Missione Putin: votate le domande

Scelta Domande Putin

Avete scelto da soli un nome da intervistare e avete volato basso: Vladimir Putin. Avete scritto da soli le domande con un pad collaborativo. Ora dovete votarle, per scegliere quelle che saranno effettivamente poste al Presidente della Federazione Russa. Qui sotto il questionario. Avete ipotizzato 43 domande in tutto, ma solo le più votate verranno inviate al destinatario, insieme a una richiesta formale di intervista pervenuta dalla rete. Il vostro aiuto sarà fondamentale.

Intanto votate e fate votare (se non riuscite a visualizzare l’indagine qui sotto, usate questo link).
Crea la tua indagine per il feedback degli utenti

Supporta adesso il progetto Europaleaks. Abbiamo raggiunto il 15,7% del finanziamento. Aiuta Europaleaks a completare la raccolta e diffondi a tutti i tuoi conoscenti l’iniziativa.
Clicca sull’immagine qui sotto per saperne di più.

EUROPALEAKS - DONA ORA

21 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Delusa dalle domande. In parte logorroiche (ma quando domande dirette al punto senza le solite prefazioni chilometriche?), in parte retoriche e già indicanti la ovvietà della risposta.
    Mi sfugge lo scopo vero di questa intervista: solo dimostrare che si puo’
    arrivare ad un potente attraverso un sistema alternativo di comunicazione? Solo un vezzo intellettuale?

    • Lo scopo è ovvio: avere risposte a delle domande per poi valutarle alla luce del tuo interesse ed alle tue informazioni sugli argomenti trattati.

      Se cerchi un “vero scopo” e pensi ad un “vezzo” non ci stai proprio con la testa.

    • ” in parte retoriche e già indicanti la ovvietà della risposta ”

      ahaha dovevi dare un’occhiata al pad collaborativo..da farci uno screenshot e poi ridere con gli amici. Ho come la sensazione che byoblu stia cambiando radicalmente il tipo di lettori e frequentatori. Purtroppo è il danno che siti come lafucina e tzetze e il blog di grillo stanno facendo a tutta la rete e l’informazione alternativa, allontanando irrimediabilmente le persone più dotate dal punto di vista culturale e professionale e diventando luoghi di sfogo dei complottisti deliranti

    • Luca, il danno sarebbe che avete la possibilità di decidere chi intervistare e poi scrivervi anche le domande? Complimenti per la lungimiranza. E’ un metodo, ce ne sono altri, come non fare niente e affidarti a qualcuno che fa e pensa per te. Io sto provando questa strada.
      Certe domande erano stupide? Certamente non ho difficoltà a crederlo. E’ proprio per questo che poi si fa un questionario come questo e tutti le votano. Come per magia, le domande stupide prendono pochi voti e svaniscono nel nulla… Puff! Voilà!

    • Cristina, perché non hai partecipato alla scrittura delle domande quando ho aperto il Pad collaborativo? Perché ti lamenti adesso ma non hai scritto la tua domanda?
      Comunque, state votando le domande da un punto di vista concettuale. Le parole esatte potranno cambiare e il testo essere limato.

  • potevi fare qualche domanda tu, c’era la possibilità…e comunque alle domande ovvie seleziona 1, io ho fatto cosi, avrei voluto domandare una cosa che ritengo determinante, l’export di grano, ma non sono più sicuro che ci fosse il blocco, quindi ho evitato, considera che è solo il leder della russia, comunque sia, non risponderanno(plurale) a domande che ritengono scomode,e anzi si rischia di non fare proprio l’intervista, quindi bisogna stare attenti anche di non tirare troppo la corda

  • Mi sarebbe piaciuta molto una domanda sulla sua amicizia con Berlusconi. Che cosa in particolare ci fosse alla base di questa amicizia visto che a me dall’esterno sembrano essere persone con interessi diversissimi , almeno così mi sembra. Una differenza fondamentale pur conoscendo poco Putin , mi sembra esserci sulla cultura pari a zero quella di Berlusconi ed apparentemente migliore in Putin ma solo supposta in quanto non documentata da fatti reali.

  • Deluso dal sistema di voto. Credo che il voto sulle domande si deba poter esprimere una volta visualizzate TUTTE le domande. Perchè la scala di importanza che un utente si crea, è relativa alla domanda più importante e quella meno importante. L’unico senso che può avere il visualizzare le prime 5 e doverle votarle per forza prima di andare avanti è influenzare il voto.
    Un bacio

  • molte risposte sono già state date …
    affidarsi a sistemi elettronici detti “LIBERI”, fa si che qualcuno cancelli tutte le domande utili…nel conformismo generale.
    io ho partecipato al primo test di testo libero , e tutto quello che ho scitto è stato cancellato. rimesso piu volte e cancellato.(argomento troppo forte sul fatto che l’italia è una S.P.A., guardare per credere sul sito del S.E.C. di newYork)
    non dico che sia ByoBlu ad aver cancellato il mio testo….. in ogni caso qualcuno a deciso per me . QUALCHE TROOL PAGATO? per far fallire tutti i tentativi fatti in buonafede?

    SE LE domande le decidono i TROOL , io inviterei a NON FARE L’INTERVISTA per INGENUITà MOLESTA.
    sembra venir fuori un intervista fatta da FAZIO!!!!!!

    in ogni caso anonimi ( i piu accaniti ..magari pagati..) decidono, ed il risultato si vede …
    spero che BYO BLU ritorni in se è usi il suo valore aggiunto, perchè quello delle masse anonime è MANIPOLATO, quindi FALSATO..ROBA DA INFANTI….

    Non voglio sminuire, ma questo modo a sondaggio di fare giornalismo non mi garba tanto, si puo dire quello che si vuole , ma per esempio il sistema operativo del voto dei 5stelle è miseramente fallito, non certificato , e nella mani di questa rete , che solo pochi matematici ne possono dire ….oltreetutto uno strumento militare USA che possono spegnere essendo il 90% del traffico sui loro SERVER (ho detto tutto).

    Facciamo una internet completamente italiana, e usiamo la rete come fossero le POSTE 2.0, non come un centro sociale.

    • il sistema è certamente perfettibile. Tuttavia è molto più libero e democratico rispetto a un’intervista zerbino di qualche organo di stampa che decide a nome tuo cosa conviene chiedere e cosa no.
      E’ vero: chiunque può cancellare. Ma chiunque può anche salvarsi il testo (funzione export) e incollare nuovamente la sua domanda. Ci saranno funzioni più evolute in seguito. E’ un inizio.

  • Credo che la miglior cosa sia che Messora stesso decida le domande che debbano essere fatte dopo aver letto le varie opzioni.

    • Non mi fraintendere non critico il metodo con cui sono state proposte e vengono scelte le domande da fare.
      Anzi piu’ democratico di cosi mi pare non sia possibile.
      Ritengo pero’ corretto che sia tu’ in ultima istanza a selezionare le domande evitando che qualcuno piu’ attivo di altri abbia influenzato le votazioni nella propria direzione.

    • condivido ,il pad deve essere pressapoco uno scheletro, qua l’unico giornalista con esperienza sei tu claudio, sarebbe un errore imperdonabile che “la maggioranza” decida senza avere neanche un barlume di cosa sia una intervista, democrazia si ma non democrazia pura alla berlusconi, se no tutto il sistema crolla nella mediocrità

  • Claudio, è che ho scoperto solo ieri di questo questionario, perchè non ricevo piu’ come un tempo gli aggiornamenti del tuo blog. Quindi anche avessi voluto non potevo partecipare alla scrittura. Ho inizato a fare il questionario perchè l’idea è si veramente innovativa, ma alla fine delle pagine… non farei proprio l’intervista.

    Penso che ognuno ha competenze diverse nella vita e skills diversi e tutti utili. Quindi non tutti hanno preparazione e conoscenza e ricerca e talento per porre domande che hanno senso in questo grave presente.

    Che tutti diventino saccenti e preparati per chiedere a Putin di geoppolitica mi fa un po ..ridere?O dice ben il lettore ALALA il punto sono i sistemi elettronici e i giochini dei pagatissimi troll?

    Un mezzo dato a tutti ancora non qualifica COSA si raggiunge; benissimo che ci sia piu’ opportunità ma mai sganciarla dalla sostanza, privilengiando il numero. Il numero…è quello del gregge stordito.

    I rapporti con Sion e perchè no trovano mai chi li ferma, l’ estinzione nucleare in una probabile III Guerra , che fine fa la EU e che inetresse ha la Russia per essa, dove si colloca nel progetto NWO… questo avrei preferito sentirlo con piu’ schietta precisione. E tu sei sicuramente molto dotto in merito e non vedo perchè non dovresti proporre chiare e anglossassoni domande anzichè le solite arzigogolate italiche qui comparse.

    Ma ho capito malissimo e quindi mi defilo, se l’obbiettivo è solo mostare che si puo’ intervistare Putin con un metodo del genere (della idolatrata “base”), perchè allora tanto vale chiedergli se è diventato ancora papà in Svizzzera come rumors dicevano durante la sua sparizone.

    Io uso un metodo per privilegiare e far emergere la sostanza, non fine a se stesso. Detto questo restano piu’ che valevoli le tue intuizioni e il tuo non mollare.

    Ho smesso da anni i panni intellettuali, se mai li avessi avuti. Solo la coscienza al timone ci porta in una nuova landa. Perchè intercetta (anzi vede) la realtà in modo molto diverso dalle distorsioni che ci hanno venduto in tutti i campi e che ricevono ancora troppo consenso.

  • So di essere OT ma passatemela questa e’ troppo carina:

    Alla portavoce della Casa Bianca un giornalista russo ha chiesto:
    “Come mai, quando Yanukovich è fuggito dall’Ucraina, lo avete automaticamente dichiarato decaduto dalla presidenza e avete prontamente legittimato il governo di Maidan, mentre in Yemen il presidente è costretto a fuggire ma rimane in carica e il governo provvisorio non ha alcun valore?”

    La risposta:
    “Perché così dice la costituzione dello Yemen. Non la conosce? Si legga la Costituzione Yemenita e vedrà se non è così!”

    Non c’è stato modo di far capire alla povera Jen Psaki che la costituzione yemenita è del tutto normale e non ha bisogno di essere letta. E’ quella UKRAINA che è strana: infatti apparentemente prevede che un presidente in fuga da un colpo di stato decada automaticamente…

  • Caro Claudio, vedo con sorpresa che parte di una mia domanda (la 32 mi pare, quella sul dragon ride) è inclusa tra le altre ( non ho capito come usare il pad ed ero fuori tempo massimo). La domanda per intero era la seguente: Mr Putin, tanto è stato mormorato sulla sua sparizione. Un giornalista italiano, G. Caprara, ha ventilato l’ipotesi della sua messa in sicurezza e dell’allerta a tutte le unità strategiche russe a seguito del presunto errore di reroutering su vega di informazioni sensibili della royal mail, AWE e looked martin ( http://research.dyn.com/2015/03/uk-traffic-diverted-ukraine/). Puô confermare che FSB e kaspersky lab stanno indagando sull’anomalia? Il presunto errore è da interpretare come un test nell’ambito delle esercitazioni Nato nei paesi baltici o, come parrebbe confermare la sua decisione a sorpresa di ordinare la più grande esercitazione militare dalla guerra fredda è stato un tentativo reale di azzeramento della prontezza di risposta delle forze strategiche russe? L’operazione militare americana “Dragoon Ride” è dunque da interpretare come ritirata carnascialesca in pompa magna?. Sempre Caprara ha ipotizzato che la destituzione del comandante Cole dello “Strategic Communications Wing 1″(SCW1) e “Task Force 124″(TF124), in servizio presso la base aerea di Tinker, Oklahoma, sia dovuto alla mancata attivazione dei codici PAL necessari all’attivazione dei missili nucleari. Se nell’ambito di una esercitazione rappresenta il fallimento della catena di comando delle forze nucleari statunitensi, prendendo per plausibile l’ipotesi dell’ attacco preventivo alla Russia il comandante Cole ci ha salvati da una guerra nucleare. Ha qualcosa da dire al riguardo?

    Concordo con Pippospano. Tu sei il giornalista. Per dare un senso a quest’intervista che per ora è una accozzaglia di domande sarai obbligato a riformularle, e ad aggiungerne di più accurate (spero ti stia sorbendo tutte le sue interviste e tutti i fatti di geopolitica attuali. Come l’intervista al direttore di Stratfor che afferma candidamente che la massima priorità strategia per gli USA è rompere l’asse Mosca-Berlino. La domanda sul cambiamento dei rapporti con l’occidente è da riformulare , includendo la Cina nella domanda. Dalle aspettative di Putin nel 2000 (il suo memorabile discorso in tedesco al bundestag), alla cruda realtà che ha obbligato una Russia di fatto titubante ad incatenarsi alla Cina. Ed il suo sogno (l’asse Vladivostok-Lisbona) che si ferma per ora nel Donbass.
    La domanda sugli OGM pure. Di fatto dopo un allarme dell’accademia di scienze di Mosca Putin ha bloccato tutti i permessi a Monsanto (nel 2013). La domanda su Dughin? Nessuno qui ha accennato a personaggi quali Evgeny Fedorov, i brillanti Nikolai Starikov, Sergei Glazyev, Mikhail Khazin (…) Dopo la votazione screma, lima, e approfondisci. Se sei oberato di lavoro metto volentieri il mio tempo a disposizione per una ricerca di fonti e riferimenti accurata. Se tutti insieme riusciamo in quest’ impresa è il colpo grosso. Tu però sei quello che ci mette la faccia. Inutile sprecarlo per l’interfaccia del pad poco intuitiva., perché certe domande hanno già avuto risposta, altre non sono poste in maniera accettabile per un capo di stato, altre ignorano fatti accaduti, … perché oggi prendersi dieci minuti per formulare una domanda articolata è chieder troppo.
    Ci auguro il meglio (visto che insisti col noi tutti)

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi