BUONA PROROGATIO

BuonaProrogatio

Fin dal primo di marzo scorso, questo blog ha presentato una soluzione ( proposta da Paolo Becchi, il filosofo del diritto dell’Università di Genova presentato da Byoblu.com e diventato presto un punto di riferimento del nuovo universo politico esploso in Italia) dal nome sconosciuto e latineggiante, che presto – come lo spread – è diventato un termine noto e quasi inebriante per il palato: “prorogatio“.
In buona sostanza, la prorogatio rappresentava la possibilità, in un contesto istituzionale difficile come questo, nel quale le forze politiche non si accordano per un nuovo Governo ma sono favorevoli a un ristretto numero di leggi da varare prima di tornare alle urne, di lasciare in carica il Governo attuale (ma limitato al disbrigo dei soli affari correnti) restituendo piena potestà legislativa al Parlamento, un po’ mortificato da anni di esecutivi che hanno dominato a colpi di decreti legge, e perfino da Governi tecnici non eletti da nessuno.
 
La proposta ha incontrato il favore del Movimento Cinque Stelle che la ha sostenuta, ma è stata (prevedibilmente) criticata fino a giudicarla quasi inconsistente dal punto di vista costituzionale, probabilmente per l’esigenza dei partiti tradizionali di formare un Governo per evitare il ritorno alle urne, nel timore che avrebbero aggravato la loro contabilità elettorale.
Ieri il Presidente della Repubblica, inaspettatamente, ha sostanzialmente sposato la tesi della prorogatio come unica soluzione per uscire dallo stallo politico nell’immediatezza, ricordando che esiste un Governo in carica, seppure dimissionario, e che il Parlamento può comunque iniziare a lavorare alla sua produzione normativa.
In altre parole, un Governo sarà presto necessario, ma se la posta in gioco fosse stata solo l’esigenza di fare il bene del Paese, legiferando in linea con le dichiarazioni di convergenza programmatica (legge elettorale, tagli ai costi della politica, pagamento debiti delle pubbliche amministrazioni e così via), e non viceversa la cupidigia del potere di assicurare la perpetrazione di se stesso, allora si poteva cominciare subito, e oggi saremmo già a buon punto.
E’ da notare, infine, che il Presidente Napolitano, venerdì pomeriggio, era intenzionato a dimettersi e a darne comunicazione in questi giorni di festività. Ha desistito subito dopo una telefonata di Mario Draghi. I nomi che in seguito sono stati fatti, i cosiddetti “saggi” cui è stata assegnata la funzione di “facilitatori”, sono composti in buona parte dalla solita nomenclatura bancaria, o da vecchie conoscenze della politica. Un pool di commissari che commissariano il governo tecnico di commissari? Un modo eccezionale e di dubbia prassi costituzionale per allontanare utleriormente i cittadini dalla politica. Non serve nessun “facilitatore”, basta il Parlamento, previa istituzione delle Commissioni parlamentari definitive.
Tutto il resto è noia, come recitava il compianto Califano.
Di seguito, un articolo che Paolo Becchi mi ha inviato qualche giorno fa, ma che a causa dei miei nuovi e frenetici impegni di lavoro non ero ancora riuscito a pubblicare. Lo faccio oggi, ed è il mio augurio di Buona Pasqua a tutti.

E PROROGATIO SIA

di Paolo Becchi
Le ultime proposte del MoVimento 5 Stelle (cfr. Grillo, «Il Parlamento è sovrano») avevano, in poche ore, provocato un succedersi di commenti da parte di più o meno noti “costituzionalisti”. Si contestavano – senza peraltro addurre nessuna argomentazione – come “incostituzionali” questi due assunti:

  1. che il Governo Monti attualmente dimissionario fosse in prorogatio. Purtroppo non è possibile smentire questo dato di fatto. Monti ha rassegnato le proprie dimissioni il 21 Dicembre dello scorso anno, ed il suo Governo si trova, pertanto, in prorogatio fin da quella data. Sono già trascorsi, pertanto, oltre 100 giorni, ed altri ne trascorreranno fino a che il nuovo Governo (ma quale?) non presterà il giuramento nelle mani del Capo dello Stato (allora potremo fare i confronti con il 1996, quando il governo Dini rimase in prorogatio per 127 giorni, e con il 1979, in cui il quinto Governo Andreotti rimase in prorogatio per 126 giorni);
  2. che il Parlamento non potesse votare alcuna legge, non potesse svolgere alcuna attività legislativa, fino alla nomina di un nuovo Governo. Non era dato capirne la ragione, però. Vero è che il Governo, nella nostra costituzione, ha poteri che riguardano anche l’attività legislativa, ma ciò non significa che il Parlamento non possa autonomamente adottare iniziative legislative ed approvare nuove leggi senza il suo intervento.

Il MoVimento aveva proposto alcuni obiettivi semplici e chiari: approvazione della nuova legge elettorale; approvazione di una legge sul conflitto di interessi, approvazione di una legge sui tagli delle Province e dei costi della politica. Il Parlamento non potrebbe, da solo, votarle senza la partecipazione del Governo? Per quale ragione? Perché il Parlamento non potrebbe, se vuole, approvare una legge elettorale d’iniziativa parlamentare? Ho già proposto un esempio – un esempio scolastico, elementare – se davvero si volesse superare il Porcellum. Basterebbe una legge di un solo articolo, che dicesse: «l’attuale legge elettorale è abrogata. Rivive la precedente».
Mi sia consentita una piccola digressione. Qualche mattina fa ero stato invitato dai miei critici a leggere una replica a questo mio esempio, apparsa su un blog. L’autore vi sostiene che la Consulta, in occasione della pronunzia sull’inammissibilità dell’ultimo referendum per l’abrogazione della legge elettorale, avrebbe affermato che «non esiste il principio di quiescenza di una norma che ritorna vigente se la legge che l’ha abrogata viene a sua volta abrogata». All’autore, purtroppo, sfuggiva la distinzione tra l’abrogazione mediante referendum e la reviviscenza della legge per opera del legislatore. L’autore, in altri termini, non aveva mai letto la pronunzia della Corte Costituzionale che egli stesso cita, in cui la Consulta ribadiva che «l’ipotesi di reviviscenza presupposta dalla richiesta referendaria in esame [non] è riconducibile a quella del ripristino di norme a séguito di abrogazione disposta dal legislatore rappresentativo, il quale può assumere per relationem il contenuto normativo della legge precedentemente abrogata». Dunque, cerchiamo di non confondere le cose, e di lasciar perdere le critiche pretestuose.
Critiche pretestuose come quelle che, sempre qualche giorno fa, avevano visto alcuni costituzionalisti affermare che il Parlamento non può sostituirsi al Governo, che deve esprimere un Governo e che è ad esso legato da un rapporto di fiducia. E’ ovvio, e nessuno ha mai sostenuto il contrario: cosa c’entra la prorogatio con tutto questo? La tesi era un’altra, infatti: fino a che il Presidente della Repubblica non conferirà l’incarico di Governo, fino a che il Governo non giurerà nelle mani del Capo dello Stato, il Parlamento è comunque libero di legiferare.
Passo all’ultimo punto. Si sosteneva anche che il Parlamento non potrebbe legiferare, se il Governo resta in prorogatio. Ora, sembra che questa prorogatio, che limita il Governo ai soli “affari correnti”, riduca i poteri dell’Esecutivo ad un nulla. Anche questo assunto è falso, nonché smentito dalle recenti vicende che hanno riguardato le dimissioni del Ministro Terzi e la decisione del Governo (del Governo in prorogatio!) di riconsegnare i marò all’India. È stata una decisione su un “affare corrente”? E un costituzionalista aveva dichiarato che il Parlamento non potrebbe legiferare perché il Presidente del Consiglio, in prorogatio, non potrebbe controfirmarne la promulgazione da parte del Capo dello Stato. La controfirma sarebbe un atto che eccede l’ “ordinaria amministrazione”?
C’è una riflessione, che si impone. La distinzione tra atti consentiti e preclusi durante la prorogatio non è mai stata chiarita definitivamente. La prassi che è stata seguita in questi anni ha visto il Governo dimissionario definire, attraverso circolari, i poteri che dovevano considerarsi rispondenti agli “affari correnti” e quelli eccedenti l’ordinaria amministrazione. Ora, dall’esame delle circolari che si sono succedute nel tempo, si può facilmente evincere (cfr. l’articolo di G. Endrici, I poteri del governo dimissionario, in «Giornale Dir. Amm.», 1996, 7, p. 676 e ss.):

  1. che il Governo in prorogatio può convocare il Consiglio dei Ministri in tutti i casi in cui sia necessario provvedere ad adempimenti costituzionali o conseguenti agli impegni internazionali e comunitari, o per provvedere in casi di necessità e urgenza, compreso l’esame delle leggi regionali;
  2. che il Governo può proseguire anche l’iniziativa legislativa per la presentazione dei disegni di legge già deliberati precedentemente le dimissioni e per quelli imposti da obblighi comunitari o internazionali;
  3. che il Governo può continuare ad emanare decreti-legge, in quanto presuppongono casi di necessità ed urgenza. Endrici fa notare, correttamente, come «attraverso la breccia, formale, dell’urgenza, è passata una sostanziale normalizzazione della produzione normativa durante il periodo di crisi»;
  4. che, secondo la circolare Ciampi, il Governo può anche adottare le iniziative legislative necessarie all’adozione degli atti normativi delegati dal Parlamento o all’attuazione di impegni internazionali e comunitari.
  5. che, con riferimento ai rapporti internazionali, le circolari prevedevano, solitamente, la sospensione di ogni missione all’estero di membri del governo. Non mi pare, peraltro, che ciò sia avvenuto nel caso del Governo Monti.
  6. che, a partire dal 1987, le circolari non hanno più previsto la necessità di dare avviso alla Presidenza delle Camere di sospendere le attività legislative diverse dalla conversione dei decreti-legge e dall’approvazione della legge di bilancio.
  7. Un autorevole costituzionalista come Andrea Manzella, ha commentato, nei giorni scorsi: «[…] a mio modesto avviso le nuove Camere, una volta insediate, hanno pieno potere legislativo, e possono legiferare su materie come il conflitto d’interessi, la corruzione, e anche la riforma elettorale. Su tutti le materie che non toccano il rapporto fiduciario col governo». È una tesi che aveva già sostenuto in suo testo del 1991 (A. Manzella, Il Parlamento, Bologna, 1991, p. 132).

Come si è potuto affermare, allora, che il Governo in prorogatio non avrebbe potuto neppure controfirmare un atto del Presidente della Repubblica? Come si è potuto sostenere che il Parlamento non avrebbe avuto poteri legislativi pieni su tutte le materie che non riguardano il suo rapporto con il Governo? Ignoranza o malafede? O, più semplicemente: la polemica non aveva nulla a che vedere con il rispetto della Costituzione né, tantomeno, con questioni giuridiche.
La verità è che gli attacchi al MoVimento erano e sono di natura politica. E si è cercato di mascherarli sotto la pretesa dell’obiettività scientifica. La cosa paradossale ed indecente di questo Paese è tutta qui: che un filosofo del diritto sostenga una tesi e che venga immediatamente criticato senza argomenti dagli addetti ai lavori. C’è da augurarsi soltanto che i gruppi parlamentari del MoVimento dimostrino con i fatti l’inconsistenza delle posizioni di questi “intellettuali”, iniziando a presentare progetti di legge in Parlamento sui punti del loro programma. E vedremo quel che succederà.
p.s. qui la posizione di Becchi sui nomi dei “facilitatori”.
 
 

83 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Cari Paolo e Claudio,

    per una rara volta sono d’accordo con Travaglio.

    OK per la prorogatio, ma il M5S non poteva poporre pubblicamente  dei nomi di valore per un nuovo governo, inchiodando davvero PDL e PD-L alle loro responsabilità (parola così tanto di moda ora……)?

    Settis, Zagrebelsky, Rodotà….. Ci sarà qualcuno in questo triste Paese…..

    Davvero non capisco la mossa…. o l’autoscacco come dice Travaglio. Non abbiamo perso un’occasione?

    Illuminatemi, vi prego…………..

    • Ad essere pessimisti, alla prossima legislatura, con RENZI ci troveremo dallo stallo alla SOLITA STALLA (con ddl minimalisti che gli INCIUCIONI vorranno voatare ;-).

      Almeno che l’EURO e l’UE del sogno europeo della SINISTRA non ci abbiano già disintagrato prima…

    • Ma per una volta che in campagna elettorale viene promessa una cosa, e successivamente mantenuta, viene attaccata la coerenza? Fuori dal web, le persone reali che conosco che vogliono dare la fiducia al PD, lo hanno votato, e ora chiedo aiutano perchè non è proprio acqua quella in cui nuota  la sinistra italiana. 

  • Ma non era la Maga Magò ( Rosy Bindi) a dere che la “prorogatio” non è possibile? …al programma di Santoro, se non ricordo male.

    Allora è vero che tanti anni di esperienza in Parlamento non le son giovati poi tanto…

     

    che il Governo può continuare ad emanare decreti-legge, in quanto presuppongono casi di necessità ed urgenza. Endrici fa notare, correttamente, come «attraverso la breccia, formale, dell’urgenza, è passata una sostanziale normalizzazione della produzione normativa durante il periodo di crisi»

     

    l’urgenza ci sarà e durante l’urgenza Monti-PUDE, travestito da saggi, prenderà decisioni (anti)ECONOMICHE (austerity)

  • iniziando a presentare progetti di legge in Parlamento sui punti del loro programma. E vedremo quel che succederà.”

     

    Professor Becchi mi fa quasi tenerezza. Già lo sappiamo tutti ciò che succederà in un governo presieduto da Quagliarella , violante ecc, con l ombra di berlusconi presente e ben rincuorata alle spalle. Cosa succederà ai ddl presentati dal M5S.  Il suo tentativo di far accettare al popolino la totale incocludenza  attuale del movimento addirittura incapace  di proporre dei nomi, e il rifiuto massimalista al dialogo ( o peggio il ridicolo dialogo a senso unico , dal M5S verso il resto del mondo ) è a tratti imbarazzante, ma va bene così , forse è un altro vaccino di cui l italia aveva bisogno.  

    • Ce lo si aspettava dal “COMUNISTA PREFERITO DI KISSINGER” e qui chi dice “SVEGLIA” sono solo i troliini PIDDINI che, nel loro SONNO DELLA MENTE CHE GENERA MOSTRI, credono ancora di votare a sinistra.

      Il montix se lo sono sciroppati TUTTI per un anno tranne LA LEGA. E Bersani aveva GIA’ COMUNQUE adottato la sua AGENDA sporca di sangue.

      Mi sa poi che ti sfugge la differenza tra VIRUS e batterio…

  • Non ci piace questa situazione di stallo e neanche l’abuso dei decreti legge….Difficilmente se ne potrà parlare in questo parlamento alle prese con urgenze economiche….Speriamo però che nella prossima legislatura si possa riparlare di riforme istituzionali che per noi vogliono dire rilanciare la posizione delle comunità all’interno del quadro istituzionale italiano….

    J. G. http://comunitainfermento.wordpress.com

  • Non c’è da stupirsi, questo è il paese dei commenti da bar.

    Lunedì mattina sono tutti commissari tecnici. Figuariamoci quando si tratta di questioni così delicate e soprattutto in cui entra in gioco un movimento che con la politica vuole poco a che spartire. Tutti costituzionalisti.

    Addirittura è pieno di persone che sostengono, con i numeri cha ha il movimento alla camera, che “la fiducia” come si da così si può togliere…si come no. 

    • interessante contraddizione..un movimento che ha poco a che spartire con la politica, ma…entra in politica, non vuole il dialogo , ma vuole essere ascoltato.

      La fiducia come viene data , può essere tolta, e il governo visti i 163 parlamentari del m5s si troverebbe in forte difficoltà.

      Siamo in democrazia e le possibilità date al movimento attuale sono due: o gioca , con tutti i rischi, o rimane fuori lasciando giocare gli altri. Ha scelto la seconda, inutile far tanti giri di parole, semmai è un po imbarazzante questo tentativo di far passare un governicchio di politicanti come l opzione migliore per il paese o l opzione migliore per far approvare le riforme del movimento stesso. 

    • Capitan potresti avere ragione ma diciamo così..si tratta di probabilità. Avere l 80% di probabilità di vittoria non equivale alla vittoria certa. Ma se posso scegliere , mi tengo stretta questa probabilità, non ci sputo sopra come fosse spazzatura.  

      Quella del premier del m5s con fiducia del pd , andrebbe contro la logica democratica del consenso. ( In altri commenti qualcuno ha menzionato governi spadolini del passato, ma la situazione era ben diversa, non si trattava di schieramenti opposti che si negavano la fiducia, anzi ). Siamo nella situazione dello scarica barile mutuo, questo perchè palesemente manca un collante , quel fattore aggregativo che porta forze contrapposte a mediare e dialogare: la fiducia. Il dialogo in democrazia è lo strumento che concretizza le idee. Di sicuro  non sarebbe passato tutto il programma del movimento in modo integrale, magari poche cose, ma la probabilità era tutta lì, non nel governicchio che si prospetta. Senza considerare che di fronte a un tradimento infame del pd, ma anche divergenze e rottura inevitabile, dopo i litigi e insulti , l esito sarebbe stato…appunto,il governicchio.  Dovevano provarci insomma. 

    • Lo ripeto e lo ripeto: si, bisognava provarci. Anziché farli fare a Napolitano i nomi – che pare quasi sia stato purgato dai partiti prima della composizione della lista che è stata defecata poi – bisognava farli noi. Probabilità di successo? 50%, a seconda dei nomi, perché voleva dire essere credibili di fronte al Paese, di fronte a Cittadini tutti, di fronte – soprattutto – all’elettorato PD e, di conseguenza, essere politicamente forti nei confronti di Gargamella. E questo Napolitano non lo avrebbe potuto ignorare.

  • Le leggi varate devono essere firmate anche dal presidente del consiglio per essere promulgate, ora chi sarebbe il presidente del consiglio? Monti? E’ un presidente di fatto sfiduciato dalla maggioranza del precedente parlamento (ha dato le dimissioni per questo) e dovrebbe limitarsi a promulgare leggi urgenti e niente altro, oppure gli facciamo votare la fiducia dal nuovo parlamento. Tutto il resto mi sembrano arrampicate sugli specchi o inciuci in barba alla Costituzione ma prima di tutto al voto dei cittadini. Il M5S non era nato per tutelare i cittadini e evitare inciuci?

     

  • Ok la prorogatio, ma l’errore madornale fatto da Grillo e Casaleggio

    rimane la grande occasione persa che chissà se si ripresenterà mai più.

    Avevamo la possibilità di cambiare questo Paese reso LURIDO da

    una classe politica, che era messa all’angolo fino a tre giorni fa’,

    dopo anni di saccheggio, ed invece cosa abbiamo ottenuto?

    Dei saggi, si fa per dire, diversi di loro potrebbero essere oggetto

     di studio di  Cesare Lombroso, se fosse ancora vivo.

    Si vede un treno in lontananza, ma non sta’ arrivando,

    è già passato.

     

  • Premetto che le mie considerazioni sono squisitamente personali e di naura intuitiva.-

    Stigmatizzare  l’importanza del fatto la piega data dalla Presidenza della Repubblica in parziale sintonia con il suggerimento del Movimento mi sembra giusto e assolutamente condivisibile;ma non posso prescindere dal notare  che alla fine quella “parziale sintonia” rischia di divenire un ulteriore aggravio di spese ad appannaggio di 10 componenti, vogliamo chiamarli “autorevoli consulenti”, legati sicuramente al vecchio carrozzone, qualcosa di sicuramente poco utile e dispersivo.

    Spero di sbagliarmi capiremo meglio nei prossimo giorni

  • Caro Claudio,grazie per l’augurio – che ricambio – e speriamo che questa pausa ci aiuti a riflettere su cosa è più importante per il nostro futuro, e con ciò mi riallaccio al discorso sulla capacità di programmazione dei nostri politici (zero..).Non mi stancherò facilmente di insistere sulla importanza della politica economica, ora, in Italia.NESSUNO se ne sta occupando, tranne i servi dei banchieri.Io ancora spero che qualcuno, nel M5S, si renda conto che finché non ci metteremo a combattere per recuperare la sovranità democratica, che passa per la sovranità monetaria, stiamo a perdere tempo, tutti quanti, perché sia che facciamo parte della casta, sia che siamo cittadini democratici, non contiamo niente, zero, e siamo tutti nelle mani della UE, che ormai rappresenta una vera dittatura, la vera casta da combattere, quella dei banchieri.Destra e sinistra sono entrambe prone dinnanzi a loro, i media main-stream pure, il Movimento 5 Stelle …non lo so.E’ una grande occasione da non perdere, ce lo abbiamo il coraggio o siamo già in cerca di scuse?Buona Pasqua a tuttiCesarito

  • Più che di una “proprogatio” a me sembra che sia una “peggioratio”.

    Spero duri pochissimo perchè,come afferma Becchi,la situazione economica non potrà altro che avvitarsi su se stessa.

    Ma la fregatura non è ancora finita…Occhio alle mega porcate elettorali di questi cialtroni chiamati “saggi” in spregio a tutti i veri Saggi della Storia umana.

    E comunque quei nomi,il nostro Napolzaimer,li aveva in tasca da giorni.Questi non sanno cosa sia l’onestà.

    Ma poi non è del tutto chiara la faccenda della telefonata di Draghi.Se sai qualcosa in più comunicarcelo per cortesia…in un momento libero da impegni.

  • sarà. ma spero che questa prorogatio duri il meno possibile.

    condivido l’intenzione del M5S di separare in un modo pulito il potere esecutivo da quello legislativo e riconosco che la cattiva abitudine di raffazzonare i governi in fretta, sotto l’imperativo di urgenze tanto inderogabili quanto palesemente confratte è fonte di danni incalcolabili per l’economia e la libertà, ma credo che sia importante cercare una strada per realizzare il cambiamento nel rispetto pieno della Costituzione.

    Secondo l’articolo 84, il “Governo deve ottenere la fiducia del Parlamento”. e simmetricamente il Parlamento deve riconoscere la fiducia a un Governo, perchè la salute di una Nazione risiede nell’equilibrio, nel rispetto reciproco e nel dialogo tra le diverse istituzioni.

    Un Parlamento che vuole fare tutto da solo non è una cosa positiva. e ho anche paura di ciò che può fare questo governo di transizione senza padroni e senza direzione.

  • Difficile farsi ascoltare da un apparato che non vuole cambiare  o meglio, da chi era convinto che in poco tempo, avrebbe inglobato nel pantano della vecchia politica anche il M5S !

    Gli è andata male, il M5S è stato coerente con la promessa fatta: nessun inciucio!

    Questa coerenza è già premiata da tanti che , non sono andati a votare, ma che oggi voterebbero per il M5S !

    Rinnovata stima a Claudio e a Lei Professor Becchi. Grazie !

     

  • Ormai anche Travaglio ha mandato a quel paese  voi e la Prorogatio ,basta con le decisioni  dall’alto serve una consultazione con la base permanente  o si va a picco.

    Bel risultato quello ottenuto.

    Ma avete un minimo di  raziocinio?

  • grazie claudio, come al solito impeccabile analista!! mi chiedo a questo punto dopo questi auspici, se il presidente ha i requisiti e le nozioni professionali, culturali, mentali, idonee??? a me è sembrato  abbastanza scollegato sia intellettualmente che mentalmente nelle sue ultime dichiarazioni, tanto che chiederei una visita pschiatrica per avere eventualmente la possibilità di dichiararlo non capace di intendere e volere! a di nuovo ascoltato gli altri come in passato, e sembra anche gli stessi, merkel e draghi! io mi affido all’illustre autorevole prof. Becchi e propongo una sua candidatura alla presidenza della repubblica italiana.  lucio-vitali

  • Si hai perfettamente ragione in quanto a prorogare tutto all’infinito e non ammetere che le cose sono cambiate per sempre

    Ti faccio notare che tutto il mondo occidentale non sa come affrontare la crisi mondiale da post-bolla speculativa e finora nessuno ha affronatato la crisi partendo dalla base, ossia dalle persone comuni. Esistono solo ricette attuate nel piccolo, ma non al livello di paese.

    Credo che il M5S vuole attuare questa soluzione ed e’ nella direzione giusta.

    Quindi non resta che pazientare ancora un po’, poi a furia di prorogare il cambiamento diventera’ sempre piu’ inevitabile.

  • Vorrei che Claudio indagasse o ci spiegasse gli scenari che si aprono ora.

    Ci provo io.

    Si costituiscono le commissioni parlamentari.

    Il M5S presenta un congruo numero di disegni di legge, soprattutto in materia economica, e due che io (e molti credo) desiderano DISPERATAMENTE: abolizione IMMEDIATA del vitalizio (inclusi quelli in essere) e limite di due mandati.

    Il parlamento, “saggi inclusi”, non li approva, e/o li mutila in modo da renderli inutili.

    Il M5S grida la sua indignazione.

    Si va ad elezioni?

    Oppure (più probabile) pd e pdl trovano un accorduccio, e vanno avanti a fare disastri, come sempre.

    Cosa possiamo fare per evitare questo incubo?

  • Il 26 marzo,

    scrivevo su questo blog:

     

    “Amici miei,
    permettemi di rivolgermi così a voi anche se non ci conosciamo, la situazione è assai complessa, inutile nascondersi.

    La fiducia al Pd mai, per una serie di motivi, uno più valido dell’altro.
    D’altro lato le proposte in tema economico latitano, e sono FONDAMENTALI.
    I media incalzano compatti, e l’equazione M5S=irresponsabile=solo distruttivo sta passando.

    Per fortuna bersani non tornerà alle urne neppure sotto minaccia di morte (in effetti accadrebbe proprio quello, renzi è pronto), il suo è un bluff che verrà presto scoperto.

    Previsioni?
    Si arriverà a un governicchio misto tecnico (delle personalità) con molteplici appoggi esterni (pdl,lega,monti), un accrocco senza arte nè parte.
    Non ho la più pallida idea di cosa potrebbe partorire, probabilmente qualche legge non rimandabile o qualche semi riforma.


    E il M5S potrà proporre cose interessanti, crescere, maturare in vista di prossime elezioni.”

     

    Ci ho abbastanza azzeccato.

    La domanda è: e ora?


  • Eh, abbiamo avuto ragione sulla prorogatio.

    E adesso?

    E adesso niente, stiamo lì a guardare gli altri che lavorano. No, vabbé, qualche urlaccio lo tireremo di fronte alle porcate che partoriranno, prima di tornare al voto contenti.

    E poi?
    E poi niente, al voto e tutto come prima. Ma prenderemo il 100%, perché stavolta sarà troppo palese l’inciucio …
    … no, vabbè, non ci riesco, mi viene da ridere, e pure da piangere.

    Prof. Becchi, hai visto che nomi di basso profilo? Non ce l’aspettavamo, eh? Dopo un pomeriggio speso ad elogiare Napolitano è una mazzata, ma chi l’avrebbe mai detto? …
    … no, vabbè, non credo neanche a questa.

  • Napolitano ha messo tutti d’accordo: chi voleva un governo politico, chi tecnico, chi PD-PDL; ha messo insieme un piddino trombato alle comunali di Milano, due presidenti del nulla, un Quagliarello che il nome è tutto un programma, uno che ha ammesso candidamente in Parlamento che il suo partito (il PD) ha aiutato Berlusconi evitando leggi sul conflitto di interesse ecc.,  uno (o forse due) vicino a Monti; insomma, PD, PDL, un po’ di Cl e un po’ di Banca, tanto per non scontentare nessuno, “con viva e vibrante soddisfazione”.

    Peccato che la soddisfazione sia solo sua.

  • Noto con piacere che qualcosa sta cambiando davvero. Continuate cosi perche’ altrimenti non c’e’ speranza. Grazie a Claudio e al prof. Becchi.

  • Buongiorno, mi chiamo Monti e sono il Presidente del Consiglio in carica. Non ho ottenuto la fiducia dal Parlamento appena eletto ma, come dicono Napolitano e Grillo, non sono sfiduciato.
    Carina, no?

    Va bene, ora passiamo alle cose serie.
    Con il Consiglio dei Ministri del 27 Marzo abbiamo deciso di impugnare per illegittimità costituzionale 4 leggi regionali. Per molte altre abbiamo invece deciso di no.
    Se qualcuno ha qualcosa in contrario, l’appuntamento è per un prossimo eventuale, nonché inutile, dibattito parlamentare. Sì, tipo quelli che ci sono stati sui Marò, dove tutti hanno parlato contro ma io continuo per la mia strada.
    Ci vediamo in Parlamento, sarà un piacere.

    Buona prorogatio

  • Buona Pasquetta Prof. Becchi e Claudio,

    mi spiace ma condivido in toto cio’ che Travaglio ha scritto nell’ articolo riportato sul FQ quest’ oggi ed in quello relativo al mancato scacco matto, occasione che credo non si ripetera’ piu’.

    Ok per la prorogatio, ok per le votazioni on-line del Presidente, ma come elettore M5S mi preoccupa l’ atteggiamento che Grillo e chi lo consiglia ha in questo mom: possibile che non si sia pensato a cio’ che a mio avviso e’ apparsa da subito la soluzione ottima e che comunque avrebbe salvato il M5S nell’ immagine (soluzione addirittura prospettata da Scanzi mi pare la sera prima della salita al Colle)?

    Dare alcuni nominativi di Saggi a Napolitano non costava nulla, non avrebbe impegnato il M5S, non voleva ssolutamente dire che il M5S avrebbe dato fiducia ad un governo con PD: serviva solo a salvare la posizione del Movimento ed a metter loro signori con le spalle al muro. Se anche avessero rigettati i nominativi, il Movimento, ripeto, ne sarebbe uscito piu’ che bene, invece di essere accusato dalla gente di cio’ che Travaglio ha scritto nell’ articolo di ieri, con il rischio di dare il paese in mano ai soliti con l’ aggiunta del vero pericolo, costituito da l burattino “Renzi”.

    Se cosi’ non e’, quali sono le ragioni di questa mancata scelta: la paura di dover in qualche maniera governare con una squadra che, perdonate, ma sfortunatamente non e’ all’ altezza degli obietivi che ci siamo posti. Oppure ?

    Credo che una delle ragioni sia la mancanza di un vero contradditorio verbale con Grillo, manca il confronto e di cio’ dobbiamo rendercene conto. Non ci si puo’ nascondere solo dietro o nella rete, non e’ sufficiente: si deve capire che questo non e’ piu’ uno spettacolo cui 8 mio di persone hanno assistito, si deve crescere oppure ho l’ impressione che l’ avventura finira’ molto presto (con mio enorme dispiacere).

    Politica e’ anche, e forse soprattutto, contradittorio. Saper riconoscere che qualche volta si sbaglia decisone e’ da statisti, nascondersi no.

    Grazie x cio’ che state facendo, sempre con e per il Movimento, cordiali saluti da un altro genovese

    Giordano Castello

  • Questo articolo doveva essere intitolato “BUONA NOTTE” e non “Buona prorogatio”. Si buona notte all’intelligenza ed agli obiettivi del M5S.

    Dovevate aprire il parlamento come usca scatola di tonno e non vi siete accorti che nel frattempo qualcuno ha buttato la scatola nel cesso e non servira’ a nulla aprirla.

    Il vero sconfitto delle ultime elezioni politiche e’ stato Mario Monti e la sua politica ed ora, con il plauso del M5S, ci troviamo commissariati dalla troika e  da Monti (come prima) ed inoltre da queste commissioni del cavolo.

    Ma veramente credete di potere realizzare poche riforme condivise in parlamento contro chi comanda davvero ???

    Come nominerete le commissioni permanenti senza maggioranza ed opposizione???.

    Come lavorera’ il parlamento senza commissioni ???

    In ogni caso chi comanda impedira’ la approvazione di qualsiasi cosa in parlamento (e non e’ poi cosi’ difficile con il casino politico che c’e’).

    Dilettanti allo sbaraglio ed ora anche complici dei commissari – dittatori.

     

     

  • Questo articolo doveva essere intitolato “BUONA NOTTE” e non “Buona prorogatio”. Si buona notte all’intelligenza ed agli obiettivi del M5S.

    Dovevate aprire il parlamento come una scatola di tonno e non vi siete accorti che nel frattempo qualcuno ha buttato la scatola nel cesso e non servira’ a nulla aprirla.

    Il vero sconfitto delle ultime elezioni politiche e’ stato Mario Monti e la sua politica ed ora, con il plauso del M5S, ci troviamo commissariati dalla troika e da Monti (come prima) ed inoltre da queste commissioni del cavolo.

    Ma veramente credete di potere realizzare poche riforme condivise in parlamento contro chi comanda davvero ???

    Come nominerete le commissioni permanenti senza maggioranza ed opposizione???.

    Come lavorera’ il parlamento senza commissioni ???

    In ogni caso chi comanda impedira’ la approvazione di qualsiasi cosa in parlamento (e non e’ poi cosi’ difficile con il casino politico che c’e’).

    Dilettanti allo sbaraglio ed ora anche complici dei commissari – dittatori.

    • Dittatori dilettanti? Interessante, siamo già a 2…

      Tu devi essere UN ELETTORE DELUSO PIDDINO clone di quello precedente.

      E’ la dimostrazione che il trollino piddino è riprodotto in serie.

    • Come noto agli esperti il PIDDINO ha un solo neurone. Se ne avesse tre si riuscirebbe gia’ a fargli capire qualcosa.

      Nel nostro caso avendone solo uno non e’ riuscito a capire che i due post sono esattamente uguali (salvo che  per la correzione nel secondo di un errore di battitura), ma da troll perfetto risponde allo stesso modo a anche se il post uguale fosse pubblicato dieci volte (senza ovviamente accorgersi che e’ uguale e che il mittente e’ lo stesso).

    • Virus, ma la Pasquetta no, eh! Io sono rimasto in casa per colpa di un tuo “collega” che ha colpito a tradimento la mia figlioletta 🙁 , ma tu potevi andare a prendere un po’ d’aria da qualche parte e rinfrescarti un po’ le idee.

       

      Scusami, sono particolarmente “acido”, oggi … mi sono perso una bella mangiata di pesce! Sti virus infingardi!

  • Chiedo scusa a Claudio per il link esterno, ma non siamo abilitati al copy&paste, mi pare..Un articolo illuminante sull’economia europea, scritto venti anni fa da un grande economista statunitense, ne di destra ne di sinistra, molto molto democratico….buona lettura ragazzi!Cesaritowww.libreidee.org/2013/4/la-profezia-di-godley-con-leuro-stati-ridotti-a-colonie/

  • Oggi non ho proprio un ca..lo da fare, causa “virus”, per cui giro annoiato per blogs …

     

    Ho trovato una simpatica definizione per i nostri tecnocrati, sul blog di Bagnai, data da Lannutti a striscia la notizia:

     

    gigli di trojka

  • Complimenti 8 milioni di voti e cosa siete riusciti a fare a riportare i poteri bancari al governo questa volta invece che con il nome di tecnici con quello di saggi e questo haimè con il mio voto e dei molti che sono riuscito a convincere di votare il M5S.Adesso è chiaro ha ragione Gianni lannes sul suo sito “su la testa” sul perchè Grillo si ostina a non rispondere sui moivi che lo hanno portato ad incontrarsi qualche anno fà con l’ambasciatore americano.Il sospetto fortissimo è che lui e casaleggio sono dei gatekeeper ed il movimento è nato propio per catalizzare il dissenso e poi portarlo a spiaggiarsi sul nulla.Non vedo l’ora di rivotare per rimandarvi tutti a casa.Promesse di cambiamento promesse di democrazia interna dove 1 vale 1 è poi invece di nuovo i banchieri al governo e Grillo che comanda solo lui oibò mi viene da vomitare.

  • Buonasra

    che ci siano 10 saggi (non votati da nessuno) a decidere per le sorti economiche e politiche italiane mi fa innervosire e non poco. Ma scusate che differenza c’è tra questi 10 e quel branco di tecnici che avevamo prima? In più guidati dalla stessa testa di prima, il professor Monti.

    Secondo me non si doveva accettare e non si deve accettare questa soluzione : io cittadino, come tutti gli altri abbiamo votato e quelli che sono stati votati facciano le cose che hanno detto

    Vi ricordate il film di Villaggio? La corrazzata Kotionkin?

    Per me, questa soluzione (di Napolitano), mi pare una c…..ta pazzesca !!!!!

  • ok, in campagna elettorale abbiamo detto no alleanze. non ci hanno dato l’incarico. cosa dobbiamo fare ora? cosa rispondere ai piddini, quando ci chiedono responsabilità? non capisco più niente… è ora di muoversi, signor Messora che cosa ci dice? sembra che sia tutto fermo, che i burattinai siano sempre più nascosti, e non vedo una fine, è logorante. non c’è più tempo, per i nostri figli vi prego, diteci qualcosa. grazie.

     

  • @ emar

    Ti prego, un po’ di razionalità.

    Anch’io ho espresso il dubbio che il M5S doveva proporre dei nomi al di fuori di ogni sospetto per il governo….. Ma appunto, proporre.

    In Italia, fino a prova contraria, è il Capo dello Stato a decidere la formazione del Governo.

    Il M5S non ha la maggioranza assoluta, non può cambiare le sorti di un paese marcio fino all’osso e commissariato con uno schiocco di dita.

    Non vedo l’ora di rivotare per rimandarvi tutti a casa”.

    Chi vuoi votare? Casa Pound? Partito Comunista dei Lavoratori? Nonna Papera?

    Calma, le rivoluzioni non si fanno in un giorno.

    Per 68 anni si sono fatte le peggiori porcherie in questo Paese, e adesso il M5S dovrebbe avere il potere taumaturgico di risolvere tutto, e se solo fa un errore o non fa (perché tutti siamo dei generali, oltre che eccellenti allenatori) allora è un venduto, uno come gli altri, un gatekeeper.

    Vi prego, anche se la situazione è oggettivamente drammatica, fate un bel respiro e rilassatevi.


    • Forza Nuova l’unico partito che con massonerie varie non ha niente a che fare e anzi le combatte aspramente e pensare che in campagna elettorale molti avevavano denunciato le collusioni di casaleggio con massoneria Rotchild ecc..ma io ho sempre risposto che il movimento e’ fatto di gente informata non si faranno infinocchiare ed ora invece guarda caso con Grillo che non consulta nessuno e non ascolta la base prende decisioni dove uno non vale uno ma Grillo vale per tutti ci ritroviamo gli uomini del potere bancario/ massonico di nuovo a governare.Pensi sia un caso?svegliati perche Grillo non dice cosa e’ andato a fare qualche anno fa’ dall’ambasciatore Americano forse a pianificare come abbindolare le masse di persone che si stavano svegliando? e’ una tecnica ben collaudata si crea apposta guidandolo un movimento che raccolga il dissenso e poi lo si fa’ spiaggiare,vi ricordate gli indignatos,ed occupy wall street che fine hanno fatto? spiaggiati ormai solo i cechi non sanno vederlo Grillo e Casaleggio servono ai poteri massonico/ bancari ad incanalare il dissenso e disinnescarlo.Almeno gli eletti avessero il coraggio di mettere in atto il comunicato politico 45 quello che parla di liberta di coscienza degli eletti e avessero il coraggio di mandare lui e casaleggio a quel paese come con il caso Grasso/ Schifani ed invece li tutti sotto i suoi ordini.

  • Tutto come sempre molto chiaro : speriamo seguano dei fatti concreti.Ma la funzione dei “saggi”in questa storia non sarà di sabotare tutto ? 

  •  

    “L’EUROZONA E’ UN CRIMINE CONTRO L’UMANITA’, PERCHE’ LA DISOCCUPAZIONE CREA ORRORI SOCIALI ED E’ MANTENUTA DI PROPOSITO”

    (Warren Mosler, economista)

  • Scusa Claudio, ma se fin’ora abbiamo parlato di tattica ora mi permetto di parlare di strategia.

    il nostro nemico numero uno non si chiamano né Berlusconi né Bersani, si chiama EURO!

    Ti ricordo che 

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Bagnai,

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Borghi,

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto la Dott.ssa Udielmi.

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Becchi,

    e’ “COLPA” TUA se abbinamo conosciuto il Prof. Galloni.

    insomma, e’ “COLPA” TUA se siamo diventati cittadini coscienti e per questo molto ma molto incazzati e preoccupati per il futuro dei nostri figli. 

    per questo motivo mi piacerebbe che per MERITO TUO fossero cittadini coscienti anche i parlamentari cinquestelle, urge toccare l’argomento prima possibile.

    Dato che siete piu’ svegli di noi sono certo che ci avete gia’ pensato 🙂

  • Scusa Claudio, ma se fin’ora abbiamo parlato di tattica ora mi permetto di parlare di strategia.

    il nostro nemico numero uno non si chiamano né Berlusconi né Bersani, si chiama EURO!

    Ti ricordo che 

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Bagnai,

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Borghi,

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto la Dott.ssa Udielmi.

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Becchi,

    e’ “COLPA” TUA se abbinamo conosciuto il Prof. Galloni.

    insomma, e’ “COLPA” TUA se siamo diventati cittadini coscienti e per questo molto ma molto incazzati e preoccupati per il futuro dei nostri figli. 

    per questo motivo mi piacerebbe che per MERITO TUO fossero cittadini coscienti anche i parlamentari cinquestelle, urge toccare l’argomento prima possibile.

    Dato che siete piu’ svegli di noi sono certo che ci avete gia’ pensato 🙂

  • Scusa Claudio, ma se fin’ora abbiamo parlato di tattica ora mi permetto di parlare di strategia.

    il nostro nemico numero uno non si chiamano né Berlusconi né Bersani, si chiama EURO!

    Ti ricordo che 

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Bagnai,

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Borghi,

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto la Dott.ssa Udielmi.

     e’ “COLPA” TUA se abbiamo conosciuto il Prof. Becchi,

    e’ “COLPA” TUA se abbinamo conosciuto il Prof. Galloni.

    insomma, e’ “COLPA” TUA se siamo diventati cittadini coscienti e per questo molto ma molto incazzati e preoccupati per il futuro dei nostri figli. 

    per questo motivo mi piacerebbe che per MERITO TUO fossero cittadini coscienti anche i parlamentari cinquestelle, urge toccare l’argomento prima possibile.

    Dato che siete piu’ svegli di noi sono certo che ci avete gia’ pensato 🙂

  • Non voglio discutere sul merito della prorogatio, perché si potrebbero portare autorevoli opinioni contro (Travaglio) e altrettante autorevoli e determinanti opinioni pro (Becchi). Ma per il semplice fatto che la soluzione prorogatio non piace a PD e PDL, questa sembra essere buona, vuol dire che c’è qualcosa, in questa soluzione, che li infastidisce assai. Ci vuole invece una commissione speciale che sorvegli la cancrena Monti. Il M5S si adoperi in tal senso.

    • La cancrena Monti l’avremmo gia’ estirpata se avessimo appoggiato un governo diverso e oggi staremmo a sorvegliare un governo nato con i nostri voti e quindi piu’ controllabile. E il lavoro parlamentare che stiamo invocando si poteva fare benissimo con un altro governo. Tutto questo non e’ avvenuto per essere “coerenti” (dicono). La tenacia con cui si e’ perseguito l’obiettivo della prorogatio, invece, mi fa pensare che era proprio il governo Monti che si voleva tenere in vita. Spero di sbagliarmi e di cogliere presto segnali che smentiscano questa visione.

    • @james62

      La torta si può fare col cioccolato. Con la merda (PD) non viene bene ed è immangiabile.

      TUTTI A CASA, E FUORI DALL’EURO SUBITO!

    • Quindi mi stai dicendo che la torta fatta con Monti e’ al cioccolato! Ma non hai detto che e’ una cancrena? Faccio davvero fatica a seguirvi.

    • @james62

      Allora, con un po’ di calma. Monti è stato portato da D’Alema al cospetto di Napolitano, giusto compare di merende, che prima lo fa senatore a vita e poi lo mette sulla poltrona della presidenza del consiglio. (http://espresso.repubblica.it/dettaglio/quando-dalema-chiese-a-monti-/2188308)

      Detto questo mi sembra chiaro l’appellativo “grazioso” con cui mi rivolgo al PD. Per questioni di forma non mi posso rivolgere allo stesso modo agli altri personaggi citati. Il mio punto di vista (e penso non solo mio), è che è meglio gestire un Monti commissariato piuttosto che un intero partito che ha “rubato” (per mano Monti) l’intera IMU prima casa degli italiani per salvarsi quale componente del Monte dei Paschi. I pescecani del PD, non aspettavano altro di coinvolgere il M5S per gestire gli altri loro sporchi interessi per poi discreditarli e screditarli. Se questa volta non sono riuscito a spiegarmi e tu non riesci a seguirmi non ci posso fare niente.

  • @emar
    ti rispondo ancora una volta e poi basta, scusandomi con Claudio per lo spazio preso sul suo blog, che non è né quello di Grillo né quello del M5S.

    Mi sono svegliato, te lo assicuro, ho già preso parecchi caffé.
    Neanche Alba Dorata è collusa con i Massoni…. non lo era nemmeno il Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori.

    E’ sempre più comodo vedere i complotti pluto-masson-giudaici che la realtà dei fatti, ovvero come ad 1/3 degli italiani vada bene B e ad un altro 1/3 va bene il partito di “abbiamo una banca”.

    Ripeto, il M5S poteva proporre dei nomi, che Napolitano poteva tranquillamente ignorare.
    Punto.
    Indignatos ed Occupy Wall Street non avevano un progetto politico, dovresti saperlo. E le tecniche dell’FBI sono state le solite degli ultimi 40 anni, quindi niente di nuovo.
    Magari per te gli eletti non contano nulla e vale sempre l’opnione di Grillo, ma per la maggioranza degli elettori la coerenza e l’essere granitici è la caratteristica più importante del M5S.
    Io per ora non vedo disattese al Comunicato Politico 45….. i “dissidenti” di Grasso sono forse stati espulsi?
    Il fatto che MAI Grillo abbia risposto sul blog automaticamente lo rende sordo alle opinioni della base, ora inquinate da moltissimi fanatici, venduti, esponenti di altri partiti, prezzolati disinformatori?
    Come mai solo adesso su tutti i media mainstream leggiamo che grillo non si vuole confrontare con la base? E prima?
    E il solo dialogo con un ambasciatore lo rende servo degli USA?
    Qui prodest?
    Non sarà che semplicemnete Grillo ed il M5S sono umani, e come tutti gli umani fanno quello che possono, magari talvolta sbagliando?

    Io ho 40 anni… ed in tanti anni, mi sembra che rivoluzionari, Brigate varie, No tutto, anarchici ecc ecc. abbiano ottenuto molto meno del M5S.
    Ma magari hai ragione tu, Grillo è il miliardario che vuole farsi il forziere stile Paperone, Casaleggio il nostro Himmler, Messora il nostro  Goebbels, perché se dopo un mese non si è fatta la rivoluzione, allora sono tutti servi del Capitalismo.

  • L’unica cosa che vorrebbe Napolitano è quella di perseverare con un governo TECNICO che continui ad appoggiare l’EURO pensiero della BCE della UE e del FMI.

     

    Questo metodo dei “10 SAGGI” gli permette di superare l’enpasse PD-LISTA MONTI che ha preso troppo pochi voti, e continuare (per un po) dove si era fermato MONTI!

  • Siamo ai soliti inciuci:PREVISIONE DEL TEMPO:Arrivano i nuovi otto super eroi per “addomesticare” le tigri di un circo di iene che mirano alla distruzione completa del paese, animali che non temono l’euro,il MES,la troika, il bildelberg, la trilaterale, e tutto cio’ che avvelena il popolo dell’europa periferica, perchè loro SONO l’occulto e il terrore. Il piu’ accreditato (l’uomo ragno) sembra essere ONIDA, ex presidente della corte costituzionale. Proporrà di cambiare la legge elettorale col consenso di tutti, ma stranamente i sondaggi dicono che il PD+L è sopra il PD-L di quasi un punto. Alfano allora ha già messo le mani avanti. Non vorranno cambiare il porcellum, perchè se si votare adesso il PD+L potrebbe essere favorito dalla legge porco (quella che prende il nome della faccia di chi l’ha scritta).I supereori avranno perso altri 10 giorni. A qul punto ce ne vorranno altri 10 per suggerire allo scugnizzo quali potrebbero essere i futuri sostituti di re giorgio.A qul punto il presidente della commissione affari costituzionali europei (cioè sempre ‘o scugnizzo) darà le dimissioni anticipate sempre chiedendo l’autorizzazione con il cappello in mano a Draghi. E abbiamo perso un’altra valanga di tempo. A questo punto le camere votano il nuovo presidente della repubblica, il quale dopo la nomina scioglie le camere per andare di novo al voto. Alti mesi preziosi buttati nel cesso.Nel frattempo “CE LO DICE L’EUROPA”, avranno fatto manbassa di altra preziosa sovranità popolare e ci avranno commissariati ulteriormente accodandoci a grecia e cipro.Sembra che i discorsi di Bagnai, Becchi, Undemi, Barnard, Benini, Borghi e 100 altri siano solo acqua passata.Il tempo che perdiamo è solo l’ennesima strategia dei nazieuropei.FUORI SUBITO DAL SISTEMA, BISOGNA TROVARE UNA SOLUZIONE SUBITO, ADESSO, O SARA’ TROPPO TARDI.

  • Probabilmente sono io che avendo letto troppo su come le massonerie fregano il mondo sono diventato paranoico e vedo complotti ovunque comunque il problema della democrazia interna il movimento deve porselo non si puo’ lasciare la guida politica di 8 milioni di voti a poche persone anche perche’ cosi si va incontro al rischio di clamorosi errori di valutazione della situazione come secondo il mio modesto parere si e’ fatto,quindi se non c’e’ malafede puo’ esserci inadeguatezza che rischia di rovinare il movimento.Grillo ha sempre detto uno vale uno ed allora iniziamo a dare un seguito allo slogan con congressi e consultazioni online cosi’ se si sbaglia lo faremo decidendo collettivamente e non seguendo acriticamente un leader e poi i partiti del leader hanno di solito poco futuro se cade il leader cade tutto il movimento e questo penso non lo vuole nessuno.

  • PREVISIONI DEL TEMPO CHE FARA’

    Arrivano i nuovi 8 supereroi per “ammaestrare” le iene di un circo che vogliono divorare il paese, animali che non temono il MES, la trilaterale, il bildelberg, la troika e tutto cio’ che avvelena i popoli periferici dell’europa. Loro non temono la riduzione in schiavitu’ che anzi promuovono, perchè loro sono l’espressione e la rappresentanza dell’occulto e del terrore.

    Fra i magnifici otto il piu’ accreditato sembra essere Onida, ex presidente della corte costituzionale. Proporrà come 1° punto la riforma della legge elettorale, che il PD+L non appoggerà, perchè dai loro sondaggi risulta che sono 1 punto sopra il PD-L e quindi la legge porco (che prende il nome dalla faccia di chi l’ha scritta) sarebbe loro favorevole in caso di voto. Risultato 10 gg buttati nel cesso. A quel punto i supereroi dovranno indicare chi potrebbe sostituire ‘o scugnizzo, consultando le forze politiche. Altra settimana buttata nel cesso. A quel punto il presidente della commissione affari costituzionali europei (e cioè sempre ‘o scugnizzo) darà le dimissioni da presidente della repubblica (previa autorizzazione da chiedersi col cappello in mano e in ginocchio con i ceci sotto le rotule, a Draghi). Sarà eletto quindi il sostituto di re Giorgio, il quale a quel punto scioglierà le camere per andare a nuove elezioni. Altri mesi buttati nel cesso. Nel frattempo con “ce lo chiede l’europa” avranno fatto manbassa di altra preziosa sovranità popolare e ci avranno commissariati totalmente, con l’aiuto della goldnal sachs, moodi’s, lo spred ecc, accodandoci alle prede già abbattute con un colpo alla nuca come Grecia e Cipro.

    Sembra che i temi di Bagnai, Becchi, Undiemi, Barnard, Borghi ecc ecc,  siano teorie passate di moda, ingnorando che il tempo passa ed è tempo che il nazismo europeo ha già calcolato in quanto strategia pianificata e concordata con l’Italia dei nuovi venditori di schiavi.

    FUORI SUBITO DAL SISTEMA,  bisogna lavorare ADESSO e trovare una strategia IMMEDIATA anche poco diplomatica che possa rompere la continuazione di questa linea dittatoriale dettata dalla partitocratica e dall’alta finanza. Dobbiamo almeno dare l’input dimostrativo di quello a cui miriamo senza aver paura, siamo in tanti e tantissimi vorrebbero disubbidire. BISOGNA FARLO ADESSO O SARA’ TROPPO TARDI.

  • @ emar
    Spero nel buon cuore di Claudio perché non mi fulmini……. ma non riesco a non replicare. Chiedo venia.

    Questa volta concordo.
    Al di là dei complotti, un problema di democrazia c’è, è innegabile.
    Dall’altra parte però (credo Claudio possa confermarcelo), i gruppi parlamentari sono autonomi, non ci sono Grillo e Casaleggio ad impartire gli ordini (stile Adolf).

    “se non c’e’ malafede puo’ esserci inadeguatezza che rischia di rovinare il movimento”.
    Questo è verissimo.
    D’altra parte, non è neanche semplice approntare un’efficace e sicuro strumento informatico che permetta “consultazioni e congressi online”.
    Ho un’azienda informatica che produce programmi per il Web, e credo di parlare con conoscenza della materia.
    E poi c’è il problema degli intrusi.
    Forse Grillo è stato un po’ rude (cfr. “Schizzi di merda digitali”), ma il problema purtroppo è reale.
    Io leggo il blog da quando è nato, è dalla elezioni si è riversato un male di melma indicibile, con chiari spammatori e contro-informatori pagati.
    In questa delicatissima fase, bisogna da una parte aprirsi alla discussione ma dall’altra difendersi a chi cerca in ogni modo di far implodere il movimento.
    Più che il M5S in sè, è il germe in nuce ad essere potenzialmente molto più rivoluzionario degli ideologismi del ‘900.
    E questo il vero potere lo sa bene.
    Spero quindi, anche con l’aiuto di Claudio (che stimo enormememnte) che pian piano il M5S migliori, e magari abbia il coraggio di parlare apertamente della questione europea.
    Però non impalliniamo il M5S per ogni cosa…. si fa solo il gioco di chi tenta di destabilizzarlo.

  • ANALISI DA ASCOLTARE ATTENTAMENTE  PER CAPIRE COME FREGHERANNO IL M5s 

    http://keinpfusch.tumblr.com/post/46868805666

    TUTTO PROGRAMMATO … “Non ci vuole molto a capire che con gli anni 90 sarebbero partite delle iniziative volte a:

    1) Distruggere il lavoro pubblico. Privatizzazioni e blocco delle assunzioni colpirono principalmente statali, ovvero principalmente il sogno paritario femminile.

    2) Distruggere gli istituti tecnici, che formavano persone troppo autonome in una eta’ considerata ancora troppo “attiva”.

    3) Distruggere le PMI, che non assumevano chi volevano i partiti e non lasciavano entrare la “meritocrazia del sindacato”.

    4) Annientare la componente teorica della scuola, in modo da trasformare i licei da istituti che formano pensiero libero ad istituti che formano pensiero banale.”

    http://www.keinpfusch.net/2013/04/il-progetto.html

    La societa’ di oggi era esattamente la societa’ che sindacati, confindustria e chiesa cattolica desideravano.Certo, come tutti i piani a lungo termine, hanno avuto qualche imprevisto. Per esempio, la UE e’ andata oltre il previsto e oggi le risorse che confindustria sperava di ottenere, laureati a costo bassissimo E competenti, stanno fuggendo. Certo, il sindacato non riesce a catturare i disoccupati e i precari, come sperava, tra le masse che vogliono farsi difendere. Certo la chiesa cattolica non aveva previsto l’effetto di Internet sui giovani. Certo, il PD ha il problemino che e’ nato M5S.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi