Il vice presidente BCE: fate entrare i migranti, abbiamo bisogno di lavoratori.

VITOR CONSTANCIO BCE L'Europa Deve Accettare piu' migranti

L’Europa deve accettare i migranti per preservare la sua forza lavoro da una contrazione ulteriore. Abbiamo bisogno di più lavoratori per accelerare la ripresa“. Lo ha detto il vice presidente della Banca Centrale Europea Vítor Manuel Ribeiro Constâncio, portoghese, classe ’43, secondo quanto riportato dalla Reuters. Una dichiarazione in perfetta sintonia con la tesi del famoso studio dell’Onu dei primi anni 2000, che parlava di “migrazione sostitutiva” per sostenere pensioni e sistema sanitario, e con gli ideali élitari di meticciato in salsa Kalergi. Certo, che lo ribadisca anche un rappresentante così importante della Banca Centrale Europea ora, è un chiaro segnale di una strada sulla quale l’euroburocrazia vuole incamminare il vecchio continente.

Parlando poi del caso Grecia, Constâncio ha avuto il coraggio di dire che “sbattere fuori Atene dall’euro non era per davvero, perché non sarebbe stato legale“. Ah, non facevano per davvero, dunque? E cos’era, l’Eurogruppo, un tavolo dove si giocava a poker? Una bisca clandestina dove ministri delle finanze senza scrupoli facevano le loro puntate, con Schäuble che dice “vedo“, Tsipras che resta in mutande e i bambini greci che intanto muoiono di fame?

E hanno anche il coraggio di dirlo.


 

 Leggi anche:
Armi di migrazione di massa: the perfect army!
L’Immigrazione? Una strategia Usa per controllare l’Europa.
Il documento ONU che teorizza la migrazione sostitutiva dei popoli

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi