La verità su Kalergi e il suo “piano”: solo una pedina USA.

Parla Matteo Simonetti, autore di “La verità sul Piano Kalergi“, che ha commissionato una doppia traduzione di “Idealismo Pratico” (Praktischer Idealismus) e delle teorie aberranti che vi si trovano inscritte, formulate da colui che è considerato il pioniere dell’integrazione europea e degli Stati Uniti d’Europa.

Nel video, la lettura dei passaggi più controversi.

Per leggere “La verità sul Piano Kalergi“, l’esclusivo libro di Matteo Simonetti, clicca qui:

9 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • nulla di che meravigliarsi sono corsi e ricorsi della storia, è sempre stato così dalla civiltà tribale in poi il potere è sempre stato in possesso di poche persone in grado di influenzare le masse per controllarle, gestirle e decidere per loro il futuro, solo con l’avvento della democrazia ellenica (per noi europei) si è avuta la possibilità di sovvertire l’ordine dei fattori, purtroppo senza ottenere un sostanziale cambiamento, se oggi siamo alla mercè di follie ideologiche eugenetiche di un intellettuale come Kalergi significa che non abbiamo gli anticorpi culturali necessari per difenderci.

    Ergo, se non siamo in grado di autodeterminarci politicamente attraverso la civiltà della democrazia lo farà un élite di “illuminati” al posto nostro, applicando regole contro ogni principio di civiltà umana.

    Come fare per uscire da questo incubo truculento? Semplicemente trovando quella classe politica che per ideologie e formazione culturale è agli antipodi di quella pseudo cultura elitaria dove 1% della popolazione è bella sana e straricca ed il 99% brutti sporchi malati e cattivi.

  • ammesso esista un “piano” Kalergi dovremmo preoccuparci prima del piano eversivo mascherato da riforma democratica per distruggere la nostra Costituzione, concepita e congegnata nel 1947 per per evitare queste derive politiche autoritarie e follie eugenetiche, il piano tende a riunire nelle disponibilità di un solo uomo i poteri politici governativi e legislativi esecutivi.
    Scardinato questo sistema del bicameralismo perfetto sarà possibile per qualunque Governo attaccare definitivamente ogni residuo di democrazia rimasta per favorire quella élite sopranazionale di cui Kalergi era esponente e fautore.

    Mi domando (retoricamente) che intenzioni ha il Presidente della Repubblica garante della Costituzione di fronte al progetto di un Premier eletto da nessuno aiutato dal Sen. Verdini plurindagato per diversi reati e altri Dep. già condannati definitivamente decidono di modificare 1/3 della Carta Costituzionale a proprio uso e consumo, indebolendone i restanti 2/3.

    Tanto valeva appaltare la riscrittura totale della Costituzione a un ghostwriter!

    • come volevasi dimostrare siamo in pieno regime dispotico il Presidente del Senato Grasso (seconda carica dello Stato) respinge al mittente (leganord) oltre 80 MLN di emendamenti perchè non sono in grado di esaminarli in tempi utili, trattasi di un atto di autoritarismo senza precedenti nella storia della repubblica dopo la “tagliola” adoperata in Parlamento, potrebbe significare che da domani in poi anche 10 emendamenti potrebbero essere troppi per un qualunque governo nelle mai di un gruppo dominante.

  • Il piano Kalergi è un adattamento dei programmi esposti dal marchese Saint-Ives d’Alveydre intorno al 1880-1890. La radice è dunque esoterica prima ancora che massonica.

  • è molto difficile derimere i particolarismiche infestano le società che allignano nell’Umanità nel suo complesso. Di massima però esistono due “virtù” che regolano le azioni dei non eletti: Egoismo e Superbia. La cura è una sola ma come in tutte le nefaste malattie esiste un solo modo per guarire ……..

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi