Muovi la mano nell’aria e controlla il mondo: tutta tecnologia italiana.

Approda su Kickstarter un progetto ideato da tre ingegneri italiani per comandare gli orologi intelligenti senza toccare il display. Sono due moduli da attaccare al cinturino, compatibili con Android Wear e con Pebble Time, che rilevano i movimenti trasmessi al polso. Si va dai 69 dollari per la versione base ai 169 per l’opzione con kit di sviluppo integrato.

Gli smartwatch hanno portato alcune funzionalità degli ultimi cellulari direttamente a portata di polso. È stato possibile così liberare le mani dall’ingombro del telefono. Ma, per “comandare” gli orologi intelligenti, era comunque necessario utilizzare almeno i polpastrelli. Fino a oggi, perché nei prossimi mesi dovrebbe arrivare un piccolo dispositivo che permetterà di interagire con gli smartwatch muovendo le dita direttamente nell’aria.

L’idea è di Deus Ex Technology, una realtà tutta italiana composta da tre ingegneri. In sostanza, si tratta di un cinturino ricco di sensori che misura i movimenti trasmessi al polso dai tendini delle dita ed è compatibile con Android Wear e con Pebble Time, lo smartwatch campione di vendite nato grazie al crowdfunding.

Anche l’idea di Alfredo Belfiori, Alessandro Allievi e Matteo De Cicco prenderà forma grazie ai finanziamenti degli utenti di Kickstarter. La versione più economica di Aria costerà 69 dollari e si connetterà direttamente al Pebble Time, senza utilizzare collegamenti Bluetooth né, quindi, batteria extra. L’altra opzione disponibile su Kickstarter sarà invece un modulo da 169 dollari pensato per i programmatori. Un’unità a sé stante con la propria batteria, compatibile con tutti gli altri smartwatch che, grazie al kit di sviluppo integrato, permetterà di creare applicativi pronti a obbedire a combinazioni gestuali personalizzate.

Il pacchetto Sdk in realtà sarà compatibile anche con iOs e, quindi, potrà in teoria essere utilizzato anche con gli Apple Watch. Il modulo si collegherà con l’orologio tramite tecnologia Bluetooth Low Energy (Ble) e sarà dotato di profilo Human Interface Device, con cui possono essere collegati tra loro tutti i dispositivi compatibile con Ble. Sarà così possibile utilizzare il dispositivo made in Italy anche come tastiera Bluetooth.

Fonte: IctBusiness

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • A giudicare dal video sembrerebbe che il cinturino debba stringere non poco il polso per poter registrare correttamente i movimenti dei nervi. Al contrario, io tendo a portare l’orologio piuttosto “comodo”…

    sbaglio?

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi