Questa donna vuole chiudere il Movimento 5 Stelle e istituire la partitocrazia come nuovo potere dello Stato

Anna Finocchiaro
La proposta Finocchiaro-Zanda sulla disciplina dei partiti politici costituisce, dal punto di vista politico, un rozzo tentativo di escludere il M5S dalla competizione elettorale e, soprattutto, dalla possibilità di partecipare alla vita democratica del Paese entro le istituzioni. C’è, tuttavia, un ulteriore aspetto, che merita di essere considerato. Anche a voler, infatti, prescindere dagli scopi politici perseguiti dal Pd, il disegno di legge presenta evidenti profili di incostituzionalità.
Vediamo, anzitutto, gli obiettivi dichiarati dal Pd. Il disegno di legge costituirebbe una proposta diretta ad assicurare «più democrazia interna nei movimenti politici in linea con quanto stabilisce l’art. 49 della Costituzione»: «la legge serve per garantire la trasparenza della vita interna dei partiti e la stessa partecipazione» (Finocchiaro). Nella presentazione del Ddl, inoltre, si precisa che le regole dettate dalla nuova legge non impediranno «a una semplice associazione o movimento di fare politica, ma il mancato acquisto della personalità giuridica precluderà l’accesso al finanziamento pubblico e la partecipazione alle competizioni elettorali». In altre parole: i movimenti potranno fare politica al di fuori delle istituzioni, saranno costretti – loro malgrado – a divenire forze extra-parlamentari, anche quando ciò non fosse in alcun modo la loro volontà, intenzione ed ispirazione. Tra partiti (legittimati alla competizione elettorale) e movimenti viene così stabilita questa distinzione essenziale: le forze politiche, per poter partecipare alle competizioni elettorali, dovranno divenire associazioni riconosciute dotate di personalità giuridica, che acquistano la personalità giuridica mediante il riconoscimento determinato dall’iscrizione nel registro delle persone giuridiche.
Si tratta di un’attuazione dell’art. 49 della Costituzione, come sostiene il Pd? In realtà, l’art. 49 Cost. non prevede alcun obbligo di registrazione ed acquisizione della personalità giuridica (previsto invece dall’art. 39 Cost. per le organizzazioni sindacali, e mai attuato). L’art. 49 Cost., infatti, si coordina e deve essere letto attraverso il riferimento fondamentale dell’art. 18 Cost., il quale garantisce a tutti i cittadini il «diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazioni». Le formule “associarsi liberamente senza autorizzazione” e “associarsi liberamente in partiti” giustificano la scelta dei Costituenti di escludere la necessità di registrazione e riconoscimento, con i relativi controlli pubblici. Come ricordato, di recente, dalla Corte Costituzionale, «i partiti politici sono garantiti dalla Carta costituzionale – nella prospettiva del diritto dei cittadini di associarsi – quali strumenti di rappresentanza di interessi politicamente organizzati; diritto di associazione al quale si ricollega la garanzia del pluralismo» (Corte Cost., ordinanza n. 79/2006).
In realtà, il problema dell’ “attuazione” dell’art. 49 Cost. e della disciplina dei partiti politici è risalente, e fu oggetto di discussioni sin dall’Assemblea Costituente. Devono, tuttavia, essere distinti differenti questioni in merito, che il Ddl presentato dal Partito Democratico pretende invece di considerare, impropriamente, come se esse rispondessero tutte alla stessa logica. Un conto, infatti, è il problema – a lungo discusso – della «democrazia interna» ai partiti, ossia della necessità di assicurare meccanismi interni che consentano alle forze politiche di adottare le proprie decisioni e di definire il proprio funzionamento attraverso il metodo democratico. Come ricorderà Aldo Moro, «è evidente che, se non vi è una base di democrazia interna, i partiti non potrebbero  trasfondere indirizzo democratico nell’ambito della vita politica del Paese».
Ora, questo aspetto particolare non è direttamente legato alla presunta necessità di imporre ai partiti l’obbligo di registrazione e del riconoscimento della personalità giuridica. Diverso è, infatti, il problema della personalità giuridica. Il Ddl proposto dal Pd impone, infatti,  l’acquisto di personalità giuridica mediante il procedimento disciplinato dal D.P.R. 286/2000, il quale prevede l’obbligo di presentare una domanda per il riconoscimento presso le Prefetture. Si tratta, pertanto, di una particolare disciplina che si presenta ben più invasiva di quella proposta, a suo tempo, dal progetto Sturzo, il quale prevedeva unicamente che, al fine dell’acquisto della personalità giuridica, i partiti dovessero depositare nella cancelleria del Tribunale competente lo statuto, senza altri obblighi («questo atto – scrive Sturzo – basta per poter attribuire al partito la personalità giuridica e in tale veste potere anche possedere beni stabili e mobili senza alcuna autorizzazione preventiva).
C’è, infine, un’ultima questione, che riguarda il problema della funzione costituzionale dei partiti. Per spiegarci, possiamo ritornare all’intervento della Corte Costituzionale già citato. Nel giudizio, la parte ricorrente aveva sostenuto che «fra le diverse funzioni che svolgono i partiti, quella relativa alle competizioni elettorali rappresenta un’attribuzione costituzionale che l’art. 49 Cost. assegna loro  in via esclusiva, non essendo configurabile a Costituzione vigente altra forma di rappresentanza politica». La Corte Costituzionale respinge questa impostazione: «l’art. 49 Cost. – si legge nell’ordinanza – attribuisce ai partiti politici la funzione di “concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale” e non specifici poteri di carattere costituzionale». La Corte, inoltre, ha precisato:

  1. che le funzioni attribuite dalla legge ai partiti sono unicamente funzionali a «raccordare il diritto, costituzionalmente riconosciuto ai cittadini, di associarsi in una pluralità di partiti con la rappresentanza politica, necessaria per concorrere nell’ambito del procedimento elettorale, e trovano solo un fondamento nello stesso art. 49 Cost.»;
  2. che i partiti politici «vanno considerati come organizzazioni proprie della società civile, alle quali sono attribuite dalle leggi ordinarie talune funzioni pubbliche, e non come poteri dello Stato ai fini dell’art. 134 Cost.» (Corte Cost., ordinanza n. 79/2006).

È abbastanza evidente che il Ddl intenda, con il riconoscimento della personalità giuridica, definire anche il partito politico come titolare di specifiche funzioni costituzionali. Cosa significa? Significa che i partiti giocano un’ultima carta che consenta loro di salvarsi: passare da organizzazioni della società civile a poteri dello Stato, a veri e propri organi costituzionali. L’unica forma di rappresentanza politica possibile diventerebbe, a questo punto, quella che passa non attraverso un’associazione di liberi cittadini, com’è previsto dalla Carta repubblicana, ma attraverso per un vero e proprio potere dello Stato, con specifiche funzioni pubbliche e costituzionali.
È evidente, pertanto, che il Ddl presentato dal Pd intende non soltanto escludere il M5S dalle istituzioni, ma anche il sogno mai definitivamente compiuto della partitocrazia: quello di fare del partito politico un potere dello Stato, unico soggetto della rappresentanza politica.
Con il pretesto di dettare norme per assicurare la “democrazia interna” ai partiti si vuole “costituzionalizzare” la partitocrazia: è questo l’obiettivo che sta dietro la proposta del Pd. Obiettivo che non solo rappresenta una mossa politica, profondamente antidemocratica, perché diretta ad escludere i cittadini dalla possibilità di partecipare attivamente alla vita politica del Paese, ma che è, altresì perseguito introducendo disposizioni che non possono non dirsi sospette di incostituzionalità.

135 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Solitamente cerco di non essere superficiale, di entrare nel merito, di approfondire, di superare l’apparenza.
    Ma mi chiedo e VI chiedo: le facce della finocchiaro (minuscola voluta), di zanda, di dalema (e la lista sarebbe assai lunga), le avete presenti?
    Lasciamo stare per un momento le cose che fanno e che dicono; restiamo al loro volto.
    L’avrete visto migliaia di volte in tivvu (purtroppo), e pertanto vi chiedo: c’è bisogno di ascoltare o di leggere?
    Non bastano le loro facce per esprimere quello che questi signori sono e rappresentano?
    Vogliamo confrontare le loro facce (non fatemi dire di cosa) con quella (ad esempio) del professor Becchi?
    Pulita, onesta, sincera, con uno sguardo limpido.
    Queste facce invece…
    Ecco, non sono soltanto le loro idee, i loro discorsi, le loro azioni, che io non sopporto più.
    Sono proprio le loro FACCE.
    Facce che trasudano menzogna, sotterfugio, cinismo, oscenità.
    Lo so, è superficiale, razzista, forse (ma proprio forse) sbagliato, ma io queste facce non le voglio più vedere, non le tollero più.
    Mi provocano disgusto, rabbia, mi istigano alla ribellione.
    Quando compaiono alla tv la spengo, quando li sento alla radio cambio stazione.
    Se li vedo su un giornale lo chiudo.
    Ma non basta.
    Non ce la faccio più.
    Non le tollero più.
    Quando è che basta Gordon?
    Quando?

    • Sembra una battuta e in parte vuole esserlo, ma talvolta certi esempi suggeriscono di accreditare pienamente gli studi e le osservazioni di Lombroso..

    • Bravo Mattia condivido pienamente il tuo commento ho disgusto ,anche rabbia per come usano e abusano del potere .Io ho un grande sogno che mi da forza e’ cambiare questo paese che annega nel fango via tutti via tutti

    • @Mattia, hai fatto un commento meraviglioso.
      Altro che “superficialità” o Lombrosi vari che sono morti nel XIX secolo insieme alle loro pseudoscienze!
      Da quando guardare negli occhi una persona è superficialità? Queste sono le uniche “verità” che impariamo nella vita. Tutti. Senza distinzione di religione, razza, genere o classe sociale.
      Non posso non ricordare cosa scriveva del “volto” lo squisito ed ineguagliato Pavel Florenskij in “Iconostas”…
      Mattia, hai come avatar il logo di un movimento culturale rappresentato da chi ha messo di nuovo, tra le pochissime personalità della storia laica moderna, “l’uomo come misura delle cose”.
      Gli occhi…
      Ma avete presente lo sguardo di Monti, di Orlando Cascio, del Banana o di Clementino Mastella?
      Ora prendete una foto e osservate gli occhi del volto di Gandhi, di M. L. King, di Giovanni Falcone o anche del Che Guevara…
      L’etica è luce divina e illumina il volto di chi la possiede: tutti sappiamo atavicamente che lo sguardo è lo specchio dell’anima e, a differenza della formalità delle verità giuridiche o anche storiche, questa è una verità sostanziale, assoluta.

    • @ Virus
      Perdonami: senza spirito polemico da parte mia, mi spieghi come citi Florenskij, che essendo un religioso e parlando della scienza sacra delle icone, aveva come riferimento Dio e non, come la storia laica, l'”uomo come misura delle cose”? Sul fatto d’accostare Gandhi a Che Guevara andrei piuttosto cauto: non risulta che il primo abbia diretto campi di concentramento e avuto responsabilità dirette o indirette di persecuzioni ed esecuzioni di avversari politici, religiosi ed anche omosessuali, come sembra sufficientemente assodato invece per il secondo. Gandhi ha definito la lotta non-violenta come la capacità di soffrire per mano altrui finché non sia dimostrata l’assurdità d’infliggere sofferenze (“Gli individui e le nazioni che vogliono praticare la non-violenza debbono essere pronti a sacrificare tutto tranne il loro onore”, pubblicato su “Harijan”, 5 settembre 1936; “In che cosa ci vuole più coraggio, nel legare altri ad un cannone e farli a pezzi o nell’avvicinarsi sorridenti ad un cannone per essere fatti a pezzi?”, in Hind Swaraj or Indian Home Rule, cap.XVII). Beninteso, sempre che la vita del nemico, in quanto tale, non valga nulla e possa, anzi debba essere spazzata via sistematicamente e razionalmente facendo due conti (come organizzava il ragioniere dello sterminio nazista Eichmann) o si possa piegare chiunque e con ogni metodo a quanto sia ritenuto il bene, come sosteneva Robespierre (“imporre la virtù anche con la forza”). Proprio quel genere d’affermazioni che si attribuiscono di solito al “nemico” tirannico e privo di scrupoli.

    • @Zon
      Ciao Zon, fai delle osservazioni assolutamente pertinenti e sulle quali, battendo sulla tastiera il mio post precedente, la mia “pancia” mi aveva interrogato.
      Florenskij è per me role model di intellettualità, nel senso più totale del termine, dove “logos” e “pathos” si incontrano in “sublime illuminazione” così come tracciato dall’etica Cristiana. E non trovo niente di più “umano” della parola evangelica che, di retorica religiosa, ne ha ben poca a dispetto del proselitismo caro al clero.
      E’ evidentemente una considerazione personale per cui un essere è “umano” quando è presente sia nella sua forma animale (che è sostanza nella propria corporeità e intellettualità) sia nella sua forma spirituale (che è sostanza della propria viva esistenza ed empatia).
      La pancia mi si è “stretta” con il Che proprio per i motivi che tu stesso ben descrivi che condivido, sia per valori personali, sia per idee politiche. Non è un caso che nel suo caso ho aggiunto un “o anche”.
      Sottolineo però che Ernesto Che Guevara ha avuto come grande “idolo giovanile” il Mahatma e fu descritto da Castro in un rapporto degli americani come uomo mosso, non da motivazioni politiche e di potere, ma da motivazioni puramente etiche. Lascio quindi al Padre Eterno il giudizio finale.
      E’ obiettivo però che la prima personalità storica di cui ho coscientemente potuto constatare questo “sguardo” è stato proprio lui… “me lo fece notare un’amica” mentre si guardava un vecchio documentario in televisione, molti anni fa… e “quei due fari” sono oggettivi a dispetto del giudizio storico che si possa dare…
      Ma giustamente, anche in questa occasione, è una mia considerazione….

    • Onestamente non è tanto l accostamento tra personaggi storici , piuttosto la ferma convinzione di poter realmente analizzare realmente il prossimo attraverso lo sguardo, gli occhi e il volto. Altro che verità giuridiche , siamo alla psichiatria 😀

    • A parte che mi sorge spontanea la domanda: “Ma questa è una donna?”. Da noi, qui lassù in Irlanda neppure i camionisti hanno una voce tanto mascolina. Come presenza….lasciamo perdere.
      Va bene che in Irlanda (o nel nord Europa in genere) anche una Belen passa per pellegrina in quanto a bellezza, comunque… I’m just kidding (no too much, indeed).

    • @Luca
      Carissimo Luchino, è chiaro che uno che sti zombie li ha votati, difficilmente può avere un certo “acume”.
      E poi… diciamocelo… non abbiamo dubbi su chi sia il caso psichiatrico tra Florenskij e chi ha fatto proprio il suo pensiero e un trollazzo che scrive “l accostamento” senza apostrofo… 😉

    • scusa Claudio,
      è ben vero che questa della personalità giuridica dei partiti è una cazzata pazzesca, ma è altrettanto evidente che si tratta di una proposta della finocchiaro…
      dopo 4 giorni di tortura, cosa ne pensi di toglierci questo post dai coglioni e aprire la discussione su un problema diverso?
      🙂

  • Mi sembra anche evidente che dicendo solo i partiti con personalità giuridica avranno accesso al finanziamento pubblico, non vogliono mollare l’osso nonostante gli italiani non vogliono i finanziamenti pubblici. Inoltre ci sono le fondazioni . Cosa vogliono fare con le fondazioni?

  • Bisognerebbe salire sopra le lobby, come hai fatto con il Bilderberg, la lotta più efficente ed efficace la fai consoscendo il nemico reale. Comunque il primo obbiettivo è toglierli il controllo dei mezzi di comunicazione, e qui c’è solo M5S che può farlo.

  • costituirsi persona giuridica! e che problema c’è? cosa avete da nascondere? ci si impiega 15 minuti in un ufficio…non è tutta sta fatica! forza e coraggio! secondo me nn sapete come si fa!

  • All’Illustrissima Senatrice,con la Sua proposta di legge la SV vorrebbe cancellare il voto di 9000000 di cittadini Italiani che hanno votato il M5s.Tale proposta mi fa pensare che quella sinistra degli anni 60/70 non c’è più.Dove sono finite i vostri principi di democrazia?Ella si ricorderà quando la sinistra (PC) scendeva in piazza per reclamare il diritto alla libertà di pensiero.

  • La Finocchiaro al posto di tenere d’occhio il M5S, dovrebbe controllare un po’ di piu’ suo marito che truffando la regione sicilia si è aggiudicato appalti senza gara. Melchiorre Fidelbo, quindi dovrebbe essere fuori dalle istituzioni e non il M5S il cui organico è costituito da persone per bene.

  • Dimenticavo di dire che la Finocchiaro ha votato si al ponte sullo stretto di Messina: qualche interese privato? o ci crede veramente?

    • La Finocchiaro è stata anche firmataria nella passata legislatura di un disegno di legge, fortemente voluto da Riccardo Pacifici, per introdurre anche in Italia quelle stesse leggi che vigenti in paesi come la Germania, significano la galera per meri reati di opinione… come se le nostre carceri non fossero già strapiene… Questi signori sono dei libertici… Parlano a noi di democrazia, ma in questo paese ne esiste sempre di meno e la partitocrazia è per l’appunto la negazione della democrazia…

  • A vedere ancora questa genta che comanda, e vuol fare il belo e cattivo tempo, mi vien da ridere, anche se Mattia ha ragione (seguendo le teorie Lombrosiane il suo ragionamento non fa una grinza). Ma io dico che allora neppure la Lega sarebbe esistita; La Rete; Di Pietro forse neppure lui. Quando i partiti dovrebbero essere aboliti perchè sono il cancro della società e questa gente non dovrebbe nemmeno esistere più secondo la lege dei due mandati o dell’abolizione della “professione-politico”.
    Ho militato nel corso della mi lunga vita in vari movimenti: extraparlamentari, La Lega lombarda, quando era un movimento; M5S finchè rimane movimento appunto perchè ho sempre ritenuto che i partiti fossero il cancro, il vero problema. Ho sempre lasciato tutto quando diventavano “partito”.
    Non è questione di coerenza o di non aver approffittato delle opportunità, ma di convinzione. Altrimenti non cambieremo mai. Ci devono essere le contrapposizioni, ma non i partiti. Reppubblicani o monarchici; reppubblicani o democratici; lealisti o…e così via. Senza rimborsi, se non quelli effettivamente sostenuti e ben documentati se superi una certa soglia, tipo il 15% come era in USA (Perrot mi sembra che ne usufruì, perchè aveva superato quella soglia anche se era super miliardario). Altrimenti sei fottuto e ti passa la voglia di rompere i marroni gratis, perchè ti svegli un bel mattino e decidi di fondare un partito. Tanto paga Pantalone. E andare a lavorare, no? Così si renderebbero conto dei disastri che hanno fatto.

  • Grande Paolo Becchi, e oserei aggiungere che i partiti attuali siano incostituzionali poiché non più espressione della volontà del popolo Italiano.

  • Forse perchè ha visto che nelle elezioni precedentti i Riva hanno sganciato centomila euro a Bersani. Pero’ il discorso che ha fatto alla popolazione e stato bellissimo:
    “La legge appena varata caldeggia … Misure innovative in grado di traguardare approdi dalla valenza etica nella realizzazione dei processi industriali.”
    Aggiungo io: con scappellamento a destra o a sinistra??

    • No, ma…ragazzi! Io sono per metà italiano e metà irish da una vita. Padre uno e madre l’altra. Parlo molto meglio l’italiano dell’inglese…ma è chiaro che sbaglio qualche parola o accento da una o dall’altra parte. Per dire che chi sta a guardare gli errori ortografici e giudica una persona dal commento con gli errori ortografici in un blog è come quello che “guarda il dito invece della Luna”, tanto per dirla alla Di Pietro. Non facciamoci confondere dalla pagliuzza quando c’è una trave grossa come il mondo nell’occhio.

  • La mia testimonianza non è né d’ordine politico, né sociale o quant’altro e non ho preconcetti (credo di non averne) nei confronti della senatrice Anna Finocchiaro; tuttavia ricordo chiaramente che durante le ultime travagliate elezioni del Presidente della Repubblica ella, in collegamento televisivo, affermò con noncuranza quasi infastidita di non conoscere le posizioni e le richieste della base del suo partito, una buona parte del quale era contraria a convergenze col PDL, seppur temporanee e costrette dall’emergenza. Da semplice e privato cittadino quale sono, prima che elettore, non mi parve né allora né oggi una adeguata dimostrazione di leadership, o di atteggiamento consapevole e responsabile. Ma forse vivo sulla Luna e su questo pianeta certi comportamenti ormai non significano nulla, anzi sono la norma apprezzata…

  • La mia personale opinione, ma è strettamente personale e pur sempre un’opinione, è che tutti i separati, e non solo gli uomini, dovrebbero votare M5S dopo essere stati ignorati per quasi un decennio dai PD*, dai media ufficiali e dai governi tecnici.

  • egregio sig. Becchi sono settimane che mi aspettavo questa mossa, ,per l’esattezza, da quando ho letto la famosa relazione dei “saggi”. Sapevo che sarebbe arrivata e non facevo altro che scrivere ed avvisare tutti di questo pericolo. Quando anche Grillo ha cominciato a parlarne nelle piazze mi sono rasserenata, credevo che si stessero preparando e premunendo…..a quanto pare mi sbagliavo!! Ma porca la miseria…..ti stanno preparando una leggina ad hoc, e tu (Grillo), non fai niente di niente per anticiparli e per una volta fregarli??? Cosa cambia se è la Finocchiaro o Quagliarello a presentarla?? Un bel niente!! Il fatto che sia incostituzionale non sarà consolatorio, sappiamo i tempi biblici della corte…ed intanto il M5S , noi tutti che faremo? Moriremo Berlusconiani!!!!!

  • …e non si fermeranno qui!
    Dopo la Partitocrazia ci propineranno anche la Clericicrazia, la D’Ursocrazia e, soprattutto, la De Filippicrazia.
    Al peggio, prima o poi, ci sarà fine?!?

  • Attenzione stiamo cadendo nel solito gioco del PD.
    Rendiamo ineleggibile Berlusconi eliminiamo li M5S con assurdi ed incostituzionali cavilli giuridici. Poi quello che succedera’ sara’ una provocazione antidemocratica. Riflettiamo su questo.

  • Fino adesso non si capisce bene quale sarebbe il “vulnus”.
    L obbligatorietà di presentarsi come partito ??
    Semmai sembra piuttosto una questione burocratica che può mettere in difficoltà chi si autoproclama movimento libero, privo di leader ,apartitico ma poi subisce i diktat e le direzioni politiche di due persone.
    Annullerebbe lo slogan dell “uno che vale uno” e toglierebbe la maschera a quello che è a tutti gli effetti un partito politico con due ledear, grillo e casaleggio. Mostrerebbe l assurdità della teoria, del “movimento senza ideologie” quando l ideologia è intrinseca all’ essere umano ergo è semplicemente illogico proclamarsi privi di ideologia, sono semplicemente ideologie differenti. Obbligherebbe a definire ruoli , responsabilità ( visto che parliamo delle sorti di una nazione) e a sciogliere la contraddizione di un movimento che già occupa il parlamento ma il leader non solo ne è rimasto fuori, ma si autodichiara privo di alcuna responsabilità , nonostante sia proprietario del marchio politico intorno al quale si radunano migliaia di persone e nonostante si sia firmato presidente nello statuto ufficiale.
    http://www.huffingtonpost.it/2013/03/12/ecco-statuto-movimento-5stelle_n_2860351.html
    Ecco io consiglierei ai vari componenti del M5S di fare chiarezza su certe questioni prima che siano gli avversari politici a trarne vantaggio.
    La finocchiaro e i suoi compagni di merende stanno legittimamente mettendo in difficoltà gli avversari politici , se lo si fa contro berlusconi è sacrosanto se lo si fa contro il M5S merita titoli alla Libero ?
    Ormai è palese la deriva “partitica” anche su questo stesso blog, visti toni i linguaggi ed argomentazioni. ( Le virgolette sono d obbligo visto che tutto è “partito” , due persone d accordo su un argomento sono “partito” , 163 parlamentari che rappresentano 8 milioni di voti sono “partito”).Possiamo ovviamente dire che viste le condizioni del paese, la finocchiaro con la sua cricca dovrebbero occuparsi di ben altri problemi, ma questo è solo uno degli ultimi colpi di coda di un partito che sta crollando (fortunatamente ), sperando in una rinascita più luminosa , con quella parte delle dirigenze attuali annullate.
    Messora abbiamo superato 20 anni di guerre tra “comunisti ” e “anticomunisti” , mi sembra realmente cosa di altri tempi continuare ad estremizzare e catalogare secondo assurde definizioni ( adesso è la “partitocrazia” contro l “anti-partitocrazia” )

  • Fino adesso non si capisce bene quale sarebbe il “vulnus”.
    L obbligatorietà di presentarsi come partito ??
    Semmai sembra piuttosto una questione burocratica che può mettere in difficoltà chi si autoproclama movimento libero, privo di leader ,apartitico ma poi subisce i diktat e le direzioni politiche di due persone.
    Annullerebbe lo slogan dell “uno che vale uno” e toglierebbe la maschera a quello che è a tutti gli effetti un partito politico con due ledear, grillo e casaleggio. Mostrerebbe l assurdità della teoria, del “movimento senza ideologie” quando l ideologia è intrinseca all’ essere umano ergo è semplicemente illogico proclamarsi privi di ideologia, sono semplicemente
    ideologie differenti. Obbligherebbe a definire ruoli , responsabilità ( visto che parliamo delle sorti di una nazione) e a sciogliere la contraddizione di un movimento che già occupa il parlamento ma il leader non solo ne è
    rimasto fuori, ma si autodichiara privo di alcuna responsabilità , nonostante sia proprietario del marchio politico intorno al quale si radunano migliaia di persone e nonostante si sia firmato presidente nello statuto ufficiale.
    Ecco io consiglierei ai vari componenti del M5S di fare chiarezza su certe questioni prima che siano gli avversari politici a trarne vantaggio.
    La finocchiaro e i suoi compagni di merende stanno legittimamente mettendo in difficoltà gli avversari politici , se lo si fa contro berlusconi è sacrosanto se lo si fa contro il M5S merita titoli alla Libero ?
    Ormai è palese la deriva “partitica” anche su questo stesso blog, visti toni i linguaggi ed argomentazioni. ( Le virgolette sono d obbligo visto che tutto è “partito” , due persone d accordo su un argomento sono “partito” , 163 parlamentari che rappresentano 8 milioni di voti sono “partito”).Possiamo ovviamente dire che viste le condizioni del paese, la finocchiaro con la sua cricca dovrebbero occuparsi di ben altri problemi, ma questo è solo uno degli ultimi colpi di coda di un partito che sta crollando (fortunatamente ), sperando in una rinascita più luminosa , con quella parte delle dirigenze attuali annullate.
    Messora abbiamo superato 20 anni di guerre tra “comunisti ” e “anticomunisti” , mi sembra realmente cosa di altri tempi continuare ad estremizzare e catalogare secondo assurde definizioni ( adesso è la “partitocrazia” contro l “anti-partitocrazia” ).

    • Non è un ragionamento, è un sentimento.
      Casaleggio?
      Non saprei, sui media è assente, la faccia me la devo studiare meglio.
      Di certo non me la trovo propinata ogni giorno, in ogni salsa.
      Ascoltandolo?
      Boh,
      fai riferimento al famoso video “futurista”?

  • @Luca @Emar
    Chiaramente per i Troll tutto è inverso,
    Per i piddini minus habentis ricordo che il contrario di “comunismo” = “liberismo” , il contrario di “partitocrazia” è “democrazia” e il contrario di “piddino” è “persona dotata con un n°di neuroni > 1”
    Emar. tu sicuramente vai fuori di zucca quando vedi la foto della Bindi… fra trolls fareste fuoco e fiamme… 😉

    • @Claudio Messora ..secondo me dovresti bannare l utente Virus.
      Guarda bene tutti i suoi commenti, non fa altro che insultare personalmente o dare del troll a quasi chiunque non abbia il monopensiero grilliano .. è un flamer
      e quando non flamma, fa commenti completamente sterili o pseudo deliranti e soprattutto off topic ( come la sua ultima apologia alla fisiognomica nella pagina precedente).
      Senza la sua presenza il blog apparirebbe sicuramente meno infantile, per utenti più adulti e maturi.
      Poi vedi tu..

    • @luchino
      Carissimo Luchino, se vuoi bannare gli utenti puoi andare a far lo squadrista in un bel forum piddino o di Casapound che sono più o meno la stessa cosa.
      Però o fai il moderatore o fai il flamer, ti devi decidere! (commenti normali non se li aspetta nessuno visto che tutti gli utenti del blog sanno che sei un TROLLAZZO da post elezioni).
      p.s. “l utente” si scrive con l’apostrofo, contrazione dell’articolo determinativo “lo”: devo sgridare il tuo nipotino che non ti ha ancora scolarizzato a sufficienza per scrivere in pubblico!

  • Guarda Virus che la mia voleva essere solo una battuta ironica ma mi sembra che tu non ci sia arrivato forse perche’ magari che ne so sei di quelli fanculo la kasta fanculo i troll fanculo tutti noi siamo il cinquestelle viva viva noi siamo i piu’ bravi gli altri tutti fanculo.Purtroppo il movimento e’ pieno di gente cosi’ che magari non ha votato per anni ed ha lasciato andare il paese in malora ed ora perche’ ha messo la crocetta sul 5 stelle si sente un eroe e da del troll a tutti.Comunque se vuoi sapere come la penso guardati questo video io la penso esattamente come loro.

    • @emar
      Bene, se le cose stanno in questo modo piantala di trollare e commenta a tema: sarò il primo ad andare a decapitare il M5S se capo e staff dovessero essere carnefici della loro stessa creazione politica. E un buon modo per castrarlo (come la prima Lega) sarebbe proprio tradirlo sul tema economico che è la vera sostanza di QUALSIASI proposta poitica.
      Per ora pare essere l’UNICA manifestazione politica in grado di rappresentare il movimento culturale rimasto come ultima resistenza nel piattume morale e culturale di quest’epoca storica di cui, i “piddini” dipo Luca sono massima rappresentanza.

  • Il vaso non è colmo…sta traboccando da un bel pò ormai…ed è roba altamente infiammabile…basta una scintilla…
    P.S. quanto vorrei che questo post venisse letto dalle alte sfere!

  • Comunque giusto per fare una discussione seria e costruttiva il problema non e’ la legge della finocchiaro che sarebbe facilmente aggirabile ma il fatto che stiano PD e PDL studiando una legge elettorale che molto probabilmente servira’ a disinnescare il M5S,ora visto che a mio modesto parere il movimento non potra’ mai arrivare a governare se non in coalizione con altre forze politiche dobbiamo sperare che il movimento occupy PD riesca al congresso a far fuori tutto il vecchio apparato per darsi una segreteria completamente nuova fatta di giovani che abbiano a cuore gli stessi temi del movimento altrimenti per il paese non c’e’ scampo da solo il movimento non arrivera’ mai a governare.E comunque sempre secondo il mio parere sarebbe ora che il movimento si desse una struttura seria e democratica con un gruppo dirigente eletto dalla base perche’ a parte l’intenzione chiaramente in malafede della finocchiaro un movimento (ormai partito)i cui leader non sono stati eletti da nessuno e sono propietari del nome e del simbolo che ha l’organo di comunicazione politica Beppegrillo.it che versa nelle tasche dei propietari gli introiti pubblicitari qualche problemino secondo me c’e’ l’ha.Per favore astenersi i comenti sei un troll ecc.ho votato 5 stelle e visto che a parte i miei personali dubbi su Grillo e Casaleggio credo nella bonta’ del progetto vorrei fare discussioni costruttive su come fare per portare il movimento al governo anzi se propio lo volete sapere il mio sogno e’ vedere Nino Galloni al tesoro,degli altri ministeri per adesso me ne posso anche fregare.

  • É evidente che queste persone se pur pagate da noi lavorare per conto di altri interessi e non certo in quegli del popolo italiano.
    A mio avviso sono indecenze che andrebbero punite perché contro i principi di vera libertá e democrazia.

  • Comunque anche nel caso remoto che invece venisse approvata questa legge chi deciderebbe se rimanere fuori dal parlamento oppure adeguarsi pubblicando uno statuto in gazzetta?naturalmente voi mi risponderete lo decide il movimento tutti insieme si era detto uno vale uno,errore invece Grillo da solo ha gia’ deciso per tutti uno vale uno ma se ti chiami Grillo uno vale quasi 9 milioni.
    http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/05/22/m5s-domande-a-grillo-non-gradite-e-grillini-attaccano-linviato-del-fatto/233488/

  • Credo che sia iniziata la diaspora del PD. Il partito si sta’ sciogliendo e ogni parlamentare sta cercando un posto per il dopo. La Finocchiaro sta’ preparando il regalo di nozze.

  • Alcuni dimostrano di aver capito poco e nulla di cosa e’ il M5S.
    Due sono le possibilitá:
    Malafede, oppure, come qualcuno ha giá detto , problemi di “mononeuronicitá”!!!

    • Caro Pippo, temo che il problema sia ben piu’ grave:
      Da 40 anni circa non solo si è provveduto a mettere le basi per il controllo del mondo e ne vediamo il risultato.
      Nel frattempo hanno fatto in modo che la classe dirigente (soprattutto) sia coinvolta nel proprio lavoro 20 ore al giorno, perchè la facoltà di accumulare ricchezza fa parte del pensiero “liberista” e quindi direttamente correlato al potere: soldi=potere.
      Questa idea nel complesso oltre a renderci schiavi con una filosofia farlocca (liberismo), mette nella condizione la classe dirigente che non è strettamente dentro la politica ma fuori nel normale mondo vissuto, di non trovare un minuto di tempo durante la propria giornata, ad esempio per vedere su youtube una intervista di Bagnai, di Borghi di Ioppolo. Questo provoca uno stallo delle conoscenze ed una arretratezza culturale abnorme, fattore molto grave, perchè contrappone una classe dirigente ignorante (a volte come capre), al confronto con semplici cittadini che magari hanno fatto la 3a media, ma che hanno una cultura politico-economica molto superiore di chi li dirige.
      Questa “incongruenza” è molto grave perchè fa scintille tutti i giorni in un campo stracolmo di benzina che puo’ scoppiare improvvisamente da un moneto all’altro. Quando Becchi fa dichiarazioni che poi vengono strumentalizzate dai media per farlo apparire un reazionario brigatista, afferma molto semplicemente fatti che sono accaduti e che non possono che accentuare la propria virulenza in quanto correlate a necessità materiali elementari di sopravvivenza e l’istinto di sopravvivenza ce lo hanno proprio tutti.

    • @ novecento
      Il problema è certamente ben più grave e vivaddio qualcuno (come te) se ne accorge, riflettendoci opportunamente sopra, invece d’affidarsi agli slogan da curva sud. Uno degli aspetti più deleteri è stato il sedimentarsi, più o meno inconsapevole, della convinzione nella maggioranza dei soggetti che qualsiasi attività volta al bene pubblico sia simile al bene privato, cosicché gli operatori di questo bene pubblico debbano esser trattati come divi e ricoperti d’oro e prebende per il loro meritevole operato, il che già punta in direzione opposta: una volta assicurati i privilegi, cosa m’importa più di render conto a quei morti di fame che mi hanno eletto? Tanto in questo sistema, tolte le minime ed eroiche eccezioni (Ambrosoli per dirne uno, Falcone e Borsellino per aggiungerne altri), i controllati e i controllori sono identici, una volta che sia stata sollevata l’ultima “matrioska”. Quando Sarkozy temette d’esser trombato all’Eliseo iniziò a dire: se accade tornerò a far soldi da avvocato: il che sottende che, negli anni del mandato, si fosse preoccupato di far soldi come Presidente della Repubblica francese. Inoltre se alla fine dei conti il mio incarico pubblico costa alla collettività più dei benefici che ho creato, dov’è finito il bene pubblico? Il tanto criticato (a torto o a ragione) McNamara quando andò a lavorare con Kennedy abbandonò la dirigenza della Ford ove guadagnava 8-10 volte tanto (se ben ricordo…); lo stress politico gli procurò in seguito un’ulcera gastrica. Non voglio incensarlo, ma secondo logica pecuniaria la sua fu la scelta di un cretino. Andiamo a vedere quali sicuri e dignitosi, ma contenuti “privilegi” avessero i consoli, i centurioni, i comandanti di legione e i semplici legionari al tempo della grandezza romana, ma dopo essere sopravvissuti a qualche decennio di scontri alle frontiere dell’impero o della repubblica. Inoltre, e fatto più significativo, il bene comune non è la somma algebrica degli interessi dei singoli, ma qualcosa di più ampio, cosicché ciò che apparentemente si perde a livello personale, lo si riguadagna collettivamente; ma per intenderlo ed apprezzarlo bisogna tornare ad essere una comunità e non una società individualistica come quella moderna.

    • Cercando di rimanere sulla falsa riga del pensiero di Zon aggiungerei al conflitto tra “privato” e “pubblico” (o tra “individuale” e “collettivo”) un dualismo antitetico assolutamente attuale: “microeconomia” versus “macroeconomia”; ma si potrebbe proseguire per ore.
      Purtroppo la logica deviante di confondere tesi ed antitesi distrugge qualsiasi dialettica e manipola qualsiasi sentimento condiviso.
      L’espressione elitaria moderna è un vero e proprio cancro, un’espressione patologica di un sistema vivente che si autodistrugge. La follia che per sopravvivere a se stessa rende folle anche gli altri.
      Difronte a questa confusione dialettica e valoriale è attualmente impensabile un’unità di classe che opponga resistenza a questo processo di feudalizzazione globale.
      Sarebbe necessaria una rinnovata consapevolezza di classe, la consapevolezza che il corpo sano sociale è costituito esclusivamente da chi produce valore e che è suo diritto e dovere autodeterminarsi.
      A differenza di ciò che mi pare cogliere nel pensiero politico del prof. Bagnai, credo che il senso di appartenza di classe venga prima ancora di quello culturale.

  • L’iniziativa della Finocchiaro è più che deplorevole, direi meschina. Però non sarebbe forse meglio che il M5S si trasformasse in un partito con tanto di segreteria e presidenza nazionale nominata in un congresso?

    • E’ un’idea.
      Già che ci siamo potremmo pure assumere un po’ dei dirigenti del pd, che fra poco si troveranno senza lavoro.
      E non avendo mai fatto nulla nella loro vita non ne troveranno un altro.
      Gli toccherà sopravvivere col vitalizio e con i soldi del MPS.
      Che futuro tetro li aspetta.

  • Io con il mio mononeurone ho già capito che la prossima legge elettorale che prevede a quanto si dice il premio di maggioranza a chi raggiunge almeno il 40%sarebbe fatta propio in modo che a raggiungere tale percentuale ci possano arrivare coalizioni di più partiti quindi centrodx oppure magarì più in là centrosx e mai il 5 stelle che non facendo alleanze non potrà mai raggiungere quella percentuale poi nel caso che invece nessuno schieramento ci arrivasse allora visto che il m5s non si allea con nessuno ci sono sempre gli inciucioni PD PDL per il bene del paese tu invece con i molti neuroni lo hai capito che state destinando il movimento a non governare MAIIIIIIIIIIIIII

  • Credo, invece, sia un’altra occasione che ci si presenta per dare una svolta e un assetto al Movimento. Una minima organizzazione. Anticipare gli eventi e combattere il Sistema da demolire con le sue stesse armi. Questa storia dei ” duri & puri ” ha fatto il suo tempo. Se Beppe conoscesse di persona chi lo ha votato, e chi si vanta di essere ” militante ” del M5 Stelle, andrebbe in ESILIO volontario davvero nelle isole del Pacifico. Voi fate finta di nulla. Ma non vi accorgete nemmeno cosa accade oltre il Palazzo. Non avete nessuna antenna per riferirvi lo strazio di vedere gente indossare la camicia a 5 Stelle…ecc.
    Grazie. Peppe Ricciutelli

  • Anni addietro vi fu uno dei tanti scandali di regime, di cui non si è poi più saputo nulla, o almeno io che ero interessato non ho saputo più nulla… Non ricordo bene, ma si trattava della legge di bilancio… Nel corso della notte furono inserite alcune righe che erano un favore a taluni amministratori… Ripeto: non ricordo bene, ma ricordo come soggetti a vario titolo di questa storia, di un politico calabrese, di cui ora mi sfugge il nome, ma presidente della provincia di Reggio Calabria, di Zanda, della stessa Finocchiario che se la prendeva con una “manina” ed anche con lo stesso Zanda… La questione mi interessava, ma ad un certo punto non ho trovato più notizie e non so come si chiuse la faccenda, se il mistero sia poi stato chiarito, se vi erano responsabili e chi essi fossero… Ma ricordo bene sia il nomi di Zanda che della Finocchiaro, ripeto nel contesto della vicenda e senza attribuzione a loro di alcuna precisa responsabilità… Se è lecito dirlo, queste persone non mi sono mai piaciute in ogni loro pubblica apparizione e nelle loro pubbliche dichiarazioni…

  • … e per decenni hanno preso per pazzi di Radicali che parlavano sempre e solo di “Partitocrazia”. Eccolo il piano, finalmente è chiaro. Ottima analisi Claudio, e non dimentichiamo che OGGI il corriere fa articolo con foto della ex-fidanzatina di Grillo (per quelle di Berlusconi uscirà una dispensa settimanale per 34 anni), e che la Gabanelli fa vedere PDL che spende 300 MILIONI PUBBLICI (e neanche lo sanno, la faccia della Santanchè non ha prezzo) e nessuno fiata. ma i soldi PRIVATI di Grillo diventano prima notizia. L’unico rischio è confinare queste INFORMAZIONI di POLITICA al web, al 50% degli italiani secondo le stime. E in quel 50% ci sono molti che vanno solo sui forum di Amici o su Facebook a mipiaciare. ahime’.

  • come tali politicanti abbiano il coraggio di presentare leggi “impresentabili” proprio non lo so. il problema sta nel loro unico neurone che senz’altro si deve essere ammalato.
    La finocchia con questo aggiunge un altro passo verso la dissoluzione della finta sinistra.

  • palesemente ot. Oggetto: Diritti acquisiti (non è mio ma è esaustivo)
    Il diritto acquisito è sacro solo per chi ha più diritti degli altri.
    Altrimenti può tranquillamente decadere.
    Per gli esodati il diritto acquisito c’era una volta, con tanto di impegni firmati dalle aziende e dallo Stato, e all’improvviso non c’era più.
    Per gli ex parlamentari che incassano il vitalizio, come Scalfari o Veltroni, il diritto acquisito è inamovibile “il partito me lo ha dato e guai a chi me lo tocca”.
    Chi doveva andare in pensione a 60 anni per diritto acquisito ci andrà a 68 anni, chi ha tre pensioni va alle Maldive a dicembre per diritto acquisito.
    Chi ha il diritto acquisito alla pensione minima però lo mantiene anche se muore di fame, e questo è democratico.
    Amato mantiene il diritto acquisito a 32.000 euro di pensione al mese, il minimo per un uomo della sua levatura craxiana.
    Chi viene licenziato per il fallimento dell’azienda perde quasi sempre il diritto acquisito alla liquidazione, i parlamentari di pdl e pdmenoelle che hanno fallire lo Stato mantengono comunque il diritto acquisito a un assegno di circa 150.000 euro di reinserimento nella società a fine mandato.
    C’è diritto acquisito e diritto acquisito.
    Chi ha una pensione superiore a 10.000 euro al mese e chi non l’avrà mai.
    Chi ha la scorta, un diritto acquisito dai politici più amati dagli italiani, e giudici anti mafia a cui viene tolta.
    Il diritto acquisito è lo Scudo Fiscale del 5% sul rientro di capitali frutto dell’evasione dall’estero e una tassazione del 70% sulle imprese che dichiarano tutto al fisco.
    I giovani hanno il diritto acquisito al lavoro, ma solo se emigrano all’estero, 500.000 persone in Italia hanno invece il diritto acquisto di vivere di politica con le nostre tasse.
    I burocrati di Stato hanno il diritto acquisito di essere inamovibili, oltre che a paralizzare lo sviluppo del Paese, gli imprenditori che falliscono hanno il diritto acquisito di suicidarsi.
    Nessuno li rimprovererà per questo.
    Chi non riesce più a pagare il mutuo della casa ha il diritto acquisito di essere messo in mezzo a una strada.
    I politici hanno il diritto acquisito di comprare nella grande Roma immobili a prezzi di realizzo.
    Quando sentite discutere di “diritti acquisiti” state tranquilli, non riguardano mai i vostri, ma quelli di chi li ve li toglie e, ferocemente, si tiene i propri.
    Le iene divorano anche l’ultimo osso. Signori, fatene dei manifesti e attaccateli su tutte le strade d’Italia

    • Simone Weil scrisse: “Le parole alle quali può annettersi qualcosa che designi un male sono estranee al bene puro. Quando si dice: ‘Mette la sua persona davanti a tutto’, si esprime un biasimo. La persona è dunque estranea al bene. Si può parlare di un abuso della democrazia. La democrazia è dunque estranea al bene. Il possesso di un diritto implica che si possa farne un uso buono o cattivo. Il diritto è dunque estraneo al bene. Al contrario, il compimento di un obbligo è un bene sempre, ovunque. La verità, la bellezza, la giustizia, la compassione sono beni sempre, ovunque”.

  • La paura fa novanta, la signora si sta preoccupando di spingere il carrello dell’ikea da sola,senza alcun aiuto, e’ ora di finirla con questa gente attaccati alle poltrone solo per scaldarle,e’ rimasto ben poco da raschiare cara finocchiaro qui stiamo tutti morendo di stenti in modo composto ma penso pienamente che il composto ormai si e’ esaurito 1 x tutti tutti per 1 saluti.

  • @ zon
    Ti ringrazio molto del commento che arricchisce fortemente il forum. Allo schiacciamento della democrazia verso il basso si aggiunge la delinquenza bancaria che continua a creare moneta dal nulla attraverso un click di mouse, e via tutti dietro a comprare derivati su una momenta inesistente ma in circolazione, addirittura ci sono bancari e banchieri che comprano assicurativi abnormi sui derivati della moneta falsamente in circolo, senza poi parlare della cartolizzazione della moneta: c’e’ da perdere la ragione su questi argomenti che sinceramente in altri tempi con una informazione dignitosa avrebbero scatenato guerre vere e proprie.
    Oggi si gioca col fuoco con i guanti di ghisa, ma attenzione anche la ghisa ha il suo punto di fusione.
    Saro’ forse un rompicoglioni continuando a martellare monotematicamente sula soluzione del problema, ma per me l’unica cosa d fare e’ FUORI DALL’EURO AD OGNI COSTO.

    • Se hai voglia di vedere la videointervista a Nino Galloni e Nando Ioppolo che ho postato ieri scoprirai che in realta’ nonostante tornare alla nostra sovranita’ monetaria sarebbe il top delle soluzioni per ritrovare il benessere economico del paese esistono anche soluzioni intermedie applicabili da subito senza uscire dall’Euro e dall’Europa e rispettando formalmente tutti i trattati Europeii soluzioni che almeno a detta di Galloni e Ioppolo ci permetterebero di uscire dalla situazione drammatica in cui si trova il paese in 6/8 mesi e poi negli anni succesivi attraverso la crescita del pil e dell’occupazione ottenere anche la diminuzione costante del debito pubblico.In poche parole pur rimanendo all’interno della truffa della moneta emessa dai banchieri ci potremmo salvare lo stesso naturalmente sempre con l’obbiettivo poi di ritornare ad una sovranita’ monetaria.C’e’ un solo piccolo problema per fare questo serve avere in mano il ministero dell’economia cosa che il 5 stelle non puo’ avere perche’ non facendo alleanze con nessuno non puo’ governare.In questa situazione secondo me appena queste soluzioni arriveranno alle orecchie dei vecchi marpioni del PD PDL puo’ darsi che le applichino loro dimostrando cosi’al paese che sono riusciti a tirarlo fuori dalla crisi il popolo recuperera’ fiducia nei partiti tradizionali che attraverso le tv faranno apparire il movimento 5 stelle come un movimento disfattista che sa’ dire solo no perche’ vuole rimanere puro ed immacolato e che quindi non e’ affidabile per governare,loro continueranno a mantenere i loro privilegi di casta e continueranno a farsi dare i soldi sottobanco dalle lobby i cittadini Italioti non piu’ disoccupati e incazzati perche’ magari con un lavoro anche precario o a termine si sentiranno piu’ rilassati e torneranno ad occuparsi di calcio,veline,gossip ecc..io avro’ la magra consolazione di venire su questo blog a dire dal basso del mio mononeurone
      “ve lo avevo detto” e voi vi sentirete tutti felici perche’ avrete mantenuto la verginita’ del movimento,Grillo tornera’ a fare Spettacoli e il movimento viaggera su medie da 10/12% e vivremo tutti felici e contenti.

    • Diciamoci la verita’ se facciamo vedere il video di Bagnai ad un bambino di terza media ci arriva anche lui a capire che l’ Euro e’ stata la mazzata finale all’ economia italiana .Il quasi azzeramento di tutte le risorse del paese, un progetto a lungo raggio iniziato una trentina di anni prima con l’ avvallo del forze politiche italiane!
      La battaglia dell’ euro dovra essere combattuta se vogliamo che l’ economia italiana abbia qualche possibilita’ di ripresa…ma non ora!!
      In una guerra chi apre troppi fronti, chi combatte troppi nemici contemporaneamente e’ destinato alla sconfitta!!t
      Saluti

    • @Novecento , Emar…vorrei porvi una questione senza malizia.
      Vivo vicino a un importante polo industriale ( in cui personalmente lavoro ) . Tutte le aziende che chiudono ( e sono tante ) , lo fanno perchè qualcuno in cina o in altri paesi del terzo mondo fa le stesse cose a 1/4 del prezzo. Le aziende sono costrette a ridimensionare la produzione poi incominciare a licenziare, cassa integrazione, fallimento e chiusura. E quando dico Tutte voglio dire proprio TUTTE…Nessuno di questi imprenditori impreca contro l euro, bensì contro un concorrente invisibile e sleale. Sicuramente le tasse altissime (vedi euro) non aiutano , ma nei casi che conosco non sono le tasse a costringere le aziende a chiudere i battenti.
      Adesso io credo che questo sia un fenomeno nazionale, mi risulta difficile collegare questo fenomeno con la schiavitù dell euro.
      Stiamo parlando di un “problema” legato al semplice costo del lavoro e dei diritti del lavoratore , che altrove sono semplicemente risibili o quasi annullati.
      Nel caso ci fosse collegamento potreste spiegarmelo ??

    • Luca , la tua domanda ” senza malizia” denota una mancanza di conoscenza di base allarmante.
      Ma non ti preoccupare prima di frequentare il blog di Messora , ero anche io ignorante su questi argomenti ( mea culpa ).
      Comunque con un po di vera malizia se cerchi sulla home page di questo blog, hai tutti gli strumenti necessari per farti una cultura sul eurodelinquenza!!!
      Ci sono decine di filmati linkati : Bagnai, Becchi, Napoleoni ecc ecc.
      Ti consiglierei Bagnai per iniziare , spiega in maniera molto semplice, apartitica , con fatti e ricorsi storici la situazione economica europea. ” ce lo chiede l’ europa” potrebbe essere un buon inizio.
      Saluti

  • RECESSIONE
    Dom. : L’economia tira il fiato. Quanto durerà la recessione ?
    Risp.: Perché lamentarci se noi Italiani l’abbiamo voluta le recessione ?
    Infatti non abbiamo fatto niente; dopo l’unificazione del territorio (1861) per “fare gli Italiani”, dopo fatta l’Italia, come suggeri d’Azeglio ! Non abbiamo neanche ascoltato Mazzini, il quale disse : “La Patria non è unione di territorio e basta. La patria è concordanza, unione di sentimenti, unione del disegno e del destino di Nazione !”
    Siamo pertanto (lo scrisse Prezzolini) un “gregge di pecore anarchiche”. Per di più non abbiamo i cani pastori (i Valori positivi).
    In poche parole, non esiste un senso delle stato e un disegno di nazione, nel quale tutti si riconoscono…. Lo stato italiano sembra un tavolo con una gamba rotta, di cui un’altra gamba è di legno marcito !
    Esiste il patriottismo, la coscienza civile ? C’è qualcuno che si occupa degli interessi del Paese ?
    Se non si fa, subito, una riflessione realista, per capire cosa va fatto …….., allora povera Italia !
    —————————————
    Dio ride degli uomini che si lamentano di eventi, le cui cause essi stessi continuano a promuovere. (Bossuet).
    ——————————————
    Il sistema Italia, in affanno, si trova in uno scenario simile al seguente :
    – un automobilista, camminando perde gli occhiali in un sentiero buio. Non avendoli ritrovati, monta in auto e parte per andare in una città vicina. Al primo incrocio, ove esistono due direzioni possibili (la superstrada ed un sentiero locale sterrato) non vede i cartelli e prende il sentiero credendo si tratti della superstrada.
    – vorrebbe portare la velocità a 120 km/h, ma …….. finisce in un dirupo, rischiando di rovesciare l’auto.
    Ulrich Realist ulrich33@orange.fr

  • Abbiamo visto di quello che sono stati capaci,stiamo vedendo che cosa saranno capaci di fare!Credetemi,vogliono eliminare la volontà dei cittadini,togliere la sovranità.Tutti gli organi dello stato, hanno un solo scopo,non vi dico quale,perchè è davanti a tutti.I sindacati premono,perchè il TFR degli statali sia consegnato a loro,per essere investito in borsa,questo è un esempio di coercizione che fa leva sulla poca esperienza dei lavoratori,in diritto bancario.Investono il TFR esempio ricavano il 30 % di guadagno,ai lavoratori danno il 5%,se va bene,fanno credere nell’ottimo investimento e il gioco è fatto!La Finocchiaro,non dovrebbe stare in parlamento!Come del resto tutto lo staff Letta Bilderberg,bisogna che chi sa informi.Solo il sapere è l’anticamera della libertà!Auguro una buona vita a tutti gli onesti! Paolo buon.

  • Questa donna INSPIRA a divenire ognuno di noi un Mafio…
    con i discorsi che fà. Spero si renda conto di ciò che gli esce dalla bocca. Ma lo sappiamo ragazzi noi ci offendiamo solo con persone intelligenti, ed al momento in parlamento a parte i nostri, persone intelligenti non nè riscontro.

  • La padrona del PD, cioè del nulla.
    Mi sa che tanta protervia sia la conseguenza di essere stata snobbata dal M5S ed ora voglia vendicarsi.Altro che pensare al bene del cittadino.
    Una persona che non voterei mai.

  • D’accordo la disonorevole finocchiaro vuole usare questi mezzucci ? ammettiamo per ipotesi che con un’apposita legge riescano come sperano a costringere il M5S ad accettare i rimborsi elettorali, bene, io la vedo piu’ semplice di quanto sembra, quanti sono 30, 40 milioni di Euro ? li accettano, poi mettono in rete il resoconto dettagliato di quello che sono stati costretti a prendere, poi sempre attraverso la rete con una votazione lasciare scegliere come questi soldi possano essere o ripartiti o investiti dai cittadini, attraverso un fondo, non lo so, restituzione da parte del M5S ai leggittimi proprietari, cioe’ agli Italiani dei rimborsi elettorali, poi voglio vedere se lo fanno anche gli altri e soprattutto che altro si possono ancora inventare.

  • Quelli della Finocchiaro & Co sono gli ultimi rantoli di chi, essendo intelligente (ma disonesto) ha capito che i loro giorni stanno finendo. Più forza alle facce pulite, più coraggio, più credo.

  • Di cosa ci si meraviglia?! L’azione di questa gentaglia, alla stregua di meri criminali-traditori della Repubblica, assassini ultimi di una pseudo democrazia già malata di cancro nella culla, si sta concretizzando nel definitivo disfacimento di una Nazione e di un Popolo, svenduto al miglior offerente; fatti salvi, però, i loro flaccidi culi!!! Ma gli Italiani se lo meritano?! Sicuramente si, visto che li hanno sempre votati!! Allora è giusto che gli Italiani auto-schiavizzatisi spariscano o si trasformino in qualcos’altro (magari migliore…).

      • Grazie, mi fa piacere non essere il solo a pensarla così. Certo è che se fossimo in tanti… d’accordo… uniti…etc..etc… potremmo vivere tutti bene, ma l’Uomo è un animale limitato….

  • Eh si Enar i tuoi link sono sempre interessantissimi, e quindi ci vado sempre. Naturalmente quelli che hai postato ultimamente ioppolo e galloni intervistati da menta erano eccezionali. E’ questa sicuramente la politica da adottare, l’informazione: solo la cultura puo’ distruggere il nazismo liberista in atto.

  • Elia Menta a mio modesto parere è uno dei migliori blogger Italiani e sul suo blog trovi sempre cosè interessantissime,a me piace molto perchè mantiene un’atteggiamento equidistante e vigile su tutto e su tutti senza guardare in faccia a nessuno e senza schierarsi con nessuno anzi a suo dire si schiera solo dalla parte della verià.Ha pubblicato molti articoli molto critici nei confronti di Grillo e Casaleggio che lui reputa dei burrattinai magici al servizio dei pupari mondialisti.Comunque se vuoi un’altra chicca tratta dal suo sito guarda questa breve intervista dove lui prende in giro Auriti e dice che il signoraggio banchario è una cosa che non ci si può entrare dentro visto che è un problema mondiale bisogna tenerselo.PS dedicato a tutti quelli che osannano Grillo eleggendolo a neo Mosè che li libererà dalla schiavitù della moneta debito guidandoli nella
    terra promessa della moneta sovrana
    http://perchiunquehacompreso.blogspot.it/2013/01/caro-grillo-perche-ridicolizzi-il-prof.html

  • naturalmente lui stà per Grillo e l’intervista come noterai è recentissina 101\2013 per cui by by sovranità monetaria.PS sarò un troll avrò un solo neurone ma rimango vigile e non mi faccio abbindolare dai pifferai magici

  • Ah, si? E questo uomo allora intende tirare su firme per farla allontanare per sempre da Governo, visto che la detta signora non rispetta l’art 1 della Costituzione italiana.
    Non solo: dopo allontanata si applichino, attraverso un TSO, le cure necessarie alla sua salute, visto che dimostra di essere non equilibrata. Con lei dovranno andare tutti coloro che condividono quel punto di vista personalizzato e non inerente alla Costituzione italiana, altrimenti sarebbe stato scritto allora!
    Dopo di loro abbatteremo tutte quelle leggi espediente fatte per arricchire solo sé stessi. Ancora un poco!
    Ed ora intanto restituiscano il malloppo che l’Italia ne ha bisogno!

    • Ti ringrazio Mr Age lo avevo visto ed ho visto anche l’interventi sempre dei ragazzi del 5 stelle contro il mes e dove sputtanano politici collusi con le lobby del gioco d’azzardo per questo ho votato 5 stelle e per questo spero che si tolgano al piu’ presto dalle p…e Grillo e Casaleggio che a mio parere sono solo dannosi per il movimento.Anzi penso che visto che in rete stavano nascendo diversi movimenti che hanno come primo punto dei loro programmi il recupero della sovranita’ monetaria ritengo l’operazione di Grillo e Casaleggio fatta propio per mettere sotto controllo quest’onda che in rete stava nascendo.Come anche nel link che ho messo si vede lui dice che di signoraggio bancario e’ meglio non parlarne perche’ e’ una cosa troppo grossa e allora di cosa vogliamo parlare? di stipendi ai parlamentari? di finanziamento pubblico ai partiti? certo tutte cose giuste ma e’ come dire a uno che ha il tumore che non se ne deve occupare e si deve invece preoccupare di un unghia incarnita.

  • Non hanno ancora capito che abbiamo aperto la porta e presto dovranno uscire dal Palazzo. Se pensano che basti una legge(incostituzionale) per metterci un bavaglio alla bocca e le manette alle mani, hanno sbagliato i loro calcoli.

  • Io temo che la ratifica della Convenzione di Istanbul produrrà in una decina di anni l’incriminazione dell’Italia per genocidio. Come sta pian piano avvenendo in Spagna nei confronti di Zapatero a dieci anni dal varo della legge integrale contro la violenza sulle donne, che è del tutto sovrapponibile ai disegni di legge di attuazione del trattato che ho visto proporre negli ultimi tempi qui da noi. Mi chiedo se i parlamentari 5s siano informati su queste cose e se abbiano letto i contenuti della convenzione e riflettuto su quello che stanno per votare.
    Io non posso fare a meno insieme ad altri, di divulgare queste cose nell’associazionismo dei genitori separati, che poi trarranno le loro conclusioni quando e se andranno ancora a votare.
    In anni e anni di emergenza sociale non hanno ricevuto risposte dalla politica ma solo introduzione di nuove norme di abuso legale, indifferenza e disprezzo.
    Qualcuno qui mi rispose tempo fa che il M5S non si stava occupando della Convenzione perché c’erano altre questioni importanti di cui occuparsi, ma che al momento di prendere una decisione non avrebbe accettato di votare una cosa incostituzionale. Era falso, come purtroppo prevedevo.
    Ho visto le dichiarazioni, i vostri progetti di legge ispirati al peggior femminismo radicale oltransista, e mi sono letteralmente scandalizzato.
    Se non lo sapete in Spagna, la vita di quasi un milione di uomini, in maggioranza padri, è stata distrutta impedendo loro ogni possibilità di difesa, in procedimenti che solo alla fine li hanno visti uscire da innocenti. L’ottanta percento di coloro che hanno avuto la vita distrutta erano innocenti. Carcere preventivo, confisca di tutti i beni, perdita del lavoro, allontanamento dai figli, nomi e cognomi sui giornali come criminali prima ancora non dico del processo ma nemmeno di verificare la consistenza delle accuse. E in tutto ciò la violenza sulle donne è aumentata. Auguri.

  • Molti si lamentano della situazione. Anch’io… !
    Ma chi, in Italia ha fatto un’analisi seria dei MOTIVI dell’ingestibilità dell’Italia ? I quali esistono da almeno 30 anni (forse molto più) ?
    Un espatriato ha avvertito del pericolo già nel 2003, perché allora già si vedevano i peggioramenti dei comportamenti dei politici !
    Se voleste focalizzare, vi propongo : dall’estero si capisce di più la verità !
    Unità incompiuta http://www.corrierecaraibi.com/RUBRICA_SPECIALE_URealist_110221_IL-grande-evento-europeo-del-1861.htm
    Vecchia Storia http://www.corrierecaraibi.com/RUBRICA_SPECIALE_URealist_101011_Vecchia-storia-sempre-attuale.htm
    Vorremmo http://www.corrierecaraibi.com/RUBRICA_SPECIALE_URealist_100818_Vorremmo-certo-ma-potremmo.htm
    Ulrich Realist

  • Le vostre città, l’italia, il mondo, ha bisogno di cambiamento, è ormai innegabile.
    Questo sentimento di cambiamento è presente in tutti noi.. in tutti, nel profondo, legato dalle catene del dubbio, della paura, della comodità, le stesse catene che si rinforzano ogni minuto passato davanti al vostro televisore nuovo, sulla tastiera del vostro smartphone, ogni mattina che vi alzate per andare al lavoro che magari neanche vi piace, ma dovete (anzi dobbiamo) pagare l’affitto, il mutuo, le sigarette, la benzina… e intanto tutto resta uguale.
    Ogni secondo sprofondiamo sempre di più in questa melma grigiastra che ci assorbe e di cui ormai siamo parte.
    C’è bisogno di cambiare. Cambiare ora.
    Non ho la risposta, ma c’è bisogno di realizzare qualcosa di vero, concreto, immediato e prorompente.
    Un cambiamento che ci tiri fuori da questa melma che sta sostituendo la nostra esistenza
    Vi prego, cambiamo.
    Ora.

  • CERCO DI RISPONDERE A LUCA:
    Import – export= bilancia dei pagamenti.
    Ogni volta che compri una BMW oltre a comprare la macchina importi il capitale tedesco. La germania ha una inflazione del 9% noi al 28/29% è per questo che tu preferisci comprare la BmW e non la fiat, in quanto il prezzo è simile. Quando importi capitale (debito privato e in ogni caso importi moneta dalla germania perchè è piu’ conveniente un tasso al 9%) lo importi ad un tasso che è deciso dal differenziale dei titoli tedeschi e quelli italiani. Normalmente si oscilla dal 4.5 al 7.5%. quindi quel tasso differenziale moltiplicato per tutti quelli che comprano la BMW alla fine viene fatto diventare (ed è questa la mostruosità) debito pubblico e quindi pagato con le nostre tasse.
    altro esempio di truffa: quando tu compri una casa da 300000 euro, tu versi 150.000 e chiedi 150.000 di prestito alla banca. La banca anche se non li ha quei soldi schiaccia un bottone e li crea virtualmente. Entrano cosi’ in circolo soldi che in realtà non ci sono ma che “annacquano” la reale presenza della monta e quindi il suo valore, facendo salire quel differenziale (9% germania e 29% italia) che rende piu’ convenienti i prodotti tedeschi. C’è da aggiungere che nel complesso di molte persone come te che chiedono il mutuo (quindi si parla di miliardi) le banche che scommettono al casino’ della finanza (ormai tutte insieme alle finanziarie) scommettono attraverso il mercato dei derivati sulla possibilità che tu riesca a pagare quel debito (al rialzo) o che tu non riesca a pagarlo(al ribasso). tutti quei miliardi che circolano solo virtualmente sul mercato sono “cartolarizzati” dalle banche cioè segmentati in pacchetti di danaro falsamente circolante, speculandovi sopra. Naturalmente il mio discorso è molto ma molto semplificato affinchè qualcosa si possa capire, perchè se spiegato tecnicamente e in maniera piu’ appropriata faccio fatica anch’io a comprenderne ogni cunicolo occulto, ti posso assicurare che su queste tecniche di truffa bancaria legalizzata c’e’ la perdere la testa. Per questo è necessario ristabilire una banca sovrana e abbandonare immediatamente questo squallido assassinio silenzioso dei cittadini per bene.
    Naturalmente penso che uscire dall’euro non sarà proprio una passeggiata, ma in ogni caso conviene sempre se si vede un orizzonte che in questo momento è inesistente.

  • ribadisco che questo argomento necessita di approfondimenti seri da parte del M5S che è l’unica forza che ha orecchie per ascoltare.
    E’ inutile evidenziare che tale argomento riveste ormai caratteri di urgenza. Necessita una presa di coscenza veloce e una altrettanto veloce divulgazione del fenomeno. Sarà sicuramente ignorato da PD+L o -L, che sono la stessa cosa, ma almeno la divulgazione del fenomeno ci deve essere, se aspettiamo i giornali o la TV su questo argomento trascorreranno altri 70 anni.

    • Secondo il mio parere e quello di legali coi quali mi trovo a dialogare su questo tema, la Convenzione di Istanbul rappresenta un vero e proprio attacco alla Costituzione. L’argomento andava sollevato adesso che ne viene votata la ratifica, non in un ipotetico giorno nel futuro, come si ripete da dieci anni a chi subisce la discriminazione, continuando a lasciare tutto come prima e per di più lavorando a misure che con la scusa della lotta alla violenza introducono un regime di abuso e presunzione di colpevolezza anti-uomo e anti-padre.

    • Sl sito UB pubblicheremo un articolo sugli aspetti di costituzionalità della CDI. Se ti interessa quando è pronto ti mando il link.

  • @Luca Io aggiungerei se vuoi veramente capire bene come funziona l’economia ti consiglio le interviste di Elia menta a Nando Ioppolo e Nino Galloni che io ho postato su questo articolo poi su youtube tutti i video di Palo Barnard dove spiega bene anche la truffa del WTO ovvero dei trattati internazionali di commercio,poi sul sito memmt.info trovi tutto quello che serve per capire il monetarismo e l’economia commerciale.Io vorrei dire ai molti frequentatori di questo sito che la contrapposizione partitocrazia contro antipolitica,Grillo contro PD PDL 5 stelle contro troll fa!’ tutto parte del progetto dividi et impera delle elites economiche che da sempre ci manipolano in modo da tenerci impegnati a farci la guerra tra di noi poveri mentre loro ci rovinano, prima era destra contro sinistra poi venne berlusconismo contro antiberlusconismo ora PD e PDL contro Grillo ma vi rendete conto che e’ quello che vogliono ma pensate che un disoccupato del 5 stelle voglia qualcosa di diverso da quello che ha votato PD o PDL? pensate che i ragazzi del movimento occupy PD siano peggiori di quelli del 5 stelle? ma non lo capite che tutti aspiriamo a vivere in un mondo migliore allora perche’come avviene anche sul sito Beppegrillo.it invece fanno tutti a gara a gridare al troll a chi ha opinioni deverse da loro,perche’ invece non cerchiamo di informare le persone e probabilmente si formera’ in tutti gli schieramenti politici una massa di persone che conoscono la verita”.Loro il dividi et impera lo sanno usare bene ma noi invece uniamoci e lottiamo non l’abbiamo ancora impararo

  • Nel gioco dell’alternanza o presa per il culo che dir si voglia a questo giro a far finta di governare toccava al partito fasullo di sinistra e invece eccoti Grillo a rompere le palle con le sue cazzate sulla democrazia dal basso e la rimozione di questi partiti impresentabili. Il vero nemico del Pd non è Berlusconi con i suoi misteri sulle sue ricchezze accumulate negli anni a suon di leggi vergogna sulla pelle dei tanti coglioni che più che cittadini appaioni polli da batteria. Il vero nemico del Pdl e di Berlusconi non è il Pd e i comunisti mangiatori di bambini e oppressori della libertà. Il vero nemico del Pd e di Berlusconi sono i milioni di cittadini che si sono finalmente rotti le palle di essere sfruttati da questi clan organizzati in partiti. Se detesto il nano di Arcore in quanto rappresentante di quella schiera di malfattori costretti a buttarsi in politica per curare interessi non certo puliti, odio ancor di più chi gli ha permesso di offendere la Costituzione e le leggi senza batter ciglio perchè impegnato in nefandezze se possibile peggiori. Adesso che l’unità fa la forza al Governo insieme che bello, il vero nemico da distruggere è il Movimento che per trasparenza e democrazia deve trasformarsi in clan come gli altri che come dice il detto: chi non piscia in compagnia o è un ladro o è una spia. D’altronte noi imbecilli elettori siamo come il povero Alceste che meno vedeva e più si divertiva.

  • emar, come sempre sei puntuale ed eloquente, ribadisco la validità dei link che hai postato qualche giorno fa (quello di ioppolo era micidiale), sarebbe davvero molto bello se potessimo trovare una formula per l’adozione di una lotta comune mirata al raggiungimento di un equilibrio di vita decente. Parole sante del mio insegnante di lettere che 40 anni fa disse: l’uomo è egoista di potere e ricchezza.

  • Caro Gaetano, è inopinabile il tuo pensiero: l’organizzazione in clan trasversali destra sinistra senza vergogna. Ma è altrettanto vergognoso osservare che in italia ci sono ancora milioni di persone che votano per lo psiconano, tanto da raggiungere una soglia che nessuno avrebbe mai pensato. E’ un genio del male: ha promesso il rimborso dell’IMU e il silenzio tombale sulle abitazioni abusive (258.000 case poi c’e’ il non censito) Si stima che abbia tirato al suo mulino 4 milioni di voti.
    Del resto è facile fare i conti: 258 mila case significa 3-4-5 voti a famiglia e poi ci sono i parenti che vengono convinti a votare per l’incatramato della calotta cranica…..
    Poi c’e’ l’IMU: pensa a quanti imbecilli ci sono in Italia che ritengono che vivere meglio è subordinato a questi 4 milardi, ……siamo 2 mosche bianche in un marasma maniacale di ignoranti.
    Il M5S alla luce dei fatti dovrebbe avere il 100% dei voti…..l’italia è un paese di baluba.

  • Non e’ vero noi dobbiamo sforzarci di diffondere le informazioni in modo capillare a quante piu’ persone conosciamo amici,parenti,colleghi ecc.. molti dei i quali a sua volta faranno altrettanto sino a quando saremo la maggioranza nel paese Molti votano PD o PDL solo perche’ non frequentano la rete e quindi si formano le opinioni solo sulle manipolazioni che la tv gli propina e qui sta’ a noi svegliarli.Comunque un altro muro e’ stato abbattuto infatti le Jene hanno messo in onda un servizio molto accurato sul bilderberg che sia la prima crepa nel muro dell’omerta’ televisiva?.Infine una domanda provocatoria visto che Beppe dice che il signoraggio e’ una cosa troppo grossa e quindi non si puo’ toccare per cosa lo abbiamo votato 5 stelle per toccare solo gli interessi del cortiletto della politica come dice Barnard senza andare a toccare gli interessi dei veri padroni del mondo?

    • errata corrige avevo preso il video da un sito che citava le jene come autori di questo video mentre secondo alcuni commenti non e’ mai andato in onda e chi lo ha realizzato lo ha fatto stile jene ma circola solo in rete.Era troppo bello per essere vero.

  • Vin scrivo dall’estero, capii nel ‘ 82 che era meglio andarsene …
    Spero che possiate trovare la ragione profonda del Male Osucuro italiano. Tutto quel che leggo qui riflette spesso delle lamentale giuste.
    Non è sufficiente ! Se non iniziamo a pensare come fanno le altre società europee…. allora siamo fritti, senza speranza ! Perché in Italia c’è deformazione della realtà sociale e imbroglio diffuso…
    Con tutte le menzogne dei politici, è successa una cosa terribile : dalla società è SPARITO IL REALISMO ! Si sa ragionare solo dstr e snstr .. ! Ma la realtà sociale vera, chi la guarda ?
    Unità incompiuta http://www.corrierecaraibi.com/RUBRICA_SPECIALE_URealist_110221_IL-grande-evento-europeo-del-1861.htm
    Vecchia Storia http://www.corrierecaraibi.com/RUBRICA_SPECIALE_URealist_101011_Vecchia-storia-sempre-attuale.htm
    Vorremmo http://www.corrierecaraibi.com/RUBRICA_SPECIALE_URealist_100818_Vorremmo-certo-ma-potremmo.htm
    Sistema Italia http://www.corrierecaraibi.com/RUBRICA_SPECIALE_URealist_120630_Il-Sistema-Italia-a-inizio-Secolo.htm
    Metodi e ris. http://www.corrierecaraibi.com/RUBRICA_SPECIALE_URealist_101014_Metodi-e-risultati-Sociali.htm
    Ulrich Realist

  • Smettiamola di chiacchierare e iniziamo a fare le cose che vanno fatte. Indispensabile priorità al taglio della spesa pubblica: cancellare le spese inutili.
    eliminazione totale delle spese per armamenti e coinvolgimenti nelle cosiddette missioni di pace.
    Drastico taglio di tutte le spese per la politica ivi compresa la soppressione degli enti inutili come le province.
    Lotta seria all’evasione fiscale considerandola reato penale grave e prevedendo per chi evade pene detentive severe.
    Pagamento degli interessi ai soli piccoli risparmiatori privati che possiedono il 14% circa del debito pubblico, stabilendo un interesse del 2-3%.
    Gli interessi del rimanente 86% lo pagasse chi l’ha contratto certamente non i cittadini e i lavoratori a reddito fisso.
    Potrebbe essere un primo passo per cambiare in meglio le sorti del paese magari cominciando ad accompagnare alla porta questa classe politica che ha contribuito a ridurre alla fame i cittadini mentre si riempiva le tasche di soldi sottratti alla comunità.

  • questa gente va semplicemente ignorata…..assolutamente ignorata! resta in vita perchè siamo per primi noi a dargli importanza!

  • Si rende necessario ricordare chi è anna finocchiaro (volutamente in minuscolo), orbene, è colei che nel 2012 ha votato a favore del mantenimento delle pensioni D’ORO, a questo mantenimento hanno contribuito col loro voto 94 senatori, TUTTI provenienti dal PD-L e dal Terzo Polo.
    E’ COLEI che tra tutte le emergenze attuali, UTILIZZA il prorio ruolo ricoperto nell’attuale parlamento, ed inoltre si fa promotrice e si prodiga per eliminare con una legge un suo avversario politico il M5S;
    è COLEI che compiaciuta si approffitta del servizio di SCORTA che gli ha dato lo Stato, in ragione di un RUOLO ISTITUZIONALE ricoperto e\o presunto, e utilizza tale scorta per farsi portare un carrello di pentole al supermercato, ciò significa che sà farsi molto bene i “FATTI SUOI”, tutto questo a danno e a spese del popolo Italiano, al quale, si somma la beffa umiliante, portata a carico e a danno degli agenti di scorta ;
    è sempre COLEI, la quale, congiuntamente ad altri sodali del PD-L, ha volontariamente tratto in inganno i propri elettori, tantevero con la costituzione del governo Letta \Berlusconi, cambia totalmente la destinazione dei voti , portandoli per gli effetti, in direzione contraria dalla VOLONTA espressa dai propri elettori.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi