Pazzo rumeno su un TIR fa inversione a U sull’autostrada della Cisa. Tragedia sfiorata.

E poi si può morire anche così, mentre si va in vacanza, se un Tir guidato da un camionista di origini romene decide che è arrivato il momento di fare un’inversione a U sull’autostrada della CISA, a Pontremoli, e attraversa quattro corsie come se stesse nel parcheggio sotto casa. Poteva costare uno degli incidenti più fatali degli ultimi tempi, se i guidatori non avessero mantenuto il sangue freddo e non lo avessero evitato all’ultimo.
Gli automobilisti hanno denunciato l’incidente alla polizia di Massa Carrara, e il trentenne è stato denunciato per attentato alla sicurezza dei trasporti, con una multa che può arrivare fino a 8 mila euro. Inoltre, sono state avviate le pratiche per il ritiro della patente.

Cane si finge morto

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Però che c’entra il fatto che fosse rumeno? Un idiota lo è a prescindere o non ci ricordiamo la proposta leghista di far ripetere l’esame di guida agli africani, perché non sono abituati al traffico europeo?!

    • Diciamo che un austriaco, un tedesco difficilmente, a meno che no fossero stati totalmente ubriachi, ma forse nemmeno in quell’occasione, avrebbero fatto una manovra del genere. Forse il rispetto delle regole, in questo caso il codice della strada, conta più per alcuni che per altri, proprio anche in base alla loro provenienza e mi riferisco anche alle stesse città e regioni d’Italia. Se poi era romeno, cosa avrebbe dovuto dire l’articolista?

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi