Aeroporti: quali sono i migliori al mondo?

Volare è ormai diventata un’attività molto comune per molti di noi e il numero di strutture deputate ad accogliere velivoli e viaggiatori è in costante aumento. Quali sono però gli aeroporti che offrono il servizio migliore?

Aeroporti

Il periodo primaverile è particolarmente propizio allo sviluppo delle fantasticherie per le ormai non più così lontane vacanze estive, in particolare grazie ai numerosi ponti che popolano i mesi di aprile e maggio. Viaggiare è ormai diventata un’attività a cui si dedicano sempre più persone con alta frequenza: spostarsi anche in paesi molto lontani è oggi molto semplice e spesso anche non troppo costoso, basta saper scegliere il periodo giusto per prenotare e approfittare delle varie offerte proposte dalle compagnie aeree stesse o dai molti servizi di prenotazione vacanze online che popolano la rete.

Proprio a un esponente di quest’ultima categoria – eDreams – si deve la realizzazione di un recente sondaggio in cui, forti dei dati raccolti nell’arco dell’anno passato tramite questionari somministrati ai viaggiatori, è stato possibile stilare una classifica dei migliori aeroporti del mondo. La classifica è molto interessante poiché mette in luce una distribuzione piuttosto disomogenea degli aeroporti eccellenti: ben 8 aeroporti eccellenti su 10 si trovano infatti in Europa, mentre nessuno negli Stati Uniti ad esempio.

A quanto pare, l’aeroporto dove i viaggiatori si sono trovati meglio nell’arco del 2016 è quello di Helsinki: la capitale della Finlandia – già rinomata per l’ospitalità degli abitanti e per l’apertura ai giovani e alle novità – si conferma un punto di riferimento per eccellenze di ogni tipo. In generale il nord Europa si piazza molto bene all’interno di questa classifica e non si può dire che sia una sorpresa.

Bisognerebbe invece riflettere sul fatto che gli aeroporti statunitensi non solo non compaiano nella top 10 dei migliori aeroporti, ma compaiano nella classifica dei peggiori: i due aeroporti principali di New York infatti – il JFK e l’LGA – occupano rispettivamente la terza e la quarta posizione nella classifica del basso gradimento degli utenti. Ciò è molto strano dal momento che in nessun altro Paese come negli Stati Uniti il flusso di viaggiatori che si spostano con l’aereo è così importante: negli USA, infatti, dal momento che i vari Stati da cui sono composti possono trovarsi a migliaia di chilometri di distanza l’uno dall’altro, il sistema più veloce per spostarsi è sicuramente l’aereo, che è utilizzato ogni giorno da migliaia di studenti e uomini d’affari ad esempio.

Sorprende quindi che il paese con il più alto traffico aereo sia anche uno dei più carenti dal punto di vista delle strutture aeroportuali, ma forse è proprio a causa dell’altissimo numero di utenti che gli aeroporti statunitensi ricevono recensioni non propriamente positive dai viaggiatori: probabilmente gestire un numero così elevato di viaggiatori non è per nulla semplice.

Rimane il fatto che gli aeroporti europei dominano la classifica di gradimento, quindi chiunque stesse pianificando un viaggio in Europa difficilmente rimarrà scontento dai servizi aeroportuali, specialmente se si sta considerando di visitare i paesi nordici.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi