Ricetta maiale: tanto amore e poco forno

Una nuova ricetta per il maiale: invece di farlo al forno, fatelo rosolare in una teglia piena di amore e conditelo con un po’ di coccole. Gli animali non sono solo divertenti, ma sono spesso una sorpresa che va ben oltre il gusto di un maialino al forno.

Animali divertenti - Ricetta per maiale: amore e coccole (ma non al forno)

Il maiale come animale da compagnia

Gli animali sono divertenti, e il maiale può essere dolcissimo. Qui lo vediamo sbrodolarsi di amore per la sua padroncina, come e meglio di quanto saprebbe fare un cane. Poi lo vediamo giocare con un simpatico quadrupede, nello stesso modo in cui siamo abituati a vedere i nostri amichetti a quattro zampe fare al parco. Poi, ancora, vediamo quante coccole possa scambiarsi con un gatto, al momento della nanna, o come sappia giocare con un micio e torturarlo un po’, per ridere. Ma non è finita: il maiale è anche un affettuoso animale di compagnia. E proprio come cani e gatti, si industria nel saltare sulle gambe dei suoi amici umani, quando sono seduti in poltrona, per il solo desiderio di avere un po’ di amore. 

L’uccisione del maiale

Certo, il maiale è buono anche al forno, magari con le patate, e una delle ricerche più diffuse su Google è proprio “ricetta maiale“. Si trova l’arista piccante, l’arrosto alla salsa di caffè, la braciola al vino, la pancetta farcita, lo zampone con le lenticchie, le braciole con le mele, la lonza all’aglio, l’arista alla birra, l’arrosto all’arancia, la bistecca ai capperi, ed ognuna di queste ricette sarà certamente gustosissima. Il problema è che per fare il maiale al forno bisogna prima ucciderlo. Alla fine di questo video vedete (appena accennato) uno dei metodi utilizzati per farlo. Ma se avete vissuto in campagna, o se avete vissuto in una qualunque casa confinante con i campi di un allevamento, sapete come il maiale si accorga della sua fine e di quali urla strazianti sia capace.

Guardate, per esempio, quale inferno siano gli allevamenti intensivi in questo video (ricordatevi di abilitare i sottotitoli)

 

La ricetta per il maiale

L’unica ricetta buona per il maiale è non ucciderlo. Tanto amore. Tante coccole. Gli animali sono esseri viventi che sanno essere estremamente affettuosi e di compagnia. Il maiale, poi, può essere dolcissimo. Può essere anche molto buono, certo, e non ci riferiamo agli aspetti caratteriali. Ma per fare un maiale al forno, bisogna prima ucciderlo. E quando guardi quanto amore può dare anche un semplice maiale, finisci per chiederti chi sia più maiale: lui o chi lo fa fuori? Certo, oggi possiamo permetterci di fare questi discorsi: una volta, con la fame che c’era, sarebbe stato blasfemo (e per certi bambini africani o delle favelas lo è ancora). Ma innanzitutto andrebbero aboliti, senza se e senza ma, gli allevamenti intensivi. E poi bisognerebbe chiedersi se oggi, in fondo, almeno per le nostre società opulente, ci sia ancora bisogno di infliggere così tanta sofferenza per ricavarne un mero godimento edonistico che, tra l’altro, in certe quantità è anche dannoso.

 

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ,, La soluzione realistica per un allevamento animale globale che garantisca all’uomo una normale dispensa alimentare, bandendo il problema del maltrattamento, è tornare a un allevamento estensivo locale razionale con fabbisogni e consumi reali.
    Con l’allevamento intensivo legittimato dall’economia di mercato finanziario, si produce troppo e si consuma male.
    Produrre troppo significa come abbiamo visto soddisfare i principi dell’economia di mercato finanziario (creare surplus). Ma non solo. Significa spreco di territorio, spreco di energie, e spreco di sacrificio animale ,,

    http://ma-guarda-e-passa.blogspot.it/2014/04/la-curva-di-gauss-e-la-dieta-etica.html

  • Gentile Messora, esiste un mondo che ripudia la sofferenza animale e fa parte della filosofia di vita cruelty free che abbraccia anche una dieta vegana. Probabilmente non è ancora pronto anche se il suo cervello ogni tanto le manda qualche messaggio subliminale. Ma è sulla buona strada.

  • sono pragmatico e partendo dal presupposto che è pura utopia pensare si possa convertire al rispetto un mondo che è talmente marcio e fetente da insidiare il medioevo, oserei sperare sia più possibile che qualche illuminato arrivato in posti di potere, proponga delle semplici leggi che regolamentino gli allevamenti animali; leggi che rispondano a semplici domande: vi arricchite o fate impresa sfruttando gli animali ? Liberi di farlo ma siete vincolati al dare loro vita dignitosa e senza sofferenze. Il Cruelty free non su base volontaria ma imposto per legge, per logica, per minima decenza. Poi ci penso su e … anche questa è utoia.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi