La Corea del Nord resuscita i morti!

di Ivan Senin

La Repubblica, due giorni fa: “Corea del Nord, giustiziato il capo delle forze armate: si era addormentato durante una parata“. La notizia ha scosso i media: il sanguinario dittatore pazzo Kim Jong-un colpisce ancora. In precedenza avevamo saputo che aveva fatto fuori la sua amante, la famosa cantante Hen Sol Vol, con una mitragliatrice, assieme ad altri dieci artisti, per aver girato un film porno leggendo la Bibbia. Prima ancora aveva fucilato lo zio,  Chan Son Thek, bruciato vivo il ministro della difesa O Son Hon con un lanciafiamme, ammazzato dissidenti a colpi di mortaio, trucidato quattro musicisti, membri dell’orchestra nazionale Ynhasu e così via.

Insieme a cotanta ferocia, Kim Jong-un possiede anche doti taumaturgiche: riesce a far resuscitare i morti. La stella del basket Dennis Rodman visita la Corea del Nord nel 2014 e lo zio dello spietato dittatore gli si palesa in carne ed ossa. L’agenzia di stampa “France-Press” immortala l’amante trucidata (quella del film porno) mentre si profonde in esibizioni canore all’apertura di una festa nazionale. E sulla storia del capo delle forze armate stanno già facendo retromarcia.

La Corea del Nord è un piccolo paese, povero, molto chiuso ed estremamente militarizzato. Non è certamente un paese democratico: le cariche di maggior rilievo sono occupate da persone appartenenti allo stesso clan e vengono tramandate da un famigliare all’altro. Ma è formalmente ancora in guerra con la Corea del Sud, un’oligarchia piena di basi americane dove per ragioni di sicurezza nazionale se parli bene della Corea del Nord rischi fino a 7 anni di galera.

I giornali sud coreani diffondo con la puntualità di un orologio svizzero notizie spesso inventate sulle atrocità del regime nord coreano, condite da particolari agghiaccianti in perfetto stile manga, pensate appositamente per stimolare la fantasia del pubblico occidentale.

Ma il punto non è quello: il vero problema è come la nostra informazione prenda per buona qualunque cosa, purché sia collocata all’interno del frame autorizzato. Se volete capire come funziona, dovete assolutamente guardare questo video di Marcello Foa: “Come gli spin doctor manipolano i giornalisti usando il frame“.

Viviamo in una metà del mondo fatta di buoni e di cattivi. Solo che, nell’altra metà, i ruoli si capovolgono, ma a nessuno sembra importare niente.

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • sono destinati a capitolare anche loro sotto i “colpi” del sistema occidentale consumistico e capitalista.
    E’ successo all’URSS poi alla Cina alla piccola Cuba avverrà anche per la Corea del Nord prima o dopo degli “stati” islamici integralisti, purtroppo alla corruzione materiale e morale non resiste nulla.

    Non è pessimismo ma realismo, in quanto le peggiori nefandezze su questa Terra le ha compiute l’uomo, oso dire sperando di non apparire blasfemo che il progetto di Dio “l’essere umano” risulta un fallimento.

    Una delle molteplici prove l’hai pubblicata nel post precedente, degli innocui animali risultano un problema allora la soluzione pensata da un uomo è ridurle in carne da macello, cioè hamburger per alimentare quel sistema consumistico e capitalista no limits !!??!!

  • Vorrei avere informazioni dirette e non vagliate dai servizi segreti del Sud Corea in collaborazione con gli USA.

    The Militarist Agenda behind Washington’s Confrontation with North Korea
    http://www.globalresearch.ca/washington-post-stories-on-north-korea-are-highly-speculative/5449640

    Ho compreso che come con Saddam Hussein e Muammar al-Gaddafi i media occidentali iniziano la propaganda per la distruzione del “mostro”.

    Per esempio il caso Gaddafi molti fatti sonoancora sconosciti alla maggiranza della popolazione NATO.
    https://www.youtube.com/watch?v=tUgVlMDbyl4
    https://www.youtube.com/watch?v=zCnFBqVwhw8

    http://disinfo.com/2011/10/16-things-libya-will-never-see-again/
    http://www.globalresearch.ca/search?q=libya

    https://www.youtube.com/watch?v=Ol8MaxPiQwE

    https://www.youtube.com/watch?v=YJXcvBvRK_E

    Quanti paesi sono stati bombardati dagli USAdalla fine della seconda guerra mondiale. Milioni di Coreani, Vietnamiti son stati uccisi e molti soffrono ancora per conseguenza della guarra battereologica.

  • lo avevo già visto in passato ,ma riguardandolo ci sono rimasto secco, costui è un “preveggente”… no scherzo…. pero’ sa bene di che cosa sta parlando, se potete ri-intervistatelo sarebbe interessante avere altre perle

    • esaurienti considerazioni di Foa, ringrazio sia lui che Claudio per averlo riproposto, impensabile che si possa vedere in tv, per proporlo alle “masse” sarebbe svelare i trucchi del mestiere dell’establishment politico/economico di mistificatori della realtà.

      Comunque la manipolazione delle masse è sempre esistita, cambiano i metodi le tecniche ma l’esito è sempre quello di soggiogare popoli e masse, noi italiani dovremmo saperlo con cognizione di causa in virtù della nostra storia millenaria, partendo dalla costruzione dell’anfiteatro Flavio passando per il cristianesimo all’informazione stampata arrivando all’odierna videocrazia, come dovrebbe essere altrettanto chiaro perchè l’istituzione scolastica statale viene relegata volutamente ai margini della società civile da quello stesso establishment politico e dirigente, per lasciare nell’ignoranza le masse e manipolarle all’occorrenza.

  • Bravo.
    Sarebbero utili altri due o tre link a notizie date che poi risultano false.
    Dimostrerebbe che c’è una linea determinata e non è un errore fatto per caso.

  • Secondo me per giustiziarlo con la cannone di contraerea che non ha alzo 0, lo hanno appeso a dei palloncini a elio, quando è giunto all’altezza necessaria, bang! bang! lo hanno bombdardato in aria. Come si farebbe con un qualsiasi elicottero o aereo. Mi sembra che la stampa occidentale sia giunta a livelli da mentecatti. Non ascoltate più i media mainstream. Se volete informazioni serie cercatele su siti indipendenti come questo.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi