Il Pensiero Unico: pallina verde, pallina rossa – Diego Fusaro

Il Pensiero Unico è la grande ideologia che domina nel mondo che si è dischiuso dal 1989. Insieme a Diego Fusaro spieghiamo cos’è, da cosa è provocato e come si può fare per contrastarlo. Una discussione ricca di spunti, a cui partecipare sorseggiando un po’ di brandy davanti a un camino acceso. Se non avete un camino non preoccupatevi: non ce l’ho neanch’io.

 

LEGGI 1984, di GEORGE ORWELL, LA PROFEZIA PIU’ “PROFETICA” DI TUTTI I TEMPI

19 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Per fortuna esiste molta gente contro il pensiero unico, contro questo regime marcio. Spero che il popolo possa votare presto…

  • sono d’accordo con fusaro.
    la scuola era, anche, un mezzo, una occasione per coloro che non avevano la possibilità di acculturarsi in seno alla propria famiglia-ambiente.
    Io stesso, ho trovato ,nella istituzione scolastica, la possibilità di “crescere” nonostante uno svantaggio iniziale.
    questo è, per me, il vero significato della istruzione universale,quando adesso pare che la scuola debba solamente inserirci nel mondo lavorativo.

  • Il caminetto io ce l’ho ed è sempre acceso (per riscaldamento)… questo è proprio un interessante e “culturalmente motivante” colloquio da commentare con i miei figli adolescenti… ci riuscirò?

  • sarebbe sufficiente insegnare nelle sQuole dell’obbligo attraverso favole e racconti allegorici o metaforici come quella di Fedro citata da Fusaro, il significato del libero pensiero e arbitrio, necessarie a creare la coscienza individuale e collettiva, contestualmente ai principi sanciti nella Carta Costituzionale, invece di rincoglionire/annoiare le giovani generazioni con alcune materie applicate come cent’anni e forse inutili.

    Qualcuno prima o poi dovrà modificare radicalmente nel nostro sistema scolastico il metodo Montessori, o sostituirlo con uno aggiornato all’evoluzione della nostra specie, altro che riforme job-act, senato, legge elettorale e tutte le elucubrazioni di quei cercopitechi al governo di un popolo.

    L’origine di tutti i nostri mali è l’ignoranza, non esiste medicina o tecnologia in grado di sconfiggerla, solo formando la consapevolezza dell’essere saremo in grado di evolverci per NON farci fottere la vita, individuale e collettiva, il nostro è un consorzio umano non un’ associazione a delinquere!!!

    Antropologicamente non siamo cambiati di una virgola, siamo divisi in branchi di bestie più o meno feroci tecnologicamente avanzati ma ignoranti come secoli fa, cambiano i metodi ma il fine è identico immutato da millenni, fottere il prossimo in tutti modi possibili e inimmaginabili inventando nuovi strumenti e sistemi per lo più incomprensibili alla maggioranza della gente.

    Un consiglio per i genitori, rileggete con i vostri bambini Pinocchio di C. Collodi, troverete i difetti e pregi dell’uomo, attraverso quelle innumerevoli allegorie e metafore potrete addirittura spiegare e insegnare ai vostri pargoli i primi rudimenti dell’economia e finanza truffatrice, per evitare che da adolescenti e poi adulti vengano stuprati nell’animo dal gatto e la volpe alias politica & finanza.

  • chiedo cortesemente agli esperti:

    • nella nuova legge salva banche che sarà in vigore dal 1° gennaio 2016, con il bail-in è previsto un risarcimento totale o parziale con azioni quotate della “good-bank” per risarcire i danneggiati dal default della loro banca? Se fosse vero perché salvare le 4 banche pochi giorni prima dell’applicazione della stessa legge?

    • nessuno può verificare se dopo l’aumento di capitale e poi di questo salvataggio avvenuto prima del 2016 ci sia stato dell’insider trading?

    • i debiti della “bad bank” chiamati eufemisticamente sofferenze chi se li accollerà?

    • è vero che una di queste famigerate banche con i bilanci taroccati scoperta in fallimento da Banca Italia e Consob ha assunto prima del salvataggio come AD un esponente di spicco della stessa Consob?

    • grazie Max,
      ma le mie domande erano puntuali, cerco per il web ma non trovo risposte.

      L’unica filiera corta che funziona a meraviglia è quella tra il malaffare e la politica governativa/amministrativa.

      Se questo Governo come i precedenti avessero proposto di cambiare l’art. 1 della Costituzione con “l’Italia è una repubblica democratica fondata sulla sola regola della furbizia” sarebbe stato paradossalmente onesto, lo avrei votato anche io!

  • più che pensiero unico direi fuso!
    Scava scava oltre al padre della Boschi in Banca Etruria ci lavorava anche la cognata della Ministra Boschi, cioè la moglie del fratello anche lui nella stessa banca.
    Forse esisteva un vago conflitto d’interessi?

    Come diceva quello spot… la tua banca sempre con te… portala dove vuoi…

    Forse la famiglia Boschi lo ha preso alla lettera.

  • o.t. ma non troppo considerato l’argomento “pensiero unico” concausa del declino italiano.

    Avete visto Mieli ieri sera dalla Gruber?
    Uno dei tanti troppi giornalisti accondiscendenti verso il potere governativo, cercava di eludere ogni evidenza posta da Di Maio sul conflitto d’interesse tra un ministro il premier e le 4 banche salvate con tre operazioni legislative finalizzate a salvare interessi di una minoranza a scapito di una maggioranza di cittadini ignari e inermi.

    Il Sig. Mieli dovrebbe fare il suo mestiere in quanto professionista dell’informazione mediatica, chiedendosi perchè mai nei Paesi democratici spesso citati da lui come esempi da seguire esistano leggi che evitano le commistioni tra ministri e banche, come dovrebbe domandarsi come mai in una delle 4 banche sia stato assunto tra un salvataggio e l’altro come AD un alto esponente della Consob, organismo che controlla tipologia e meccanismi delle obbligazioni emesse dalle banche.

    Oltre alla richiesta di sfiducia verso la ministra elena di T… intesa come cavallo, si dovrebbe chiedere la sfiducia ammesso sia possibile del Presidente della Repubblica, in quanto garante della Costituzione che il governo in carica sta trasformando un pezzo alla volta in carta igienica.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi