M5S RESTERÀ ALL’OPPOSIZIONE – Giulietto Chiesa

Giulietto Chiesa analizza estensivamente i risultati delle elezioni, con Eugenio Miccoli di Byoblu, e disegna lo scenario politico che ci prepariamo a vivere dopo le ultime elezioni.

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La lista del popolo, come tutte le altre liste, anche se io sono un fan e sostenitore di giulietto, hanno ottenuto poco o niente, in quanto gli Italiani sono stanchi di disperdere i voti in mille piccoli rivoli.

  • Mi sembrano due persone fuorviate. Perché parlano di opposizione quando invece bisoigna parlare di coerenza con la Costituzione e con le scelte della popolazione? Ah già forse perché le leggi di Renzi impediscono le normali soluzioni ed anche se illecite sno applicate? Vorrei tanto chiedere a quei due signori: ma avete almeno visto la mole di proposte fatte in 5 anni dal M5S a Parlamento e sempre da tutti loro votate contro? E perché sarebbero i 5 stelle gli oppositori, quando gli altri delinquono sapendo di farlo e rimangono impuniti proprio grazie a quegli espedienti che si sono costruiti ad arte?

  • Questa storia che il Sud ha votato 5 stelle per il reddito di cittadinanza ,è veramente assurda. Avete un’idea del Sud veramente offensiva. Io sono del Sud, sono una pensionata, quindi ho un reddito,sono una persona di sinistra e ho votato 5 stelle per altri motivi. Prima di tutto il Pd non ha nulla più di sinistra, ha fatto cose abominevoli, è un partito che ha all’interno persone impresentabili, ma che credete che siamo una massa di ignoranti? Si leggono i giornali al Sud. Basta smettetela di dire che al Sud c’è solo assistenzialismo. Al Sud c’è la disoccupazione, mio figlio come tutti e tanti figli delle nostre famiglie sono andati tutti all’estero a lavorare; ogni famiglia al Sud ha figli che sono partiti. Ma di che parlate? Mi dispiace sig Chiesa,io la stimo molto ma stavolta non avete capito che la gente è veramente stanca. Ed inoltre nessuno sottolinea il fatto che con questa schifosa legge elettorale tutti quei candidati che sono stati bocciati dagli elettori,ce li ritroveremo di nuovo in parlamento.

  • ho seguito con molto interesse i due interventi di Giulietto Chiesa sui 5stelle nonchè finiremo arrostiti, premetto che non conoscevo il Sig. Chiesa che per me non era nient’altro che un giornalista corrispondente mi pare dall’ex Unione Sovietica cresciuto alla stregua d Giuliano Ferrara nelle gambe di qualche grande papavero del sistema, mi ha comunque impressionato essendo la prima che ho ascoltato per intero in quasi mezzora, al di fuori delle sue sporadiche presenze in televisione. Sono sardo e sono fiero di esserlo, non sono disoccupato non sono ricco ma ho tanto di quella ricchezza che non venderei a nessuno, abito in un piccolo comune con un piccolo podere avuto da mio padre che ha consentito a me e a tutta la famiglia di vivere dignitosamente, come tanti della mia generazione ho iniziato gli studi in un collegio di Carmelitani ed ho partecipato e partecipo ancora con grande passione all’attività politica votando 5stelle, senza che nessuno me lo abbia chiesto. Adolescente frequentavo persone di sinistra ed ero considerato una mascotte del segretario comunista locale ma la frequentazione durò poco, si ruppe perché in occasione delle formazione delle liste per il consiglio comunale un componente della segreteria solo per aver detto che un signore individuato per la carica non avesse alcuna competenza mi disse testualmente può essere anche un somaro ma se il partito ha cosi deciso bisogna votarlo, fui zittito e per me finì quella esperienza. Come potrei votare per un pd che candida casini a Bologna, un dubbio inizialmente lo avuto e pensato di votare per D’alema, alla fine ho votato per il cambiamento 5stelle. anche perché con quello schifo di legge elettorale concepita da uno che al massimo poteva il consigliere comunale nella sua regione in comuni come alcuni che ci sono al confine con la attuale Slovenia, si poteva solo scegliere chi aveva la possibilità di vincere, c’è un solo sistema che consente al popolo di scegliere il sistema maggioritario a doppio turno, anche sua Baldanza Eccellenzoni dice in Francia con il 23% Macron governa, verissimo, dimentica di dire che la fiducia sulla quella porcata la richiesta lui.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi