NATO: ci costa 64 milioni al giorno. Ecco tutte le spese militari a confronto.

Secondo i dati dell’Istituto di Ricerca Internazionale sulla Pace di Stoccolma (in sigle: il SIPRI), nel 2014 l’Italia ha tirato fuori qualcosa come 23 miliardi di euro in spese militari dovute alla sua partecipazione alla NATO (di cui solo il 4.5% circa sono serviti alla difesa civile). Fanno 64 milioni di euro al giorno. Non male! Sempre nel 2014, i paesi NATO nel loro complesso hanno tirato fuori oltre 4 mila miliardi di euro (comprese le pensioni dei militari etc). Certo, la parte del leone la fanno gli USA, con 553 miliardi di euro, ma non scherzano neppure la Francia, con i suoi 56 miliardi, il Regno Unito, con i suoi 54 miliardi, la Germania, con i suoi 42 miliardi, gli Emirati Arabi Uniti, con i loro 20 miliardi (che poi sono sempre roba inglese), la Turchia, con i suoi 20 miliardi e Israele, con i suoi 14 miliardi e mezzo.

Questo grafico illustra il divario nella spesa militare tra gli USA e gli altri partner della NATO, anno per anno (cliccate per espandere). La linea blu è la spesa militare totale NATO. La linea rossa è la spesa totale dei partner NATO senza gli USA.

Grafico spesa militare NATO per anno

Sono numeri impressionanti: tutti i paesi NATO hanno destinato nel 2014 ben 800 miliardi di euro alle spese militari. A leggere i numeri così come sono, emerge impietoso il quadro di chi detiene la frusta e di chi non può che prendere frustate: tutta l’Africa nel suo complesso, nello stesso periodo ha stanziato solo 45 miliardi di euro in armamenti e in eserciti, mentre la Russia ha speso 76 miliardi di euro, l’Iraq 8,63 miliardi e l’Iran 11,53. Se mettiamo da un lato il budget militare delle forze NATO e dall’altro quello della Siria – che nel 2011 spendeva “solo” due miliardi di euro (poi il dato logicamente non è stato più disponibile) -, della Russia e dell’Iran, ne esce un 800 a 90 che dice molto sull’entità delle forze in campo. Tra l’altro, non sorprende che l’Arabia Saudita abbia messo a budget dal canto suo ben 72 miliardi di euro in spese militari (ricorderete le bombe che regolarmente partono da Cagliari con probabile destinazione Arabia Saudita, e ricorderete il commento di Renzi, che a SkyTG24 ha detto che “è doveroso fare affari” in tal senso), né perché si sia messa alla testa di una massiccia “esercitazione militare” di 18 giorni, condotta da almeno 21 paesi arabi proprio nel nord del paese, verso i confini con la Siria.

Differenze Budget Militare NATO vs Siria Russia Iran

Per consultare i dati grezzi, scaricate il SIPRI Military Expenditure Database. Intanto, la petizione NO GUERRA, NO NATO conta già 18 mila firmatari, oltre a Dario e Jacopo Fo, Ferdinando Imposimato, David Riondino, Gianni Vattimo, Giulietto Chiesa, Vauro e molti altri. Si aderisce firmando qui: “La pace ha bisogno di te“.

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi