Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un’idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice:

“Siamo in democrazia… Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini… Siamo peggio del film “La vita degli altri”, il film che ha vinto l’Oscar”

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Comincio a pensare che il requisito fondamentale per essere assunti come conduttori in televisione, sia l’essere stupidi. Al di là della battuta veramente stupida (“ho controllato e non c’era microspie nel telefonino”), com’è possibile che un conduttore tv, non si ricordi nulla del Datagate?

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi