E intanto il paese brucia

Giorgio Napolitano Larghe Intese Enrico Letta

Questo Governo – così come, del resto, quello che lo ha preceduto – è conseguenza di un’operazione politica voluta e diretta dal Presidente della Repubblica. E’ un Governo «anomalo»: dopo quello di Monti, infatti, è il secondo dei due governi presidenziali di una Repubblica che solo formalmente è parlamentare. Letta e la sua compagine ministeriale sono il risultato di una maggioranza delle larghe intese imposta da Napolitano allo scopo di riformare la costituzione in senso presidenziale introducendo un nuovo sistema elettorale ad hoc. E tutto questo senza alcuna legittimazione popolare. Si tratta di una svolta autoritaria, di un autentico tradimento rispetto ai padri costituenti che potrà esser bloccato solo dalla fine di questa legislatura. E già questa sarebbe una buona ragione affinché essa finisca rapidamente.

Diciamolo però con franchezza. In realtà “le larghe intese” non sono mai nate e ci stiamo avvicinando semplicemente alla conclusione di qualcosa che è rimasto solo a livello embrionale: un aborto terapeutico, insomma. Certo, che una sentenza possa far cadere una legislatura e di nuovo una «anomalia», ma è difficile pensare che una volta estromesso Berlusconi dal Parlamento i suoi ministri possano restare ancora al Governo.

Insomma, il matrimonio voluto da Napolitano sembra andare inevitabilmente verso un divorzio certo non consensuale (altro che pacificazione nazionale!). La crisi di Governo, lo voglia o meno riconoscere il Presidente della Repubblica, pare inevitabile. Le “larghe intese” sono servite solo a prolungare l’agonia del Paese. In un Paese normale si prenderebbe atto dell’impossibilità di continuare l’esperienza di Governo e della necessità di ritornare al voto perché è diventato ora del tutto evidente che questo Governo è il risultato artificiale di una maggioranza non corrispondente all’ultimo risultato elettorale.

Le recenti dichiarazioni di Letta non fanno che confermare tutto ciò: «Il mio è un governo parlamentare di grande coalizione – ha dichiarato il Premier in visita in Austria – e deve la sua fiducia al Presidente della Repubblica e al Parlamento e lavorerà finché avrà la fiducia del presidente della Repubblica e del Parlamento». Cosa significa? Significa che solo formalmente il suo è un Governo parlamentare: è la fiducia di Napolitano ciò da cui dipende la stabilità e la tenuta del Governo. Del resto, anche se dovesse perdere la fiducia del Parlamento, questo Governo resterà in carica per gli affari correnti fino a che lo vorrà Napolitano (come ci ha insegnato l’esperienza Monti). E ancora: davvero il Governo Letta ha la fiducia della maggioranza parlamentare? Certo, ma una fiducia cui Pd e Pdl sono stati obbligati dal Capo dello Stato, a partire dalla sua rielezione e dalle condizioni da lui imposte per proseguire il suo mandato.

Napolitano avrebbe, allora, dovuto da tempo  prendere atto del fallimento della sua ipotesi di governo e rassegnare lui le dimissioni come richiesto dal capo politico del M5S. Avrebbe potuto limitarsi – per non gettare il Paese in una crisi istituzionale senza precedenti – a giustificare il proprio atto con la stanchezza dovuta all’età avanzata: tutti avrebbero compreso il suo farsi da parte. Diverso, invece, è minacciare le proprie dimissioni per salvare il governo: sarebbe inaccettabile,  equivarrebbe ad un ricatto. Napolitano si esporrebbe a molte critiche se, oggi, dovesse decidere di rassegnare  le proprie dimissioni al solo scopo di impedire le elezioni. Insomma: non c’è neppure più tempo per una fine anticipata del mandato del Capo dello Stato.

Si potrebbe forse pensare di dare un mandato esplorativo al movimento 5 Stelle: ne avrebbe il diritto, dopo essere stato messo nell’angolo privilegiando le larghe intese. Ma che servirebbe in fondo? Solo a perdere tempo: e, ormai, tempo non ne abbiamo più. Inoltre Pd e Pdl stanno rovinandosi da soli, ed al M5S conviene lasciarli cuocere da soli, nella loro acqua: come si dice a Napoli, O purpo se coce dint’ all’acqua soja’. Il Presidente della Repubblica è dell’idea che non si possa andare a votare con questa legge elettorale ed è sicuramente un’argomentazione forte, tenendo presente che all’inizio di dicembre la Corte Costituzionale sarà chiamata ad esprimersi sull’illegittimità della medesima. Ma il problema è: questa accozzaglia di partiti non è riuscita negli ultimi otto anni a cambiare questa legge elettorale. Dovrebbero mettersi d’accordo ora? E cosi siamo allo stallo. Il Presidente della Repubblica che cercherà in ogni modo di bloccare le elezioni ed un Parlamento che non sarà in grado di fare la legge elettorale. E intanto il Paese brucia.

114 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • […] Questo Governo – così come, del resto, quello che lo ha preceduto – è conseguenza di un’operazione politica voluta e diretta dal Presidente della Repubblica. E’ un Governo «anomalo»: dopo quello di Monti, infatti, è il secondo dei due governi presidenziali di una Repubblica che solo formalmente è parlamentare. Letta e la sua compagine ministeriale sono il risultato di una maggioranza delle larghe intese imposta da Napolitano allo scopo di riformare la costituzione in senso presidenziale introducendo un nuovo sistema elettorale ad hoc. E tutto questo senza alcuna legittimazione popolare. Si tratta di una svolta autoritaria, di un autentico tradimento Leggi la notizia […]

    • Il m5s aveva votato la mozione Giacchetti(esponente PD) per abolire il porcellum e tornare alla vecchia legge elettorale. Il PD e il PDL l’hanno bocciata.
      Se aspettiamo Pd e Pdl x abolire il porcellum stiamo freschi….a questo punto tanto vale andare a votare subito con questa legge e il m5s se dovesse vincere cambiarla.

    • L’ITALIA DEVE RITORARE AI CITTADINI ONESTI CON REGOLE FEREE, DEVE ESSERE RIPRISTINATA DA ZERO, OPPURE MOLTI SE NE ANDRANNO, E RIMARRANNO GLI EXTRACOMUNITARI, LORO FARANNO COME FECERO I FRANCESI E L’ISLANDA!

  • OK….daccordo su tutto in linea di massima.Ma ci vogliamo incollare,se vuoi,ossessivamente,il reale problema del nostro paese e cioè l’€ e l’UE.
    Non possiamo permetterci le repliche inconcludenti e nemmeno elettoralistiche.Lo vuoi capire Claudio che ad ogni tuo post devi contestualizzare la situazione economica?Se no,alla fin fine,nonostante le buone intenzioni,non si arriva e non si capisce nulla.Il nemico è il PDL+PD-L e Napolitano e basta? Quì i cittadini si svenano per sopravvivere.E non è da te ignorarli.

    • Escuse moi…era Becchi…ma la sostanza non cambia.Vale anche per Becchi la mia osservazione,far finta di nulla non serve.

    • Davide Berolani….le sue sono: PAROLE SANTE.

      tanto sante quanto inutili….questi non sentono!!!

      girano e rigirano sui temi importanti ma secondari rispetto alla contingenza del momento….e volutamente ignorano il Vero Problema…(che conoscono perfettamente,,,,in tutta la sua gravità…per non dire tragedia)….

      Ove vivo io (Sardegna) …da un po di tempo…sto vedendo situazioni e drammi…che non ho mai visto in vita mia….gente d-i-s-p-e-r-a-t-a….che sino a ieri viveva molto dignitosamente:-((

      saluti

    • Il nemico è il PDL+PD-L e Napolitano e basta? Quì i cittadini si svenano per sopravvivere.E non è da te ignorarli.

      CITAZIONE

      Negli anni 80 eravamo governati da un branco di delinquenti …non meno di questi….eppure l’economia andava bene.

      Quindi al momento il vero sostanziale problema è l’Euro e UE.

      Prima leggevo sti articoli con interesse…da un po di tempo in qua…li considero…un bla bla bla…non differente del bla bla bla…del classico politichese vacuo…

      stessa inutile tiritera….dicesi: rigirare le frattaglie e non il sostanziale…(non che non siano importanti..sono importantissimi .ma se escludono “””sistematicamente”” il sostanziale..(e ripeto il “sistematicamente”)……è “fola” per interesse “spicciolo”del movimento….esattamente come il bla bla dei politici di partito..)

      e io cittadino…quando capisco l’ “antifona”…la fola inutile la faccio entrare da un orecchio e uscire dall’altro……

    • “Negli anni 80 eravamo governati da un branco di delinquenti …non meno di questi….eppure l’economia andava bene.”

      Negli anni 80 l’economia andava bene, perché il costo del petrolio era basso e ci potevamo permettere il lusso di servizi per tutti, baby pensionati ecc.

      Adesso l’energia costa molto e ce ne sempre meno!

      Tutte le nuove fonti energetiche hanno dei costi molto alti e quindi significa che se li potranno permettere in pochi; basta dare tutti i servizi gratuiti a tutti; si daranno solo quelli strettamente necessari, e poi neanche quelli se la situazione non cambia.

      Hanno bisogno di cambiare la costituzione, perché bisognerà prendere decisioni in fretta e molto ma molto impopolari.

      Sta arrivando l’era della scarsità, mentre quella dell’abbondanza sarà solo un ricordo!

      Il problema non è l’euro, tanto che, anche la Germania avrà i suoi problemi.

      Capisco che chi non ha studiato il settore dell’energia, non comprende la reale importanza che ha l’energia; però sa che per il petrolio scoppiano anche delle guerre!

      Guerre che l’Europa si sta preparando a combattere spendendo sempre più in armamenti.

    • Caro Innovazione

      son tre post che non ti rispondo…perché richiedono risposte che non finiscono più….io vorrei sentire altre persone in merito…

      Sull’energia…sono in parte d’accordo con te….(come son d’accordo che prima o poi ci scapperà un conflitto…di questo ne parlano anche i mass media ufficiali….)..ma solo in parte…..un accenno: il prezzo del petrolio…qualche anno fa..è stato fatto schizzare in altro “artificiosamente” da certi signori della finanza mondiale…per scopi ben precisi…tu parli come se vivessimo in un “mercato perfetto” ove tutti si muovono rispettando le regole non è cosi …il mercato è alterato e manipolato continuamente…da “lor signori”

      Sul resto neanche per sogno.Ma neanche lontanamente….

      magari se riesco…di dirò la mia su tutti e tre i post…(lunedi devo tornar al lavoro…sono uno di quei fortunati che ancora ne hanno uno…sottolineo …l'”ancora”…non sono un dipendente pubblico…potrei pure io finire tra i “desperados”… ormai c ‘è da aspettarsi di tutto…qui le attività chiudono a cottimo….il fallimento è l’unico “trend” in attivo.)

      essendo anche io prudenzialmente in “austerity”..come tanti quest’anno ho evitato le vacanze altrove….e mi son fatto le ferie..a——–>>”casa”…(non è una tragedia…la Sardegna è bellissima….se ci fosse più lavoro ..oserei dire un paradiso : sole , mare e spiagge incantevoli non mancano.. idem per i divertimenti estivi :–))) …

      ciao

    • Shardan:
      “il prezzo del petrolio…qualche anno fa..è stato fatto schizzare in altro “artificiosamente” ”

      La finanza mondiale riesce a spostare il 15% della domanda di petrolio mondiale, che per un bene a domanda rigida è già tanto, significa che il prezzo può variare di molto, questo è vero; però quando la domanda di petrolio aumenterà di un altro 20%, con o senza finanza, con o senza manipolatori, il prezzo schizzerà alle stelle.

      Che ci siano grandi famiglie potenti che a livello mondiale dettano le regole è vero, però solo in occidente.

      Questo significa che l’oriente (Cina in primis) o si adegua (e non penso che lo farà) o ci scapperà il conflitto.
      A meno che, con tutti i miliardi di dollari che stanno stampando, si comprino mezza Cina, ma la Cina non è fessa e di fatti non è possibile per le aziende straniere avere grandi partecipazioni, specialmente in settori strategici.
      Quindi le grandi famiglie potenti occidentali non riescono ad avere una grande influenza in Cina.

      A parte questo, ci sono problemi mondiali che devono essere affrontati. Ci sono decisioni impopolari che devono essere prese. A livello mondiale chi le può prendere queste decisioni?…. nessuno, perché ogni Stato è sovrano (almeno in apparenza) e quindi i problemi restano.

      L’oceano Pacifico ha una nuova grande isola, fatta di rifiuti che si sono accumulati nei decenni. Chi lo andrà a pulire?
      Nessuno!
      Tutti si sentono in diritto d’inquinarlo, di scaricarci di tutto, ma nessuno ha l’obbligo di pulirlo!
      Vuoi provare a costringere con un trattato internazionale i vari Paesi che l’hanno inquinato? Tentativo inutile! Nessuno rispetterà nessun trattato che abbia solo costi e nessun beneficio economico.

      Per tornare a chi crede che il fotovoltaico sia la soluzione dei problemi.
      Il fotovoltaico ha un senso se l’energia che viene prodotta viene subito consumata.
      Se invece deve essere accumulata in degli accumulatori, la doppia conversione da energia elettrica in energia chimica e viceversa, si mangia il 60% dell’energia e quindi, il netto dell’energia prodotta diminuisce drasticamente.

      Anche se alla fine della vita dell’impianto, ci potesse essere anche un utile del 20%, questo non è niente rispetto al capitale investito per 20 anni e non è niente rispetto al petrolio a buon mercato degli anni ’50, quando in Arabia Saudita consumavi 1 barile di petrolio e ne estraevi 100 (EROI = 100).

      Nel nostro futuro ci saranno i problemi energetici / ambientali a livello planetario, da una parte, e il desiderio d’imperialismo di poche grandi famiglie.

      Entrambi i problemi, salvo eventi eccezionali, saranno l’incubo degli anni futuri.

    • Caro Innovazione

      tu mi fai impazzire…..sei peggio di me facendo post su post….io non condivido molte cose che dici…ho una visione differente…..ma su alcuni punti sono d’accordo con te..potrei risponderti su tutto punto per punto..secondo la mia visione….ma ci vorrebbe un mega forum solo per questo…e post su post per sviscerare il tutto.Oggettivamente non possibile….(e non ne ho manco voglia…domani si ritorna a “lavurà” per il pane quotidiano…;-))

      Le cose che hai detto non sono una novità. (ne è pieno l’web…mi pare che un certo Giulietto Chiesa….dica le più o meno identiche cose….anche se forse con una visione differente )

      Di economia…Bagnai , Barnard ..Ioppolo ..Galloni…etc etc .Euro , Unione Europea….glisso…con te in un forum ove non si può giustamente scrivere più di tanto…mancherebbero troppe considerazioni e riferimenti importanti da fare e sarebbe come un dialogo tra sordi

      Non credo che tu abbia letto i loro libri…e seguito il loro discorso….non credo che tu abbia seguito…quale è stato l’Iter da 70 anni in qua….che ha portato a questo disgraziato e letteralmente “omicida” Euro e questa criminale “‘Unione Europea” non dei popoli per i popoli ma delle èlite per le èlite contro i popoli (e mi pare che gli sviluppi recenti lo stiano dimostrando…stiamo soffrendo tutti…anche la Francia è in forte sofferenza e fra un po anche la Germania ….ma non vi venga l’angoscia: GRILLO CI LIBERERA’ ;-)…..quindi non potremo mai capirci.

      Parte della tua visione dell’ Unione Europea..è simile a quella che insegnano o meglio “inculcano” nella facoltà di Economia (o Scienze Politiche…adesso non ricordo )…della mia città….con un certo seminario chiamato “Modulo Jean Monnet”…ove a spese della Facoltà…consegnano 8 libri/dispensa a ciascun studente partecipante…con dentro scritte delle balle pazzesche (le stesse che ci propina certo PD…sull’Europa)…e ove basta la sola partecipazione firmata lezione per lezione…per guadagnarsi 3 o 4 punti nel punteggio scolastico(quasi mezzo esame….ma senza sforzo..basta esser disposti a farsi inculcare…la favoletta dell’Unione Europea come un sogno da realizzare per le prossime generazioni.. io dico: è proprio vero..cio che dice un famoso detto “la strada dell’ inferno è lastricata di buone intenzioni ” 😉 Insomma…un “indottrinamento” pro Europa delle giovani menti…a spese dello Stato. Povera università….in 40 anni dal 68 in poi violentata e rovinata dall’establishment di sinistra……(inutile dire..che gli studenti per guadagnarsi quei preziosi punticini…vi partecipano in massa….non so se il seminario lo facciano ancora…ma sino a poco tempo fa si..)

      Fossero solo quelle le cazzate velenose che propinano…ho visionato alcune parti di un testo di Macroeconomia….un altro po e vomitavo….

      ciao

    • Shardan:
      “Di economia…Bagnai , Barnard ..Ioppolo ..Galloni…etc etc .Euro , Unione Europea….glisso…con te in un forum ove non si può giustamente scrivere più di tanto…mancherebbero troppe considerazioni e riferimenti importanti da fare e sarebbe come un dialogo tra sordi”

      Per quanto riguarda le mie conoscenze di economia, mi sembra che all’Università, quando facevo economia, ero sempre il primo che rispondeva a qualsiasi domanda del professore, tanto che il mio professore quando faceva una domanda diceva: “A parte (Innovazione) c’è qualcuno che mi sa dire….”
      Quindi: di Economia ne ho studiata, sulla borsa ho anche operato, e nello scoppio delle bolle di Internet intorno al 2001, penso di essere uno tra quelli che ci ha perso meno (hanno perso tutti, perché tutti i titoli azionari poi crollarono).

      Bagnai:
      Ho letto e visto i video di Bagnai, il suo libro ce l’ho, ma dopo qualche pagina ho preferito metterlo da parte!
      Bagnai: della serie, usciamo dall’Euro e poi…
      sue parole: “non lo sò, non sono un esperto di economia industriale!”
      Della serie, qui serve una persona che ha una visione dei problemi a 360 gradi e il Dot. Bagnai ha una visione così limitata da non abbracciare nemmeno tutti i settori dell’economia!
      Continuiamo con Bagnai:
      “La Germania ha aumentato gli stipendi, in percentuale, meno di noi Italiani, per questo si trova in una situazione migliore”
      Peccato che in valore assoluto, che è quello che conta, prendono stipendi mediamente superiori dei nostri.

      Passiamo a Barnard,
      una persona che confonde il bene con il male!
      In un suo video, fa risalire agli inizi del ‘900 il grande complotto di fari diventare il popolo dei grandi consumatori, in modo da renderli schiavi dei consumi e quindi diventare dipendenti dei loro prodotti.
      Io sinceramente, tra essere una persona libera che non ha nessun prodotto e non gode di nessun servizio, ed essere una persona dipendente dagli altri, ma che ha tanti prodotti e usufruisce di tanti servizi (nel ’68 credo che si siano rivoltati proprio per ottenere questo), preferisco far parte del secondo gruppo.

      Galloni: Ho visto il video in questo blog pubblicato… però preferisco commentare altro.

      Euro
      Quando dissero che sarebbe nata la moneta unica, io mi chiesi: ma come fanno a fare nascere una moneta unica se i Paesi sono indipendenti e sovrani?
      Mi risposi, che a breve sarebbe nati gli Stati Uniti d’Europa, solo così avrebbe avuto senso.
      E ancora oggi, la penso nello stesso modo!
      Sarebbe a dire, che se si vuole la moneta unica, si deve tendere all’Unione politica europea; il problema è che con la globalizzazione dei mercati, l’interesse economico a questa unione è venuto meno, perché ogni Stato guarda i propri interessi e se è uno Stato forte, ha poco interesse a unirsi con uno Stato debole.
      Questa è una visione furba che non porta lontano, se fosse un’idea intelligente e strategica, invece si farebbe l’Unione Politica Europea.
      Cosa impedisce di fare questa unione, semplice: la crisi economica porta agli egoismi, e quindi ognuno pensa solo al proprio interesse, Italia compresa.
      Perché noi Italiani siamo bravi a dire che gli Stati del Nord ci devono finanziare, ma se si parla di Uscire noi i soldi, tutti a lamentarci che diamo all’Europa più di quanto otteniamo.
      Ragionamento miope!
      Se il cancelliere tedesco Helmut Kohl avesse guardato solo al punto di vista economico, non avrebbe mai fatto la riunificazione della Germania; che come sappiamo costò alla Germania federale tantissimo, in quanto rese il cambio 1 a 1 con il marco della Germania dell’est.
      Così come quando si fanno degli investimenti, bisogna prima perdere qualcosa economicamente, per guadagnare in futuro.

      Poi, durante la storia, ci possono essere stati tutti i complotti che vogliamo, ma i tempi cambiano e le condizioni anche. Infatti, mentre prima c’era tanta voglia di fare l’unione Politica Europea, adesso non la vuole quasi nessuno… secondo me, è un grave errore!
      Poi potete anche pensare che i massoni o i membri del Bilderberg (di cui ho il libro) possono cercare di comandare il mondo; ma al popolo, che comandi Pingo o Pallino può non fregargliene niente a nessuno, l’importante è poter fare una vita dignitosa e prospera (indipendentemente dal fatto che Barnad la consideri una schiavitù).

      Quindi, caro Shardan, preferirei che non facessi troppo il saputello con me…
      Anche chi conosce benissimo l’economia, ha solo una visione limitata dei problemi.

    • Innovazione
      Quindi, caro Shardan, preferirei che non facessi troppo il saputello con me…
      Anche chi conosce benissimo l’economia, ha solo una visione limitata dei problemi.

      CITAZIONE

      Caro Innovazione

      Se non ricordo male…(altrimenti chiedo venia)…in un altro post…dicevi che conoscevi molto bene..l’argomento energia…lasciando intendere…non altrettanto l’economia…(o almeno questo ho percepito…forse erroneamente )..da certe mie affermazioni…ho avuto l’impressione che non avessi visionato certo materiale economico informativo.

      Credimi…tutto faccio…ma fare “il saputello” non fa parte del mio carattere..semplicemente esprimo le mie opinioni in base anche a impressioni ……purtroppo interagiamo ..tramite forum..e con post improvvisati …e si possono interpretare certe considerazioni..in un modo invece che un altro.Non è così .
      Oltretutto scrivo in modo disordinato e caotico …a “istinto”..invio senza neanche rileggere…(sintesi: scrittura da “caprone” ;-))…insomma temi importanti…espressi caoticamente in stile—> : discorso da bar .

      Per il resto…che ti devo dire? evidentemente vediamo le cose in modo radicalmente differente…possiamo fare pure cento post (per ogni punto che hai contestato giustamente secondo la tua opinione…andrebbe fatto un post )…poi saremo punto e a capo!! d’altronde…in particolare in economia…da “sempre” fior di luminari si scontrano in un continuo dialogo aperto…senza decisamente mai mettersi d’accordo….o trovare punti in comune.Figurati noi….

      ciao :-)))

      buone vacanze (se sei in vacanza)

      ps: informati bene sull’unificazione delle due Germanie…e sul a tuo dire “costo” 1 a 1…..se è stato un privilegio concesso dalla Francia..oppure un costo…

      e perché Francia e Germania…hanno voluto l’Italia in Europa (l’Europa senza l’Italia sarebbe stato uno “sfregio” all’Europa stessa: una cosa ridicola…)…e proprio da li…che la Germania decise la nostra “disintegrazione” (ingegnerizzata e studiata con metodo graduale)…come potenza economica…strizzando l’occhiolino alla Francia……la nostra formidabile “capacità manifatturiera”…non poteva essere tollerata dalla Germania…

      uniti si..ma con un Italia ridotta a condizione di “pezzenti” come condizione sine qua non…(detto fatto..ci son quasi riusciti con la benedizione del partito infame chiamato PD…. )….con un particolare: finiranno pezzenti pure loro….ma a me questo non interessa…interessa la mia Patria (uso un termine obsoleto. ..e un po “retrò”…termine orgogliosamente da rispolverare )

      ovviamente tu mi risponderai che le cose non stanno cosi…etc etc ;-)))….e poi io risponderò che…etc etc

      ciaoooooooooooooo

      ma poi di che bisogna preoccuparsi…??? c’è il M5s…che ha “palle”….e GRILLO CI LIBERERA’…….;-))

      ( per giocare a ping pong….ovviamente)

      ps: libererà pure te che non vuoi essere liberato ;-)) con il M5s non si scherza….gente seria e determinata…ehhh

      italianiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii !!!!(direbbe lui….)

    • Shardan
      la nostra formidabile “capacità manifatturiera”…non poteva essere tollerata dalla Germania
      CITAZIONE

      ho letto ieri…che la Lombardia…non è più nella classifica delle regioni europee…competive.

      Non molti anni fa…era una regione…con una capacità produttiva..più alta della media tedesca….analoga situazione per parte del Veneto…che poi è nel complesso il “motore economico” dell’ Italia.
      Quella parte di Italia..stava diventando l’incubo della Germania.
      Grazie e solo grazie al sistema Euro e al PD…la Germania ci ha fatto la festa per benino.

      Quanto ci sta costandoo il “sogno piddino” di sta maledetta, infame , lercia, lurida , tirannica e fasulla Unione Europea….che prezzo stiamo pagando!!! :-((((

      (oltrettuto…Unione Europea che per assurdo i popoli europei non amano e non vogliono: tutto fatto in modo “forzoso” con di volta in volta “escamotage” tecnocratico/politico/economico….con palle su palle raccontate al “popolo bue” per ingoiare la foglia )

      QUINDI UN ENORME TRAGICOMEDIA..

      sudore , sangue, disperazione,annichilimento, suicidi …per nulla ———-> per finir pezzenti….
      ma ne vale la pena????

      sulle macerie di questa Unione Europea di “letteralmente” MER…..e sulla base di questa esperienza..con più maturità si può ricostruire un Nuova Europa.
      Ma questo “impianto geopolitico” va distrutto e letteralmente buttato nel cesso….

    • Riassumo in poche parole il mio pensiero onde evitare fraintendimenti.
      Sono a favore di una Unificazione Politica dell’Europa, perché nel mondo globalizzato servono leggi internazionali efficienti, serve massa critica per affrontare i vari problemi mondiali e non essere alla mercè dei grandi colossi asiatici.
      In questo contesto è logico che ci sia una moneta unica come l’euro.

      Se invece l’Europa deve restare quello che é… cioé ognuno fa da se e Dio per tutti; allora non ha senso l’Europa e anche l’Euro.

      Io spero che l’Unificazione Europea avvenga, se poi al comando ci saranno gente che non fa gli interessi del popolo; possono sempre essere sostituite con le buone o con le cattive.

      Per quanto riguarda la deindustrializzazione dell’Italia, in qualsiasi Paese occidentale è avvenuta, a maggior ragione negli USA, che fino ad oggi sono la più grande potenza economica mondiale (se non consideriamo il PIL dei 27 Paesi europei messi insieme).
      Questo vuol dire che la deindustrializzazione è avvenuta ovunque per abbassare i costi di produzione.
      Poi ognuno può pensare che sia colpa della Germania; oppure può essere semplicemente che in Germania hanno molti soldi e qui in Italia ci sono aziende quasi fallite che si possono acquisire con pochi soldi. Lo stanno facendo i Tedeschi, come lo stanno facendo anche i Cinesi, Arabi ecc.

      Qualcuno potrebbe continuare a pensare che noi non abbiamo colpa, che è tutta colpa dell’Euro.
      Solo che il debito pubblico Italiano non l’ha fatto l’Euro.
      Gli appalti dove i politici si fregano un sacco di soldi e li portano all’estero (ricchezza che va via dall’Italia) non è stato colpa dell’Euro.

      E’ chiaro che l’Euro così non và, così come non và un’Europa in cui, il Paese che è più in difficoltà, invece di essere aiutato, deve subire pure l’alto costo degli interessi nei titoli di Stato.
      Si deve cambiare l’Europa… oppure non ha senso restarci.

      In base al contesto mondiale è sicuramente meglio cercare di cambiare l’Europa e restarci dentro.
      Il contesto energetico / ambientale ce lo impone, se no saremo spacciati tutti.

      Quindi lottiamo per cambiare l’Europa e non per distruggerla.

  • Professor Becchi
    Mi consenta : In un paese normale non ci sono truppe di occupazione da settanta anni .
    L` Italia e` una colonia amministrata da governi fantoccio che rispondono ai voleri dell` occupante, cio` e` evidente,
    Sono convinto che non ci sara` mai nessuna soluzione ai tanti e gravi problemi nazionali se a monte non si risolve questa anomalia gigantesca che e` all` origine di tutto.
    I governi che si alternano ed il Capo dello Stato mai hanno fatto e mai faranno quanto di loro dovere nei confronti dei cittadini, gli esempi non mancano.
    Purtroppo temo che anche il Movimento se vincesse le elezioni non potrebbe cambiare le cose fin ora viste per i suddetti motivi
    La democrazia in Italia e` solo nei riti , Ci vorranno generazioni ,dopo che l` occupante , caduto in disgrazia , sara` andato via prima di parlare di liberta` di scelte e governo. Suggerire oggi cosa fare e` fuori tempo e forse anche un po`ingenuo

  • Sappiamo bene cosa sta accadendo e cosa accadrà. Gli attuali politici non possono dire la verità sul problema, ossia l’euro, prima che collassi in quanto l’hanno sostenuto a suon di balle.
    Perfino in Germania c’è un partito che vuole il ritorno al marco.
    Per quanto mi riguarda andrò a votare solo se c’è un partito che ha nel programma la dissoluzione ordinata dell’unione monetaria, quindi niente voto agli euroscettici di maniera che non abbiano un piano di salvaguardia dei cittadini nero su bianco.

    • volkan
      25 agosto 2013 alle 09:30

      Sappiamo bene cosa sta accadendo e cosa accadrà. Gli attuali politici non possono dire la verità sul problema, ossia l’euro, prima che collassi in quanto l’hanno sostenuto a suon di balle.
      CITAZIONE

      esatto….se non erro Bagnai…stesso in un video da me visionato tempo fa … dice..che un esponente politico della sinistra…mentre parlavano di Euro in aereo …gli confidò sinceramente…che sapevano da sempre che l’Euro non avrebbe funzionato…ma che ora più che mai…non lo si può dire alla gente. Questi ora son “costretti” a dire balle….perché non possono far diversamente. Se non ricordo male dice che fu questo l’imput decisivo…che lo indusse a scrivere quel fortunato e illuminante libro…”Il tramonto dell’Euro”…

      Sta pur certo….che non sarà sto smidollato M5s con a capo il Grillo “eterodiretto” (secondo me non è un leader libero ….)..tutto fumo e niente arrosto .a portarci fuori dall’Euro….ed ad aver la capacità , la grinta , la determinazione e la forza di contrapporsi incisivamente nei confronti del “”” Vero Potere”””….non è prerogativa di quest’armata Brancaleone…il cambiare l’Italia…al massimo con le scempiaggini che si ritrovano in testa… possono far più danni….magari anche in buona fede…(l’idea che le delicate e complesse questioni internazionali siano gestite da uno dell’ M5s….mi fa venir l’angoscia….tanto per dirne una)

      In una cosa son bravi: rendicontare & sognare favolette irrealizzabili.

      Poi puzzano del più bieco e psicoide sinistrismo ideologico ….lontano un miglio…nel modo di fare e nel modo di porsi….

      e con queste premesse il sognato 51% se lo possono proprio scordare…..anzi credo che qualche milioncino di elettori soprattutto quelli provenienti dalla destra…siano “definitivamente” scappati..per non tornarci più (io sono uno di quelli ..)…non ripeteranno neanche l’exploit delle scorse elezioni…..

      ciao
      Shardan

  • Bisogna fare una azione eclatante !!! bisogna raccogliere le firme per fare dimettere giorgio napolitano , titolo del referendum IL NOSTRO PRESIDENTE NON LO VOGLIAMO PIU’ ,RACCOGLIERE raccogliere almeno un milione di firme ,lo so che qualcuno dira’ che non si puo fare ma almeno servira’ a richiamare la l’opinione pubblica si italiana che europea , saluti Luciano

  • esatto….se non erro Bagnai…stesso in un video da me visionato tempo fa … dice..che un esponente politico della sinistra…mentre parlavano di Euro in aereo …gli confidò sinceramente…che sapevano da sempre che l’Euro non avrebbe funzionato…ma che ora più che mai…non lo si può dire alla gente.

    CITAZIONE

    Esatto, basta però che non si dica che l’uscita dall’unione monetaria è una “idea di Bagnai”.
    Le idee di Bagnai non esistono, ha scritto un libro divulgativo dove usa citazioni di premi nobel e teorie economiche ortodosse per dimostrare l’incompatibilità tra euro e democrazia, tra euro e benessere del popolo.

    • Domanda: C’e’ qualcuno che conosce l’attegiamento del Capo Militare Italiano (intendo quello che veramente comanda e verra’ obedito dalle Forze Armate?)

    • Caro amico…parole Sante. La ns. bella Italia è colma di problemi (da risolvere) ma il problema più grosso è la valuta che non è di nessuno, (Euro). Oltre al proff. Bagnai c’é anche Borghi, P. Savona, A.M. Rinaldi ecc. Fuori dall’Euro e subito, perchè perduta completamente la ns. industria non sarà più possibile nessuna ripresa. Grazie Massimo

  • Caro Prof. Becchi

    mentre i grillini …del forse ‘”eterodiretto” Grillo rendicontano,giocano&sognano cazzate….l’Italia brucia.

    FATECI PER CORTESIA UN BEL ARTICOLO…COMPLETO ARTICOLATO “SERIO”…SULL’EURO E SULL’UNIONE EUROPEA … COME IL M5S INTENDE REGOLARSI ADESSO E IN FUTURO IN PROPOSITO.(corredato di ampia motivazioni sul perché)

    Come vede siamo in tanti a chiederlo: abbiamo bisogno di chiarezza

    QUESTO NON è UN ARGOMENTO DA METTERE DA PARTE perché già discusso “POI SI VEDRA”…E ‘ UN DISCORSO DA RIAPRIRE ADESSO…CON UN CONFRONTO C-O-N-T-I-N-U-O CON GLI ELETTORI ..E DA TENERE “COSTANTEMENTE ” APERTO.(sottolineo il costantemente )

    A noi…cittadini…che viviamo giorno per giorno ora per ora..il “dramma” del vivere quotidiano…l’angoscia per il futuro….del dibattito “politichese” ci importa relativamente……ne abbiamo le scatole piene del bla bla bla…la “fola” inutile non ci interessa..qui non si gioca e non si scherza e tantomeno si sogna: qui SI SOFFRE e tanto anche…… caro Prof. Becchi o Messora…(Messora..che differenza come parlava un anno fa e come parla oggi…!!! che delusione )

    VOGLIAMO SAPERE C-H-I-A-R-A-M-E-N-T-E LA POSIZIONE DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE….E QUESTA POSIZIONE DI QUALSIASI TIPO ESSA SIA ….DEVE ESSERE INSERITA NEI PUNTI FONDAMENTALI DEL PROGRAMMA: NOI CITTADINI ELETTORI NE ABBIAMO BISOGNO ……per regolarci

    IL CONCETTO DI DEMOCRAZIA DIRETTA IMPLICA LA COERENZA…LO “DOVETE ” FARE……perché quest’argomento è particolarmente sentito dai cittadini elettori M5s o meno….

  • In tutto questo guazzabuglio la cosa grave sta nel continuare caparbiamente a pensare che con questi personaggi, vissuti all’ombra del malaffare, possano cambiare democraticamente le cose. Illudersi che il Movimento possa un giorno stravincere le elezioni e andare al Governo è una pia illusione. Gran parte dei cittadini infatti non ha nè la voglia di dare la spallate per mandare a casa questa classe dirigente indegna nè gli strumenti per poter capire che con questi politici non cambierà mai nulla. A voler esser cattivi penso che finchè è in gioco Grillo qualche possibilità di giocare alla rivoluzione esiste. Beppe (toccati) non è eterno: quando non ci sarà più , il gioco passerà di nuovo nelle mani dei soliti farabutti e noi tutti avremo perso la grande possibilità. Diamoci in fretta una mossa che il tempo scorre inesorabile.

  • Shardan sei come un disco rotto che gracchia, anche tu confondi le cause con gli effetti.
    Asserisci che i nostri problemi sono causati dalla valuta Euro quando la causa è la mancanza di una politica UE che governi l’effetto Euro, peggio è quando sostieni ed accusi il M5S di immobilismo o menefreghismo, quando causa ed effetti della crisi ITALIOTA sono stati cagionati da altri una trentina di anni fa, Grillo Casaleggio e M5S non c’erano! Cosa pensavi che dopo 30 anni di balordate il M5S avesse la bacchetta magica? Quindi carissimo cambia disco.

    Non voglio ripetere ciò che ha ben spiegato INNOVAZIONE, ma UE + Euro sono fondamentali per non perdere autorevolezza e peso geopolitico al TAVOLO DELLE TRATTATIVE sulla spartizione della ricchezza planetaria, pragmaticamente parlando.

    Aggiungo al tema trito e ritrito che:
    1- uscire dall’Euro sigificherebbe tornare all’autarchia economica… la storia recente la conosci?
    2- nessuno dei professionisti esperti economisti del “fuori dall’Euro” sa con certezza cosa possa accadere uscendo dalla moneta unica, deflazione e/o inflazione e chissà quali speculazioni, perchè non esistono precedenti storici in Europa forse sull’intero pianeta Terra, è vero hai ragione è una moneta unica mal riuscita, perchè non giudata da una corretta politica gestionale unificatoria a tutti gli effetti.
    3- se la Germania detta “l’agenda” è perchè ha una politica interna nazionalista e furba, idem FR e GB che hanno colto la debolezza dell’Euro moneta per fare gli affarucci loro, mentre noi IT abbiamo al Governo saccheggiatori della Patria incapaci fasulli ed affatto furbi come di consuetudine erano visti gli italiani nel mondo.
    Due piccoli fatti insignificanti ma che provano l’assoluta incapacità di PDPDL & company sono accaduti prima nel 2009 governo berlusconi quando decisero per convenienza=consenso politico di cedere la gestione di fatto la proprietà demaniale del Parco nazionale dello Stelvio alla Provincia autonoma di trento e bolzano e poi oggi con il governo PD-Letta sempre per convenienza partitica di eliminare per sempre la lingua italiana dai cartelli indicanti le località di montagna in Alto Adige dove 80 anni fa migliaia di soldati ITALIANI DIFESERO LA SOVRANITA’ NAZIONALE.

    Dunque Shardan, PDPDL & company di quale sovranità e autorevolezza nazionale si riempiono la bocca se poi svendono l’Italia a pezzi un poco alla volta per convenienze personali e partitiche?

    Prima curiamo il male italiota che ci sta ammazzando ripristinando la LEGALITA’, senza la quale non possiamo battere i pugni sul tavolo della UE diventando AUTOREVOLI E CREDIBILI.
    Ma si sa uno degli sport nazionali che preferiamo è attribuire agli altri colpe tutte nostrane.
    Se la base onesta (ammesso esista) del PDPDL & company non capisce questo allora fatevi il segno della croce per chi è credente oppure fate gli scongiuri per evitare un bagno di sangue italiano.

    • A Clesììì…..io molte cose che tu hai affermato non le ho affatto dette (ho detto ben altro…ma decisamente altro )…ma son troppo stanco per scrivere…è finita la pacchia….primo giorno di lavoro dopo le ferie. Vado a fare una pennichella….

      Auguri per l’Unione Europea ….e per l’Euro…per il peso geopolitico al tavolo delle trattative per la “spartizione delle risorse planetarie”………;-)…..la scarsità di energia (vero..) etc etc……e frittelle friggendo….che orrore…cosa devo sentire…..

      http://goofynomics.blogspot.it/2013/08/gli-estremi-si-toccano.html#comment-form

      ciao Clesippo….:-))

      ps- Oddiooo….io sono un elettore che ha votato M5s—-e che probabilmente non lo voterà più (o meglio la possibilità che rinnovi il voto son poche )……ma non essendo un attivista ..non conosco le dinamiche interne al movimento…cosa si confabula. ed elabora ..”dietro le quinte”….baso il mio giudizio su cio che leggo qua e altrove…come i comuni pinco pallino….ma mi rifiuto di pensare che questa sia la visione del M5s…..è una tua idea (dal mio punto di vista …malsana ma sempre idea…quindi da rispettare )

      vado a pennicare…ciao ciao

  • Cosa significa Svalutare la moneta per aumentare la competitività?

    Facciamo un esempio:
    ——————
    Abbiamo due navi quelle che agli inizi del colonialismo, trasportavano le merci provenienti dalle nuove terre scoperte.

    Ammettiamo che queste due navi si stiano dirigendo verso lo stesso porto e nel mercato ivi presente, la domanda di prodotti equivale a solo il carico di una nave, cioè la nave che arriva seconda al porto non riuscirà a vendere la sua merce.

    Ammettiamo che queste due navi partano dallo stesso porto e quindi devono arrivare allo stesso porto d’arrivo dove c’è il mercato in cui vendere i prodotti.

    La prima nave la chiamiamo ITALIA e la seconda nave la chiamiamo GERMANIA.

    Le navi molto pesanti e cariche di prodotti, partono entrambe spinte dai remi dell’equipaggio.

    Poco dopo la partenza la nave GERMANIA incomincia a distaccare la nave ITALIA;

    Il comandante della nave ITALIA capisce che così non arriveranno mai primi e quindi decide di buttare a mare una parte del carico (svalutazione), perché pensa, sempre meglio vendere metà carico che non venderne niente.

    Buttato a mare metà carico della nave ITALIA, essa diventa più leggera e i rematori riescono a fargli acquistare maggiore velocità, fino a raggiungere la nave GERMANIA e a superarla.

    Il capitano della nave GERMANIA capì che la nave ITALIA era più leggera e veloce, però preferì prendere un’altra decisione, rispetto al comandante della nave ITALIA.

    Comandò al 10% della truppa che stava ai remi (investimento di capitale), di andare a prendere tra il carico che avevano (moneta), tutte le lenzuola e le coperte; con queste dovevano cucire delle Vele che furono poi messe sull’albero della nave.

    La nave GERMANIA non buttò a mare parte del suo carico (ricchezza della nave, moneta), ma lo investì. Il vento spinse la nave mentre tutto l’equipaggio torno ai remi e la nave aumentò di molto la velocità (ripresa economica) e superò la nave ITALIA.

    Il comandante della nave ITALIA era tentato di buttare a mare ancora altro carico (altra svalutazione), ma capì che l’aumento di velocità della nave sarebbe stato minimo e anche se fosse arrivato prima, avrebbe venduto solo poca merce al mercato del porto d’arrivo.
    ———
    Morale della favola…

    La svalutazione dà un vantaggio minimo rispetto all’investimento in Innovazione e ricerca.

    Fatta la prima volta, diventa un suicidio continuarla a fare.

    La soluzione si trova negli investimenti, e anche nella detassazione, che è come un freno tirato che rallenta l’economia.

    Anche Paesi in cui gli stipendi sono molto più alti che in Italia (vedi Svizzera), se la tassazione è più bassa, la ripresa è più semplice.

    Certo è logico che, per poter diminuire le tasse, devono diminuire le uscite.

    • Carissimo Innovazione
      Tu si che capisci le dinamiche economiche…..manco il pseudo laureato (ben due lauree….mica poco ) Oscar Giannino…con tanto di sempre pseudo Master nella prestigiosa :Master of Arts in Business Economics presso la University College di Chicago…è così preparato. (a dire il vero a parte il look da clown e le palle che dice….di economia ne capisce…ma è come se non ne capisse….fa parte di una scuola ad indirizzo economico un po bugiardo..)

      ma che diiiiciiii? …………….;-))))

      Zingales ti assumerà subito come suo consigliere.

      >Il discorso uscita dall’euro e sovranità monetaria….non si riduce ad una banale “svalutazione” per competere….è tutta un altra cosa molto più articolata.

      ciaooo Innovazione 🙂

      Virus ….tu che di economia ne capisci…e dai sempre delle risposte competenti e opportune ….fai qualcosa!!!

    • Al solito Shardan legge tre parole e le altre le mette di testa sua in base a cosa pensa in quel momento.

      Carissimo Shardan, per la seconda volta dici cose che io non ho mai detto, ma non ti puoi limitare a commentare solo quello che io scrivo e smetti d’inventarti discorsi che non ho detto?!

      Io ho parlato della sola e semplice “SVALUTAZIONE”, nell’esempio che ho fatto, non ho parlato di moneta sovrana, uscire dall’euro ecc.
      Ho parlato solo di SVALUTAZIONE… non aggiungere altre parole prese dalla tua testa.

      Per capirci…
      Si può avere moneta sovrana anche con l’euro, basta fare l’unione politica dell’Europa e rendere la BCE la banca con garanzia di ultima istanza.

      Questo solo per farti capire che, devi smetterla di commentare cose che sono solo nella tua testa.

    • no no mi riferivo anche al resto che hai detto…..sia all’esempietto Italia /Germania…e alla morale della favola,

      Il primo non corrisponde esattamente…a cio che è stata la dinamica competitiva quando Italia e Germania rivaleggiavano …essendo le due principali potenze economiche europee nel manifatturiero….sino al 2002 gli abbiamo stracciati alla grande..noi eravamo ai primi posti …loro quasi gli ultimi. …
      è dopo che siamo precipitati la “dinamica euro”…costruita ad hoc per il marco (un marco camuffato )…che ha disintegrato la competizione..a loro favore e invertito i ruoli…(e nella dinamica euro…la svalutazione non c’entra…).

      le altre soluzioni (quelle della Morale della Favole)…vanno benissimo…ma nella “dinamica euro” non possiamo attuarle…perché il meccanismo infernale determinato dalla stessa dinamica non c’è lo permette….a causa del debito pubblico….che era gestibilissimo con la sovranità monetaria (abbiamo una ricchezza complessiva…di circa 8 mila miliardi di Euro quindi quattro volte l’attuale debito pubblico …quindi se il tutto fosse in lire : gestibilissima….alla grande)…

      Qui andrebbe sviscerato..il concetto “debito pubblico”…( e non ne ho voglia)

      faccio finta di averlo sviscerato…..e dal momento in cui si è passati all’euro (praticamente una moneta straniera…ne più ne meno come lo yen o il dollaro )…quel debito pubblico ( secondo la mia concezione di debito pubblico…che non è quella di quel pirla di Oscar Giannino )…quel debito “virtuale” (perché di questo si trattava ) si è trasformato in un debito reale…che la “trojka di delinquenti” che vogliono costruire un Europa simil nazista ammazza popoli …usa come “grimaldello ” per disintegraci (e noi in un impianto strutturato come quello delll’ UE…di cui siamo purtroppo parte..anche dal punto di vista monetario…non possiamo farci nulla: siamo in trappola…..non si può dire la stessa cosa per l’Inghilterra..o per la Polonia…che non ne fanno parte dal punto di vista monetario…infatti non hanno i problemi che abbiamo noi…anzi la Polonia se non erro è in crescita anche se adesso sta rallentando )
      http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2013-04-06/polonia-fronte-azzardo-euro-081535.shtml?uuid=Abzl0lkH

      le ricette della tua Morale della Favola….per l’Italia ..in un contesto Euro/Ue….SONO IMPOSSIBILE.

      L’unica cosa possibile in questo contesto…è la nostra distruzione .

      ciao

      L’arma svalutazione in un contesto di autonomia monetaria (cioè Dignità di Stato…dignità che noi abbiamo perso)….puo essere usata…ma non come…”arma abituale”…per la competizione…ma solo in certi frangenti ..occasionalmente….e in modo “occulato” valutando la contingenza economica del momento…i pro e i contro…(svalutare vuol dire anche tassare implicitamente i cittadini….non è uno strumento facile da usare)

      son stanco.vedo il monitor doppio ..chissà che cazzo avrò scritto …non rileggo e invio….quello che è …..è….

      dovevo fare la pennichella…..e me la son bruciata.

    • A proposito. di Unione Europea…molto interessante ciò che dice Nigel Farage leader politico del terzo partito inglese l’UKIP n un intervista…postata qualche settimana fa nel blog di Beppe Grillo…

      considerazioni molto interessanti (condivisibili o meno)

      http://www.beppegrillo.it/2013/08/passaparola_-_la_sovranita_dei_popoli_europei_-_di_nigel_farage.html

      Oggi quasi tutta l’Inghilterra è tendenzialmente contro l’Europa (ma tutti i popoli europei..amano l’Europa e .non amano sta Unione Europea…ma conteranno qualcosa?…pare di no………..contano le ragioni (non certamente a favore dei popoli ) e la ferma volontà di un èlite…..)…tutto cio che è stato fatto: accordi , trattati, è stato fatto senza quasi mai consultare i popoli…e quando son stati consultati hanno risposto picche…ed il tutto è stato fatto comunque a prescindere in un altro modo e con un altro titolo : vedasi Trattato di Lisbona ( che di fatto è una vera e propria Costituzione Europea)….firmato quasi di nascosto in un mese di agosto (se non erro proprio il 15…..quando il “popolo bue” è piuttosto distratto…)

    • Chi punta alla competitività attraverso la esclusiva svalutazione …si rovina. ci vuole continua innovazione, ricerca, etc etc ….il nostro mady in italy…è invidiato ed amato in tutto il mondo….(avremo potuto fare anche meglio…)…e comunque..non si può e non si deve puntare sulla svalutazione …(già detto ..)
      lasciamo stare esempi di contesti economici completamente diversi dai…nostri sotto tutti i punti di vista….
      i paragoni si fanno tra i paesi occidentali avanzati….i paesi in via di sviluppo..o quelli emergenti….meritano un discorso a parte.

      La svalutazione..è un arma…”tendenzialmente” da non usare.

    • in sintesi quando noi eravamo in competizione con la Germania….noi producevamo prodotti di altissima qualità ….in tutti i campi…per questo gli fregavamo…non perché qualche volta a causa di tutto un contesto economico particolare tutto Italiano…usavamo la svalutazione come “aiutino” quando eravamo in difficoltà.

      SON LE NOSTRE QUALITA’ che i tedeschi temevano (adesso non più perché tutto cio che di buono abbiam costruito…ci verrà depredato…)

      fuori dall euro !!!!

    • Ma stiamo scherzando? Ragazzi cercate di essere seri. Svalutare significa lasciare che le monete oscillino in base alla loro richiesta sul mercato. La tua storiella è ridicola, non c’è nessun capitano che decide di buttare a mare beni e prodotti.
      Semplicemente se un paese esporta poco la sua moneta sarà poco richiesta e questo ne farà abbassare il valore, di conseguenza in seguito i beni prodotti saranno maggiormente cinvenienti e le esportazioni (ma anche la produzione interna, e quindi il numero di occupati e quindi il mercato interno) aumenteranno.
      È semplice da capire, non serve inventarsi analogie astruse con navi capitani rematori etc. A meno che tu non abbia intenzione di intorbidire le acque.

    • @Innovazione

      Sappiamo TUTTI che da sempre tutte le scelte strategiche e i conflitti avvengono per il controllo delle risorse scarse. In particolare, dopo la rivoluzione industriale, per il controllo dei combustibili fossili.

      Hai le soluzioni per risolvere a brevissimo il problema energetico?

      Se no puoi andare a mettere in paranoia i cristiani in un altro forum.

      Un piacere poi a nome dei laureati: evita di vantare un titolo di studio in economia per spacciarti come l’economista che NON sei.

      Chi studia con profitto generalmente sa di non sapere e tende a consumare avidamente i prodotti divulgativi della ricerca accademica: non pare essere il tuo caso.

      Il millantare competenze inficia anche il buon lavoro di informazione che, come cittadino, potresti fare.

      Fai uno sforzo e termina di leggere un libro senza figure come il Tramonto dell’Euro.

    • Virus:
      “Un piacere poi a nome dei laureati: evita di vantare un titolo di studio in economia per spacciarti come l’economista che NON sei.”

      Io ho sostenuto l’esame di economia, non ho la laurea.
      Ho fatto gli studi d’Ingegneria, ma se guardi gli oltre 500 libri che fanno parte delle mie due librerie a muro, capirai che non mi occupo di solo questo.

      Virus:
      “Hai le soluzioni per risolvere a brevissimo il problema energetico?”

      Ho una certa idea su come cambiare le leggi “sbagliate ” che si usano in Fisica delle particelle, che non ci permettono di vedere la natura dell’energia e della massa com’è in realtà!
      Con quali competenze lo dico?
      Al solito; con una lode in Fisica, molto studio per conto mio e tanta passione per la ricerca.

      Sarà che la crisi economica mondiale, preferisco guardarla a 360 gradi, da tutti gli aspetti (economici, energetici, ambientali ecc.).

      Ognuno la può pensare come vuole.
      Ho cercato di divulgare quello che secondo me sarebbe meglio fare, guardando non solo all’aspetto economico nel breve periodo, ma cercando di dare un futuro a questo mondo che ormai si avvia verso il declino da tutti i vari aspetti.

      Io mi ritengo una persona molto pragmatica; quindi dopo aver parlato, preferisco andare all’azione… se no le parole restano parole al vento.

      Forse sarò presuntuoso, ma penso di riuscire a dare il mio contributo alla ricerca scientifica.

    • “Morale della favola…

      La svalutazione dà un vantaggio minimo rispetto all’investimento in Innovazione e ricerca.”

      Un paese con l’industria dcimata, come sarà l’italia nel prossimo futuro, se ne fa una cippa dell’R&D.

      “Certo è logico che, per poter diminuire le tasse, devono diminuire le uscite.”

      ovvero altri 7 anni d’austerità, manco avessi rotto uno specchio.

      “Anche Paesi in cui gli stipendi sono molto più alti che in Italia (vedi Svizzera), se la tassazione è più bassa, la ripresa è più semplice.”

      Ah la svizzera, adoro quando viene presa a modello per probabili confronti con l’italia… due paesi così simili.

    • balle!

      La Germania, di fatto, con le famose riforme Hertz ha SVALUTATO per essere piu’ competitiva (pagando di meno, in sostanza l’ insieme dei suoi lavoratori), altro che investimenti!
      Gli investimenti in germania, nel periodo dell’ euro sono CALATI (specialmente quelli pubblici) di 3 punti percentuali di pil (fonte: der spiegel international)

      Ti rammento inoltre che gli investimenti sono DEBITI e a noi ci hanno impedito di farli.

      Smettila di farti turlupinare dai pennivemdoli italioti.

  • Infatti il denaro in Italia si spende per mantenere il potere politico con la corruzione invece di investirlo in ricerca scientifica ed innovazione tecnologica, si spende il denaro degli italiani per mantenere questi partiti politici cancerogeni per la democrazia alimentando anche le 20 Regioni inghiottitoi di soldi no limits per un costo annuo 248 MLD di euro.
    (c’è una proposta del PD per aumentarle a 36 le regioni)
    Questa classe politica e dirigente meglio DIGERENTE la ricchezza nazionale per mantenere i loro sporchi privilegi chiudono gli ospedali, le Province, 600 Procure della Repubblica e tutto ciò che in questo Paese è lavoro civiltà e cultura, ma non tolgono un centesimo d’euro alla loro politica infame… e poi la colpa la diamo all’Euro? Euro non esente da colpe intendiamoci.
    Ai partiti i soldi non bastano più sono come tossicodipendenti, occorre allontanarli dalle casse dello Stato per farli morire di crisi d’astinenza prima che ammazzino noi cittadini con la crisi che peggiori in depressione economica!
    Il link postato da Er mejo rende l’idea della devastazione in ogni dove, ergo: vanno bonificate le Pubbliche Amministrazioni e le Istituzioni dello Stato dalla corruzione economica etica e morale, e chi lo può fare se non il M5S?
    Ma a quanto pare i giovani OccupyPD e giovani patrioti del PDL vivono in una virtuale Second Life.

    • Quasi tutto cio che produce l’Italia all’estero è considerato “eccellente”….talmente che tentano di imitarci in tutti i modi….

      è il sistema euro/Ue…che ci ha fregato. tutto il resto son storielle….

      Chi ama l’Euro…non ama il proprio Paese. Punto.

  • @ Shardan, la politica monetaria è pragmatismo nudo e crudo, per mantenere e riprendersi quel benessere materiale capitalistico e consumistico si è costretti a sedere ai diversi “tavoli delle trattative geopolitiche” tra i Paesi potenti del pianeta, di certo non possiamo farlo con la Lira che rappresenterebbe 60 milioni di persone, ma con un EuroZona di circa 350 milioni di persone/consumatori in espansione e con un PIL EuroZona di notevole peso economico e finanziario.
    Oltretutto abbiamo firmato più di un trattato con gli altri soci europei come possono rescindere i contratti? E sopratutto NESSUNO di quei sapientoni antieuro (che rispetto ed ascolto con interesse) ci dice con certezza (solo teorie) cosa accadrebbe ai Paesi/soci rimanenti!
    Lo sappiamo l’euro così concepito è un castello di carte, ma se l’Italia togliesse il suo supporto verrebbe giù l’intera UE o no?

    • Clesippo
      Oltretutto abbiamo firmato più di un trattato con gli altri soci europei come possono rescindere i contratti? E sopratutto NESSUNO di quei sapientoni antieuro (che rispetto ed ascolto con interesse) ci dice con certezza (solo teorie) cosa accadrebbe ai Paesi/soci rimanenti!
      CITAZIONE

      I trattati da che mondo a mondo….si possono rimettere in discussione e anche stracciare con un particolare iter …ovviamente…..nelle relazioni internazionali…non esistono trattati…che non possano essere o modificati o interrotti del tutto, Si può fare….ma ci vuole una forte forza politica.

      Oltrettuto quei trattati sono fondamentalmente Anti Costituzionali…e di una importanza tale ..che richiedevano obbligatoriamente il parere del popolo…firmati alla chetichella .tutto in modo forzoso e artificioso….con bluff..ed “escamotage” fatti da tecnocrati con la complicità di politici venduti o incoscienti.

    • Shardan
      con bluff..ed “escamotage” fatti da tecnocrati con la complicità di politici venduti o incoscienti.
      CITAZIONE

      Quasi tutti delinquenti del PD….nn lo so chi tra questi e Berlusconi ha fatto più male all’Italia.

      il PD è un partito infame…perché ha venduto l’Italia.

    • In altri post..è stato detto che un esponente politico del PD confessò a Bagnai…che sapevano sin dall’ inizio che l’Euro non avrebbe funzionato…ma che questo oggi più che mai non non si poteva dire alla gente….e che questo se non erro fu l’imput per Bagnai a scrivere il libro : Il tramonto dell’Euro.

      Questo nemico dell’Italia..il democristiano rosso Romano Prodi …che negli anni 90 ha svenduto con privatizzazioni pilotate…parte degli Enti Pubblici..in particolare a DeBenedetti (tessera n 1 del partito infame PD)…a prezzo irrisorio…che poi ha subito rivenduto tali società al loro reale valore di mercato (di gran lunga superiore ) guadagnandoci una montagna di denaro (da leggere: denaro nostro )…

      Questo signore qui nemico dell’Italia…è un economista competente e preparato…ed è uno di quelli che sapeva che l’Euro non avrebbe funzionato….eppure è stato uno dei maggiori artefici dell’entrata nell’Euro e nell ‘Unione Europea.

      Quale era il suo “famoso”slogan? questo: “”” Con l’Euro lavoreremo un giorno di meno..guadagnando come se lavorassimo un giorno di più “””

      cioè ha preso “tragicamente” per il culo tutti gli italiani…

      mentiva sapendo di mentire….e continua a mentire tutt’oggi (per le ragioni prima dette ),,,,,

      SENTITE LE ASSURDITA’ CHE DICE OGGI…..guardate lo sguardo poco convinto anzi decisamente perplesso.delle giornaliste ..dinanzi a le parole di questo insolente bugiardo … (c’è anche una giornalista greca)

      https://www.youtube.com/watch?v=CX8uJuQoNqY

      Questo tizio qua (bisognerebbe togliergli la nazionalità italiana per indegnità ) una buona parte del M5s…lo voleva come Presidente della Repubblica (bilderberg)….quella parte dell’M5s….che vota M5s con il cuore nel PD…quella parte del M5s..che letteralmente “puzza di sinistrismo ideologico”…anzi emana oserei dire….. fetore. (e aimè…da certi ragionamenti si sente…)

      Signori cari…chi ha fatto male all’Italia non è solo il Berlusca…forse questi signori qua ne hanno fatto molto ma molto di più .Solo che questi signori qua….al Gabbio…non ci finiranno mai….Berlusca …basta e avanza come “arma di distrazione di massa”….con la benedizione del Bilderberg.

    • Shardan
      quella parte del M5s..che letteralmente “puzza di sinistrismo ideologico”…anzi emana oserei dire….. fetore. (e aimè…da certi ragionamenti si sente…)

      CITAZIONE

      Per non essere frainteso….non mi riferisco..agli interlocutori di questo forum…..ma in generale…nel M5s…in una certa frangia nel loro modo di manifestarsi , di proporsi, IL FETORE DI SINISTRA SI SENTE ECCOME….(fetore nauseabondo,,quasi insopportabile)…

  • Da parte mia ricordo una cosa basilare: Grillo disse chiaro che una volta là si sarebbe iniziato a pulire il parlamento. Questo non è avvenuto e la gente ancora aspetta risultati non parole. Avere nel M5S gewnte che ancora ragiona in modo sinistro o destro, non è per noi fattibile, visto che siamo contro quelle politiche divisorie e tendenti al solo lucro politico e personale. Se non ci si libererà di quella gente-immondizia state pur certi che il prossimo passo sarà molto più doloroso e basta vederlo con le associazioni a delinquere per imporre l’uso di inceneritori dove la gente ha detto il chiaro NO! Quella è eversione vera! Però il Governo non si sposta, naturale, ormai hanno preso le mazzette (che possono anche essere favori) e non vogliono tornare indietro. Naturalmente la chiamano democrazia…

    • Il,parlamento lo pulisce chi lo governa, non certo il m5 s che può’ solo pulire i suoi parlamentari e questo lo ha già’ fatto al 100%, se hai lle altre due forze principali contro su qualsiasi tua proposta come puoi fare? Prendere un bazooka ed eliminarli tutti…dimmi tu ?

    • Un parlamento, lo ripulisce il popolo. Quando non lo rappresenta più è un suo dovere intervenire in massa e fare piazza pulita. E’ il popolo che deve anche ribaltare un governo che abusa del suo potere e non fa l’interesse della Nazione (queste erano le politiche dei primi presidenti USA, i padri fondatori degli Stati Uniti d’America).
      In Italia un popolo non c’è, quindi…

  • @ Shardan, per rivedere o cassare quei trattati ci vorrebbero anni per alcuni ed almeno un quinquennio per altri, quindi l’unico modo per “uscire” da questo Euro acefalo politicamente è correggere l’errore, cioè costruire un apparato politico amministrativo che superi le logiche speculatorie dell’attuale BCE per gestire gli effetti della moneta unica nei diversi Paesi membri, si può fare i pochi mesi o settimane.
    Ammesso (ma non concesso perchè tireremmo giù tutta l’Europa) si possano rescindere i contratti con la UE lo dovremmo fare con una politica italiana autorevole e credibile non con questi idioti allo sbaraglio.

    Ma ciò che lascia sbigottiti è il comportamento ottuso della base elettorale del PDPDL trasformatasi in clientela azionista dei rispettivi partiti/azienda senza avere voci in capitolo, arriverà un giorno dove le basi del PD e PDL diventeranno come Capuleti e Montecchi che si picchiavano a sangue per difendere i privilegi di due famiglie!

    Sul fatto che da oltre 20 anni la presunta sinistra abbia fatto più danni all’Italia di Berlusconi hai perfettamente ragione, ma a giorni vedremo cosa saprà fare il PD sul caso ineleggibilità ed espulsione dal Senato di San Silvio da Hardcore.

  • 3mendo anche la nazionale di calcio era partita con l’intenzione di vincere l’ultimo mondiale di calcio, gli europei e la confederation cup! Calciatori professionisti pagati milioni di euro non neofiti della politica come il M5S che hanno stravinto la competizione non solo rinunciando al denaro ma lavorando bene per il Paese, l’elenco delle azioni concrete sarebbe lungo, ma se qualcuno di buona volontà lo volesse pubblicare su questo sito farebbe opera di convincimento per quelli che non credono.
    Rammento che il mainstream della comunicazione di massa attua scientemente la censura su tutto ciò che mina gli interessi di regime.

  • @ragazzi

    Il web è pieno di pazzoidi che muoiono di frustrazione e solitudine.

    Un po’ per la nostra anima pia si dà loro retta come ai nonnini al parco: poi che ritornino a dare da mangiare ai piccioni.

  • @ Virus,
    Sono veri e propri attacchi speculativi per eliminare i concorrenti!

    Forse i complottisti intendono questo:
    I primi ad aver paura dell’unione monetaria europea sono gli USA, con l’affacciarsi sul libero mercato economico e finanziario dei Paesi emergenti quel Dollaro traballava e traballa tutt’oggi, la botta finale l’avrebbe ricevuta dagli “amici fidati” con l’affermarsi dell’Euro, gli USA costretti a porvi rimedio per non perdere il dominio sul libero mercato hanno iniziato contro la UE una guerra economica e finanziaria, perchè tutte le maggiori transazione economiche senza frontiere per l’acquisto e vendita di qualunque bene e/o prodotti dall’energia agli armamenti ecc.. si calcolano in $ USA e l’€uro con un valore superiore avrebbe sostituito il Dollaro?

    Non sono un esperto del settore ma il denaro è un prodotto come tanti altri ma con un valore aggiunto, dunque per poterlo affermare e dominare il “libero” mercato economico e finanziario necessita di controlli artificiosi e manovre speculatorie concordate tra chi produce e gestisce denaro e la politica.
    Anche per il denaro vale il pricipio base della libera imprenditoria, per rimanere sul mercato e guadagnare lautamente si deve realizzare un prodotto di qualità a costi e prezzo di vendita convenienti, oppure eliminare la concorrenza! Spesso è più facile eliminare la concorrenza con l’aiuto della politica!

  • @Clesippo

    Non so se hai visto il post linkato:

    1 – Non è complottismo ma, al limite, la storia documentata di un complotto

    2 – Dagli archivi recentamente secretati pare che dietro all’integrazione europea, già dal primissimo dopo guerra ci siano sempre stati i Servizi USA: la CIA ha sempre foraggiato la propaganda europeista. Moneta unica pure! O hai ancora dubbi dai bei risultati? Oppure pensi che Monti facesse gli interessi dei comunisti in Europa?

    L’Euro (e @Clesippo te lo avremo detto un milione di volte…) come TUTTI gli economisti hanno sempre sostenuto, NON ha nessun fondamento economico: è la tragedia che ci circonda. Ha solo un significato politico: ANNETTERE CON LA VIOLENZA le economie europee al servo teutonico per poi annettere tutto il continente agli USA (cosa pensi che siano questi “trattati commerciali” tra UE e USA?).

    Le dinastie occidentali han bisogno di un esercito di poveri cristi occidentali abbastanza disperati da poter pareggiare i rapporti di forza con Cina, India e URSS e chiunque si mette tra loro e il controllo delle risorse globali: chiaro?

    Il link dimostra (se il documento, come sembra, è originale) che l’attacco speculativo globale è stato pianificato dal governo USA con le principali banche d’affari.

    Stiamo parlando di pianificazione di GENOCIDIO, lotta di classe con assoggettamento delle classe subalterne al rango di schiavi da usare come carne de macello (nel caso dei latini) o da schiavi di fabbrica nel caso dei Protestanti.

    Capito cosa sta per succedere a noi e ai nostri figli?

  • ma rimanendo a casa nostra, per capire senza dubbi il nostro totale fallimento etico-morale ed istituzionale chè chè ne dicano Capo dello Stato e leaders di Governo; ieri quel fenomeno al contrario di Violante esponente di spicco del PD ha detto che tutto sommato una soluzione per non far decadere Berlusconi ci sarebbe posticipando di mesi l’applicazione della pena! L’altro fenomeno di Monti ha detto che non sarebbe uno scandalo trovare una soluzione per salvare Silvio!
    Inutile citare le arzigogolate e surreali spiegazioni proSilvio degli esponenti del PDL.
    Questa è l’aberrante situazione italiana, da 20 anni gli interessi egoistici di un uomo gravano pesantemente sulla vita di un popolo una Nazione che dovrebbe decidere insieme alle altre 9 più evolute e sviluppate del pianeta di politica internazionale e geopolitica?

  • tu vorresti dire che fra un certo numero di anni noi UE adotteremo il Dollaro?
    Oltre al complottismo mi pare ci sia fantaeconomia.
    Fantasia x fantasia è più realistico dire che adotteremo lo Yuan visto che parte del debito USA di proporzioni stellari è stato acquistato dai cinesi.
    Non esiste la SP.E.C.T.R.E. ma una serie di consigli d’amministrazioni di banche d’affari che gestiscono il NOSTRO denaro non il loro speculando senza limiti grazie alla mancanza di regole non dettate da una politica collusa in affari ed infame verso le popolazioni.

    Perchè dobbiamo addossare le cause dei nostri mali ad altri? La crisi nostrana è acuita dalla scelleratezza di chi ha governato l’Italia negli ultimi 20 anni, nel 1993 il debito pubblico era esattamente la metà di oggi, ed oggi vivremmo una crisi meno violenta rispetto ai teutonici, galli, britannici e americani.
    La soluzione c’è per uscire da questa crisi italica senza stravolgimenti ed ulteriori sacrifici da imporre al popolo, chi è al Governo la conosce e finge di non sapere, (oppure sono idioti) se venisse applicata in meno di 5 anni usciremo da questa crisi/depressione e detteremmo noi l’agenda all’Unione Europea.

  • Caro Prof. Becchi & Messora

    secondo la modesta opinione di un comune cittadino elettore …. un pinco pallino qualsiasi..che segue la politica ma non più di tanto (perché mi fa piuttosto schifo…non posso mica stare a vomitare tutti i giorni )…detto questo poi sono i comuni pinco pallino qualsiasi che con il loro voto…determinano una scelta politica di governo tramite il voto….che si rifletterà poi nella vita del paese…..visto che i due punti di riferimento nel forum sono i vostri articoli e il blog di Beppe Grillo….alla luce di quello che si è detto in questo forum….ho rivisionato questo Video….video da vedere e rivedere bene: semplice e chiaro…dal mio punto di vista non c’è una cosa fuori posto——–>>> (eccetto forse ….l’affermazione del Prof Becchi…quando dice che non c’è nessuna differenza tra destra & sinistra…io non credo sia proprio cosi…non c’è differenza nel rubare e fare porcate..è il loro denominatore comune…però a livello di impostazione di pensiero e visione della società…le differenze…ci sono eccome ( esempio fra tanti ..i valori etici…notevolmente differenti… poi entrambi incoerenti con cio che professano …ma questo è un altro discorso….mi riferisco comunque al grosso errore..che a mio parere ha fatto il M5s…con la legge antiomofobia…e obiezione di coscienza…2 temi tutti da discutere e da vedere…la legge antiomofobia così formulata è un autentica porcata illiberale ,liberticida ed infame…..fa solo e semplicemente “inorridire” qualsiasi persona che ami la democrazia …giusta la legge per il rispetto sociale dei “non eterossessuali “…perché è una questioni di civiltà…ma quella legge va molto ma molto oltre…nel senso decisamente negativo del termine….legge pompata ed ispirata..da quella sorta di “ideologismo omossessuale”…promosso a livello planetario..da certe potentissime e tutt’altro che deboli Lobby Omossessuali…e oserei dire…visto che a volte si sfiorano i cosiddetti..”temi complottisti”…molto vicine..a certe élite..che evidentemente hanno interesse che si trasformi la società in un certo modo e che hanno interesse a distruggere e sradicare tutto cio che è “status quo tradizinale” e la sua cultura..che ha radici nella storia…..quasi a voler premere per una sorta di non saprei come dire “mutazione antropologica” delle società …evidentemente il tutto è funzionale ai loro non limpidi disegni (e l’ omosessualità..come condizione , scelta di vita o altro…non c’entra nulla vanno tutelati e rispettati nella loro dignità e scelta di vita a prescindere che la si condivida o meno ) …si tratta di appunto di “Ideologismo Omossessuale”..piano piano imposto con la prepotenza legalizzata. in tutti gli Stati occidentali .cioè vera e propria violenza della coscienza sociale.-….determinata per legge..che è tutt’altra cosa ….sintesi : addio democrazia e libertà di pensiero) .

    Dicevo…questo video è da visionare e rivisionare.. questi temi..bisogna riportarli in primo piano..costantemente..parallelamente alla lotta politica ordinaria (il tema dell’articolo..)..bisogna insistere su questo tema..Euro /Unione Europea ..come fa “da sempre” una persona che io apprezzo molto ; Nigel Farage….in modo che entrino nel dibattito politico..anche degli altri partiti..(il PD servo senza dignità delle èlite è perso..non ci si può contare in merito..ma una consistente parte del PDL..li condivide sia a livello di dirigenza che a livello di elettori..) e altre formazioni politiche minori idem…. per effetto trascinante..del dibattito politico stesso.

    Perché come tutti hanno capito…è l’Euro/Unione Europea…il vero problema dell’ Italia…la vera causa …che ci sta trascinando a fondo.E’ un argomento che non si può eludere mettendo la testa dentro la sabbia come gli struzzi…perché è un tema che un po spaventa..i politici ma anche i governi..va portato nel dibattito politico..con “forza”.

    Saluti
    Shardan

    a proposito:

    Bagnai for President

    http://goofynomics.blogspot.it/2013/08/il-fascismo-rosso.html

    anzi no….io sto Bagnai lo farei pure Re….

    ed Barnard vicerè…mi sa che ho già postato altrove sto video…ma mi piace proprio..come sciacqua “per bene” sti due On. Piddini (Fassina ed un altro ex conduttore Tg di cui non ricordo il nome..)

    http://www.youtube.com/watch?v=FRTItE5EhJI

    Bagnai e Barnard si detestano….ma entrambi portano avanti un discorso interessante….al netto delle notevoli differenze di impostazione.

    CONCLUSIONE: SE PER IPOSTESI…SUBITANEAMENTE DA DOVESSIMO RISOLVERE LE PROBLEMATICHE ESPOSTE DAL PROF. BECCHI IN QUESTO ARTICOLO……L’ITALIA BRUCEREBBE LO STESSO….LA FONTE DEL DISASTRO STA NELL’EURO/UNIONE EUROPEA.

    e tutti lo sanno…..

  • Qui si è parlato di energia , euro, prezzo del petrolio…scarsità di risorse…etc etc.

    Il “magnifico” Bagnai…guarda caso…ha postato un articolo proprio su questo tema…è il caso di dire “coincidenza perfetta”….ci casca proprio a fagiolo…

    ecco l’articolo ……proprio su questo tema:

    http://goofynomics.blogspot.it/2013/08/de-benza-italica-anteprima-non-tecnica.html

    Bye Bye

    ps- articolo da leggere rileggere e…………………………………..——–>>meditare!

    • articolo fresco fresco…postato stamattina.

      ne evidenzio una frase…..per la delizia di Innovazione:

      Bagnai :”….Guardate, non ve la faccio tanto lunga, perché non ho proprio tempo. Vi fornisco solo un grafico dal mio prossimo lavoro…..”

      Ironia (quando ce vuo ..ce vuo…come si suol dire ) : …che non abbia letto i post di Innovazione….ove dice che Bagnai elabora “pensiero economico ” senza capir nulla di energia??? ;-)))))

    • Shardan:
      “che non abbia letto i post di Innovazione….ove dice che Bagnai elabora “pensiero economico ” senza capir nulla di energia??? ;-)))))”

      Questo è il mio commento a quell’articolo, nel caso che venga approvato da Bagnai:

      Il prezzo alto del petrolio è un grave problema indipendentemente da quando si alza il costo della benzina.

      Se l’Italia spende 50 Miliardi di Euro per comprare combustibili fossili all’estero, se il prezzo del petrolio raddoppia, indipendentemente da cosa succeda al prezzo della benzina, il costo energetico del Paese raddoppia; da 50 Miliardi si passa a 100 Miliardi di euro, che scusate, non mi sembra una cifra bassa.

      Quindi, il prezzo del Petrolio è un problema per il Paese.

      Continuando:
      In molti settori il costo dell’energia incide molto sul costo totale, vedi per esempio il trasporto aereo o anche quello su gomma.

      Allora uno potrebbe dire che:
      anche se restassimo neuronale, ad un raddoppio del prezzo del petrolio in dollari, corrisponderebbe un altrettanto raddoppio in euro (salvo oscillazioni del cambio).

      La differenze è che, in periodo di scarsità di petrolio o di rivolte popolari (primavera araba), far parte di un’Europa politicamente unita con una moneta unica, sarebbe l’ideale.

      Faccio un esempio:
      l’Italia ha pagato a caro prezzo le sanzioni internazionali applicate all’Iran e il fermo produzione della Libia durante la guerra a Gheddafi.

      In certe situazioni, non è tanto importante i soldi che si offrono, ma il potere politico/militare.

      Voi pensate che, per ipotesi, l’Arabia Saudita potrebbe mai dire agli USA che non vuole vendergli il petrolio perché non condivide la sua politica estera?

      Il giorno dopo salterebbero per aria quei 5 milioni di abitanti dell’Arabia Saudita!

      Proviamo a fare la stessa cosa con l’Italia… nessuno la calcolerebbe, vedasi Marò con l’India.

      Nel mondo e nell’economia non sono solo i soldi che contano!

      Certe volte può convenire fare delle scelte antieconomiche, che però danno dei vantaggi da altri punti di vista.

      L’Unione delle due Germania, se fosse stato visto da un punto di vista economico, sarebbe stato un fallimento; la Germania non aveva bisogno di manodopera a basso costo all’interno del Paese, poteva importarla dai Paesi dell’Est Europa.

      Eppure l’unificazione della Germania è stata fatta e adesso, la Germania ha un peso politico maggiore di prima.

      La Cina, a livello pro-capite ha un reddito molto più basso dell’Italia, ma essendo oltre 20 volte la popolazione Italiana, il suo peso, in valore assoluto, è molto maggiore.

      Quello che voglio dire è che in un contesto futuro di risorse scarse, non sarà solo la moneta a dettare chi avrà le fonti energetiche e chi no. Il contesto è cambiato rispetto a molti anni fa.

      Tra non molto energia per tutti non ce ne sarà più, e quelli che l’avranno, non sarà perché l’avranno pagata con una moneta svalutata o forte, ma perché il Paese acquirente, ha un peso politico non indifferente.

      Chiaramente, se l’alternativa è quella di restare nell’Euro con un’Europa divisa come adesso, allora meglio uscire dall’euro, ma non dall’Europa.

    • Shardan:
      “Ironia (quando ce vuo ..ce vuo…come si suol dire ) :”

      Breve escursione nel blog: “goofynomics” del dot. Bagnai.

      Ho inviato un commento nel quale evidenzio di considerare, oltre al problema energetico, anche il problema energetico, ambientale, politico e militare.

      Mi risponde in modo abbastanza vago, facendo riferimento alla scarsità di legna lamentata anche nel XVI secolo.

      Della serie, non ha la più pallida idea che il contesto energetico mondiale non è quello di una piccola popolazione che usa la legna, ma di miliardi di persone (sovrappopolazione) che stanno esaurendo tutte le risorse e devastando l’ambiente.

      Il mio commento viene commentato anche da un’altra persona che fa un cenno allo shale oil e shale gas (fracking).

      Rispondo con un commento, a entrambi i commenti, precisando che un’Unione Politica Europea sarebbe auspicabile per gestire meglio i problemi energetici e ambientali.
      Evidenzio pure all’altro commentatore che il fracking e molto inquinante e costoso, e che quindi una società basata su tali fonti collasserebbe facilmente.

      Risposta di Bagnai, innervosito, dicendo che sono un superficiale e/o un fascista e che non pubblicherà più miei commenti!

      Premetto che il superficiale è stato il dot. Bagnai, dato che io ho evidenziato alcuni aspetti energetici e ambientali importanti, ai quali non ha saputo replicare;
      poi ha precisato che non vuole più riceve commenti da me, neanche l’avessi insultato in malo modo (io sono stato sempre educato).

      Della serie, il dot. Bagnai nel suo blog moderato:
      “Se la canta e lui se la suona!”

      Non accetta persone che la pensano diversamente da lui,
      se ci provano, i loro commenti vengono cestinati.

      Se questo è il nuovo che avanza….
      siamo persi!

      Se le persone che vogliono farci uscire dall’Euro (e dall’Europa?) sono queste,
      che hanno una visione limitata al solo aspetto economico del problema…
      siamo persi!

      Quindi, così come avevo già detto prima, bisogna analizzare gli aspetti a 360 gradi; se no, rischiamo di passare dalla padella alla brace.

      Spero che con questo commento non venga bannato anche da questo blog.

      • te lo dico io perchè ti ha dato del fascista.
        Tu immagini un futuro in cui l’italia fa parte di un gigante politico che va in giro per il mondo a depredare il resto della poplazione mondiale per suoi interessi (primo motivo). Perchè questo si avveri gli stati europei OGGI devono forzatamente stare insieme anche se questo comporta che alcuni paesi si avvantaggino a spese di altri. Ti ricordo che AD OGGI, in europa, ci sono MILIONI di bambini manutriti, milioni di disoccupati e di persone che non possono accedere a cure sanitarie adeguate in conseguenza dell’adesione all’euro (secondo motivo).

    • Innovazione

      leggo adesso….io trovo tutto molto divertente.(io nei forum mi ci diverto ) …domani leggerò il forum di Bagnai. Tempo fa ho fatto un post.nel suo forum …e mi ha semplicemente liquidato in modo brusco. Sai che ho fatto? con un altra connessione…e un altro nick…ho riformulato il tutto in un altro modo …e mi ha dato udienza..,,

      faccio un esempio: io trovo interessanti sia Bagnai che Barnard/Mosler (preferisco Bagnai… )

      Mi è sembrato di capire…che Bagnai…al sentire Barnard /Mosler MMT…..non da udienza : manda a quel paese….

      Ed invece sarebbe interessante un confronto Bagnai …Barnard/Mosler.

      Da un un punto di vista “tecnico” Bagnai è molto ma molto preparato (a me il suo discorso interessa..e anche il modo come imposta il tutto ) …..lo è anche Mosler.(è da 30 anni nel mondo dell’alta finanza…Economista e direttore .di un università a indirizzo economico del Missouri-Kansas City..finanzia progetti di ricerca e collabora con diverse università alcune piuttosto prestigiose in varie parti del mondo…oltretutto..ha regolari contatti con economisti “di livello” negli Stati Uniti e nel mondo… Ben Bernanke presidente della Federal Reserve americana. gli da udienza regolarmente ..e i colloqui sono da pari a pari..collabora con James Kenneth Galbraith che è stato direttore esecutivo di un Comitato Economico all’ interno del Congresso degli Stati Uniti.. ……sintesi: Mosler..a prescindere dalla condivisione o meno…della sua Teoria MMT..non è proprio un sprovveduto…anzi credo che sia uno dei più esperti monetaristi del mondo (checchè ne dica ..il validissimo Bagnai)…..invece Barnard non è economista ed è laureato in pisicologia…è solo un giornalista economico piuttosto preparato ed attento..

      Detto questo io preferisco Bagnai…la MMT..per ora mi lascia un po perplesso ….

      che te devo di?….ognuno ha il suo carattere….

      a proposito di lauree..una precisazione: io non sono laureato …sono studente in economia. (lavoratore studente…e non studente/ lavoratore….nel senso che tempo fa…dopo che è scoppiata la crisi economica…mi sono appassionato di economia…e decisamente non capendoci un piffero… mi sono iscritto all’ università per un mio sfizio…..vado a rilento…per ovvie ragioni ma procedo…la meta non è lontana)

      divoro tutto cio che riguarda l’economia….una passione a scoppio ritardato.

      ciao

    • Luca:
      “te lo dico io perchè ti ha dato del fascista. Tu immagini un futuro in cui l’italia fa parte di un gigante politico che va in giro per il mondo a depredare il resto della poplazione mondiale per suoi interessi (primo motivo).”

      Se hai capito questo, mi debbo preoccupare…
      Nel secondo commento che ho scritto nel sito di Bagnai, verso la fine scrivo:

      “Io penso che l’umanità nel suo complesso, dovrà affrontare nei prossimi anni, grandissimi problemi, che non si erano mai posti in passato con tale gravità (sovrappopolazione, scarsità risorse). ”

      In altri blog, dedicati solo al problema energetico, ho sempre affermato che:
      “Una soluzione al problema energetico che possa soddisfare i bisogni di solo una parte della popolazione mondiale, non la considerò una soluzione.”

      Certo che, se dessero la possibilità di precisare magari eviterebbero di fraintendere.
      Invece di pensare che loro hanno la verità assoluta e chi non la pensa come loro deve essere bannato… mi sembra un pò NAZZISTA!

      L’Europa unita è il primo passaggio di aggregazione tra stami meno dissimili degli altri;
      ma i problemi mondiali si possono risolvere solo con un governo mondiale.

      Certo che: molti a sentir parlare di Governi mondiali incominciano subito a pensare a complotti e sfruttamento della popolazione;
      io invece penso a coordinamento delle risorse, investimenti comuni, soluzione dei problemi a livello mondiale.

      Comunque, la stima che avevo per il dot. Bagnai è passata da 100 del suo primo video, a 50 dopo i vari approfondimenti, adesso a quasi zero.

      Preferisco quei ladri dei politici al governo… piuttosto che delle persone convinte di avere la ragione, che non vogliono sentire ragioni altrui.

      Se continua così, alle prossime elezioni eviterò di andare a votare!

      • si fanno bei pensieri a pancia piena.
        se ti fossi ritrovato disoccupato, come è successo a milioni di europei, e tuo figlio cominciasse a mostrare segni di malnutrizione, come sta succedendo a milioni di bambini, probabilmente la penseresti diversamente.

    • @Luca

      Se pensi che la situazione della disoccupazione in Europa si possa risolvere andando a depredare le ricchezze delle altre nazioni, sei già sul piano di guerra.

      Se pensi che l’uscita dall’euro possa risolvere il problema del lavoro, sbagli di grosso.

      Siamo già nella globalizzazione e quindi, anche se il costo del lavoro fosse del 50% in meno, grazie alla svalutazione della moneta, sarebbe sempre mostruosamente più alto di altre nazioni.
      Pensa che adesso l’industria se ne sta andando anche dalla Cina, perché le multinazionali considerano troppo alto uno stipendio di 200 dollari al mese di un cinese!!

      I problemi si devono risolvere all’interno dell’Europa e facendo gli opportuni aggiustamenti che servono per la moneta unica.

      Uscire dall’Euro e dall’Europa sarebbe una rovina politica.

      Immagina adesso l’influenza mondiale che ha la Cina con i suoi 1,4 miliardi di persone, che hanno un reddito pro-capite più basso degli italiani, ma tutti insieme fanno un grande Paese.
      Immagina la cina divisa in 28 mini Stati di 50 milioni di persone. Ogni stato indipendente dagli altri e senza nessun coordinamento.
      Pensi che uno qualsiasi di quei 28 Stati avrebbe la ben minima speranza di poter contare a livello mondiale?

      In momenti di abbondanza, la differenza non si vede.
      In momenti di scarsità la differenza è notevole!

      • sinceramente trovo il tono in cui scrivi un po’ saccente e pure accondiscendente. Ti ricordo che le tue argomentazioni sono opinabili, non sono fatti accertati., Ci credi veramente? bene, riduciti lo stipendio e fa saltare qualche pasto a tuo figlio così dai una mano all’europa a competere con la ciiiiiiiiina. oppure non vuoi ridurtelo, ma ti sta bene che in metà europa si faccia la fame? esticazzi.

    • Luca:
      “riduciti lo stipendio e fa saltare qualche pasto a tuo figlio così dai una mano all’europa a competere con la ciiiiiiiiina. oppure non vuoi ridurtelo, ma ti sta bene che in metà europa si faccia la fame? estic**zi.”

      Io non faccio il dipendente, quindi non posso ridurmi un bel niente; ma sono parte di quei micro-imprenditori (ditta individuale) che combatte in questa giungla tutti i giorni.
      Sono una persona che fa sacrifici lavorativi a più non posso e che le ferie sa cosa sono solo in teoria e non in pratica.
      Una persona che pensa che noi valiamo per quanto riusciamo a dare in questa società e non ha mai riscaldato una poltrona non facendo niente e pretendendo a fine mese tutti i diritti che la legge prevede.
      Non ho mai ricevuto una lira/euro di disoccupazione dallo Stato, anche quando alcuni anni mi andava veramente male!

      Quindi, caro Luca, come tanti in questo e in altri forum, parlate pensando di aver capito tutto delle persone soltanto scambiando due parole.

      Solo perché non faccio il piagnucolone, non vuol dire che ho dei grandi stipendi e me la passo bene; invece significa che sono una persona che pensa al fare, facendo tanti sacrifici e lamentandosi solo il minimo necessario.

      Voi illudetevi che il problema sia tutto e solo nell’Euro, così se riuscirete a farci uscire dall’Euro, potrete sognare un mondo in cui anche gli scansafatiche solo perché si svaluta, avranno grandi stipendi e vita facile.

      Guardate le altre nazioni che hanno una moneta propria come Argentina, Brasile ecc… come gli sta andando… non penso tanto bene! Mi dirette che sono Paesi ancora in via di sviluppo… bene, allora guardate il Giappone che sta stampando moneta a più non posso, che la sua luna di miele è durata neanche un anno e adesso hanno problemi più grossi di prima.

      • “Quindi, caro Luca, come tanti in questo e in altri forum, parlate pensando di aver capito tutto delle persone soltanto scambiando due parole.

        Solo perché non faccio il piagnucolone, non vuol dire che ho dei grandi stipendi e me la passo bene; invece significa che sono una persona che pensa al fare, facendo tanti sacrifici e lamentandosi solo il minimo necessario.”

        Dici poco e niente qui. Anche se quello che hai scritto fosse vero non vorrebbe dire certo che i tuoi argomenti sono giusti. Anzi a essere più preciso la tecnica retorica che hai utilizzato è quella che metteva in atto il testimone di geova che abitava un piano sotto al mio. comunque prendo atto che al limite, quelli che dovrbbero ridursi lo stipendio sono gli altri, te lo stipendio te lo sudi (mentre agli stipendiati invece lo regalano a quanto pare) e quindi te lo tieni tutto.

        “Voi illudetevi che il problema sia tutto e solo nell’Euro, così se riuscirete a farci uscire dall’Euro, potrete sognare un mondo in cui anche gli scansafatiche solo perché si svaluta, avranno grandi stipendi e vita facile.”

        Io non mi illudo, la domanda che mi faccio è se l’euro sia sostenibile o meno. per esempio è interessante questa pagina di wikipedia:
        http://it.wikipedia.org/wiki/Area_valutaria_ottimale
        che spero tu conosca. ce la vuoi commentare? come si inserisce nella tua visione?

        “Guardate le altre nazioni che hanno una moneta propria come Argentina, Brasile ecc… come gli sta andando… non penso tanto bene! Mi dirette che sono Paesi ancora in via di sviluppo… bene, allora guardate il Giappone che sta stampando moneta a più non posso, che la sua luna di miele è durata neanche un anno e adesso hanno problemi più grossi di prima.”

        certo, argentina brasile e giappone guardano la grecia e muoiono di invidia.

        comunque, citando l’articolo linkato:
        “integrazione fiscale: lo stesso Kenen ha sottolineato l’importanza di politiche fiscali atte a rendere sostenibili le ‘sacche di disoccupazione’ che inevitabilmente si verificherebbero a seguito di oscillazioni nelle esportazioni combinate con una imperfetta mobilità del lavoro; in sostanza, trasferimenti dalle aree più “ricche” a favore di quelle più “povere”; ad esempio, Bayoumi e Masson (1995) hanno analizzato la politica fiscale federale negli USA e nel Canada (due unioni monetarie che funzionano da tempo, costante punto di riferimento negli studi sulle aree valutarie ottimali), rilevando che in entrambi i paesi sono previsti sia trasferimenti di lungo termine (erogazioni a favore delle regioni tradizionalmente più “povere”) sia risposte di breve termine per gli shock asimmetrici: «Negli USA i flussi a lungo termine ammontano a 22 centesimi su un dollaro mentre l’effetto stabilizzante a 31. In Canada l’effetto redistributivo è maggiore (39 centesimi) e quello stabilizzante minore (17)», mentre in Europa erano e sono previsti solo trasferimenti del primo tipo, e in misura nettamente minore; nella costituzione canadese, inoltre, si assegna espressamente al governo federale il compito di trasferire ricchezza dalle regioni più “ricche” a quelle più “povere” in modo da garantire a queste ultime di godere di un analogo livello di servizi pubblici pur con analoghe aliquote di tassazione;”

        HAi letto bene??
        “erogazioni a favore delle regioni tradizionalmente più “povere, sia risposte di breve termine per gli shock asimmetrici”
        qui in europa i paesi in difficoltà invece di essere aiutati sono stati saccheggiati. chi pagherà i danni di questa politica scellerata? I greci sono stati danneggiati (l’economia ha subito un tracollo per uscire dal quale ci vorranno decenni) ed hanno il diritto democratico ad essere risarciti. La germania sarà disposta a pagare i danni? o almeno sarà disposta ad accettare una politica di trasferimenti come sopra evidenziato per rendere l’unione europea strutturalmente solida?

    • @Luca
      “qui in europa i paesi in difficoltà invece di essere aiutati sono stati saccheggiati.”

      Caro Luca, sfortunatamente, mi sa che hai ragione! E non lo dico con sarcasmo.

      Ho sempre detto che si dovrebbe trovare una soluzione dentro l’Euro e magari fare un’Unione politica dell’Europa, ma questo sottintendeva che ci sarebbe potuta essere quella solidarietà che c’è negli USA o in Canada.

      Ho sempre detto che si doveva cercare di far funzionare l’Euro e, se proprio, provando in tutti i modi, non ci si riusciva, anch’io ero per l’uscita dalla moneta unica, ma la consideravo l’ultima possibilità.

      Analizzandola la situazione, grazie ai vostri commenti e a quelli che ho letto nel Blog di Bagnai, mi sono accorto che quelle possibilità di socializzazione che io davo per probabili, invece sono quasi impossibili, specialmente in periodi di crisi economica.
      I Paesi più forti lo farebbero solo se ne avessero una convenienza maggiore, cosa che per adesso non c’è.

      Il problema energetico e ambientale mondiale, pensavo si potesse risolvere, prima affrontando il problema politico e poi quello tecnico (ricerca); mi sbagliavo di grosso, perché la crisi economica / risorse, crea egoismi e quindi diventa più difficile unire e socializzare. Se proprio lo facessero senza la volontà popolare, finirebbe molto presto con una guerra civile come in Egitto.

      Quindi, conviene uscire dall’Euro, se gli altri Paesi non hanno intenzione di modificare i trattati (l’assurdo è che un Paese in difficoltà, invece di essere aiutato, deve sopportare tassi più alti dei suoi titoli di stato piazzati nel mercato, assurdo!).
      Il problema energetico si può anche risolvere facendo ricerca senza che ci sia un’Unione Politica.
      Se il problema energetico verrà risolto e il periodo dell’abbondanza tornerà, possibilmente ci penseremo poi alle unioni politiche ed economiche.

  • Dichiarazione di sconfitta del Barnard
    http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=708

    dico io: ha fatto cose molto interessanti ..a prescindere della condivisibilità o meno della teoria economica di Mosler MMT…

    non è riuscito nei suoi intenti? colpa sua e del suo carattere piuttosto spigoloso e tutto particolare.

    Es: io non condivido non una ma mille e una cosa del M5s…eppure son convinto che in questo contesto politico…se indirizzato bene…è “prezioso”..perché un terzo degli elettori …non possono essere liquidati…come fa Barnard in modo secco e deciso.

    Anche se riempie le sale ove fa conferenze….procedere in quel modo….è dispersivo…..bisogna aggregarsi ad una forza politica (anche a costo di qualche compromesso con il proprio pensiero politico ed economico attraverso un salutare confronto /dialogo…….ed per il bene comune ..bisogna sacrificare una parte delle proprie opinioni …a limite )….oppure bisogna creare una propria forza politica (ma Barnard per sua stessa amissione non ne ha la vocazione e neanche la forza economica ….: è spiantato )

    ciao
    Shardan

  • @ Shardan post 31.1
    complimenti hai scoperto l’acqua calda!

    A- lo sappiamo lo vediamo si comprende palesemente che l’euro cosi concepito ed applicato non funziona è un capestro per l’Italia e non solo.
    B- bagnai, barnard ecc… prima dell’entrata nell’euro dov’erano? A fattacci avvenuti è facile criticare, giudicare e trarne conclusioni.
    C- la sovranità monetaria e politica italiana è stata ceduta alla UE dalla nostra politica di SX e DX, non ce l’ha tolta Bruxelles con la forza.
    D- prima d’ogni altra azione è necessario ripristinare una politica autorevole e credibile in Italia e poi andare in UE a far valere i diritti.
    E- visto che i garanti dell’euro-capestro sono PDPDL&company qual’è l’unica forza politica in grado di cambiare questa storiaccia se non il M5S?

    Ed in fine ieri il PD è giunto ad un accordo direi ricatto del PDL regalando agli italiani un bel bidone di tasse per il 2014, altro che riforme!

  • @ Shardan, P. Barnard non ha fallito! Anche non condividendo diverse sue teorie comunque ha centrato un obbiettivo cioè divulgare una parte della verità. Il Problema di Barnard è lo stesso del M5S, non ha abbastanza spazio nei media nazionali a parte le mezze notizie fasulle e tendenziose, come ieri sera TG1 e TG2 hanno divulgato la stessa notizia priva di fondamento che al M5S fa comodo la legge elettorale Porcellum! Cosa non vera, in realtà nelle prime settimane del Governo Letta il M5S votò a favore di una mozione parlamentare presentata da un deputato del PD per sostituire la Legge Porcellum ripristinando la precedente Legge Mattarella!Questa è la professionalità dei giornalisti che utilizzano i media nazionali (pagati dai cittadini) per diffondere notizie prive di fondamento per offendere la verità e resettare i cervelli di quei 2/3 degli italiani pdpdl che s’informano unicamente attraverso il mainestream mediatico cioè il portale principale e più autorevole che un sistema “democratico e pluralista” possieda.

    Ripeto, dobbiamo ripristinare la legalità, l’etica istituzionale e la deontologia professionale a casa nostra per cambiare l’Italia e l’Europa.

  • Questo è il nostro futuro che hanno previsto:
    “La Necessità di Nuove Guerre”
    http://www.rischiocalcolato.it/2013/08/la-necessita-di-nuove-guerre.html

    e c’è chi pensa che l’uscita dall’Euro sia il problema…

    Magari ci fosse un’Europa Politica unita, magari dormiremmo sonni un pò più tranquilli,
    ma qui, molti non capiranno niente finché non gli cadrà un bomba sulla testa!
    solo che sarà ormai troppo tardi per organizzarsi.

    • Guarda che gli stessi “Poteri”…che stanno costruendo questo futuro orrore nazi-europeo..sono gli stessi..che fanno di tutto per tenere il mondo in una sorta di apnea-energetica…mantenendo lo status quo energetico attuale…e impedendo che si cerchino altre soluzioni energetiche (pare che ci siano possibilità di sviluppare fonti energetiche più stabili per il futuro…ma che per ora siano “volutamente” tenute in …”stand by”…per loro ragioni strategiche..).

      Zbigniew Brezinski & Kissinger….menti “nobili” (e criminali ) di un certo potere….spesse volte hanno accennato neanche tanto vagamente…al problema “risorse del pianeta” e alla “sovrappopolazione”….lasciando intendere..che sarebbe il caso di eliminarne un bel po.

      Nel 2005è stato presentato un rapporto in cui si consiglia la costituzione di una “Comunità Nord- Americana per l’economia e la sicurezza” con la fissazione di uniforme tariffe verso l’esterno e la difesa comune dei confini. Cioè un qualcosa di simile all’ Unione Europea….con una moneta unica : l’Amero.

      Se non erro il loro disegno è quello di suddividere il mondo in 5 o 6 macro aree geopolitiche…con delle super banche centrali…coordinate da una Banca Mondiale (controllata da loro….ovviamente)….hanno problemi perché alcuni Stati si oppongono (es Russia…)

      Lavorano in questa direzione …ed è un progetto criminale.

      le soluzioni ci sono e sono ben altre: ma non lo vogliono….

      A me sta storia dell’uniamoci…per sgraffignare con più forza le risorse del mondo…fa semplicemente orrore….(detto e premesso…che soluzioni di altro tipo si possono trovare…).

      Certe soluzioni per “lo spazio vitale” e per le “risorse vitali” (che tu sposi con convinzione)….sanno di un qualcosa già sentito negli anni 30 / 40 in un contesto di forte crisi economica post crack 1929…predicate da un tizio chiamato Hitler…e che proprio a causa della crisi…sviluppò argomentazioni che fecero presa sulla gente…e che poi finì in un bagno di sangue.

      Molte tue argomentazioni…a dire che lasciano perplessi e dire poco. Giustifichi tutto …nel nome dell’ energia. Il tutto subordinato al in questo caso Dio-Energia anche la dignità dei popoli, la democrazia, la giustizia, il buon senso..

      Ma stiamo scherzando??

      ciao

      ps: certo che il capitalismo selvaggio…basato sul consumismo sfrenato…ha fatto il suo tempo….è arrivato al capolinea. Meglio così….ci sta riducendo a delle stupide macchinette compra&consuma…..

      Si può e si deve uscire dall’Euro…e costruire un altra Europa….senza dover per forza di cosa passare attraverso una nuova bruttura simil- nazistoide (perché di questo si tratta…)…che si chiami Unione Europea o altro….

      Tu dici che questo è il momento di unirci per le nuove sfide del futuro…o adesso o mai più

      Io dico che questo è il momento di buttar giù sto impianto geopolitico…o adesso o mai più…dopo sarà troppo tardi, per poi unirci con altri presupposti (l’impianto geopolitico europeo…non si sfalderà con l’uscita dell’euro..e con la messa in discussione dell’ UE…ormai i legami e le interconnessioni ci sono…si possono riconvertire in un altra Nuova Europa senza distruggere le rispettive e io dico “sane” diversità e specificità nazionali…ciò che invece sti sciagurati vogliono disintegrare..l’Europa è per vocazione “la culla della civiltà”…se la annienti ferisci a morte il mondo….)

      (e non vuol dire affatto ritornare alla cosiddetta “autarchia” degli Stati Europei: questa è una cazzata…)

      Comunque dici ..paro paro…le stesse cose di Giulietto Chiesa…..con la differenza che quest’ultimo…è contro l’Euro e contro l’Unione Europea….(o meglio questo Euro e questa UE).

      Pensare di chiedere a sta èlitocrazia..di modificare l’impianto UE….è come chiedere alla Mafia…di essere onesti..

    • Shardan
      una nuova bruttura simil- nazistoide (perché di questo si tratta…)…che si chiami Unione Europea o altro
      CITAZIONE

      Il “Vero Volto”…di chi ha costruito sto impianto geopolitico chiamato UE…ancora non lo abbiamo visto…il tutto è stato argomentato con buone intenzioni (leggere: balle )…quando al momento opportuno si manifesterà ….allora capiremo in profondità di che orrore si tratta. Ma sarà troppo tardi…sarà il tempo del dolore. E non siamo molto lontani……

      ciao

    • Shardan:
      “Io dico che questo è il momento di buttar giù sto impianto geopolitico…o adesso o mai più…dopo sarà troppo tardi, per poi unirci con altri presupposti (l’impianto geopolitico europeo…”

      Io non capisco perché non si possa modificare quest’Euro e quest’Europa da dentro, ridefinendo i trattati, ma si debba prima distruggere per poi ricostruire?

      Anch’io sono contro quest’Euro e quest’Europa così com’è fatta, ma al contrario di molti, io penso che si debba cambiare dall’interno senza fare salti nel buio uscendo.

      Io sono per un’unione Politica Europea che abbia una moneta unica; ma se l’unione politica non si fa e se non si cambiano i trattati, anch’io ritengo che dovremmo uscire… ma lo ritengo come ultima possibilità dopo aver provato tutto
      quello che è possibile per sistemarli dall’interno.
      L’uscita la considerò l’ultima possibilità.

      E poi sia ben chiaro che, non sono per un’Europa Unita e forte che vada a fare guerre per tutto il mondo pur di ottenere risorse; al contrario, sono per l’unione, onde evitare che siano gli altri a venirci a saccheggiare.

      Se poi tutti gli abitanti del pianeta diventano santi e ci uniamo tutti insieme, sarebbe bello; ma penso che sia una pura utopia; così come ormai mi sto convincendo che siamo in ritardo dal punto di vista energetico/scientifico e che quindi, ormai, le speranze di risolvere i problemi mondiali pacificamente siano quasi una pura illusione.

      La seconda guerra mondiale fece meno di 50 milioni di morti, la terza guerra mondiale ne farà circa 5 Miliardi!

      Che tristezza!… ma l’uomo non poteva nascere meno autolesionista?!

      • “Io non capisco perché non si possa modificare quest’Euro e quest’Europa da dentro, ridefinendo i trattati, ma si debba prima distruggere per poi ricostruire?”

        perchè le modifiche strutturali necessarie per rendere l’unione stabile e democratica sarebbero rigettate con sdegno dalle economie che dall’euro si sono avvantaggiate, e che hanno visto la crisi del debito dei paesi deboli come una colpa di questi ultimi e non come un difetto strutturale della moneta. trovami un politico teutonico capace di andare a chiedere ai suoi di trasferire un po’ di ricchezza agli altri paesi e vedi se non lo appendono per i pollici di piedi.

  • Pragmaticamente, visto lo “scacchiere” della politica internazionale e geopolitica dove si gioca senza esclusione di colpi il futuro benessere dei popoli noi italiani rischiamo di diventare pedine/pedoni nelle mani di altri se rinunciamo alla UE, considerato che l’occidente lo abbiamo inventato noi sarebbe da coglioni non parteciparvi a pieno titolo, visto che il nostro sistema di sviluppo economico e sociale tipicamente capitalistico e consumistico che nel bene o nel male, giusto o sbagliato ha pervaso l’intero pianeta o quasi insegnando agli altri come fare ricchezza e businness, ora non possiamo più sottrarci alle nostre responsabilità di civiltà dominante affinchè non si diventi civiltà soccombente, come la storia insegna.
    Ma per essere e rimanere tra i “pezzi” importanti dello “scacchiere” internazionale e “mangiare” gli altri è necessario riformare la politica italiana restituendogli autorevolezza e credibilità, oggettivamente è innegabile che l’attuale classe politica italiana non è in grado di ricoprire un ruolo principale nel “gioco” perchè obsoleta corrosa eticamente e moralmente, permeabile alla corruzione, priva di senso delle Istituzioni ed incapace di fare gli interessi della nazione che governa.

    Dunque cari bloggers la domanda che vi pongo è questa: qual’è la compagine o forza politica nostrana in grado di restituire qualità e coscienza all’Italia?

  • @ Shardan, certo che sei curioso, come intendono i napoletani cioè più che particolare!
    Questo non ti piace quell’altro non ti soddisfa, non condividi questo nè quello, mi spieghi cosa vorresti fare?
    Ti rammento che anche Tu sei parte del gioco, sei un giocatore nolente o volente in questa vita, devi innazitutto prendere una posizione scegliere una “squadra” e poi giocare di concerto, da soli non si va da nessuna parte! Se non giochi e attendi cosa non si sa perdi i tuoi diritti il tuo benessere materiale che acquisiranno altri (stranieri) imponendoti uno stile di vita che tu non vorrai!
    Lo stesso errore che fanno quei milioni di italiani che rinunciano al voto perdendo l’opportunità di influire positivamente verso il cambiamento del sistema che tutti desiderano.

    Ripeto la domanda: quale compagine/squadra politica oggi ha le caratteristiche idonee e modus operandi corretto per cambiare questo sistema/gioco fallimentare?

    • Clesippo
      Questo non ti piace quell’altro non ti soddisfa, non condividi questo nè quello, mi spieghi cosa vorresti fare?
      CITAZIONE

      Che non mi sta bene nulla delle parti politiche in gioco ..te ne sei accorto adesso?…il PD ..e tutta la sinistra mi hanno sempre fatto schifo (chiusura totale…da sempre)….Il PDL..è un covo di lestofanti,ladri, opportunisti e massoncelli da strapazzo ….l’M5s….ha il pregio di essere un Movimento ove non ci stanno corrotti…ma così come è impostato mi sta strettino (è un movimento politico troppo acerbo ..deve “maturare” in tutti i sensi ..poi se non propone l’uscita dall’euro e la ridiscussione dell’ UE…non mi interessa ).

      sintesi: se dovessimo votare oggi..farei parte di quell’esercito dell’astinenza elettorale (non mi risulta di essere il solo siamo diversi milioni )…

      cosa vorrei che si facesse? …se hai letto bene i miei post…lo ho detto chiaramente….solo che tu non condividi. Tutto qua.

      ciao

  • Shardan
    Comunque dici ..paro paro…le stesse cose di Giulietto Chiesa…..con la differenza che quest’ultimo…è contro l’Euro e contro l’Unione Europea….(o meglio questo Euro e questa UE).

    CITAZIONE

    Per Innovazione ….o per chi è interessato a queste tematiche

    questo è il video ove Giulietto Chiesa…parla in modo chiarissimo…dei temi trattati da te….è un video molto lungo quasi 2 ore e 30minuti….

    Giulietto Chiesa inizia il suo discorso al minuto 0;13:52….tanto per non guardarti tutto….

    http://www.youtube.com/watch?v=lER1OAQS6Jo

    poi subito dopo lui parla un ragazzo…sulle problematiche legate ad Internet ed il suo controllo ….(credo..lo ho saltato con il cursore )….quindi altre due ragazze (dicono cazzate …roba poco interessante) ..quindi riprende alla fine Giulietto Chiesa riprende al punto 1:46:17 e conclude.

    Premetto che io non seguo Giulietto Chiesa… non è che mi interessi il suo discorso (però ho visionato molti suoi video )…è un pessimista…anche se dice molte verità…(a volte dice pure qualche cazzata ..ma succede )…..diciamo che chi segue il suo discorso…cade nello sconforto: vede nero…..non a torto.forse ..ma bisogna impostare le cose in senso costruttivo che diano “speranza”….altrimenti ci si ghettizza la mente in argomenti complottisti o para complottisti…che paralizzano l’azione. ..e fanno pure male alla psiche…si rischia di diventare dei paranoici.-fissati…. (Emar mi perdoni…non mi riferisco a lui.anche io tra l’altro seguo alcuni suoi argomenti ….mi riferisco a certi complottisti fuori di testa…con manie di persecuzione )

    se tu visioni questo video…dice esattamente le stesse tue cose…ma da un altra visuale (Giulietto Chiesa è un ex parlamentare europeo…ne conosce le dinamiche..ed è nell’esercito degli anti EU ed anti Euro…credo)

    ciao

    ps: lo consiglio anche a Clesippo….

    • Shardan:
      “è contro l’Euro e contro l’Unione Europea….(o meglio questo Euro e questa UE).”

      Caro Shardan, per la terza volta debbo dire che tu non leggi o ascolti quello che le persone dicono realmente, ma capisci solo quello che tu vuoi capire.

      Prendendo il video che hai portato come esempio, ti posso dire che:
      nella posizione 2h:08’:58” Giulietto chiesa dice espressamente che non vuole uscire dall’Europa e neanche dall’Euro!
      Nella posizione 2h:12’:45” dice che l’uscita dall’Europa sarebbe un SUICIDIO!

      Condivido queste affermazioni.

      Forse non hai capito il senso delle parole di Giulietto Chiesa.

      Lui è contro i banchieri che governano il mondo e contro le guerre che si stanno preparando, ma sa benissimo che si deve agire, tutti insieme, dentro l’Europa riformandola e preparandoci ad evitare che per problemi economici / energetici / risorse gli USA vadano a fare la GUERRA alla CINA.

      Sarebbe una tragedia immensa, sia che la vincessero, sia che la perdessero!

      Quindi, caro Shardan, cerca di sforzarti di capire cosa vogliono comunicare le persone.

      La differenza tra il mio punto di vista e quello di Giulietto Chiesa è che:
      mentre lui dà per scontato che non si potrà trovare una fonte energetica che sostituisca i combustibili fossili, io sono dell’idea che, tramite la ricerca di base, questo sia possibile; cioè, lui è pessimista, IO SONO OTTIMISTA!

    • Innovazione
      nella posizione 2h:08’:58” Giulietto chiesa dice espressamente che non vuole uscire dall’Europa e neanche dall’Euro!
      Nella posizione 2h:12’:45” dice che l’uscita dall’Europa sarebbe un SUICIDIO!

      shardan

      Giulietto Chiesa è un ex parlamentare europeo…ne conosce le dinamiche..ed è nell’esercito degli anti EU ed anti Euro…credo)

      CITAZIONE

      Se ha detto questo….io non condivido….anche perché l’uscita dall’Euro..e anche la rimessa in discussione dell’attuale “sistema EU “…non vuol dire affatto ..buttare a mare tutto l’impianto ….ma rimodulare il tutto…per una “sana”uinione…ho detto pure che le interconnessioni restano..e su quelle bisogna lavorare per una Nuova Europa….(il contrario significherebbe l’autarchia delle nazioni europee….cioè il ritorno ad una condizione pre – seconda guerra mondiale..)…

      Su Giulietto Chiesa…ho detto che non lo seguo…quando tu hai fatto i primi post…appena letto …mi son ricordato che Giulietto Chiesa …più o meno diceva cose analoghe….(infatti lo avevo citato )…poi inseguito ho frugato nel tubo…ed ho trovato sto video (ma il medesimo discorso lo fa in quasi tutti i video..)….lo ho visionato… ed ne ho avuto conferma….ma guarda che io quando visiono video.per una verifica…(come in questo caso…).non sempre seguo attentamente….ascolto e nel mentre faccio pure altro….ho tre monitor….oppure magari mi sposto un attimo….probabilmente mi è sfuggita quella affermazione…infatti come ho evidenziato..alla fine ho detto che “credo” che Giulietto Chiesa sia antieuro o antieuropa……non era un affermazione. Ripeto: io non lo seguo costantemente (anzi non lo seguo proprio…tranne diversi video visionati da me in passato )….quindi non conosco bene la sua posizione.

      Adesso non ho tempo…..stasera mi rivedrò il video.

      Ciao

      ps- ho detto pure..che talvolta il “Giulietto” dice cazzate….come volevasi dimostrare ;-))

    • Shardan
      il contrario significherebbe l’autarchia delle nazioni europee….cioè il ritorno ad una condizione pre – seconda guerra mondiale..)…
      CITAZIONE

      D’altronde…in questo momento …le nazioni europee…all’interno dell’UE…tutto fanno…tranne la collaborazione ..per “un bene comune”..ognuna pensa per se (in particolare la Germania…nazione che da sempre ha il DNA della prevaricazione incorporato…hanno distrutto l’Europa 2 volte e la stanno distruggendo per una 3 ° volta..con una guerra finanziaria…perché di questo si tratta…è una vera e propria guerra…giocata con gli strumenti finanziari….questa guerra noi la stiamo perdendo..o meglio forse l’abbiamo persa del tutto…e il “vincitore”..sta infierendo alla grande….l’ultima speranza: uscire fuori dall’euro…per come dire…”rimettere i puntini sulle i ” come si sul dire….e salvare l’Italia da questa distruzione..per aver poi un diverso ruolo ..quello che “merita” in Europa…la bella Italia..culla della civiltà europea)…il perno di questo conflitto finanziario è l’Euro….se ad esempio..fermo restando i rispettivi ..assetti strutturali produtivi..con le stesse dinamiche..e le stesse regole UE…in questo momento uscisse fuori la Germania…nel giro di poco tempo..l’Italia ed i paesi della fascia meridionale + l’Irlanda..salirebbero su…e la Germania..andrebbe giù.

      Quindi non si tratta di produttività etc etc…si tratta di Euro..strutturato ad hoc per la Germania …per produrre questi effetti…

      non dovevamo entrarci ….punto e basta. Ci siamo entrati..o meglio un gruppo di rinnegati ci ha venduto (a maggioranza PD ) ….l’unica soluzione è uscirne…pagando forse un certo fio (ma non più di tanto….non bisogna credere allo spauracchio della catastrofe se ne usciamo….son gli stessi che ci raccontavano balle…prospettandoci l’eldorado con l’euro : i bugiardi del PD…che sapevano benissimo che non avrebbe funzionato….bugiardi ieri e bugiardi oggi…. )….nell’UE..ci può stare l’Inghilterra con sovranità monetaria…o la Polonia…etc..(che guarda caso non hanno i problemi che abbiamo noi..) nelle medesime condizioni ci possiamo stare pure noi.

      Dall’ Euro bisogna U-S-C-I-R-N-E…

      e il a mio parere “magnifico” Bagnai…ne spiega in modo ottimale le ragioni… (che poi il discorso di Bagnai è la sintesi ed il coacerbo di ciò che hanno detto da 20 anni “luminari” dell’economia a livello mondiale …che da sempre dicevano e dicono…che l’Euro avrebbe solo prodotto danni. Moneta anomala…che non ha riscontro nelle sue modalità…nella storia monetarista dell’umanità passata e presente : non c’è mai stata una moneta senza sovranità monetaria…dei Paesi che ne fanno parte…con contesti politico /culturale ed economico/finanziari..totalmente diversi uno dall’altro. Quando un sistema monetario…non funziona..e produce solo danni….va rimosso. Punto e basta.

      ciao

      slogan: non voglio morire di euro…..per “questa” UE disgraziata…ci muoia Letta e i suoi seguaci …

    • Conclusione: l’uscita dall’Euro…si ripercuoterebbe in tutti gli assetti attuale dell’UE…e costringerebbe tutti i Paesi..ad una riflessione..ed ad a rimodulare in modo più sano l’Europa.

      D’altronde…questo euro…con queste dinamiche..ad un certo punto imploderà…o peggio : esploderà……

    • Comunque hai introdotto un tema non secondario : l’energia e la scarsità delle risorse. Non è un tema che lascia “indifferenti”…perché qualche problemino o problemone lo crea……(ma per quanto mi riguarda non cambia il problema euro si o euro no )

  • @ Shardan, per dare voce alle tue idee, opinioni, pareri in parte condivisibili devi per forza far parte di un movimento politico che ti dia la possibilità e spazio per manifestarle.
    Ti ripeto per mantenere il tuo status quo e quello della nazione in cui vivi devi contribuire con il voto anche fosse di protesta, te lo impone la coscienza, non puoi sottrarti al dovere civile e democratico verso gli altri, astenersi dal votare è come suicidarsi, se si astengono in tanti troppi causeranno la morte anche di quelli che vogliono cambiare per migliorare il sistema politico e sociale del quale anche tu sei parte integrante.

    • Quando il Grillaccio…urlerà: fuori dall’Euro!!!…e lo metterà nei punti prioritari del programma…..

      allora gli darò il mio voto…e indurrò anche altri nel contesto familiare e non a farlo……nonostante non condivida molte cose del M5s.

      ciao

      diversamente l’alternativa è : Forza Nuova (voto sprecato )…oppure astensione

    • Forza Nuova (voto sprecato )…
      CITAZIONE

      specifico: si proprio loro i fascistoni…motivo? ..è l’unica forza politica (forza si fa per dire …non conta una cippa )…che ha messo come punto prioritario l’uscita dall’euro.

      e se son fascisti (finti fascisti credimi )..mi passa manco per l’anticamera del cervello…..son sempre meglio dei sinistronzi &affini 😉

  • @ Shardan,
    Chiesa, Barnard, Bagnai ecc… finchè rimarranno dei “battitori” liberi e soli non riusciranno a combinare nulla, se non si aggregano ad un movimento politico per rafforzare le loro teorie vere o verosimili, condivisibili o meno faranno il gioco degli avversari.

  • REDDITO DI BASE UNIONE EUROPEA

    La Commissione europea ha dato parere favorevole il 14 Gennaio 2013 per l’iniziativa dei cittadini europei per il reddito di base incondizionato (ICE RBI).
    Ci sono 500 milioni di cittadini dell’Unione europea ed è necessario raggiungere 1 milione di firme per sostenere la campagna per un reddito di base.
    Una volta che un milione di firme saranno raccolte, la Commissione europea dovrà studiare la proposta al Parlamento europeo.
    La finalità di questa proposta è di implementare o dare avvio a studi di fattibilità e possibili percorsi per addivenire ad un diritto come il reddito di base incondizionato all’interno dell’Unione Europea.
    Per firmare: https://ec.europa.eu/citizens-initiative/REQ-ECI-2012-000028/public/
    Perchè nessuno ne parla?
    1 esempio Svizzera:
    E’ riuscita l’iniziativa popolare “Per un reddito di base incondizionato”, secondo quanto reso noto oggi dai suoi promotori: sono state raccolte 130 mila firme, 103 mila delle quali già autenticate. L’iniziativa chiede che la Confederazione provveda “all’istituzione di un reddito di base incondizionato”, – 2500 franchi al mese per tutti lavoratori e no – allo scopo di “consentire a tutta la popolazione di condurre un’esistenza dignitosa e di partecipare alla vita pubblica”. Fonte: http://www.tio.ch/News/Svizzera/747898/Riuscita-iniziativa-reddito-di-base-incondizionato/

    Per Info: http://basicincome2013.eu/ubi/it/ o http://alberomancante.blogspot.it/2013/09/reddito-di-base-unione-europea.html

  • Rinnovo il mio invito a lavare i panni sporchi in famiglia e a non dare l’assist a giornali e a tv per screditarci!! Basta fare un giro sui giornali o le tv per constatare che non parlano di nulla delle cose che facciamo e organizziamo ( manifestazione pro costituzione, recupero 90 miliardi slot machine ecc…) ma solo di orellana!!! L’unico messaggio che arriva a milioni di persone che seguono la politica solo attraverso i media tradizionali è che dal movimento sta uscendo ( o è stato cacciato) un’altra persona!!! La prossima volta alzare il telefono e chiarirsi!!! Ed evitiamo post inutili e deleteri!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi