Vogliono buttare giù Atene. Per la seconda volta!

Vogliono Buttare Giu Atene480

Correva l’anno 2011, quando il paese che ha inventato la democrazia (la Grecia) e quello che l’ha deturpata (l’Italia) venivano abbattuti dai carri armati della Troika a distanza di 48 ore l’uno dall’altro, per insediare due “podestà forestieri”: Mario Monti a Roma e Lucas Papademos ad Atene. Noi fummo commissariati per via di quel “culona inchiavabile” di cui Berlusconi onorò Angela Merkel, mentre i nostri cugini ellenici pagarono l’affronto di George Papandreou, che voleva già allora lanciare un referendum sulle misure di austerity. Erano gli anni in cui ancora coltivavamo l’illusione di essere cittadini sovrani. Avremmo imparato presto che non contavamo più niente. L’Italia non si è più ripresa, passando da un “podestà forestiero” a un altro, grazie al fuoco di copertura di Giorgio Napolitano. La Grecia ha avuto invece un rigurgito di sovranità quando Tsipras è stato eletto, al grido di “stracceremo gli accordi con la Troika”. E insieme a lui, quel Varoufakis che per un po’, ammettiamolo, ci ha fatto sognare, finché non lo hanno tagliato fuori dai negoziati perché giudicato “ingestibile”.

Il 5 giugno Atene dovrebbe rimborsare 303 milioni di euro al Fondo Monetario Internazionale (quello che ha ammesso che “i programmi di austerità promossi durante gli anni di crisi hanno causato più danni di quanto previsto“). Ma non ha intenzione di farlo: ha detto che prima vengono le pensioni e gli stipendi del popolo greco. E mentre i pallottolieri stanno già frullando per inventarsi nuovi astrusi prestiti ponte per arrivare fino all’autunno, in un ciclo di debito infinito che ha il solo scopo di mantenere lo schiavo abbastanza in forze per produrre, ma non abbastanza per liberarsi dalle catene, Wolfgang Schauble inspiegabilmente si ricorda del concetto di sovranità popolare.  In una intervista rilasciata al Wall Street Journal, riferendosi ai tempi in cui garantiva che non avrebbero mai lasciato fallire Atene, ha dichiarato: “La decisione sovrana, democratica del popolo greco ci ha lasciati in una posizione molto diversa“.

Credete che uno così parli di sovranità popolare perché la rispetta? Gente che ha architettato la deindustrializzazione di un paese come l’Italia solo per crearsi un mercato per il suo export? No, certo che no. Se Schauble si riferisce alla sovranità popolare dei greci, facendo espressamente riferimento al fatto che il default è dietro l’angolo e che i cittadini, con l’espressione della loro volontà, se ne dovranno accollare onori ed oneri, sta in realtà lanciando un messaggio molto chiaro, messo nero su bianco a pagina 17 del Corriere di oggi.

“Si apre uno scenario che in Europa ha preso ormai piede senza che nessuno lo espliciti: prevede che la soluzione alla crisi ellenica passi per un cambio di governo ad Atene. Che potrebbe avvenire attraverso nuove elezioni o un referendum. La questione corre sottopelle ma sta diventando di attualità.”

Stanno buttando giù Syriza! Varoufakis potrebbe essere presto cibo per i pesci. Questo succede quando non ti allinei, quando ti ribelli. L’illusione della sovranità ha infiammato milioni di cittadini greci. Li hanno lasciati giocare un po’. Adesso arriverà la doccia fredda. E sono fortunati se non sarà a gas.

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ma esclusi i Paesi strozzini come germania, uk e francia, gli altri 25 membri che dicono?
    Quando si riuniscono a Bruxelles o Strasburgo di cosa parlano? Non si rendono conto che invece di unire i popoli europei con questa infame politica economica ci metteranno uno contro l’altro?

    Stiamo ricordando in questi giorni 100 anni dalla I° guerra mondiale scoppiata per la stessa politica fallimentare e infame condotta all’epoca dalla Confederazione degli Stati dell’Aia, (una sorta di attuale G20) dove si enunciavano principi di eguaglianza e pace tra le nazioni e poi i soliti noti arroganti si imponevano su altri popoli fino a determinare la 1° guerra.
    Stessa cosa nel 1920 quando si fondò la Società delle Nazioni sulle macerie della 1° guerra, sottoscrivendo gli stessi principi di fratellanza cooperazione e pace tra i popoli gli stessi rompic….oni arroganti fecero scoppiare la II° guerra mondiale.
    A distanza di 100 anni dal 1° conflitto mondiale e poi 70 dal 2° la UE si ritrova con gli stessi rompic….oni arroganti guerrafondai che impongono con la violenza della finanza la loro me..a di falsa economia e inciviltà?

    E’ proprio vero che nel genere umano c’è il gene dell’autodistruzione!

  • Atene è stata invitata dalla Russia a far parte della banca di sviluppo BRICS e sarà il nuovo hub per il gas Russo in Europa (Turkish stream). Nel frattempo gli USA stanno inscenando una bella rivoluzione colorata in Macedonia con i kossovari dell’uck per tagliare la via di transito al gasodotto. E se gli USA si stanno lavorando la Macedonia è perché la Grecia è ormai fuori portata e può far saltare il banco in ogni momento. I Cinesi l’aspettano pazienti al varco col portafogli gonfio e condizioni sicuramente più accettabili dell’IMF.

  • perchè per discutere con il Premier greco Varoufakis si vedono solo la Merkel e Hollande e gli altri ? Sopratutto noi italiani che siamo tra i fondatori della Comunità stiamo a guardare, subiamo e zitti?

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi