La grande guerra fra stati e mercati

Mario Draghi La grande guerra tra stati e mercati
di Lidia Undiemi

In un sistema economico e finanziario fortemente globalizzato, si governa con i trattati internazionali. Quella che stiamo vivendo è una vera e propria guerra fra Stati e mercati, ovvero il capitale internazionale. Per comprenderne la portata, basta ragionare sul nuovo strumento messo in campo dalla BCE per far fronte alla crisi dell’Eurozona, ossia l’OMT.

L’OMT (Outright monetary transactions) è un piano di acquisto illimitato sul mercato secondario dei titoli pubblici degli stati in difficoltà, nato con lo scopo di ridurre le pressioni dei mercati che si manifestano attraverso l’aumento dello spread. Per questa ragione, tale strumento è stato anche definito “piano anti spread” oppure “piano salva euro”, proprio perché venne preannunciato nel 2012 da Mario Draghi, quando disse: “farò di tutto per salvare l’euro”.

Ma lungi dall’essere un aiuto disinteressato in favore dei paesi che versano in una situazione di emergenza, l’accesso all’OMT è subordinato alla sottoscrizione di un accordo con il MES  (un’organizzazione finanziaria di cui su questo blog si è parlato a lungo), cioè all’obbligo di sottoporsi a cosiddette condizioni rigorose, ovvero il rispetto dell’agenda politica imposta da tale organizzazione finanziaria (le famose “riforme” richieste a gran voce dalla BCE di Mario Draghi). Tradotto: se non vi fate commissariare non riceverete alcun aiuto qualora i mercati generino destabilizzazioni finanziarie (ndr: e sappiamo bene quanto sia facile, alla bisogna, destabilizzare i mercati).

Ecco un esempio di come i circuiti finanziari, mediante un accordo-trattato internazionale quale è il MES, riescano a governare un paese scavalcando qualsiasi barriera democratica.

Aspettiamoci presto un’altra lettera con le riforme dettate dai mercati.

Leggi Il Ricatto dei Mercati, di Lidia Undiemi Lidia Undiemi MES Il Ricatto Dei Mercati
 Se vuoi comprendere a fondo come i meccanismi democratici siano stati soppiantati dagli interessi delle élite finanziarie, leggi “Il Ricatto dei Mercati”, di Lidia Undiemi, appena uscito nelle librerie e sul Kindle.


 Per ordinare la versione cartacea, clicca qui.
 Per ordinare la versione Kindle, clicca qui.

12 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Quando vedo una competente, informata e passionaria coma Lidia Undiemi ancora in giro a lottare per i diritti di questo paesuccolo, mi viene il latte alle ginocchia. E’ vero che non la seguo più da un annetto, ma una come lei dovrebbe stare al ministero del lavoro o dell’economia, per poi arrivare agli esteri da anziana. Poi mi sbaglierò, ma finchè vedremo persone così in giro senza dar loro l’opportunità più confacente alle loro enormi capacità, saremo sempre un paesello da terzo mondo. Il primo del terzo mondo, ma SEMPRE DEL TERZO MONDO.

    Una soluzione sarebbe quella di liberare il Sud Italia dal giogo dei “piemontesi” e farne uno Stato a parte con in mezzo l’Italietta a fare da Marca (che tante adesso è già marchettara) fra il Sud è la tirannide Europa.
    Lidia Udiemi e tanti altri competenti e in gamba che il nostro Sud sforna continuamente potrabbe cambiare le cose. A grande prezzo ma con la speranza di farcela. Altrochè i venduti della Lega Lombarda.

    Per l’Italia e gli italioti ormai è una causa persa.

  • queste organizzazioni sono veleno, non meno di quanto lo sia la mafia. Queste triadi hanno provocato due guerre mondiali e decine di altre locali nell’ultimo secolo. Il benessere deve venire dal lavoro, dall’economia reale. tutto quello che vive di speculazione è solo USURA e dopo i disastri successi ultimamente i governi dovrebbero col pugno di ferro opporsi a queste organizzazioni a delinquere (se hanno il doppiopetto vi ricordo che anche Capone ce l’aveva) . si dice che banchieri Usa di primo piano (ebrei?) finanziarono il partito nazista fin dal 1919 perchè si opponesse al comunismo. Non voglio più vivere in mondo dove quasi il 97% delle persone sta morendo di fame, o è a rischio. se in Italia ci siamo vicini, nella maggior parte del mondo si sta anche peggio!!!! grazie a queste associazioni a delinquere.

  • Signor Messora prima di parlare del MES, vorrei farle una domanda, per quanto riguarda un eventuale risposta e lei che ha la palla ed a lei quindi tocca decidere.
    E’ ancora un collaboratore per la comunicazione del M5S?
    Dico questo perché dopo le notizie date dai principali quotidiani, lei l’8 ottobre nel suo blog scrisse, “al gruppo di comunicazione non è stata pervenuta nessuna notifica ufficiale, tuttavia per il M5S questo è il momento di concentrarsi sull’incontro di tre giorni” che sarebbe avvenuto da li a poco.
    La voglia di porre una domanda così diretta nasce grazie all’idea del movimento che ha detta del suo/suoi punti di riferimento (Grillo e forse anche Casaleggio), esso è una base senza leader.
    Allora penso, come, una base così importante non ha chiare le notizie che invece i quotidiani pricipali sbandierano ai 4 venti senza ricevere nessuna querela?
    In buona sostanza questa base è veramente più importante degli altri sostenitori politici o per lei e la stessa musica travestita d’altro?

  • dal momento in cui si contrae un debito vieni tenuto per le palle dal creditore! Chiaro il principio?
    Con 2130 MLD di debito sono e saranno i nostri creditori (organizzazioni a delinquere) ad imporci regole per spremerci fino all’ultimo centesimo, che si chiami €uro £ira o $dollaro poco importa il nome è relativo ma non l’esito coercitivo.

    Ergo: la causa dei nostri mali è la classe politica e dirigente italiana che dagli anni 70 con l’istituzione delle Regioni in primis ha causato il disastro, non l’euro zona, non la moneta unica, non le agenzie di rating, non la merkel, non le banche che hanno comprato pian piano il “nostro debito” sotto forma di titoli di Stato emessi dalla NOSTRA CLASSE POLITICA e DIRIGENTE pienamente consapevole.

    Insomma l’ennesima prova della balordaggine di chi Governa questa Italia è passata inosservata anche per ulteriori aiuti di Stato ai partiti politici artefici della crisi nostrana, questo Governo ha salvato i propri dipendenti delle varie sedi e segreterie licenziati perchè non avevano più soldi! Salvati in cassa integrazione a spese degli altri cittadini, senza che quei dipendenti avessero versato dalla in busta paga un solo centesimo di euro per ottenerla perchè non previsto dal contratto.

    Dunque secondo il mio modesto avviso il M5S non dovrebbe cercare sponde ed alleanze per “entrare” nel sistema politico-governativo marcio ma semplicemente adoperarsi per divulgare attraverso in mass media nazionali (mainstream) le porcate governative a danno della nazione per far capire ai cittadini italiani chi devono votare ed a chi non dare il consenso elettorale.

  • Orban in Ungheria ha preso a calci in culo l’FMI.
    Il PIL ungherese ora viaggia col vento in poppa e…Salvini lo sa!

    Noi non abbiamo nessun Orban ma un prodino che dice ufficialmente di non volersi candidare a pdr.
    Voi ci credete?

    • Non solo mancano uomini politici con gli attributi gli stessi varano leggi per autotutelarsi, vedasi con la porcata della falsa abolizione delle province cosa ha fatto il neoeletto presidente della prov. di Cremona invece di risparmiare sperpera assumendo due “divulgatori” della sua politica amministrativa! D’altronde Matteo insegna come fare marketing di se stesso per affabulare i creduloni.

    • Se è per questo i parlamentari ungheresi hanno buttato fuori dalla finestre la bandiera della UE. Altroché ce lo chiede l’Europa… guardatelo qui. Mentre il presidente della camera richiama all’ordine. Poi avrà lasciato perdere pensando che giù dalla finestra ci poteva finire lui.
      La Boldracca dovrebbe trovarsi in parlamento o in giro per le strade questi tipi qua, che poi le passano le smanie da Maria Antonietta. Quelli lassù gliela fanno fare la fine della Maria A.
      http://www.youtube.com/watch?v=bCmVz9-CEaA

      • Grande filmato!
        Bisogna farlo girare soprattutto sul blog di Grillo.
        Mi meraviglia come Salvini non se ne sia (ancora) appropriato.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi