Prescritto Gelli. I venerabili non si toccano!

Licio Gelli Prescritto

Chi se lo ricorda Licio Gelli? Ai più giovani forse non dirà niente, ma è stato uno degli architetti dell’attuale assetto istituzionale italiano. Era a capo della loggia massonica deviata P2 (Propaganda 2), tra le cui fila hanno militato le alte gerarchie militari, ecclesiastiche, intellettuali e istituzionali del Paese, nonché il famoso Discepolo con la tessera 1816, al secolo Berlusconi Silvio. La P2 ha teorizzato il finto bipolarismo all’italiana che ci ha regalato PD e PDmenoL per vent’anni, ai quali era affidato il compito di “simulare una finta dialettica democratica”. Ma anche la responsabilità civile per i magistrati, la separazione delle carriere requirente e giudicante, l’utilizzo dell’esercito nelle strade, il nucleare e così via. Il bipolarismo si è poi sciolto nella fusione totale di centrodestra e centrosinistra, con il plateale arrivo di Matteo Renzi, creatura di Berlusconi lanciata da Giorgio Gori, manager Fininvest artefice del lancio di Forza Italia e poi della Leopolda.

Qui il piano di Gelli e Berlusconi, in questo video che realizzai il 1 luglio del 2008.


Il Discepolo 1816 di byoblu

Il fisco gli aveva sequestrato Villa Wanda, la modesta tenuta di famiglia composta da due fabbricati, per un totale di 32 vani, con annessi piscina e locale serra, e da terreni agricoli della superficie complessiva di 11.150 metri quadrati, nel cui giardino nel 1998 furono trovati 160 kg d’oro in lingotti nascosti in vasi e fioriere.

Cosa succede a voi se il fisco vi sequestra la casa? O pagate, o la perdete. E siccome i soldi non ce li avete, andate sotto a un ponte. Ma si sa, ai potenti non si addice lo stesso destino. La prima udienza di del processo per reati fiscali per diversi milioni di euro, imputato Licio Gelli, si è conclusa ieri ad Arezzo con la prescrizione e la decadenza del sequestro di Villa Wanda che torna nella disponibilità della famiglia.

Essere un “venerabile maestro” servirà pure a qualcosa, no?

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi