giorni, costruita da PD PDL e M5s insieme.

    4) Riunione pubblica in streaming tra PD PDL e M5s in cui si discute il dispositivo legale che consenta l’applicazione entro 60 giorni di una legge sul conflitto di interessi per impedire che cariche istituzionali vengano affidate a personalità attive nel mercato dei capitali e delle merci.

    5) Una legge entro 60 giorni che imponga la separazione tra banche d’affari di carattere speculativo e banche commerciali che gestiscono il risparmio della cittadinanza per fornire crediti agevolati alle imprese.

    6) Il riconoscimento pubblico dello “stato d’emergenza sociale” per cui il neo nato governo si assume l’impegno di aprire immediatamente un tavolo di concertazione tra tutte le parti sociali esistenti in Italia, con l’obbligo, entro 30 giorni, di proporre una soluzione immediata per arginare l’emergenza, rilanciare gli investimenti e aprire il mercato del lavoro a nuovi soggetti attivi.

    7) Proposta formale al governo di Francia di aprire immediatamente un tavolo pubblico che coinvolga tutti le parti sociali, sia quelle italiane che quelle francesi, sponsorizzata dal Consiglio d’Europa, per valutare l’esatto costo della TAV Torino-Lione e verificare sulla base di arbitrati internazionalmente riconosciuti se quella linea ferroviaria corrisponda alle reali esigenze del territorio, dell’economia, del trasporto e della cittadinanza sia francese che italiana”.

    Tempo di lettura: 5 minuti.

    Nel caso, in diretta, Bersani e Letta fossero stati in grado di rispondere “ci stiamo, ci assumiamo formalmente l’impegno, dinanzi alla nazione, di rispettare queste clausole” allora poteva nascere un accordo. Si trattava di una mutazione alchemica, di un passaggio linguistico-epocale dall’inciucio alla mediazione politica, dalla chiacchiera demagogica al pragmatismo efficiente, dalle fumose argomentazioni para-ideologiche all’idea che esiste una classe politica dirigente in grado di voler risolvere i problemi del paese. Nel caso avessero risposto di no, allora, in quel caso, davanti a tutti, la risposta sarebbe stata naturale “Lo capite adesso perché non vi daremo mai la fiducia e perché dovete andare tutti a casa non avendo l’obiettivo di salvare la nazione?”.”

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=11659

  • Mi rivolgo a Claudio,che suppongo a Roma…Che succede nelle segrete stanze?Come va il tuo nuovo incarico?Facci sapere qualcosa, qui la situazione è difficlìile…

  • Alla Lista va aggiunta la Sen. Lucrezia Ricchiuti. Attualmente è anche Assessore al bilancio e Vice Sindaco del Comune di Desio (MB)

  • Mi viene in mente il film “Don Camillo e l’Onorevole Peppone” del 1955… all’epoca Peppone dovette scegliere se essere Sindaco o Onorevole. Se il film si fosse girato nel 2013 la scelta sarebbe stata più facile…

  • Mi viene in mente il film “Don Camillo e l’Onorevole Peppone” del 1955… all’epoca Peppone dovette scegliere se essere Sindaco o Onorevole. Se il film si fosse girato nel 2013 la scelta sarebbe stata più facile…

  • Mi viene in mente il film “Don Camillo e l’Onorevole Peppone” del 1955… all’epoca Peppone dovette scegliere se essere Sindaco o Onorevole. Se il film si fosse girato nel 2013 la scelta sarebbe stata più facile…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi