Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine!

Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine. Il filosofo dell’Università Tor Vergata Ivan Cavicchi affronta il virologo Fabrizio Pregliasco. Il secondo è l’emblema dell’atteggiamento dei cosiddetti gran sacerdoti della scienza (anche in senso posturale, durante il confronto, fateci caso), verso il buon senso e la voce autentica della ragione. 

Cavicchi: “Se andiamo a vedere tutto il panorama dell’Europa, metà Europa non ha obbligazioni. L’altra metà ha poche obbligazioni. Se l’obiettivo è prendere il modello Italia ed esportarlo in tutta Europa è evidente che dietro c’è una speculazione finanziaria grossissima. Questo lo dobbiamo dire“.

Pregliasco: “ma la colletività…

Cavicchi: “ma perché lei per tutelare l’interesse della collettività deve reprimere la potenzialità delle persone

Pregliasco: “il populismo… è colpa dei blog…“.

Cavicchi: “ma lei capisce che sta dicendo che un’intera popolazione è incosciente?

Pregliasco: “è una minoranza…

Cavicchi: “ma lei capisce che si preclude la possibilità di parlare con la gente? Se lei li obbliga, li obbliga, li obbliga… Ma lei lo sa che c’è un grande contenzioso legale coi vaccini?

Pregliasco: “Ma quale contenzioso legale… C’è un giusto riconoscimento… alcuni eventi avversi che il singolo cittadino, per fare il bene della collettività, ha subito.

Cavicchi: “Allora lei ha già detto una cosa importante: che esistono gli eventi avversi“.

Pregliasco: “Assolutamente sì!

Cavicchi: “Allora io credo che ci sarà una crescita dei contenziosi legali. Credo che ci sarà una crescita del disagio. Credo che ci saranno delle ingiustizie. Dobbiamo investire sulle persone, non obbligarle. Ma si rende conto che questo Decreto ha trasformato un vaccino in un trattamento sanitario obbligatorio?

20 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Diciamo che è la minoranza dei dannaggiati che fa ricorso e spende tempo soldi e fegato per vedersi riconosciuto il danno dallo stato e NON che i danneggiati sono una irrilevante minoranza votata al sacrificio.

    • Sono d’accordo. Fra l’altro molti considerano le reazioni avverse delle reazioni “che vanno subite per forza di cosa”, dall’arrossamento alla “febbriciattola”… e mica stanno a dire che sono le prime e forse le più lievi reazioni avverse. Ma la cosa pericolosissima sono le reazioni avverse a lungo termine. ma chi si guarda un po’ di studi lo sa…. Sono difficili da diagnosticare, ovvero, da imputare alla causa vaccini (che poi non sempre è il virus la causa, a volte i metalli che sono presenti per (come dicono proprio loro) “sporcare” i vaccini. Tanti genitori che si vedono ammalare i propri figli non vanno nemmeno a pensare che sia il vaccino la causa, e addirittura nemmeno i pediatri. A volte invece i genitori ne hanno il sospetto ma vengono gentilmente dissuasi dai pediatri (per paura che diventi un caso da cui è difficile uscirne senza responsabilità)… ma non lo dico io… basterebbe ASCOLTARE le migliaia di testimonianze… e, appunto… solo di coloro che hanno il coraggio (e i soldi) di prendersi un’avvocato e iniziare un secondo calvario, quello della giustizia. Considerando tutti i casi di risarcimento da vaccino in Italia non OSO nemmeno immaginare tutti quelli che non sono mai andati a buon fine o cause nemmeno iniziate appunto. Con un figlio ammalato o persino morto sfido io a trovare l’energia. Inquietante è l’ignoranza delle persone, che non è quella giustificabile di chi “non sa” o “non sapeva”, ma di chi NON VUOLE SAPERE.. questo è davvero inquietante!!!

  • CARO PROF. PREGLIASCO, PERCHE’ CONTINUA AD INSISTE ANCORA NEL VOLER NEGARE LA REALTA’ DI CERTI FATTI, NON SI VERGOGNA ANCORA???
    Egregio professor Ivan Cavicchi, difendere ad oltranza la “criminosa pratica vaccinale” solo per un becero interesse economico che va ad incidere profondamente sullo stato di vera salute della collettività, è utile solo per uno “scientismo da bottega in-sanitaria”. Affermo questo, caro professore, supportato purtroppo dalla mia drammatica esperienza famigliare con la morte di DUE figli e, di un terzo gemello mono-ovulare del secondo ammazzato da un vaccino, che vive perché sono fortunatamente riuscito a strapparlo dalle mani di uno scientismo che, lo voleva morto ad ogni costo per chiudere il nostro drammatico caso. Essendo stato nominato, a suo tempo in sede Ministeriale, quale Rappresentante dei Danneggiati da Vaccino italiani, conosco molto bene i risvolti negativi di questa criminosa pratica vaccinale, poiché proprio in seno alla Commissione, dopo aver presentato ufficialmente la grave situazione dei soggetti danneggiati da vaccino, nella sola Regione Veneto, mi prodigai per richiedere che venisse estesa quest’indagine il “tutte le altre Regioni Italiane”. Proprio questa mia richiesta, fu la causa della mia estromissione da questo gruppo d’indagine sui “danni da vaccino” occorsi ed occorrenti purtroppo ancora, nel nostro Paese. Di ciò che affermo, ho ricca documentazione da esibire eventualmente in qualsiasi sede fosse necessario farlo. Già nell’elenco dei danneggiati, stabilito dalla Legge 210/92, sono elencati in ordine di gravità del danno patito, 605 (seicentocinque) casi di danno già riconosciuti e liquidati secondo una graduatoria stabilita dalla Legge, fra questi i casi di tutti e TRE i miei figli. Ma purtroppo, oltre altri 8000 (ottomila) casi già riconosciuti dalle competenti CMO, sono giacenti negli armadi del Ministero della In-Sanità, in attesa di essere liquidati. Credo perciò che questo basti e avanzi, per dimostrare alla “Bella Gigogì”, alias quel Ministro della In-Sanità che risponde al nome di Beatrice Lortenzin, essendo ministro di un delicatissimo dicastero della Salute, ma totalmente priva di ogni drammatica esperienza vissuta e vivente ancora, da innumerevoli genitori che, avendo visto nascere “perfettamente sane” le loro innocenti creature, dopo una pseudo/banale vaccinazione eseguita nel rispetto della Legge, si sono venuti a ritrovare dei figli “danneggiati irreversibilmente” da gravi malattie iatrogene degenerative, compresa la malattia, che oggi purtroppo va molto di moda chiamata “AUTISMO”! Io rimango pronto a portare questa mia testimonianza, ove sia ritenuta utile in ogni sede pubblica e privata e, in un eventuale contraddittorio con chicchessia . Giorgio Alberto Tremante

  • Sono criminali che hanno a cuore le loro tasche, peccato che a rimetterci sono i nostri bambini. Svegliatevi tutti! Sono preoccupata per questi genitori pro-vaccini e sono comunque tanti. Dormono, non si vogliono svegliare da questo torpore in cui li hanno messi i media. Meglio non sapere e non vedere e affidarsi allo stato e ai media perchè altrimenti starebbero troppo male. Il risveglio delle coscienze è doloroso.

  • Quindi..uno è per la massima copertura vaccinale coatta, l’altro per la massima copertura vaccinale ma decisa dai genitori dopo corsi di formazione, anche nelle scuole ecc. Corsi fatti da chi? Quindi pro vaccini ma con il metodo subdolo del lavaggio del cervello!
    Mai che avessi sentito qualcuno chiedere cosa c’è nei vaccini, perché non siano “puliti”…siamo gli uni contro gli altri (pro/contro) perseguendo lo stesso fine. Il bene dei nostri figli…quindi la verità dove sta?

  • Io ho sempre vaccinato i miei figli e ho scelto anche alcuni a pagamento quando sono stati necessari ma non ho mai considerato un pericolo un bambino non vaccinato ne irresponsabile un genitore che ha scelto di non vaccinare il proprio figlio. Sono comunque contro le vaccinazioni di massa e contro le vaccinazioni massive ingiustificate imposte con una legge così assurda Chiedo un referendum nazionale prima di procedere alle vaccinazioni imposte della nuova legge.

    • Apprezzo la tua sensibilità e la tua intelligenza. Il referendum non si farà mai e sai perchè? Perchè un referendum richiede interventi sia da parte dei pro vaccini sia da parte di quelli che vogliono la libertà (non NOVAX come fanno credere per metterci contro). E’ chiaro che da un contraddittorio ne uscirebbero con le ossa spezzate. Ecco perchè un referendum non ci sarà mai.

    • Bravo. E’ proprio questo il punto. Se ti vuoi vaccinare, fallo pure. In quel caso, sei immune. O no?.. Dunque non rompere le palle a chi non vuole farlo. A me, rendere immune mio figlio di tre anni, dalla varicella e dagli orecchioni, sembra una follia sanitaria. Un medico che propone una cosa simile andrebbe radiato per incompetenza. Lui, sì. Altro che Miedico e Gava. Ma che scherziamo?

      • Ottima considerazione. Sai cosa faccio questo pomeriggio? Porto mio nipote di 13 mesi da un bimbo di tre anni che ha la varicella. In questo modo, nell augurato caso in cui mio nipote prenda il virus, sarà immunizzato per tutta la vita . Se la varicella sparirà tra i bambini e per caso riapparirà fra qualche anno e verranno contaminati gli adulti ? Potrebbero anche morire …..

    • Il problema è che a molti non è stata data la dovuta informazione… i vaccini, sono per via dei molti adiuvanti immessi ovvero mercurio e alluminio, per non parlare di altre sostanze che no ci dovrebbero essere fatti dallo stato, non dalle multinazionali molto pericolosi, E CHE LE STESSE NON RISPONDONO DEI DANNI FATTI MA RICADONO SULLA COLLETTIVITA’.
      Nessuno di noi acquisterebbe un qualche cosa che non sia garantita, perchè dovremmo accettare su una cosa che garantita NON E’?

  • ma ci rendiamo conto noi abbiamo per fortuna la piu bassa mortalita infantile in europa..e dovremmo bombardare un neonato con 12 vaccini la stessa dose che si darebbe anche ad un’adulto..ma siam stati scelti come promoter o come cavie? quando poi non si fa niente.. niente per bonificare le terre dai rifiuti tossici dall’inquinamento delle falde e siam stati multati dall’europa..ed altro e per questo abbiamo la piu alta mortalita al mondo per tumori tra la gioventu ..vergognaaa

  • La gente si fida ancora dei vaccini ma non si fida più del governo e delle case farmaceutiche che ne indirizzano l’uso.
    Nessuno si è scordato che per vendere più vaccini si sono inventati addirittura delle “pandemie” inesistenti (Aviaria ecc) in cui parte dei ricavi per l’incremento delle vendite le case farmaceutiche hanno trasformato in mazzette per il politico di turno e per il suo gruppo Tutti poi ricordano l’ex ministro della sanità Poggiolini condannato a definitivamente a 4 anni e 4 mesi per aver intascato una tangente di 600 milioni

  • Non Mi fido della lobby scientifica di questo paese che tiene le fila del mondo farmaceutico e lo abbiamo visto anche recentemente con il prof Di Bella, tanto per citarne uno… siamo in un regime di democrazia e non ci sono scuse allo strapotere delle case farmaceutiche che si comportano per i loro interessi esclusivi. Tutto il resto è noia…

  • io penso che sia giusto vaccinare i nostri figli come siamo stati vaccinati noi però siccome che certe malattie erano risultate debellate e sono risaltate fuori dall’avvento dei danti extra comunitari perché non preoccuparsi di vaccinare prima loro. E poi principalmente e importantissimo un ministro della sanità senza laurea in medicina che impone in maniera abbastanza dittatoriale fa solo capire che dietro ci siano degli interessi economici del tutto personali.

  • Caro sig. Tremante, il contraddittorio non lo vorrebbero mai. E senza contraddittorio la gente non comprende e si fa condizionare da ciò che continua a sentire dai vari TG. E tutto così demenziale. Anticostituzionale delirante …. Intanto loro vanno avanti come de panzer !!! Dobbiamo fermarli. Ribelliamoci. Facciamoci sentire più che possiamo !!!! Grazie sig Tremante. Circa 30 anni fa io è mio marito sentimmo lei ad una conferenza e da li la decisione di non vaccinar le nostre figlie che ora hanno 28 e 23 anni e stanno benissimo. Grazie per il suo impegno.

  • Sono sorpreso dalla grande quantità di genitori che lamenta proprie storie drammatiche coi vaccini obbligatori e facoltativi e non attiva le procedure per l’indennizzo previsto dalla legge!

    • …ne ho conosciuti.. Può immaginare lo stato d’animo di chi affornta una malattia grave del bimbo e le difficoltà anche economiche a cui va incontro? INtraprendere un percorso legale in queste condizioni richiede degli sforzi sovrumani, anche a causa del muro di gomma eretto dai medici…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi