Il vero lavoro di Omar Mateen. Trasportava clandestini per conto del Governo Usa?

Omar Mateen - Quello che non si dice - G4S

Omar Mateen, l’assassino  solitario di Orlando, era noto all’FBI, che l’aveva interpellato tre volte (un classico). Tuttavia aveva armi regolarmente detenute, perché lavorava come agente di sicurezza presso una ditta che i media chiamano “Security Company G4S”. (qui il sito web). Ma proprio il 3 giugno, giusto pochissimi giorni prima del massacro al Pulseed, l’organizzazione Judicial Watch (Sentinella Giudiziaria) aveva accusato la G4S di fare uno strano lavoro sporco per il Dipartimento della Homeland Security:  “trasporta silenziosamente immigranti illegali dal confine del Messico a Phoenix, e li rilascia senza regolare registrazione o senza produrre intimazioni di comparire in tribunale. Lo hanno rivelato a Judicial Watch fonti delle guardie di frontiera (“Border Patrol)”.Questo tipo di immigranti fatti infiltrare, aggiunge Judicial Watch, sono definiti nel linguaggio burocratico del Dipartimento Other Than Mexican (OTM):  cioè “di altra origine che messicana”. Non è inquietante?  Chi sono? Quanti di loro sono Musulmani? E perché sono lasciati passare senza registrazione?

La G4S sostiene di essere prima nel mondo per “le soluzioni di sicurezza, presente in cento paesi e con 610 mila dipendenti”. In Usa, la ditta ha 50 mila dipendenti e la sua sede è a Jupiter, in Florida.  Judicial Watch ha già avanzato una quantità di richieste scritte per obbligare le autorità a spiegare in  base a quale contratto il governo ha incaricato la G4S di infiltrare immigranti clandestini dalla provenienza non accertata (OTM).

Cosa faceva Omar Mateen per la G4S? Era incaricato di trasportare OTM a Phoenix per conto del Dipartimento di Sicurezza nazionale? O sapeva qualcosa?


Fonte riadattata: Maurizio Blondet

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ammesso che sia vero (e secondo me non lo e’), tra 50mila dipendenti, proprio Mateen deve essere quello che trasportava immigranti? complotto per complotto, potremmo dire che siccome Mateen era cittadino americano, e siccome era affiliato all’IS, allora ne risulta che gli americani sono affiliati all’IS, o no?

    • che vuol dire americani affiliati all’Is ??? L’Is è una creatura degli USA, lo ha detto chiaramente la stessa Clinton, senza contare le amicizie del senatore Mc Cain, ci sono pure le foto con Abū Bakr al-Baghdādī- tra porci e porche si intendono a meraviglia. Ma dove vivete, oppure anche questa strage è colpa di Marino ??

  • Il mio “sospetto” è che dietro i “migranti” ci siano appunto cose del genere: un tentativo di “meltinpottizzare” con “diversamente bianchi” quei paesi europei che non hanno la stessa concentrazione di individui “d’altro colore” di UK, Germania e Francia (Italia in testa), di modo da avallare gli “Stati Uniti d’Europa” anche in questo senso (emblematica in questo senso la dichiarazione della Boldrini, “dobbiamo accoglierli perchè ci arricchiranno culturalmente (????) e il loro stile di vita sarà anche il nostro”, che suona quasi come una minaccia).
    Concomitantemente viene la necessità di far collassare il sistema identificativo socio-culturale di questi paesi ospiti, arricchendo chi approfitta di questa nuova tratta degli schiavi (che “faranno lavori che non vogliamo più fare” e “pagheranno le nostre pensioni”, come continuano a dire senza vergogna quelli di sinistra e certi esponenti vaticani…) con i “centri d’accoglienza”. Solito arrivismo parassitico all’italiana, in salsa d’ipocrisia delinquenziale.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi