Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli

Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal Compact, l’uscita dalla Nato, la nazionalizzazione di Banca d’Italia, la cessazione delle liberalizzazioni, l’abolizione del vincolo del Pareggio di Bilancio, la cancellazione del Jobs Act, la riforma della Giustizia, la riforma della scuola e della cultura, ristabilire il diritto allo Stato Sociale e alla salute, la profonda riforma dell’informazione e della comunicazione.

Di seguito uno stralcio dell’intervista rilasciata da Antonio Ingroia a Byoblu:

Bisogna che l’italia, come dice l’articolo 3 della Costituzione, sia un paese di “eguali”, mentre l’italia è sempre più un paese diseguale e ingiusto. Il modello politico sociale è quello neoliberista, sul quale si sono articolati trattati europei che hanno strangolato l’economia italiana e che impoveriscono sempre più i cittadini. Bene, partiamo da lì. I trattati europei sono incompatibili con la costituzione. Allora o si riformano, oppure semplicemente l’Italia recede dai trattati europei, costi quel che costi, perché a questo prezzo questa Europa non merita l’Italia. L’Italia esce dai trattati europei, oppure si ricontrattano in una situazione di parità: l’Italia deve essere pari rispetto agli altri paesi per costruire l’Europa. Forse la cosa migliore è azzerare questa Europa per costruirne un’altra. Infatti il nostro progetto è avviare un processo costituente di una nuova costituzione europea, in una situazione di parità dei contratti.

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Arriva con ritardo. Tanto per essere chiari: nel 2013 è stata presentata richiesta di referendum sui trattati iniziando dalla moneta unica : alcuni per contrasto con le norme costituzionali , l’euro perchè introdotto con legge ordinaria dello Stato.
    Sulla G.U sottoindicata trovate tutti i referendum abrogativi dei trattati..
    E siccome sono INCOSTITUZIONALI tutti i trattati può essere restituita voce al Popolo con i referendum.
    http://www.gazzettaufficiale.biz/atti/2013/20130207/sommario.htm

  • Speriamo riesca nell’impresa di costituire un vero riferimento politico sovranista e attuante i principi costituzionali. Non è il caso di contestare la tempistica, l’importante è che riesca, insieme a Chiesa, ad avviare un vero CLN.

      • Ornella Angela Tomasello

        Peccato che ciò che hai scritto non è la verità, ma quello che TU credi sia la verità. Sono due cose diverse…

        p.s.:sei sicura di sapere il significato del termine “indagato”?

    • Perchè “ovviamente” ? E’ tutt’altro che ovvio che persone di sinistra siano contro l’Euro, visto che tradendo il paese e la Costituzione (insieme alla destra) hanno contribuito a distruggere il paese.
      Piuttosto il M5S non è più contro l’Euro, quindi non è più un partito populista, nè sovranista.
      E’ diventato una forza del mainstream, utile a gestire il dissenso nella direzione desiderata dal mainstream.
      Infatti ormai i discorsi M5S sono simili a quelli Piddini.
      In meno di 2 anni il M5S è riuscito a “romanizzarsi” quasi completamente.
      Vedrai che dopo le elezioni si alleerà informalmente o pubblicamente con una delle forze del mainstream, anzi scommetterei che alla fine farà inciucio con il PD.
      Non è più una forza popolare credibile, almeno non da chi capisce il momento storico che stiamo vivendo.
      Perchè è chiaro che qui in Europa stiamo vivendo il Quarto Reich?
      E tutto questo perchè fa comodo al Capitalismo Globale ?

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi