Claudio Borghi si batte come un leone a Piazza Pulita

Claudio Borghi si batte come un leone a Piazza Pulita, di fronte a un parterre che cerca di fare la consueta disinformazione sui rischi per il risparmiatore derivanti dal bail in. 

Leggi anche: Bail In: nessun conto corrente è al sicuro!

10 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Un dibattito in cui si dice “non è vero”, “hai torto”, ecc. che senso ha?
    Se il conduttore non fa analizzare in tempo reale le prove portate dai dibattenti ma dà per vero tutto quello che si dice alla fine conterà solo la fiducia dello spettatore per questo o quell’altro; quindi lo spettatore non seguirà più il programma perché alla fine è solo una cagnara.

    Ecco perché non guardo più programmi del genere.

  • Combatte come un leone? Noi sappiamo che il Bail inn e`per il risparmiatore una fregatura ma qua nessuno si esprime in modo facoltativo e non darsi del bugierdo ,uno con l`altro.

  • Ma è apertamente schierato politicamente? Mi è parso di leggere di sfuggita che fa parte della lega nord. Questo non inficia assolutamente le sue argomentazioni ma nel caso uno si chiede se direbbe le stesse cose qualora la sua fazione politica fosse al governo.

  • scusate ma borghi alla fine della trasmissione alla domanda cosa si può fare per scappare dal bail in ha risposto: COMPRATE OBBLIGAZIONI?????????????????????????????????????????’

  • Ma chissenefrega se Borghi e’del la Lega.
    Vogliamo imparare a guardare il messaggio e non il messaggero?
    O buttiamo sempre l’acqua col bambino ?
    Ora, Borghi dice una cosa sacrosanta
    1 i soldi le banche e il governo Ti Obbligano a tenerli in banca se no non puoi vivere o pagare nulla viceversa ti massacrano con spesometro o altre boiate
    2 quando hai i tuoi soldi in conto corrente sempre loro, TI OBBLIGANO , a non tenerli sul cc , se no te li fottono col bail in, e questa e’la cosa più folle, vorrei ricordare agli stolti che quando ci pigliano X i fondelli dicendo che ” era ora che le banche non venissero salvate con i soldi dei cittadini” vi fanno una super cazzola che solo in deficiente non comprende, sorte i correntisti non sono forse CITTADINI ANCH’ESSI?!????
    3 qui si sta parlando di socializzare le perdite delle banche private e farle pagare A CHI E’STATO COSTRETTO A METTERE I PROPRI RISPARMI IN UN CONTO CORRENTE, altro che obbligazioni!!! Però se guadagnano i banchieri mica ci danno gli utili o sbaglio ?!
    4 borghi esca dalla Lega che ci guadagna e sopratutto non si sputtana in credibilità , cosa in questo momento molto importante , visto che in questo dibattito 3 su 4 italiani erano in piena MALAFEDE.

  • Ma chissenefrega se Borghi e’del la Lega.
    Vogliamo imparare a guardare il messaggio e non il messaggero?
    O buttiamo sempre l’acqua col bambino ?
    Ora, Borghi dice una cosa sacrosanta
    1 i soldi le banche e il governo Ti Obbligano a tenerli in banca se no non puoi vivere o pagare nulla viceversa ti massacrano con spesometro o altre boiate
    2 quando hai i tuoi soldi in conto corrente sempre loro, TI OBBLIGANO , a non tenerli sul cc , se no te li fottono col bail in, e questa e’la cosa più folle, vorrei ricordare agli stolti che quando ci pigliano X i fondelli dicendo che ” era ora che le banche non venissero salvate con i soldi dei cittadini” vi fanno una super cazzola che solo in deficiente non comprende, sorte i correntisti non sono forse CITTADINI ANCH’ESSI?!????
    3 qui si sta parlando di socializzare le perdite delle banche private e farle pagare A CHI E’STATO COSTRETTO A METTERE I PROPRI RISPARMI IN UN CONTO CORRENTE, altro che obbligazioni!!! Però se guadagnano i banchieri mica ci danno gli utili o sbaglio ?!
    4 borghi esca dalla Lega che ci guadagna e sopratutto non si sputtana in credibilità , cosa in questo momento molto importante , visto che in questo dibattito 3 su 4 italiani erano in piena MALAFEDE.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi