Così la BCE di Draghi finanzia Twitter per fare pubblicità all’Euro

Mario Draghi Selfie 10 euro

Se aprite Twitter in questi giorni, potrebbe comparirvi questo annuncio a pagamento. Gli annunci a pagamento sono commissionati da uno sponsor che paga perchè il suo tweet campeggi ben visibile sulla vostra timeline. In questo caso, sotto all’immagine, si legge “Sponsorizzato da ECB“. L’ECB, meglio conosciuta nel nostro Paese con l’acronimo italiano BCE, è la Banca Centrale Europea. E cosa promuove, la Banca Centrale Europea, sui social network? L’euro. Sembra incredibile, ma la BCE paga soldi a twitter per chiedere a voi di farvi un selfie con 10 euro in mano. Se cliccate sul link dell’iniziativa, trovate una immagine formato famiglia della nuova banconota da 10 euro, con la firma ben visibile di Mario Draghi in alto a sinistra.Mario Draghi Selfie 10 euro

Draghi vi regala un iPad per farvi un selfie con il suo autografo. Ma a parte questo effetto paradossale, sarà in questo che sono finiti i due milioni di euro che, secondo il Telegraph, l’Unione Europea ha speso per manipolare l’euroscetticismo sul web? E’ lecito che vengano spesi dei soldi per fare pubblicità a una sola parte di quella che è una guerra economica, prima ancora che politica?

Ci sono paesi, come l’Italia, dove il dibattito a favore o contro all’euro è forte, e dove la permanenza nell’unione monetaria potrebbe addirittura essere presto sottoposta a referendum popolare. Dobbiamo aspettarci che la BCE faccia un’operazione LTRO apposta per generare la liquidità necessaria a invadere tutti i cartelloni stradali, tutti i gingle radiofonici, tutti gli spazi pubblicitari televisivi, e magari anche per brandizzare la vostra carta igienica con la firma di Mario Draghi? Si deve stampare moneta per fare pubblicità a quella stessa moneta? E cosa succederà ai social network, quando a ridosso del referendum Draghi comprerà milioni di euro di spazi pubblicitari per promozionare l’euro? Daranno ancora spazio ai contenuti alternativi, gratuiti, che i poveracci sul web produrranno per promuovere un dibattito serio e critico nei confronti della moneta unica? O partirà la censura selvaggia e indiscriminata come spesso accade a ridosso delle elezioni?

Provate a farvi un selfie  e pubblicatelo su Twitter, con il link a questo stesso post e con l’hashtag #mynew10. Facciamo sapere alla BCE cosa ne pensiamo del selfie di Draghi. Comincio io…

Claudio Messora euro mynew10

14 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Piano piano resteranno in pochi a vederli gli euro, (gente come Draghi,Junker e Renzi)….li accumulano poche tasche . Magari è la volta che coi selfie li censiamo e un (bel) giorno li accendiamo. (Non mi riferisco agli euro)

  • Prima o poi il popolo bue, compresi molti parlamentari, invece di interessarsi delle tette della minetti o del culo della boschi, capiranno che la moneta attuale (FIAT) non è altro che carta straccia. Allora cominceremo a prendere coscienza e poi a ribellarci a questi bankieri infami e alla loro gestapo/Eurogendfor.
    Il DEBITO è solo una prigione ideologica per gli ignoranti

    LINK

    uscire dal lager dell’ euro:

    http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/alter/Euro-come-recuperare-la-sovranita-monetaria-22815

    Parlare ogni tanto di signoraggio, il problema dei problemi

    https://www.youtube.com/watch?v=otwSQyaPy-Y

    https://www.youtube.com/watch?v=T6D7QNfERpI

    PS
    caro Grillo, bene che parli di euro. Ma se non parli anche di banke, di signoraggio e di sovranità monetaria, allora è tutto inutile, il problema non sarà mai affrontato alla radice.
    Eppure c’era un tempo, tanto tempo fa, in cui lo hai fatto
    https://www.youtube.com/watch?v=CJJ9rzReXso

    poi anche recentemente

    https://www.youtube.com/watch?v=i9BovYlg_CM

    tanta gente lo vorrebbe…

    https://www.youtube.com/watch?v=ZVynmDHLE-Q

    Perchè va bene il referendum contro questo euro-mostro, ma non dimentichiamocelo mai, il vero NEMICO, la vera metastasi da debellare è il sistema bankario privato-
    Le banke sosno una istituzione criminale e vanno abolite.
    Il denaro deve essere di proprietà popolare ed emesso dallo Stato.
    ci provò ancje Kennedy, mica le invento io oggi queste cose qui

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ordine_Esecutivo_11110

    http://www.nocensura.com/2013/11/lordine-esecutivo-11110-di-jf-kennedy-e.html

    https://www.youtube.com/watch?v=BjiV6T9zjh8

    Le banke sono il nemico. oggi. Ogni lotta parte da qui.

  • Io ancora non ho capito una cosa del M5S , adesso vogliono proporre il referendum sull euro . Storia insegna che gli italiani ai referendum hanno sempre approvato scemenze , hanno proibito il nucleare quando il nucleare era l’unica maniera (al tempo) per avere energia pulita e conquistare un minimo di indipendenza energetica , hanno garantito al berlusca il monopolio tv ..adesso siamo all’euro , referendum che quasi sicuramente sancirà la vittoria dell euro (per disinformazione, paura e tante altre cose).
    Se gli italiani voteranno Sì all euro che farete ??.
    Una volta che gli elettori si esprimeranno a riguardo il M5S, con la coda tra le gambe , sarebbe costretto a dedicarsi a cose completamente diverse, nel nome della volontà popolare.
    State andando verso l’ennesima mazzata tafazziana. contenti voi

    • Sul Referendum nucleare non sono d’accordo. La Danimarca sarà completamente basata su energie rinnovabili entro il 2050:

      http://www.qualenergia.it/articoli/20140526-100-percento-rinnovabili-la-danimarca-mostra-come-si-fa

      Anche la Germania punta in quella direzione. se avessimo ancora il nucleare oltre ai costi vari di costruzione delle centrali e gestione delle scorie, ora ci troveremmo quelli per smantellare le centrali stesse (migliaia di mld) oltre a quelli che dovremo spendere per solare, eolico, ecc. Senza contare i rischi per salute e ambiente (a Saluggia c’è ancora un deposito che rischia di rilasciare rifiuti radiottivi, roba da evaquare tutta la regione Piemonte). Come vedi gli italiani non sono tanti stupidi quando li si interroga su problemi concreti.

      Cmq il problema che tu segnali sull’informazione è reale. Definirla da 3° mondo è ottimistico.

    • partecipare ad un Referendum qualunque sia l’esito è una prova di maturità per la crescita democratica.
      Sarà comunque un atto di responsabilità popolare prendere una decisione collettiva non più calata dall’alto del potere politico gestito dall’1% della popolazione come fece Prodi nel 2000 esautorando il popolo dall’esprimere un parere libero e democratico sul futuro della propria vita.

      Si profilerebbe uno scenario propagandistico falsato come indicato da Messora? Sarà compito di quelle forze politiche contrarie all’euromoneta contrapporsi con ogni mezzo lecito a costo di andare porta a porta (non da Vespa) ma di casa in casa!

    • Carlo.. il tuo bilancio è incompleto e mancano molte voci sotto tutti i punti di vista, la strada maestra era quella tracciata dai paesi più avanzati e potenti come USA e giappone , energia nucleare fino alla completa conversione alle energie alternative (solare , maree ecc) rendimenti e costi permettendo.
      Ma anche se avessi ragione sui costi , l’indipendenza energetica è una materia , un obbiettivo dal valore inestimabile dal punto di vista politico e sociale.
      Ma a prescindere da tutto..credi che gli italiani abbiano scelto in base a queste valutazioni ? Non scherziamo..banderuole erano banderuole sono rimaste.
      Il referendum su questioni che richiedono competenze così specifiche ed elevate, in un paese con almeno il 40% di abitanti dotati di una competenza alfabetica insufficiente, è potere agli ignoranti.
      Pura follia travestita da spirito democratico rivoluzionario.

    • Luca, l’alternativa è che qualcuno cali la soluzione dall’alto, come è successo quando in pochi hanno deciso l’entrata nell’euro, con i disastri che vediamo. Preferisco che decidano gli italiani, i quali risponderanno dei loro errori eventuali.

    • Oddio, che il nucleare sia una fonte pulita mi giunge nuova! Quanto all’indipendenza energetica, mi risulta che l’uranio lo importiamo dall’estero, o sbaglio?
      Quindi paradossalmente hai ragione, se questa è la consapevolezza e l’informazione con cui andiamo a votare ai referendum, meglio lasciar perdere.

    • Paolo Nobili è ovvio che per indipendenza non intendevo l’indipendenza assoluta che semplicemente non esiste (non esiste nemmeno per le superpotenze)..bensì saper scegliere il male minore con la varietà energetica e l’indipendenza maggiore, suvvia.

  • Ma come Messora si stupisce che Draghi paghi (e se li stampa gli euro, chi se ne frega) per salvarsi il deretano e neanche una parola su europa.rai che presumibilmente viene pagato con i soldi del canone e quindi soldi nostri ? E poi parole come “Ci sono paesi, come l’Italia, dove il dibattito a favore o contro all’euro è forte” fa ridere. Dove si dibatte, in tv ? Sui giornali ? O la discussione è solo quella del M5S sul refendum ? DAR

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi