Monti minaccia i governi UE: “Attenti che la bomba non vi esploda tra le mani”!

Mario Monti al Forum Ambrosetti, esprime la sua consueta idea di democrazia

Anche quest’anno, dal “Forum Ambrosetti“, il più grande “democrata” di tutti i tempi, Mario Monti, torna ad esprimersi sul processo di integrazione europea.

Ma attenzione alle cose che dice. La prima:

Ci vuole un esame di coscienza da parte dei governi nazionali, perché è troppo facile puntare un dito a Bruxelles, quando si parla di disfuzioni dell’Europa… Non ci si può nascondere dietro a un dito: se l’Europa in materie importanti non è capace di decidere, o decide troppo tardi e poi non mette in atto le decisioni prese, questo è soprattutto dovuto ai governi degli stati membri, e soprattutto ai loro capi.

Ecco da dove arrivava dunque il pensiero di David Borrelli, europarlamentare M5S, quando così twittava e così si esprimeva:

David Borrelli - Il vero problema dell'Europa sono i governi nazionali
Il tweet di David Borrelli, europarlamentare M5S, oggi alle 16

Ed ecco come spiegò Borrelli questo tweet a LA7: “Il vero problema… Quando parliamo di ‘Europa’, non scarichiamo le colpe dove le colpe non ci sono. La realtà è che i 28 Paesi membri, oggi 27, non riescono a mettersi d’accordo a livello di capi di Stato. Quindi, se vogliamo sistemare l’Europa, l’unico sistema che abbiamo è che i VOSTRI leader politici comincino a mettersi d’accordo, e se non sono in grado vengano sostituiti“.

Lo stesso concetto espresso da Mario Monti, quasi le stesse parole (con l’aggravante che quelle di Borrelli furono persino peggiori, arrivando a suggerire di sostituire i capi di governo rei di “non mettersi d’accordo” in Europa con altri evidentemente più compiacenti. Ma quando disse queste cose Borrelli? I tempi sono importanti. Lo disse a fine giugno 2016 (qui il video originale), nello stesso periodo in cui, commentando la Brexit su LA7 proprio insieme a Mario Monti, quest’ultimo (che lesse il nome dell’europarlamentare M5S da un foglietto perché evidentemente manco se lo ricordava) disse in diretta che “conosceva e stimava David Borrelli” (qui il video originale). Ci fu insomma una consonanza di pensieri, tra i due, e uno scambio di convenevoli in pubblico (avvenuto subito dopo l’eliminazione e la sostituzione in chiave meno antieuropea di un post sulla Brexit scritto proprio da M5S Europa) quantomeno sospetta, in quanto a tempi, modi e perfino luoghi in cui sono stati espressi. Il che fa supporre che ci fosse stato un accordo politico, o un tentativo di accordo tra i due, o tra gli interessi di cui sono portatori, avvenuto in seguito a contatti personali occorsi lontano da quell’occhio attento dei cittadini che una volta esigeva di controllare “i suoi dipendenti” attraverso le dirette streaming.

Ma la seconda cosa che dice Monti, nel breve commento qui sopra, suona come una minaccia vera e propria, rivolta a tutti i capi di quei governi che avessero intenzione non già di uscire dall’Euro o dall’Unione Europea, ma anche solo di pensarci, indicendo un referendum nazionale.

“L’esempio più vistoso è stato quello di David Cameron, che ha indetto un referendum con conseguenze che solo adesso possiamo cominciare a misurare [ndr: qui lo dice esitando, come alla ricerca di conferme che non trova. Se fosse una puntata di “Lie to Me“, il dott. Cal Lightman vi direbbe che sta mentendo], essenzialmente per rafforzare la sua posizione dentro il Partito Conservatore. La bomba gli è esplosa in mano, questo farà riflettere tutti gli altri capi di governo“.

La minaccia del burocrate europeo suona come “Hey, cari capi di Governo UE, Cameron ha osato sfidare il sacro tempio. Avete visto che fine ha fatto? Coraggio: qualcuno vuole provarci, dopo di lui? Volete che la bomba vi esploda tra le mani?“.

La boria dei tecnocrati europeisti non ha mai fine. Questa è l’Europa che Mario Monti si ostina a imporre e perseguire: l’Europa delle minacce, della coercizione, del potere oscuro che si impone su quello naturale dei popoli. Serve raddrizzare la schiena, alzare la testa, rimettere questi tessitori dell’ombra, che non hanno alcun mandato popolare, al loro posto. Serve liberarsi dalle élite degli oppressori, per instaurare un nuovo patto sociale tra le istituzioni e il popolo. Un patto che, al momento, è stato stracciato, come le costituzioni europee che questi signori stanno distruggendo su mandato di JP Morgan.

 

11 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Nel 1776 Benjamin Franklin affermava: “Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza”. Ebbene, nel carteggio fra Einstein e Freud del 1932 queste due persone sono perfettamente d’accordo sul contenuto della seguente affermazione del 2011 di Mario Monti, da lui stesso riconosciuta come una distorsione, circa la rinuncia alla sovranità in nome dei “passi avanti: “I passi avanti per l’Europa sono per definizione cessione di parti delle sovranità popolari a un livello comunitario”. Einstein chiamava suo primo assioma questa distorsione, vale a dire che: “la ricerca della sicurezza internazionale implica che ogni Stato rinunci incondizionatamente a una parte della sua libertà d’azione, vale a dire alla sua sovranità, ed è assolutamente chiaro che non v’è altra strada per arrivare a siffatta sicurezza” (vedi carteggio accennato: http://www.iisf.it/discorsi/einstein/carteggio.htm). Freud gli rispondeva prontamente: “La comunità deve […] istituire organi che […] provvedano all’esecuzione degli atti di violenza conformi alle leggi […]. Le leggi di questo sodalizio determinano allora fino a che punto debba essere limitata la libertà di ogni individuo di usare la sua forza in modo violento, al fine di rendere possibile una vita collettiva sicura” (ibid.). Ecco dunque la società malata in cui viviamo. Ciò che comunque è terribile è il fatto TUTTI coloro che se ne lamentano CREDONO IN EINSTEIN E NELLE SUE CAGATE PAZZESCHE come nel non plus ultra della scientificità… (cfr. Nereo Villa: “LE SCOMODE VERITÀ DELLA RELATIVITÀ” e “Risposte ad Alessandro su luce, suono e… buio”).

  • a partire da Prodi questi illustri signori hanno ceduto sovranità popolare cioè nazionale alla UE delle corporazioni bancarie, fregandosene dei principi costitutivi.
    Se oggi il figliolo mandato da quelle corporazioni ha deciso di cambiare 50 articoli della Costituzione è per fare un favore alle lobby finanziarie e poi per eliminare quegli articoli in cui si prevede l’istituzione referendaria per ratificare cessioni di sovranità.

  • … quindi “verminoni massonici” e “5 stelle” vogliono la stessa cosa: l’azzeramento delle volontà popolari…d’altronde quando uno si chiama “david” già è sospetto di appartenere alla congrega del “nuovo ordine mondiale”!

  • Esiste una sola soluzione per distruggere le lobby infernali che stanno distruggendo il mondo intero….proibite che il prete durante la messa possa dire:”bevete questo è il mio sangue e mangiate questa è la mia carne”.Questa orrenda frase è un rito satanico che sta distruggendo la Vita e tutti noi . Cristo disse:”bevete questa è l’acqua e mangiate questo è il pane”.Disse ciò per fare capire che Dio ha donato a tutti i popoli i Beni della Natura e di conseguenza le lobby non possono privatizzare quanyo Dio ha creato. La VERITÀ è SEMPLICE e Rende LIBERI

  • In pratica Monti dice ai rappresentanti politici dei governi degli stati europei di sbrigarsi fare le riforme e quindi di approvare le norme pro concentrazione del potere (e di conseguenza della ricchezza ) nelle lobby della finanza, anche se questo va contro la popolarità politica, altrimenti succede quello che è successo a cameron???……….. e non dice niente altro.

    Chiunque sano di mente può giudicare, praticamente a detto: dobbiamo dare carta bianca ai poteri forti punto e basta.

    PENSO CHE DOPO 9 ANNI DI CRISI ECONOMICA ESPRIMERSI IN QUESTO MODO SIA PERLOMENO OFFENSIVO NEI RIGUARDI DI TUTTI QUEI SOGGETTI CHE LA CRISI L’HANNO SUBITA E CONTINUANO A SUBIRLA SULLA PROPRIA PELLE.

    Basta ai Monti e Basta agli europeisti, il prima possibile se vogliamo uscire da questa situazione di disintegrazione economico sociale.

  • Se andate su YouTube e digitate Ulisseclisse potrete ascoltare decine di brani musicali che invitano al rispetto di tutti i popoli e della Natura creata da DIO affinché tutti potessero vivere felicemente sul pianeta Terra. Nel brano musicale dal TITOLO”FERMATI O’KAMIKAZE” esorto il kamikaze a NON ESPLODERE e dunque a RISPETTARE LA PROPRIA VITA e la VITA di tutti. Nonostante il Rispetto della Vita che chiedo con molta evidenza sono stato boicottato più volte in modo incomprensibile. E ho dovuto ARGUIRE CHE le lobby del male che comandano usa Israele Europa e Vaticano hanno l’intento evidente di fare esplodere i kamikaze per potere avere una PLAUSIBILE GIUSTIFICAZIONE ALLE GUERRE INFINITE CHE PROGRAMMANO DA MILLENNI?!?!?!?

  • poteva essere un articolo interessante, ma vacca ladra ancora verso m5s? ma lo hai sentito ieri sera il diba??
    stai diventando monotematico amico mio, e di gossip ne leggo fin troppo…
    e scusa se non ho letto tutto: sono abituato a sparare alto, in modo da colpire pure gli eventuali “borrellini” sparsi qua e là…

    • scusa… ho visto ora che era del 4/9 il post… non potevi aver sentito nettuno… ma il pensiero è quello…
      serve una mano, non altro fango come i media…

  • Che Monti tifi per gli stati Uniti d’Europa e l’azzeramento degli Stati Nazionali è ovvio, lavora per chi vuole realizzare quel progetto.
    Ciò che non è per niente ovvio è che il M5S si sia “seduto” su quel progetto.
    E non solo David Borrelli.
    Il giorno dopo la Brexit abbiamo tutti appreso che il M5S non è mai stato contro l’integrazione europea………
    Ma come? non si era fatto gruppo con Nigel Farage?
    E chi ha deciso e quando che il M5S è per gli Stati Uniti d’Europa?
    Mi sembra che sulle questioni fondamentali (Europa, Euro, Modello Economico…) si dovrebbe fare un grande dibattito e chiarezza all’interno dei 5 stelle.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi