Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Vittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all’invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico.

7 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Nemmeno da vedere…, di certo non da condividere: sgarbi è un povero mentecatto (infatti l’unica che lo incensa sperando di placarlo è un’altra “povera di spirito”!), e chi lo invita ovviamente tu sai che io so che lo sa e sa cosa si può aspettare. Che faccia casino al limite di un (augurabile ma mai possibile in realtà) infarto.
    Condividerlo e diffonderlo è quindi la stessissima cosa. Non sto giudicando, constato.

  • Al di là delle modalità con cui sgarbi espone le proprie tesi…non mi sembra così contorto il ragionamento.

    Se davvero si vogliono evitare queste tragedie lo stato dovrebbe adoperarsi in maniera intransigente verso le violazioni di domicilio e trattarle con pene davvero severe.

    Oggi un ladro entra in casa tua “come se niente fosse”…ed è anche libero di menarti a piacimento…

  • sgarbi sei un mito cha ragione e basta…. quelli sragionano poi vaffanculo in tv è l’unica passabile…ma non vedete con genere di persone abbiamo al governo che dicono che allora istighi all’omicidio certo se tu vieni in casa mia armato e con intezioni brute io mi difendo poi lo stato faccia le sue indagini…sgarbi ripeto sei un mito

  • La difesa é sempre legittima. Come si può chiedere di non difendersi.
    La questione di chi entra in casa non si configura come legittima difesa, in quanto l’introduzione in un alloggio non implica necessariamente un’aggressione.
    Il concetto da normare in questi casi non riguarda l’aggressione, ma piuttosto le misure per scoraggiare o impedire l’accesso volontario in una proprietà privata (alloggio, zona recintata o solo segnalata) qualunque sia il motivo dell’accesso.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi