Aspettavano il morto

Aspettavano il morto

Con la pagina scritta ieri finisce un’intera epoca: quella del fango gettato sulla democrazia interna al Movimento 5 Stelle. I sostenitori accaniti dell’eterodirezione, dell’uno-vale-tutti, quelli che hanno costruito intorno a una paranoia interi palinsesti, quelli che ci hanno fatto un editoriale al giorno, gli ospiti a tesi, gli intercettati eccellenti, i titolisti invisibili, i giornalisti con un’unica domanda, sempre la stessa, su un taccuino ormai logoro e sgualcito, i detrattori interni che dipingono spettri e demoni per rivendersi come ghostbusters o esorcisti, tutti da ieri sono orfani in cerca di identità: dovranno cercarsi un lavoro o inventarsi qualcosa di diverso. Perché la balla che nel Movimento 5 Stelle comandano solo Grillo e Casaleggio non è più credibile: non se la beve più nessuno. Certo, questo non impedisce ai giornali di ribaltare la realtà e sostenere che la votazione sull’abrogazione del reato di clandestinità non sia stata la prova dell’uno-vale-uno, ma una sconfitta dei due supposti “guru”, una sorta di rivolta del web al grido di “dagli ai fondatori”, con tanto di linciaggio in salsa social. Cosa non si fa per campare. Se una cosa simile fosse stato anche solo lontanamente in grado di farla Renzi, Corriere e Repubblica avrebbero gridato al miracolo e al nuovo Rinascimento digitale italiano. Ma non importa quello che scrivono, non è mai importato. Importa quello cui si può credere senza sentirsi ridicoli. E gli italiani, di questi tempi, hanno poco da ridere.Degli incompetenti, sì, questi dello staff di Milano. Ma come… la sede distaccata della massoneria mondiale, lo spin-off della JP Morgan, la centrale di produzione degli influencer più potenti della rete, roba che l’Istituto Luce e Goebbels erano come Lucy di fronte al monolite di Odissea dello Spazio, i semidei adoratori di Crono che mangiano senatori e cagano deputati a pranzo, colazione e cena, i feroci e spietati sanguinari assassini di opinioni, il braccio armato della Cia, quelli che dieci anni fa hanno fatto un contratto a un consulente che aveva come collaboratore domestico un italoamericano il cui cugino di terzo grado aveva lavorato come fattorino alla Goldman Sachs, loro, proprio loro… sconfitti dalle marionette che pendono dai loro stessi fili? Sconfessati dalla rivolta degli adepti privi di volontà, che al grido di “Grillo è grande” si fanno esplodere nei social network e ai banchetti nelle piazze? Non sono stati capaci di operare nemmeno una piccola falsificazione dei risultati? Neppure un misero trucchetto da avanspettacolo degno degli illusionismi da balera di un quartiere popolare, visto che i server se li gestiscono da soli? Manco una query da primo anno di informatica, una update, una misera committ? E visto che non riescono a cambiare una riga di database, loro che tuttavia condizionano con facilità intere masse digitali con le tecniche di riprogrammazione social, perché non hanno almeno scatenato l’inferno, sobillato orde di replicanti, aizzato grillini talebani, sollevato meet-up, condizionato le conversazioni nei social media, istruito cerchi magici, prodotto video, immagini, slogan, hashtag per influenzare il voto? Incompetenti! Dilettanti! Vuoi vedere che hanno messo in piedi tutto sto circo solo perché al contrario volevano proprio ottenere l’abrogazione del reato di clandestinità, loro obiettivo fin dall’inizio, e nessuno di noi comuni mortali ci aveva capito niente? Sì, dev’essere proprio così, cari pataccari dell’informazione: non ci avevate pensato?

Ieri sera, nel corridoio antistante alla decima commissione, dove si erano riuniti i senatori M5S, si era assiepato il consueto drappello di giornalisti, molti dei quali non si vedono mai. Non erano lì per capire quali proposte politiche stavano discutendo 50 parlamentari della Repubblica, no: aspettavano il morto. Sapevano che di lì a poco sarebbero usciti i risultati del sondaggio e pregustavano i titoli, i lanci, l’ordalia di inevitabili dichiarazioni fuori luogo con le quali avrebbero riempito pagine di nulla. Quando si è diffusa la notizia che la Rete aveva votato liberamente, e che nonostante le aspettative dei polemisti aveva votato in maniera favorevole all’abrogazione, se ne sono andati. Tutti! L’assemblea, che pure discuteva di altri temi importanti, aveva completamente perso qualunque attrattiva. L’opinione della maggioranza soddisfatta non esercita alcun fascino per la nostra informazione: cento persone che dicono una cosa hanno un valore nullo di fronte a una sola persona che dice l’opposto, anche se possibilmente lo dice in maniera infondata, anche se si inventa tutto. E sono gli stessi che parlano e domandano di democrazia.

La verità è che Grillo e Casaleggio hanno in testa una sola cosa: che la volontà popolare venga rispettata. Non importa che gli attivisti votino in un modo o nell’altro. Non importa neppure se la legge elettorale che uscirà dai referendum che il blog sta predisponendo possa risultare politicamente ostile o svantaggiosa. Per quanto possa apparire sconcertante a chi è abituato a farsi educare dai partiti, nel Movimento 5 Stelle funziona esattamente al contrario: sono i cittadini a educare i loro portavoce. Non si capisce del resto chi altri dovrebbe essere, visto che la sovranità appartiene al popolo. Che la esercita nelle forme e nei modi previsti dalla Costituzione, certo. Ma dopo decenni di dittatura di una casta illegittima e presuntuosa, rappresentante solo di se stessa, autonominata e illegittima, è necessario riportare il conto in pari. E ce lo riporteremo.

236 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Basta lagnarsi Grillo e i suoi parlametari di qua e Berlusca con la sua dx di la’ con Renzi che sostiene la sua dx.a nuove elezioni per andare al.gooverno quando da molti anni gia tutti ci sono unico caso abnorme sulla.storia.del arrichimemto in poitica del.Uomo
      6 luglio.2011 delibera del.parlamento a.pag.3/12.invita
      a commisione di.trovare un futuro in eurobbligazioni sistemico e coeso che valga per tutti.gli stati membri sostenere.25 mln di persone a.rischio di disoccupazione e .ndigenza
      E il 22.settembre 2013 l’ultimo mio progetto.anche al attenzione del Presidente G.Napolitano con minimo 36 miliardi rinnovabili annualmente finanziare x migliaia di aziende in difficolta’ per diminuire di 4.500 euro al anno per 5 anni il cuneo fiscale al Inps, a 8 mln minimo di salariati in diffixolta’ sul euro in Italia dal 2001
      per maggiori infotmazioni, scrivete solo a me
      luigi.crocco@gmail.com

  • Claudio, ti seguo con una certa assiduità e solitamente concordo con quanto scrivi, ma in questo caso sento di avere qualche obiezione su questa votazione.
    Siamo in una democrazia rappresentativa (nel bene e nel male), quindi mi aspetto che persone più preparate di me prendano decisioni.
    E se non sono preparate, che abbiano il tempo e le risorse per prepararsi.
    E, infine, se non c’è un accordo forte su cosa fare, allora argomentino le ragioni di tutte le parti e chiedano anche un consenso più ampio, ma dando alle persone interpellate gli strumenti per capire a fondo le implicazioni delle scelte su cui vengono chiamati a decidere.

    Nonostante abbia votato per il M5S e lo segua con una certa attenzione, non ho visto precedere questa votazione da un ampio dibattito con le ragioni di chi pensa che sia il caso di abolire il reato e chi no (tanto per essere completamente trasparente, io penso che debba essere abolito, ma non posso dire di avere presente il quadro completo che tale abolizione comporta)

    In questo contesto, non voglio dire che preferisco disinteressarmi delle varie decisioni che vengono prese, ma che mi piacerebbe che le persone che sono chiamate a prenderle mi spieghino le loro motivazioni; al limite potrei dire la mia dopo averle ascoltate, non senza avere competenze in materia.
    Perché, ripeto, loro hanno tempo e risorse per informarsi e -alla fin fine- è proprio questo che devono fare: formarsi un’opinione informata e basare le proprie decisioni su queste conoscenze.

    (sui giornali invece non posso che essere d’accordo con te)

    • di questo emendamento se ne parla da mesi. Chi voleva informarsi lo poteva fare. Io il giorno del famigerato post di Grillo andai proprio a leggere il comprensibilissimo art. 10-bis del T.U. sull’Immigrazione del min. Maroni e le ragioni di Cioffi e Bulgarella. E ho votato di conseguenza.

    • “Siamo in una democrazia rappresentativa (nel bene e nel male), quindi mi aspetto che persone più preparate di me prendano decisioni.”

      e che vuol dire? il sondaggio tra gli elettori su questioni importanti RAFFORZA la rappresentatività, non la sminuisce di certo: rappresentanza non vuol certo dire “delega in bianco”, mi pare.

    • Mettila così: se ti interessa voti, se non te ne frega o non sai (perchè non te n’è mai fregato di meno) ti astieni.
      Come per i referendum senza quorum.
      Il cammino è lungo, verso la vera democrazia. Cosa facciamo? Soffochiamo ogni tentativo perchè non completamente perfetto?

    • “Siamo in una democrazia rappresentativa (nel bene e nel male), quindi mi aspetto che persone più preparate di me prendano decisioni.”

      Questo potrebbe funzionare a garanzia che le decisioni non siano conseguenza di scambi di favori tra lobbies… oggi NON è così, oggi la rappresentatività è sostituita dall’interesse.

  • Ho votato volentieri, ma rimango n attesa di vedere una simile iniziativa anche sui punti per l’Europa i quali, dalla modesta proposta di Genova, si sono trasformate nelle tavole della legge senza alcuna discussione o votazione in rete. Forse che per le cose serie ( oggettivamente la clandestinità lo è un pò meno rispetto alla vita economica di un’intera Nazione ) vale più qualcuno di altri?

  • Sempre un voto d bocciofila rimane, contrario o meno alle intemerate di Grillo.
    E poi ricordo bene che alle quirinarie fu scelto di presentare , dopo La Gabalnelli, un certo Rodota’ poi pesantemente insultato da Grillo non appena questi espresse un parere difforme da quello che gli andava a genio, e giu’ insulti dagli hooligan virtuali grillini.

    Il problema di fondo, a parte le dimensioni da voto da bocciofila di cui sopra, e’ che non c’e’ possibilita’ di verificare il voto.

    Quel voto potrebbe essere genuino come no, fatto passare inalterato come no, a volonta’ o dispetto dei padroni del server ( esistono ancora hacker in giro, mi pare).

    Insomma, un voto che non dimostra un beneamata ceppa, sebbene quel risultato per questa volta stia bene anche a me, e che non serve a nessuno.

    Saluti

    • Mi spiace poterti dare solo 1 stellina, ci vorrebbe la possibilità di andare in negativo…. – 5 ! Confronta il metodo con le primarie del PD…

  • “…che le persone che sono chiamate a prenderle mi spieghino le loro motivazioni; al limite potrei dire la mia dopo averle ascoltate, non senza avere competenze in materia.
    Perché, ripeto, loro hanno tempo e risorse per informarsi e -alla fin fine- è proprio questo che devono fare: formarsi un’opinione informata e basare le proprie decisioni su queste conoscenze.”

    Temi or sono ho suggerito allo staff del sito beppegrillo.it di creare un altro sito parallelo in cui i nostri rappresentatnti e gli iscritti certificati (muniti di paswword) possano interloquire così da evitare l’infiltrazione di trolls.

    Chiunque quindi potrebbe leggere e farsi un’idea di cosa bolle in pentola.

  • Ho votato con una motivazione indiretta. Ho votato per Confesso che mi aspettavo il morto anche io, ma non essendo del PD sono felice di essermi sbagliato, un punto a favore di Grillo.
    Detto questo però rimane il fatto che in una votazione online l’unica garanzia di veridicità dei risultati è il voto Palese (forse anche la società di certificazione?), la parola di Beppe e l’esito di questa votazione sono solo indizi … non prove.

  • Sono d’accordo con aspettavano il morto che non e’ arrivato , hanno cercato di manipolare anche questa votazione , ma non ci sono riusciti, abbiamo votato secondo il nostro punto di vista, e riportato nel sito sono felicissimo di questa votazione che mi rende partecipe alla grande rivoluzione di questo secolo. W M5S.

  • Ottimo post: come sempre il caro Claudio è un fotografo del panorama linguistico.
    Unico grave errore:
    Renzie si scrive con la e finale!!!!!

    • E’ veramente incredibile, c’è da rimanere traumatizzati a pensare che milioni di persone possano appoggiare un individuo e una politica del genere. Eppure sta succedendo

  • simpatizzo il movimento e condivido la linea di fondo ma, come per le ridicole primarie pd, anche qui si presenta il problema numeri: hanno votato in 24000.. di cosa stiamo parlando?! va bene che siamo agli inizi della nuova era di democrazia digitale, pero’ 24000 su un corpo elettorale di 50 milioni la vedo come una sconfitta..e ripeto, feci la stessa obiezione al pd quando esultavano per 3 milioni di dementi che pagarono 2 euro per farsi prendere per i fondelli..la verita’ e’ che il movimento deve fare qualcosa per guadagnare consenso se vuole avere credibilita, altrimenti finisce come pd e pdl che ragionano tanto ma alla fine rappresentano meno della meta’ degli italiani insieme.. sveglia ragazzi!!

    • @ Messere B. A.,

      far uscire milioni di elettori dalla narcolessia politica TELEindotta dalla casta è cosa difficile e lunga; oggi si parla nel mainstream mediatico TG nazionali della scappatella di Hollande, ieri sera a Piazza Pulita in 2 ore e 50 minuti ore di trasmissione nemmeno 10 minuti sul M5S che conta 160 eletti rappresentanti di circa 9 milioni di elettori, ma si parla di Renzi Letta Berlusconi e tutto il ciarpame partitocratico che opprime lo sviluppo culturale e la crescita economica italiana.

    • Tanto per cominciare evitare di insultare gratuitamente, gente che la pensa diversamente non può essere etichettata come demente, per favore. E te lo dice uno fiero di votare M5S.

    • @Clesippo

      La leggo nel commento di Messere Burgio Alessio : “…feci la stessa obiezione al pd quando esultavano per 3 milioni di dementi che pagarono 2 euro…”, non mi riferivo a te.

    • @ Tristan

      “Tanto per cominciare evitare di insultare gratuitamente, gente che la pensa diversamente non può essere etichettata come demente, per favore. E te lo dice uno fiero di votare M5S.”

      Purtroppo non sono dementi ma pienamente consapevoli, il che è molto peggio.

  • poche cose, vorrei dire, ma (spero) buone.
    La prima: non sono del M5S, non son un grillino, e non segui nemmeno in modo particolare le cose che riguardino appunto il movimento o Grillo e Casaleggio, nonostante ciò, ho sempre cercato di contrastare chi ha attaccato il M5S, e Griilo e Casaleggio, con le solite use e trite generalizzazioni del caso. Generalizzazioni come quelle su un M5S populista, come quelle del movimento come “partito padronale”, o come quelle circa l’essere “incapaci”, riguardo gli appartenenti al M5S… …il M5S, devo dire, a mio modesto parere, è effettivamente riuscito a distinguersi da tutti gli altri partiti tradizionali anche e soprattutto per non averlo mai fatto proprio, quello stile di così bassa lega che fa ricorso a qualsiasi generalizzazione, a qualsiasi artificio retorica, pur di cercare di guadagnarci in visibilità a qualsiasi costo, e a qualsiasi costo mettere in cattiva luce l’avversario politico. Ebbene, in ragione di quanto appena detto, spererei tanto che il M5S non ceda ora, ora che ha effettivamente qualcosa da rimarcare, circa le tante accuse che gli son state mosse, alla tentazione di generalizzare, di contrattaccare facendo un uso disinvolto della retorica, dell’invettiva gratuita, della strumentazione ad ogni costo. Spero in M5S che continui a rimarcare le proprie idee, le propri rivendicazioni, le proprie ragioni, con quella modalità tanto sobria, pulita e scevra da orpelli, quanto ferma. Un M5S, insomma, che continui a distinguersi anche e soprattutto quando i fatti dimostrino come di ragione, nel passato, ne aveva da vendere.
    La seconda: la democrazia nel M5S, che sia cosa non solo buona, ma addirittura imprescindibile, sembra cosa ovvia, scriverlo o sottolinearlo, però… … c’è un “però”, anche se un “però” inteso come rischio inevitabile e che, comunque, vale la pensa correre. Cerco di spiegarmi meglio: circa l’abolizione della Bossi-Fini, un 15.000 iscritti han votato a favore, e un 10.000 si son dichiarati contrari. Bene. Se la maggioranza vince, questo vuol dire che il M5S, in Parlamento, voterà a favore dell’abrogazione della Bossi-Fini… …però! Ed ecco il “però”: a parte che di fronte a certe scelte così particolari dovrebbe (credo) anche essere previsto il voto secondo coscienza… …ma anche volendo tralasciare questo, resta il fatto che i 10.000 che si son dichiarati contrari all’abolizione della Bossi-Fini, son vincolati ad accettare il voto, favorevole all’abrogazione, che il M5S esprimerà in Parlamento, fin quando del M5S ne faranno parte! In altre parole, il M5S non è la vita, nel senso che se se ne esce, si muore! Quindi, certe scelte, fatte a maggioranza, che poi è l’unico modo accettabile per farle, potrebbero però anche portare ad una contrazione del movimento stesso.
    Prendiamo, ad esempio, un’eventuale alleanza con il PD: se questa viene messa ai voti, e dovessero prevalere coloro i quali dovessero essere favorevoli a tale alleanza (immaginiamo di nuovo, per ipotesi, 15.000 su 10.000), sarò anche vero che i 10.000 “perdenti”, per democrazia, saranno tenuti ad accettarla, poi, tale alleanza, ma un’alternativa anch’essa assolutamente democratica, per non farlo, ce l’hanno sempre: uscire dal movimento!
    Ci vedo, in questi processi, la possibilità che il movimento, alla fine della giostra, si diluisca a tal modo fino a scomparire.

    • Ogni giorno, in politica ma anche nella vita, ci sono migliaia di scelte da fare: per avere un partito come dici te dovremmo avere 60 milioni di partiti, uno per ogni cittadino.
      Te lo dice uno che è fermamente del M5S è che è, se possibile, per un inasprimento della lotta alla immigrazione “coatta” e alla clandestinità.

  • Io sono uno che ha lasciato i 2 euro per le primarie del pd e non mi sento un demente e non riesco a capire neanche questa storia di offendere chi non la pensa come loro speriamo che si adeguino a quella che si chiama democrazia

  • scusa ma che dici? non sono stati mica chiamati 50 milioni di elettori (?) ma gli iscritti certificati al movimento. Non hanno votato tutti, ma il risultato è stato chiaro e netto. La base ha deciso, questa è democrazia? sì come mai l’abbiamo vista! Consenso e credibilità sul movimento? ma stai vedendo cosa stanno facendo avendo contro tutti, la riprova la trovi in questo stesso articolo. Provaci tu allora.. bla bla bla bla dio che pena.

  • E certamente una vittoria contro chi denigrava Grillo, ma deve comunque farci riflettere. Non si può pensare che il voto di 20/30000 persone possa indicare la linea politica di uno stato. E vero che siamo agli inizi ma, soprattuto in questa fase, la linea politica dovrebbe essere dettata dagli eletti e semmai suffragata dal voto . Così mi sembra veramente ingestibile

  • La frase più significativa : ” …sconcertante a chi è abituato a farsi educare dai partiti… “, questa è la fotografia dell’Italia che il M5S con il suo modus educandi pian piano fa sbiadire !

    Grazie Claudio, preciso come sempre.

    • invece adesso ci educheranno i nuovi “so tutto io” all italiana..a riformare il codice ci penseranno gli analfabeti del diritto, a riformare l economia gli analfabeti della finanza a riformare la salute gli analfabeti della medicina. Non è un offesa è la semplice legge dei numeri. Insieme a loro, quelli del ” è facile, basta leggere questo o quello” , roba da mettersi le mani nei capelli.
      Voi dalla memoria corta già avete dimenticato i disastri commessi dagli italiani in passato quando sono stati chiamati a “riformare” il paese in prima persona..hanno distrutto la politica energetica del paese , hanno concesso un monopolio mediatico e aperto la porta a tutte le leggi elettorali porcate incominciando dal mattarellum. Peggio di così non si potreva fare.
      Avanti così, c’era d’aspettarselo ci toccherà fare il vaccino pure a sto fenomeno

  • L’unico problema che ho e’ che credo che non tutti coloro che hanno votato avevano l’informazione necessaria. Prima di votare si deve capire la legge per la quale o contro la quale si vota, e se quella legge e’ abrogata, quale e’ il risultato. Ho paura che parecchi hanno votato con il nuovo “buonismo” italiano.

    • metto in chiaro, non sono a favore ms5;
      ma sai cosa potrebbe essere anche buonismo all’italiana, ma è comunque una dimostrazione di democrazia diretta, cosa che preferisco immensamente al tipo di democrazia attuale, se e dico se, alla fine l’ms5 saprà mettersi da parte(parliamo di 5-6 anni), allora mi ricredero’ e sarà ricordato nella storia…,
      sia inteso, fossi io non sceglierei mai una forma democratica di governo, rispetto troppo aristotele, ma comunque ribadisco meglio la democrazia diretta che quella partitica attuale

  • LEGGO CHE AVETE CON CURA EVITATO LA DIZIONE …” DEMOCRAZIA DIRETTA ” , NON A CASO….!!
    CHE VOLONTA’ E’ STATA RISPETTATA….QUELLA DI UNA PARTE DI CITTADINI CHE …ISCRITTI ALLA LISTE GRILLO….!! HANNO ESPRESSO UN VOTO…!!! ALLA CIECA ..FORSE SI..??
    PER PRIMA COSA SI DEVE INFORMARE LA PLATEA DEI VOTANTI DEI …–PRO , E DEI CONTRO …DELLA PROPOSTA DA ESAMINARE…..!!!!
    PER SECONDA COSA SI DEVE FARE UN DIBATTITO PER EVIDENZIARE ….NUOVE PROSPETTIVE…E POSSIBILI NUOVE SOLUZIONI AL PROBLEMA…SERVE ANCHE COME APPROFONDIMENTO ..PER CHI HA INTERPRETATO MALE L’ELENCAZIONE DEI PRO E DEI CONTRO….!!!
    —QUINDI SI ARRIVA AL VOTO —VOTO FATTO DA PERSONE CHE HANNO SVISCERATO UN PROBLEMA E NE CONOSCONO (( SI SPERA )) TUTTI I CONTENUTI …!!!

    QUESTO VUOLE DIRE FARE LA VOLONTÀ E GLI INTERESSI DEI CITTADINI…!!!!

  • Rafforza la rappresentatività se le persone a cui si chiede di esprimere un’opionione hanno avuto modo di reperire e valutare le informazioni su cui basarsi.
    E’ vero che le informazioni sono a disposizione, ma reperirle, confrontarle, vagliare le conseguenze, ascoltare e confrontarsi con esperti nei singoli campi è un lavoro a tempo pieno, non qualcosa che si fa nel tempo libero, altrimenti non sarebbero lì a farlo.
    Ripeto: mi aspetto che ci sia gente preparata che si assuma la responsabilità di prendere decisioni.
    Le persone della base, tranne forse pochissime, non avranno mai la preparazione necessaria per esprimere un parere davvero ponderato.
    Ti fideresti di un pilota di un aereo che chiedesse ai passeggeri cosa deve fare per decollare e atterrare?

    • E tu ti fideresti di un pilota corrotto, che una volta decollato ti porta a una destinazione che non sai ma per la quale lui riceve un super compenso ?

    • se il pilota è corrotto ..la soluzione è predisporre e pretendere piloti non-corrotti ..di sicuro la soluzione non è affidare la guida ai passeggeri in preda a deliri ascetici , sbraitando con la bava alla bocca. Anche se sbraitare con la bava alla bocca raccoglie più consensi come abbiamo visto.

    • @ luca

      Perché secondo te i consensi del M5S sono tutti figli del solo sbraitare. Perché secondo te, nonostante tutto quello che le persone di buon senso devono ogni giorno sopportare, si deve sempre mantenere un tono basso e reagire con compostezza. Beato te ………….

  • 20 000 ex piddini ora grillini internettiani rappresentano 9 milioni di votanti???
    o ci siete o ci fate…

    non aggiungo altro, guardando la pochezza dei commenti dubito che aprireste gli occhi…

    lelamedispadaccinonero.blogspot.it

  • Poveretti, criticate i voti della base del movimento, ma non criticate le liste bloccate o i pianisti che votano per gli assenti, oppure la maggioranza che vota perché il governo approva o no, come quando ci fù l’errore del presidente di camera (se non erro)che per sbaglio disse “il governo approva” e tutti pd e ex pdl e sc votarono approvando l’emendamento a cui dare voto contrario….

  • Grazie Claudio per il tuo articolo puntuale e preciso .
    Nonostante tutto,gli Scanzi Quotidiani,si sono affrettati a mettere bandiere ideologiche ad una scelta opportune e ragionevole.
    Il famoso detrattore di Grillo e Casaleggio si e` affrettato a certificare la differenza ideologica tra questi due ed,il popolo 5 Stelle ,
    Il tutto per cercare di rompere il rapporto tra i Parlamentari 5 Stelle e le regole che si sono dati al fine di costruire una sinistra sgangherata-busciarda guidata dai RIdaCCHIONE Vendola` e l`ottuagenario RoGaga`.

  • La Domenica delle primarie Pd ho visto solo anziani sottoculturati( nn e’ colpa loro si sa…la guerra !) scendere dall’auto in fretta ,mettere mano al portafoglio ,entrare , seguire le indicazioni del capobastone del seggio ,fare una croce e via di fretta …quasi a nascondersi .
    Questo e’ il modo democratico,di RISPETTO sulle decisioni del suo elettorato, di un partito che ha nel frame la DEMOCRAZIA .

  • Alla fine di tutto questo ambaradam, io sono convinto che il reato di clandestinità debba rimanere dopo un minimo di permanenza in ITALIA che si potrebbe quantificare in un mese + o- poi scatterebbe il reato e/ o altrimenti non si dimostri di avere un lavoro e/ o essere in grado di mantenersi. Flavio

  • è l’ ABC della vita e della politica quando non si hanno argomenti concreti da contrapporre alle opinioni e pareri altrui si utilizza ogni mezzo possibile ed immaginabile per screditare l’avversario, dalla mistificazione dei fatti reali alla denigrazione, infatti la politica italiana da 20 anni e più è diventata l’arte della menzogna, da nemmeno un anno però il M5S sta scompigliando le trame tessute dalla partitocrazia menzognera semplicemente applicando correttezza e legalità. In questo bailamme Renzi da par suo sta cercando d’anticipare le mosse del M5S per prendersi il merito incalzando Letta, senza accorgersi d’essere arrivato a partita conclusa, il governo è sotto scaccomatto del P.Repubblica, ed il Presidente G. Napo a sua volta sotto scacco della UE.

    Come mai siamo arrivati a questo immobilismo suicida?

    Per avere la risposta sarebbe necessario che quei 2/3 di elettori PD PDL rileggessero con attenzione la Carta Costituzionale per avere la prova inconfutabile che non un solo articolo dei 139 è stato applicato doverosamente negli ultimi decenni di questa Repubblica liberticida, dove la corruzione economica, etica e morale è permeata in ogni livello sociale e grado istituzionale.

    • nel caso in oggetto “reato di clandestinità” è sufficiente leggersi gli artt. 2 e 10 della Costituzione (principi fondamentali per i quali gli italiani dovrebbero ritrovarsi e condividere) poi cercare su internet la Legge Bossi-FIni-Maroni e farsi non solo un opinione ma anche un parere tecnico.

      Ma siccome siamo un popolo TELEdipendente tutto ciò che non appare o non si sente in Tv non esiste!

    • perfettamente ragione sulla primissima parte e sull’ultima ..!!
      si utilizza il dileggio e l’insulto ….per cio’ che non si comprende.!
      idem fanno i politici degli ultimi decenni ….che mentono come metodologia , per fare ingurgitare ai cittadini leggi disastrose…!

  • I “giornalisti” a cui fa riferimento, Claudio, sono quelli che si affrettano a sbattere in prima pagina il video di Paola Taverna che mette le gomme anteriori della sua auto sulle strisce pedonali (vedi
    http://llht.org/2014/01/13/si-fa-presto-a-dire-etica/ ).

    Ma di cosa stiamo parlando? Questa è gente che, se le cose vanno come dovrebbero andare, fra non più di due / tre anni sarà costretta a reinventarsi un lavoro…

    Teniamo botta. Che dalla nostra abbiamo… la Verità.

    Ciao,
    Andrea from “Low Living High Thinking”

  • elezioni politiche 2013 —- votanti 8.797.902
    referendum on-line —- votanti 24.932

    bisogna aggiungere altro trishtan???

  • Ragazzi, ma vi rendete conto? E’ accaduta una cosa solo fino all’altro ieri inaudita!!! E’ stata impartita una direttiva dalla base, ma veramente dalla base, su un tema concreto che vincola inesorabilmente tutti dagli eletti a Grillo e Casaleggio. Questo avvenimento è, a mio parere, di gran lunga più significativo della scelta fatta a suo tempo sul Presidente della Repubblica. E’ la evidenza tangibile che la democrazia diretta può funzionare e soprattutto può funzionare meglio di quella rappresentativa. Non importa se la decisione presa potrà risultare sbagliata e non significa nulla, se si è compreso a fondo cosa voglia dire democrazia diretta, che a votare siano state ventimila persone piuttosto che due milioni o venti milioni. La strada è lunga e irta di difficoltà, gli errori saranno inevitabili, ma questo evento rappresenta, a mio parere, una pietra miliare per tutto il Movimento.

    • condivido pienamente, a patto che la democrazia diretta non sia tramite rete, allora non sono più daccordo, la rete tende a filtrare troppi pensatori, tutti quelli che pensano che la rete sia oltremodo superata, perchè limita il genio umano, e sfido a dire diversamente e a dimostrarmi in che modo le emozioni passano i bit…

  • Dicevo,non capisco,come si continui a pensare ad una innovazione e si continua ad usare una terminologia,preistorica! Cosa significa oggi,destra e sinistra,i valori da ricercare sono l’onestà, non l’appartenenza a partiti UGUALI!! La destra aveva,ha l’Arcoreano che non dovrebbe nemmeno più apparire,farsi vedere!Invece c’è quasi,anzi senza quasi,la ricerca di un alleanza elettorale da parte di Firenzi,molto diverso da lui,già a parte il fatto di strani collegamenti con Goldman Sachs!Ecco, nessuno deve insultare chi ha pagato per votare alle primarie,il rispetto è sempre dovuto a chiunque!Certo che dare 2 euro ad un partito che nelle casse ha 90 milioni di euro,beh, penso che una riflessione si possa fare!Rendiamoci conto,non facciamoci pilotare da un giornalismo che è dominato dalla politica!M5S ha la sua autonomia,è coerente,coerenza che gli altri non hanno!! Auguri a tutti ! Paolo buon,

  • http://francescoamodeo.net/2014/01/13/movimento-cinquestelle-e-la-campagna-pro-euro-e-pro-stati-uniti-deuropa-chi-e-il-responsabile/comment-page-1/#comment-765

    questo articolo dovrebbero leggerlo tutti i grillini…

    tornando in topic come possono 20 000 persone decidere per una questione che riguarda TUTTA L’ITALIA e quindi anche i non grillini?

    la storiella della democrazia diretta (a modo vostro) fa acqua da tutte le parti, inoltre è surreale che qui sia l’unico a scrivere certe cose…

    • Ti rispondo io ciccio, nella speranza che la smetti con questi pseudo concetti di antidemocratia.

      Sinteticamente:
      – Le 2 camere sono composte da 915 parlamentari (più senatori a vita ahimé).
      – Le proposte di legge vengono elaborate da commissioni parlamentari, quindi :
      – Non tutti i parlamentari possono avere conoscenza approfondita di ogni tematica, pertanto :
      – La maggior parte dei parlamentari vota la linea tenuta dalla forza politica cui appartiene la commissione che ha “preso in carico” la tematica sviluppandone un progetto di legge, ergo :
      – Del migliaio di parlamentari una legge è generalmente votata per “linea di partito” e non per conoscenza, questo spiega perché quando intervistati per strada i parlamentari generalmente non sanno una mazza.

      Ora dico : Se dei 1000 parlamentari solo quelli che hanno costituito la commissione sono a conoscenza della tematica significa che la votazione “per maggioranza” di essi ha significato prettamente politico e molto poco rappresentativo, diciamo che un 20% (e sono ottimista) ha conoscenza approfondita, 200 parlamentari votano con cognizione di causa, quindi questi dovrebbero rappresentare l’Italia !

      Ti chiedo :

      L’Italia è meglio rappresentata da 800 parlamentari che votano una “linea di partito” spessa presa per interesse a favore di lobbies o è meglio rappresentata dai “pochissimi” 20.000 che votano, magari anche senza approfondimento spinto ma liberamente informandosi e potendo decidere per buon senso senza interessi ?

      • il vostro sistema non differisce da quello vecchio…
        una minoranza ha votato per una tematica che coinvolge tutta la Nazione ma basandomi su ciò che scrivi sei troppo ottuso per capirlo.
        ti faccio solo una domanda : come credi che sarebbe andata tale votazione fosse stata applicata a TUTTI I GRILLINI (9 MILIONI circa)?

    • @ lelamedispadaccinonero.blogspot.it
      poni un problema che non esiste, in quanto chi è assente ha sempre torto, se desideri partecipare e contribuire alla democrazia allora iscriviti e vota anche tu, non ti lamentare se poi “altri” prendono decisioni anche per te.

      La stessa cosa vale per quei milioni di italioti che si astengono dal votare a qualunque tornata elettorale, lasciando la strada spianata ai devastatori della loro vita.

      • italiota dillo a qualcun altro…
        mi astengo dall’esercizio del voto per il semplice motivo che non vi è alcun partito influente capace di farci tornare alla lira, inoltre sapevo fin da tempi non sospetti che 5s fosse favorevole all’euro, allo ius soli e alla moneta elettronica…

      • UN PICCOLO PREAMBOLO.
        nel veneto c’e’ un paesino chiamato dai locali -angana-poltron- , chiamato cosi’ perché i nullafacenti ed gli ignavi non vi vanno mai …rinunciano prima di arrivarci.
        questo perche’ sembra facilissimo raggiungerlo , invece , salita una china se ne presenta un’altra , e questo per sette volte , sembra sempre di esserci ed invece si deve ancora camminare molto…!
        PER USCITA DELL’EURO E’ LA STESSA COSA…!?
        per chi non ne conosce le disgrazie di uscirne …e’ facile dire -Usciamo dalll’EURO -!!
        solo rimane il fatto che ha pagare il conto restano i cittadini italiani…che come sempre —devono—pagare ,per decisioni prese da SPROVVEDUTI chiacchieroni nullafacenti…!
        e solo chi si arrampica sino a sedere ad uno scranno , ha la possibilita’ di avere una visione –reale– dei veri costi dell’uscita dall’EURO.

    • @ lelamedispadaccinonero,

      per l’articolo linkato, non vedo il problema! All’interno del M5S esiste libertà di pensiero pur essendo allineati e coerenti con le direttive esplicate nei 5 punti programmatici, chiamasi democrazia diretta applicata di volta in volta con le votazioni-consultazioni interne, che siano 200 o 20000 importa il confronto tra il leader e la base.

      Oppure pensi che l’ideale democrazia sia avere un leader despota 80enne (pregiudicato) che impartisca ordini tassativi eliminando chiunque li contesti?

      Oppure che la democrazia ideale sia quella del PD miliardario che con le primarie condizionate mediaticamente fa credere alla base elettorale (pagante) di decidere per il “nuovo” segretario?

      Dovresti riflettere sul contesto politico e governativo che ha del surreale forse demenziale, il PD azionista di maggioranza nel Governo è in guerra con se stesso Renzi contro Letta, senza contare le correnti interne pronte a fulminare chiunque le tocchi, il centrodestra è spaccato in due una parte al governo e l’altra all’opposizione per meri dissensi personalistici, l’unica compagine politica forte coesa e coerente è il M5S, eppure il caro Presidente della Repubblica si ostina a mantenere insieme quella cozzaglia caotica d’interessi privati per il bene collettivo?

      • clesippo
        tu del mio pensiero non hai capito proprio nulla…

        vorrei proprio vedere come andrebbe a finire se la questione ius soli venisse sottoposta a referendum, credo fortemente che il risultato sarebbe molto diverso da quello dei 20 000 grillini…

    • Tristhan.. continui a confondere sostanzialmente due cose: ciò che è (o dovrebbe essere) la democrazia rappresentativa e ciò che è in italia , anche a causa di decenni di malapolitica. Il tuo commento è frutto di questa sovrapposizione (potrei specificare punto su punto, ma converrai da solo rileggendoti).
      Nel momento che confondi i due concetti risulta facile argomentare a favore della democrazia diretta.

      Il pericolo della politica espressione delle lobbies non cessa di esistere con la democrazia diretta ,perchè il potere di interdizione e di influenza delle lobbies passa attraverso la manipolazione dei consensi attraverso i media , la selezione di un classe dirigente collusa con questi poteri è solo una conseguenza, non la causa. Con la democrazia diretta la persuasione non riguarderebbe più i soggetti da candidare ma le riforme da attuare o l’atteggiamento che i “portavoce” devono mantenere.
      Se poi addirittura per legge si obbligano i movimenti a vivere solo di donazioni private , significherebbe imporre per decreto il dominio delle lobbies sulla politica (come succede negli USA ), innanzitutto i movimenti dovranno svolgere gli interessi di chi li finanzia e fa sopravvivere.

    • @ Luca

      Non capisco, sei tu stesso a dire “ciò che dovrebbe essere la democrazia rappresentativa”, proprio perché non esiste.

      Ti assicuro che tra me e te quello confuso non sono io, carissimo, ma proprio per niente, il quadro della situazione per me è chiarissimo, per te e per coloro che non approvano il M5S probabilmente no, ma solo per un motivo, siete avversi in maniera pregiudiziale, punto, ma chi se ne frega.

      Torno sulla democrazia rappresentativa e chiudo al volo dicendoti che la democrazia rappresentativa andava bene fino a vent’anni fa, ma con le tecnologie di oggi indire un referendum è questione di un flash e costa quasi zero, raccogliere il parere e l’opinione di ognuno è fattibile in una modalità identica, pochi click e costo ridicolo, ma vuoi confrontare il metodo delle primarie del PD (dati raccolti cartacei a livello locale, migliaia di volontari assoldati, tempi atroci di spoglio, controlli impossibili, mi fermo…) e il metodo digitale ?

      Ora ti dico e sono abbastanza “forte” nel concetto, il parlamento dovrebbe esistere solo come istituzione preposta alla legiferazione (oggi manco questo avviene, vabbé) e la decisione relativa ad ogni proposta deve essere soggetta a referendum digitale, costa quasi zero e avviene in poco tempo.

      O gli svizzeri secondo te sono degli stupidi ?

    • tristhan…hai risposto a tutto tranne che nel merito.
      Poi cosa c’entra la svizzera non si sa. Non hanno la democrazia diretta (ci sono partiti, coalizioni e rappresentanti) e anche se ce l’avessero non vedo proprio gli estremi per un confronto con l’italia.
      Il M5S vuole la democrazia diretta (eliminazione dei partiti e dei rappresentanti, referendum propositivi ecc ) ,a tutti gli effetti una porcata che spero vivamente faccia solo parte della propaganda grillina per attrarre il popolino.

  • Allora, a me interessa dire le cose come stanno senza veli. Pane al pane e vino al vino. La storia delle possibili strumentalizzazioni alla fine tappa la bocca a tutti e io invece, guarda un po’ voglio restare un uomo libero.
    Quindi dico subito che se qualcuno si sente offeso anche se è del M5S a me non me ne può fregare di meno.

    Veniamo al metodo della votazione degli iscritti M5S sul reato di clandestinità

    Personalmente non è piaciuto affatto avere diritto al voto ed esserne escluso.
    Mi è piaciuto ancor meno che le scelte dei responsabili della definizione delle tempistiche di preavviso e di durata del voto (secondo me ai limiti dell’autolesionismo) abbiano infallibilmente causato tale esclusione.

    Ciò che mi ha veramente scandalizzato è che sempre in chiarrissima connessione con le scelte suddette, abbia potuto votare solo il 31% degli aventi diritto.

    Voglio sperare che questa infelicissima esperienza venga riconosciuta per tale non abbia mai più a ripetersi.

  • IO HO VOTATO PER MANTENERE.
    So che in questo campo siamo al solito comportamento da operetta all’italiana. All’espulso gli viene messo un foglio in mano e questo se ne va dove cavolo gli pare, Altro che ingolfamento della giustizia.
    Qua si va a ingolfare la logica, e le persone si incazzano ancora di più.
    io avrei votato per abolire, ma sentendo le persone ed essendo uno degli
    80000 mi sono conformato al sentiment prevalente che era quello di cui HA PARLATO BEPPE NELLA FAMOSA DICHIARAZIONE post-bucalossi o come diavolo si chiama.
    caro messora, a me interessa poco che sia andata a buca la manovra di dimostrare chi comanda.
    Quando si sceglie di fare le cose in quel modo, si sa, al 99% quale sara il risultato, e quindi E’ CHIARISSIMO CHI COMANDA.
    E IO DICO, MENO MALE. Spero solo che questo giochetto non venga rifatto, perche una simile umiliazione della democrazia su di noi non è tollerabile.
    Meno male che i giornalai pennivendoli non possono, non riescono, e non potrebbero far capire una cosa cosi complessa.
    franco rosso.

    • Io invece, con la mia normale esperienza e nella mia relativamente semplice ed umile visione delle cose, ho cercato di informarmi e una volta avuta la mia idea, ho votato per abrogare, non ho seguito alcuna indicazione da nessuno, per me può anche essere chiaro chi comanda, ma ancora più chiaro è chi si lascia comandare. Io no, io apprezzo infinitamente il poter esprimere il mio voto in questo modo, è fantastico.

  • Concordo con chi dice che questo non ha nulla a che vedere con la democrazia diretta: 20000 persone non sono significative. Inoltre nessuno puo’ garantire che tra gli iscritti non ci siano infiltrati.
    Se questo e’ il modo del movimento di prendere decisioni su temi importanti come questo, credo che perdera’ molti voti, quando tutti si renderanno conto quanto e’ facile “condizionarlo” con dei falsi iscritti.

    • Non è vero che nessuno può garantire che non ci siano infiltrati: l’abilitazione a partecipare attivamente viene concessa dopo lunga ed approfondita verifica dell’identità del richiedente (invio scannerizzato della propria carta d’identità…) e dopo un tempo piuttosto lungo di assestamento (circa 6 mesi) nei quali l’attivista 5 stelle non può partecipare alle votazioni. Gli 80’000 iscritti sono tutti certificati, e 20’000 voti pesano, eccome se pesano: gli altri 60’000 che non hanno partecipato HANNO SCELTO DI ASTENERSI, è un voto anche scegliere di astenersi!

    • Allora non c’è futuro, ci resta la sola rassegnazione che nulla potrà mai cambiare, che gli italiani saranno sempre condizionati da una troupe al servizio delle lobbies, che il nostro futuro è in mano a una classe dirigente…

      No ! Io non ci sto ad ascoltare sempre gente che trova qualcosa che non va in tutto, non è possibile essere sempre polemici… va bene essere contrari e trovare negatività, dite almeno cosa fareste.

      Cosa faresti, Tesimo, per riportare ordine in questo sfracellato paese ?

  • Io credo che gli italiani, al di là del fatto che siano in gran parte imbambolati e apparentement incapaci di ‘difendersi’ dai sopprusi che subiscono da una classe politica inetta, schiava dei plutocrati e sostenuta da una completa e venduta editoria mass-medianica (degni esercenti di un quarto potere corrotto), abbiamo ormai raggiunto una quasi universale sfiducia in tutto ciò che viene pubblicato. Non trovo quindi utile impegnarsi a ricucire le argomentazioni sostenute dai media, sottolineando quelle che sono le azioni faziose, ipocrite e comunque vergognose in esse contenute. In poche parole a mio modesto parere, caro Claudio, trovo molto più utile infondere nei lettori i ‘grandi valori’, quelli che continuano a sfuggirci ma che fanno parte di noi e che necessitano solo di essere infusi, amorevolmente con azioni e parole. Vorrei ricordare un importante concetto, ribadito dalle più recenti ricerche della fisica che si avvicina alla spiritualità: sostenere un argomento o contestarlo è ‘sempre sostenerlo’. Faccio un esempio storico, che riguarda Madre Teresa di Calcutta che capì questo, una volta le chiesero di partecipare ad una manifestazione – contro la guerra – e lei risponse ” no, io parteciperò al massimo ad una manifestazione – per la pace – “, aveva capito insomma che combattere con un mostro, significa rinforzarlo, perchè significa dargli valore, energia e potere. Da questo nasce il vero concetto che ‘cambiando noi stessi, cambiamo il mondo’.

    • Hai ragione, ma il dubbio e che alle prossime elezioni causa sfiducia anziché prendere più voti potrebbe esserci meno affluenza, a tutto vantaggio dei partiti tradizionali con elettorato più anziano!

  • Non commettiamo l’errore di confondere due piani che sono si strettamente connessi nella loro essenza, ma al contempo distinti e separati. Sarebbe assurdo sostenere che siccome il porcellum è stato dichiarato parzialmente incostituzionale, si debbono abolire le elezioni. Voglio dire che le difficoltà tecniche non possono inficiare il valore del fatto in se.

  • Buongiorno Claudio. Commento qui perchè forse è più facile che l’opinione per quanto insignificante arrivi ai “destinatari” visto il minor numero di commenti (da leggere) presenti rispetto ad esempio a quelli presenti sul Blog di Grillo.
    E perchè tu sei comunque un esperto di comunicazione.
    Ogni giorno, ogni mattina, si assiste ad un continuo massacramento nei confronti del M5S da parte di commentatori, “giornalisti”, politici e conduttori di programmi. Soprattutto nelle rasmissioni di Agorà su RAI TRE e i vari talk show su La 7. Anche stamane, cosa che come sempre mi fa spegnere immediatamente il televisore.
    Credo sia estremamente disonesto riversare ed affermare falsità nei confronti di qualcuno, senza che questo qualcuno abbia la possibilità di controbattere e pure argomentando. E perchè, non è presente in studio, tantomeno in collegamento esterno. E’ un continuo stravolgere e mistificare la realtà e, ed è inutile te lo spieghi, quanto sia deleterio per il M5S tutto questo, perchè la gente ascolta e “crede” a quello che gli viene detto in TV. Pertanto la mia domanda è la seguente: ok non partecipare ai talk show, ma perchè lasciare campo completamente libero a chi mistifica così la realtà delle cose?
    Se non fosse per qualche giornalista che ogni tanto “difende” o almeno dice le cose come sono, c’è MAI nessuno del M5S che obietti, spieghi e quindi informi i telespettatori.
    Sioccome lo sapete meglio di me cosa voglia dire tutto questo e gli effetti che ha sula massa, il non essere praticamente mai presenti è una scelta precisa e studiata? Perchè se no, potrebbe essere presa non dico per stupidità o leggerezza.. ma per puro e mero masochismo.
    Stringendo: se qualcuno non va e praticamente tutti i giorni a spiegare e a dir le cose, facendo controinformazione, credo sarà dura migliorare i risultati già ottimi ottenuti alle ultime elezioni.
    E sarà persino dura mantenerli, questi risultati.
    Spero che qualcuno riesca a fare qualcosa.
    Saluti sinceri e buon lavoro.

      • se 5s fosse andato in tv, la gente avrebbe capito che sono pro euro, pro ius soli, pro moneta elettronica e tanta altra m e r d a simil pd..

        sono stati furbi, mooolto furbi nell’evitare lo strumento televisivo

    • Grazie Stefano.
      Poi dico a lelamedispadaccinonero.blogspot.it: ma non è che con tutte quelle lame e magari vorticanti, qualcuna ti è finita nel cervello?
      Sai, i Neuroni devono avere collegamenti liberi per poterlo far funzionare correttamente.
      Sì che il metallo è un ottimo conduttore elettrico, ma belin.. una spada o più, qualcosa sicuramente intasa e blocca.
      Forse non hai avuto tempo di accorgertene.
      Saluti.

  • Aggiungo. Leggo i ‘soliti’ commenti di persone che invocano e accampano Diritti. Io dico a questi, che si parla sempre di Diritti e soprattutto di averne, ma si parla mai di Doveri.
    Se gli italiani, specie certi, analizzassero come si comportano nella Vita al posto di invocare ed accampare “diritti”, probabilmente non saremmo in queste condizioni e l’italia sarebbe un paese normale. O quasi.
    Saludos a todos

  • L’articolo è un po’ enfatico ma va bene così. Io ho superato gli ottanta anni, sono abbastanza esperto e de li vizi umani e del valore, ho votato Civati alle primarie PD, ho votato sì all’abrogazione del reato di clandestinità, alle politiche non ho votato né PD né Cinquestelle (ma Sel e Ingroia). Che mille fiori sboccino. Io intendo dare una mano agli uomini di buona volontà. Per ora nessuno mi ha diffidato o allontanato. Sono germi di democrazia diretta. Che mille gemme sboccino sull’albero della nostra democrazia ancora soffocato da troppe piante parassite. I Cinquestelle stanno lavorando per staccarle dal tronco della pianta viva che si chiama Costituzione Italiana. E non solo loro. Coraggio, insieme si vince, o per lo meno si vive (da uomini e non da pecore matte).

  • caro Claudio, ti seguo da quando sei nato sul web, riconoscere la tua penna dopo solo due righe, ti ringrazio per essere restato te stesso, questo paese ti deve molto, hai davanti tanta strada da fare, io ti seguo, in bocca al lupo, un giorno vorrrei prendere un caffè con te. grazie per quello che fai. Antonello.Sepe

  • @ lelamedispadaccinonero,
    cosa intendi per referendum, quello nazionale o solo per i circa 9.000.000 di votanti M5S?

    Dal 1993 i referendum abrogativi non hanno mai sortito nessun effetto sostanziale sugli atti governativi, anzi nel caso stranoto sul finanziamento dei partiti sappiamo quale infamata i partiti dell’epoca (gli stessi di oggi) approvarono per aggirare la volontà popolare.

    Quindi di che ti preoccupi? Esiste una democratica consultazione interna all’elettorato del M5S, per ora si contano diverse decine di migliaia di adesioni nel futuro si spera siano milioni.

    Se ti riconosci nei principi e valori sanciti nella Costituzione della Repubblica alla quale appartieni troverai le risposte allo ius soli ed a molti altri dubbi, quesiti e problemi di ordine giuridico, etico, morale, culturale, economico e politico.

    • @ lelamedispadaccinonero,

      dimenticavo….

      al sottoscritto non piace la democrazia in nessuna delle sue variegate forme e declinazioni, ma devo riconoscere onestamente che ad oggi è il migliore sistema per amministrare politicamente un popolo una nazione.

    • Clesippo geganio.. Io non ho votato alle primarie ma se lo avessi fatto , probabilmente anche io avrei votato renzi e la ragione è molto semplice: renzi , nel pd, è il cavallo vincente per vincere alle prossime elezioni.
      Cerca di vedere le cose da un punto di vista più ampio e non sempre da quello limitato e chiuso di chi rifiuta di vedere com’è e cos’è l’italia e con chi ci dobbiamo interfacciare e contro chi lottiamo alle elezioni. Paese in cui il 30% dell’elettorato ha votato il berlusca, 15-20% di italiani tra analfabeti o soggetti con gravi difficoltà di comprensione di un testo, scolarizzazione da terzo mondo. La gente ha bisogno di un progetto solido e concretezza, ma la gente continua a votare in massa chi sa parlare bene.

    • @ Luca,

      il problema non sono gli analfabeti, ma quelli che credono agli imbonitori televisivi con la favella e battuta facile, il problema sono i teledipendenti scolarizzati o meno per i quali tutto ciò che non si vede in tv non esiste o non è vero.

      Purtroppo questa è la democrazia, la maggioranza vince sempre perfino quando è in errore anche su una minoranza avente ragione!
      Non esiste altro sistema politico e civile che questo per ora, ma in questo vulnus democratico il M5S pone un alternativa non alla democrazia ma al sistema meccanicistico del consenso popolare, attraverso consultazione non solo abrogativa ma consultiva e propositiva nel proprio bacino di consensi, modalità liberale per fare esprimere e partecipare attivamente alle scelte democratiche anche quella minoranza che potrebbe avere ragione.
      Sembra paradossale ma quei 9.000.000 circa di voti al M5S sono stati costretti in “minoranza” da un sistema affatto democratico.

      L’esempio sarà la consultazione popolare propositiva inerente all’euro moneta, anche se la nostra Costituzione prevede solo referendum abrogativi.

  • La prego voler rispondere a una semplice domanda. Secondo lei è democrazia quando circa 30 mila cittadini, solo perchè iscritti al blog di Grillo, hanno il potere di far valere il loro pensiero sui circa 10 milioni che hanno votato il M5S ? Se questa è la democrazia del M5S forse è meglio non votarlo. Due sono quindi i vincoli, il primo di numerosità, e il secondo di accesso al blog per il voto.

    • Con modestia Le rispondo io, cioè nel momento in cui i 9.970.000 non iscritti che votano 5 stelle sentono il dovere di contribuire ai sondaggi, hanno zero problemi ad azionare questa volontà, è una libera e semplice scelta. Il modo di espressione su questioni politiche tramite un blog è quanto di piu’ diretto e istantaneo riesco ad immaginare.

    • Caro Ezio, ognuno dei 10 milioni di votanti ha il diritto gratuito di iscrizione e di rappresentare se stesso. La cosa da cambiare è la mentalità delle persone, il volere mettersi in gioco, il dedicare tempo a qualcosa a cui si tiene. Di lamentarsi e non fare nulla sono capaci tutti.

      Quello che i “5 stelle scettici” non capiscono è che se tutti dessero il voto a M5S, si iscrivessero alla piattaforma e votassero una ad una ogni proposta non ci sarebbero più problemi di destra o sinistra, talk show inutili che parlano del niente.

  • Credo che far i martiri per un battaglia senza senso è la cosa più patetica e triste che il nostro Paese poteva offrirci.

    Far partecipare chi? I cittadini a cosa? Un Parlamento privatizzato dalle banche anglosassoni e trasformato in uno zoo? Con il peggior vilipendio che la storia della Repubblica abbia mai conosciuto?

    La Democrazia diretta degli schiavi? Che mentre frugano nel cestino della spazzatura per sopravvivere fanno un capatina a votare on line quale modello di pannello fotovoltaico NON poter comperare da mettere nelle favelas dove si tengono i propri figli ridotti a dei “mutanti”?

    Perché gli Eroi, caro Claudio, non propongono nello stesso modo una votazione fra morire con disonore tramite il “vincolo esterno” o provare a sensibilizzare l’informazione per TORNARE A MONETA SOVRANA?

    http://s1.scenaripolitici.com/wp-content/uploads/2014/01/6-1024×580.png

    (o magari aspettano a farlo quando gli angloamericani si porteranno via le riserve in oro della Banca d’Italia e con la nuova valuta potremo giocare al monopoli…)

    Il problema non sono quegli animali incolti dei media nostrani che parlano male del M5S: il problema sono i quelli americani che ne parlano bene! Sì, per chi si ricorda, proprio gli stessi media che sostenevano Bossi contro la Roma ladrona prima di Mani pulite e della prima colossale svendita con le PRIVATIZZAZIONI.

    Travaglio e Renzie ve li meritate. Facce della stessa moneta, l’EURO che, anch’essa, VI MERITATE.

    • E’ pur sempre un primo passo verso qualcosa, verso il cambiamento. Vedo “schiavi” con la terza media aver messo in piedi aziende e dato lavoro a decine di persone. Di certo conta il buon senso e il voler far funzionare le cose.

      • primo passo verso cosa?
        stiamo andando perennemente in discesa…

        siamo sulla strada della povertà dilagante, dell’emigrazione italiana, dell’immigrazione incontrollata che porta incontrovertibilmente alla deflazione salariale e il 5s ne è complice con la sua opposizione d’accatto

    • @ Virus
      Non fa una piega!
      Aggiungerei che votare per lo ius soli (in questo momento) equivale a votare per una svalutazione salariale!

      Qualcuno si è preso la briga di spiegarlo a quei 20000 che lo hanno votato?

      • a quei 20 000 non frega un c a * * o della deflazione salariale perchè nella loro vita non hanno mai perso un posto di lavoro in quanto ci sono gli schiavi del terzo millennio che quotidianamente importiamo da tutto il mondo…

    • @ Virus e lelamedispadaccinonero,

      i sondaggi non servono a nulla equivalgono ad oroscopi postumi, attribuire attendibilità a risposte umorali ed irrazionali per trasformarle in analisi scientifiche o valenza politica significa due cose, o si è in malafede oppure non si ha nulla da fare.
      I sondaggi vengono utilizzati da chi non ha più argomenti credibili per sostenere le proprie idee, infatti in tutte le trasmissioni TV sinistroidi e destroidi se ne fa largo uso per condizionare il teledipendente che immancabilmente ci casca a piè pari, vedi elezioni di Renzi lo davano per vincente 4 mesi prima del voto.
      p.s. Virus almeno cita la fonte di quell’oroscopo così ci facciamo due risate.

      Nelle vostre critiche astiose traspare un invidia o paura del vero cambiamento che un nuovo movimento politico pratica con determinazione e disarmante semplicità.

      Vi rammento che a febbraio 2013 è accaduto un fatto di rilevanza storica in Italia che la politica ed i media hanno trattato con sufficienza, ancora oggi trascurano, nascondono, scherniscono o relegano ai margini della realtà sociale e culturale del nostro Paese.

      • e chi ha mai parlato di sondaggi???
        ma secondo te a parte i comunisti radical chic e chi vive nei quartieri residenziali (praticamente le stesse persone) chi sarebbe a favore della babele multietnica???

        non sono l’unico stufo di sentirsi straniero in casa propria

    • @ lelamedispadaccinonero,

      sondaggio linkato da Virus post n°52, oltretutto post nel quale fantastica strategie e cospirazioni da parte di organizzazioni planetarie contro l’Italia.

      Ma ammettiamo per ipotesi che esista una SPECTRE che vuole distruggerci, non ti pare che ci riesca grazie ad una politica nostrana incapace, debole ed infame che da decenni svende l’Italia e gli italiani al miglior offerente? Allora perchè accusare il M5S di immobilismo quando chi congela l’uscita dalla crisi sono gli stessi politici che determinano lo stallo governativo?

      E tu ed altri vi preoccupate di una votazione on-line? Preoccupatevi del fankazzista Renzi e dello stracazzaro Berlusconi che da anni sono in sintonia ideologica ed armonia d’intenti.

      • perdonami ma non sei ancora in grado di discutere con me, ti mancano molte conoscenze, lo deduco da quello che scrivi…

  • rinfreschiamo la memoria a chi nega o tace l’evidenza dei fatti epocali accaduti il 24 e 25 febbraio del 2013.

    Lista: MoVimento 5 Stelle, neonata compagine senza precedenti storici,

    Collocazione politica: movimentismo antisistema e antipartitismo,

    Ideologia: democrazia diretta, E-democracy, decrescita, euroscetticismo, ecologismo, ambientalismo, antipartitocrazia, anticorruzione,

    Voti: 8,797,902 (25,09%).
    PD 29.53% e PDL 29.18% rispettivamente ammucchiati in due orgie incestuose di interessi (in gergo coalizioni) per guadagnare sul M5S poco più di un milione di voti.

    I dati numerici e l’impresa eccezionale non prevista del M5S evidenziano come i cittadini abbiano espresso istanza di rinnovamento/cambiamento e rimostranza verso una classe politica e dirigente inadeguata consunta e putrescente.
    A distanza di 10 mesi dall’esito elettorale non è cambiato nulla, tutto è rimasto come prima, tranne il peggiorare della tragedia che gli italiani subiscono da quella classe politica e dirigente inamovibile sia fisicamente che nelle coscienze.

    Complimenti a chi attribuisce il declino italiano all’Euro, alla UE, Merkel, ai paesi BRIC, alle banche, alla SPECTRE, a babbo natale la befana e sopratutto al M5S reo del più grande delitto perpetrato ai danni degli degli italiani, il volere applicare i principi sanciti nella Costituzione della Repubblica italiana.

  • Mi piacerebbe tanto capire perché tanta gente continua a dare addosso al m5s! Forse io la penso in modo troppo semplice, ma proviamo a ragionare: cosa si fa in qualsiasi ambito , dallo sport alle imprese e perfino nella vita privata, quando le cose non vanno ? Semplice si prova a cambiare ! Ora io penso che provare a cambiare in questo momento non ci sia nulla da perdere, male che vada si potrà dire di averci provato.
    Invito tutti gli scettici a fare proposte concrete anziché criticare perché siamo tutti nella stessa barca e il darci addosso rinforza solo chi vuole mantenere lo status quo ! Grazie !

    • Concordo con te che bisogna provare a cambiare.
      Per esempio possiamo iniziare a entrare nel merito del problema dell’immigrazione e magari spiegare agli italiani, in particolar modo agli elettori del movimento 5S, cosa comporta l’adozione dello IUS SOLI.

      Con ogni probabilità i 20000 potrebbero votare in modo completamente diverso.

      Se si vuol veramente cambiare bisogna informare correttamente le persone, altrimenti la democrazia è solo formale ed è viziata dalla demagogia.

      • quei 20 000 sono gli stessi che hanno proposto p r o d i, b o n i n o, g a b a n e l l i, r o d o t à alla presidenza per cui sono praticamente irrecuperabili

      • i miei amici?

        di chi stai parlando?

        ma almeno leggi quello che scrivo prima di pigiare i tasti del pc?

    • Stefano (con la S maiuscola :-), non credere che tutti i partecipanti alla discussione lo facciano in buona fede, non so se ti è sfuggito il precedente articolo di Messora sugli “spartani”. E’ evidente che chi critica in questo momento storico il M5S lo faccia con il preciso scopo di favorire tutto il resto del letamaio politico. Prendono a pretesto qualsiasi argomento che spazia dall’euro alla automobile del parlamentare 5S parcheggiata sulle strisce pedonali. Criticano il M5S come se dall’altra parte avessimo qualcosa di minimamente presentabile. “Non ragioniam di lor, ma guarda e passa.”

  • Dovremmo essere qui a gioire ed esultare per lo straordinario risultato ottenuto con le consultazioni on line dell’altro giorno e invece sento critiche dettate da un pessimismo incomprensibile.
    Evidentemente non si è capito a fondo il senso e il significato della democrazia diretta.
    Di tutto il programma Cinque Stelle, di tutti i suoi ideali, la democrazia diretta era ed è in assoluto il punto più alto, più ambizioso, più difficile e rivoluzionario, che il Movimento si fosse dato.
    Di questo dovremmo parlare dalla mattina alla sera, di questo dovremmo litigare, confrontarci, sostenerci l’un l’altro.
    Non importa se ciò che si è votato sia un errore, non significa nulla, se si è compreso a fondo cosa sia la democrazia diretta, che a votare siano state ventimila persone piuttosto che due milioni o venti milioni, ciò che conta è che è stata impartita una direttiva dalla base che vincola tutti inesorabilmente, dagli eletti a Grillo e Caseleggio. E’ la dimostrazione, per quanto imperfetta, per quanto tecnicamente approssimativa e necessariamente migliorabile, ma concreta e tangibile che la cosa si può e, a questo punto, si deve fare.

  • Vi volevo invitare ad una riflessione…

    Sentendo parlare i nostri politici ho notato dei punti in comune di come si pongono alla vita pubblica. Hanno un carisma che gli permette di parlare dicendo solo della retorica facendoli passare per fatti e tutto questo in moda da catturare l’attenzione non sul contenuto delle parole ma in che modo vengono dette e come si gesticola mentre si parla. Sara pure vero che sono in politica perché li abbiamo votato noi ma chi sono “noi”?

    Sostanzialmente ci sono due tipi di elettori: quello che va a votare usando la testa e quello che va a votare lasciandosi guidare dal proprio stomaca. il ché non vuol dire che lo fanno con mala fede ma é quasi certo che la maggior parte degli elettori non sa cosa o chi sta votando (parola chiave: Distribuzione di Gauss)

    Impotente nel riuscirmi a dare una risposta, credo una delle possibili via per minimizzare questo effetto é che ritornino ad avere “rispetto” verso i loro datori di lavoro. Chi sbaglia se ne deve andare subito! senza dover discutere sulla decadenza, mozione di sfiducia, 40 anni in politica e neanche dopo la pensione ci lasciano in pace…

    Sinceramente negli anni passati non andavo a votare perché ritenevo non ci fosse alternativa ma devo (e anche molti altri) ammettere che da quando c’è il M5S si inizia a sapere cosa succede in parlamento, cosa votano e cosa non votano, i favori etc. Beh questo per me rappresenta l’alternativa!

  • Da tempo ormai ho rinunciato a credere che i media nazionali possano dimostrare di essere IMPARZIALI, INDIPENDENTI, LIBERI.

    Ed ho capito che è impossibile prescindere dagli INTERESSI. Insomma, chi fa il giornalista “tiene Famiglia” o comunque ha bisogno di “portare la pagnotta a casa” e chi ti paga lo stipendio non vuole certo che si parli male di lui o che si tocchino i suoi interessi.

    Premesso ciò è chiaro che tutelare questi INTERESSI significa evitare che ti tolgano il finanziamento pubblico, difendere e lodare chi paga la pubblicità che compare sulle tue pagine o sul tuo canale tv.

    Insomma è inimmaginabile che chi possiede un giornale possa consentire che questo diventi un’arma contro se stesso, è più plausibile che accada l’opposto.

    “Loro” fanno semplicemente I PROPRI INTERESSI, e molto probabilmente, con le dovute eccezioni, tanti di noi a loro posto farebbero lo stesso.

    C’è un solo modo per combattere la nostra informazione, non lasciare che sia lei a ragionare al nostro posto.

  • possiamo mai essere autorevoli e credibili al resto del mondo evoluto quando un 37enne neo eletto segretario del maggiore partito di Governo della 7° nazione più evoluta cerca accordi per una nuova legge elettorale con un 78enne ex senatore pregiudicato interdetto dalle pubbliche istituzioni governative, che oltretutto nei precedenti 20 anni di politica ha compiuto scempio della democrazia?
    Diventa difficile non offendere questa sinistra di sinistrati ideologici che alle primarie ha votato (pagando) un ex DC di destra!

    Siete consapevoli del livello miserabile raggiunto da questa sistema politico?

    Senza retorica ed offesa vi dedico questa poesia:
    http://www.youtube.com/watch?v=ntawGUWlmgo

    • destra? sinistra? 37enne? 78enne? senatore? democrazia? Scusa Clesippo ma sono tutte parole che ormai non significano più niente.

    • conta e come se conta la DX la SX se poi milioni di italiani nel segreto delle urne appongono una croce su di un simbolo che li rappresenta politicamente, questi stessi italiani dovrebbero avere l’acume di capire che dietro a quei simboli si nascondono le peggiori categorie di delinquenti, che 10 mesi or sono il M5S ha tracciato un solco netto tra la delinquenza e la legalità proposta e dimostrata rinunciando ai rimborsi elettorali.

      conta e come se conta l’età anagrafica, se un giovin rampollo ritiene che il suo futuro e quello di altri 60 milioni di persone possa essere garantito da un anziano sul viale del tramonto non ha capito nulla.

      forse una canzone può rendere l’idea:
      http://www.youtube.com/watch?v=3UUS65a1c6Y

    • @ stefano,

      mi rendo conto di un limite, della difficoltà di dialogare sintetizzando concetti e complessi nel blog, dando per scontato che tutti abbiano il senso critico per analizzare l’attuale realtà, invece sembra proprio che non sia così, tu stesso diverse volte hai evidenziato l’assurdità degli attacchi mediatici al M5S quando dall’altra parte della barricata ci sarebbe da stigmatizzare, criticare, giudicare senza remore quella politica delinquenziale, allora domando, ma esiste un limite da concedere alla miserabile politica odierna? Oltre alla corruzione capillare, ai reati di peculato commessi da centinaia di consiglieri di 16 regioni su 20, ai ministri della repubblica che creano dal nulla decine di migliaia di “esodati”, che chiamano al telefono pregiudicati e delinquenti incalliti, che trattano affari di famiglia nel partito, come se non bastasse dobbiamo far finta di nulla anche quando un neo leader del maggiore partito nazionale in veste istituzionale per accordi governativi va a casa di un ex senatore condannato per un reato penale contro lo Stato?
      Non che mi importi del PD maciullato, ma ci rendiamo conto dell’infimo livello nel quale l’establishment politico italiano si è infognato? Dell’immagine rivoltante che diamo al resto del mondo?

      p.s. in questo panorama fantastico che fanno i media dell’informazione? Danno addosso al M5S!

    • D’accordo Clesippo, condivido tutto quello che dici nel commento 60.3, non ho intenzione di polemizzare anche con te. Solo vorrei ricordarti che il M5S è composto massimamente da giovani, tanto per citare il primo che mi viene in mente Luigi di Maio, al quale affiderei qualsiasi incarico nonostante abbia molto meno di 37 anni (non me ne vogliano gli altri, splendidi tutti). Io non voglio e non posso giudicare berlusconi, ma ammesso che si possa dire tutto il peggio di lui questo non vuol dire che non ci siano anziani i quali sarebbero altrettanto meritevoli del Di Maio di cui ho detto. Lasciamo perdere la destra e la sinistra, la dc e il pci, la democrazia e la credibilità che dovremmo dimostrare al resto del mondo: ma quale resto del mondo? Quello che ci sta torturando? Oppure quello del fedifrago hollande tale e quale al sessuomane nostrano? Oppure quello del presidente usa insignito del “nobel per la pace” nonostante i droni e le guerre che dovevano cessare ma che invece allargano continuamente il loro fronte? Io guardo più alla realtà delle cose e non divido gli elettori fra destra e sinistra ma semplicemente tra chi vota la casta e chi invece vota M5S e i motivi sono palesi a chiunque. Ciao

    • nessuna polemica, ma critica analisi della classe politica e dirigente del Paese determinata da una diffusa ignoranza del popolo che li elegge a propri rappresentanti.

      Per essere commensali alla tavola dei potenti è necessario conoscere l’etichetta e condizioni per relazionarsi alla pari, piaccia o non piaccia questo è il sistema che regola il mondo da sempre, se non siamo in grado d’esprimere persone rappresentanti l’Italia all’altezza del “convivio G8” verremo scalzati da altri Paesi che prenderanno le decisioni per noi.
      Gli altri se pur guerrafondai, colonialisti, sfruttatori ecc… mantengono nel loro Paese il livello della corruttela ad un limite fisiologico funzionale alla stabilità politica interna, noi italiani al contrario ne abbiamo fatto un modus operandi uno stile di vita destabilizzante con riflessi deleteri anche nella politica internazionale.
      Un leader di un partito (10 milioni di voti) che esprime il capo del governo e diversi ministri sta portando non solo il PD ma l’Italia a casa di un condannato per un reato contro lo Stato per trattare la nuova Legge elettorale!
      Se la base del Pd, l’establishment politico dell’intero arco costituzionale ed i media nazionali non capiscono e non reagiscono significa che in noi italiani prevale il gene dell’autodistruzione.

      P.s. visto che il pregiudicato in oggetto ha ancora processi in itinere, per concordare il prossimo Decreto Legge si potrebbe andare ad incontrarlo direttamente nel parlatorio del carcere!

    • @ Clesippo

      “Se la base del Pd, l’establishment politico dell’intero arco costituzionale ed i media nazionali non capiscono e non reagiscono significa che in noi italiani prevale il gene dell’autodistruzione”

      Per quanto riguarda l’establishment politico ed i media è ovvio che capiscano: sono gli esecutori materiali di scelte imposte da chi li tiene in pugno. La cosa veramente grave è che la base, a questo punto, non può non aver capito e nonostante tutto continua imperterrita a volerci condurre tutti al disastro finale.

    • @ stefano,

      mezza Italia critica e giudica una buffonata quei 20.000 voti online del M5S che ha praticato per la prima volta la democrazia diretta, invece Renzi di sua sponte contratta la dignità di un partito con il pregiudicato arcoriano senza chiedere il parere ai legittimi proprietari 10 milioni di elettori tanto meno a quei 2.000.000 circa che lo hanno eletto segretario!

      Sempre se questa azione ripugnante apparentemente assurda sia stata ordita furbescamente per far cadere il Governo…

      Comunque sia vorrei ricordare agli elettori e “credenti” PD il significato di dignità: si usa riferirsi al sentimento che proviene dal considerare importante il proprio valore morale, la propria onorabilità e ritenere importante tutelarne la salvaguardia e la conservazione.

    • Secondo me Clesippo tu sbagli quando pensi che gli elettori del pd possano avere una dignità o una morale che li distingua dai loro eletti. L’incontro renzi – berlusconi secondo me non è neanche tra le prime cento porcate di questi due partiti, quindi figurati se la granitica mentalità mafiosa dei piddini possa minimamente scalfirsi di fronte a questi episodi. Finiamola con questi continui appelli all’elettorato piddino: Di Battista fece la scoperta dell’acqua calda quando confessò candidamente in parlamento di aver capito che il pd è peggio del pdl, credo non ci sia molto bisogno di dedurne conseguentemente che l’elettorato del pd nei confronti di quello pdl è tale e quale.
      Pensala come vuoi (naturalmente) ma secondo me votare letta o renzi è molto ma molto peggio che votare berlusconi e che tu ci creda o no io ero un elettore del pci.

  • A Nerolucente
    Perfetto. Trovo il tuo commento semplice chiaro ed essenziale. E’ proprio così che il regime ha occupato e incatenato a se non solo la informazione ( trasformandola e snaturandola nella “persuasione” ), ma tutti i gangli vitali dello stato snaturando la democrazia fino alla sua negazione.
    Ma altrettanto semplicemente ne indichi tu stesso la unica via d’uscita, quando asserisci che bisogna usare la ragione impegnandosi in prima persona: hai enunciato esattamente il primo fondamento della democrazia diretta.

  • Un articolo molto interessante. Secondo me però sta diventando abbastanza inutile parlare con cuore e cervello a persone che palesemente hanno solo culo e pancia. Vengono educati fin da piccoli a scambiare ciò che posseggono con ciò che desiderano, ed è abbastanza improbabile che cambino per coscienza. Per quanto riguarda la volontà popolare invece è sacrosanto, l’unico problema è che per prendere una decisione, il popolo, così come l’individuo, ha bisogno assolutamente di due cose più di ogni altra: la calma e la conoscenza dei fatti, e in questo momento, secondo me , mancano entrambe.

  • Vado OT, ma sempre di morto si parla. Incontro Renzi Berlusconi su L.Elettorale. Traduzione come eleminare il terzo polo scomodo. Ora stand by, crisi bestiale, ma si parla di legge elettorale, perché? Le riforme imposte dall’Europa non sarebbero gradite dal popolo e i due partiti inciuciati nel farle perderebbero enormi consensi. Quindi, blocca tutto, cambiamo la L . Elettorale e pianifichiamo elezioni segretamente entro l’anno, con l’obbiettivo di far calare consensi al M5s, terzo polo scomodo, attraverso trucchetti belli e brutti. Poi basta creare per es., l. elettorale con sbarramento al 20%, maggioritario con premio di maggioranza al vincitore che passa al 55% in automatico. Scenario possibile dopo procurato scandalo, PD – Sel etc 34% , FI Lega, Ncd 30% , M5S in calo anche al 18%( non si coalizza con nessuno).

    • D’altronde, Daniel, dobbiamo cominciare a farcene una ragione che viviamo in una nazione in cui la stragrande maggioranza delle popolazione ha una spiccata tendenza a vivere secondo una mentalità mafiosa. Come ci siamo riusciti tu ed io ad affrancarci dai continui lavaggi del cervello delle televisioni così ci potrebbe riuscire chiunque. La realtà è che la gente sceglie assolutamente consapevolmente e nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali di votare per certi partiti. Il voto si da o secondo coscienza o secondo convenienza; e stai bene attento che anche quando quel settanta per cento di persone con le quali siamo costretti a condividere la nostra esistenza, ci avranno definitivamente e irrimediabilmente sprofondati nel baratro, continueranno anche lì a cercare di mettere i piedi in testa a chiunque: con questi c’è da disperare anche di condividere l’inferno.

    • Daniel..la legge elettorale attuale è una porcata (giudicata come tale all unanimità) e vuoi sapere qual’è l’unico partito che esplicitamente vuole ritornare al voto proprio col porcellum ??….il M5S.
      Vuoi parlare di trucchetti ? allora spiegami il trucchetto del porcellum che è una porcata solo quando vincono gli altri!

    • Caro Luca, perchè risponde creando confusione di concetti? Da quali fonti acquisisce le sue informazioni? Segue la politica in TV? O è un fan Renziano a prescindere, qualsiasi sia l’argomento trattato? Ad ogni buon conto vorrei ricordarle il 28 maggio 2013, l’episodio della mozione Giachetti (PD), dove lo stesso proponeva l’abrogazione del Porcellum e il ritorno al Mattarellum. Bene tale mozione fu votata unicamente dal M5S più lo stesso Giachetti, PD e FI non la votarono. Il M5S è sempre stato favorevole all’abrogazione del Porcellum.
      Il mattarellum come legge ponte, per resettare questo parlamento oramai malsano e falcidiato da interessi nascosti e scandali, permette la scelta da parte degli elettori del proprio candidato, ed ampiamente collaudato garantisce la giusta rappresentanza democratica. Il problema di fondo risiede nella legittimazione (costituzionale e sopratutto etico-morale) di questo parlamento nel partorire una nuova Legge Elettorale. Stiamo parlando delle stesse persone non scelte dai cittadini (nominate in segreteria o tramite spinte collaterali), e partiti che dopo 20 anni di disastri ci hanno portato ad una situazione di miseria sociale, politica ed economica. Non basta, sinceramente non basta cambiare un volto per affrancarsi dalle responsabilità ventennali che ci hanno portato a questa situazione. Non cambi realmente un sistema con chi vi convissuto sino ad ieri.
      Quindi appare più che etico e legittimo criticare questa iniziativa che non può che nascere male e maturare peggio.
      Le premesse sono già evidenti, in primis il voto di preferenza… Dove è finito? Per riavvicinare il popolo alla questione politica è necessario aver la possibilità di scegliere il candidato.
      Ad oggi la proposta elaborata durante il Concilio segreto di Via del Nazareno non la contiene, si parla di liste bloccate….
      Il messaggio che viene lanciato tramite le conniventi fonti d’informazione è governabilità a tutti i costi, ed eliminare le piccole realtà politiche.
      Ammesso che la governabilità è importante, questo però non deve assurgere a pretesto per poter coniare una legge estrema fatta nell’interesse solo dei cosidetti “grandi partiti” e non nell’interesse dei cittadini; ignorando la fondamentale regola che nella vera democrazia il voto e quindi la legge elettorale devono essere espressione della volontà e sovranità popolare, non manipolata e veicolata in maniera estrema a piacimento da artifizi e progetti oscuri per ottenere un risultato politico evidente, castrare la volontà popolare, facendo da parte una voce sempre più forte, proveniente dal terzo polo, oramai unico baluardo a difesa della democrazia e dei valori che hanno determinato la costituzione, diritti e conquiste sociali dal dopoguerra ad oggi. Da quello che hanno sin qui mostrato quindi con gli sviluppi delle ultime ore, appare dimostrato che vere e genuine riforme fatte nell’interesse reale del paese questo parlamento è inabile ad attuarle, se poi le basi le gettiamo nei concili segreti…

  • OK. D’accordo.
    Circa 20.000, su un corpo elettorale di quasi 9.000.000 di elettori del M5S, non è rappresentativo, quindi nessuna democrazia.
    Allora spiegatemi :
    due o tre persone che, nottetempo come ladri, brigano per rieleggere un ultra ottantenne, a protezione di un sistema marcio ; oppure, peggio ancora, due non parlamentari, di cui uno condannato in via definita ed espulso dal Parlamento, si incontrano al di fuori del Parlamento stesso e si accordano per una legge elettorale, che gli garantisca ancora la sopravvivenza, come la chiamate ?
    Ma fatemi il piacere … va !!!

    • prima di mandare a quel paese potresti degnarti di leggere con maggiore attenzione ciò che i non grillini (ma nemmeno destri o sinistrati) scrivono…

      se l’avessi fatto ti saresti accorto che non mi piace ne il vecchio sistema ne il nuovo in quanto finisce sempre che una minoranza impone all’intero sistema Nazione…

    • @ Roberto,

      io lo definisco atto sovversivo contro lo Stato, per aver trattato e deciso fuori dalle sedi istituzionale deputate argomenti legislativi e governativi.

      Se avessimo un Capo della Stato e Presidente del CSM degno di queste cariche Istituzionali avrebbe già preso le adeguate misure cautelative per garantire la democrazia e dignità di una nazione, sciogliendo le Camere per nuove elezioni, secondo Costituzione della Repubblica:

      Art. 71 – L’iniziativa delle leggi appartiene al Governo a ciascun membro delle Camere ed agli organi ed enti ai quali sia conferita da legge costituzionale.
      Il popolo esercita l’iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli.

    • dimenticavo l’Art.87 specifica che il Presidente della Repubblica “autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge di iniziativa del Governo”.

      Quindi l’accordo Renzi-Berlusconi è farlocco! Oppure verrà adottato da Letta capo di Governo per farlo autorizzare come previsto dall’art. 87?

      praticamente sono stati esautorati Governo, Camera e Senato…. alla faccia della democrazia!

      e ci lamentiamo se le decisioni economiche e finanziarie vengono prese ed imposte all’Italia dalla UE?

    • Ancora con questo antiberlusconismo depistante. Vi siete dimenticati dell’altro che si trincera dietro la sua carica per non testimoniare di fronte ai magistrati e che ha fatto distruggere le audiocassette che erano un elemento dell’inchiesta sulle trattative fra lo stato e la mafia? Per favore, quando avete da dire contro berlusconi, metteteci però dentro anche tutti gli altri perché così si continua a voler far credere che finito “l’arcoriano”, l’itaglia diventerà una democrazia. Pensate che tutti gli altri cavalier serventi della politica non temano che vengano fuori i dossier già pronti nei cassetti di chi li tiene in pugno? Pensate che di pietro, la de girolamo, o tutti gli altri tesorieri dei partiti che negli anni sono stati inquisiti siano stati i soli ad avere fatto patti con il diavolo? Memorabili sono rimaste le parole di craxi quando disse che tutti erano, a vari livelli, compromessi con la malapolitica e il malaffare. Per anni i piddini si sono nutriti di antiberlusconismo tanto per non pensare al trave che è nei loro occhi e ancora vogliamo continuare con questa solfa?

    • I soliti concetti a senso unico di democrazia e libertà..e pragmatismo
      Se i grillini si organizzano e fanno propaganda per conquistare il potere politico, per boicottare i piddini e qualunque attività degli avversari è cosa buona, giusta..perchè si sa “loro devono andarsene tutti !” (che meraviglioso concetto democratico)
      Se due leader avversari osano incontrarsi , è illiberale e lo scopo degli incontri deve essere necessariamente qualche azione illegale contro il M5S.
      gli italiani hanno votato 30 % il pd , 30% il pdl e 30% M5S …per fare la legge elettorale serve una ampia maggioranza, potrebbe esserci il M5S a trattare per scrivere una legge elettorale decente.
      Ma si sa il M5S non media con nessuno così può continuare a puntare il dito contro tutto e tutti.
      .Ma soprattutto il M5S vuole vincere le prossime elezioni proprio con questa legge elettorale, come spiegato esplicitamente da grillo!.
      (altra lezione di democrazia: la legge elettorale è una porcata solo quando vincono gli altri)

    • @ roberto e Clesippo

      Ma quando leggete certi commenti, non vi viene il sospetto che in fondo, per quanto la casta possa essere corrotta e criminale, non è ad essa che dobbiamo addossare la colpa dei mali dell’italia? E’ evidente che certe scelte non si fanno per ignoranza ma proprio con dolo. E continuando a confrontarci con questi personaggi facciamo il gioco che saggiamente Grillo cerca di evitare: ci abbassiamo al loro livello perdendo di vista anche noi il fatto che lo spirito che anima il M5S non è neanche minimamente equiparabile a quello che anima tutto il resto. Voler confrontare la politica e le scelte del M5S con quelle degli altri potrebbe far credere che anche gli altri siano animati da spirito di partecipazione democratica anziché spirito di privata convenienza e illegalità. E’ come se in un processo, solo per il fatto di svolgersi in una stessa aula, dessimo lo stesso valore e la stessa dignità all’azione di un magistrato e a quella di un imputato.

    • @ stefano,
      si sono d’accordo ma con l’inconfutabile certezza che l’imputato è colpevole di ogni reato ascrittogli.

  • A Lamedispadaccinonero e Luca
    Il porcellum è stato giudicato incostituzionale solo per le parti relative al premio di maggioranza e alle preferenze, pertanto se si andasse al voto con questo sistema queste due parti verrebbero velocemente modificate e il porcellum diverrebbe perfettamente costituzionale. Questa è la realtà.
    Faccio notare che le ultime elezioni svoltesi con il porcellum hanno visto negata la possibilità della preferenza a tutti gli italiani, tranne che a coloro che hanno votato Cinque Stelle proprio ed esclusivamente per merito di Grillo. Scusate se è poco.

    • di queste stupidaggini non me ne frega assolutamente NULLA…
      bisogna ritrattare maastricht e il fiscal compact e voi discutete ancora di fregnacce???
      siete davvero di fuori

  • @ Luca e lelamedispodaccinonero,

    in poco più di due anni si è passati dal governo Monti all’attuale disastro Letta orditi e realizzati da Napolitano e company, al Porcellum dichiarato in parte anticostituzionale, alla UE che detta l’agenda governativa all’Italia e non ultimo due NON PARLAMENTARI di cui uno condannato per un reato penale contro lo Stato tramano e determinano la politica italiana odierna e futura, e voi cosa fate puntate il dito contro il M5S?

    Ma và là burloni finitela di trolleggiare, dare addosso agli onesti significa essere autolesionisti.

  • ecco qui PARTE della cricca quanto spende dei nostri soldi per i loro privilegi:

    http://www.tesoro.it/ministero/commissioni/copaff/documenti/Spesa_delle_Regioni_in_base_ai_bilanci_regionali_riclassificati_ex_art._19_bis_DL_135_del_2009.pdf

    Vedere ultima pagina voce: TOTALE DELLA SPESA € 173.266.215.844 di questi 100 MLD possono essere risparmiati senza intaccare il welfare eliminando solo i 20 apparati politici che gestiscono il denaro.

    • Già è voi siete molto bravi a criticare chiunque senza fare mai autocritica.
      Si pretende la perfezione nel m5s mentre a tutti gli altri si perdonano le porcate più assurde ! Fate un piacere almeno tacete !

      • e chi starei difendendo?

        ma sai leggere almeno?

        rifletti prima di scrivere la prossima volta o magari leggiti cosa scrivo sul mio blog per capire con chi hai a che fare

        • Se non stai difendendo nessuno allora di cosa parli …….mi bastano le tue risposte a tutti questi post per capire cosa pensi non ho bisogno di leggere il tuo blog.

          • come dicevo ad un tuo amichetto grillino, un giorno comprenderai di aver preso una suola sostenendo il 5s…

            siete uguali a quelli del pd (o pdl) : non avete la capacità di andare oltre, capite solo quando ricevete una sonora delusione che vi colpisce in prima persona…

    • @ lelamedispadaccinonero,

      l’articolo da te linkato lo trovo pretestuoso, anche in considerazione dell’art.10 della Costituzione, è mia personale opinione che il sovraffollamento delle carceri comporti oggi ed in futuro più problemi che la liberazione di alcuni detenuti, viste le condizioni degli edifici ed igienico-sanitarie precarie nelle quali soggiornano migliaia di uomini e donne, dunque pragmaticamente la soluzione meno dolorosa o astrusa è eliminare il reato minore per il quale si finisce in galera.

      Anche in questo caso dovreste preoccuparvi delle porcate che la ministra della giustizia sta acconciando in una nuova legge chissà per quali oscuri motivi, per aumentare gli sconti della pena ai detenuti tutti o quasi, al complicare l’esercizio del mandato di carcerazione preventiva facendolo decidere da tre magistrati anzi ché uno, e tante altre porcatelle e furbatelle a danno dei cittadini onesti e della famigerata democrazia della quale si è smarrita la strada tracciata nella Carta Costituzionale.

      • tenendo conto che gran parte della popolazione carceraria è STRANIERA è davvero sa idioti tenerli nel nostro territorio…

        non aggiungo altro tanto è fiato sprecato

    • @ lelamedi…..

      vedi che sei teorico, come fai a riconoscere la nazionalità esatta di quei detenuti o immigrati clandestini per riportarli nei loro Paesi? Ammesso sia possibile quanto costerebbe in trasporti? Oppure pensi che un foglio di espulsione sia sufficiente per farli ritornare a casa loro?

      dai dai su togli la maschera del troll PDino o forzaitaliota.

      • continui a leggere in maniera approssimativa quello che scrivo.
        i detenuti stranieri dovrebbero scontare la pena nei loro paesi d’origine e a spese del loro paese, mi sembra talmente logico ed elementare che non dovrei nemmeno scriverlo.

        IO A VOTARE NON CI VADO perchè non tale strumento è solo una pagliacciata, per me coloro i quali votano sono solo dei sognatori perchè da tempo immemore chi ha la capacità di decidere sono i banchieri/speculatori e così sarà sempre

    • @ lelamedi…..

      aridaje! In teoria è giusto che scontino la pena a casa loro, ma in pratica sapresti riconoscere un tunisino da un libico o marocchino da un algerino? Come un senegalese da un nigeriano, ivoriano ecc.. come i sudamericani sapresti indicare la differenza? Forse riusciresti con una decine tra le migliaia, quindi in pratica il problema rimane a casa nostra.

      risparmiati gli insulti non servono a nulla, con chi è patriota come te, tutt’altro che sinistroide.

      • certo che ne sarei in grado, con alcune basi di lingua o con un semplice traduttore si può capire la nazionalità

        TU NON SEI UN PATRIOTA tu sei uno che vuole regalare la Nazione allo straniero esattamente come un leninista che vuole un mondo senza confini ne bandiere, un mondo che a me onestamente fa ribrezzo

  • A Lamedispadaccinonero
    “Fregnacce”? E? questo il livello dei tuoi argomenti?
    In questo blog non ce ne uno che non voglia rivedere moneta e trattati europei di cui si è parlato sino alla noia e tu non fai altro che riproporli continuamente come se non esistesse altro al mondo.
    Tu e qualcun altro starnazzate in continuazione le stesse sterili polemiche impedendo agli altri di alzare il livello del dibattito parlando anche di altro.
    So che è una rivelazione per te, ma esiste anche altro e di più che i tuoi schiamazzi su trite polemiche di cui sinceramente non se ne può più.
    Spero tanto che il tuo ridicolo nome celi un troll, perché così si darebbe un senso al vuoto delle tue reiterate e miserabili polemiche.

    • concordo con Paolo Federico,
      Senza una politica autorevole credibile e prestigiosa non saremo mai in grado di rivedere e correggere o abolire nelle sedi opportune quei trattati UE contro ogni logica sociale e democratica.

      Invece di screditare in tutti i modi possibili il M5S, dovrebbero preoccuparsi e domandarsi se Renzi è un genio incompreso oppure un ignorante allo sbaraglio, in un solo colpo ha ridato vita e credibilità politica al morituro S.B. regalandogli la possibilità di vendicarsi su quel Senato che votò la sua decadenza, ha utilizzato 1.900.000 voti delle primarie per distruggere un partito con 10 milioni di preferenze, affossando il Pd e la credibilità della politica nostrana interna e verso l’estero contrariamente ai più rosei auspici enunciati dal Presidente della Repubblica durante il discorso del suo rinnovato settennato.
      In quanto presunto leader riformista di sinistra ed extraparlamentare ha trattato le riforme dello Stato fuori dalla sede deputata il Parlamento scalzando il Capo del Governo e Dicasteri come fossero uscieri di palazzo, concordando tempi condizioni ed applicazioni legislative costituzionali con un condannato e interdetto dai pubblici uffici per truffa all’erario, ex premier, parlamentare e senatore artefice della più invereconda politica durata un ventennio (ho dubbi che Mussolini fece di peggio) imputato in altro processo prossimo a sentenza definitiva, praticamente Renzi con questo colpo di classe sostiene che il miglior modo per difendersi dai ladri è invitarli a casa propria ed in quella di tutti gli italiani per fargli decidere quali sistemi di sicurezza adottare contro i furti.

      Probabilmente Renzi ha aperto il vaso di Pandora ed il PD gli presenterà un conto salatissimo, che di riflesso pagheremo noi cittadini inermi.
      Domando, esistono ancora ed avranno un senso i principi i valori etici e morali negli uomini quindi nella politica? Perché senza i limiti dettati dalla coscienza avanti di questo passo si imporranno le proprie presunte ragioni impugnando pistole imbracciando fucili lanciando molotov!

      Per fortuna In questo caos esiste e resiste il M5S indovinando ancora una volta la mossa di non accettare compromessi con chi è corroso fino al midollo, dimostrando a tutti gli italiani che la vecchia-nuova partitocrazia non ha nessuna intenzione di ristabilire legalità e democrazia.

      p.s. eppure il PD aveva in casa propria la soluzione al problema ma circa 2 MLN di allocchi hanno preferito Renzie:
      http://video.repubblica.it/politica/pd-civati-critico-il-discorso-di-renzi-ormai-il-suo-e-un-genere-letterario/150223/148730

    • si vi occupata solo di fregnacce, se ti informassi a dovere ti renderesti conto che la questione sovranità monetaria viene affrontata solo come slogan, fatti zero assoluto (interrogazioni parlamentari non sono fatti sono CHIACCHIERE)

      oggi il 5s si è rivelato pro ius soli (come il pd), domani si rivelerà pro euro (si è già rivelato ma non lo avete colto perchè avete la vista annebbiata), pro moneta elettronica e comunque sempre in totale accordo con le decisioni prese a londra e oltreoceano…

      capirai le mie parole in futuro, non so dire quando ma le capirai e ti ricorderai di me che ora mi prendi solo come un denigratore

    • @ lelamedi……

      che centra il PD? Lo ius soli appartiene alla storia dell’occidente evoluto da circa 2760 anni con il diritto romano adottato anche da quello anglosassone.

      Non so che lavoro tu svolga nella vita, ma sembri poco pratico e molto teorico, vorresti scalare la montagna più impegnativa alta e pericolosa la UE senza avere la giusta esperienza ed attrezzatura per compiere un impresa epocale.
      Spero che la metafora sia chiara, abbiamo politici incapaci di salire perfino le scale dell’Altare della Patria e credibili quanto dei guappi di cartone.

      • infatti limpero romano inizia la sua discesa grazie all’imbastardimento razziale.
        lavoro saltuariamente nella ristorazione, un settore che va sempre peggio ringraziando la manovalanza straniera che non solo contribuisce alla deflazione salariale ma si appropria di innumerevoli posti di lavoro che erano OCCUPABILI SOLO DA ITALIANI fino ad una decina d’anni fa.

        quando sarai scavalcato da uno straniero venuto da chissà dove forse inizierai a capire le mie parole, ora divertiti nel fare il filantropo pseudo mancino dei miei stivali (perchè la babele multietnica è uno slogan di sinistra portato avanti oggi dal pd e similari + il 5s) ma ti assicuro che un giorno ti pentirai di aver sostenuto questo movimento…

        tempo al tempo

    • @ lelamedi…..

      La storia dice che la Roma imperiale e repubblicana diventò grande conquistando mezzo mondo non solo con lo ius soli ma facendo diventare cittadini romani anche gli stranieri meritevoli.

      La stessa cosa che da 200 anni fanno gli americani USA, grande potenza politica, economica, industriale, militare ecc…. grazie anche all’integrazione multietnica, complicata è vero ma inevitabile.

      • Roma inizia il suo declino proprio quando rendeva senatori gente di altra etnia, la società americana invece si fonda sull’usurpazione di territori d’altrui etnia, hai preso in considerazione due società che non hanno nulla a che vedere con il mio pensiero, inoltre stai tergiversando portandomi su ragionamenti che non c’entrano nulla…

        non è inevitabile l’invasione straniera, basta semplicemente copiare paesi intelligenti come la Svizzera

    • Sulla questione ius soli e immigrazione sono d’accordo con lo spadaccino. In realtà sono d’accordo anche sulla questione della moneta anche se sono convinto che non è attaccando il M5S che la si risolverà ma attaccando prima di tutto chi a questa situazione ci ha condotti

      • e con chi dovrei prendermela se da destra a sinistra passando poi per i grillini sono tutti favorevoli all’invasione straniera???

        per favore sii coerente con il tuo pensiero, noi puoi credere in qualcosa e poi sostenere qualcuno che lavora in direzione completamente opposta

    • @ spadaccino
      Se vuoi un partito o un movimento che rispecchi in tutto e per tutto quello che pensi te, devi fare il “partito spadaccino” (:-)))))), ma prenderai solo un voto, il tuo.

  • Sto per vomitare…

    Ci sono anche i piddoimbecilli che blaterano di “società multietnica” negli USA… famosa per la sua integrazione razziale!! ROTFL

    Le classe sociali sono proprio per razza in burgerlandia, poveri piddinazzi ignoranti…

    In cima alla piramide ci sono i WASP e in fondo ci sono i niggers: novità? le basi dell’antropologia? troppi film “ollivudiani” sui matrimoni gay?

    Questi diversamente dotati mi devono fare un solo esempio di una gioiosa esperienza di società multietnica.

    Ricordo a TUTTI I PIDDINI LIVOROSI che hanno impestato il forum che la società multietnica mondiale è ideologia di estrema destra reazionaria da assolutismo pre-illuminista.

    Poveri lemming senza dignità né spessore umano.

    • guardate che i PDini livorosi siete voi che non avete votato il M5S quindi favorito il PD e PDL oltre ad offendere senza motivo chi la pensa diversamente da voi.
      Continuate a cazzeggiare contro chi si dimostra corretto verso gli italiani mantenendo le promesse dichiarate in campagna elettorale.

      Se vi sentiti migliori di un extracomunitario (e non ho dubbi che lo siate) perché ne avete paura?

    • “guardate che i PDini livorosi siete voi che non avete votato il M5S quindi favorito il PD e PDL oltre ad offendere senza motivo chi la pensa diversamente da voi.”

      Ma scusa chi critica il 5S ha per forza votato PD o altro? Svegliati..

    • @ yoyo73,

      devi avere le idee confuse, come quei deputati che poco dopo eletti hanno lasciato il gruppo parlamentare del M5S per il formare il gruppo fritto-misto!

    • @ Virus

      Posso condividere il concetto ma poi termini con la solita retorica “destra” e “sinistra”. Per esempio il tuo livore è sintomatico di estremismo, che poi sia di destra o sia di sinistra, sempre di intolleranza si alimenta. Io comunque rimango dell’opinione che il terzo mondo va aiutato a casa sua (sempreché le nostre finanze lo permettano). Il fatto è che noi dobbiamo scontare lo sfruttamento che tutto l’occidente perpetua nei confronti dei paesi poveri e questa immigrazione “coatta” fa parte di un piano generale che niente ha a che vedere col classico “buonismo” a cui ci richiama Clesippo. Con questo, caro spadaccino, io rimango comunque fermamente convinto sostenitore del M5S e non mi importa se fai finta di non capire la differenza che c’è fra incoerenza e seguire invece un movimento che rimane profondamente affidabile anche se su alcuni temi segue delle linee che non coincidono con la mia.

    • @ stefano senza polemiche,
      ma quale buonismo? Mi baso sul principio della meritocrazia , va bene l’extracomunitario campione di calcio e non si accettano in altri settori della vita civile e sociale italiana?

    • Scusa Clesippo, sempre senza polemica, ma a quanti immigrati si dovrebbe dare accesso prima di dire basta? Ti rammento che sono miliardi i diseredati nel mondo; forse fino a quando il nostro standard di vita si sarà abbassato fino al punto loro? E poi senza bisogno che essi immigrino nel nostro paese, perché dovremmo creare una casta di privilegiati che forse hanno le possibilità economiche che gli consentono di trasferirsi, rispetto a milioni di altri che restano fedeli alle proprie origini e alla propria terra? Destiniamo allora tutte le nostre risorse per il continente africano così avremo risolto il problema. Se il territorio italiano deve essere terra di chiunque allora aboliamo la proprietà privata, l’esercito e qualsiasi forma di organizzazione statale. In realtà io sono già stufo di obbedire alle leggi di questo stato, forse tu ci sei arrivato prima di altri, sei già pronto per la forma di governo globale.

    • “devi avere le idee confuse, come quei deputati che poco dopo eletti hanno lasciato il gruppo parlamentare del M5S per il formare il gruppo fritto-misto!”

      Io ho le idee chiarissime quindi evita battutine trolleggianti. Tnks.

  • @ Virus, lelamedi… yoyo73 ecc….
    mentre perdete tempo a disquisire di aria fritta dello ius soli dell’euro-schifezza dando addosso al M5S, gli altri partiti formati da individui debosciati stanno compiendo un altro furto di democrazia anzi un colpo di Stato nel silenzio assoluto del Quirinale e dei mass-media nazionali.

    Ma sinceramente pensavate che il M5S avesse la bacchetta magica per risolvere problemi accumulati ed incancreniti da oltre 20 anni di politica delinquenziale? Comunque rimane ad oggi l’unica compagine politica coesa e corretta contro un sistema nelle mani di mercenari privi di scrupoli.

    • Non sono d’acccordo nel definire i problemi legati allo ius soli e all’euro, aria fritta. Caso mai contesto il fatto di volerli risolvere dando contro al M5S. Si entra a far parte del movimento, dove la pluralità delle idee è una ricchezza e non un sistema spartitorio di poltrone, e si rafforza quella compagine interna che vede nello ius soli e nell’euro una privazione dei diritti dei cittadini italiani.

    • @ stefano,
      una cosa è l’immigrazione clandestina e frontiere aperte per cui mi trovi d’accordo per chiuderle o ponendo limiti al numero, ed altra cosa è lo ius soli, non mi pare sia un problema dare la cittadinanza a chi nasce in Italia, a condizione che non sia un escamotage per i genitori ottenere vantaggi su chi e già cittadino italiano.

      Idem per l’Unione Europea che è una cosa ed altra la moneta € gestita dalla BCE, ammesso si possa rivedere quei trattati in parte sbagliati (maastricht, lisbona ecc…) non è automatico che si elimini l’euro o viceversa.

      • fare lo ius soli in Italia significa trasformare la nostra Nazione in una sala parto per stranieri che provvederanno a ridurci a paese del quarto mondo

    • @ yoyo73

      il riferimento per Te è questo “Ma sinceramente pensavate che il M5S avesse la bacchetta magica per risolvere problemi accumulati ed incancreniti da oltre 20 anni di politica delinquenziale? Comunque rimane ad oggi l’unica compagine politica coesa e corretta contro un sistema nelle mani di mercenari privi di scrupoli.”

      Non spetta a me difendere il M5S, ma dalle giuste e sacrosante critiche da parte di sostenitori e non, si è passati ai giudizi alle accuse infondate, per i motivi di cui sopra.
      I componenti dei M5S inesperti ma armati di buona lena ed onestà eletti nelle due rami del parlamento si son trovati malgrado loro in due gironi danteschi, dove concentrati tutti i peccati ed i reati dei 9 gironi comprese le 10 bolge di ruffiani e seduttori, adulatori e lusingatori, simoniaci, maghi e indovini, barattieri, ipocriti, ladri, consiglieri fraudolenti, seminatori di discordia, falsari.
      Chiunque avrebbe difficoltà d’affermare l’onestà in questo ambiente infernale, eppure il neo eletto segretario del PD sta lavorando per portarsi avanti con il lavoro per entrarci e trovarsi a suo agio.

  • A proposito di legge elettorale.
    Ormai è chiaro qual è l’obbiettivo : spaccare il M5S in maniera tale che non arrivi al 15 %, e quindi che non dia fastidio a chi si fagocita il Paese.
    La “disinformazione” nazionale lavora indefessa a questo risultato (anche i commenti al blog di Grillo e a questo non è che siano da meno …).
    Dopo un ventennio berlusconiano ci aspetta un ventennio berlurenziano ?
    Agli Italiani l’ardua sentenza.

    • “il riferimento per Te è questo “Ma sinceramente pensavate che il M5S avesse la bacchetta magica per risolvere problemi accumulati ed incancreniti da oltre 20 anni di politica delinquenziale? Comunque rimane ad oggi l’unica compagine politica coesa e corretta contro un sistema nelle mani di mercenari privi di scrupoli.”

      No scusa..prendi qualcosa scritto da un altro utente per mettere me nel calderone? Devi fare una sola cosa, ecludimi dalla lista dei nomi che citi, o ancora non hai capito? Tnks. 🙂

    • “ehiiii yoyo73 va bene ma come sei suscettibile!”

      No dai, è che se mi metti nel calderone dei piddini, grillini, berlusconini, etc mi tocca smentire ogni volta.. 🙂

  • il morto è lo Stato italiano ucciso dal fankazzista Renzi che verrà impallinato dai franchi tiratori al momento della votazione in aula del porcellum2, complice dell’omicidio politico premeditato è quell’altro strakazzaro di Berlusconi che condannato definitivamente è ancora libero di girare con la scorta, della Polizia di Stato?

    Considerato il tradimento l’umiliazione e lo sbeffeggio subito dal PD per la balzana idea del neo segretario d’aver fatto risorgere LazzaroNE, quella minoranza di italiani che votarono Renzi non si sentono dei coglioncelli?

  • Il mio ultimo commento è stato ritenuto offensivo e denigratorio? Non mi pare lo fosse. Un po’ forte forse ma niente di più. Lo dico perché ho la sensazione di essere censurato, in quanto ho inviato un commento per ben tre volte e non è stato pubblicato. Nessun problema, è un diritto del proprietario del blog, ma vorrei un segnale almeno per capire.

  • La banche ci hanno appena derubato di più di 100 Miliardi di Euro
    E’ possibile che nessuno abbia una parola su questa cosa gravissima ?!?!?!?

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/24/decreto-imu-bankitalia-arrivano-i-tre-magi/856156/

    Devo dire che i parlamentari M5S si sono battuti fino all’ultimo secondo e hanno fatto un passo per riconquistare il mio voto (anche se servirà a ben poco)

    Io credo che si debba spronare i vari movimenti di protesta, non tanto perché possano concretamente cambiare le cose, quanto perché possano almeno creare un fronte di distrazione per il governo.
    Concluso il furto di BankItalia ora il governo sta concludendo le privatizzazioni.
    Dopo di questo non avremo più niente…saremo fritti, morti, secchi e senza risorse per ripartire.
    Con un governo cosi a fine legislatura non ci rimarranno neanche gli occhi per piangere.

    • non solo, è sfuggita un altra norma a favore delle banche, l’obbligatorietà per gli inquilini di pagare mensilmente gli affitti attraverso assegno bancario, bonifico o vaglia postale, quindi è necessario avere un CC presso una banca con un costo aggiuntivo, oppure evitare facendo un bonifico mensilmente per un costo che varia € 2.00 a € 4.00, piccole cifre moltiplicate per milioni di affitti annui porteranno milioni di euro nelle casse delle banche.
      La scusa accampata da questo Governo di banchieri è per evitare l’evasione fiscale!
      Nella realtà invece chi pagava in nero prima lo farà anche ora, anzi succederà il contrario chi lo pagava in “chiaro” ora penserà di pagarlo in nero risparmiando i costi bancari e sull’importo mensile in accordo con il locatore.

  • C’è la tendenza a sbeffeggiare l’elettore berlusconiano perché viene considerato un povero fesso che si fida dei proclami e delle promesse di un personaggio che secondo la maggioranza degli “opinionisti” non dovrebbe meritare tale fiducia. Uso il condizionale non perché io sia mai stato berlusconiano o perché creda nelle buone intenzioni di quest’uomo ma perché è innegabile che anche la magistratura italiana non brilli per efficienza ed imparzialità, anche senza considerare l’effettivo accanimento che c’è stato “solo” ed “eslusivamente” nei confronti di colui il quale non è sicuramente il solo malandrino eccellente.
    Quindi l’elettore del cosiddetto centrodestra è ai miei occhi mosso principalmente da una probabile ingenuità. Volendo invece parlare dell’elettore del cosiddetto centrosinistra, il mio giudizio è invece di pesante condanna, in quanto costui è mosso da una chiara visione delle attuali vicende nazionali ma non esita a confermare la propria preferenza per un partito che è il principale strumento di devastazione della società “degli italiani”. Egli è sostenitore di quel partito al cui comando stanno tutti quei cani da guardia entusiasti di scodinzolare al cospetto e agli ordini dei propri padroni invasori e distruttori della nostra cultura e delle nostre radici, oltreché distruttori del nostro tessuto economico. Molte volte mi sono trovato al cospetto di simpatizzanti di “sinistra” che si sentono autorizzati a deridere chi non ha le loro stesse simpatie, ritenendosi costoro depositari delle giuste scelte in base a criteri che galleggiano soltanto nelle loro teste vuote. Cominciamo anche noi che siamo immuni da quella mortifera contaminazione a deridere e sbeffeggiare questi insulsi individui che nonostante stiano condannando l’italia a una fine disastrosa neanche hanno la capacità mentale di capirne la loro totale responsabilità.

    • A proposito del mio commento qui sopra, proprio poco fa me ne è capitata una veramente da ridere: al congresso di sel è intervenuto un “ambasciatore” di renzi che è stato molto fischiato dalla platea dei presenti, al che, una speaker, invitava i presenti con queste parole: ” vi prego, compagni, manteniamo la calma”. Alla parola “compagni”, usata in quel consesso, nonostante il mio condominio sonnacchioso di questa alba invernale, non ho potuto trattenere una fragorosa risata. Pensavo che ormai si vergognassero anche loro di abusare di questo bistrattato vocabolo. “compagni”. Questa parola, sulle labbra di questi vergognosi individui, capaci dei peggiori tradimenti perpetrati alle spalle dei propri creduloni elettori e degli italiani tutti, è diventata alle mie orecchie come una sonora pernacchia. Ahahahahah, che buffoni.

    • la deputata del PD Buonafè durante l’ultima trasmissione di Piazzapulita (credo) ha ammesso candidamente che avrebbe votato all’inizio legislatura la proposta Giachetti per ritornare al “mattarellum” ma votò contro per direttive impartite dal vertice del PD!

      …..Battiato aveva ragione quando asserì che le due camere erano piene di politici tro……

    • Commento senza senso

      Giuri di non essere un berluschino ma praticamente usi gli stessi argomenti: a parte lo studio legale di berlusconi e i giornali che lo stesso sovvenziona mi piacerebbe sapere chi sostiene che ci fu accanimento contro di lui ?? Poi ovvio che non sia l unico malandrino, diciamo che il suo è più verosimilmente l epilogo di chi vive al limite tra legalità e illegalità da più di 30-40 anni (vizio di famiglia) e grazie a questo modo di operare ha costruito un impero economico.
      Dici che l’ elettore pd ” ..non esita confermare la propria preferenza ..” appunto dici bene , preferenza, non devozione , o complicità. Preferenza obbligata per non consegnare il paese a politiche e soggetti ben peggiori (è una colpa ? mah.. ).

    • se all’inizio legislatura il PD avesse votato la mozione Giachetti oggi non ci ritroveremmo Berlusconi in auge a dettare ordini a destra e a manca… si il PD manca di tutto, delle basi culturali, politiche, ideologiche, strategiche perfino della coscienza, tranne per il patrimonio immobiliare che ammonta ad 1 MLD di euro, acquisito con i soldi dei “soci” elettori e rimborsi elettorali prelevati dalle tasche di TUTTI i cittadini italiani.

    • @ luca
      Se uno si nutre di dogmi e di fede come te, qualsiasi tentativo di dialogo è inutile
      quote
      ………. “Preferenza obbligata per non consegnare il paese a politiche e soggetti ben peggiori (è una colpa ? mah.. ).”
      unquote
      Probabilmente non riuscirete mai a riprendervi dalla vostra ipnosi, ed è questa la sola cosa che salva le vostre coscienze ma che purtroppo condanna tutti gli altri. Un giorno, quando volgeremo il nostro sguardo al passato e vedremo tutte le macerie, tu luca, continuerai a maledire chi non ha voluto credere al tuo dannato pd, partito della distruzione.

    • Qua l’unico che si nutre di fede e dogmi sei tu.
      dici che c’è accanimento contro il berlusca , ma chi sostiene sta teoria sono i suoi legali o appunto chi ci crede per fede. Per fede credi al popolo casto puro, innocente “ingenuo” , quando questo popolo deliberatamente per anni (forse le cose incominciano a cambiare ) ha votato delinquenti dichiarati alle politiche nazionali ma soprattutto locali.
      Quindi semplicemente rivendico il voto disinteressato e col naso turato , perchè i politici sono solo lo specchio degli italiani e se davverso esistesse un salvatore, questo dovrebbe salvarci da noi stessi.
      Pd partito della distruzione ?? prima dell arrivo del M5S cosa si doveva votare al posto del pd, il berlusca ?.. l UDC ?. Ma perfavore
      Adesso è arrivato il M5S , dal mio punto di vista potrebbe ancora essere il perfetto nuovo partito da votare col naso turato, poi se ne esce con bestialità deliranti come la democrazia diretta (ovvero: potere agli ignoranti) , la barzelletta di grillo-gheddafi che non ha cariche ma comanda e tante altre cose..Sono ancora incerto.

    • @ Luca,
      prima del M5S c’erano innumerevoli partiti della sinistra, se proprio dovevi turarti il naso avevi l’imbarazzo della scelta, stessa cosa vale per i destroidi, votare quei “piccoli” partiti sarebbe stato un chiaro voto di dissenso e protesta verso quei due partiti che per 20 anni hanno devastato il Paese.
      Ma come dici tu la politica è lo specchio del popolo quindi hanno votato nel migliore dei casi da ciechi tifosi e ingenui nei peggiori collusi e corrotti.

      Anche se si scoprisse per assurdo che Grillo e Casaleggio fossero cinici dittatori io continuerei a votare M5S fino a quando i rappresentanti eletti nei due rami del parlamento si comporteranno con legalità e correttezza verso i cittadini elettori.

      La schifezza del PD non eguali nella storia di questa Repubblica, ebbero due possibilità per evitare di perdere tempo e peggiorare la crisi nostrana facendo rinascere berlusconi, la prima con la mozione Giachetti, l’altra con la sentenza della C. Costituzionale, invece hanno preferito la terza soluzione per accomodare i c…i loro; ma non solo
      anni addietro avrebbero potuto battere politicamente berlusconi applicando la Legge del 1957 sul conflitto d’interessi, invece zitti e d’accordo perché immersi fino al collo nel conflitto anche loro.

      Carissimo Luca una domanda, è più balordo chi delinque o chi avendo il potere di fermarlo permette al delinquente di compiere reati contro lo Stato?

    • Che pazienza che ci vuole. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Magari sei lì che te la stai ridendo alle spalle mie e di Clesippo ben conscio di stare scrivendo delle emerite cazzate, al solo scopo di prendere per il culo un coglione come me che sta anche a risponderti. Beato te, luca 🙂

  • e mentre da una parte aspettavano il morto, dall’altra prosegue la cinesizzazione dell’Eurozona: vedi Elettrolux.
    w l’euro!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi