Stop al mercurio nei denti

Arsenico nell'amalgama delle otturazioni

di Enea Rotella

La sindrome del cappellaio matto prende il nome da eventi che risalgono all’800: gli operai che lavoravano nelle fabbriche di cappelli impazzivano a causa dell’immersione delle pelli animali in una soluzione di nitrato di mercurio. Dopo il plutonio, infatti, il mercurio è l’elemento chimico più tossico, e a molti di noi è stato impiantato nei denti. L’Organizzazione mondiale della Sanità ricorda come le otturazioni siano la causa maggiore di assunzione di mercurio nella popolazione. In bocca transitano bibite gassate, acidi alimentari, sali e liquidi alcolici che causano un continuo rilascio in basse dosi di mercurio. Anche gli alimenti assunti ad alte temperature causano il rilascio di vapori di mercurio, come dimostra il video più sotto. Alla tossicità del mercurio sono correlati numerosi sintomi, tra cui la depressione, l’emicrania, la perdita di memoria, le gengiviti, l’Alzheimer, il Parkinson, l’autismo, la stanchezza cronica. Per questo motivo alcune nazioni come la Danimarca, la Finlandia e la Svezia da tempo hanno abolito l’uso dell’amalgama. Il Dr. David Kennedy, dell’Accademia Internazionale di Medicina Orale e Tossicologia già da tempo ha dimostrato che a 37°C le otturazioni emettono un vapore a base di mercurio altamente tossico.

 

In Italia c’è una scarsa presa di coscienza del problema, innanzitutto perché sono pochi gli odontoiatri che sconsigliano l’amalgama a base di mercurio e, secondariamente, perché lo stesso Ministero della Salute non fa alcun tipo di informazione.

Qui una petizione per dire stop al mercurio dentale:
http://firmiamo.it/stopalmercuriodentale

19 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Quanto siete IGNORANTI in materia. Vi lamentate dell’Italia ma siete voi i primi a perdere tempo e a farne perdere ai vostri lettori riguardo ad Argomenti di odontoiatria che dovreste far affrontare ad un dentista o ad uno scienziato: VERI.
      È un caso che I dentisti intervenuti sono in disaccordo?
      Ne sapete + voi?
      Veramente?
      Presumete le cose meglio di chi le conosce da una vita?
      Vedremo in futuro chi ha ragione….

  • Sono un Odontoiatra, simpatizzante della prima ora di Byoblu, ma devo dire che questo articolo sul Hg degli amalgami dentari, mi ha sorpreso molto negativamente per il tono terroristico assolutamente ingiustificato e per le affermazioni assolutamente false e pseudo scientifiche! Mi spiace non poterle confutare in questo contesto, perchè dovrei riportare centinaia di pagine di letteratura scientifica, ma come minimo posso dirvi che l’OMS non ha mai dichiarato una scemenza del genere e che gli Odontoiatri Italiani non sconsigliano le otturazioni in amalgama di Ag semplicemente perchè sono almeno 25 anni che si usano quasi esclusivamente i compositi e/o materiali biocompatibili al 100%. (P.s. Per delinquenti-truffatori il discorso cambia…)

    • Sono ultra convinto della tua buona fede. Ma quando si parla di letteratura scientifica la si deve consultare tutta a partire da quella prodotta ad esempio da Lorenzo Acerra (Mal di denti). E’ vero che sono anni e anni che l’amalgama a base di mercurio non viene usata. Verissimo. Ma è altrettanto vero che decine di migliaia di persone stanno camminando con vecchie otturazioni proprio di quel tipo. Quel mercurio è senza alcun dubbio un problema. Non puoi aspettare la prova scientifica definitiva (che mai ci sarà) per informare a tappeto la popolazione e metterla nelle condizioni di fare una scelta personale e consapevole. Tutto ciò NON E’ MAI STATO FATTO da nessun ministro della salute. L’articolo riporta a galla una problematica vecchia, mai affrontata e gestita. Se ciò può apparire una forma esagerata e terroristica della questione, la responsabilità ha nomi e cognomi ed indirizzi ben precisi: il ministero interessato, le associazioni dei dentisti (che diciamolo, forse hanno altre priorità) e gli organi di informazione.
      Ben venga allora un articolo che rimette in discussione la cosa.

      • Personalmente, per fortuna, non devo dimostrare niente a nessuno, per cui potrei anche fregarmene, ma siccome amo l’onestà intellettuale, devo ribadire che la questione è antica, che non è vero che non ci siano responsi scientifici definitivi in seguito a ricerche ufficiali effettuate soprattutto in Svezia, Canada, Danimarca, USA e Giappone; che non è vero che i Media hanno ignorato la questione, dato che già una ventina di anni fa persino la RAI ha trasmesso dei report approfonditi della TV Svedese, come anche la TSI e TVF. P.s. L’AMDI è un’ associazione privata che non conta nulla e non ha alcun dovere informativo; l’ OMD ha altri compiti istituzionali e per il Ministero della Salute si potrebbero istituire inchieste giudiziarie a go go… (P.s. Io stesso ho da 30 anni due ricostruzioni in amalgama su 18 e 28, ma com’è evidente sopravvivo!).

    • Quindi le otturazioni non emettono un vapore a base di mercurio?
      Il mercurio non fa male ?
      Questo articolo mi pare faccia leva sul ministero della salute, voi dentisti non centrate nulla…semmai dopo che un dentista diventa consapevole che i materiali con cui è COSTRETTO a lavorare fanno male alla salute, dovrebbe almeno “tirare” qualche sasso, anzi che mettersi sulla difensiva come sta facendo lei…ci sono forse interessi anche da parte della comunità vostra? Scusi l’ignoranza, non sono domande ironiche.

  • Leggo del mercurio e non posso fare a meno di dire che mia moglie è affetta da MCS (multiple chemical sensitivity) in forma non gravissima ma gira per Genova con la mascherina, il blog di Beppe grillo ne ha parlato riguardo al caso di Mariella Russo. Il caso di mia moglie è ancora in fase di studio poiché i tempi degli esami richiedono molti mesi e vi garantisco che grazie a lei ho scoperto molte cose che non sapevo. NE HANNO PARLATO ANCHE A “LA VITA IN DIRETTA” E “LE IENE”.
    Coloro che sono i casi più gravi di MCS sono persone che non possono vivere. Rinchiusi in spazi protetti da inquinanti e senza contatti con il mondo esterno.
    Il nostro riferimento, unico in Italia, è il Prof. Giuseppe Genovesi a Roma. Ci sono cose che dovremmo sapere tutti. La chimica ci avvelena nei profumi, detersivi, materiali. Questa sintomatologia spesso è confusa con problemi psichiatrici data l’impreparazione dei medici. I malati di MCS sono le sentinelle dell’ambiente. La MCS non è una malattia vera e propria perché in un ambiente sano non si è malati.
    Non è neanche una malattia rara quanto si crede, 5% della popolazione.
    Quando sono stato a Roma ho parlato con un malato di MCS e mi ha raccontato di aver lavorato molto tempo all’aeroporto sotto gli aerei.
    Mia moglie è cresciuta nel famigerato rione Tamburi di Taranto.
    Spero che in futuro anche l’Italia si occupi seriamente dei malati di MCS. Al momento esiste il breakspear a Londra e un ospedale a Dallas, USA.

  • A parte il mercurio che vabè sembra una cosa ovvia(è veleno , pensiamo alle “devitalizzazioni”: un dente morto che ti stà tutta la vita nella bocca(piena di batteri e stimoli tipo), non c’è il rischio che diventi un nido incontrollabile di carica batterica? Negli anni causerà vari disturbi come che ne so… infiammazioni varie… mal di testa… perfino cancro alla bocca o al petto.
    Ricordo che i batteri dopo un po’ escono dal nido e si diffondono ovunque(te li ingoi)

  • problema noto e stranoto da non pochi anni, mi domando se non è stato risolto è perchè le lobby imprenditoriali del settore hanno condizionato le scelte governative dei vari governi CDX & CSX? …..di quanti MLD di € ammonta tale business?

    Gira e rigira torniamo sempre al solito punto, questa nazione è malata del peggiore dei mali che una democrazia possa soffrire, la corruzione etica e morale a tutti i livelli sociali e istituzionali.

  • L’amalgama d’argento continua a circolare e ad essere venduta ed usata in quasi tutti i Paesi del mondo e non esiste alcuna evidenza di intossicazioni da mercurio dovute alle otturazioni in amalgama: quale Nazione, anche meno attenta dell’Italia, di fronte a evidenze (vere e non pubblicate solo su riviste di gossip!), non avrebbe provveduto a togliere dalla circolazione un prodotto nocivo? La verità è che intorno ai prodotti alternativi all’amalgama (i compositi) ruota un mercato miliardario: ci sono interessi enormi da parte delle industrie e dei dentisti nel convincere le persone a sostituire le vecchie otturazioni in amalgama con otturazioni in composito. I compositi, infatti, costano pochissimo all’industria, molto agli odontoiatri e moltissimo ai pazienti, hanno una durata limitata nel tempo (4-6 anni in confronto ai 20-50 anni di un’otturazione in amalgama ben fatta), devono venire rimosse e sostituite periodicamente a pagamento (ogni volta, peraltro, erodendo una piccola parte di dente, fino ad arrivare a doverlo devitalizzare e ricoprire con una protesi), hanno una percentuale di infiltrazione marginale (carie secondaria ai lati dellotturazione) molto elevata e, infine, lavori scientifici veri pubblicati nell’ultimo anno stanno mettendo in evidenza che non sono atossici per l’uomo, ma che possono liberare sostanze in grado di danneggiare la salute. L’unico vero vantaggio delle otturazioni in composito, ad oggi, è l’estetica. Riflettete….

  • sono un medico dentista da oltre trent’ anni ,ho in bocca almeno 5 o 6 amalgame dall’adolescenza e tutta la mia categoria è esposta a polveri di amalgama che asportiamo col trapano dalle bocche dei nostri pazienti che eleva la nostra esposizione ben più di mille volte forse diecimila volte,tenendo ora conto che in tutto il mondo le amalgame esistono da più di cento anni, dovrebbe essere notissima la malattia professionale da intossicazione di mercurio del dentista, peccato che non esista… stiamo bene e viviamo come la media se non di più.
    Io stimo molto Byoblu, ma bastava che chiedesse al suo dentista;
    tolga queste baggianate!
    indaghi se mai perché non è mai stato distribuito il vaccino per la carie che esiste e funziona!
    Roberto Zizzo

    • Esimio Collega, perchè lancia un inutile sasso in uno stagno già abbastanza torbido agli occhi del pubblico? Un “vaccino” funzionante per la carie non esiste, non è mai esistito e probabilmente non esisterà mai, e Lei dovrebbe conoscerne i motivi scientifici.

  • O.T. ma interessante,
    bonus di 80 € anche per i sacerdoti! Come volevasi dimostrare denaro in cambio del voto per il 26 maggio, come la maggior parte dei beneficiari saranno dipendenti statali così saranno i sacerdoti che gestiscono le più la svariate parrocchie d’Italia che raggruppano milioni di fedeli, parte di essi orientati politicamente dalle indicazioni del “padre spirituale”.

  • La cosa mi lascia abbastanza perplesso, ma credo che dal punto di vista economico sia le aziende sia i dentisti avrebbero interesse a rimuovere il mercurio dai denti, visto che ci guadagnerebbero un sacco, le prime vendendo i materiali, i secondi cambiando vecchie otturazioni che altrimenti sarebbero eterne o quasi.
    Certo l’avere “quel” metallo in bocca non è rassicurante, però mi chiedo se l’operazione di rimozione dell’amalgama, che prevede la sua frantumazione con i pezzetti che cadono in bocca e ci restano vari minuti non sia più dannosa del rilascio quotidiano di metallo citato nell’articolo (di certo frantumi microscopici saranno ingoiati).

    Considerando il tutto, direi di distinguere tra il METTERE nuove otturazioni con amalgama (che ormai fanno in pochi per quel che ne so) e la presunta necessità di RIMUOVERE l’amalgama che già si ha in bocca. Poi io non sono esperto e non posso sapere la verità, ovviamente.

    P.S. anche io ricordo di aver letto sul problema, almeno 15 anni fa, però riguardava non i pazienti, ma i dentisti (secondo quell’articolo molto più esposti dei primi).

    • Finalmente! Era ora! Una persona che, pur non essendo un “tecnico” come me, usa il cervello e la logica per capire come stanno veramente le cose! Bello sarebbe se tutti si comportassero così in tutte le situazioni! Complimenti.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi