L’allarme di Luigi Di Maio: non abbiamo forze dell’ordine adeguate a fronteggiare il terrorismo

La posizione del Movimento 5 Stelle sulla lotta allo Stato Islamico è stata resa nota da Luigi Di Maio nel corso di Piazzapulita. Bombardare non serve a niente: si fomenta l’odio delle popolazioni colpite e si eliminano un numero relativamente limitato di cellule. Bisogna invece colpire i terroristi sulle loro fonti di finanziamento. Bisogna cioè affamarli, sanzionando quei paesi, come l’Arabia Saudita, che li hanno sostenuti economicamente o attraverso la fornitura di armi e logistica.Sul fronte interno, il vice-presidente della Camera sostiene che il Movimento 5 Stelle ha presentato una proposta per erogare 20 milioni di euro alle forze dell’ordine, da utilizzare per fare formazione e per dotarle degli strumenti necessari, ma che Renzi, al di là delle chiacchiere nella sua intervista a SkyTg24 di ieri, alla prova dei fatti non l’ha votata.

Le frontiere non vanno chiuse, secondo Di Maio, ma vanno meglio controllate, limitatamente al periodo di tempo necessario a superare la crisi. I servizi di intelligence vanno rafforzati e deve essere sviluppata una più stretta collaborazione con quelli degli altri Paesi. Al momento non siamo in grado di controllare l’autenticità di un passaporto siriano, non avendo sul territorio un’ambasciata siriana, né avendo più un ambasciatore italiano a Damasco. Nè siamo in grado di verificare se su un volo proveniente da Berlino viaggino passeggeri provenienti a loro volta da paesi a rischio, anche se poi è evidente che gli attentatori di Parigi erano residenti nell’Unione Europea.

Ma la dichiarazione più allarmante è senza dubbio questa: “Abbiamo forze dell’ordine equipaggiate adeguatamente per contrastare la minaccia terroristica come l’abbiamo vista a Parigi? La risposta per ora è no“.

 

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ho scritto questo nel mio blog il 30 settembre:
    ,, Presto cominceranno le vere sommosse popolari. Quelle dei clandestini contro gli italiani, e degli italiani contro gli extracomunitari (vane a quel punto le distinzioni tra profugo, clandestino, rifugiato). […] Sarà questa l’occasione buona per rimarcare all’Italia la sua assoluta dipendenza dall’Unione Europea della finanza, facendo trovare pronte carta e penna per firmare quindi la cessione della sovranità militare da parte del Non-Stato italiano? ,,

    A poche ore dall’ultimo attentato di Parigi, ecco il titolo della testata giornalistica della finanza italiana:
    >>Perché serve l’esercito unico europeo<<

    Auguri "Europei"

    http://ma-guarda-e-passa.blogspot.it/2015/09/la-politica-del-debito-lue-lezione-dal.html

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi