Perché serve il vincolo di mandato

Vincolo di Mandato Democrazia diretta
di Paolo Becchi
La rivoluzione democratica del M5S non potrà che introdurre il vincolo di mandato. Non è infatti possibile superare la separazione tra governanti e governati senza dare ai cittadini la possibilità di revocare in ogni momento i loro delegati, i quali non sono più rappresentanti in senso stretto, ma semplici portavoce dei cittadini in Parlamento.
Da più parti, in questi mesi, si è sostenuto che questa dottrina sarebbe «medievale». Niente di più falso. È proprio nell’esperienza-chiave della modernità – la Rivoluzione francese – che il mandato imperativo viene pensato, discusso, teorizzato come strumento essenziale per la partecipazione diretta dei cittadini alla politica. Il costituzionalismo giacobino è, in questo senso, attraversato dal problema di come assicurare un effettivo controllo, da parte dei cittadini, sul funzionamento dell’assemblea e sull’operato dei delegati. In maniera ancor più netta, il mandato imperativo sarà centrale nella breve storia della Comune di Parigi del 1871, di quella che Marx definirà come la prima apparizione di una forma politica nuova.
La rappresentanza politica che si esplica senza vincoli di mandato è stata un prodotto delle società liberali. La rappresentanza aveva un significato eminentemente pubblico in una società costituita fondamentalmente da privati: gli eletti creavano un corpo pubblico che rendeva visibile ciò che nella società dei privati rimaneva invisibile: il popolo ovvero la nazione. Per questa ragione i membri del Parlamento erano chiamati a far presente, a “repraesentare” il popolo. Essi pertanto dovevano esplicare le loro funzioni senza vincolo di mandato.
Per quanto possa sembrare paradossale sono stati proprio i partiti a snaturare questo ruolo. La delega ora assomiglia a una cambiale in bianco firmata a favore di questo o quel partito. Questo lo vediamo molto bene nel nostro paese. Che senso ha parlare di vincolo di mandato quando i membri del Parlamento sono nominati dai partiti? Insomma, la natura rappresentativa del nostro sistema è già in crisi e con essa il vincolo di mandato.
Se le cose stanno in questi termini, allora perché non optare semplicemente per la democrazia diretta considerando ormai obsoleta quella rappresentativa? Secondo alcuni autori la rivoluzione provocata dalle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione ha posto in crisi in modo irreversibile il paradigma della rappresentanza. Non vi è dubbio che la rete con la sua rapidità, con i suoi flussi d’informazione, con il suo carattere aperto, sia in grado di assicurare che le decisioni politiche si formino dal basso e orizzontalmente. In questo modo i cittadini possono partecipare direttamente alla vita politica del loro paese e le decisioni possono essere prese dopo una discussione pubblica che attraverso la rete li può in linea di principio coinvolgere tutti. E allora perché sarebbe ancora necessaria una forma di rappresentanza? Non si può forse risolvere tutto, come sostiene Pierre Lévy, con l’istituto del referendum e con il voto elettronico?
Sia chiaro, lo strumento del referendum va incentivato e proprio nel senso auspicato dal M5S, ma da solo – per lo meno in questa fase di transizione – non basta. Il voto espresso nella cabina elettorale oppure da casa in modo elettronico privatizza la democrazia. Alla solitudine del cittadino attuale, chiamato solo a votare per questo o quel partito, non deve subentrare quella del cittadino virtuale. Sarà sufficiente la comunità virtuale, o meglio le comunità virtuali, a soddisfare l’esigenza di comunità? Chi vivrà, vedrà. Intanto non sarebbe male pensare alle comunità reali e queste possono funzionare con delegati in carne ed ossa che per un periodo di tempo limitato si mettono al servizio della collettività. Essi non sono altro che i portavoce dei cittadini, il cui vincolo di mandato deriva dal fatto che per la prima volta sono proprio i cittadini a partecipare realmente e attivamente alla vita politica. Sono loro a restare i registi della democrazia e pertanto a decidere quando vogliono (e non soltanto con il voto elettorale) di cambiare gli attori.

120 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ad essere sincero non mi piace l’idea del vincolo di mandato in quanto la possibilità di revocare i delegati in parlamento è offerta ai cittadini ogni 5 anni o a volte meno, se un parlamentare ha operato male devono essere i cittadini a non votarlo più e se il partito dove c’è questo delegato si intestardisce a inserirlo nelle liste devono essere sempre i cittadini a non votare più per quel partito. Il vincolo di mandato in senso stretto potrebbe diventare una sorta di guinzaglio autoritario di chi ha più potere in un partito e non credo che sia molto democratico. Purtroppo ci sono parlamentari che impazziscono quando vedono la busta paga da parlamentare o quando ricevono mazzette per passare ad altri partiti, ma sappiamo bene che è il prezzo da pagare per la democrazia e non ci sono “cure” per questo se non un miglioramento culturale medio dei cittadini che necessita però di tempi lunghissimi.

    • Con la legge “porcellum” non si può revocare un bel niente dopo 5 anni o dopo 10 e neppure dopo 1000.
      In una dittatura (parlamentare?) come la nostra non puoi fare nulla per cambiare. Di dittatura parlamentare nel nostro paese ne parlavano qui in GB già 15 anni fa o 20 e in Italia ne parlava, pensa un po’, Sgarbi (fra gli altri, Lega compresa nei primi anni ’90, che poi è entrata ad alimentarla, ma che io lasciai. lasciai proprio anche L’Italia!).
      Trombati e ripescati:
      (da un’indagine personale a caldo,dopo i risultati elettorali (dati del Min.dell’Int.):
      Domenico Scilipoti
      Alessandra Mussolini
      Riccardo Villari
      Pier Ferdinando Casini
      Franco Carraro
      Carlo Giovanardi
      Maurizio Gasparri
      Augusto Minzolini
      Roberto Formigoni
      Sandro Bondi
      Paolo Bonaiuti
      Paolo Romani
      Paolo Galimberti – compagno di Signorini-
      Giulio Tremonti -nelle fila della LEGA-
      Roberto Calderoli
      Gabriele Albertini
      Pietro Ichino
      Renato Schifani
      Altero Matteoli
      Denis Verdini
      Niccolò Ghedini
      Maurizio Sacconi
      Rosy Bindi
      Guglielmo Epifani
      Rocco Buttiglione ?
      Mara Carfagna
      Dario Franceschini
      Michela Vittoria Brambilla
      Fabrizio Cicchitto
      Renata Polverini
      Maurizio Lupi
      Mariastella Gelmini
      Antonio Angelucci -il portantino del S. Camillo diventato miliardario?-
      Matteo Colaninno
      Daniela Santanchè
      Daniele Capezzone
      Raffaele Fitto
      Saverio Romano
      Stefania Prestigiacomo ?
      Renato Brunetta
      N° 40 indegni di sedere sugli scranni e non sono pochi, tutti ripescati in un modo o nell’altro o perché facenti parti di una coalizione che bla, bal, bla… ma non hanno ricevuto i voti necessari per sedere in Parlamento.. Il numero è pari a tutti i neo-eletti nel partito di Monti. E qualcuno di loro è pure diventato ministro e coprono, in parecchi, cariche importanti. Votati direttamente, nominalmente dal popolo, anche con uno strampalata legge “porcellum”dovevano essere fuori, ma suono usciti dalla porta per rientrare dalla finestra.
      Poi ci sono quelli entrati senza che il partito avesse raggiunto il “quorum” del 4%, ma facendo parte della coalizione “vincente”….La Boldrini è una di queste. Il SEL non ha raggiunto il 4% né alla Camera, né al Senato, ma lei è presidente della Camera. Il M5S con il 25% dei consensi, ne aveva sicuramente più diritto. La Pivetti diventò Presidente della Camera (Lega -lombarda- Nord) con la Lega che aveva ricevuto 8/9% dei consensi. E poteva anche essere una scelta logica. La Boldrini, nominalmente, eletta direttamente avrebbe avuto forse 7/10 voti (e chi la conosceva? Non era in Italia da anni.) Poi ci sono coloro che nelle proprie circoscrizioni per le comunali o le regionali hanno preso 100 voti, non potendo entrare nè in consiglio comunale o in consiglio regionale, ma siedono in Parlamento.
      Ma di cosa stiamo parlando? ma quale democrazia?
      In Italia è un’usurpazione unica in barba alla volontà popolare. La gente (badate bene e non scrivo popolo) non conta più nulla, non è più nulla. Deve scomparire e non rompere più i coglioni. Un popolo ci sarà sempre e sarà quello degli extracomunitari. Sono tutti piani prestabiliti da anni.

    • Ribadisco che anche per come stanno le cose oggi il potere è in mano comunque al popolo, se nella lista dei possibili eletti di un partito ci sono figure che non piaciono deve essere il cittadino a non votare per quel partito per fare in modo che non venga eletta quella persona, ma finchè la gente è ignorante questo non accadrà mai. Per esempio chi ha votato il PDL in Abruzzo ha votato Razzi e se non lo sapevano è ancora peggio. Inoltre le competizioni elettorali si vincono in base alle regole vigenti e non ci si può lamentare dopo, è come lamentarsi di avere perso una partita di calcio dicendo: “e ma noi abbiamo battuto più corner”.

    • Il tuo ragionamento non fa una grinza. Il problema è ancora l’estrema ignoranza che ìmpera fra coloro che si nutrono “solo” di TV e giornali di stato. Prima di tutto. Anche, perché, molto più comodo. E’ chiaro! Non capisco, tuttavia, con i mezzi che ci sono oggi (certo bisogna conoscere un po’ di inglese o francese-meglio l’inglese), come gli italiani possano essere ancora così “ignoranti” su certe questioni o conoscenze fondamentali. Se non sai, non puoi capire! La vera arma di distruzione di massa è l’ignoranza.

    • @wedhro
      Hai proprio ragione, 5 anni sono davvero un’eternità. Basti pensare al Presidente USA che rimane in carica 4 anni, i disastri che può fare. Uno da solo (vedi Bush padre, o 4 anni di Bush figlio o Nixon o Rigors Monti in un anno). Figuriamoci questi qui da noi in poco più di 800 cosa ti combinano in altri 5 anni….
      Pensiamo anche ai “probabili 14 anni di “Napoletano”. Già in 7 anni, che sono anni luce, ha firmato disastri, figuriamoci cosa può combinare in 14 anni, un presidente non eletto, ma nominato, che non rappresenta i cittadini, figuriamo la Nazione intera…E c’è chi crede ancora di essere in democrazia, in un Paese libero, dove il popolo non decide più nulla, neppure la propria sorte? mah!

  • Concordo in pieno con la possibilità di sfiduciare i propri eletti.
    Questo concetto risale all’antica democrazia ateniese ed esiste ancora oggi in molti paesi (es. Canada, USA, Svizzera, Venezuela) prendendo il nome di “recall election” (elezione di richiamo) che permette di sfiduciare e quindi “rimuovere” un parlamentare/rappresentante eletto con una semplice raccolta firme.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Recall_election

    • Anch’io concordo n pieno con questa possibilità.
      Aspettare 5 anni, dopo che il danno è stato fatto, non seve!
      Non solo , ma anche acconsentire al “fedifrago” di passare al gruppo misto è una fregatura!
      Se non gli stà bene, fuori!
      Devono essere i suoi elettori (di colleggio, di circoscrizione…) a decidere in base al suo comportamento.

    • Amici …scusate , vorrei sottolineare che il caro prof. becchi non parla di una semplice “sfiducia” a comando degli eletti ( cosa buona e giusta con un adeguato meccanismo ) ma di una vera e propria eliminazione del ruolo della classe dirigente e autorevole.
      (suicidio del paese ).

    • @Luca
      Non siamo tuoi amici: siamo quelli che stanno aspettando il vostro suicidio di massa per la vergogna dopo che tutti i cittadini avranno saputo quale è stato il ruolo del PD (e dei suoi adepti) in questa tragedia.
      Non sei solo un TROLL: sei un LEMMING.

  • SAREbbe ora di metterci una Pezza —al vincolo di mandato–
    era valido quando esistevano uomini di –PAROLA- dove bastava una stretta di mano per —sigillare un contratto—dove chi si rimangiava la parola data..spesso ricorreva al suicidio per la riparazione…!!!!
    Oggi con presidenti di partito che mentono spudoratamente…!!!che presi con la mazzetta in mano ….”””dicono candidamente,,,,,era un prestito..”””
    che hanno a libro paga i loro testimoni,,,!!???
    DOVE IL VOTO E’ SPESSO E VOLENTIERI ORIGINATO DA PERSUASIONE OCCULTA…!!!!
    NON E’ PENSABILE DI DELEGARE PER UN MANDATO PERSONAGGI CHE PREMEDITATAMENTE PENSANO SOLO ED UNICAMENTE AGLI AFFARI LORO…DEI LORO AMICI…DEI LORO PARENTI…!!!??

  • E’ molto semplice: i politici sono i nostri dipendenti perché noi li deleghiamo con il nostro voto. Quindi è a noi che devono rispondere se sbagliano. In tal caso sarebbe giusto un trattamento di fine rapporto in piena regola e da usare in qualsiasi momento se queste persone non sono più idonee ai loro incarichi.

  • non funziona il referendum diretto perchè io ho già una vita e non posso fare il lavoro del parlamentare votando tutti i giorni (e implicando tutto il tempo passato ad informarmi).
    D’altra parte se e quando il M5S implementerà la piattaforma famosa che speravo di vedere già da tempo, vedremo come si evolve a situazione.

    • E’ l’errore o , l’orrore , che ho commesso io..!!!
      ho delegato i partiti…(io pensavo a lavorare per mantenere la famiglia)..poi quando ho controllato…mi sono informato..i sindacalisti..il governo di turno…gli industriali…!!SI SONO nel 1974 sottratti i miei soldi dell’INPS , 240.000 miliardi di lire…del valore del 1974…..quando con 6 milioni si comperava un appartamento nuovo….!!!!
      ed hanno continuato sino al governo scorso quando con i soldi dell’INPS….””soldi versati per avere una pensione”””
      lo stato li usa per la spesa corrente…!!!
      INFORMARSI SEMPRE E’ L’UNICA VIA PER UNA DEMOCRAZIA..!!!

    • ” Diventerà un abitudine come altre, di cui non sentirai il peso.”
      Ma voi state scherzando ,..anzi delirando e il prof. Becchi alimenta i vostri deliri coi suoi articoli infarciti di banalità e assurdità che ormai manco perdo tempo a commentare .
      Gestire una nazione necessita competenza, esperienza, autorevolezza e studi specifici, una classe dirigente di persone preparate nel loro campo.
      Invece voi invocate la democrazia diretta , invocate la nazione di tuttologi, avremo analfabeti che sceglieranno sull euro, architetti o idraulici che sceglieranno riguardo le riforme sanitarie e così via . Roba da mettersi le mani nei capelli
      Come se da oggi in poi, i mentre siete ricoverati all’ospedale, i medici per scegliere se operarvi o meno si appellassero a un voto tra i presenti nella clinica. Semplicemente pazzesco !!.
      Fate ridere, incredibile i grillini come la minetti , in coro a sostenere : “per fare politica non servono capacità”.
      Il fatto Che fino ad oggi la cosiddetta classe dirigente abbia fallito o peggio ancora sia stata una classe di dirigenti criminali , non può essere il prestesto per cancellarne il RUOLO vitale, consegnando il paese e le sue sorti ad una nazione di TOTALI INCOMPETENTI o che si credono tali dopo aver letto due libri di economia, ma perfavore!
      Ovvio il problema è la selezione della classe dirigente, problema che apre un dibattito sicuramente più triste e noioso rispetto alle fantomatiche rivoluzioni alla becchi , grillo e compagnia bella.
      Smettetela di ragionare come bambini dell ‘asilo, crescete una buona volta.

    • ANTICIPO la risposta ,alla tipica e banale domanda : ” ma se la nazione è incompetente per scegliere direttamente riguardo ogni questione politica ed economica , come può esserlo per la selezione della classe dirigente ??”.
      La selezione della classe dirigente si svolge attraverso la soddisfazione ( o meno ) di aspettative che si basano su parametri accessibili a chiunque , a prescindere della preparazione accademica ed autorevolezza, giudicando e rispondendo a semplici domande come : vivo in un ambiente più pulito o meno ? Sono curato meglio e più rapidamente ? I servizi sono più accessibili ? ecc ecc..
      E’ lo stesso meccanismo che ci porta a scegliere il medico migliore: se il male cessa , continueremo ad affidarci al medico selezionato, altrimenti ne cercheremo altri. Non è certo necessario essere laureati in medicina per comprendere se ci stanno curando bene, ma è necessario esserlo per curare i pazienti !!
      Solo soggetti deliranti alla Becchi possono sostenere il credo della “futilità” della preparazione e aturorevolezza accademica nella gestione e soluzione dei problemi.
      OVviamente è necessaria la presenza di media equilibrati ed il contributo di un’informazione realmente accessibile e pluralista.

    • luca
      21 luglio 2013 alle 16:38
      ho letto alcuni post del Luca…e sono distante da cio che dice lui per tutta una serie di motivi.. in particolare: ama troppo il PD (è convinto che ci sia una “parte buona” illuso lui…)..che io reputo un partito di manigoldi…sin dalla sua lontana origine 1922…anzi sin dalla sua radice filosofica : dall’ originario marxismo prima…sino ad un pseudo partito “liberal” progressista oggi (di fatto..bugiardi ieri e bugiardi oggi….cialtroni più che mai quanto è più del Pdl …son ladri &cialtroni all’ennesima potenza .. il tutto rivestito da una vomitevole eterna pretesa di essere “i giusti” per eccellenza …. mi fermo qua…)
      Però una cosa devo dirla: quante verità ha detto in questo post: bravo !!!!
      sta “democrazia diretta”…lascia perplessi……(o perlomeno andrebbe pensata bene bene ..in tutti i suoi aspetti…ma è ambigua..)

    • Shardan
      di fatto..bugiardi ieri e bugiardi oggi….cialtroni più che mai quanto è più del Pdl …son ladri &cialtroni all’ennesima potenza .. il tutto rivestito da una vomitevole eterna pretesa di essere “i giusti” per eccellenza …. mi fermo qua…)
      CITAZIONE
      Senza nulla togliere a cio che è il PDL (parte politica da cui provengo come elettore o meglio ex elettore )….cioè : un sacco di monnezza!!

    • Shardan , aspetta.. aspetta…Vero sono elettore del PD, ma sono elettore NON-convinto del pd. E’ una sostanziale differenza.
      Credo che la diffidenza sia il sale della democrazia.
      Nel M5S invece sta montando un fanatismo preoccupante, problema che affligge pure il pdl con la figura del berlusca.
      Noto una palese volontà di trasformazione della politica in qualcosa di dinamico, rivoluzionario, divertente ..Ma è un utopia: la politica , quella seria , sarà sempre noiosa e lenta perchè è necessaria una mediazione tra le parti, roba per “vecchi” insomma.
      Guarda Civati ( uno dei pochi che stimo del pd, fino adesso ) ha 35 anni ( ?? ) ma ne mostra 60 .
      Ritorna a votare il pdl ma in modo diffidente, abbattete il feticcio berlusconiano e così rifarete una destra seria degna del nome.

    • luca
      Ritorna a votare il pdl ma in modo diffidente, abbattete il feticcio berlusconiano e così rifarete una destra seria degna del nome.
      CITAZIONE
      ci son cresciuto sin da ragazzino…con loro…gli ho frequentati anche a livello di amicizia (a livello locale …son sardo di Cagliari )…no…no…non è più possibile…son zozzi sin al midollo osseo…anche gli onesti finiscono per insozzarsi. E’ come entrare in una stalla vestito in smocking…inevitabilmente ti imbratti di sterco….
      ciao ciao

      • il problema è che è assurdo di per se, non trova?
        chi deciderà sugli armamenti?
        perchè diciamo che la casalinga di voghera sarà uno stereotipo, ma non è che la cultura media italiana lasci ben sperare in generale.
        Ed esiste una cosa che si chiama realpolitik, o vogliamo chiudere gli occhi?
        vogliamo non capire che se siamo dove siamo è perchè molta gente si è sporcata le mani?
        ci sono diversi testi e saggi che trattano di questo argomento e trovano i limiti della cosiddetta “democrazia diretta”.
        cosa che tra l’altro il M5S non sta facendo, perchè sta fantomatica piattaforma di cui si sente parlare da anni mi sa dire dov’è finita?
        e lo dico da elettore 5stelle che si sente un po preso per il culo.

  • Come al solito sig. Messora lei scrive solo una parte della verità, lasciando fuori gli strumenti che servono ai lettori per capire tutta la questione e farsi da soli un’opinione sull’argomento…e poi devo pure sentirla parlare di attacco all’informazione…guardi più vicino a lei!!!
    Comunque, Il vincolo di mandato esiste per un motivo che ne lei ne io avremmo mai potuto pensare se fossimo stati in consesso nella costituente della nostra repubblica. Sa perché? Perché quelle persone erano migliori di noi (anche se alcuni errori, col senno di poi, li hanno commessi).
    Il motivo è semplice. Serve a garantire gli onesti. Serve per dare modo al parlamentare capace e coscienzioso (estinti assieme ai Dodo) di poter lasciare il suo schieramento e, se possibile – creare un altro gruppo – altrimenti andrà al gruppo misto – per continuare il suo operato benefico per i cittadini da una posizione in cui non venga ostacolato dai meccanismi malati della politica classica.Non solo. In questo modo avrà più visibilità rispetto ad una posizione di oscurantismo del suo schieramento.
    Immagini lei se uno schieramento (o i cittadini iscritti – non sottovaluti l’ignoranza delle masse) potesse “licenziare” un parlamentare a suo piacimento: resterebbero i soliti noti. Risultato? Peggio di prima.
    Ma quando si dice…”il caso”!!! Se non ricordo male un partito a lei molto vicino – se esistesse questa possibilità – avrebbe già mandato a casa diverse persone che non la pensano come il leader.
    Allora la domanda è questa? Si vuole eliminare il vincolo per mandare a casa i disonesti o per mandare a casa quelli che non la pensano come noi?
    La invito a ragionare su questa sottile differenza!!!
    La saluto e la ringrazio.

    • Questi concetti potrebbero essere utili in un mondo dove le persone per bene sono nettamente separate dai delinquenti.
      Qui abbiamo una organizzazione coordinata di malviventi che cerca di ridurre in schiavitu’ l’intera umanità e cerca di arraffare il piu’ possibile. Paradossalmente abbiamo pluricondannati pregiudicati ladri e pedofili che ci governano, mentre il popolo cerca di rigare dritto nell’adozione del classico comportamento del buon padre di famiglia, che spesso coincide con la povertà e l’indigenza. Il problema è che devono andare via tutti, il parlamento e il senato vanno rasi al suolo e ricostituiti integralmente, sostituendo il marcio con l’onestà e l’amore per la razza umana.

  • Messora sei solo un fanatico fascistoide totalmente ignorante di storia e politologia! Vai a pulire i cessi demente!

    • Guarda che l’ha scritto Becchi l’articolo, non mi sembri un pozzo di cultura se non sei in grado nemmeno di capire chi scrive……scusa l’appunto.

    • Ogni tanto qui arriva qualcuno che s’e’ sognato la madonna la notte prima e si sente autorizzato a dare del demente fascista a prescindere. E’ proprio vero che l’ignoranza è momentanea e la stupidità è per sempre. Preferisco un malvagio ad uno stupido almeno il malvagio ogni tanto si riposa.

    • A parte che non sopporto gli attacchi personali, nemmeno nei blog di cartoni animati, tipico di chi non ha argomentazioni, dopo il commento di Alvin Leccesi, voglio ricordare il motto scritto nel mio “passato” blog:
      “Non discutere mai con un idiota, perché prima ti trascina al suo livello e poi ti batte con l’esperienza!».

  • Molte persone non ci arrivano e non comprendono come strutturare un sistema politico in assenza dei partiti, i modelli politici senza i partiti sono addirittura più semplici e più funzionali alla finalità del “bene comune” .
    Nel sito seguente è riportato un esempio di modello politico senza la presenza dei partiti e senza venir meno all’impianto costituzionale,…anzi lo recepisce megiio.
    http://marcoturco.jimdo.com/parlamento-di-regioni

  • Sono d’accordo su tutto: democrazia diretta, vincolo di mandato, referendum, ecc… Ma il problema non è il cosa, ma il come: bisogna pensare alla legge elettorale. Quella attuale è incostituzionale e i partiti, quando cadrà il governo, ne faranno una a loro favore in fretta e furia con la solita scusa del “fate presto!”.
    Il cittadino prima ancora del diritto di licenziare un politico, deve avere il diritto di eleggerlo!!!
    Torniamo a parlare di una legge elettorale nominale, equa e il più possibile proporzionale o alle prossime elezioni verremo tagliati fuori (ricordate la proposta finocchiaro-zanda) e la democrazia diretta ce la sognamo.

  • E’ inconcepibile che una nazione di INCOMPETENTI possa scegliere direttamente riguardo ogni questione politica di qualsiasi natura. La peggiore distopia immaginabile
    ANTICIPO la risposta ,alla tipica e banale domanda : ” ma se la nazione è incompetente per scegliere direttamente riguardo ogni questione politica ed economica , come può esserlo per la selezione della classe dirigente ??”.
    La selezione della classe dirigente si svolge attraverso la soddisfazione ( o meno ) di aspettative che si basano su parametri accessibili a chiunque , a prescindere della preparazione accademica ed autorevolezza, giudicando e rispondendo a semplici domande come : vivo in un ambiente più pulito o meno ? Sono curato meglio e più rapidamente ? I servizi sono più accessibili ? ecc ecc..
    E’ lo stesso meccanismo che ci porta a scegliere il medico migliore: se il male cessa , continueremo ad affidarci al medico selezionato, altrimenti ne cercheremo altri. Non è certo necessario essere laureati in medicina per comprendere se ci stanno curando bene, ma è necessario esserlo per curare i pazienti !!
    Solo soggetti deliranti alla Becchi possono sostenere il credo della “futilità” della preparazione e aturorevolezza accademica nella gestione e soluzione dei problemi.
    OVviamente è necessaria la presenza di media equilibrati ed il contributo di un’informazione realmente accessibile e pluralista..

    • luca
      21 luglio 2013 alle 16:45
      Amici …scusate , vorrei sottolineare che il caro prof. becchi non parla di una semplice “sfiducia” a comando degli eletti ( cosa buona e giusta con un adeguato meccanismo ) ma di una vera e propria eliminazione del ruolo della classe dirigente e autorevole.
      (suicidio del paese ).
      CITAZIONE
      oltretutto ..si creerebbero..altre “sofisticate” forme di “manipolazione” (e la rete si presta in modo ottimale)…hai ragione un vero e proprio suicidio.
      Il sistema attuale non va affatto bene…ma non è certamente questa la soluzione: anzi mi sembra un delirio…(sta mitizzazione della rete…mi sta incominciando ad infastidire..)
      la rete è uno strumento fantastico..utilissimo….ci sta cambiando la vita…ma c’è un altro aspetto della medaglia…che è inquietante… (la rete come strumento non sarà MAI…totalmente in mano alla gente attraverso esercitare una piena e stabile democrazia ,,,per una questione anche di tipo “tecnico”..sarà sempre il potere(o vari poteri:nazionali, internazionali, militari, economici, industriali etc ) a gestirla e controllara e manipolarla …anche buttarla giu in un istante se vuole…)…..
      per favore basta con questa mitizzazione …basta con sta pagana adorazione del Dio-Rete….
      ho la vaga impressione che a molti sto web…stia dando alla testa.

    • Luca
      E’ lo stesso meccanismo che ci porta a scegliere il medico migliore: se il male cessa , continueremo ad affidarci al medico selezionato, altrimenti ne cercheremo altri. Non è certo necessario essere laureati in medicina per comprendere se ci stanno curando bene, ma è necessario esserlo per curare i pazienti !!
      CITAZIONE
      esempio perfetto ed incontestabile….la discussione potrebbe finir qua.

    • Però… che analisi!! Che discussione di alto livello…
      Certo che tra un docente universitario e un troll piddino non saprei proprio da chi farmi influenzare… un bel dilemma!

  • A me non pare che tutto ciò interessi veramente in una nazione, come è stato detto nei commenti, dove la mancanza di professionalità a tutti i livelli sta determinando il fallimento e crollo strutturale diffuso.
    Parlare e fare battaglie ideologiche e, ancor peggio, retoriche durante questo periodo decadente non ha fatto altro che trasformare gli italiani in maestri della retorica alla Schopenhauer, l’arte di avere ragione, per intenderci, quella scorrela il pensiero razionale dalla parola … per mancanza di azione.
    Nulla di più futile. Anche se è domenica.
    Andrebbe addirittura meglio la gente che ruba, ma che almeno sappia cosa sta facendo, e non stia lì a sua insaputa.
    Parlare di vincolo? a cosa? visto che non hanno ben chiaro neanche cosa stanno facendo, che senso avrebbe? in che modo, poi, si vuole introdurre un vincolo di obbedienza, quando per la Costituzione neanche i militari hanno vincolo ad obbedienza cieca? La responsabilità è personale, e lo deve essere dappertutto. Inutile che ci giriamo attorno, ognuno risponde per se, se vuol fare il farabutto non è che si possa nascondere dietro un partito o a delle ideologie o vincoli di mandato. Ognuno risponde per se.
    Ma poi va anche bene. Volete mettere il vincolo di mandato? mettete il vincolo di mandato? almeno avrete fatto qualcosa. Perché poi è semplice parlare a vanvera. Altri movimenti politici, anche mai entrati in parlamento, hanno ottenuto qualcosa semplicemente movendo le coscienze e pretendendo che passassero leggi importanti. M5S, obiettivamente non v’è riuscito. Stipendi dei politici? spesa pubblica? incompetenza? snellimento strutturale? cosa? Avete forse degli obiettivi chiari? quei 20 con i quali vi siete presentati?
    Era una precondizione quella di essere in maggioranza affinché voi l’aveste perseguiti quei 20 punti? Se così il volantino avrebbe dovuto riportarlo, o no? V’era scritto “se voterete…” non “Se avremmo al maggioranza…” o forse avete del tutto glissato sulla questione …
    Io non voglio che si raggiungano gli obiettivi, non posso pretenderlo. Io stesso fallisco continuamente. Ma che si perseguano, e a me sembra facciate tutto tranne questo.

    • ” Se così il volantino avrebbe dovuto riportarlo, o no? V’era scritto “se voterete…” non “Se avremmo al maggioranza…” o forse avete del tutto glissato sulla questione …
      Io non voglio che si raggiungano gli obiettivi, non posso pretenderlo. Io stesso fallisco continuamente. Ma che si perseguano, e a me sembra facciate tutto tranne questo.”
      Punto interessante il tuo..
      Ho appena letto l’ultima intervista a casaleggio ..ecco cosa dice :
      “Io penso che il Paese avrà nei prossimi mesi, non so quanti, uno shock economico. Uno shock che potrebbe portare a una ridefinizione della rappresentanza politica oppure a uno spostamento della politica da problemi politici a problemi di carattere sociale: disordini, rivolte. Quindi qualcosa che non può essere dominato dalla politica. una guerra civile no. Sicuramente delle situazioni difficilmente controllabili dal punto di vista dell’ordine pubblico..[…] Il partito è una possibile espressione della volontà popolare. Oggi secondo me del tutto obsoleto.”
      Eh già che caso : queste rivolte e il collasso finale del paese e dei partiti sarebbero proprio funzionali al M5S.
      La domanda che sorge spontanea è :
      caro casaleggio , il problema è sapere se il M5S è andato in parlamento per risolvere i problemi o per trascinare l ‘italia alla bancarotta definitiva e alle rivolte , nel nome della distruzione dei partiti ?
      A me sembra ormai palese che la priorità assoluta del M5S non sia attuare certe riforme , ma la distruzione del partitismo attuale ( a qualsiasi costo ).
      Insomma “muoia sansone con tutti i filistei ” ..peccato i filistei siamo noi

    • A sostegno della mia tesi , riporterei quella lista di “proposte”
      utopiche, vaghe e inattuabili ( così come sono state formulate), che il M5S sta deliberatamente diffondendo come “lavoro parlamentare” , con l’unico e palese scopo di infangare di fronte all’elettorato pd e pdl.
      Idem per la stessa battaglia sul finanziamento ai partiti (come se fosse questo il problema prioritario del paese).
      Di fatto, tutte le attività del M5S sono concentrate , non tanto sul concretizzare dei risultati (qualunque essi siano) ma di infangare e scardinare il più possibile i partiti e la loro immagine in modo definitivo.
      Insomma quello che si è presentato come movimento è diventato un vero è proprio Partito con le sue aspirazioni elettorali e la sua macchina da guerra.

    • @Luca
      Dove l’hai tenuta al caldo sti giorni la tua lingua da TROLL?
      Dall’alito qualche sospetto ce lo abbiamo… 😉

    • Ecco un argomento interessantee!!!….ma al più presto possibile!!!
      alla cosiddetta “democrazia diretta” tramite web….(cioè una baggianata deleteria…e pericolosa )…ci pensiamo un altra volta….mo salviamo le chiappeeee che è meglioo !!!!
      ammesso e non concesso che sia ancora possibile…mi sa che siamo fritti …..

    • la svalutazione inevitabile….chi la paga…???
      l’ultima volta….mille lire sono a 2,5 euro…!!!
      a crescere…!!!

    • mex silvio
      21 luglio 2013 alle 19:03
      la svalutazione inevitabile….chi la paga…???
      l’ultima volta….mille lire sono a 2,5 euro…!!!
      a crescere…!!!
      CITAZIONE
      e il terribile “suicidio assistito” dalla Troika …con la distruzione e annichilimento anche nella sua dignità di popolo chi lo paga? il PD appiattito a mo di cagnolino ubbidiente ai voleri di quei delinquenti ?
      Rischio per rischio…meglio il rischio dell’uscita dall’ Euro ….ci son ottimi economisti nazionali e internazionali..ed anche qualche premio Nobel…..che lo consigliano vivamente (alcuni negli ultimi venti anni…ci avevano anche avertiti..ed avevano anche previsto sto scenario…ma son stati messi a tacere ed anche irrisi…)
      Molti e non solo ….degli stessi economisti…ci stanno avvertendo per l’ennesima volta di uscirne ..e ne stanno spiegando le possibili modalità tecniche….continuiamo ad irriderli?
      tra la fine certa…ed la possibilità di salvarci pur soffrendo ..preferisco quest’ultima. e tu?
      il dramma non è il problema “svalutazione”…(che così dramma non è….è in parte un altro spauracchio..per paralizzarci…come lo spauracchio agitato negli anni 90 dai vari Prodi& company (la krikka…..)…che se non fossimo entrati nell’Euro saremo finiti male…prospettando un futuro radioso: ecco il risultato !!! l’opposto di quello che farneticavano (in mala fede…)…
      NON VOGLIO MORIRE DI EURO…(con buona pace del caro Clesippo )…non ne vale la pena ed è anche poco dignitoso!!!
      ciao ciao
      Shardan

  • il vincolo di mandato deve includere l obbligo del moimento o organizzazzione che si presenta alle elezioni di depositare un Programma , la gente deve votare il programma , il movimento o organizzazione deve rappresentare un programma , perche altrimenti diventa una elezione e competizione tra organizzazioni , quindi tra lobby e interessi , invece deve essere la presentazione di programmi e la gente deve essere chiamata a scegliere il programma elettorale piu opportuno. Solo in questo modo diventa importante il vincolo di mandata , che deve essere vincolo di mandato al programma presentato , altrimenti diventa vincolo di programma ad una organizzazione.
    Il Vincolo deve essere quindi al programma al progetto agli obiettivi da realizzare non al moimento o partito o organizzazione. solo cosi ci si avvicina alla democrazia. fate attenzione a a questa sottigliezza .

  • Anche lei come scrive Crimi nel messaggio a Grillo per il suo – 65 compleanno – ha partecipato alla rivoluzione culturale? Quante ditate sulla tastiera, ci riempiranno a tutti il frigorifero…vero?

  • L’articolo 67 della Costituzione Italiana dice:
    “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.”
    Questo significa che nessuno può contestare una decisione presa dal Parlamento. Nessuno può perseguire legalmente un parlamentare o un partito che disattendano il proprio programma elettorale.
    Concetti sacrosanti che secondo me erano, e lo sono ancora in parte, doverosi al momento della stesura della nostra cara Carta; purtroppo la Casta ne ha stravolto completamente il senso, e da anni questo articolo della Costituzione, viene usato da tutti i voltagabbana del palazzo.
    Cosa, secondo me profondamente ingiusta e non rispettosa di me cittadino, che ti ho dato fiducia e il compito di svolgere una certa azione politica all’interno di un gruppo/partito ben preciso e con finalità e obiettivi ben definiti.
    Infatti è legittimo e possibile che il parlamentare possa non riconoscersi più nell’azione politica del proprio gruppo, ma non è giusto che si possa “accasare” in un altro partito ( viene sempre usato alla bisogna il ” Gruppo Misto”) perchè questo è un vero e proprio tradimento di me elettore.
    Sarebbe giusto che il MIO MOVIMENTO proponesse una legge, che nel caso suddetto, il caro Onorevole rassegni le sue dimissioni, esca dal Palazzo per potervi rientrare solo alle elezioni successive, dove si potrà candidare con una nuova “casacca” . . . . .
    Mi sembra doveroso per poter rispettare quel ” patto non scritto” che ci dovrebbe essere tra me Cittadino e i Miei dipendenti nel Mio parlamento.
    Grazie
    Franco

    • Qui si ragiona….(la cosiddetta “democrazia diretta” tramite web..molto ma molto ambigua e forse deleteria e pericolosa …è un altra cosa..però )….una legge che impedisca ad un parlamentare eletto sulla base di un determinato programma…. di tradire gli elettori..pena la conclusione del mandato …è auspicabile..

    • come il Parlamento dovrebbe essere il riflesso numerico proporzionale del voto:
      tot parte dell’elettorato non vota (anche questa è un espressione politica)…proporzionale tot seggi in parlamento vuoti.
      Cosi si vergognerebbero un po….

    • L’ unico sistema elettorale che può consentire il vincolo di mandato, attraverso il diritto di revoca dello stesso, è quello maggioritario uninominale. Esso, infatti, prevede la possibilità di elezioni suppletive sia per l’ esercizio del diritto di revoca che per dimissioni del parlamentare. Ricordo che il popolo italiano si espresse a stragrande maggioranza per questo sistema col referendum del 1993. Il parlamento fregandosene, come sempre, del popolo sovrano ci regalò il mattarellum ( 75% di maggioritaio e 25% di proporzionale )! Fu proprio utilizzando il collegio maggioritario del Mugello, che aveva eletto pino arlacchi e che. invece, il pds fece dimettere, per poter far eleggere nelle suppletive il ” compagno ” di pietro.

  • non c’è un solo articolo della Costituzione che quei farabutti di parlamentari&deputati non abbiano travisato, non applicato, eluso e vilipeso per garantirsi dal 1947 l’impunità totale per devastare le coscienze, saccheggiare la ricchezza e stuprare la democrazia.
    In realtà un “vincolo” è stato applicato tacitamente dalla partitocrazia per rubare in compagnia e coprirsi a vicenda!

  • Un argomento cosi’complesso meriterebbere un dibattito serio e non poche righe nel blog comunque,proviamoci,lademocrazia liquida diretta,se chi vota e’ manipolato dai media e vota a propio danno che democrazia diretta e’ Prodi e Bonino nella top ten delle quirinarie non vi dicono niente?.Vincolo di mandato se ne puo’ discutere ma qui per coerenza si dovrebbe anche pretendere il vincolo di programma elettorale il referendum sull’euro che forse poi magari puo essere che un giorno si fara’ vi dice niente?la promessa uno vale uno ed invece a prendere le decisioni quando e se vengono consultati sono solo 40.000 vi dice niente?vogliamo parlare poi del diritto dell’elettore di sapere prima di votare chi guidera’ e prendera’ decisioni in un partito o in un movimento?Gianroberto Casaleggio non vi dice niente?.Risulta sempre facile vedere la pagliuzza nell’occhio dell’altro e non vedere la trave nel nostro.Far prendere decisioni direttamente al popolo sarebbe un suicidio le masse sono facilmente manipolabili,dare mandato ai partiti senza poi controllare e punire nell’urna il loro operato e’ stato un suicidio.Il problema non sono le forme di democrazia ma il popolo Italiano.Io speravo che il M5S avesse saputo trovare un giusto equilibri poi pero’ accendo la tv e vedo il signor Gianroberto Casaleggio eletto da nessuno che non e’ passato per nessuna selezione che in tv pala da leader/guru del movimento quando leggo le dichiarazioni di Grillo su come risolvere il problema del debito mi cascano le braccia.Una domanda agli attivisti del movimento che si sbattono sul territorio e che sono la parte migliore di questo paese ( si propio quelli come te amico virus) non vi sentite presi per i fondelli?ma cosa aspettate a liberarvi dei guru e cosa aspettate a creare il vero movimento 5 stelle?

  • si a democrazia diretta ed al vicnolo di mandato semplicemente perche
    non siamo + un popolo di stolti analfabeti come nel medioevo
    proprio perche un eletto puo cambiar idea venendo meno alle promesse fatte senza rischiar che l elettore possa tolgiergli il mandato siamo arrivati ala dittatura attuale

    • Dainis Patmalnieks
      non siamo + un popolo di stolti analfabeti come nel medioevo
      CITAZIONE
      Il popolo tedesco ( il più pericoloso…ieri e oggi..) pur essendo un popolo di altissimo livello culturale in un periodo “drammatico” post crisi economica 1929..molto simile all’attuale (questa è peggiore…vedrete quando tutto inploderà o esploderà o collasserà ..scegliete voi….che “dolore” ci aspetta..)…votò in massa e con molto “spirito democratico”…un tizio chiamato “Hitler”…e lo stesso popolo civile, colto ed avanzato…lo supportò anche quando il sangue scorreva a fiumi….
      oggi lo stesso popolo…tutto sommato…non dissente..da certe posizioni…politico -economiche…che stanno devastando l’Europa…(la Grecia…è diventato 3° mondo…nel giro di 2 anni…grazie soprattutto a quel “meraviglioso” , avanzato , colto e civilissimo popolo germanico.che ha fatto pressioni per imposizioni deleterie…anzi la Merkel..è stata rigidissima proprio per non inimicarsi le simpatie dei krukki ..quando poteva benissimo essere salvata inizialmente…con un “costo” europeo molto limitato…)..
      oggi…in Italia…un popolo altrettanto colto (anzi..la storica culla della civiltà europea..che ha prodotto tanta di quella cultura nell’arco dei secoli..come nessun altro popolo al mondo ) vota per 2 /3..e passa…per delle formazioni politiche…che letteralmente stanno insaponando la corda per auto impiccarci
      ho detto tutto….meglio non continuare …basta e avanza
      la “democrazia diretta” via web…è ambigua e pericolosa….lo è “oggettivamente” non sto trollando.
      ciao ciao
      Shardan
      ps: vanno modificate e anche rivoluzionate…tante cose in modo pragmatico e serio senza “infantili entusiasmi”di massa….forieri di disgrazie (storia docet)…partendo dall’analisi del nostro impianto istituzionale…nella sua complessità…cioè sviluppare un migliore sistema democratico…coadiuvato anche dallo sfruttare al massimo le nuove tecnologie ….es: l’web..come sistema di “controllo” e di “verifica”…di massa…dell’operato di chi è stato investito dal mandato popolare di governo (es. obbligo di render pubblico tutto il loro operato…di qualsiasi forma…etc etc…qui le proposte dell’M5s ci stanno tutte e alla grande…)
      ma non governare attraverso la “democrazia diretta” via web (è semplicemente scellerata e miope P-A-Z-Z-I-A ..che non vede al di la del proprio naso….comporta dei pericoli…ma dei pericoli…da non dormirci..e finirebbe per far il gioco dei poteri forti )-
      Quindi si al rinnovamento “serio ” del sistema democratico…
      e si anche al servirsi delle nuove tecnologie..in funzione coadiuvante e migliorativa
      ma quest’ultimo aspetto deve essere “sempre” subordinato ..al sistema democratico fuori dal contesto web.
      Il puntare tutto sull’ web per costruire un rivoluzionario “nuovo sistema”…è un salto nel buio inquietante e pericoloso..molto pericoloso…..
      ciao ciao
      Shardan

    • Shardan
      coadiuvato anche dallo sfruttare al massimo le nuove tecnologie ….es: l’web..come sistema di “controllo” e di “verifica”…di massa…dell’operato di chi è stato investito dal mandato popolare di governo (es. obbligo di render pubblico tutto il loro operato…di qualsiasi forma…etc etc…qui le proposte dell’M5s ci stanno tutte e alla grande
      CITAZIONE
      Es_ …quelle teste di C…….di parlamentari di destra è sinistra…hanno votato quasi all’ unanimità per quella “disgrazia ” chiamata MES….
      praticamente all’ insaputa degli italiani….(ho il dubbio che non sapessero manco loro di che si trattava….tanto son come pecore….arriva la direttiva…votate questo o votate quest altro e loro votano….)
      mi pare che gli unici o i pochissimi che ne abbiano parlato…siano Messora ( se non erro…a l’Ultima Parola ..di Rai 2 ) e un economista siciliana …Lidia Undiemi….quest ultima addirittura ha inviato tutta una documentazione particolarggiata ..all’ Italia dei (dis)Valori partito di suo riferimento..( e non hanno manco risposto ) poi a tutti i partiti politici ( idem…silenzio di tomba)….
      le informazioni sull Web riguardanti il Mes…è stata data da fonti alternative…sull Web ….
      TUTTTO E’ STATO FATTO ALL INSAPUTA DEGLI ITALIANI (un argomento delicatissimo…di cui avrebbero dovuto discutere in sede parlamentare e in sede pubblica tutti i mass media…e tutti i politici nei vari talk show politici )
      Con un obbligo per legge…di pubblicare tutto..comprese tutte le discussioni in parlamento (ma proprio tutte…cosi gli italiani possono vedere e giudicare come sti manigoldi prezzolati…lavorano per il popolo che gli ha votati )…questo non sarebbe successo.
      Ecco un esempio di “utilità” del sistema web.
      MA NON LA DEMOCRAZIA DIRETTA.(che è tutt’ altra cosa )

  • Non ho tempo di seguire passo passo l’attività del parlamento-senato dove risiedono i miei eletti, mi fido e guardo i risultati a lungo termine. Adoro la democrazia diretta ed il vincolo di mandato ma, non ho tempo di segiuire i lavori degli eletti passo passo però, ho un amico ricchissimo che tramite il dominio dei mezzi di comunicazione, stampa compresa, mi convincerà a ritirare il mandato ai miei politici che ho eletto, cosi andremo a votare molto piu spesso e nessun progetto politico portera a termine il suo programma! Questo mi entusiasma tantissimo!

    • Andrea
      ho un amico ricchissimo che tramite il dominio dei mezzi di comunicazione, stampa compresa, mi convincerà a ritirare il mandato ai miei politici che ho eletto, cosi andremo a votare molto piu spesso e nessun progetto politico portera a termine il suo programma! Questo mi entusiasma tantissimo!
      CITAZIONE
      Gia…………..:-)))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))
      E come se vedessi….Il PDL e i suoi “colleghi” opposti /simili del PD (hanno molti denominatori in comune….sempre di colleghi si tratta…nonostante le rivali apparenze )……trasferire le loro non indifferenti risorse …con relativo armamentario…nell web…a trollare,sviare, influenzare etc etc…..il casino di oggi..è paradiso..rispetto al probabile “incubo” di domani con una pseudo democrazia-diretta dei miei calzini bucati-
      E poi e come se vedessi…i servizi segreti ..italiani e non…schedare tutti gli italiani …uno per uno…opinione per opinione tendenza per tendenza….ed avere un quadro perfetto quasi in tempo reale (non faranno manco fatica )
      ed è come se vedessi…sempre i medesimi “servizi” o altri “poteri” di vario genere e tipo…studiare il modo di infinocchiarci e confonderci….(un gioco da ragazzi..con il quadro della situazione sempre a disposizione…aggiornato minuto per minuto )
      e poi magari con i dati a disposizione sempre freschi….studiare ad hoc…le strategie per che so…neutralizzare con la splendida “democrazia – diretta” dei miei calzini….e inserire…cittadini coscienziosi e con il “senso civico”…premere per eliminare seduta stante..quel tal o quel tal altro politico che magari sta proponendo una legge che disturba certi interessi….
      si scatenerebbero tutta una sorta di guerre e guerrette subdole… …da incubo.
      Ed ovviamente …spostando..il baricentro politico e democratico ..nel sistema Web….il cittadino e neanche una formazione politica non potra MAI avere un quadro..di tutto l’insieme….e non potra mai avere in mano l’web…da impedire che possa esser toccato o manipolato.
      Il “potere” (quello vero)…potra oltreché avere le prerogativa prima dette…anche dire: caro popolino plebaglia informatizzata puzzona….ci avete rotto i coglioni ! e con un semplice clik…buttar giu tutta la rete spegnendola con tutto cio che contiene. (nel mentre avremo perso quelle interconnessioni politico culturali etc etc di “sistema”…e resteremo letteralmente con il “culo per terra” noi e la cosiddetta deleteria “democrazia diretta” dei miei calzini.
      detto per inciso: non sto trollando
      ma Casaleggio per chi lavora?
      Per cortesia e per rispetto di chi è attivista sincero nel Movimento…o del cittadino elettore come me…che lo ha votato…(pur non condividendone tutto …ma condividendone abbastanza per dargli il voto…..SI OCCUPI DELLE COSE CONCRETE..: EUROPA, EURO, LAVORO, DISOCUPAZIONE, CRISI ECONOMICA, ETC ETC E SIA COERENTE CON LE ASPETTATIVE DEGLI ELETTORI E DIA LA PRIORITA’ AI PROBLEMI SERI DRAMMATICI URGENTI CHE LA GENTE STA SOFFRENDO….non alle minchiate deleterie…da masturbazione mentale parossistiche sino al delirio.
      ma senza perder tempo!!!
      grazieeee
      ciao ciao
      Shardan

    • ti devi leggere ATTENTAMENTE le esternazioni di un politico del passato..Giorgio Almirante che nel lontano 1967-1968 – istituzionalizzo questo sistema di procedere…!!!adottato in seguito da tutti i partiti…!!

  • @ Shardan,
    I tedeschi popolo di altissimo livello culturale? Sono solo più nazionalisti di noi italiani, nazionalisti sfegatati come i francesi e gli inglesi, sanno benissimo che l’unione nazionale gli da forza ed autorevolezza.

    • Clesippo….in due millenni noi Italiani abbiamo prodotto tanta cultura…come nessun altro popolo al mondo…e quando noi eravamo culturalmente molto avanzati in relazione alla condizione dell’ umanità di allora…i tedeschi ancora camminavano a quattro zampe come cavernicoli. Ma in questi ultimi 3 secoli…i tedeschi hanno prodotto notevole cultura e di alta qualità. E oggi indubbiamente..sono un popolo di notevole capacità in tutti i campi…(è innegabile).
      Son tanto bravi quanto pericolosi…il tutto è dovuto ad alcune loro caratteristiche caratteriali come popolo ( Antipatici, arroganti, con radicati e pericolosi “complessi di presunta superiorità “..e con un non saprei come dire…un che di “permanente istinto nazista” nel loro DNA caratteriale…istinto prevaricatore che talvolta in certe condizioni.. rispunta in modo evidente. Non c e un popolo che in questi ultimi cent’anni abbia prodotto disastri e tragedie come il popolo tedesco ; distrutto l’Europa con due micidiali e sanguinose guerre mondiali e adesso si stanno industriando alla grande per distruggerla e sottometterla per una terza volta…con armi finanziario economiche . Tutti i casini europei attuali …sono fondamentalmente..determinati..dalle loro posizioni “intransigenti” egoistiche..
      Il coltello ha una duplice valenza: puo servire per usi pacifici (tagliare il pane..o altro ) oppure uccidere. In metafora: tutte le volte che il manico del coltello è dalla loro parte…indubbiamente loro preferiscono la seconda opzione (è il dna nazista loro congenito che prevale…sempre).
      Popolo capace, prevaricatore e pericoloso……….c ‘è poco da fare,
      Alla Grecia non hanno pagato il debito di guerra..dopo averla mezza distrutta…cifra che se non ricordo male equivale a circa 120 miliardi di Euro (attualizzata)….dopo la seconda guerra mondiale la comunità internazionale…gli ha aiutati con enormi cifre per la ricostruzione…quando le due Germanie si son riunite 20 anni fa…idem…son stati aiutati..con enormi agevolazioni
      Oggi loro..non hanno pietà di nessuno…mirano ai loro interessi…e in nome dei loro interessi..non esitano a strozzare chiunque (in Grecia…e non solo..son milioni di persone che stanno soffrendo…i bambini svengono a scuola per denutrizione….solo che è calata una coltre di silenzio da parte dei mass media europei e mondiali). Son nazisti al naturale…c e poco da fare.
      Usciamocene da questo Euro…e se è possibile da questa Unione Europea di mer,,,,,,,
      Shardan
      un altra cosa: nel contesto Unione Europea…non son stati esempio di correttezza, hanno bleffato anche loro i conti…quando hanno avuto necessità sono usciti fuori alla grande dai parametri stabiliti ( 3 % ) ..cio che impediscono a noi (strozzandoci)….i loro conti sul debito pubblico son taroccati… (lo sanno tutti)…..però la Troika permette….e se la Troika permette…..(bilderberg docet)

  • Claudio, se esistesse una vera corrispondenza certificata fra gli eletti e gli elettori, non si porrebbe il problema del vincolo di mandato in quanto ogni problema verrebbe sottoposto in tempo reale agli elettori..L’esempio della Gambaro è emblematico: io che ho votato m5* e sono iscritta al movimento, avrei votato contro la sua espulsione, dunque adesso che è rimasta in parlamento continua a rappresentarmi così come tutti gli altri appartenenti al m5*

  • qualunque “formula” troviate sarà elusa dalla corruzione etico-morale diffusa in tutta o quasi la classe politica e dirigente italiana.
    Il primo obbiettivo che il M5S deve porsi e raggiungere è ottenere alle prossime elezioni il 50,1% dei consensi, altrimenti è inutile ogni iniziativa, proposta o “ammucchiata” parlamentare per governare.

    • Basterebbe anche il 40% (il 25% di rinnovata fiducia+almeno la metà di coloro che non sono andati a votare che sono stati alemno il 30% degli aventi diritto. Poi mi piacerebbe vedere cosa fanno gli altri. Secondo me chiudono il Parlamento. mah?! Siamo in Italia dove i politicanti non hanno nessun limite all’indecenza.

  • Domando e mi domando un altra cosa…
    Si parla di vincolo di mandato…e dei signori parlamentari eletti su uno specifico programma….
    B.Grillo…durante la campagna elettorale..ha parlato in certi termini del problema Unione Europea.. dell’ Euro.(CHE IN QUESTO MOMENTO è UN TEMA FONDAMENTALE..UNO SE NON IL PIU IMPORTANTE )..proponendosi in una certa posizione precisa e chiara…(uno dei motivi principali che ha indotto me e tanti altri a votarlo)
    ora perché cazzo ….in merito .sta diventando più “blando”…muovendosi in un altra direzione molto più conciliante , soft…tanto soft quanto vacua….?
    il vincolo di mandato vale anche per lui….altrimenti tutto mi fa pensare….che con certe argomentazioni “forti” ha sollecitato …la sensibilità della gente ..disperata e letteralmente “alla canna del gas”….una volte ottenuto un forte consenso…si va a fare i cazzi suoi…(e del Casaleggio)……
    e allora che differenza c’è tra loro e i parlamentari dei vecchi schieramenti?
    in un momento…particolarmente drammatico….ma vi sembra questo il momento di parlar di “democrazia diretta”…detto come già esposto prima…che è UNA GRANDISSIMA PUTTANATA…più grande di quell altra puttanata chiamata “decrescita felice”…..ma prendendola per “roba bona ” (ammesso e non concesso..)..la realizzazione di un tal sistema…non è cosa semplice …richiede serenità e riflessione…(penso che alla gente disperata che sta letteralmente asfissiando…non glie ne fotta un emerito C….)
    allora le priorità sono: i sogni di Casaleggio…o le priorità della gente?
    le conclusioni a voi.
    ciao ciao
    Shardan
    ps: Unione Europea, Euro, lavoro, esodati,disoccupati disperati,scuola, etc etc QUESTI SONO I PROBLEMI SUL QUALE BATTERSI COME LEONI…..non le seghe mentali di Casaleggio
    scusate lo sfogo…

  • lo sanno tutti ormai che i governi da tempo sono eletti in base alle direttive del bildelberg, della trilaterale, dell’Aspen, dal Concil foregn relation ecc. Come tutti sanno che la crisi in atto è il frutto della menzogna che i burattini della politica interpretano a nome di Rockfeller e della lunghissima lista dei traditori della razza umana.
    Questo atteggiamento da regime comunista e pseudosocialista ci porterà ad una violenza incontrollabile, una guerriglia fra poveri che causerà la voluta diminuzione della popolazione terrestre. Forse noi non faremo in tempo a vedere il disastro, ma l’accelerazione degli eventi ultimi sembra voler anticipare tale autodistruzione, tant’è che la manhattan bank rockfeller house finanza fortemente riformisti conservastori, destra, sinistra, centro,…sia in america che in europa, attraverso la BCE una baca privata costituita d 17 banche private e autogestita da persone appartenenti all’alta finanza ed eletti dal bildelberg, TC, CFR, spesso all’unisono da tutti e tre.
    Tutto il resto conta poco. Possiamo parlarne all’infinito ma nulla potrà cambiare fino a quando non usciremo dalla trappola nazista dell’euro costruita ad OK da menti perverse che pensano di essere immortali.

    • novecento
      Tutto il resto conta poco. Possiamo parlarne all’infinito ma nulla potrà cambiare fino a quando non usciremo dalla trappola nazista dell’euro costruita ad OK da menti perverse che pensano di essere immortali.
      Citazione
      il M5s…ha tutte le potenzialità per poter far una battaglia incisiva…in tal senso e per “induzione”..trainante…trascinare altre formazioni politiche…nella stessa direzione. Addiritura…dentro il PDL…che è quello che tutti sappiamo cioè una schifezza,,,,ci son molti e non pochi..sia nella base che addirittura nel vertice….che vogliono uscire dall ‘Euro…il PD niente da fare..e totalmente appiattito ai voleri ..di quel “Potere” (il vero potere)…di cui hai parlato in modo chiaro e preciso: Bildergerg (che farebbe salti di gioia…se trasferissimo il nostro attuale sistema democratico…in una “democrazia diretta” via web….letteralmente salti di gioia …)…
      Dicevo…M5s..ha tutte le potenzialità per poter far sta battaglia ….a questo punto gli unici che stanno “depotenziando”..questa carica chi sono?
      risposta: …….quei due….si …si…..quelli la…..: Cici & Coco!!….gia gia…..proprio “quei due là “…..
      Mi domando e domando: da che parte stanno Casaleggio & Grillo……dalla nostra? oppure…..da quell’ “altra” parte…che tu hai descritto molto bene …..perché da un certo modo di procedere…il forte dubbio viene…c’è poco da fare….(ci son tutta una serie di “circostanze”…che me lo fanno venire il dubbio….e resta “sospeso”….aspettando di capire….)
      se stanno dalla nostra parte…. facciano quello che devono fare…promuovano una “concreta” battaglia senza precedenti continua e martellante.. …sul tema Unione Europea ed Euro.(fonte principale di tutti i nostri guai: quindi priorità assoluta)
      Diversamente ci siamo presi un altra fregatura….e “cici &coco”….sono gli ennesimi due furfantelli imbroglioncelli….furbasti….come c e ne son stati nel passato…e c e ne saranno nel futuro.
      e dire queste cose non è trollismo e neanche complottismo….le cose vanno dette. …
      ciao
      Shardan

    • anitamasi@yahoo.it
      Gran parte di quello che ho imparato nel corso di questi anni lo devo anche al M5S che seguo da quando prendeva percentuali di voti detti “altri”.
      Non ho mai pensato che in Italia ci possa essere attualmente e nel prossimo futuro un programma politico piu’ efficace di quello presentato dal movimento in campagna elettorale. Gli italiani difficili da raggirare sono una piccola minoranza, e questo blog di Messora lo dimostra, basta guardare quanti lo frequentano su 60 milioni di abitanti. Gli argomenti trattati qui dovrebbero far scoppiare i server e invece siamo quattro gatti. Sono altresi’ convinto che Beppe Grillo è animato da sentimenti uropeisti simili ai nostri che prima dichiarava apertamente senza perdere occasione e adesso cerca di sviare. La domanda sul “come mai?” me la sono posta: se bildelberg è responsabile delle stragi del 92 come dice il giudice Imposimato, vuol dire che puo’ imporre ogni atto delinquenziale senza pagare pegno, del resto anche nel MES (composto da personaggi del bildelberg e trilaterale) qualsiasi cosa accada non puo’ succedere nulla alle persone malefiche che lo compongono. Anche Bagnai nel suo libro afferma che uscire dall’euro è una azione che va fatta in silenzio e all’improvviso, forse anche lui teme rappresaglie violente.
      Sta di fatto che oggi è impossibile votare per qualsiasi partito perchè ogni partito (soprattutto il PDmenoelle) è impregnato di personaggi di stampo nazista imposti dal bildelberg, TC e FCR dotandoli di una maschera da gentiluomini e manovrandoli come marionette.
      Quindi è impossibile non votare per il M5S attualmente, se poi ce la prenderemo in quel posto questo è da verificare nel futuro, altrimenti cosa fare? l’unica cosa che si puo’ fare è votare Berlusconi in quanto è l’unico uomo rifiutato dai poteri forti perchè ritenuto inaffidabile e instabile, lui pensa solo ai cazzi suoi del resto non gliene frega niente.
      E allora…. cosa votare? l’unico voto attualmente possibile è il M5S l’unica forza che ha al suo interno il sentimento dell’uguaglianza e della speranza. Si potrebbe dire che è poco, ma una volta iniettato il farmaco giusto nella metastasi mondiale che ci sta divorando prima o poi qualcosa succedera’. Bisogna lavorare sulla cultura e sulla conoscenza dei fatti cosa che sembra impossibile in Italia.
      Certo che se un giorno ci dovessimo accorgere che Grillo e Casaleggio sono degli imbroglioni…. beh….. penso che sarà cosi’ alta la tensione che in questo caso rivedremmo le gesta di piazzale Loreto a Milano. Non dimentichiamo che il M5S possiede circa 9 milioni di voti e la metà di queste persone è a conoscenza di fatti complessi come quelli che in questo blog trattiamo. 3 milioni sono invece le persone alimentate da sentimenti al limite dell’ esplosione, perchè oltre a conoscere la situazione politica subiscono la deindustrializzazione sistematica del bildelberg.
      Votare per il M5S e’ un dovere ed è un diritto allo stesso tempo.

  • Oggi come allora sarà il mercato ad imporci una decisione: allora si trattò di abbandonare lo SME e svalutare, oggi si tratterà di decidere se ristrutturare il debito restando nell’euro o tornare alla lira.
    Sarebbe bastato imporre il pareggio della bilancia commerciale invece del pareggio di bilancio per avere una storia completamente diversa che avrebbe tarpato le ali alle politiche mercantiliste del Nord Europa. La politica italiana prona al volere della Germania ha permesso che la tutela del nostro debito privato e pubblico detenuto dall’estero (in buona parte generato dal meccanismo perverso dell’Euro e dello SME) diventasse la priorità. La politica italiana ha venduto l’anima al diavolo teutonico in cambio della propria sopravvivenza a spese della collettività su cui ha riversato austerità e deflazione.
    Se non sarà l’Italia a reagire lo farà per lei il mercato con il suo linguaggio universale, ci sarà un prossimo rialzo degli interessi richiesti fino a rendere insostenibile il nostro debito
    CITAZIONE (da articolo di oggi del blog di Beppe Grillo )
    Quando riprende argomenti del genere mi si riaccende la speranza: NON SI RISTRUTTURA IL DEBITO…..SI ESCE DALL’EURO.

    • celebre frase di Romano Prodi…con plauso del PD di allora…sull’Euro:
      “.. “Con l’euro lavoreremo un giorno di meno guadagnando come se lavorassimo un giorno di più ”
      e tutti ci credettero…….e tutti gioirono convinti…..e chi “osava” dire mezza parola di sola perplessità….veniva considerato una sottospecie di troglodita.
      Ma io dico…sto tizio qua…adesso non si vergogna? al suo posto non riuscirei manco a girar per strada.

    • @Shardan
      Oggi come allora sarà il mercato ad imporci una decisione: allora si trattò di abbandonare lo SME e svalutare, oggi si tratterà di decidere se ristrutturare il debito restando nell’euro o tornare alla lira.
      …..
      Queste le parole di Grillo
      Su questo ‘ristruttuare il debito’ nutro forti dubbi supponendo che Grillo intenda il debito pubblico in mani estere
      Come ristrutturarlo il debito pubblico estero ?
      Grillo non lo dice, non d’ha soluzioni
      Posso presumere vendendo i gioelli dello Stato o aumentare ancora di piu l’ imposizione fiscale
      I due casi sono improponilbili, l’ imposizione fiscale aumentarla metterebbe ancora di piu il paese nella deflazione, vendere i gioielli di famiglia significa tagliare una fonte produttiva non da poco e forse dipendere da mani estere su fattori produttivi di importanza strategica.
      Ma supponiamo di risolvere questo problema; paghiamo il debito pubblico estero e poi ?
      I problemi si riprensenteranno di nuovo, facciamo altri debiti pubblici esteri e senza un controllo del debito (pubblico e privato) prima o poi avremo di nuovo uno sbilanciamento estero probabilmente in rosso
      O andiamo ad unire i debiti pubblici e attuare un sistema bancario comune (ai tempi della lira non si stava certo a guardare se il Piemonte aveva una bilancia dei pagamenti in rosso o in nero verso la Lombardia) o l’ altra soluzione è il ritorno alla moneta nazionale
      La cosa interessante è che un controllo del debito estero viene già attuato quasi automaticamente dal libero mercato con le varie valute fluttuanti (non sto qui a tediare come)
      L’ altra soluzione è tornare alla moneta nazionale sovrana e lasciare che i creditori esteri si prendano la sola (moneta svalutata)
      Non è una soluzione cosi drammatica come si potrebbe pensare
      L’ inghilterra l’ ha fatto svalutando la sterlina qualche anno fa, e non ho saputo di mezzi militari sul Tamigi
      Inoltre gli abbiamo già abbondantemente ripagato dei rischi attraverso gli spread

  • @Attivisti
    Per tutti quelli che: CredonoCheDallaTastieraDiUnPCNonSiFannoLeRivoluzioni
    http://www.beppegrillo.it/2013/07/il_diavolo_veste_merkel.html
    Ho alzato le braccia e mi sono sentito come quando ha segnato Paolo Rossi nell’82.
    E’ adesso che inizia la guerra vera e propria.
    Bisogna stare col fiato sul collo (e vicini) a Beppe e Gianroberto: se cominciano a fare informazione VERAMENTE scomoda non si parla più di querele e boicottamento.
    La posta si alza:
    1 – La Costituzione è quasi scardinata.
    2 – Il paese è economicamente in ginocchio.
    3 – La speranza di una ripresa nel lungo periodo sta nel non vendere le quote di maggioranza di Eni, Finmeccanica ed Enel.
    L’informazione (e l’intelligenza) siamo noi: un abbraccio a tutti coloro che in questi mesi sono andati in giro per il web a tenere a bada il trollazzo, il complottista o il piddino di turno.
    Ogni giorno sto scoprendo sempre più cosa significhi essere italiano: e sono ogni giorno più orgoglioso.
    p.s. un dito medio invece agli snob, agli intellettuali da solotto e a tutti i senza palle che hanno la risposta (col sorrisino) sempre a tutto tranne che per giustificare la propria vigliaccheria.

    • Gli ho scritto (a Grillo) proprio su quel post, assertandolo,ora che conosce e spero letto ‘Il tramonto dell’ euro’,di prendere posizione chiara sull’ euro a nome del movimento

    • @eno
      Credo che sarebbe opportuno, data la gravità del momento, focalizzare i “PASSAPAROLA” sul tema: ogni post con un focus di analisi macroeconomica con i divulgatori che sono stati già promossi da Byoblu sui temi trattati nel “Tramonto dell’Euro”.
      Questo avrebbe l’indubbio vantaggio di fornire già un servizio essenziale di informazione prioritaria alla comunità e, ovviamente, SI TRASFORMEREBBE IN UN’ARMA DI CONSENSO ELETTORALE che travolgerebbe l’establishment di marionette in caso di caduta del governo.
      Solo prendendo in contropiede rapidamente con il tema dell’€ avremo la possibilità di salvare parte del nostro futuro e magari realizzare tutte le ottime proposte del Prof. Becchi.

    • @Virus
      La divulgazione di carettere macroeconomico l’ ho faccio già, da anni se è per quello,in usenet in it.economia e it.politica
      Non tutti ovviamente prendono per buono quello che affermo
      Di solito la maggior del pensiero di chi partecipa verte su
      uscita dall’ euro o restare nell’ euro ma addita casta,corruzione,ecc.. come i grossi mali italiani
      Per chi vuole l’ euro non considera l’ euro un problema ma la colpa è tutta di chi governava (il babau Berlusconi)
      E i grillini non sono molto diversi ,cambia solo il colpevole (tutta la casta)
      Altri poi sognano il paradiso che si chiama europa unita federale,che non avverrà mai o molto difficile che avvenga, visti i fatti
      Per molti, comunque, questo problema (euro si o euro no) non sussiste, in quanto non ne colgono il significato a livello macro o micro (riduzione salariale ad esempio)

    • @eno
      Con “PASSAPAROLA” intendo la rubrica che da anni il Blog di Beppe Grillo propone il lunedì.
      L’ha condotta per anni Marco Travaglio ed è stata, tra l’altro, uno dei motori del picco di popolarità che ha raggiunto il giornalista in quel periodo.
      Non so che utenza tu abbia in usenet ma il Blog di Beppe si è piazzato subito nei primi 10 del mondo ed è primo in Italia da almeno 8 anni: sono dei geni della comunicazione, sono arrivati a portare 160 perfetto sconosciuti in Parlamento.
      Tutta Internet ha puntato lo sguardo in Italia su questa dinamica, non è normale. Ti assicuro che ci sono attivisti tedeschi, danesi, americani che non si capicitano come sia potuto succedere una cosa del genere in Italia, paese ritenuto provinciale e digitalmente arretrato.
      Se si focalizzassero con una rubrica di carattere “economico” come han fatto con Travaglio e la “corruzione” potremmo supporre che in breve tempo L’UNICA COSA CHE CONTA ORA venga portata in mainstream e possa diventare la Stalingrado italiana.

    • Eno
      Per molti, comunque, questo problema (euro si o euro no) non sussiste, in quanto non ne colgono il significato a livello macro o micro (riduzione salariale ad esempio
      CITAZIONE
      Se ne accorgeranno fra non molto….quando saremo strozzati del tutto e disperati….di fatto l”aria fritta”…”fuffa”,,,o meglio la “vera e propria menzogna” ….che ci hanno propinato in modo massiccio in questi ultimi 20 anni…è penetrata bene bene…nel subconscio sociale…e per tanti non è facile liberarsene (non vedono bene la realtà come sta…)…se si aggiunge lo spauracchio/timore che oggi ci propinano..che uscendone succede chissà quale catastrofe….la frittata è fatta. (di fatto non succederà niente di catastrofico…e a limite se di catastrofe si tratta…è una catastrofe tutta positiva: salta l’eurozona …altri Paesi sofferenti..avranno il coraggio di seguire l’esempio…e si potrà “forse” vedere un po di luce…..dico “forse” perché la situazione è parzialmente compromessa….ma meglio tardi che mai)
      E comunque con la riacquistata sovranità monetaria..riacquisteremo anche la Dignità di Popolo e di Nazione (uno Stato senza sovranità monetaria…non è uno Stato…è una regione…).
      Non l’hanno ancora capito…che uscendone non andremo…con la carriola piena di banconote a comprare le sigarette…..na neanche lontanamente.

    • Virus
      Lo hanno sempre saputo TUTTI
      citazione
      quell’ articolo è una altra cosa (Kholl / Miterrand..etc etc…ne ha ampiamente parlato Galloni…se non erro in diversi video).
      Io parlavo di altro…nel post
      notte

    • @virus
      Con “PASSAPAROLA” intendo la rubrica che da anni il Blog di Beppe Grillo propone il lunedì.
      Questo non l’ avevo capito in quanto non sapevo dell’ esistenza di questa rubrica
      Se ne accorgeranno fra non molto….quando saremo strozzati del tutto e disperati….di fatto l”aria fritta”…”fuffa”,,
      E daranno la colpa a chi governa (il PD ?)
      Il PD darà eventualmente la colpa a Berlusconi, visto come il solito uomo nero che terrorizza i bambini, ma non arriveranno mai a comprendere il sistema economico assurdo dell’ UE

    • Eno
      E daranno la colpa a chi governa (il PD ?)
      Il PD darà eventualmente la colpa a Berlusconi, visto come il solito uomo nero che terrorizza i bambini, ma non arriveranno mai a comprendere il sistema economico assurdo dell’ UE
      CITAZIONE
      La colpa è di tutta la cosiddetta “intellighentzia “..intellettuali, economisti, politici , tecnocrati…che hanno assecondato sto piano in questi ultimi 20 anni…destra e sinistra politica…ma in particolare quest’ultima…che ha fatto di tutto..ma proprio di tutto per assecondarlo e sponsorizzarlo (e assurdamente dinanzi all evidenza…continua a farlo tutt’ora…pur a “livelli alti” sapendo di che si tratta..e avendolo “sempre saputo” (su questo concordo…con Virus…mentre invece per quanto riguarda il “popolino” cioè noi…le cose stanno diversamente : ci hanno infinocchiato e ci siamo fatti infinocchiare (10 anni fa tutti erano entusiasti dell’euro….avessero ascoltato una vocina “autorevole” come Krugman…che non è proprio un deficiente …però le cose son andate in questo modo..purtroppo…hanno prevalso le voci degli “economisti prezzolati”….al servizio di “quelli la”…c’è stato una carica informativa tramite i mass media mastodontica…che ha prodotto i suoi frutti….e le voci autentiche..dei veri Economisti…non quelli venduti….è stata messa a tacere.)
      Ma la più colpevole è la Sinistra…la destra è stata pienamente collaborativa ma almeno con qualche reticenza..
      Ancor oggi…a sinistra son tutti ma proprio tutti pro Euro e pro Unione Europea (su questo non transigono ..son fermi..appena sorge un problema…”volano” subito in Germania dai Krukki…a consultare e prender consigli dalla Merkel)..Una buona parte della destra…quantunque sia zozzona…è contro l’Euro e vorrebbe uscirne (nel PDL…Il libro di Bagnai…è stato letto con interesse da tanti…nella base e anche nei “piani alti”…credimi…)
      Berlusconi? è colpevole (perché lo è..)…ma è anche il “capo espiatorio” di tutti i mali ….serve come “diversivo di massa”….cio che ha fatto lui…lo fanno anche “lor signori” ex felce & mirtillo oggi pseudo neo liberla progressisti… ; festini, ruberie, corruzione,conflitti di interessi(coop, mps, giornali etc etc)….il PD è zozzissimo sino alla nausea…e non ha “la dirittura morale”…per poter ergersi…a “partito degli onesti” come ha sempre fatto: FANNO SCHIFO.

    • Caro Virus se dall’articolo sul suo blog Beppe passera’ad azioni piu’ incisiva mi rimangero’con piacere tutto quello di male che ho scritto di lui.Adesso pero’ deve smetterla di essere ondivago sull’euro questa deve essere d’ora in avanti la posizione ufficiale sua e del movimento,anche se purtroppo devo dirti che da complottista quale sono ci sono segnali molto seri che entro breve tempo i bankesters scateneranno una guerra che potrebbe coinvolgere tutto il mondo hanno infatti il controllo economico/politico di granparte del mondo ma gli mancano i cosiddetti BRICS i quali stanno crescendo sempre piu’ economicamente e militarmente e quindi per fermare questo sorpasso non gli resta che sottometterli con le armi e per farlo non esiteranno a far morire milioni di persone.La speranza e’ che qualcuno nella zona Euro faccia saltare la moneta unica e l’Europa e renda inutile di conseguenza la guerra.Lo sai sono malato patologico di complottismo quindi non ci fare troppo caso 😉

    • @emar
      Se fanno la cosa giusta tu ti rimangerai quello che hai detto, io mi rimangerò quello che ho pensato e ti assicuro che molti nostri detrattori non vedono l’ora di cospargersi il capo di cenere… e ti assicuro che sono tanti e di “alto livello”…
      Il conflitto se lo aspettono in molti da tempo: dove pensi che sia andata a parare la crisi del ’29?
      Il problema del tuo “complottismo” è che vivi poi male la politica e ne risulta inficiato il tuo attivismo.
      L’unico appunto che ti faccio è che: io CREDO che si possano fare delle rivoluzioni anche da una tastiera, perché non esiste una VERA rivoluzione politica senza una rivoluzione culturale.
      Dai tempi di Gutenberg i messaggi “rivoluzionari” tendono ad essere processati con un “print”.
      Poi non ti ho mai dato del PDino: ma del piddino (che è peggio :-))
      Da un anno a questa parte amo rifornirmi nell’armeria del Prof. Bagnai.
      Saluti.
      p.s. fantastico il tuo volantino! 😉

  • Clesippo Geganio
    22 luglio 2013 alle 18:03
    @ Shardan,
    I tedeschi popolo di altissimo livello culturale? Sono solo più nazionalisti di noi italiani,
    CITAZIONE
    Clesippo….alla luce di quello che ti ho risposto poco fa…sotto questo tuo post
    metti da parte la tua “fissa” preconcetta ….giustissima ma ovvia ( il tuo ritornello che :”etica e onestà nella politica” che è come dire in metafora…che per combattere la delinquenza non serve la polizia…basta essere onesti ..sintesi: la scoperta dell’acqua calda)….
    vai a vederti su you tube….diversi video di Bagnai…sull’Euro …è di Paolo Barnard…su come si è formata l’Unione Europea, l’Euro, il trattato di Mastrich e di Lisbona….e avrai un quadro…sufficiente per capire di che “realmente ” si tratta.,,,,
    da precisare: tra Bagnai e Barnard..non corre ne simpatia reciproca ne hanno le medesime vedute su tanti punti : ma dicono entrambi delle cose molto ma molto interessanti…il tutto con un riscontro documentato…cioè a prescindere dalla condivisibilità o meno…sono due persone per certi versi distanti…ma “serie”..quindi degne di attenzione.
    Soffro quasi fisicamente quando sento una persona dire che l’Unione Europea e l’Euro vanno bene…e che i problemi sono altri (al netto del PD…servo dei “poteri forti”…)
    Shardan
    Ps: dovrei cercare i link…ma se cerchi su you tube..trovi tutto subito …da te.

  • per Shardan,
    fai i conti senza l’oste! L’oste è quella cricca di faccendieri che da 20 30 anni ha devastato l’Italia, Tu veramente pensi che gli stessi balordi delinquenti possano ristabilire la legalità in questo Paese?
    Esistono due possibilità per uscire dallo stallo, la prima è vincere le elezioni con il 50,1% percentuale necessaria per modificare la Costituzione senza scontrarsi nelle due Camere con ostruzionismi di parte, la seconda possibilità è una rivoluzione violenta e sanguinosa, ma essendo pacifista propendo per la prima difficile che si avveri, ma ammettiamo che avvenga il miracolo il M5S con il 50,1% riduca ai minimi termini quella cricca di politicanti delinquenti, rimarrebbe da sconfiggere quella parte di classe dirigente di enti pubblici e privati di holding economico-finanziarie collusa con i politicanti che per garantirsi gli interessi personali non darebbe spazio al rinnovamento.
    Forse sfugge un dato di fatto, il “politico” è immischiato in un coacervo di conflitti di interessi con l’economia e finanza imprenditoriale dalla quale riceve direttamente o compra indirettamente quota azionarie di società indicizzate in borsa, il sistema così concepito è incartato, avviluppato a se stesso per cui nessuno mollerà il potere politico fino alla fine.
    Così come stanno le cose in Italia qualunque idea o soluzione proposta non cambierebbe una virgola.
    Il problema sono gli italiani più o meno colti ed ignoranti come i tedeschi i francesi e gli inglesi ma con un grave difetto, non sono nazionalisti ma genti disgregate tifose dei Montecchi o Capuleti.

  • Ad integrazione di quanto qualcun ha già evidenziato:
    ====
    AMATO: “SAPEVAMO CHE L’EURO SAREBBE FALLITO”.
    CI SARA’ UN’EUROPA UNITA GOVERNATA DA FUNZIONARI NON ELETTI E CONTROLLATI DA UNA RETE DI LOBBY FINANZIARIE E INDUSTRIALI.
    QUESTI FUNZIONARI NON ELETTI EMETTERANNO LEGGI CON POTERE SOVRANAZIONALE IN MODO DA SOTTRARRE IL POTERE REALE AI PARLAMENTI NAZIONALI.
    QUESTA NUOVA EUROPA SARA’ DOTATA DI UNA UNIONE MONETARIA TOTALMENTE FUORI DAL
    CONTROLLO DEI GOVERNI SOVRANI E PRIVA DI UN’AUTORITA’ ECONOMICA CENTRALE.
    Questa truffa fu venduta agli elettori europei come un passo verso un futuro economico più brillante e un’Europa più civile.
    Nella UE la creazione dei trattati di Maastricht e di Lisbona ratificati in legge nazionale da tutti gli Stati ne ha di fatto abolito la sovranità legislativa.
    L’Europa vive oggi l’assurdo paradosso di avere una Commissione Europea potentissima che governa tutti con le sue direttive sovranazionali ma che nessun europeo elegge; e un parlamento europeo che è invece eletto dai cittadini ma che non può proporre le leggi.
    =========
    Questo gran figlio di p uttana, insieme all'”insaccato” di Bologna è ancora in circolazione a far danni ?
    Sentitelo dalla viva voce!
    http://perchiunquehacompreso.blogspot.it/2013/07/amato-sapevamo-che-leuro-sarebbe-fallito.html

    • @uno qualsiasi
      Siamo tutti d’accordo, però…
      Se linki blog si noti complottisti mi spieghi come si fa a essere poi presi sul serio?
      Già è dura, se poi cominciamo a pubblicare chi semina confusione e angoscia nel web si può solo fare contenti chi lavora per rincolgli00nire le persone e l’industria farmaceutica.
      VOGLIAMO UNA RUBRICA SERIA DI MACROECONOMIA SUL BLOG!!
      Che ne dite di: PASSAPAROLA – Speciale Economia
      Puntata 1: Impatto della nuova valuta sull’inflazione – Come smontare i terroristi dell’informazione
      Puntata 2: Nuova valuta e impatto sui mutui correnti – Claudio Borghi sfata i luoghi comuni in un intervista di Byoblu
      Puntata 3: Nino Galloni parla del divorzio tra Tesoro e Banca d’Italia – L’importanza della sovranità valutaria
      Possibile che il lavoro di economia5stelle non venga usato per tracciare delle linee guida per “Passaparola”? Ma non si riesce a dare delle priorità?

      • Il complottismo (ammesso ma non ocncesso) cosa c’entra?
        L’hai sentito dalla viva voce che ti hanno voluto fo ttere!!!

    • Poi se penso che Amato prende 32 mila euro di pensione al mese per i danni che ha combinato ….c’e’ da impazzire di rabbia!

  • @ Shardan
    notizia di poche ore fa, la Corte Costituzionale ha bocciato la “responsabilita” oggettiva dei Presidenti di Regione con i bilanci economici in rosso; praticamente come se la colpa delle decine di miliardi di € spesi in malomodo fosse colpa di chi non si sa!
    Si può battere un sistema marcio putrido fino ai piani alti di questo regime? Dove chi sbaglia a danno della collettività non paga mai anzi si autoassolvono?

  • @Virus ti faccio notare che il sito che tu dici essere poco credibile è di Elia Menta ovvero l’autore delle interviste a Ioppolo e Galloni perciò io dico magari ce ne fossero tanti di siti complottisti così

    • @emar
      Appunto.
      Non ho detto che è un diffamatore o un giornalistoservo: ho detto complottista.
      E’ appassionato (come te) delle teorie del complotto.
      Il fatto che i temi trattati sono sacrosanti non significa che vengono trattati in modo corretto dal punto di vista divulgativo.
      Per molti possono essere degli spunti per porsi delle domande e fare ricerca poi nelle sedi opportune.
      Per altri, invece, significa rimanere impigliati in un’analisi quantomeno superficiale di dinamiche importantissime e non essere in grado di essere convincenti nella divulgazione, anche se la sintesi è corretta.
      Alla lunga viene inquinato il dibattito e viene fatto più danno che altro.
      I complotti sono presenti ovunque, raccontarli è un conto, romanzarli e fare solo quello è un altro.
      Guarda l’evoluzione diversa di Claudio che si è sempre occupato di controinformazione e anche di “complotti”: ti sembra che abbiano lo stesso approccio d’inchiesta? Lo stesso risultato in termini di diffusione delle informazioni?
      Il problema non è solo il cosa. Ma anche il come.

    • Emar
      io più o meno seguo l’informazione che segui tu…però concordo anche con Virus…su alcune cose…troppe di quelle letture…che stimolano una specie di curiosità morbosa…alla fine influenzano negativamente…poi di solito in quei blog…ci son argomenti seri e interessanti (ottime le interviste a Galloni e Ioppolo ) misti ad una specie di delirio…ad esempio in quel blog..parla di alieni, extraterrestri etc etc…gia si entra in un terreno che sfiora il ridicolo e la paranoia..(stile David Icke..che dice cose serie miste a cazzate simil new age: rettiliani..e farneticazioni del genere…da notare David Icke in tutto il mondo riempie i teatri in cui fa conferenze..e alcune analisi son pure corrette..ma poi scantona e farnetica…rendendo il tutto poco serio e credibile.

    • Shardan
      26 luglio 2013 alle 11:50
      Emar
      io più o meno seguo l’informazione che segui tu…
      CITAZIONE
      mi correggo….seguo “anche” quella informazione…ma ne estrapolo quello che mi interessa come spunto…e che ha riscontri…con altre fonti considerate serie….

  • Ma cosa significa “vincolo di mandato” ?
    Che se Beppe Grillo dice che uno è contro la linea del partito allora viene espulso anche dalla carica di Parlamentare ?
    Perché se così è, e così sembra intenderla Becchi, allora il “vincolo di mandato” altro non è che la concessione di un’arma ai capi partito per ricattare i nostri parlamentari.
    Quindi noi eleggiamo i Parlamentari, questi vanno in Parlamento a rappresentare noi, però i capi partito li ricattano con il “vincolo di mandato” e gli fanno fare quello che vogliono loro e contro di noi.
    Sarebbe questa la famosa democrazia del Movimento ? Questo è esattamente l’opposto di ciò per cui la gente vi ha votato !
    I Parlamentari nostri dipendenti rappresentano noi, ed agiscono in nome e per conto nostro con assoluta libertà e sulla base della fiducia. Se sbagliano non li voteremo più. Di certo non daremo ai capi partito uno strumento per ricattare i nostri Parlamentari, che nessuno ha eletto, e a cui nessuno ha dato alcuna fiducia, ma che vogliono spacciarsi per nostri rappresentanti. I Parlamentari sono i nostri rappresentanti, non i capi partito non eletti.

  • Shardan
    si vede che lo frequenti poco i post sugli alieni biglino ecc.. gli ha messi per dimostrare che è tutta paccottiglia messa in rete per creare confusione.Io posso anche essere d’accordo che per adesso con la massa delle persone dobbiamo rimanere all’aspetto economico\politico della questione perchè non essendo pronte per i livelli superiori di manipolazione e potere ne risulterebbe inificiato il lavoro di divulgazione questo però non vuol dire che io debba rinunciare a studiare la verità perchè gli altri non sono pronti ad ascoltarla.Un giorno capirete quanto i compottologi (gli studiosi seri del complotto globale)avessero ragione e sapessero discernere la paccottiglia new age messa in giro propio per confondere le masse.Devo dirti che Elia Menta è uno dei migliori blogger italiani capace appunto di separare la verità dalla paccottiglia mi rendo conto che per molti risulta difficile fare questo ulteriore salto di consapevolezza per cui dovremo fermarci ed attendere il resto della massa propio come ora dobbiamo attendere che la massa prenda consapevolezza della truffa del moneta debito noi complottologi dovremo attendere chi è già al livello di consapevolezza della moneta debito voi attendete gli altri noi attendiamo voi e gli altri,molti veli ancora vi sono da squarciare.
    Ciao Emiliano

    • emar
      26 luglio 2013 alle 13:11
      Shardan
      si vede che lo frequenti poco i post sugli alieni biglino ecc.. gli ha messi per dimostrare che è tutta paccottiglia messa in rete per creare confusione.Io posso anche essere d’accordo che per adesso con la massa delle persone dobbiamo rimanere all’aspetto economico\politico della questione perchè non essendo pronte per i livelli superiori di manipolazione e potere
      ……………………………………………………………………………………………………..
      Un giorno capirete quanto i compottologi (gli studiosi seri del complotto globale)avessero ragione e sapessero discernere la paccottiglia new age messa in giro propio per confondere le masse.Devo dirti che Elia Menta è uno dei migliori blogger italiani
      CITAZIONE
      stiamo un po..uscendo fuori dal tema di questa discussione.
      detto questo:
      guarda che io li seguo….ovviamente non ho tempo per leggermi tutto (devo pure come si suol dire lavorare per campà…)…ho un sacco di libri sul tema…comprati e non letti…ma tanti li ho letti…
      In questo blog…devo dirti la sincera verità ..ho guardato..solo i titoli (Corrado Malanga , Biglino etc etc )..quindi non so in che termini Menta ne parli…non li ho visionati.
      Devo dirti che Malanga e Biglino..tra parentesi…sono due persone preparatissime…se non erro Malanga è laureato non vorrei sbagliare in fisica o chimica..ed se non erro..è docente universitario e ricercatore …Biglino ha una preparazione..notevole (talmente che traduceva la Bibbia e testi sacri antichi..per conto di case editrici cattoliche ben conosciute…poi lo hanno mollato quando ha introdotto gli alieni etc etc …detto questo resta sempre una persona preparatissima..come bagaglio tecnico culturale)
      Ma gli argomenti che trattano…non dirmi che non son “pazzeschi”…io ho seguito un po…più per curiosità che per altro…poi ho mollato ….preferisco temi..economia, politica, sociologia, geopolitica ..etc etc anche nell’ambito del cosiddetto “complottismo”…ma che abbiano dico un minimo…di oggettiva razionalità….
      Seguo ad esempio Alex Jones…(bisogna parlare inglese però …) e il suo blog con la sua radio è seguito in tutto il mondo in particolare in nord America…..ha il merito di aver “sputtanato” il Bilderberg..insieme ad Daniel Estulin….ma anche questi qua in particolar Alex Jones…scantonano…di tanto in tanto…bisogna presentare le cose..con rigore, ben documentate con riscontri dimostrabili …e “presentabili” al pubblico…c’è troppa fantasia, paranoia..e fissazione nell’web in merito
      Ciao
      Shardan
      detto questo quando sento “alieni” “new age” etc etc…me la svigno…perché son argomenti…ambigui…e anche poco credibili….quando ne incontrerò uno verdolino…aspetto rettiliano…con le orecchie lunghe… un occhio solo e tre antenne sulla kappa a mo di parabolica …incomincerò ad prendere seriamente l’argomento…per ora mi faccio delle risatine divertite ….
      mo interviene Virus dicendo: è questo che caspita c entra con il tema della discussione? risposta: ha ragione …:-)

  • a tutti coloro che fanno i conti senza l’oste, oggi è stato presentato dal PdL un emendamento con i quale eliminare la pena di 4 anni di carcere per corruzione privata e sostituirla con una pecuniaria! ….ed il PD sta a guardare perchè conviene anche a loro?
    Il problema non è l’Europa o l’euro siamo noi che votiamo quella gentaglia d’incoscienti, sanno benissimo dove trovare il denaro sufficiente per abbassare di colpo il debito pubblico, diminuire le tasse, sanno benissimo dove sono collocati 248 MLD (miliardi di €) all’anno pronti sulla mano senza fatica senza colpo ferire, ma per mantenere i loro agi fingono di non vederli.

  • @ Christian,
    Del vincolo di mandato non ci sarebbe bisogno se fossimo in un Paese di persone corrette e di coscienza, siamo invece un Paese allo sbando perchè nell’anarchia assoluta foraggiata dai soldi pubblici.

  • shardan. Siamo OT quindi non mi dilungo molto tutta la roba sugli alieni nostri progenitori,alieni buoni che ci salveranno ecc.. è tutta roba trata fuori da chi vuol manipolare le masse.Il fatto che Biglino e altri siano preparatissimi non li rende credibili che forse Amato,Prodi,Monti ecc.. non sono tutti professori preparatissimi? ma ti sembra che ci sia da fidarsi?.Comunque avete ragione tu e virus in questo blog è meglio rimanere su argomenti più recepibili dalle masse come economia e politica.Ciao Emiliano

  • il vincolo di mandato è l’ANTICAMERA DELLA DITTATURA permetterebbe ad una persona sola con il suo eventuale club di disporre a suo piacimento dei parlamentari a lui vincolati.
    Questa sarebbe democrazia? La politica è l’arte del mediare e per fare questo i parlamentari devono ragionare ed agire con la propria testa, senza vincolo di mandato.
    DIFENDIAMO LA LIBERTA’
    Beppe Moschella

    • i parlamentari “””delegati con il voto”” devono rispondere ai cittadini elettori. non al circolomagico…!!
      nominate per elezione dei cittadini della sua circoscrizione…!!!! non nominati dal capo azienda…e pagati con i soldi dei cittadini..!!

  • @ Beppe Moschella,
    i Depuatati dovrebbero essere scelti dal popolo non dalle segreterie e consorterie, gli stessi dovrebbero sottoscrivere un programma elettorale chiaro e preciso, se dopo eletti hanno dei ripensamenti o non si riconoscono più in uno o più punti di quel programma per coerenza ideologica e rispetto verso gli elettori devono dimettersi e tornare da dove erano venuti, invece di ingrossare le fila degli antagonisti magari previo lauti compensi economici e cariche istituzionali prestigiose.
    Questa è l’Italia delle puttane e puttanieri, ma non mi riferisco a quelle donne costrette sui marciapiedi.

  • “dovrebbero sottoscrivere un programma elettorale chiaro e preciso, se dopo eletti hanno dei ripensamenti o non si riconoscono più in uno o più punti di quel programma per coerenza ideologica e rispetto verso gli elettori devono dimettersi e tornare da dove erano venuti,”
    Il “gruppo misto”, refugium peccatorum, è una presa per i fondelli da eliminare.
    Serve agli “apostati” per continuare a suchhiare risorse pubbliche.
    Chi non rispetta il mandatto dei suoi elettori circoscrizionali, A CASA!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi