Tsipras ricattato dopo il referendum: “Faremo soffrire il tuo popolo” #YanisFuoriINomi

Tsipras Ricattato dopo il Referendum: Faremo soffrire il tuo popolo

Cosa è successo dopo il referendum in Grecia? Perché, nonostante la vittoria schiacciante dei no con la quale il popolo greco ha rifiutato le proposte della troika, Varoufakis si è dimesso e Tsipras ha inspiegabilmente accettato condizioni ancora peggiori rispetto a quelle iniziali?

A dirlo, senza mezzi termini, è lo stesso Varoufakis, in una intervista al Corriere: «Tsipras venne minacciato di un’espulsione così violenta che la parte debole della popolazione avrebbe sofferto in modo indicibile. Quindi capisco come e perché Tsipras è arrivato a scegliere il Memorandum. Ma non sono d’accordo».

Dunque ecco i termini del ricatto che fu imposto al premier greco: se non firmi con la Troika, infliggeremo al tuo popolo sofferenze così grandi che le sette piaghe d’Egitto al confronto saranno state un pomeriggio in un centro benessere.

Adesso, però, caro Varoufakis, devi dire anche chi è stato a minacciare in una maniera così feroce e spietata un’intero popolo, perché se così fosse, questi signori sarebbero da processare all’istante. E’ stato Schäuble? E’ stato Draghi? Dijsselbloem? La Merkel? Sono stati i rappresentanti della finanza speculativa? O forse quelli del Fondo Salva Stati? O tutti insieme? #YanisFuoriINomi


4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • le guerre si fanno senza esclusione di colpi, dichiarata palesemente o tacitamente si attua ogni sorta di barbarie, non esistono limiti alle violenze sotto ogni forma fisica e psicologica, quindi anche i ricatti rientrano “perfettamente” in questa logica della sopraffazione, come dicevano i nostri avi mors tua vita mea.

    Ammesso che Dio esista credo che da queste parti non si faccia più vedere considerato che il progetto uomo su questa Terra risulta fallimentare, spero che i cristiani-cattolici non mi giudichino blasfemo, ma se Dio ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza… anche lui non dev’essere perfetto.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi